KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatore: Moderatori

frenkygt
 
Messaggi: 604
Iscritto il: 5 dic 2017, 15:19

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda frenkygt » 3 apr 2021, 20:35

Deve essere multato , perché esiste come articolo, laddove venga violato...facile :D

Avatar utente
klw
 
Messaggi: 701
Iscritto il: 18 mag 2009, 21:53
Località: Roma

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda klw » 4 apr 2021, 21:14

frenkygt ha scritto:Abbi pazienza , ma se ci sono tanti controlli come tu vuoi , per forza di cose Devono esserci poi più multe è normale ...nessuno ferma qualcuno preventivamente per fargli un verbale cercando di trovare qualsiasi “scusa “ per multare , laddove si trovi quella “scusa “ è solo perché chi è stato fermato merita la sanzione presa...ovviamente io provo fastidio ad essere multato anche se commetto uno sbaglio non fa mai piacere dover tirare fuori di tasca soldi inutili, poi rifletto e vedo che quello che è successo è dipeso da me, si chiama buon senso e responsabilità, che non vuol dire non sbaragliare mai , ma quando si sbaglia si abbassano le orecchie e non si dá la colpa a chi ti contravviene...

Devo essermi espresso male. Sono d'accordo con te su quasi tutto. Non avrei alcun timore ad essere in uno Stato "militarizzato" (uso apposta le virgolette!) se il fine fosse quello di verificare che la gente vada in giro con i documenti in regola, senza aver fatto abuso di alcol e droghe, con un mezzo in buone condizioni, che non sia rubato, che non abbia modifiche da renderlo palesemente pericoloso o fastidioso (es. scarichi senza db killer o non omologati), ecc. Solo in questi giorni sono stato fermato 3 volte per controlli "covid", tutti andati a buon fine e senza alcun fastidio anzi solo ringraziamenti per quei ragazzi che provano a far rispettare delle norme che sono prima di tutto a nostra tutela (sanitaria in questo caso). Vanno bene anche gli autovelox, i tutor, i t-red e ogni altro dispositivo usato col fine di fare prevenzione e sicurezza stradale.
L'unica cosa su cui non sono d'accordo è quando controlli umani ed elettronici vengono usati per fare cassa o per colpire una categoria, magari perché in quel periodo è nell'occhio del ciclone politico-mediatico (esempi ne abbiamo già fatti e non li ripeto). Questi controlli che non hanno funzione di prevenzione e sicurezza stradale francamente mi danno noia.

Per quanto mi riguarda ora ho 30 punti patente ma fino a 10-15 anni fa di multe ne prendevo tante in città e qualcuna fuori città, mai una per fatti gravi. Ora zero e spero di continuare così ma ovviamente so che prima o poi mi toccherà, non è che sia diventato un santo e d'altra parte vorrei sapere quanti utenti della strada in una grande città come Roma, Milano, Napoli non commette almeno un'infrazione quasi ogni volta che si mette in moto (superare altre macchine, la linea di mezzeria, andare oltre i classici 50 km/h, ecc.) ma anche fuori città (sfido chiunque ad andare a velocità codice sempre e comunque). Quando sarà il mio turno mi scuserò e pagherò come fatto negli anni scorsi, spero solo che non capiti solo per far fare cassa a qualche comune ma per un vero controllo di sicurezza.

cane501 ha scritto:Parecchi anni fa anche in Val Trebbia la situazione era identica. Ogni weekend incidenti tragici, sovraffollamento di moto e motociclisti col cervello bucato e battaglia continua con le forze dell'ordine. Anche allora la soluzione adottata fu la stessa, multare tutti, multare sempre, se ve ite qui vi multiamo.
E che non lo so, una delle multe che presi fu sulla SS45 Val Trebbia in quei pochi metri che ufficialmente fanno parte del comune di Ottone... Venivo lì tutti gli anni perché andavamo a mangiare i tortelli vicino Travo in località Pastori (mi dicono che ora il posto non ci sia più o che sia cambiata gestione). :mrgreen:
9/1992 - 7/1996 Piaggio Ciao mod. 1968 Rosso
7/1996 - 12/1999 Cagiva Aletta Rossa 125 mod. 1985 Rosso (22.000 km)
3/2000 - 1/2004 Yamaha XT 600 E Nero (63.000 km)
1/2004 - 11/2009 Yamaha TDM 900 Nero (150.000 km)
7/2009 - KTM 950 Adventure S (200.000 km)

Avatar utente
kappa83
 
Messaggi: 1455
Iscritto il: 11 mag 2013, 11:23
Località: Piacenza

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda kappa83 » 4 apr 2021, 22:02

Che in alcune situazioni/periodi/zone ci sia accanimento verso i motociclisti e' innegabile dai.. per svariate ragioni ma e'cosi. A volte basterebbe un po di buon senso oltre che applicare alla lettera i codici, valutare le situazioni reali. In val trebbia a 17 anni mi hanno ritirato la patente, guidavo il 125, erano i giorni di pasqua. La statale era una coda unica, macchine incolonnate ferme. Io le superavo a passo d'uomo rientrando ampiamente all occorrenza (chi non lo fa? State tutti incolonnati con le macchine in moto/motorino?). Ovviamente ce linea continua ovunque, ritiro patente.. con me ferme altre 5-6 moto. Situazione di pericolo zero.

Inviato dal mio SM-A405FN utilizzando Tapatalk

Avatar utente
kappa83
 
Messaggi: 1455
Iscritto il: 11 mag 2013, 11:23
Località: Piacenza

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda kappa83 » 4 apr 2021, 22:04

OT i pastori a travo e' ancora aperto, e non mi pare abbiano cambiato gestione.

Inviato dal mio SM-A405FN utilizzando Tapatalk

frenkygt
 
Messaggi: 604
Iscritto il: 5 dic 2017, 15:19

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda frenkygt » 4 apr 2021, 22:19

Beh @kappa83 l’art 148 parla chiaro , anche qui il buonsenso che reclami è solo dovuto al fatto che tu abbia preso il verbale, che in una situazione del genere , superamento dei veicoli fermi o in lento movimento portandosi nella parte di carreggiata destinata all altro senso di marcia prevede il ritiro patente...il fatto di dire , “non c era nessuno, non davo fastidio a nessuno” non vuol dire nulla , quella manovra è pericolosa soprattutto per i motociclisti, capita molto spesso di rilevare sinistri in cui il motociclista superava i veicoli fermi e veniva centrato da qualcuno che siimmetteva nella strada in modo perpendicolare appena fatto passare dagli altri automobilisti che avevano la stessa percorrenza del motociclista...poi come dici tu Lo farai millemila volte e la farai Franca , la volta che vieni pizzicato non dovresti parlare di buonsenso altrui , ma appunto avere il buonsenso di ammettere la tua colpa...questa è una mia personalissima opinione, invece il verbale non è opinabile :wink:

Avatar utente
Herr Doktor
 
Messaggi: 1321
Iscritto il: 23 ott 2018, 21:03
Località: Milano

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda Herr Doktor » 4 apr 2021, 22:23

Vale anche per viaggiare in corsia di emergenza se c'è coda. Si fa, consapevoli che se si fosse spellati vivi hanno ragione
KTM 790 Duke'21 KTM 390 Duke '18 BMW R75/6 '75 BSA A65T '70

frenkygt
 
Messaggi: 604
Iscritto il: 5 dic 2017, 15:19

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda frenkygt » 4 apr 2021, 22:35

Comunque questa cosa del buon senso la sento sempre , ma scusate il gioco di parole non ha proprio senso...chiunque prende un verbale dice “ è giusto farli ma bisogna avere il buonsenso “, quindi il buonsenso sarebbe quello di fare i verbali agli altri e mai a noi...ve ne potrei fare mille di esempi , il tizio parcheggia in divieto e va al bar a degustare un caffè torna trova la multa e reclama buonsenso perché lui è andato solo a bere un caffè...tizio non mette la cintura viene fermato e reclama buonsenso perché è partito da 5 minuti e tra poco L avrebbe messa...supero i veicoli in lento movimento e reclamo buon senso perché io non ho ammazzato nessuno e non è accaduto nulla , ma quindi mi domando io quando è che bisogna fare i verbali??

Tutti quelli che prendono un verbale hanno sempre in tasca la scusa che li giustifica, quindi se L agente asseconda la scusa ha buonsenso altrimenti fa cassa , non ha trombato la sera prima , si diverte e chi più ne ha più ne metta ...

Avatar utente
kappa83
 
Messaggi: 1455
Iscritto il: 11 mag 2013, 11:23
Località: Piacenza

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda kappa83 » 4 apr 2021, 22:46

Be frenky non sono d'accordo, so benissimo che la regola dice quello,e che non ero in regola, non lo ho mai negato nemmeno a loro. ma come dici tu loro devono anche valutare, cosa che fanno quando vogliono, ne ho sentiti tanti non solo in moto graziati pur avendo sbagliato, ma in quel momento ero un motociclista in val trebbia da punire, come gli altri fermi. mi hanno visto arrivare a velocita' quasi nulla, mi sono fermato all alt quando se avessi accelerato non mi avrebbero mai preso col casino che c'era, pensavo si potesse ragionare, e invece...
Ripeto e ne sono certo, giusto o sbagliato che sia, in valtrebbia dovevano far passare la voglia di andarci con le moto e c'era accanimento..
Come se fermassero tutte le moto e motorini che sorpassano sui lungomare delle zone balneari in estate..
In autostrada e' diverso, la maggior parte di chi usa la corsia non si accontenta di avanzare, ma vogliono pure andare a 130.. che poi son molto piu pericolosi quelli che fan lo slalom gigante.


Inviato dal mio SM-A405FN utilizzando Tapatalk

Avatar utente
kappa83
 
Messaggi: 1455
Iscritto il: 11 mag 2013, 11:23
Località: Piacenza

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda kappa83 » 4 apr 2021, 22:49

Quindi quando non li fanno pur avendone doritto/dovere perche sono in buona e han trombato?

Inviato dal mio SM-A405FN utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Herr Doktor
 
Messaggi: 1321
Iscritto il: 23 ott 2018, 21:03
Località: Milano

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda Herr Doktor » 4 apr 2021, 22:50

Non me ne volere, ci sono troppi "ma"
KTM 790 Duke'21 KTM 390 Duke '18 BMW R75/6 '75 BSA A65T '70

frenkygt
 
Messaggi: 604
Iscritto il: 5 dic 2017, 15:19

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda frenkygt » 4 apr 2021, 22:57

@kappa83 é una tua personalissima e aggiungo molto di parte opinione , il fatto che altri non vengano multati non vuol dire nulla , ognuno svolge il suo lavoro meglio o peggio , mi verrebbe da dire che chi non multa qdo vede evidenti infrazioni non svolga pienamente il proprio dovere ...un pubblico ufficiale deve svolgere in modo corretto i suoi doveri d ufficio altrimenti è vestito a carnevale ...il fatto che tu ti sia fermato all alt ha fatto che si che prendessi solo il giustissimo verbale amministrativo, se ti dai alla fuga può andarti molto male come conseguenze talvolta con risvolti penali se va male se invece va bene ti ritrovi con 30-40 verbali amministrativi sul groppone per tutte le manovre che hai fatto scappando


@kappa83 il fatto di non aver trombato è solitamente una delle scuse che vengono trovate dal trasgressore che ha appena preso il verbale per giustificare L “accanimento “ dell agente

topo78
 
Messaggi: 61
Iscritto il: 28 mag 2017, 7:00

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda topo78 » 5 apr 2021, 0:35

Io ho preso 2 multe in un anno, di cui una in un velox in un tratto extraurbano rettilineo ma coi 50, tra la ferrovia a valle e una scarpata a monte, a 61 all'ora, tra 2 paesi. Se avessi preso la multa 500 metri prima o dopo, in mezzo alle case, non mi sarei arrabbiato. L'altra a 50 metri dal cartello di fine limite dei 50, con un velox nascosto su una strada laterale sotto il guard rail. Essendo uscito dalle case, dopo aver viaggiato per oltre 5km a 40 per rispettare il codice, avevo appena toccato il gas: facevo ben 56km/h. In realtà la cosa che mi fa arrabbiare è che non ho mai preso una multa quando me lo sarei meritato, e non mi lamento ne mi son mai lamentato quando mi han ritirato la patente (prima ancora che ci fossero i punti, ero giovane e avevo una macchina con troppi CV per il mio QI) perché me lo meritavo (preciso che ero cmq in zona extraurbana con la particolarità che in Liguria da Genova sino al passo del bracco l'Aurelia è tutta a limite dei 50 e da anni hanno tolto tutte le linee tratteggiate quindi non ci sono tratti dove sorpassare un veicolo a norma del CDS)
Ben più grave che non ho mai visto ne conosciuto nessuno che ha visto multare qualcuno per uso di cellulare alla guida e ne vedo decine al giorno, compreso alcuni in scooter, e quello è ben più pericoloso di molti altri comportamenti criminalizzati.
Credo che la triste verità sia che se non hanno ordine specifico di multare preferiscano generalmente la paternale per non perdere tempo con scartoffie, mentre se devono fare multe lo fanno dove e quando sanno di avere massima resa. Cmq a malincuore sono 2 anni che evito in modo assoluto la val Trebbia per fatti accaduti in un contesto che sinceramente mi ha fatto pena, ma per riservatezza non posso scrivere in pubblico.

Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk

Kinobi
 
Messaggi: 726
Iscritto il: 2 apr 2018, 9:43

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda Kinobi » 5 apr 2021, 8:00

Premessa: ho fatto circa 2 milioni di KM tra auto e moto. Ho preso due laser ed un autovelox (auto civetta). Ora mi pare di avere 28 punti. Mai preso una multa in moto, nemmeno da ragazzino.

Ebbene, sono anarchico ed arrogante: passo le macchine in colonna e me ne frego. Non credo sia un reato, per cui continuerò a farlo. Trovo che chi redige il CdS, o chi lo fa rispettare, siano:
- a stipendio fisso, per cui non gli frega assolutamente nulla se ci metti sei ore a fare 250 km fuori dai centri abitati se rispetti tutti i limiti.
- quando un sindaco non sa dove trovare soldi per pagare gente inutile, mette un autovelox o compra un laser.

Non me la prendo più, ma mi arrogo il diritti di combattere con tutti i mezzi possibili un sistema come questo.

gixxxer
 
Messaggi: 394
Iscritto il: 22 dic 2015, 15:19

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda gixxxer » 5 apr 2021, 8:24

Sostanzialmente d’accordo con Kinobi.

Giusto per fare un esempio, mercoledi sono andato a Rozzano a prendere la moto da Giglioli. Esco dall’A4 e mi inserisco in una delle tangenziali milanesi dove, sincersmente, non sono riuscito a capire quale fosse la velocità limite. Tratti a tre corsie, poi a due, segnaletica da delirio, con variazioni continue da 60 a 80 orari. Ma stiamo scherzando? Nel 2021 è allucinante avere una situazione di questo tipo. In svizzera ci sono pochi limiti e chiari. Sui passi, generalmente, il limite è di 80 orari, si suppone che in prossimità del tornante si freni e si compia la curva alla velocità che permette di restare in strada. Gli unici motivi per cui riesco a “giustificare” una selva di cartelli stradali è di foraggiare chi di segnaletica si occupa, e di creare confusione per poter usare il velox con velocità ridicole in tratti dove si dovrebbe procedere a velocità ben più elevata.

E poi inutile girarci intorno, velox e simili sono palliativi e spesso risorse per ripianare i bilanci. La vera prevenzione si attua con le pattuglie in strada, non nascoste dietro una siepe come quasi sempre accade.

frenkygt
 
Messaggi: 604
Iscritto il: 5 dic 2017, 15:19

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda frenkygt » 5 apr 2021, 8:52

Quanto qualunquismo negli ultimi due messaggi :shock:

Avatar utente
Breve58
 
Messaggi: 1013
Iscritto il: 20 apr 2018, 9:29
Località: Verona

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda Breve58 » 5 apr 2021, 8:54

Non sono stato tante volte all'estero ma quelle poche volte ho notato che in Francia Germania Austria Belgio Olanda ecc... e' vero che viene enormemente di più rispettato il codice della strada ma che sono anche le condizioni ad incentivare a farlo. Per esempio non ho mai visto strade con decine e decine di km con linea continua sulla mezzeria, per esempio in Germania su una strada trafficatissima che costeggia un lago la possibilità di sorpasso viene alternativamente permessa prima in un senso poi nell'altro e tu che sei incolnnato dietro ad un camper sai che tra al massimo un paio di minuti lo potrai superare e sei portato a non infrangere il divieto di sorpasso, mentre qui da noi quando il divieto è a tempo indeterminato rappresenta un istigazione ad infrangere. E nemmeno gli assurdi limiti di velocita' italiani ho mai trovato all'estero ma sempre sensati ed anche in questo caso ci si accorge non solo che superarli di poco non ne vale la pena ma che anche tutti gli altri utenti della strada hanno il medesimo comportamento. Mentre in Italia se rispetti i limiti ti sorpassa il primo furbo, poi il secondo, il terzo e quando arrivi al dodicesimo cominci a sentirti più coglione che rispettoso, ed anche questa è una situazione che istiga ad infrangere. Non ho grandi simpatie per il popolo germanico ma comprendo l'opinione che hanno di noi italiani: la stessa che noi abbiamo dei tunisini.

frenkygt
 
Messaggi: 604
Iscritto il: 5 dic 2017, 15:19

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda frenkygt » 5 apr 2021, 9:00

@breve58

Se per te è un gran problema la linea continua posso sfatarti subito il mito di ciò che stai pensando...anche in presenza di linea tratteggiata è vietato il sorpasso dei veicoli fermi o in lento movimento portandosi nella parte di carreggiata riservata al senso opposto di marcia , quindi nella condizione prima descritta il verbale si prende lo stesso con patente ritirata L unica cosa che cambia è che il 148 non viene accompagnato anche dall art 41 ( superamento della striscia longitudinale) , tutto qui..

Avatar utente
Herr Doktor
 
Messaggi: 1321
Iscritto il: 23 ott 2018, 21:03
Località: Milano

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda Herr Doktor » 5 apr 2021, 9:12

Prevenzione , e perché su cosa ? Forse a scuola abbiamo fatto corsi per imparare a non rubare e non uccidere o pagare le tasse ? A gia, è diverso, non ho ucciso nessuno e quell'altro l'ha fatta franca.
Si ma all'estero si che sono bravi e i limiti corretti. Iniziate a leggere riviste francesi poi c'è la raccontiamo.
Sbaglio , pago, mi multano e hanno fatto bene . La prossima volta starò più attento: Lesson learned
A tutti scoccia essere puniti
KTM 790 Duke'21 KTM 390 Duke '18 BMW R75/6 '75 BSA A65T '70

Avatar utente
Bat21
Moderatore
 
Messaggi: 17697
Iscritto il: 27 lug 2011, 20:17
Località: Sanremo (IM)

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda Bat21 » 5 apr 2021, 9:23

Signori ...pian-piano le fiammelle si stanno alzando ...non facciamo che poi il cattivo di turno si vede costretto a chiudere il 3D > richiamare all'ordine e ...alla fine è pure colpa sua, ok :roll: :?:

Il topic si riferisce a particolari condizioni di viabilità, per altrettante "particolari" zone dello stivale (punto) :hand:

Non snoccioliamo tutte le possibili infrazioni e relativi articoli/commi, che ne legiferano l'osservanza ai sensi del vigente C. d. S. ...o ne verrà fuori l'ennesimo minestrone senza ne capo & ne coda :xx:

Grazie. :|
My little orange mustang!!

Barcollo ma non mollo ...semplicemente, resisto(!)

topo78
 
Messaggi: 61
Iscritto il: 28 mag 2017, 7:00

Re: Paura e delirio - Val Trebbia ed altre zone d'Italia

Messaggioda topo78 » 5 apr 2021, 10:01

Il problema in Italia sono 2: scarsa chiarezza dei limiti (si una extraurbana principale salvo situazioni veramente particolari il limite deve essere uno, e fatto rispettare) e controlli troppo saltuari. Il mix fa si che ci si adatta a sgarrare ma con buon senso, il che, scusate il gioco di parole, è un controsenso.
All'estero rimasto scioccato di vedere come fosse molto più scorrevole il traffico a 90 in autostrada svizzera che qui da noi coi 110, dove però in pratica trovi dal Porter a 70 al missile a 160. Ancor di più quando appena passata la dogana di chiasso venni sorpassato in curva, in galleria, su una rampa a corsia unica di immissione in autostrada col limite sui 40, da uno che mi era stato dietro in Svizzera per 30km buoni col Cruise controll
Che poi ci si mettano dentro anche un po' di malafede per tirare su qualche spicciolo... Ci sta. Ma il numero dei "nostri" che gira con mezzi che non potrebbero girare è talmente alto che ci meritiamo l'attenzione dedicata, e di finisce come il colore di cadibona (ma è l'altra Riviera non vorrei aver sbagliato nome) dove c'è i 70 per le moto e i 90 per le auto, col paradosso che a mio avviso genera situazioni di pericolo (non solo i ciclisti andrebbero sorpassati ad un metro di distanza)
Tre su quattro SMT che ho contattato per l'acquisto non passerebbero una revisione, così, giusto per parlare.

Inviato dal mio Redmi Note 8 Pro utilizzando Tapatalk

PrecedenteProssimo

Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti