KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

SARDEGNA: ROGO IN GALLURA, TROVATO INNESCO

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

SARDEGNA: ROGO IN GALLURA, TROVATO INNESCO

Messaggioda jenk » 25 lug 2009, 12:01

OLBIA - Finora era un'ipotesi, ora c'é la certezza. Uno degli incendi più devastanti di giovedì scorso, in Sardegna, quello di Berchideddu, in Gallura, è stato appiccato con un innesco diretto sulla stradina di ingresso ad un agriturismo. Lo si apprende da fonti investigative del Corpo forestale regionale. Già nelle prossime ore ci potrebbe essere una svolta: sarebbero stati infatti raccolti "elementi indiziari determinanti a carico di alcuni soggetti" sui quali si sono concentrate le indagini. Il rapporto alla Procura di Tempio Pausania con queste prime risultanze è atteso in giornata.

Immagine

Secondo quanto si è appreso, gli incendiari avrebbero agito in località Villa Contu, nelle campagne di Berchiddeddu, a ridosso di un'azienda di agriturismo. La tecnica usata sarebbe stata quella dell'innesco diretto: un semplice accendino per bruciare anche un solo ciuffo di sterpaglia e provocare l'inferno. Quello di giovedì in Gallura, infatti, è stato il primo di una catena di incendi che in due giorni hanno seminato morti e distruzione in gran parte della Sardegna. Decine i paesi della provincia di Olbia-Tempio attraversati dal fuoco, turisti e residenti costretti a lasciare case, alberghi, stazzi e aziende agricole divorate dalle fiamme. Dietro tutto questo - ormai è certo - c'é la mano dell'uomo. Forse già in giornata si conosceranno i presunti responsabili. Gli investigatori della Forestale stanno completando gli accertamenti. Da una prima ricostruzione sembra escluso che gli incendiari - almeno in Gallura - abbiano agito disseminado la zona di inneschi a tempo: dai sopralluoghi nessun elemento sarebbe stato raccolto a supporto di questa tesi. Sembra ormai acquisita, invece, l'ipotesi dell'accensione diretta.

Intanto il fuoco concede una tregua, mentre tutto l'apparato antincendi è impegnato nelle bonifiche dei roghi che in due giorni hanno distrutto almeno 15 mila ettari di vegetazione in tutta l'isola, provocando danni - secondo una prima stima - per 80 milioni di euro. Squadre a terra - più di 1.500 uomini tra corpo forestale, vigili del fuoco, ente foreste e volontari - stanno compiendo un lavoro certosino, battendo il territorio palmo a palmo per 'soffocare' ogni possibile tentativo di ripresa delle fiamme. In azione da stamane anche 8 canadair della Protezione civile, che danno un aiuto prezioso dall'alto sganciando 'bombe' d'acqua sulle zone oggetto di bonificare. "E' una corsa contro il tempo - dicono dalla sala operativa del Corpo Forestale regionale - Ci sono ancora fiamme attive sparse a macchia di leopardo nel Sassarese, in Gallura e nel Logudoro". Se non si bloccano ora, c'é il rischio che il fuoco riprenda vigore favorito dal maestrale che ha sì rinfrescato l'aria, ma se rinforza diventa il nemico numero uno nella battaglia antincendi.

Da Pozzomaggiore, paese di una delle due vittime dei roghi di giovedi' scorso, arriva la denuncia del sindaco. Dietro i roghi vi sarebbero gli interessi di "molte mafie", dice Tonino Pischedda. Il paese e' in lutto per la morte di Mario Piu, del quale sono stati celebrati oggi i funerali, presente il presidente della Regione Ugo Cappellacci. Quest'ultimo ha preso parte anche al rito funebre svoltosi alle 10 a Mores per Antioco Serra, l'allevatore cardiopatico stroncato da un infarto mentre tentata di mettersi in salvo dopo aver cercato di spegnere le fiamme che avevano investito la sua vigna. "Sì c'é un po' di mafia, quella dei mezzi di soccorso, quella dei mezzi aerei e probabilmente anche la 'mafia dei mangimi'", ha sostenuto, parlando con i giornalisti, prima dell'inizio della cerimonia, nella campagne alla periferia del paese, una vera landa di cenere. "Sono denunce pesanti?" gli ha fatto notare una giornalista. "Sono mie osservazioni - ha risposto - ma non sono l'unico a pensarla così, le ho sentite anche da qualcun altro. Qui oggi é tutto distrutto, ma non siamo rassegnati: Pozzomaggiore deve continuare a vivere e rinascerà, dando fiducia alle imprese, e con l'aiuto di tutti, della Regione e dell' amministrazione locale".

Ieri invece per tutta la giornata le fiamme non hanno dato tregua. La macchina dei soccorsi, 1.500 uomini sul campo, 10 canadair e gli 11 elicotteri della flotta regionale, ha dovuto lottare contro una decina di roghi contemporaneamente. Uno stillicidio continuo, con le fiamme che hanno aggirato lo schieramento in campo, in Planargia e Logudoro, dove dopo l'incendio di giovedi' in cui hanno perso la vita due persone, la terra ha continuato a bruciare ed i diversi incendi hanno formato quasi un unico fronte di fuoco.

Ma l'emergenza incendi non riguarda solo la Sardegna. Roghi e canadair in azione anche in Calabria e in Puglia, nel catanzarese e a Monopoli. Definitivamente domato invece l'incendio scoppiato sul monte Conero nei pressi di Ancona, in una delle zone piu' belle della costa adriatica.

fonte ansa.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 01:26
Località: Monza (MB)

Re: SARDEGNA: ROGO IN GALLURA, TROVATO INNESCO

Messaggioda jenk » 25 lug 2009, 12:02

A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 01:26
Località: Monza (MB)

Re: SARDEGNA: ROGO IN GALLURA, TROVATO INNESCO

Messaggioda bradipo ita » 25 lug 2009, 14:16

La criminalita' del gesto che un essere umano compie alla natura
nell'appicare questi incendi e' deplorevole e da punire severamente.
"Oggi é ricco chi é padrone del suo tempo. Buona vita.''
Avatar utente
bradipo ita
 
Messaggi: 5261
Iscritto il: 22 gen 2009, 00:47
Località: Trieste

Re: SARDEGNA: ROGO IN GALLURA, TROVATO INNESCO

Messaggioda alfus2verdi » 25 lug 2009, 22:47

i probelmi sono due di base...
1)nei paesi dve c'è molta disoccupazione è quasi una fonte di guadagno perche dopo incendio vengono impiegati per operzione stagionale di ri-boscatura
2) talvolta appiccare incendio su terreno demaniale è considerato utile per render agricolo o edificabile zona del demanio....esisterebbero leggi che vietano questa azione solo che non vngon mai applicate dalle amministrazioni locali...c'è un divieto di edificabilità di 10 anni che doveva esser portato a 25 ma atutt'oggi ancora nada
Vespa nel cuore e forever work in progress
la mia supermoto è proprio una supermoto
Avatar utente
alfus2verdi
Moderatore
 
Messaggi: 6855
Iscritto il: 09 feb 2009, 22:23
Località: cardano al campo

Re: SARDEGNA: ROGO IN GALLURA, TROVATO INNESCO

Messaggioda Arthur Fonzarelli » 26 lug 2009, 13:04

io dico che le punizioni corporali andrebbero reintrodotte
Scusate ma io posso!
SMR 950 nel passato un Fifty Mistral nel cuore, una ADV Black nel BOX e un Madison 250 ELABORATO nel Cul#
Gran bella la carotona, ma il fifty con 21 cv........
Avatar utente
Arthur Fonzarelli
Fondatore
 
Messaggi: 12980
Iscritto il: 20 gen 2009, 23:36
Località: Milano - Xolotilandia

Re: SARDEGNA: ROGO IN GALLURA, TROVATO INNESCO

Messaggioda Skeb21 » 26 lug 2009, 13:34

bradipo ita ha scritto:La criminalita' del gesto che un essere umano compie alla natura
nell'appicare questi incendi e' deplorevole e da punire severamente.

pienamente d'accordo
exSuper DukeR - EXC 450 - Duke 690
"Skeb possiede la saggezza del motociclista e l'ignoranza dell'asfalto." - I pazzi osano dove gli angeli temono
Avatar utente
Skeb21
Moderatore
 
Messaggi: 5429
Iscritto il: 12 mag 2009, 15:41
Località: Milano


Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite