KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Gli abissi della Terra

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Gli abissi della Terra

Messaggioda bradipo ita » 6 set 2009, 16:54

Nuove misurazioni per la fossa delle Marianne

Immagine
Nereus, nell’abisso degli abissi


Semplicemente la parte più profonda degli oceani. Conosciuta dai più come fossa delle Marianne. Per gli studiosi una vera e propria sfida. Toccare il fondale e finalmente misurare la corretta profondità di questo tratto di mare.
Fino ad ora però la scienza ha posto le proprie speranze praticamente solo nelle mani di un radar: per primo il Challenger II della Royal Navy che con i suoi apparecchi segnò diecimilanovecento metri, poi il russo Vitjaz azzardò un risultato superiore agli undicimila ma non fu preso in considerazione. L’ultima rilevazione attendibile è stata raccolta dalla Kaiko e si attestava sui diecimilanovecentosedici metri di profondità.
Ora però la svolta è stata servita su di un piatto d’argento. Messi in cantina i rilevatori a onde ecco entrare in servizio la navicella robotica Nereus che, con assoluta precisione, ha permesso di tracciare la corretta distanza tra la superficie e il fondale di quella zona comunemente chiamata Challenger Deep. Il 31 maggio 2009 l’umanità ha saputo che l’abisso marino più profondo al mondo misura esattamente diecimilanovecentodue metri.
Un successo per l’uomo ma anche per la macchina: l’unico veicolo marino, odiernamente in servizio, capace di muoversi a quelle profondità e il primo a essere stato utilizzato nella zona della fossa delle Marianne dall’oramai lontano 1998. Con un collegamento diretto in fibra ottica alla nave Kilo Moana, il Nereus possiede un’alta manovrabilità in remoto e la capacità di poter scendere con facilità negli abissi oceanici.
E l’orgoglio dei ricercatori traspare pienamente dalle parole di Andy Bowen, direttore del progetto e principale sviluppatore al Woods Hole Oceanographic Institution: “Con un robot come Nereus, ora siamo in grado di studiare qualsiasi zona del mare. Questi fondali sono virtualmente ancora inesplorati e sono assolutamente certo che questo macchinario consentirà nuove scoperte”.
Una missione, quella di Nereus, veramente estrema se si conta che la profondità del Challenger Deep supera i metri ricoperti in altezza dal Monte Everest con una pressione mille volte superiore a quella registrata sulla superficie del mare. Infatti solo nel 1960 Jacques Piccard e Don Walsh riuscirono a toccare il fondale grazie al loro Trieste. Primi e unici esseri umani.
Qui invece è la macchina ad arrivare e le promesse per un futuro di scoperte sono molte. Se i veicoli moderni erano capaci di analizzare il novantacinque per cento dei fondali marini, da oggi il Nereus permetterà una mappatura completa delle profondità oceaniche. La tecnologia al servizio dell’uomo. Qui come non mai.
(fonte:il reporter)


La grotta di cristalli più grande del mondo

Immagine

NAICA, Messico -- E’ considerata la grotta più spettacolare della Terra, con cristalli colossali che arrivano fino a 15 metri di lunghezza e uno di larghezza. Si tratta della Grotta dei Cristalli, nella miniera messicana di Naica, scoperta per caso nel 2000 dai minatori che vi lavoravano.
Al suo interno, a 290 metri di profondità, regna un silenzio totale ed un ambiente estremo: il tasso di umidità è del 100 per cento e la temperatura si aggira intorno ai 50 gradi Celsius. Secondo lo speleologo Giovanni Badino le dimensioni eccezionali dei cristalli sarebbero dovute alla temperatura dell’acqua e alla massiccia presenza di minerali. 

Grazie a un sofisticato sistema di areazione e a potenti idrovore la temperatura è stata abbassata a 40 gradi, permettendo così un servizio fotografico dell’imponente monumento naturale.

Il futuro della grotta dipende dalla miniera: fra 15 anni, quando la riserva d’argento sarà esaurita e la miniera chiusa, le pompe idrovore si spegneranno e trecento metri di acqua incandescente restituiranno alla Terra i suoi gioielli naturali.

(fonte:scenzaTV)



Esplorato l' abisso piu' profondo del mondo E' sul Carso sloveno e scende 500 metri

Immagine

Immagine

Da oltre trent' anni il massiccio calcareo del monte Canin, cima delle Alpi Giulie che segna il confine tra Italia e Slovenia, continua a dispensare agli speleologi sorprese e soddisfazioni. L' ultima, in ordine di tempo, e' data dalla scoperta e dalla discesa del piu' profondo pozzo "esterno" del mondo (un pozzo viene chiamato "esterno" quando vi si accede direttamente dalla superficie); una impressionante cavita' verticale che sprofonda nella roccia carsica per ben mezzo chilometro . Negli anni ' 60, ' 70 e ' 80 le esplorazioni speleologiche del massiccio si sono concentrate sul versante italiano, accessibile da Sella Nevea nell' alta val Raccolana, giungendo a totalizzare, tra centinaia di cavita' di minor conto, una quindicina di abissi che scendono oltre i 500 metri, il maggiore dei quali e' costituito dal Complesso del Col delle Erbe ( 943 metri di profondita' , con uno sviluppo accertato di oltre 14 chilometri). Verso la fine degli anni ' 80 le indagini si spostano sul versante sloveno, accessibile da Bovec nell' alta valle del fiume Isonzo (Soca), e anche qui i risultati eclatanti non tardano ad arrivare: in breve tempo vengono esplorati ben tre abissi che si spingono oltre la fatidica soglia dei 1000. Il maggiore, per il momento, e' dato dal Ceki 2, con fondo accertato a 1.370 (il record mondiale appartiene al Reseau Jean Bernard in Francia con 1.602). L' ultima sorpresa risale al tardo autunno, quando gli speleologi del gruppo Dzrjl di Lubiana e della Commissione Grotte E. Boegan di Trieste, hanno deciso di effettuare congiuntamente l' esplorazione del Brezno pod Velbom (Pozzo dell' Arco in italiano), un pozzo con ingresso di 5x4 metri situato sotto il monte Laska Planja (2.348 metri), che chiude a sud l' altipiano del Canin. In verita' l' ingresso era gia' stato localizzato qualche anno fa, quando venne sondato con il classico quanto empirico lancio di pietre. Non essendo riusciti a captare in superficie alcun rumore, venne giudicato come uno dei tanti pozzi occlusi a breve profondita' da un deposito perenne di neve, finendo cosi' nel dimenticatoio. La recente esplorazione ha invece accertato che, appena sotto l' ingresso, esso si amplia notevolmente in una voragine che sprofonda per ben 501 metri, facendone il maggior pozzo in salto unico finora esplorato nel mondo. La discesa puo' essere precariamente interrotta solo a 370, su alcuni grossi massi incastrati tra le pareti, in quel punto ravvicinate. Il fondo e' formato da un' enorme sala, ampliata da evidenti tracce di crollo sulle pareti in alto. Poco sotto, a 540, si spalanca l' apertura di un altro consistente pozzo, di profondita' non accertata, che non e' stato possibile esplorare per la presenza di numerosi massi in precario equilibrio. La sua discesa potra' avvenire solo con una lunga traversata in roccia, per portare gli speleologi lontano dal rischio di crolli.
(fonte:corriere della sera)



Grotta Krubera


Immagine

La grotta Krubera è situata in Abcasia in Georgia.
Attualmente è l'abisso conosciuto più profondo al mondo: -2.140 metri. Questa profondità è stata confermata al raduno degli speleologi "Imagna 2005" dal moscovita Denis Provalov. Tale profondità è stata raggiunta nel ramo "Windows for divers" superando tre sifoni allagati, uno dei quali ha una strettoia che costringe gli speleosub a togliersi le bombole e ad effettuare delle contorsioni per passare.
Gli speleosub si sono fermati per il momento di fronte ad un quinto sifone, comprendendo nel computo il sifone Bermuda che si trova a -1.450 metri.
L'ingresso della grotta è sul massiccio di Arabika.
(Estratto da Wikipedia)
"Oggi é ricco chi é padrone del suo tempo. Buona vita.''
Avatar utente
bradipo ita
 
Messaggi: 5261
Iscritto il: 22 gen 2009, 0:47
Località: Trieste

Re: Gli abissi della Terra

Messaggioda Dan » 6 set 2009, 18:09

Immagine
Meglio 100 cavalli sotto la sella che un asino sopra
Avatar utente
Dan
 
Messaggi: 1538
Iscritto il: 20 mar 2009, 22:53
Località: Valmadrera-LC-

Re: Gli abissi della Terra

Messaggioda Kenzo » 6 set 2009, 19:42

Cazzus, ho già le bombole pronte :)
..:: Enzo ::..
Divers... Do it DEEPER !

Le mie moto: 2007 KTM 690 SM Orange - 2008 KTM 990 Adventure ABS Orange
Il mio profilo su Bikepics: http://www.bikepics.com/members/ealgisi/
Kenzo
 
Messaggi: 641
Iscritto il: 12 mar 2009, 15:04
Località: Ho una tenda a Mattighofen :)

Re: Gli abissi della Terra

Messaggioda ulvisma » 7 set 2009, 11:32

Brad, un uomo una certezza!!!!! come sempre 6 troppo immenso per darti un aggettivo!!!!! :D :D :D
così Vulvy che son Vulvissima...
SM 950 Black '05
Sono un brianzolo vero... e ne sono fiero!!!! Insomma, sono un diversamente cittadino
Non sono ne una donna ne un 50enne...
Avatar utente
ulvisma
 
Messaggi: 4444
Iscritto il: 10 feb 2009, 10:03
Località: Oggiono (LC)

Re: Gli abissi della Terra

Messaggioda bradipo ita » 7 set 2009, 13:45

ulvisma ha scritto:Brad, un uomo una certezza!!!!! come sempre 6 troppo immenso per darti un aggettivo!!!!! :D :D :D


gia' il fatto che non mi dai del pezzo di mer.... o dello str... mi rallegra! :mrgreen: :wink: :lol:

scherzo ovviamente... :mrgreen:
"Oggi é ricco chi é padrone del suo tempo. Buona vita.''
Avatar utente
bradipo ita
 
Messaggi: 5261
Iscritto il: 22 gen 2009, 0:47
Località: Trieste

Re: Gli abissi della Terra

Messaggioda lespaul » 7 set 2009, 13:58

Ma ve l'immaginate calarsi in un buco di 500m? O di andare con le bombole in tunnel sconosciuti? E' roba da matti! Bellissimo, ma da matti.
---------------------------
lespaul
Avatar utente
lespaul
 
Messaggi: 6008
Iscritto il: 10 feb 2009, 12:00
Località: Cagliari

Re: Gli abissi della Terra

Messaggioda bradipo ita » 7 set 2009, 14:16

Da quel che potuto leggere su internet,la specializzazione e la professione del speleosub
e' in assoluto il mestire diciamo,piu' pericoloso al mondo.
"Oggi é ricco chi é padrone del suo tempo. Buona vita.''
Avatar utente
bradipo ita
 
Messaggi: 5261
Iscritto il: 22 gen 2009, 0:47
Località: Trieste

Re: Gli abissi della Terra

Messaggioda lespaul » 7 set 2009, 14:18

E direi...pratico la subacquea (con bombole) da anni ma vi assicuro che infilarsi in un tunnel che non sai dove porta e un bel "salto nel buio". LE grotte sono affascinanti ma sai sempre dove e come emergi...questi non lo sanno. :mrgreen:
---------------------------
lespaul
Avatar utente
lespaul
 
Messaggi: 6008
Iscritto il: 10 feb 2009, 12:00
Località: Cagliari

Re: Gli abissi della Terra

Messaggioda Giada » 7 set 2009, 14:28

bradipo ita ha scritto:[

La grotta di cristalli più grande del mondo

Immagine

NAICA, Messico --


C'era una collaborazione della mia facoltà con questo progetto...
un vero peccato non esserci entrata. E' davvero incredibile. Incredibile la storia chimica di quei cristalli, incredibili le condizioni, la casualità e che non ci saranno più esseri umani a guardarlo...

:love1:
KTM 950 ADV (l'amante)
BMW R1200S (il grande amore)
HONDA AFRICATWIN RD03 (la papera Fase 2)
KTM EXC200 (la zanza)
http://picasaweb.google.it/tapporosso/
Avatar utente
Giada
 
Messaggi: 1423
Iscritto il: 9 feb 2009, 23:23

Re: Gli abissi della Terra

Messaggioda Salzig » 7 set 2009, 15:39

Giada ha scritto:... e che non ci saranno più esseri umani a guardarlo...

Questo potrebbe non essere necessariamente un peccato...
Al mondo esistono 10 tipi di persone:
chi sa contare in base 2 e chi no.


Wave75: "molla i freni!"
Salzigii ii i: "NO!"
.
Avatar utente
Salzig
 
Messaggi: 7710
Iscritto il: 6 apr 2009, 20:00
Località: La città delle 3 T

Prossimo

Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti