KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Apple lo ciappa nel culo ...

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Gigiobu
Avatar utente
 
Messaggi: 3821
Iscritto il: 22/10/2010, 23:14

Apple lo ciappa nel culo ...

Messaggio » 13/11/2012, 10:05

Apple adempie alle disposizioni dell'antitrust e rende chiari i diritti di garanzia dei clienti

Apple si piega alle richieste dall'Antritrust e dopo avere eliminato dai negozi APR Italia l'Apple Care, modifica anche la dicitura sulla pagina che presenta il servizio. L'ente di garanzia e di controllo a beneficio dei consumatori aveva minacciato nuove pesanti sanzioni se Cupertino non avesse adempiuto al dispositivo che la obbligava a chiarire gli esatti diritti di garanzia, senza mescolarli con i vantaggi della sua copertura estesa.

Apple a distanza di quasi un anno modifica sul suo sito le diciture che descrivono l'offerta Apple Care. Come ci segnalano alcuni lettori, tra cui Andrea Reggiani e Altroconsumo, da oggi appare sul sito di Cupertino nella pagina dedicata al servizio, una chiara enunciazione su quel che spetta di diritto ai consumatori e che cosa offre in più Apple Care rispetto alle garanzia legale valida due anni offerta dal venditore in base alla normativa italiana (ed europea). Il passaggio porta a compimento il disposto del procedimento che ha portato Apple alla condanna da parte dell'Antitrust per non avere offerto con sufficiente chiarezza informazioni sui diritti che spettano ai suoi clienti, condanna che doveva avere già i suoi effetti in primavera, ma che è scivolata ad oggi per i vari passaggi del provvedimento esecutivo e un certo atteggiamento ostruzionistico da parte di Cupertino.

Apple aveva infatti inizialmente presentato un ricorso al TAR del Lazio che in marzo aveva dato poi torto alla filiale italiana, confermando, di fatto, la sentenza. Apple aveva pagato, modificando però solo blandamente le spiegazioni su Apple Care e suoi diritti dei clienti suoi siti. Il perno della comunicazione era un tabella con le spiegazioni delle differenti prestazioni a seconda del livello di garanzia che Apple aveva messo on line in tutti i siti europei. Ma a luglio l'Antitrust ancora una volta interveniva sottolineando l'inadeguatezza del provvedimento di Apple. Secondo l'ente di tutela dei consumatori: Apple avrebbe mantenuto «un taglio sostanzialmente incentrato sulla garanzia del produttore e sull’offerta dei servizi Apple Protection Plan a pagamento, con la mera aggiunta di brevi note apposte con evidenza grafica ridotta alla fine o comunque in posizione decentrata rispetto al resto del documento, in modo da non rendere immediatamente chiaro il contenuto dei diritti derivanti dal regime della garanzia legale di conformità». Di fatto secondo l'antitrust risultava che le pratiche scorrette erano «continuate anche successivamente all’avvenuta notifica del provvedimento» arrivando a minacciare una nuova e questa volta assai più pesante sanzione: sospensione delle vendite in Italia per 30 giorni.

Anche se Apple aveva dichiarato di respingere le accuse e di avere, a suo giudizio, modificato a sufficienza le informazioni fornite ai clienti, è del tutto evidente che è stato proprio il rischio di essere di nuovo condannata ad avere spinto Apple a riportare con chiarezza sulla pagina Apple care che «i vantaggi di AppleCare Protection Plan si aggiungono ai due anni di garanzia del venditore previsti dalla normativa italiana a tutela del consumatore», e a modificare pesantemente l'attacco del testo che ora non recita più: «Tutti i prodotti hardware Apple includono una garanzia limitata di un anno e 90 giorni di assistenza tecnica telefonica gratuita. Per estendere la copertura, acquista AppleCare Protection Plan» ma dice invece: «AppleCare Protection Plan offre il supporto tecnico di esperti via telefono e opzioni aggiuntive di assistenza hardware Apple».

Apple ha anche cancellato dal sito italiano la tabella con le garanzie che spettano per diritto ai clienti Europei; ora provando ad accedere ad essa si viene rinviati ad un PDF con un chiarimento sui diritti della garanzia legale, ovvero delle condizioni che danno diritto ad una riparazione a due anni dall'acquisto.

Parte di questo processo è certamente anche la decisione di ritirare dai negozi APR Italiani la Apple Care di cui abbiamo dato conto lo scorso venerdì. È probabile che siano ragioni di carattere legale, logistico, ad avere spinto Apple ad avocare unicamente a sé (AppleStore on line e negozi Apple) la vendita del pacchetto. In questo modo, infatti, avrà il pieno controllo sulle informazioni al cliente perchè sarà lei stessa attraverso il suo sito e attraverso i suoi specialisti formati ad hoc a fornire i dettagli sui reali vantaggi di Apple Care senza correre il rischio che associazioni di consumatori come Altroconsumo si presentino, come già accaduto in passato, telecamera alla mano davanti a qualche bancone di negozio che propone prodotti Apple e raccolgano informazioni piuttosto confuse, contraddittorie e in sostanza errate, sui diritti che spettano al cliente in rapporto all'acquisto di Apple Care.

Ora resta da vedere che cosa accadrà a livello Europeo. Apple è nel mirino anche dell'UE per le stesse ragioni per cui è finita sotto osservazione e poi condannata dall'Antitrust Italiano, ma al contrario di quanto accaduto in Italia, per ora, in altre nazioni dell'Unione né sono stati ritirati i pacchetti Apple Care né sono state cambiate le diciture sui siti Apple. Continua ad essere presente (qui ad esempio il sito francese) anche la controversa e non chiarissima tabella sui diritti dei consumatori europei.

Immagine

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Apple lo ciappa nel culo ...

Messaggio » 13/11/2012, 10:42

Io ieri ho gia fatto richiesta per regolarizzazione garanzia legale direttamente sul sito Apple.
basta andare nell'apposita sezione apple Care Protection (naturalemnte per chi l'ha acquistata) entrare con le proprie credenziali, mettere indirizzo come richiesto, inserire motivazione richiesta. Nella pagina successiva chiedono lo scontrino o fattura d'acquisto, allegare il file jpeg, pdf e altri formati e se nonostante la dimensione del file sia giusta ma viene rifiutata, quindi nn vi abilita il tasto invia, provate, come ho fatto io, a cliccare su allega altro file e si abilita il tasto invia e Inviare...taaccccccc

E ora 3 anni garanzia invece che due....Apple su questa cosa violava la legge ed è stata punita giustamente
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Apple lo ciappa nel culo ...

Messaggio » 13/11/2012, 10:51

Apple ufficializza la garanzia legale di due anni per tutti i suoi prodotti: ecco tutto quello che c’è da sapere

Dopo una lunga serie di battaglie tra le associazioni dei consumatori italiane ed Apple, la società di Cupertino ha finalmente deciso di chiarire la situazione “Garanzia” pubblicando una nuova pagina dell’Apple Care, nella quale si legge che i vantaggi di questo servizio “si aggiungono ai due anni di garanzia del venditore previsti dalla normativa italiana a tutela del consumatore”.

Questo significa che da oggi tutti gli Apple Store e l’Apple Store Online forniranno due anni di garanzia per qualsiasi prodotto acquistato, senza rischi di fraintendimenti o di “furbate”.

Ecco cosa si legge nel testo ufficiale pubblicato da Apple:
Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto Legislativo n. 206 del 6 settembre 2005). Ai sensi degli articoli da 128 a 135 del Codice del Consumo, i consumatori hanno il diritto, tra l’altro, di ottenere dal venditore la riparazione o sostituzione gratuita dei prodotti che presentino un difetto di conformità nei 24 mesi successivi alla data di consegna. Il difetto deve essere denunciato entro 2 mesi dalla scoperta.

Chi ha diritto di richiedere l’applicazione della garanzia legale ai sensi del Codice del Consumo?
Solo i consumatori – ovvero persone fisiche che hanno acquistato un prodotto per l’uso non inerente ad un’attività commerciale, imprenditoriale o professionale – possono beneficiare della garanzia legale. Pertanto fatture recanti la partita IVA di un’impresa o di un professionista non danno diritto ai diritti di cui alla garanzia legale (per loro, garanzia di un solo anno).

Come/quando è possibile richiedere l’applicazione dei rimedi della garanzia legale?
Ai sensi del Codice del Consumo, un consumatore può richiedere al venditore di un prodotto l’applicazione dei rimedi della garanzia legale per difetti di conformità che si siano manifestati nei 24 mesi successivi alla consegna del prodotto. Il consumatore deve denunciare il difetto entro 2 mesi dalla scoperta. I consumatori possono richiedere l’applicazione dei rimedi della garanzia legale a condizione che abbiano una prova dell’acquisto (es. ricevuta fiscale / scontrino) del prodotto. E’ perciò importante conservare sempre la ricevuta relativa all’acquisto del prodotto.

Cos’è un difetto di conformità?
Ai sensi dell’articolo 129 del Codice del Consumo, un prodotto presenta un difetto di conformità se non è idoneo all’uso al quale servono abitualmente prodotti dello stesso tipo, se non è conforme alla descrizione del venditore in termini di qualità o prestazioni, o se non presenta le qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi tenuto conto della natura del prodotto.

Diagnosi, assistenza e relativi costi
Quando un prodotto acquistato sull’Apple On-line Store o in un Apple Store è affidato ad un AASP o ad un Apple Store per una diagnosi, il consumatore riceverà una ricevuta di assistenza che identificherà il consumatore ed il prodotto, che potrà essere usata per contattare l’AASP o l’Apple Store e verificare lo stato dell’intervento.

Nel caso in cui la diagnosi accerti che il prodotto ha un difetto di conformità (cioè che le condizioni previste dal Codice del Consumo sono soddisfatte), il consumatore sarà informato del tempo di riparazione stimato.

Nel caso in cui la diagnosi accerti che le condizioni previste dal Codice del Consumo non sono soddisfatte (per esempio se il difetto è una conseguenza di un uso scorretto del prodotto da parte del consumatore), l’AASP / Apple Store contatterà il consumatore per informarlo della natura del difetto e dei costi di riparazione stimati. Tali costi saranno interamente a carico del consumatore. Inoltre, in alcuni casi, potrebbe essere richiesto al consumatore il pagamento dei costi per la diagnosi effettuata. Tali costi verranno comunicati al consumatore in anticipo, quando il prodotto viene consegnato per la diagnosi.

Nei casi in cui la garanzia legale non trova applicazione, l’AASP / Apple Store richiederà al consumatore di approvare il preventivo dei costi di riparazione prima che il lavoro venga iniziato.

Cosa fare in pratica nel caso di difetto di un prodotto acquistato sull’Apple On-line Store?

Nel caso in cui un consumatore scopra che un prodotto comprato sull’Apple On-line Store presenta un difetto di conformità, può contattare l’Apple Customer Care al numero verde di seguito riportato. L’Apple Customer Care assisterà il consumatore a verificare che le condizioni previste dal Codice del Consumo siano soddisfatte. Se il problema non può essere risolto telefonicamente e/o se il prodotto richiede una diagnosi tecnica al fine di verificare l’effettiva esistenza di un difetto di conformità, il consumatore verrà indirizzato ad un Centro di Assistenza Autorizzato Apple (“AASP”) o ad un Apple Store. Se viene accertato che le condizioni stabilite dal Codice del Consumo sono soddisfatte, il consumatore può richiedere ad Apple di ottenere la riparazione o la sostituzione gratuita del prodotto difettoso, salvo che il rimedio richiesto sia oggettivamente impossibile o eccessivamente oneroso rispetto all’altro, in considerazione del valore del prodotto, della natura del difetto di conformità e della possibilità di porre in essere un rimedio alternativo senza notevoli inconvenienti per il consumatore. Qualora la riparazione o sostituzione del prodotto risulti impossibile, eccessivamente onerosa, richieda troppo tempo o possa causare notevoli inconvenienti al consumatore, quest’ultimo ha diritto al rimborso totale o parziale del prezzo dietro restituzione del prodotto.

Nota: le indicazioni sui rimedi che precedono si applicano solo nel caso di prodotti acquistati sull’Apple On-line Store o in un Apple Store da consumatori in Italia. I consumatori che abbiano acquistato prodotti Apple da Rivenditori Autorizzati Apple sul territorio italiano possono richiedere l’applicazione della garanzia legale solo al venditore diretto del prodotto in questione (se le condizioni previste dal Codice del Consumo sono soddisfatte).

Numero verde dell’Apple Call Center: 800 915 904

Si legge poi, per l’Apple Care:
In aggiunta, i prodotti a marchio Apple beneficiano altresì della Garanzia Limitata Apple e possono beneficiare dell’AppleCare Protection Plan. I benefici della Garanzia Limitata Apple e dell’AppleCare Protection Plan (opzionale) si aggiungono a e non sostituiscono i diritti dei consumatori ai sensi della garanzia legale del venditore.

Cosa significa tutto ciò? Che ora Apple si riconosce finalmente come venditore, e non solo come produttore, e offre la garanzia legale di due anni per tutti i prodotti acquistati presso gli Apple Store e lo store online.

L’Apple Care non diventa più una estensione della garanzia (se non per i Mac e i monitor Apple, con passaggio da 2 a 3 anni), ma solo un servizio di assistenza aggiuntivo rispetto a quello “ordinario” già offerto per legge.

Quali sono questi vantaggi?

Per chi ha acquistato un iPhone l’Apple Care costa 69€, mentre per chi ha acquistato un iPad il prezzo è di 79€ (per iPod il prezzo è di 59€). I servizi aggiuntivi sono i seguenti:

Per due anni dalla data di acquisto originale del dispositivo, AppleCare Protection Plan ti dà accesso telefonico diretto agli esperti del supporto tecnico Apple per qualsiasi domanda sull’uso del tuo iPhone/iPad. E quando viaggi in Europa potrai contare sull’assistenza hardware Apple in loco, con copertura di componenti e manodopera, per il tuo dispositivo, la batteria e gli accessori inclusi.
Acquistando AppleCare Protection Plan, con una semplice telefonata puoi trovare le risposte che cerchi su iOS, iCloud e le app per iPhone/iPad create da Apple.
Se serve una riparazione, durante la chiamata gli esperti Apple ti aiuteranno ad attivare il Servizio sostituzioni express. Se ti trovi in un Paese SEE o in Svizzera, puoi usufruire del servizio di riparazione in loco. Il servizio di sostituzione prevede l’invio a casa di un dispositivo rigenerato in sostituzione di quello difettoso, il tutto entro 2-3 giorni (per ricevere il prodotto non appena arriva il corriere per ritirare quello difettoso, bisogna pagare 29€, altrimenti bisogna attendere alcuni giorni in più).
Contatto diretto con gli esperti Apple
Servizio sostituzioni express per dispositivo, auricolari, batteria, alimentatore e cavo USB
Assistenza hardware Apple in loco quando viaggi in Europa
Supporto software incluso: Sincronizzazione con iTunes - Connessione alle reti wireless - Utilizzo di iWork per e di altre applicazioni firmate Apple

L’Apple Care può essere acquistata anche per la Apple TV, al prezzo di 29€.

Per quanto riguarda i Mac, invece, l’Apple Care offre:
3 e non 2 anni di garanzia
Accesso diretto agli esperti Apple 24 ore su 24
Riparazione on-site per i sistemi desktop
Assistenza hardware Apple in loco in altri Paesi nel mondo
Hardware coperto (monitor, videocamera, microfono, altoparlanti, cavo di alimentazione, alimentatore, RAM. AirPort Express, AirPort Extreme, TimeCapsule, SuperDrive USB) per tre anni
Supporto Software su OS X e tutte le applicazioni prodotte da Apple, con assistenza sul sistema operativo, i collegamenti alle le stampanti e così via.

I prezzi sono di 179€ per iMac e 249€ per tutti i MacBook (Pro/Air).

[b]Fonte: iphoneitalia.com
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

clax
 
Messaggi: 895
Iscritto il: 24/05/2012, 1:36
Località: roma

Re: Apple lo ciappa nel culo ...

Messaggio » 17/11/2012, 17:03

infatti, avevo già in precedenza informato che la apple era in difetto per le sue garanzie europee, anche dopo la sentenza è strano che si debba arzigogolare tanto col loro sito, specie dopo le sentenze, per far valere i propri diritti se si guasta l'apparecchio: basta andare dal venditore che sia fisico o su internet (da nuovo) e farlo riparare o sostituire direttamente nei due anni di garanzie, un anno per i prodotti usati.
LA MOTO LOGORA CHI NON CE L'HA
ex: yam fazer1000fzs, yam fazer600, kawa zzr1100, 750supertenerè, (per poco) suzuki750 due tempi 3 cil, yam RD350LC, maico 250GS, cagiva sst125, motobi125ss, pantheon150, piaggio skipper125, honda vision50, metropolis50, rizzato califfone 50 4m

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Apple lo ciappa nel culo ...

Messaggio » 17/11/2012, 17:29

Tanto apple da solo 2 anni di garanzia chi ha pagato aple care protection se lo prende nel sedere...quindi chiedete il rimborso ad apple per i giorni che rimangono alla scadenza dell'apple care
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

Arthur Fonzarelli
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 12944
Iscritto il: 20/01/2009, 23:36
Località: Milano - Xolotilandia

Re: Apple lo ciappa nel culo ...

Messaggio » 17/11/2012, 19:29

fanculo alla apple. io sono passato a samsung in tutto, tablet telefono e pure i condizionatori di casa!!!
Scusate ma io posso!
SMR 950 nel passato un Fifty Mistral nel cuore, una ADV Black nel BOX e un Madison 250 ELABORATO nel Cul#
Gran bella la carotona, ma il fifty con 21 cv........

Gigiobu
Avatar utente
 
Messaggi: 3821
Iscritto il: 22/10/2010, 23:14

Re: Apple lo ciappa nel culo ...

Messaggio » 17/11/2012, 20:31

Arthur Fonzarelli ha scritto:fanculo alla apple. io sono passato a samsung in tutto, tablet telefono e pure i condizionatori di casa!!!

Te sei passato, io mai avuto un'Apple ... e ne son felice :mrgreen:

Arthur Fonzarelli
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 12944
Iscritto il: 20/01/2009, 23:36
Località: Milano - Xolotilandia

Re: Apple lo ciappa nel culo ...

Messaggio » 18/11/2012, 1:46

confesso di aver avuto addirittura 3 IPHONE non 1 non 2, ma ben 3......... e per un po mi sono trovato bene, ma ormai sono superati e troppo limitiati come SO. Da quando ho "scoperto" le potenzialità di android sul tablet IOS mi pare una schifezza....
Scusate ma io posso!
SMR 950 nel passato un Fifty Mistral nel cuore, una ADV Black nel BOX e un Madison 250 ELABORATO nel Cul#
Gran bella la carotona, ma il fifty con 21 cv........

Skeb21
Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 5427
Iscritto il: 12/05/2009, 15:41
Località: Milano

Re: Apple lo ciappa nel culo ...

Messaggio » 18/11/2012, 6:08

apple care riguarda anche piataforme che non sono telefonini!!!
exSuper DukeR - EXC 450 - Duke 690
"Skeb possiede la saggezza del motociclista e l'ignoranza dell'asfalto." - I pazzi osano dove gli angeli temono


Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], CuP69, Farkas, gian77, Google [Bot], lucaktm02, MSNbot Media, peranga, Seznam [Bot], steppenwolf, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

ciappe di culo      finita la garanzia aple si puo fare apple care      cosa chiedono attivare apple care protection