KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Consiglio prima moto

Moderatore: Moderatori

F3derico
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 26 giu 2020, 18:19

Consiglio prima moto

Messaggioda F3derico » 1 lug 2020, 9:40

Salve, vi vorrei chiedere un consiglio spassionato in quanto non ho mai avuto esperienza con le moto.
Ho deciso di comprare un duke 390 come prima moto e scuriosando un po su internet ho visto che dovrebbe uscire il nuovo modello aggiornato..
Visto che sarebbe appunto la prima moto, mi consigliate di comprare il modello attuale o di aspettare e prendere il modello nuovo? Altra domanda nel caso mi dite di prendere il modello attuale, aspetto che annunciano comunque il modello nuovo così da poter risparmiare qualcosina sul modello attuale o questo discorso non esiste con le due ruote? Non so se mi sono spiegato bene..
Grazie a tutti :D

Avatar utente
stereoby
 
Messaggi: 274
Iscritto il: 26 apr 2018, 8:37

Re: Consiglio prima moto

Messaggioda stereoby » 1 lug 2020, 9:45

Ciao.
A me non risulta che ci sia un modello nuovo di DUKE 390 in arrivo.
Si parla di una possibile presentazione di una nuova DUKE 490 (bicilindrica) nel 2022: forse intendi questa?
Secondo me ti conviene prendere adesso la 390 e cominciare a girare. Da qui al 2022 ne cambieranno di cose…

PS: io la DUKE 390 l'ho avuta ed è una moto perfetta per iniziare!
KTM Duke 790
[KTM Duke 390 - Honda CRF 250 M - Triumph Tiger 1050 - Kawasaki Z1000 - Honda Dominator]

F3derico
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 26 giu 2020, 18:19

Re: Consiglio prima moto

Messaggioda F3derico » 1 lug 2020, 10:17

Grazie mille, un consiglio, mi dici di spendere qualcosina in più e prenderla da concessionario o cercare di risparmiare qualcosa e prenderla da privato? Premetto che di motore e cose da controllare sono abbastanza inesperto e quindi non saprei nemmeno da che parte girarmi :?

Avatar utente
Bubbasqueeze
Moderatore
 
Messaggi: 2726
Iscritto il: 19 ago 2013, 16:10
Località: Termoli (CB)

Re: Consiglio prima moto

Messaggioda Bubbasqueeze » 1 lug 2020, 11:50

potendo scegliere prendi da privato che l'ha presa nuova, accompagnato da un meccanico ESPERTO
vista la tipologia, sono spesso moto che girano per poco...il 390 è una bellissima moto, un gioiellino vista dal vivo, ma credo che dopo 2-3 anni di pratica potresti aver voglia di qualcosa di più

ti copio incollo una lista di controlli generali che potrebbero risultare utili:

Bubbasqueeze ha scritto:
Ecco quali sono i controlli da effettuare:

-Controllare la carrozzeria in particolare la verniciatura, che non presenti segni che possono far pensare a riparazioni, in particolare osservate che lo strato di vernice sia uniforme con una lievissima ed appena percettibile “bucciatura” e fare attenzione in controluce che non vi siano segni di carteggiatura lasciati da una preparazione scadente della superficie prima della verniciatura. Altro particolare e il controllo di eventuali graffi sui carter motore, pedalini, stabilizzatori, ed estremità delle leve frizione, freno ant., pedale freno post., leva cambio, specchietti ed indicatori di direzione.

-Controllare per bene in particolare la zona del cannotto di sterzo ed i relativi fine corsa, se vi sono segni di possibili urti frontali o possibili parti riverniciate, o screpolature della vernice che potrebbero nascondere delle incrinature del telaio.

-Verificare il corretto funzionamento della forca, provando a sollevare la moto dal manubrio, dopo di che lasciarla andare, l’importante che la forca non affondi giù di colpo, quindi il ritorno in posizione deve avvenire regolarmente. Nel caso che affondi di colpo, considerate che questo è segno che la forcella ha lavorato parecchio quindi le molle sono già alla corda e controllate che non sia piegata, o svirgolata.


-Verificare le condizioni del mono, controllando se possibile lo stelo che deve essere lucido a specchio facendo attenzione che la zona di lavoro non sia opacizzata, che non vi sia presenza di sudorazioni di olio ed accertarsi anche che durante le sollecitazioni non si inneschino rimbalzi.

-Controllare che non ci siano segni di sudorazioni di olio nelle seguenti parti:
Paraoli forcella, alberino comando pedale cambio, paraolio albero pignone, guarnizione coperchio testa, carter motore.

-Controllo condizioni dei tubi freni, che siano esenti da crepe o screpolature.

-Controllare lo stato di usura dei dischi, che non vi sia presenza di profonde rigature o scalini, e non il solo controllo delle pastiglie perché, queste sono in ogni caso facilmente sostituibili come del resto i pneumatici.

-Controllo stato di usura della trasmissione finale, verificare i denti corona e pignone, che il lento catena (gioco) rientri nei valori di gioco prescritti dalla casa madre, infatti la verifica deve essere effettuata in più punti girando lentamente la ruota e riscontrare che il gioco sia costante, diversamente potrebbe esserci la possibilità di maglie grippate e quindi catena già compromessa.

-Controllo eventuali giochi del forcellone, dei cuscinetti del cannotto di sterzo e cuscinetti ruote: sollevando la moto con un cavalletto, è possibile effettuare queste verifiche. In particolare volevo precisare, che durante il controllo dei cuscinetti del cannotto di sterzo, girando in entrambe le direzioni la sua scorrevolezza deve essere lineare senza che opponga resistenza o eventuali impuntamenti durante la sua escursione.

-Controllare possibili segni di trafilaggio di liquido refrigerante.

-Controllo fumosità gas di scarico, esso non deve essere di colore azzurro/bluastro perché starebbe ad indicare consumo di olio motore, quindi un possibile cattivo stato del motore.

-Controllare ed ascoltare attentamente, mettendo in moto il motore che non vi si avvertano rumori anomali; catena di distribuzione, o il classico ticchettio o battito dovuto ad un gioco valvole eccessivo, ciò farebbe capire lo scarso livello di manutenzione, oltre che a segnalare la possibilità di aver già raggiunto un non indifferente numero di chilometri percorsi.

-Controllo interruttori comando manubrio, indicatori di direzione, luci.

-Controllo valori di tensione circuito di ricarica batteria, che generalmente deve essere minore di 15.5Volt a 5000rpm, un valore superiore è indice di mancato funzionamento del regolatore e rischio di compromettere la batteria ed altri componenti come la centralina di accensione, oltre che a sborsare una bella cifretta per la sua sostituzione.

Per concludere è inutile tenere in considerazione il controllo delle condizioni dei pneumatici, gommini pedali, manopole e varie, poiché queste parti generalmente sono le prime cose ad essere notate e pertanto sostituite prima della vendita o quasi, per cui e difficile poter valutare da questi elementi. Capisco anche il livello di difficoltà che si può trovare a seguire attentamente la procedura ed i controlli, però tutto ciò sicuramente potrebbe tornare utile ad evitare eventuali fregature.


questo è n'altro link potenzialmente utile:
http://www.on-bike.it/wp-content/uploads/2018/10/Come-acquistare-moto-usata-On-Bike.pdf

Aggiungo di controllare i tagliandi se presenti e prendere i codici del telaio (parte destra del cannotto) e segnarti la targa così se conosci un assicuratore (o magari puoi chiedere al tuo), puoi chiedere di controllare se la moto ha fatto incidenti (questa cosa l'ha fatta un altro utente per controllare un 690 usato ed ha capito che aveva fatto un incidente in passato). Poi che si metta in moto alla prima botta, che mantenga il minimo e non faccia ticchettii forti in moto, tali da coprire parzialmente il resto dei rumori.

F3derico
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 26 giu 2020, 18:19

Re: Consiglio prima moto

Messaggioda F3derico » 1 lug 2020, 15:14

Grazie troppo gentile, sicuramente me lo studio per bene

Avatar utente
Giax
Moderatore
 
Messaggi: 3614
Iscritto il: 25 nov 2011, 10:26

Re: Consiglio prima moto

Messaggioda Giax » 1 lug 2020, 20:55

Come Ti ho scritto nel thread di presentazione, la 390 mi pare un ottimo punto di partenza.
Introdurrei come variante la 390 Adv - ma obv la Duke è ok!

Avatar utente
stereoby
 
Messaggi: 274
Iscritto il: 26 apr 2018, 8:37

Re: Consiglio prima moto

Messaggioda stereoby » 2 lug 2020, 13:25

Prendila con garanzia.
Se da un privato, che abbia meno di 2 anni.
Se dal concessionario, nuova o usata sei comunque coperto.
Tieni presente che se la prendi nuova, dopo 1000 km ti fanno fare il primo tagliando e ti "scuciono" 150€... :sobad:
KTM Duke 790
[KTM Duke 390 - Honda CRF 250 M - Triumph Tiger 1050 - Kawasaki Z1000 - Honda Dominator]

Avatar utente
Herr Doktor
 
Messaggi: 773
Iscritto il: 23 ott 2018, 21:03
Località: Milano

Re: Consiglio prima moto

Messaggioda Herr Doktor » oggi, 16:49

È una moto molto divertente e ragionevolmente comoda, un po' scorbutica nell'uso cittadino. Una delle pochissime moto che ricomprerei il giorno dopo se me la rubassero...


Torna a Duke 390/390RC

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti