KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Honda CRF250R e 450R 2010

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Honda CRF250R e 450R 2010

Messaggio » 11/07/2009, 17:06

Iniezione elettronica e sospensioni Showa per la quarto di litro
Solo aggiornamenti per la 450 che mantiene forcella e mono Kayaba


CRF250R

La CRF250R 2010YM dispone di una tecnologia avanzatissima ed è pronta a confermarsi anche quest'anno come la protagonista del Supercross e del Mondiale Motocross. La scattante aggressività ed il look estremo si combinano alla nuovo propulsore alimentato ad iniezione per ottenere ancor più potenza, leggerezza e maneggevolezza. Per chi desidera sbaragliare la concorrenza in gara, oppure semplicemente desidera il meglio da sé e dalla propria moto, la CRF250R è la moto ideale! Portamento Regale
Una centralizzazione delle masse ancor migliorata ed un perfetto equilibrio interno hanno permesso l'adozione di un nuovo impianto di scarico con un singolo silenziatore, risparmiando 850 grammi di peso. Altre modifiche al telaio e alla carenatura hanno incrementato la stabilità e migliorato l'ergonomia globale, per una guida ancora più morbida ed agile.
Pugno di ferro in guanto di velluto
Le novità al motore ed alla trasmissione si concentrano sull'esaltazione della potenza massima e dell'affidabilità, sempre contenendo il peso al minimo. Sono stati migliorati tutti gli aspetti legati ad avviamento, accelerazione, inserimento, percorrenza ed uscita di curva, trazione e coppia. La forcella è stata completamente ridisegnata, con una cartuccia di diametro maggiorato da 48 mm, che migliora le prestazioni sullo sconnesso. La sospensione posteriore è ora alleggerita; oltretutto, è stata significativamente modificata per una migliore centralizzazione delle masse; ciò ha contribuito sensibilmente al miglioramento delle prestazioni dinamiche. Tutte queste novità, unite all'efficace ammortizzatore di sterzo HPSD (Honda Progressive Steering Damper), assicurano una maneggevolezza insuperabile nelle curve strette, in frenata sui dossi e nei salti.
Tecnologia da Primato
La CRF250R è l'erede diretta delle tecnologie racing già sviluppate per la sorella maggiore da 450cc. Ad esempio, l'alimentazione ad iniezione è lo stessa, ed il relativo kit HRC di mappatura della centralina deriva anch'esso dalla 450cc, naturalmente con impostazioni adattate alle caratteristiche della 250R.

Colorazioni
* Extreme Red (con tabella portanumero e fiancatine laterali bianche)

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Caratteristiche e Vantaggi

Novità 2010
* Nuovo dispositivo di accensione/iniezione, privo di batteria nonostante il tradizionale avviamento a pedale. Estremamente leggero, assicura ottime prestazioni ed un'erogazione ottimale della potenza in un arco d'erogazione estremamente ampio.
* La nuova centralina dell'iniezione mantiene automaticamente alle condizioni ottimali la fasatura ed i tempi d'accensione, esaltando così le caratteristiche del propulsore in ogni situazione.
* Una spia di controllo, integrata nell'interruttore di arresto del motore, segnala eventuali problemi al sistema d'iniezione.
* Il nuovo e più resistente materiale con il quale è realizzato il pistone ben si adatta alla maggiore potenza della CRF250R, ed ha limitato al minimo l'aumento del peso.
* Alesaggio ridotto a 76.8 mm per una maggiore resistenza. La corsa è stata conseguentemente incrementata a 53.8mm
* Il rapporto di compressione è stato elevato da 13:1 a 13,2:1 per una maggior potenza.
* Le luce d'aspirazione rettilinea migliora sensibilmente la "respirazione" del motore, generando quindi maggior potenza.
* Le nuove molle valvole, realizzate in materiale ultraresistente, adottano la tecnologia della MotoGP per migliorarne la durata e raggiungere regimi di giri superiori al solito.
* Il corpo farfallato di ampio diametro (50mm) permette d'ottenere maggior potenza e migliori prestazioni a tutti i regimi.
* La nuova e più leggera parete del carter motore riduce il peso del propulsore, mantenendo spessore solo dove è necessario e riducendolo a soli 2mm in alcuni punti.
* La valvola lamellare orizzontale del carter ha consentito di abbassare l'albero motore e quindi il baricentro.
* Il nuovo rivestimento Kashima con ridotti attriti aumenta la durata della frizione.
* La nuova rapportatura del cambio esalta le prestazioni e la coppia a tutti i regimi, mentre la robustezza del cambio è aumentata, in funzione della maggior potenza complessiva.
* Nella scatola del cambio è stata aumentata da 5,1 a 5,5mm la distanza tra l'albero principale (ingresso) ed il contralbero (uscita). Ora, l'escursione della leva è più lunga ed energica.
* Ogni singolo componente del decompressore automatico è stato ottimizzato, come è stato rivista la struttura della messa in moto grazie all'adozione dell'iniezione (PGM-FI), che ha facilitato sensibilmente la fase di avviamento.
* Il nuovo e più rigido carter è stato abbassato di 10mm rispetto ai modelli tradizionali, abbassando quindi il baricentro del motore.
* La rinnovata geometria ha ottimizzato la distribuzione delle masse anteriori e posteriori per un migliore equilibrio e controllo.
* Il nuovo telaio a doppia trave in alluminio di V generazione, pur con dimensioni modificate e rigidità laterale e torsionale ottimizzate, trae spunto dal telaio della CRF450R. Naturalmente, i longheroni centrali ed inferiori sono stati sviluppati per sposarsi alla perfezione con il propulsore della CFR250R.
* Il nuovo telaio presenta un montaggio del motore più basso ed una posizione arretrata dell'asse anteriore; ciò ha prodotto un baricentro più basso, una maggior agilità e maneggevolezza ed un "feeling" di maggiore stabilità sull'anteriore.
* Nuovo forcellone, più lungo di 29mm per una migliore stabilità in accelerazione.
* L'interasse è leggermente superiore rispetto alla versione precedente, per una maggior trazione in accelerazione. Invece, l'angolo di sterzo è stato ridotto per una miglior inserimento in curva.
* Il nuovo scarico a silenziatore singolo ha permesso una riduzione di peso di 850 gr.
* Sulla nuova CRF250R, la centralizzazione delle masse ha raggiunto un equilibrio ottimale grazie allo spostamento in avanti del silenziatore e alla contenimento della sua lunghezza.
* Il nuovo radiatore ha incrementato la potenza radiante da 14.6 a 14,7 kW, per un miglior raffreddamento in relazione alla maggiore potenza del motore.
* I minori consumi hanno permesso di rimpicciolire il serbatoio di ben 1,6 litri, consentendo un ulteriore risparmio sul peso ed una maggiore compattezza della moto, soluzione che agevola i movimenti del pilota.
* La nuova pompa del carburante, fissata sul lato inferiore del serbatoio (anch'esso in plastica), pressurizza rapidamente il carburante.
* Il nuovo tappo del carburante a filo facilita i movimenti lungo la sella, migliorando il comfort del pilota.
* La nuova cassa del filtro rende più semplice lo smontaggio e la sostituzione del filtro aria. Il tubo di aspirazione non è più rettilineo ma "ad imbuto", migliorando la prontezza del propulsore ai regimi medio-bassi.
* La nuova forcella da 48mm con sezione del pompante maggiorata (24mm) e nuovo olio, assicura un'azione ammortizzante più morbida e lineare, migliorando ulteriormente il controllo del mezzo. Steli con 310mm di escursione, con ritorno e compressione regolabili (in 16 posizioni).
* Modificata la forma della cartuccia della forcella; garantisce ora una maggiore rigidità, mentre le molle più corte riducono il peso, per un miglioramento generale della maneggevolezza.
* La configurazione del serbatoio ausiliario della sospensione posteriore è stata ampiamente modificata, per incorporare l'alloggiamento del "mono": ciò ha permesso una riduzione di peso di 100gr, prevenendo inoltre ogni interferenza tra il serbatoio stesso e il piede del pilota.
* Il nuovo profilo del cerchione assicura una maggior resistenza alla flangia dei raggi.
* Ereditato dalla CRF450R, il RED (Revolutionary Ergonomics Design) determina una posizione di guida comoda ed ergonomica. L'area piana fra sella e serbatoio e le ridotte dimensioni del tappo carburante agevolano gli spostamenti del pilota.
* Lo strumento per impostare la mappatura della centralina HRC è facile da usare, e permette il corretto input dei dati per ottenere la miglior messa a punto del mezzo in ogni condizione. La fasatura dell'accensione e la mappatura dell'iniezione possono essere modificati collegando la moto al proprio PC e seguendo le (semplici) istruzioni. Ciò ha semplificato radicalmente le regolazioni, rendendo anche questa messa a punto accessibile a un'ampia fascia di appassionati. Il collegamento richiede ora un singolo connettore, senza dover più smontare il serbatoio: una messa a punto velocissima, quindi!

Motore/Trasmissione
* Il potente motore con distribuzione Unicam a 4 tempi 4 valvole da 249cc raffreddato a liquido eroga una potenza ottimale, facile da gestire lungo tutta la curva d'erogazione.
* Il leggero e compatto propulsore presenta una testata appositamente studiata per migliorare l'erogazione della potenza a tutti i regimi, riducendo anche il peso.
* L'innovativa distribuzione Honda Unicam offre sia la leggerezza di un modello a camma singola che una camera di combustione dalla forma ottimale, per ottenere la massima potenza a qualunque regime di giri.
* La distribuzione Unicam presenta un unico albero a camme carbocementato che aziona direttamente due valvole di aspirazione in titanio. Il lobo centrale di scarico dell'albero a camme attiva due valvole di scarico attraverso un bilanciere a basso attrito sdoppiato comandato a rullo.
* Il pistone ed i segmenti forgiati consentono una veloce risposta all'acceleratore pur mantenendo un'eccellente tenuta del pistone, un elevato rapporto di compressione e grande allungo agli alti regimi.
* Il leggero rivestimento in Nickel Carburo di Silicio (Ni-SiC) della parte interna del cilindro garantisce un'estensione del ciclo vitale del motore.
* Il contralbero di equilibratura e il leggero bilanciere riducono le vibrazioni.
* Il braccio di fine corsa, la relativa molla ed il selettore sono appositamente progettati per ottimizzare il "feeling" con il cambio.
* Il carter frizione e la testata in magnesio riducono il peso del motore.
* L'impianto di lubrificazione a carter separato divide l'erogazione dell'olio all'albero motore, al pistone e alla distribuzione da quella alla frizione e alla trasmissione. Ciò garantisce una costante erogazione di olio fresco alla frizione e previene la contaminazione dell'olio motore attraverso il materiale di frizione e trasmissione.
* La robusta frizione a otto dischi offre un'ampia superficie per gestire la vigorosa coppia del motore, mentre la perfetta taratura delle molle conferisce leggerezza all'azione della leva.

Ciclistica/Sospensioni
* Il design con doppio braccio rastremato del forcellone integra un voluminoso elemento trasversale in alluminio pressofuso.
* Le sottili pareti dell'asse ruota posteriore contribuiscono a contenere il peso della moto.
* I cerchi anteriori e posteriori a raggi in alluminio sono derivati da quelli delle moto ufficiali (HRC), e contribuiscono alla riduzione delle masse non sospese.
* Il fodero della forcella è trattato con rivestimento Kashima per ottenere una superficie di scorrimento più levigata; ciò riduce l'attrito fra pistone e fodero, migliorando la scorrevolezza.
* Leggero e compatto, l'originale ammortizzatore di sterzo progressivo (HPSD) Honda, sviluppato nelle competizioni, garantisce un miglior controllo in curva ed una guida meno faticosa. L'HPSD è formato da un ammortizzatore idraulico compatto e resistente, montato fra il cannotto e la piastra inferiore di sterzo, e consente una guida più aggressiva – migliorando nel contempo la stabilità in rettilineo. La funzione di ammortizzazione progressiva aumenta gradualmente a seconda del grado di sterzata del manubrio, per trasmettere caratteristiche e sensazioni di guida realmente naturali.
* La sospensione posteriore Pro-Link presenta un "mono" posteriore Showa completamente regolabile, con un'escursione di 320mm; regolabile nella compressione (sia per le basse velocità - 13 posizioni - che per le alte, 3.5 giri) e nel ritorno (17 posizioni).
* Il massiccio pistone da 5cm dell'ammortizzatore posteriore fornisce prestazioni costanti anche nelle condizioni più impegnative.
* La pompa del freno anteriore di tipo "Link", abbinata al leggero disco del freno, assicura un elevato controllo in fase di frenata.
* La compatta pinza del freno anteriore, a due pistoncini in alluminio anodizzato, ed il leggero disco del freno, riducono al minimo le masse non sospese per una miglior maneggevolezza ed inserimento in curva.
* L'impianto frenante posteriore, derivato da quello montato sulle moto ufficiali HRC, dispone della pompa integrata nel serbatoio del fluido, eliminando il serbatoio esterno ed il manicotto.
* I dischi freno e le relative protezioni sono progettati per una riduzione dei pesi.

Caratteristiche Aggiuntive
* Il nuovo design del telaio ha consentito l'adozione di fiancatine con condotti d'aspirazione più larghi, per un afflusso d'aria ancor più consistente ai medi e alti regimi.
* Gli pneumatici Pirelli Scorpion MX Mid-Soft 32 assicurano una miglior trazione e tenuta di strada in curva.
* Il rivestimento del freno a disco anteriore protegge rotore e pinza da eventuali danni.
* Il telaietto posteriore smontabile agevola la manutenzione del mezzo.
* Comandi comodi e resistenti, con dispositivi di fissaggio di elevata qualità.
* Cavo frizione in acciaio inox per la massima durata ed affidabilità.
* il nuovo pedale del freno posteriore scanalato e la leva del cambio pieghevole sono realizzati in alluminio e studiati per integrarsi alla posizione del pilota. La progressività del pedale si sposa perfettamente con la pompa integrata del freno posteriore.
* Le ampie pedane poggiapiedi in acciaio inossidabile, autopulenti e resistenti alla corrosione, garantiscono un appoggio sempre sicuro; in più sono pieghevoli per ottenere il massimo spazio da terra.
* Anch'esso derivato dalle moto ufficiali, il manubrio presenta manopole rastremate e scanalature preintagliate, per una presa più sicura ed antiscivolo.



CRF450R

La formidabile CRF450R ha conquistato i vertici del Supercross, del Motocross e delle Supermoto, sorprendendo la concorrenza anche nelle gare di enduro e nelle "classiche" del deserto. Il modello 2009 nasce quindi un costante impegno dei tecnici Honda per spostare il limite di questa moto sempre più avanti; la CRF è pronta a battersi ancora una volta al massimo livello, grazie a dotazioni tecniche di prim'ordine: nuova alimentazione ad iniezione elettronica, maggior velocità, controllo e affidabilità, ancora maggior potenza e prestazioni generali più elevate. Di inferiore, rispetto al modello precedente, c´è unicamente il peso ! La CRF450R è quindi oggi diventata anche la moto più leggera e maneggevole della categoria!

Novità Modello 2010
* La nuova programmazione della centralina (ECU) e le nuove impostazioni dell'iniezione elettronica (FI) migliorano la risposta all'acceleratore in uscita di curva, per un controllo più agevole.
* Nuova configurazione del decompressore automatico, con un coefficiente ottimale di rigidità della molla, che permette un più semplice avviamento a pedale.
* Nuovi paraoli e nuove valvole, con differente quantità d'olio nella forcella; queste modifiche contribuiscono ad una migliore scorrevolezza e ad un miglior assorbimento delle sollecitazioni.
* Il "mono" posteriore presenta il pistone interno ridisegnato ed una miglior regolazione della compressione, per facilitare il funzionamento dell'ammortizzatore e rendere la guida ancor più agevole. Si è così incrementata anche l'accelerazione sui terreni sconnessi.
* Il filtro dell'aria è ora dotato di due ulteriori linguette di fissaggio.
* Il nuovo cablaggio per la mappatura dell'iniezione (HRC-FI) utilizza un singolo connettore. Non vi è più la necessità di smontare il serbatoio.

Motore/Trasmissione
* L'avanzatissimo propulsore 4 tempi a 4 valvole con distribuzione Unicam eroga 41.5 kW di potenza a 8.500 giri/min e 50.3 Nm di coppia a 7.0000 giri/min. La "cavalleria" distribuita su una più vasta curva di potenza agevola il controllo del veicolo.
* Il motore Unicam da 449 cm3 con raffreddamento a liquido genera quasi 92,3 kW/litro, senza mai tradire la leggendaria affidabilità e semplicità costruttiva del marchio Honda.
* Il leggero sistema d'iniezione/accensione (senza batteria) assicura un'erogazione ottimale lungo tutto l'arco d'erogazione. L'avviamento è comunque a pedale.
* La spia dell'iniezione integrata nell'interruttore di arresto del motore segnala le condizioni pre-gara del sistema d'iniezione.
* La mappatura dell'iniezione presenta impostazioni in grado di adattarsi anche alle più svariate altitudini; così facendo il motore regala sempre le medesime caratteristiche d'erogazione e di guida.
* La grande efficienza del propulsore (con ridotti consumi) ha permesso l'adozione di un serbatoio davvero compatto.
* Le sottilissime pareti del carter hanno permesso di ridurre al minimo il peso del motore.
* Il massiccio corpo farfallato (50 mm di diametro) regala prestazioni impressionanti a tutti i regimi.
* L´innovativa distribuzione Unicam è caratterizzata da un´unità a camma singola leggera e compatta, e dalla camera di combustione dalla forma ottimale per massimizzare la potenza ad ogni regime.
* La distribuzione Unicam, con singolo albero a camme carbocementato, attua direttamente le due valvole di aspirazione in titanio da 36 mm. La camma del decompressore con collegamento all'albero a camme solleva la valvola tramite un pistoncino incorporato nel medesimo albero, che preme sul bilanciere. Ciò contribuisce alla compattezza e alla leggerezza del design, integrando il peso del decompressore e dell´albero a camme.
* Montare leggere valvole di aspirazione in titanio ha permesso di utilizzare molle più piccole, riducendo l'altezza complessiva del motore per ottenere una miglior centralizzazione delle masse.
* Il pistone forgiato, più leggero rispetto a quelli tradizionali, assicura una risposta più pronta, un'eccellente tenuta del cilindro ed un perfetto accoppiamento anche agli alti regimi.
* Il leggero rivestimento in Nickel Carburo di Silicio (Ni-SiC) del cilindro, garantisce un funzionamento più silenzioso e regolare, che estende il ciclo vitale del motore.
* l decompressore automatico consente un avviamento facile in ogni condizione.
* La pompa carburante fissata sul lato inferiore del serbatoio, anch´esso in plastica, mette rapidamente in pressione il carburante. E' posizionata in modo tale da concentrare la massa sul baricentro della moto.
* La lubrificazione separata divide l´afflusso dell´olio diretto ad albero motore, pistone e distribuzione da quello indirizzato verso frizione e cambio. Oltre a garantire una lubrificazione costante alla frizione, elimina la contaminazione dei materiali di frizione e cambio con l´olio del motore, riducendo quindi la quantità di fluido in circolazione e le dimensioni della pompa.
* La nuova configurazione dello scarico ha spostato il peso verso il basso, consentendo di ottenere la massima centralizzazione delle masse.
* Il bilanciere con ingranaggio condotto consente di ridurre le vibrazioni ed aziona la pompa dell´acqua.
* Per la gestione ottimale della vigorosa coppia del motore, è stata adottata una frizione a otto dischi, con un'ampia superficie e molle accuratamente selezionate per aumentare il feeling sulla leva.

Ciclistica/Sospensioni
* Il leggero telaio a doppia trave in alluminio di V generazione assicura una rigidità ottimale, per una maneggevolezza superba.
* Le snelle forme del telaio presentano le parti inferiori arrotondate per aumentare la distanza da terra.
* Il RED (Revolutionary Ergonomics Design) determina una posizione di guida comoda ed ergonomica. L´area piana fra sella e serbatoio e le ridotte dimensioni del tappo carburante agevolano gli spostamenti del pilota. Il profilo snello e stretto dalle fiancatine, dal radiatore al filtro dell'aria, rendono morbida la guida.
* Il "mono" posteriore e la forcella KYB regalano un "feeling" sontuoso ed un migliore controllo.
* Il forcellone relativamente lungo, il baricentro basso e l'ampio pneumatico posteriore migliorano accelerazione e trazione.
* La centralizzazione delle masse verso il basso produce una sensazione di guida molto controllata e rende più semplici i salti e le manovre in volo.
* La conformazione del telaietto posteriore permette di accedere facilmente al filtro aria – posto sotto la sella.
* I cerchi anteriori e posteriori a raggi in alluminio sono derivati da quelli delle moto ufficiali (HRC), e contribuiscono alla riduzione delle masse non sospese.
* I due assi (anteriore e posteriore) sono progettati per una riduzione del peso e una miglior rigidezza.
* Efficiente forcella rovesciata da 48 mm con ben 310 mm d'escursione, con regolazione del ritorno (16 posizioni) e della compressione (18 posizioni). Il rivestimento Kashima dei foderi assicura la massima scorrevolezza,
* L´ammortizzatore posteriore ha un'escursione di 320 mm, con regolazione totale sia della compressione (basse velocità, 18 posizioni; alta velocità 1,5 giri), che del ritorno (20 posizioni).
* L'ampio diametro (5 cm) del pistone del "mono" posteriore garantisce prestazioni sempre ottimali anche nelle condizioni più difficili.
* Pinza del freno anteriore a due pistoncini, compatta e leggera.
* La pompa del freno anteriore di tipo "Link", abbinata al leggero disco del freno, assicura un elevato controllo in fase di frenata.
* L'impianto frenante posteriore, derivato da quello montato sulle moto ufficiali HRC, dispone della pompa integrata nel serbatoio del fluido, eliminando il serbatoio esterno ed il manicotto.
* Dischi anteriori e posteriori sono da 240 mm - come sulle moto ufficiali.
* Il design del telaio ha consentito l´adozione di fiancate con larghi condotti di aspirazione, per un afflusso d´aria più consistente ai medi e alti regimi.

Caratteristiche aggiuntive
* Lo strumento per impostare la mappatura della centralina HRC è facile da usare, e permette il corretto input dei dati per ottenere la migliore messa a punto del mezzo in ogni condizione. La fasatura dell'accensione e la mappatura dell´iniezione possono essere caricati collegando la moto al proprio PC, seguendo le (semplici) istruzioni del CD HRC. Ciò ha semplificato radicalmente le regolazioni, rendendo anche la messa a punto accessibile a un´ampia fascia di appassionati.
* Leggero e compatto, l´originale ammortizzatore di sterzo progressivo (HPSD) Honda, sviluppato nelle competizioni, garantisce un miglior controllo in curva e diminuisce la fatica del pilota. L´HPSD è formato da un ammortizzatore idraulico compatto e resistente, montato fra il cannotto e la piastra inferiore di sterzo, e consente una guida più aggressiva – migliorando nel contempo la stabilità in rettilineo. La progressività dell'ammortizzazione aumenta gradualmente a seconda del grado di sterzata del manubrio, per trasmettere caratteristiche e sensazioni di guida realmente naturali.
* Il pedale del freno e la leva del cambio, entrambi in alluminio, ben si adattano alla posizione di guida. In particolare, la progressività del pedale si sposa perfettamente con la pompa integrata del freno posteriore.
* Leva del freno anteriore regolabile.
* Frizione a regolazione rapida, per una veloce messa a punto del cavo.
* Le ampie pedane poggiapiedi in acciaio inossidabile, autopulenti e resistenti alla corrosione, garantiscono un appoggio sempre sicuro; in più sono pieghevoli per ottenere il massimo spazio da terra.
* Gli attacchi in gomma del manubrio Renthal 971 assorbono ogni sollecitazione, consentendo un maggior comfort ed un minor affaticamento del pilota.
* Le manopole presentano delle protuberanze rastremate e scanalature pre-intagliate per una presa più sicura e antiscivolo.
* I supporti del manubrio prevedono due diverse posizioni di montaggio - a seconda delle preferenze del pilota.
* Gli pneumatici Pirelli SCORPION MX Mid-Soft 32 assicurano una miglior trazione e tenuta in curva.
* Il rivestimento del freno a disco anteriore protegge rotore e pinza da eventuali danni.
* Il telaietto posteriore smontabile migliora la manutenzione del mezzo.
* Filtro dell'aria in schiuma a due stadi; facilmente lavabile per una protezione ottimale del motore ed una facilissima manutenzione.
* Silenziatore in titanio ispezionabile; massime prestazioni e minima rumorosità.
* Controlli comodi e resistenti, e dispositivi di fissaggio di alta qualità.
* Cavo della frizione in acciaio inossidabile per un ciclo vitale prolungato.
* Ai lati della sella sono presenti delle venature, per migliorare ulteriormente l'efficacia della seduta.
* Le parti colorate delle plastiche laterali, con grafiche sportive Honda Racing, agevolano i movimenti del pilota.

fonte xoffroad
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Honda CRF250R e 450R 2010

Messaggio » 11/07/2009, 17:10

HONDA CRF 250 R MY 2010

Immagine

INTRODUZIONE
La CRF250R 2010YM dispone di una tecnologia avanzatissima ed è pronta a confermarsi anche quest’anno come la protagonista del Supercross e del Mondiale Motocross. La scattante aggressività ed il look estremo si combinano alla nuovo propulsore alimentato ad iniezione per ottenere ancor più potenza, leggerezza e maneggevolezza. Per chi desidera sbaragliare la concorrenza in gara, oppure semplicemente desidera il meglio da sé e dalla propria moto, la CRF250R è la moto ideale!
Portamento Regale
Una centralizzazione delle masse ancor migliorata ed un perfetto equilibrio interno hanno permesso l’adozione di un nuovo impianto di scarico con un singolo silenziatore, risparmiando 850 grammi di peso. Altre modifiche al telaio e alla carenatura hanno incrementato la stabilità e migliorato l'ergonomia globale, per una guida ancora più morbida ed agile.
Pugno di ferro in guanto di velluto
Le novità al motore ed alla trasmissione si concentrano sull’esaltazione della potenza massima e dell’affidabilità, sempre contenendo il peso al minimo. Sono stati migliorati tutti gli aspetti legati ad avviamento, accelerazione, inserimento, percorrenza ed uscita di curva, trazione e coppia. La forcella è stata completamente ridisegnata, con una cartuccia di diametro maggiorato da 48 mm, che migliora le prestazioni sullo sconnesso. La sospensione posteriore è ora alleggerita; oltretutto, è stata significativamente modificata per una migliore centralizzazione delle masse; ciò ha contribuito sensibilmente al miglioramento delle prestazioni dinamiche. Tutte queste novità, unite all’efficace ammortizzatore di sterzo HPSD (Honda Progressive Steering Damper), assicurano una maneggevolezza insuperabile nelle curve strette, in frenata sui dossi e nei salti.
Tecnologia da Primato
La CRF250R è l’erede diretta delle tecnologie racing già sviluppate per la sorella maggiore da 450cc. Ad esempio, l’alimentazione ad iniezione è lo stessa, ed il relativo kit HRC di mappatura della centralina deriva anch’esso dalla 450cc, naturalmente con impostazioni adattate alle caratteristiche della 250R.

Colorazioni

Extreme Red (con tabella portanumero e fiancatine laterali bianche)
Caratteristiche e Vantaggi

Novità 2010

Nuovo dispositivo di accensione/iniezione, privo di batteria nonostante il tradizionale avviamento a pedale. Estremamente leggero, assicura ottime prestazioni ed un’erogazione ottimale della potenza in un arco d’erogazione estremamente ampio.
La nuova centralina dell’iniezione mantiene automaticamente alle condizioni ottimali la fasatura ed i tempi d’accensione, esaltando così le caratteristiche del propulsore in ogni situazione.
Una spia di controllo, integrata nell’interruttore di arresto del motore, segnala eventuali problemi al sistema d’iniezione.
Il nuovo e più resistente materiale con il quale è realizzato il pistone ben si adatta alla maggiore potenza della CRF250R, ed ha limitato al minimo l’aumento del peso.
Alesaggio ridotto a 76.8 mm per una maggiore resistenza. La corsa è stata conseguentemente incrementata a 53.8mm
Il rapporto di compressione è stato elevato da 13:1 a 13,2:1 per una maggior potenza.
Le luce d’aspirazione rettilinea migliora sensibilmente la “respirazione” del motore, generando quindi maggior potenza.
Le nuove molle valvole, realizzate in materiale ultraresistente, adottano la tecnologia della MotoGP per migliorarne la durata e raggiungere regimi di giri superiori al solito.
Il corpo farfallato di ampio diametro (50mm) permette d’ottenere maggior potenza e migliori prestazioni a tutti i regimi.
La nuova e più leggera parete del carter motore riduce il peso del propulsore, mantenendo spessore solo dove è necessario e riducendolo a soli 2mm in alcuni punti.
La valvola lamellare orizzontale del carter ha consentito di abbassare l'albero motore e quindi il baricentro.
Il nuovo rivestimento Kashima con ridotti attriti aumenta la durata della frizione.
La nuova rapportatura del cambio esalta le prestazioni e la coppia a tutti i regimi, mentre la robustezza del cambio è aumentata, in funzione della maggior potenza complessiva.
Nella scatola del cambio è stata aumentata da 5,1 a 5,5mm la distanza tra l’albero principale (ingresso) ed il contralbero (uscita). Ora, l’escursione della leva è più lunga ed energica.
Ogni singolo componente del decompressore automatico è stato ottimizzato, come è stato rivista la struttura della messa in moto grazie all’adozione dell’iniezione (PGM-FI), che ha facilitato sensibilmente la fase di avviamento.
Il nuovo e più rigido carter è stato abbassato di 10mm rispetto ai modelli tradizionali, abbassando quindi il baricentro del motore.
La rinnovata geometria ha ottimizzato la distribuzione delle masse anteriori e posteriori per un migliore equilibrio e controllo.
Il nuovo telaio a doppia trave in alluminio di V generazione, pur con dimensioni modificate e rigidità laterale e torsionale ottimizzate, trae spunto dal telaio della CRF450R. Naturalmente, i longheroni centrali ed inferiori sono stati sviluppati per sposarsi alla perfezione con il propulsore della CFR250R.
Il nuovo telaio presenta un montaggio del motore più basso ed una posizione arretrata dell’asse anteriore; ciò ha prodotto un baricentro più basso, una maggior agilità e maneggevolezza ed un “feeling” di maggiore stabilità sull’anteriore.
Nuovo forcellone, più lungo di 29mm per una migliore stabilità in accelerazione.
L’interasse è leggermente superiore rispetto alla versione precedente, per una maggior trazione in accelerazione. Invece, l’angolo di sterzo è stato ridotto per una miglior inserimento in curva.
Il nuovo scarico a silenziatore singolo ha permesso una riduzione di peso di 850 gr.
Sulla nuova CRF250R, la centralizzazione delle masse ha raggiunto un equilibrio ottimale grazie allo spostamento in avanti del silenziatore e alla contenimento della sua lunghezza.
Il nuovo radiatore ha incrementato la potenza radiante da 14.6 a 14,7 kW, per un miglior raffreddamento in relazione alla maggiore potenza del motore.
I minori consumi hanno permesso di rimpicciolire il serbatoio di ben 1,6 litri, consentendo un ulteriore risparmio sul peso ed una maggiore compattezza della moto, soluzione che agevola i movimenti del pilota.
La nuova pompa del carburante, fissata sul lato inferiore del serbatoio (anch'esso in plastica), pressurizza rapidamente il carburante.
Il nuovo tappo del carburante a filo facilita i movimenti lungo la sella, migliorando il comfort del pilota.
La nuova cassa del filtro rende più semplice lo smontaggio e la sostituzione del filtro aria. Il tubo di aspirazione non è più rettilineo ma “ad imbuto”, migliorando la prontezza del propulsore ai regimi medio-bassi.
La nuova forcella da 48mm con sezione del pompante maggiorata (24mm) e nuovo olio, assicura un’azione ammortizzante più morbida e lineare, migliorando ulteriormente il controllo del mezzo. Steli con 310mm di escursione, con ritorno e compressione regolabili (in 16 posizioni).
Modificata la forma della cartuccia della forcella; garantisce ora una maggiore rigidità, mentre le molle più corte riducono il peso, per un miglioramento generale della maneggevolezza.
La configurazione del serbatoio ausiliario della sospensione posteriore è stata ampiamente modificata, per incorporare l’alloggiamento del “mono”: ciò ha permesso una riduzione di peso di 100gr, prevenendo inoltre ogni interferenza tra il serbatoio stesso e il piede del pilota.
Il nuovo profilo del cerchione assicura una maggior resistenza alla flangia dei raggi.
Ereditato dalla CRF450R, il RED (Revolutionary Ergonomics Design) determina una posizione di guida comoda ed ergonomica. L'area piana fra sella e serbatoio e le ridotte dimensioni del tappo carburante agevolano gli spostamenti del pilota.
Lo strumento per impostare la mappatura della centralina HRC è facile da usare, e permette il corretto input dei dati per ottenere la miglior messa a punto del mezzo in ogni condizione. La fasatura dell’accensione e la mappatura dell'iniezione possono essere modificati collegando la moto al proprio PC e seguendo le (semplici) istruzioni. Ciò ha semplificato radicalmente le regolazioni, rendendo anche questa messa a punto accessibile a un'ampia fascia di appassionati. Il collegamento richiede ora un singolo connettore, senza dover più smontare il serbatoio: una messa a punto velocissima, quindi!

Immagine

Motore/Trasmissione

Il potente motore con distribuzione Unicam a 4 tempi 4 valvole da 249cc raffreddato a liquido eroga una potenza ottimale, facile da gestire lungo tutta la curva d’erogazione.
Il leggero e compatto propulsore presenta una testata appositamente studiata per migliorare l’erogazione della potenza a tutti i regimi, riducendo anche il peso.
L’innovativa distribuzione Honda Unicam offre sia la leggerezza di un modello a camma singola che una camera di combustione dalla forma ottimale, per ottenere la massima potenza a qualunque regime di giri.
La distribuzione Unicam presenta un unico albero a camme carbocementato che aziona direttamente due valvole di aspirazione in titanio. Il lobo centrale di scarico dell’albero a camme attiva due valvole di scarico attraverso un bilanciere a basso attrito sdoppiato comandato a rullo.
Il pistone ed i segmenti forgiati consentono una veloce risposta all’acceleratore pur mantenendo un’eccellente tenuta del pistone, un elevato rapporto di compressione e grande allungo agli alti regimi.
Il leggero rivestimento in Nickel Carburo di Silicio (Ni-SiC) della parte interna del cilindro garantisce un’estensione del ciclo vitale del motore.
Il contralbero di equilibratura e il leggero bilanciere riducono le vibrazioni.
Il braccio di fine corsa, la relativa molla ed il selettore sono appositamente progettati per ottimizzare il “feeling” con il cambio.
Il carter frizione e la testata in magnesio riducono il peso del motore.
L’impianto di lubrificazione a carter separato divide l’erogazione dell’olio all’albero motore, al pistone e alla distribuzione da quella alla frizione e alla trasmissione. Ciò garantisce una costante erogazione di olio fresco alla frizione e previene la contaminazione dell’olio motore attraverso il materiale di frizione e trasmissione.
La robusta frizione a otto dischi offre un’ampia superficie per gestire la vigorosa coppia del motore, mentre la perfetta taratura delle molle conferisce leggerezza all’azione della leva.
Ciclistica/Sospensioni

Il design con doppio braccio rastremato del forcellone integra un voluminoso elemento trasversale in alluminio pressofuso.
Le sottili pareti dell’asse ruota posteriore contribuiscono a contenere il peso della moto.
I cerchi anteriori e posteriori a raggi in alluminio sono derivati da quelli delle moto ufficiali (HRC), e contribuiscono alla riduzione delle masse non sospese.
Il fodero della forcella è trattato con rivestimento Kashima per ottenere una superficie di scorrimento più levigata; ciò riduce l’attrito fra pistone e fodero, migliorando la scorrevolezza.
Leggero e compatto, l'originale ammortizzatore di sterzo progressivo (HPSD) Honda, sviluppato nelle competizioni, garantisce un miglior controllo in curva ed una guida meno faticosa. L'HPSD è formato da un ammortizzatore idraulico compatto e resistente, montato fra il cannotto e la piastra inferiore di sterzo, e consente una guida più aggressiva – migliorando nel contempo la stabilità in rettilineo. La funzione di ammortizzazione progressiva aumenta gradualmente a seconda del grado di sterzata del manubrio, per trasmettere caratteristiche e sensazioni di guida realmente naturali.
La sospensione posteriore Pro-Link presenta un “mono” posteriore Showa completamente regolabile, con un’escursione di 320mm; regolabile nella compressione (sia per le basse velocità - 13 posizioni - che per le alte, 3.5 giri) e nel ritorno (17 posizioni).
Il massiccio pistone da 5cm dell’ammortizzatore posteriore fornisce prestazioni costanti anche nelle condizioni più impegnative.
La pompa del freno anteriore di tipo “Link”, abbinata al leggero disco del freno, assicura un elevato controllo in fase di frenata.
La compatta pinza del freno anteriore, a due pistoncini in alluminio anodizzato, ed il leggero disco del freno, riducono al minimo le masse non sospese per una miglior maneggevolezza ed inserimento in curva.
L’impianto frenante posteriore, derivato da quello montato sulle moto ufficiali HRC, dispone della pompa integrata nel serbatoio del fluido, eliminando il serbatoio esterno ed il manicotto.
I dischi freno e le relative protezioni sono progettati per una riduzione dei pesi.
Caratteristiche Aggiuntive

Il nuovo design del telaio ha consentito l'adozione di fiancatine con condotti d’aspirazione più larghi, per un afflusso d'aria ancor più consistente ai medi e alti regimi.
Gli pneumatici Pirelli Scorpion MX Mid-Soft 32 assicurano una miglior trazione e tenuta di strada in curva.
Il rivestimento del freno a disco anteriore protegge rotore e pinza da eventuali danni.
Il telaietto posteriore smontabile agevola la manutenzione del mezzo.
Comandi comodi e resistenti, con dispositivi di fissaggio di elevata qualità.
Cavo frizione in acciaio inox per la massima durata ed affidabilità.
il nuovo pedale del freno posteriore scanalato e la leva del cambio pieghevole sono realizzati in alluminio e studiati per integrarsi alla posizione del pilota. La progressività del pedale si sposa perfettamente con la pompa integrata del freno posteriore.
Le ampie pedane poggiapiedi in acciaio inossidabile, autopulenti e resistenti alla corrosione, garantiscono un appoggio sempre sicuro; in più sono pieghevoli per ottenere il massimo spazio da terra.
Anch’esso derivato dalle moto ufficiali, il manubrio presenta manopole rastremate e scanalature preintagliate, per una presa più sicura ed antiscivolo.

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Honda CRF250R e 450R 2010

Messaggio » 11/07/2009, 17:13

HONDA CRF 450 R MY 2010

Immagine

Introduzione
La formidabile CRF450R ha conquistato i vertici del Supercross, del Motocross e delle Supermoto, sorprendendo la concorrenza anche nelle gare di enduro e nelle “classiche” del deserto. Il modello 2009 nasce quindi un costante impegno dei tecnici Honda per spostare il limite di questa moto sempre più avanti; la CRF è pronta a battersi ancora una volta al massimo livello, grazie a dotazioni tecniche di prim’ordine: nuova alimentazione ad iniezione elettronica, maggior velocità, controllo e affidabilità, ancora maggior potenza e prestazioni generali più elevate. Di inferiore, rispetto al modello precedente, c´è unicamente il peso ! La CRF450R è quindi oggi diventata anche la moto più leggera e maneggevole della categoria!

Novità Modello 2010

La nuova programmazione della centralina (ECU) e le nuove impostazioni dell’iniezione elettronica (FI) migliorano la risposta all’acceleratore in uscita di curva, per un controllo più agevole.
Nuova configurazione del decompressore automatico, con un coefficiente ottimale di rigidità della molla, che permette un più semplice avviamento a pedale.
Nuovi paraoli e nuove valvole, con differente quantità d’olio nella forcella; queste modifiche contribuiscono ad una migliore scorrevolezza e ad un miglior assorbimento delle sollecitazioni.
Il “mono” posteriore presenta il pistone interno ridisegnato ed una miglior regolazione della compressione, per facilitare il funzionamento dell’ammortizzatore e rendere la guida ancor più agevole. Si è così incrementata anche l’accelerazione sui terreni sconnessi.
Il filtro dell’aria è ora dotato di due ulteriori linguette di fissaggio.
Il nuovo cablaggio per la mappatura dell’iniezione (HRC-FI) utilizza un singolo connettore. Non vi è più la necessità di smontare il serbatoio.
Motore/Trasmissione

L’avanzatissimo propulsore 4 tempi a 4 valvole con distribuzione Unicam eroga 41.5 kW di potenza a 8.500 giri/min e 50.3 Nm di coppia a 7.0000 giri/min. La “cavalleria” distribuita su una più vasta curva di potenza agevola il controllo del veicolo.
Il motore Unicam da 449 cm3 con raffreddamento a liquido genera quasi 92,3 kW/litro, senza mai tradire la leggendaria affidabilità e semplicità costruttiva del marchio Honda.
Il leggero sistema d’iniezione/accensione (senza batteria) assicura un’erogazione ottimale lungo tutto l’arco d’erogazione. L’avviamento è comunque a pedale.
La spia dell’iniezione integrata nell’interruttore di arresto del motore segnala le condizioni pre-gara del sistema d’iniezione.
La mappatura dell’iniezione presenta impostazioni in grado di adattarsi anche alle più svariate altitudini; così facendo il motore regala sempre le medesime caratteristiche d’erogazione e di guida.
La grande efficienza del propulsore (con ridotti consumi) ha permesso l’adozione di un serbatoio davvero compatto.
Le sottilissime pareti del carter hanno permesso di ridurre al minimo il peso del motore.
Il massiccio corpo farfallato (50 mm di diametro) regala prestazioni impressionanti a tutti i regimi.
L´innovativa distribuzione Unicam è caratterizzata da un´unità a camma singola leggera e compatta, e dalla camera di combustione dalla forma ottimale per massimizzare la potenza ad ogni regime.
La distribuzione Unicam, con singolo albero a camme carbocementato, attua direttamente le due valvole di aspirazione in titanio da 36 mm. La camma del decompressore con collegamento all’albero a camme solleva la valvola tramite un pistoncino incorporato nel medesimo albero, che preme sul bilanciere. Ciò contribuisce alla compattezza e alla leggerezza del design, integrando il peso del decompressore e dell´albero a camme.
Montare leggere valvole di aspirazione in titanio ha permesso di utilizzare molle più piccole, riducendo l’altezza complessiva del motore per ottenere una miglior centralizzazione delle masse.
Il pistone forgiato, più leggero rispetto a quelli tradizionali, assicura una risposta più pronta, un’eccellente tenuta del cilindro ed un perfetto accoppiamento anche agli alti regimi.
Il leggero rivestimento in Nickel Carburo di Silicio (Ni-SiC) del cilindro, garantisce un funzionamento più silenzioso e regolare, che estende il ciclo vitale del motore.
l decompressore automatico consente un avviamento facile in ogni condizione.
La pompa carburante fissata sul lato inferiore del serbatoio, anch´esso in plastica, mette rapidamente in pressione il carburante. E’ posizionata in modo tale da concentrare la massa sul baricentro della moto.
La lubrificazione separata divide l´afflusso dell´olio diretto ad albero motore, pistone e distribuzione da quello indirizzato verso frizione e cambio. Oltre a garantire una lubrificazione costante alla frizione, elimina la contaminazione dei materiali di frizione e cambio con l´olio del motore, riducendo quindi la quantità di fluido in circolazione e le dimensioni della pompa.
La nuova configurazione dello scarico ha spostato il peso verso il basso, consentendo di ottenere la massima centralizzazione delle masse.
Il bilanciere con ingranaggio condotto consente di ridurre le vibrazioni ed aziona la pompa dell´acqua.
Per la gestione ottimale della vigorosa coppia del motore, è stata adottata una frizione a otto dischi, con un’ampia superficie e molle accuratamente selezionate per aumentare il feeling sulla leva.

Immagine

Ciclistica/Sospensioni

Il leggero telaio a doppia trave in alluminio di V generazione assicura una rigidità ottimale, per una maneggevolezza superba.
Le snelle forme del telaio presentano le parti inferiori arrotondate per aumentare la distanza da terra.
Il RED (Revolutionary Ergonomics Design) determina una posizione di guida comoda ed ergonomica. L´area piana fra sella e serbatoio e le ridotte dimensioni del tappo carburante agevolano gli spostamenti del pilota. Il profilo snello e stretto dalle fiancatine, dal radiatore al filtro dell’aria, rendono morbida la guida.
Il “mono” posteriore e la forcella KYB regalano un “feeling” sontuoso ed un migliore controllo.
Il forcellone relativamente lungo, il baricentro basso e l’ampio pneumatico posteriore migliorano accelerazione e trazione.
La centralizzazione delle masse verso il basso produce una sensazione di guida molto controllata e rende più semplici i salti e le manovre in volo.
La conformazione del telaietto posteriore permette di accedere facilmente al filtro aria – posto sotto la sella.
I cerchi anteriori e posteriori a raggi in alluminio sono derivati da quelli delle moto ufficiali (HRC), e contribuiscono alla riduzione delle masse non sospese.
I due assi (anteriore e posteriore) sono progettati per una riduzione del peso e una miglior rigidezza.
Efficiente forcella rovesciata da 48 mm con ben 310 mm d’escursione, con regolazione del ritorno (16 posizioni) e della compressione (18 posizioni). Il rivestimento Kashima dei foderi assicura la massima scorrevolezza,
L´ammortizzatore posteriore ha un’escursione di 320 mm, con regolazione totale sia della compressione (basse velocità, 18 posizioni; alta velocità 1,5 giri), che del ritorno (20 posizioni).
L’ampio diametro (5 cm) del pistone del “mono” posteriore garantisce prestazioni sempre ottimali anche nelle condizioni più difficili.
Pinza del freno anteriore a due pistoncini, compatta e leggera.
La pompa del freno anteriore di tipo “Link”, abbinata al leggero disco del freno, assicura un elevato controllo in fase di frenata.
L’impianto frenante posteriore, derivato da quello montato sulle moto ufficiali HRC, dispone della pompa integrata nel serbatoio del fluido, eliminando il serbatoio esterno ed il manicotto.
Dischi anteriori e posteriori sono da 240 mm - come sulle moto ufficiali.
Il design del telaio ha consentito l´adozione di fiancate con larghi condotti di aspirazione, per un afflusso d´aria più consistente ai medi e alti regimi.
Caratteristiche aggiuntive

Lo strumento per impostare la mappatura della centralina HRC è facile da usare, e permette il corretto input dei dati per ottenere la migliore messa a punto del mezzo in ogni condizione. La fasatura dell’accensione e la mappatura dell´iniezione possono essere caricati collegando la moto al proprio PC, seguendo le (semplici) istruzioni del CD HRC. Ciò ha semplificato radicalmente le regolazioni, rendendo anche la messa a punto accessibile a un´ampia fascia di appassionati.
Leggero e compatto, l´originale ammortizzatore di sterzo progressivo (HPSD) Honda, sviluppato nelle competizioni, garantisce un miglior controllo in curva e diminuisce la fatica del pilota. L´HPSD è formato da un ammortizzatore idraulico compatto e resistente, montato fra il cannotto e la piastra inferiore di sterzo, e consente una guida più aggressiva – migliorando nel contempo la stabilità in rettilineo. La progressività dell’ammortizzazione aumenta gradualmente a seconda del grado di sterzata del manubrio, per trasmettere caratteristiche e sensazioni di guida realmente naturali.
Il pedale del freno e la leva del cambio, entrambi in alluminio, ben si adattano alla posizione di guida. In particolare, la progressività del pedale si sposa perfettamente con la pompa integrata del freno posteriore.
Leva del freno anteriore regolabile.
Frizione a regolazione rapida, per una veloce messa a punto del cavo.
Le ampie pedane poggiapiedi in acciaio inossidabile, autopulenti e resistenti alla corrosione, garantiscono un appoggio sempre sicuro; in più sono pieghevoli per ottenere il massimo spazio da terra.
Gli attacchi in gomma del manubrio Renthal 971 assorbono ogni sollecitazione, consentendo un maggior comfort ed un minor affaticamento del pilota.
Le manopole presentano delle protuberanze rastremate e scanalature pre-intagliate per una presa più sicura e antiscivolo.
I supporti del manubrio prevedono due diverse posizioni di montaggio - a seconda delle preferenze del pilota.
Gli pneumatici Pirelli SCORPION MX Mid-Soft 32 assicurano una miglior trazione e tenuta in curva.
Il rivestimento del freno a disco anteriore protegge rotore e pinza da eventuali danni.
Il telaietto posteriore smontabile migliora la manutenzione del mezzo.
Filtro dell’aria in schiuma a due stadi; facilmente lavabile per una protezione ottimale del motore ed una facilissima manutenzione.
Silenziatore in titanio ispezionabile; massime prestazioni e minima rumorosità.
Controlli comodi e resistenti, e dispositivi di fissaggio di alta qualità.
Cavo della frizione in acciaio inossidabile per un ciclo vitale prolungato.
Ai lati della sella sono presenti delle venature, per migliorare ulteriormente l’efficacia della seduta.
Le parti colorate delle plastiche laterali, con grafiche sportive Honda Racing, agevolano i movimenti del pilota.

Immagine

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: arlecchinogio, Bat21, Bing [Bot], blackballs, denny75, dogma82, Fra K, gian77, Google [Bot], isyman88, ktmarcoduke, Majestic-12 [Bot], marber99, Marcy66, MSNbot Media, Serzac, sorre87, swearbg

SEO Search Tags

caratteristiche tecniche crf 250r my 2010      come composto manubrio honda crf 450 2007      come mettere in fase motoro honda crf 250      decompressore automatico regolazione ktm      fasatura cammes crf 450 2010      fasatura crf 450       fasatura honda 450crf 2010      forum ktm      gioco decompressore crf 450 2010      gioco decompressore honda 450 crf      honda crf 450 r del 2009 sospensione avanti showa      ingranaggio condotto crf 450      ingranaggio per modifica fasatura asse a cams crf450 2002-2005.      ktm sxf 250 2010 dispone di frizione idraulica      leva avviamento honda 125 cross colorata      pompante iniezione      quale pirelli montare per honda crf 450      regolazione gioco decompressore crf 450      richiami honda crf 250 2010      richiami ufficiali per honda crf 250 2010      richiamo decompressore honda crf 450 2009      modificha fasatura asse      pirelli scorpion mx mid soft montati      messa in fase honda crf 450