KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Tassa di possesso per moto d'epoca

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
motardpiero
 
Messaggi: 342
Iscritto il: 13 ott 2012, 6:41

Re: Tassa di possesso per moto d'epoca

Messaggioda motardpiero » 25 dic 2018, 18:35

Bellissima la tua lucky exsplorer

Inviato dal mio RNE-L01 utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Bat21
Moderatore
 
Messaggi: 10627
Iscritto il: 27 lug 2011, 20:17
Località: Sanremo (IM)

Re: Tassa di possesso per moto d'epoca

Messaggioda Bat21 » 25 dic 2018, 18:40

GRAN bel ferro la tua Lucky, Paolo :) :clap:

Per quel che riguardi poi lo "scavillare" nella nuova normativa per i veicoli storici ...ricordo che con la vecchia la nota tassa di possesso non s'estingueva definitivamente ...cambiava solo di nome, tornando ad esser "tassa di circolazione" ...cioè, se usavate moto o auto ultratrentennali DOVEVATE pagarla (€ 28,40 per qualsivoglia vettura ed € 11,31 per le moto) ... :arrow:

Ora, tra emendamenti/ulteriore caduta dello spread e soldi in banca che si volatizzeranno ulteriormente :x ...vedremo DOVE s'andrà a parare ...ad oggi siamo solo su ipotesi :?
My orange bull is fantastic!!

Barcollo ma non mollo ...spero(!)

Avatar utente
Herr Doktor
 
Messaggi: 327
Iscritto il: 23 ott 2018, 21:03
Località: Milano

Re: Tassa di possesso per moto d'epoca

Messaggioda Herr Doktor » 25 dic 2018, 22:17

Come è noto il provvedimento fu causato dall'abuso soprattutto in campo automobilistico. Finti registri storici e l'ASI, in complicità con assicurazioni compiacenti, hanno permesso per anni la circolazione facilitata di rottami, usati quotidianamente come veicoli moderni. Magari guidati da ragazzi senza i requisiti (auto del figlio a poco prezzo).
Io stesso e faccio ammenda, ho avuto 3 jap solo ventennali ma iscritte al registro FMI per uso casa lavoro. Zero bollo, assicurazione simbolica perché aggiunte alle moto storiche vere che ho.
Credo che l'età giusta sia 30 anni per essere veicolo storico e senza possibilità di uso quotidiano regolare. Il veicolo deve essere consono e verificato da un registro storico riconosciuto. A Milano circolano centinaia di vespe 2T asi-fmi che possono pure entrare in area C gratis (come tutti i 4t). Abolirei invece l'obbligo di revisione biennale: in genere i veicoli d'epoca sono conservati perfettamente e costano un po' di soldi per essere mantenute meglio che nuove.
Inoltre l'iscrizione ad un registro storico è una expertise circa l'originalità del veicoli e non il passaggio automatico ai benefici di legge

Avatar utente
misterkap
 
Messaggi: 538
Iscritto il: 28 giu 2012, 16:40
Località: Roma

Re: Tassa di possesso per moto d'epoca

Messaggioda misterkap » 27 dic 2018, 20:11

Non possiedo un 'auto e nemmeno una moto d'epoca. Ma vorrei dire la mia. In Italia quando occorre rastrellare soldi la ricetta è sembra quella della nonna, collaudata nel tempo.
Ovvero : aumento di benzina, bolli, superbolli, accise varie e così discorrendo.
Su questo punto la larghe intese sono perfettamente coincidenti.
A proposito del super bollo istituito dall'allora Prof. Monti, era stato previsto in bilancio un gettito che è stato poi completamente disatteso e molto inferiore alle attese.
Molti proprietari di autovetture di pregio, seppure non nuove di pacca, prontamente alienarono i propri mezzi, vendendo all'estero o trovando altre soluzioni.
Motivo ? Molto semplice . Anche chi può disporre di una discreta posizione, non intende comunque essere continuamente gabellato. Ciò putroppo ha anche comportato il progressivo assottigliarsi di quelle attività connesse con il relativo indotto.

Ora sembra che la scure sia pronta addirittura per le auto di basso e medio livello ( e credo anche per le moto, ma non ho ben capito).
Staremo a vedere. Ma da che mondo è mondo ogni provvedimento economico di carattere depressivo provoca fisiologicamente,timore, contrazione degli acquisti e degli scambi commerciali.
Poi vorrei capire perché in paesi come la Svizzera o l'Austria, sia possibile as es. l'acquisto di vignette autostradali per i giorni desiderati, mentre in Italia la rete autostradale sembra una successione di dazi senza fine ( pedaggi, carburante più caro )
In quelle autostrade non mi pare di rammentare la presenza di barriere tipo Telepass
( altra gabella, che nei giorni di punta di traffico sono puntualmente occupate, costringendoti a volte a fastidiose code. Per non parlare poi quando le stesse barriere sono malfunzionanti od in manutenzione, rischiando ( come a me una volta successo ) di rompere la barriera , perché indicata con una flebile luce.)
Non mi risulta che Austriaci e Svizzeri siano sprovveduti per quanto riguardo il tornaconto economico o rinomati per la disponibilità nei confronti degli utenti delle loro strade.
Non menzoniamo i teutonici per come gestiscono le loro autobahn !
Finisco con ultimo pensiero riguardante la minaccia dei dazi su quel tipo di auto popolari.
Qualcuno potrebbe obiettare : usa i mezzi pubblici in città e per il lavoro !
Certo , lo invito qui a Roma ad usufruire giornalmente dei servizi capitolini e comunali che servono Roma e Provincia e poi ne riparliamo.
Una sorta di commistione tra l'esperienza Fantozziana e quelli dei super duri tipo Marines.
L'Italia è un paese alla deriva, con una classe dirigente d'incapaci e noi siamo un popolo bue!!
Mi pare di capire che la classe dì età media tra coloro che qui scrivono, vada dai 40 ai 60 anni.
Queste sono a mio parere oggi , le classi d'età che in Italia, quali indefessi ( o fessi ) seguaci di Atlante , ancora ne sorreggono le sorti .
Scusate se sono andato fuori argomento, se volete tagliate a vostro piacimento.
Nonostante tutto, Buone Feste

Avatar utente
Breve58
 
Messaggi: 254
Iscritto il: 20 apr 2018, 9:29
Località: Verona

Re: Tassa di possesso per moto d'epoca

Messaggioda Breve58 » 27 dic 2018, 20:24

@Misterkap: non se ne parla ma sono alcuni anni che all'aumentare dei prezzi dei carburanti corrisponde una diminuzione dei consumi e del conseguente introito fiscale, ottenendo come risultato una introito complessivo inferiore a quello prima dell'aumento.

Inviato dal mio HUAWEI CUN-L21 utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Herr Doktor
 
Messaggi: 327
Iscritto il: 23 ott 2018, 21:03
Località: Milano

Re: Tassa di possesso per moto d'epoca

Messaggioda Herr Doktor » 27 dic 2018, 20:50

In Italia quando servono soldi si usano manovre ben più subdole. Ticket sanitari, riduzione delle detrazioni o come adesso anche blocco dell'indicizzazione delle pensioni. Per altro per ogni euro incassato direttamente dal fisco mediante imposte e accise sui carburanti se ne spendono due in manovre per contrastare l'inquinamento, soprattutto al Nord dove non c'è circolazione d'aria. La pianura padana è un'enorme camera a gas e le malattie alle vie respiratorie sono in aumento, come i costi sociali collegati.
Siamo proprio astuti

PS
Austria e Svizzera sono paesi piccoli con poche centinaia di chilometri di autostrada. Da noi in proporzione la vignette dovrebbe costare 1.000 euro, immaginiamo un Aosta-Bari...

Precedente

Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti