KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

KTM 450 Rally | In sella alla moto di Marc Coma

Le Rally...

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

KTM 450 Rally | In sella alla moto di Marc Coma

Messaggio » 20/04/2011, 18:23

In occasione della prima tappa del mondiale Rally disputata a Dubai, KTM concede un test veramente esclusivo delle moto protagoniste alla Dakar, spinte dal nuovo motore 450. Vi raccontiamo com'è andata

Immagine

Dubai, dove tutto ciò che è impossibile si trasforma in realtà. Anche salire a bordo della moto vincitrice della Dakar 2011
Sono ormai sempre più convinto che se esistesse un vero e proprio oroscopo del motociclista, alla voce 2011 troverei sicuramente: “intense avventure da non dimenticare in posti incantevoli, con particolare inclinazione alle esperienze uniche. Tipologia moto: Rally” o qualcosa del genere. Leitmotiv di questo inizio anno infatti sono state le piste battute nel deserto, la guida navigata, le dune e il roadbook, per scoprire paesaggi che restano indelebili nel cuore. Esperienze tutte nuove per me, che da buon endurista mai e poi mai avrebbe immaginato di finire con un televisore piazzato sul manubrio, ma “a gran fatica” (sì certo…) mi sono sacrificato e lasciato attrarre da questa nuova dimensione, questo nuovo stile di vivere la moto da fuoristrada. Ovviamente l’occasione rende l’uomo ladro e, non appena saputo dell’opportunità di un evento cosi esclusivo e particolare, nulla si sarebbe potuto mettere tra me e l’aeroporto di Malpensa, mercoledì sera, nemmeno quel maledetto camioncino che per poco non mi fa perdere il volo!

Il fascino delle moto ufficiali
Diverse sono le occasioni e le opportunità che si incontrano nel provare le moto per lavoro, ma alcune più di altre sono in grado di alimentare quel desiderio che le rende più speciali.
Forse perché esemplari unici, oppure per la loro cura maniacale nei singoli dettagli, per le storie che possono raccontare, per il prestigio che si sono guadagnate, o più probabilmente per tutte queste cose assieme; le moto ufficiali emanano un fascino irresistibile già ferme sul cavalletto. Ci sali sopra e ti senti già proiettato in prima fila, davanti a tutti, magari in impennata, quando in realtà stai facendo ancora mente locale su come toglierla da quel dannato cavalletto centrale.
Non importa, essere tra i pochi intimi a poter provare questo genere di bolidi rende speciali e lascia certamente un segno. Non tanto per l’orgoglio di poterne impugnare il manubrio, ma più che altro per il gusto di poter rivivere seppur lontanamente le esperienze dei campioni che le hanno studiate e plasmate assieme ai tecnici, che le hanno conosciute e cresciute e che alla fine le hanno portate al successo.

“Forse perché esemplari unici, o per la loro cura maniacale nei dettagli, per le storie che possono raccontare, per il prestigio che si sono guadagnate, o per tutte queste cose assieme; le moto ufficiali emanano un fascino irresistibile ”


Un test speciale
Dopo aver viaggiato per centinaia di chilometri nel deserto marocchino, altrettanti nelle colline toscane, ora è la volta del deserto dietro Dubai, in sella alla 450 Rally Factory. KTM infatti, in occasione della prima tappa del mondiale Rally, conclusosi ad Abu Dhabi la scorsa settimana, effettua un test davvero intimo dei modelli ufficiali di Coma e Faria.
Tre giorni di trasferta, di cui due di viaggio, ma uno tanto ricco da farne valere sicuramente la pena. Arrivo a Dubai mercoledì notte, per ripartire all’indomani per il circuito di F1 di Abu Dhabi. Due ore di viaggio che alimentano ancora di più l’attesa di vedere l’autodromo degli Emirati, sede dell’arrivo della Desert Race Challenge 2011.
Immenso, colossale, sorto dalla sabbia del deserto per diventare in poco tempo un circuito plurititolato, una marina con porto da 150 posti barche (navi...), un hotel da 250 camere, Ferrari World, hotel, palazzi immensi, e chi più ne ha più ne metta… e loro ce ne hanno da mettere!
Insomma, il giovedì viene dedicato all’ammirazione del paesaggio, delle strutture e delle realtà incredibili del posto. Assisto nel pomeriggio all’arrivo della gara, impiegando il mio tempo a immortalare tutte le novità del mondo rally, come Peterhansel sulla Mini e i camion colossali.
Per finire in un bar a chiacchierare con un certo Coma, il suo amico Faria e una banda di ragazzi vestiti di arancione che ne sanno veramente tanto sulle moto da rally.
A leggerlo potrebbe quasi sembrare normale, ma vi assicuro che il clima di serenità e collaborazione che ho respirato in quei frangenti, è difficile da ritrovare in altri contesti. Il giorno dopo mi attende un altro viaggetto di un'ora, alla volta delle dune degli Emirati, dove i due gioiellini di casa mi aspettano per affrontare il deserto. Un truck, simile a quelli americani, con qualche gazebo e gli immancabili tappeti a terra, fanno del campo base un bivacco del ventunesimo secolo. Da qui è prevista un partenza in coppia alla volta delle dune, io in sella alla Factory di Coma, come apripista lo stesso pilota con una 450 cross e Faria a fare da scopa perché non si sa mai... Dire che avevo una certa pressione addosso è dir poco.

La prima duna non si scorda mai
La Rally 450 di primo acchito appare pesante, i doppi serbatoi da 18 litri tradiscono notevolmente la percezione, in quanto sono ingombranti, ma per come sono posizionati si dimostrano poi strumenti efficaci alla distribuzione dei pesi sulla moto. La diminuzione di ingombro del nuovo motore 450 ha permesso infatti di abbassare i serbatoi e di conseguenza molto del peso presente sulla moto.
Il telaietto posteriore portante trasporta il resto ed è necessario prestare una certa attenzione in virtù del peso, perché quando incomincia a pendolare, non lo fermi più. Di contro il peso al posteriore è molto utile, specie nei tratti veloci, dove la Rally galleggia con estrema facilità sulla sabbia molle, invitandoti ad andare sempre più spedito, con la massima naturalezza.
Tutto sembra semplice, fino ad arrivare alla prima duna dove, immancabilmente mi pianto con la pancia del motore che affonda nella sabbia. Bene nessun problema, se non per il fatto che in questa posizione sotto i 43 gradi del sole battente, i 160 chili sono ben presenti e senza la tecnica necessaria è un attimo far fuori un paio di litri di acqua in due sorsi.
La scopa di cui sopra (Faria) in un lampo prende in mano la mia moto, la gira, la piega la scrolla e arriva in cima alla duna, decisamente prima di me che nel frattempo mi ero avviato a piedi. Ruben mi spiega sulla vetta la tecnica corretta, che faccio mia istantaneamente. Da lì proseguiamo per un altro tratto di dune dove, acquisendo un poco di confidenza riesco ad aumentare un po’ il passo, garantendomi anche un maggiore galleggiamento e perché no, qualche sgasata in più .
Il propulsore del 450 pare simile al cross, la reattività e vigorosità è molto simile e tutta la moto si guida in maniera davvero agile, soprattutto poco dispendiosa. Anche in questo caso un paio di consigli di Ruben sulla corretta posizione di guida seduta mi consentono di comprendere velocemente le grandi differenze nella guida rispetto al classico off road.
Il rientro al bivacco arriva poco dopo, troppo presto perché la fatica abbia avuto già il sopravvento sul desiderio di avventura, ma forse è un bene perché il tempo trascorso sotto al sole è stato sufficiente a mandare in ebollizione il pilota.

Si cena al bivacco come alla Dakar
Il pomeriggio è dedicato a un altro test, sempre in chiave di lettura “deserto”, ma in questo caso a bordo della nuova versione Adventure 990 Replica Dakar, di cui leggerete la prova in uno spazio dedicato. Verso le 18, dopo una giornata colma di nuove esperienze e sensazioni, il programma non prevede il classico rientro in hotel, bensì una piacevole e più caratteristica cena in un bivacco in mezzo al deserto. Una cena tipica, accompagnata da balli del ventre, musica locale e una battuta dopo l’altra fanno sì che la serata trascorra con grande piacere e tranquillità. Al calar del sole scopro poi un’altra sensazione mai provata prima: nel deserto, grazie alle poche luci e alla limpidezza dell’aria, il cielo stellato sembra quasi caderti addosso, tanto lo percepisci vicino. Ad un certo punto ne vedo anche una particolarmente reattiva che si muove repentinamente sulle dune, troppo per essere una stella… scopro poco dopo essere Coma, che ci raggiunge per cena, a quel punto decido che di birra ne ho già bevuta a sufficienza.

Immagine
Il propulsore del 450 pare simile al cross, la reattività è molto simile e tutta la moto si guida in maniera davvero agile, soprattutto poco dispendiosa

Finito il momento magico, è tempo di tornare in Italia. Poco impegnativo in quanto della durata di circa sei ore, il volo di rientro mi lascia però lo spazio sufficiente per sognare a occhi aperti. Per nulla paragonabile a una competizione come la Dakar, questa avventura mi ha avvicinato ancora di più al mondo della navigazione, non tanto per l’aspetto agonistico, quanto per la consapevolezza di essere uno dei pochi che hanno la fortuna di vedere posti che nessun altro potrà mai visitare in condizioni normali.
Non si tratta quindi solo di una gara, di uno sport agonistico da praticare con più o meno impegno, ma di un'esperienza di vita che racchiude un insieme di dinamiche interne, invisibili all’occhio profano, che la rendono pressoché unico. La sensazione di libertà, di avventura e di scoperta che il deserto ti può trasmettere, unitamente alla complicità con il proprio mezzo meccanico, unico strumento per poter fare ciò che si ama, procura una sensazione della quale è poi difficile fare a meno.
Crea dipendenza, ricordo, passione. Emozioni da rivivere il prima possibile.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Aimone Dal Pozzo
fonte moto.it

A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: KTM 450 Rally | In sella alla moto di Marc Coma

Messaggio » 20/04/2011, 18:28

jenk ti odiooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo


:scimmia: :scimmia: :scimmia: :scimmia: :scimmia: :scimmia: :scimmia: :scimmia: :scimmia: :scimmia: :scimmia: :scimmia:
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: KTM 450 Rally | In sella alla moto di Marc Coma

Messaggio » 20/04/2011, 18:31

:seghe: :seghe: :seghe: ......... :drool: :drool: :drool: :clap: :clap: :clap:

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: KTM 450 Rally | In sella alla moto di Marc Coma

Messaggio » 20/04/2011, 18:32

Trivella .... condivido il sentimento per tale Aimone Dal Pozzo ....
che l'ha provata :)
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Eddy
YMCEddy BraveAss
YMCEddy BraveAss
Avatar utente
 
Messaggi: 11863
Iscritto il: 09/02/2009, 23:13
Località: Felino -PR-

Re: KTM 450 Rally | In sella alla moto di Marc Coma

Messaggio » 20/04/2011, 20:18

:blind:

karotènite
Avatar utente
 
Messaggi: 3853
Iscritto il: 15/03/2009, 7:51
Località: (te)

Re: KTM 450 Rally | In sella alla moto di Marc Coma

Messaggio » 20/04/2011, 21:52

" :wow: :wow: :wow:
"Chi và piano, và sano e lontano!
KTM adv 990-09-arancio

Tomac
Avatar utente
 
Messaggi: 2398
Iscritto il: 10/02/2009, 8:28
Località: Bardolino (VR)

Re: KTM 450 Rally | In sella alla moto di Marc Coma

Messaggio » 26/04/2011, 8:07

Grande Jenk!! :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:

Amo questi articoli e tu sei sempre puntuale a scovarceli e metterceli a disposizione :wink: :wink: :wink: :wink:
Tira........Molla........Geppo (seinovanta)

silverboy66
 
Messaggi: 355
Iscritto il: 07/02/2012, 12:35
Località: Garbagna Novarese

Re: KTM 450 Rally | In sella alla moto di Marc Coma

Messaggio » 02/03/2012, 7:11

ma possibile che la acerbis faccia solo questi paramani per le ktm nelle foto?.... mi spiego meglio, nel catalogo acerbis i suddetti paramani non ci sono, o meglio ci sono ma in altri colori e gli spoiler li fanno solo neri.


Torna a Regine del Deserto!!

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: augusto, Bing [Bot], Google [Bot], Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

450 rally      950 rally      KTM 450 RALLY VENDO      KTM RALLY 450      KTM Rallye pics      Ktm 950 Rally      Serbatoio ktm superenduro 950 30 litri      exc 450 rally      giubbotti uomo moto ktm sponsor      ktm 450 2007 manubrio      ktm 450 deserto      ktm 450 motard 2013      ktm 450 motard      ktm 450 rally 2013      ktm 450 rally factory replica marc coma      ktm 450 rally factory      ktm 450 rally manubrio      ktm 450 rally road book      ktm 450 rally usata      ktm 450 sx 2012      ktm 690 rally replica vendo      ktm 990 rally      ktm exc 450 rally      ktm factory motard      ktm lc4 abbassare      ktm lc4 mini serbatoio      ktm lc4 serbatoio factory      ktm lc4 tuning      ktm marc coma supermoto      ktm rally 450 replica      ktm rally      ktm replica marc coma      ktm450 rally      ktm      moto da rally vendo      moto dakar ktm      moto marc coma ktm      rally nel deserto moto      selle rally italia      serbatoio acqua moto rally      tappeto paddock moto      vendo 450 motorally      vendo ktm 690 rally replica      vendo moto da motorally      vendo motore ktm 450      www.selle italia rally      ktm 450 rally replica      ktm 450 rally      motore ktm 450      

cron