KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

m3xican
Avatar utente
 
Messaggi: 1615
Iscritto il: 17/04/2009, 12:48
Località: ..:: Lugano / Padova ::..

Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 8:28

parliamo di questo:

Il fatto é del 20 maggio 2009, oggi c'e stata la sentenza.


Immagine

"Omicidio colposo. Questa, come riporta oggi la regione è l’accusa per il 42enne italiano che lo scorso anno, a Massagno, con un’inversione di marcia in via San Gottardo, investì e causò la morte di Andrea Nimis, il 44enne di Cadempino che lavorava come Guardia giudiziaria.
Contro la decisione del Ministero Pubblico, che lo condanna al pagamento di una pena pecuniaria e una multa, il 42enne può ancora presentare opposizione. In questo caso si andrebbe ad un procedimento pubblico alla pretura penale di Bellinzona."

Adesso io mi chiedo, ma é giusto che sia condannato a una pena pecuniaria e ad una multa? Per una sua manovra assurda (inversione ad U) ha ucciso un'altra persona, un motociclista come noi, senza dargli una qualsiasi minima possibilità di salvarsi!

..:: Tremendi questi Aztechi, per fortuna siamo arrivati noi cristiani a sterminarli tutti! ::..
..:: Ser culto es el unico modo de ser libre ::..
..:: J'aime les nuages ... les nuages qui passent ... là-bas ... les merveilleux nuages! ::..

steve-o
Puzza
Avatar utente
 
Messaggi: 5087
Iscritto il: 10/02/2009, 15:03
Località: Mendrisio (CH - TI)

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 8:29

:crycry: :crycry: :crycry: me lo ricordo bene questo incidente :crycry: :crycry: :crycry:
Addio Kenzo... resterai per sempre nel mio cuore! by Calippo :(
Rolly mi mancherai tantissimo... ciulapegur!

Arthur Fonzarelli
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 12954
Iscritto il: 20/01/2009, 23:36
Località: Milano - Xolotilandia

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 8:33

troppo complicata come situazione, intanto spero che non guidi più, mai più e lascio alla "giustizia" il resto.....
a vedere dalle immagini purtroppo non andava a 50 km/h come spesso non faccio nemmeno io. Quando è capitato a me a 30 all'ora non mi sono fatto nulla, e quando mi è capitato a 70 mi sono spaccato tutto ma sono qui a dirlo.....
l'automobilista è sicuramente un coglione di prima ma il defunto motociclista si è preso i suoi rischi e gli è andata male. Da qui non penso che sia giusto che uno vada in galera 30 anni per una inversione ( da bastardo e che avrebbe dovuto costargli tutti i denti a cazzotti ) quando metà della colpa è di chi gli è piombato in macchina.

Ovvio se poi si sa per certo che il motociclista andava a 30 km/h e la moto è conciata cosi perchè fatta di burro, mi rimangio tutto e mi cospargo il capo di cenere....
Scusate ma io posso!
SMR 950 nel passato un Fifty Mistral nel cuore, una ADV Black nel BOX e un Madison 250 ELABORATO nel Cul#
Gran bella la carotona, ma il fifty con 21 cv........

gigioperini
Avatar utente
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 25/06/2009, 0:20

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 8:41

è successa la stessa cosa la scorsa settimana in provincia di piacenza.
Inversione a U e moto che centra l'auto in pieno :grr1:

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 8:49

:s-quoto2: Francesco

L'automobilista è un gran coglione xchè faceva inversione a U con riga continua e merita di non guidare più farsi qualche anno di galera....

ma il motociclista non andava di certo a 50 km/h visto i danni,io una volta ho impattato similmente a milano in un auto che faceva inversione a U (in infrazione) devo aver impattato con tanto di clavicola fratturata a circa 70/80 km/h con il TTR e non ho fatto nemmeno il 10% di danni che vedo nella foto, quindi anche lui ha le sue colpe .....
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

Tenebra
Avatar utente
 
Messaggi: 776
Iscritto il: 13/08/2009, 10:08
Località: Lugano - Sfiissseraaa

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 9:41

steve-o ha scritto::crycry: :crycry: :crycry: me lo ricordo bene questo incidente :crycry: :crycry: :crycry:

Anche io!! :crycry: :crycry: Volevo prendere dal lavoro e andare a picchiare l'automobilista :crycry: :crycry: :crycry:

tra l'altro io sono passato di li 15 minuti prima... :crycry: :crycry:

ma il motociclista non andava di certo a 50 km/h visto i danni,io una volta ho impattato similmente a milano in un auto che faceva inversione a U (in infrazione) devo aver impattato con tanto di clavicola fratturata a circa 70/80 km/h con il TTR e non ho fatto nemmeno il 10% di danni che vedo nella foto, quindi anche lui ha le sue colpe .....

lui non andava a 50 sicuro, ma il fatto è che in quel punto la strada a 3 corsie( 2 nello stesso senso dove viaggiavano il motociclista e l'automobilista e una inversa) si divide per un entrata in autostrada... quindi il motociclista,quando ha visto l'auto che allargava come per entrare in autostrada, ha aperto e poi c'e stata l'inversione a U... quindi nn ha più potuto fare nulla!!!
Nel link si vede la strada... a destra del ponte è successo....

http://maps.google.ch/maps?hl=it&ie=UTF ... 1&t=h&z=20
!!! Never Give UP !!!

Giacolago
Avatar utente
 
Messaggi: 31
Iscritto il: 29/03/2010, 16:44

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 10:35

Purtroppo è il rischio della strada dove tutti noi ogni giorno rischiamo la pelle.
Credo comunque che neanche il 10% degli utenti della strada rispetti i limiti di velocità sempre! Neanche mia nonna!!!
Poi adesso che stanno mettendo il limite ai 30 km/h sempre più spesso.... :!: :?:
Secondo il mio parere (sarò anche matto) ma centra anche il destino!
Ho perso 6 mesi fa la mia migliore amica in un incidente stradale dove bastavano 70 cm in meno di muro di recinzione di un casa perchè al posto che schiantarsi, con la macchina finisse su un campo d'erba e tutto finisse con una tirata d'orecchie del papà perchè gli aveva strisciato la macchina!!!! :cry:
Lei ha sbadato all'uscita di una curva finchè pioveva, aveva la patente da un mese e mezzo.

Sta di fatto che è assurdo che una persona perda la vita per colpa di un CO****NE che fa manovre assurde!!!
KTM 530 EXC RACING

klw
Avatar utente
 
Messaggi: 610
Iscritto il: 18/05/2009, 21:53
Località: Roma

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 11:08

Gli idioti ci sono (anzi, ci siamo) e ci saranno sempre, ma resta il fatto che la patente la danno troppo facilmente e non ci sono più verifiche di capacità dai 18 anni fino a quanto uno vuole guidare, anche a 90 anni. Tutto questo è sbagliato.
Se per prendere la patente si pretendesse di fare dei corsi di guida sicura, dove si impara a gestire il mezzo in situazioni critiche, almeno su strada ci sarebbe gente più capace. Se questo esame fosse obbligatorio ogni 10 anni scopriremmo che tanta gente che non guida mai sarebbe comunque costretta ad "aggiornarsi" oppure a rinunciare. Non avremmo più neanche i vecchietti ultra ottantenni, giustamente rincoglioniti, poichè non più in grado di guidare in un certo modo.
Resterebbero gli idioti, ma anche in questo caso c'è sempre la soluzione. A seguito di colpa grave accertata ritiro della patente per almeno 5 anni, senza possibilità di sconti. Al secondo giro, ritiro a vita.

Pensate che in questo modo ci guadagnerebbe pure l'industria delle scuole guida - piste e tutto ciò che gli gira intorno. Magari avremmo cittadini ben incazzati per un po' (aumento dei costi, del tempo necessario ai corsi, delle rotture di scatole) ma su strada si circolerebbe più sicuri a costo zero per lo Stato.
9/1992 - 7/1996 Piaggio Ciao mod. 1968 Rosso
7/1996 - 12/1999 Cagiva Aletta Rossa 125 mod. 1985 Rosso (22.000 km)
3/2000 - 1/2004 Yamaha XT 600 E Nero (63.000 km)
1/2004 - 11/2009 Yamaha TDM 900 Nero (150.000 km)
7/2009 - KTM 950 Adventure S (103.000 km)

steve-o
Puzza
Avatar utente
 
Messaggi: 5087
Iscritto il: 10/02/2009, 15:03
Località: Mendrisio (CH - TI)

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 14:44

Tenebra ha scritto:lui non andava a 50 sicuro, ma il fatto è che in quel punto la strada a 3 corsie( 2 nello stesso senso dove viaggiavano il motociclista e l'automobilista e una inversa) si divide per un entrata in autostrada... quindi il motociclista,quando ha visto l'auto che allargava come per entrare in autostrada, ha aperto e poi c'e stata l'inversione a U... quindi nn ha più potuto fare nulla!!!
Nel link si vede la strada... a destra del ponte è successo....
http://maps.google.ch/maps?hl=it&ie=UTF ... 1&t=h&z=20


gia', 2 corsie... entrata autostrada... macchina a destra... gas... :crycry: :crycry: :crycry: quante volte l'ho fatta quell'entrata... :crycry:
Addio Kenzo... resterai per sempre nel mio cuore! by Calippo :(
Rolly mi mancherai tantissimo... ciulapegur!

wyll
 
Messaggi: 286
Iscritto il: 19/04/2010, 15:34
Località: Brisighella .Ra.

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 15:58

Io dico la mia ...
Ho sempre pensato, come qualcuno ha citato sopra, che la patente sia sempre più "regalata" !! Purtroppo, avere la patente, è come avere fra le mani una pistola sempre carica e pronta a fare fuoco (e mi riferisco ad automobilisti e motociclisti) ... è come dare il porto d'armi a tutti e dire: <Adesso avete la pistola. Se usate la testa non farete mai male a nessuno, se fate i cretini e ci "giocate", c'è il caso che facciate una strage. > ... brutto, detto in questo modo, ma mi sembra corrisponda abbastanza alla realtà.
Lo so che la patente serve a tutti, ma non credo che sia una buona scusa per "regalare la patente in piazza" e mettere in pericolo anche si comporta bene, che anche se non ha chissà quali doti di guida, capisce i propri limiti e si comporta di conseguenza. A mio tempo feci tre guide più l'esame ... cosa mai avrò potuto imparare?? A fare un parcheggio e un'inversione??!! Cavolo, ci voleva della scienza!! E chi mi insegna a frenare sul bagnato, ad evitare un ostacolo a metà curva, a non farmi prendere dal panico se la macchina (o la moto) mi scivola via per un attimo da sotto al c@lo ??!! NESSUNO !!! Lo impari da solo … e se usi la testa, fai esperienza, lo impari ( un po’ … ) e non ti fai e non fai male, altrimenti combini la “strage” di cui sopra.

Ho anche sempre pensato ad un’ipotesi: e se si dessero solo la metà delle patenti che si danno oggi?! Pensiamoci un attimo …
Metà delle patenti =
Metà delle auto e moto in circolazione =
Metà del traffico che c’è ora sulle nostre strade =
Metà delle auto da parcheggiare =
Al doppio dei parcheggi per ogni auto che circola =
Metà (forse ancora meno) degli incidenti attuali =
Metà (forse ancora meno) delle spese sanitarie per gli incidenti =
Metà dell’inquinamento derivato dalle auto (anche se sul totale è ben poca cosa) =
Metà di chissà quante altre cose

Chiarisco: naturalmente vuole essere una provocazione ed è ovvio che non sia assolutamente una cosa realizzabile !!
Tutto ciò sarebbe anche =
Metà delle auto e moto vendute =
Metà dei posti di lavoro nell’industria automobilistica =
Metà del lavoro per officine meccaniche e autocarrozzerie =
Insomma … EQUAZIONE IMPOSSIBILE !!!

Comunque, la conclusione è sempre la stessa … BISOGNA USARE LA TESTA !!!
OSSA TR 280 i

klw
Avatar utente
 
Messaggi: 610
Iscritto il: 18/05/2009, 21:53
Località: Roma

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 16:26

Ma l'obiettivo non è dare la patente al 50% delle persone, ma darla a tutti (o quasi) in modalità diversa.
Se a un ragazzo di 16 anni cominci a far fare dei corsi di guida seri (diversi per auto e moto, ovviamente), quando avrà 18 anni sarà sicuramente preparato al volante e sosterrà con successo l'esame. Rinnovare la patente con l'esame non sarà un problema se nel frattempo ha guidato con una certa regolarità, e in caso contrario è giusto che rifaccia il corso preparatorio.
Guidare bene non è affatto difficile, serve solo che qualcuno ti insegni e che ci sia un posto attrezzato per simulare le condizioni di pericolo "tipiche" del traffico quotidiano.

Non solo non si perderebbero soldi nell'industria dell'auto, ma avremmo pure un significativo aumento di quella della sicurezza stradale.
Pensate a quanti circuiti in più costruirebbero, a quanto costerebbe meno una sessione privata in pista, quante persone in più potrebbero sfogare in ambiente sicuro le proprie fantasie motoristiche e quindi a quanto si correrebbe meno in strada...
Basta la buona volontà e il buon senso, niente altro.
9/1992 - 7/1996 Piaggio Ciao mod. 1968 Rosso
7/1996 - 12/1999 Cagiva Aletta Rossa 125 mod. 1985 Rosso (22.000 km)
3/2000 - 1/2004 Yamaha XT 600 E Nero (63.000 km)
1/2004 - 11/2009 Yamaha TDM 900 Nero (150.000 km)
7/2009 - KTM 950 Adventure S (103.000 km)

wyll
 
Messaggi: 286
Iscritto il: 19/04/2010, 15:34
Località: Brisighella .Ra.

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 16:33

klw ha scritto:Ma l'obiettivo non è dare la patente al 50% delle persone, ma darla a tutti (o quasi) in modalità diversa.
Se a un ragazzo di 16 anni cominci a far fare dei corsi di guida seri (diversi per auto e moto, ovviamente), quando avrà 18 anni sarà sicuramente preparato al volante e sosterrà con successo l'esame. Rinnovare la patente con l'esame non sarà un problema se nel frattempo ha guidato con una certa regolarità, e in caso contrario è giusto che rifaccia il corso preparatorio.
Guidare bene non è affatto difficile, serve solo che qualcuno ti insegni e che ci sia un posto attrezzato per simulare le condizioni di pericolo "tipiche" del traffico quotidiano.


Concordo in pieno !!!
La mia voleva essere una mezza battuta per sdrammatizzare un po' ...
OSSA TR 280 i

Salzig
Avatar utente
 
Messaggi: 7685
Iscritto il: 06/04/2009, 20:00
Località: La città delle 3 T

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 16:42

wyll ha scritto:Ho anche sempre pensato ad un’ipotesi: e se si dessero solo la metà delle patenti che si danno oggi?! Pensiamoci un attimo …
Metà delle patenti =
Metà delle auto e moto in circolazione =
Metà del traffico che c’è ora sulle nostre strade =
Metà delle auto da parcheggiare =
Al doppio dei parcheggi per ogni auto che circola =
Metà (forse ancora meno) degli incidenti attuali =
Metà (forse ancora meno) delle spese sanitarie per gli incidenti =
Metà dell’inquinamento derivato dalle auto (anche se sul totale è ben poca cosa) =
Metà di chissà quante altre cose

Metà degli introiti derivanti dalle infrazioni stradali: è solo questo che interessa agli scaldasedie che ci governano! :nubi:
Al mondo esistono 10 tipi di persone:
chi sa contare in base 2 e chi no.


Wave75: "molla i freni!"
Salzigii ii i: "NO!"
.

wyll
 
Messaggi: 286
Iscritto il: 19/04/2010, 15:34
Località: Brisighella .Ra.

Re: Lasciamo perdere le nazionalità, siamo tutti motociclisti

Messaggio » 04/05/2010, 17:40

Metà degli introiti derivanti dalle infrazioni stradali: è solo questo che interessa agli scaldasedie che ci governano!


Purtroppo credo che tu abbia ragione ...
OSSA TR 280 i


Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: aral, Bertran_de_Born, Bing [Bot], Cimone, commodoro, crazyt83, Dende, FedeR2R, GJr, Google [Bot], jerrywireless, Kino, magisterventris, mariu, raspa dani, ste2000, Valekappa07, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

forum ktm