KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Quanto siamo preparati....

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

tocram
Patato Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 14504
Iscritto il: 10/02/2009, 1:13
Località: Pavia

Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 7:47

a un eventuale incidente e a quello che ne consegue?

é da un po' che mi frulla in mente di postare questo argomento di discussione e sono qui per discutere e confrontarmi con voi, su quanto noi motociclisti
sappiamo...
pensiamo di saper...
o non sappiamo ...
fare in caso di incidente, che coinvolga uno di noi (E QUI TUTTI IN CORO FACCIAMO UNO SGRATT SGRATT PREVENTIVO :mrgreen: )

tocram
Patato Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 14504
Iscritto il: 10/02/2009, 1:13
Località: Pavia

Re: Quanto siamo preparati

Messaggio » 14/06/2012, 7:52

Intanto constaterei che la nostra prima preoccupazione va sempre alla nostra amata....

lo sapete chi intendo.... la moto, non i nostri rispettivi compagni :mrgreen:

e questo ci porta ad alzarci a muoverci, che per noi equivale a dire un grande rischio in caso di lesioni al rachide cervicale!

Se avete fatto corsi di primo soccorso, ve l'avranno detto che la prima regola per i traumatizzati é l'immoblilizzazione, in attesa dei soccorsi!

certo ma dobbiamo mantenere immobile una persona a terra in mezzo a una strada..... e sempre ai corsi di primo soccorso, prima della regola sopra citata vi dicono che il soccorritore deve verificare che il luogo in cui opererà sia sicuro!!!

ma se siamo in mezzo a una strada o, come molto spesso succede, siamo dietro una curva con scarsa nulla visibilità, le cose si complicano....

tocram
Patato Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 14504
Iscritto il: 10/02/2009, 1:13
Località: Pavia

Re: Quanto siamo preparati

Messaggio » 14/06/2012, 7:54

da una piccola esperienza negativa, sulla mia moto non mancano mai il gilet ad alta visibilità e una pila a led, almeno per garantirmi visibilità, anche solo in caso di panne della moto in assenza di luce, cosa che mi é successo, e allora si che siamo invisibili agli altri mezzi della strada... :?

ulvisma
Avatar utente
 
Messaggi: 4444
Iscritto il: 10/02/2009, 10:03
Località: Oggiono (LC)

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 9:08

Bell'argomento Toc... personalmente mi sono sempre schiantato in solitaria (a parte lo scivolone in toscana con voi) quindi o mi muovevo o mi muovevo....

sempre più spesso la gente che vede incidenti (non gravi) di motociclisti tende a non fermarsi... quindi che fai? resti immobile per un po di tempo e poi ti alzi? mmmm improbabile...

io ringrazio il destino xchè l'unico incidente dove mi sono picchiato forte l'ho fatto praticamente davanti ad un furgone della croce rossa con a bordo un medico ed un infermiere che portavano dei medicinali in ospedale e che si sono fermati al volo...

Per quanto riguarda i giubbini rifrangenti e le torce, hai perfettamente ragione... ma come sai io sono un c@zzo di motociclista della domenica e vado in giro solo con il sole.... :rotlf: ...

a parte le battute, avere lo spazio per portarmi qualche attrezzatura di sicurezza lo farei... ma nn voglio essere sempre in giro con lo zaino....
così Vulvy che son Vulvissima...
SM 950 Black '05
Sono un brianzolo vero... e ne sono fiero!!!! Insomma, sono un diversamente cittadino
Non sono ne una donna ne un 50enne...

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 9:16

Io per mia esperienza personale, dopo diversi incidenti, posso dirvi che dopo il primo si pensa molto soprattutto quando si arriva ad alcuni incroci, anche se innocui, quando vedo auto parcheggiate o che marciano lente a destra ecc ecc, chiudo gas xche' la mia mente mi pone molti quesiti su quello che potrebbe accadere e valuto sempre ed in ogni momenti le possibili variabili. So che sembra una cosa assurda ma dopo gli incidenti la mente quando sono in moto, in auto non mi succede, va da sola come se sentisse un eventuale pericolo anche se nn esiste e mi mette sull'allerta.

Quando ho fatto gli incidenti la prima cosa e nn ho mai capito il perche' e controllare che cavolo si è fatta la moto...seguito da 1000 bestemmie e tentato omicidio di ha procurato l'incidente.
Dopo che l'adrenalina è passata ammetto che la voglia di salire subito in moto è tanta infatti una volta sono tornato a casa con un piede rotto per poi andare al P.S. per il dolore dopo ore dall'incidente.

Il post incidente con tanta tranquillita' ma con un solo pensiero nervoso ...QUANDO c@zzo POSSO RITORNARE IN MOTO?

Spero di essermi spiegato nel mio italiese maccheronico :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

tocram
Patato Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 14504
Iscritto il: 10/02/2009, 1:13
Località: Pavia

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 12:52

Chi si é mai accorto che il navigatore, almeno il Tom Tom, ha una funzione che ti dice la posizione in cui sei, utilissima per dare l'indicazione precisa ai soccorritori?

Io sono uno di quelli che durante un giro in moto, non sa dov'é, o dov'é diretto..... ed é un problema, mi sforzo di memorizzare ma... :mad_hammer: :mad_hammer: :mad_hammer: :mad_hammer:

tocram
Patato Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 14504
Iscritto il: 10/02/2009, 1:13
Località: Pavia

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 12:55

butto li queste immagini tratte da un manuale di sicurezza che utilizziamo in azienda, le manovre di BLS sono le ultimissime aggiornate.

dargli un occhiata non fa male


Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Skeb21
Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 5427
Iscritto il: 12/05/2009, 15:41
Località: Milano

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 13:21

Bel post, utilissimo :D
exSuper DukeR - EXC 450 - Duke 690
"Skeb possiede la saggezza del motociclista e l'ignoranza dell'asfalto." - I pazzi osano dove gli angeli temono

elleR
Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 6920
Iscritto il: 23/11/2010, 22:15
Località: Bresso

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 14:05

Skeb21 ha scritto:Bel post, utilissimo :D


:s-quoto2: :s-belpost:

io in azienda sono un addetto al primo soccorso, però tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare, sinceramente non so quali possano essere le mie reazioni di fronte alle varie situazioni... :shock:

dduke
Avatar utente
 
Messaggi: 3682
Iscritto il: 09/02/2009, 23:39
Località: Catania

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 14:54

Bravo Toc. Io sono senza connessione (da una vita, ma ancora per poco). Parla dei casi in cui e' bene non iperestendere per sospetti problemi (e come riconoscerli) al midollo. :)
Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell’Occidente è che perdono la salute per fare i soldi e poi perdono i soldi per recuperare la salute. Dalai Lama 

thecapitan
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 6660
Iscritto il: 21/01/2009, 22:21
Località: Mornago Beach & Milano United

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 16:40

Bravo Toc posto molto interessante :up:
"L'unico limite a quanto in alto possiamo andare e' quanto crediamo di poter salire."
Ktm Adv 950 S MY 2005 "l'ammiraglia" -- Ktm exc 525 my 2007 "l'indomita"

tocram
Patato Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 14504
Iscritto il: 10/02/2009, 1:13
Località: Pavia

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 17:45

elleR ha scritto:io in azienda sono un addetto al primo soccorso, però tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare, sinceramente non so quali possano essere le mie reazioni di fronte alle varie situazioni... :shock:


certo, ma detto in dialetto putost, l'é mei che niente, nel senso é meglio sapere poche cose ma giuste, che avere tabula rasa.

Sapere che se sono in palla, posso chiamare il 118 e che l'operatore che é dall'atra parte é addestrato anche per guidarmi nelle manovre che devo fare, anche di rianimazione cardio polmonare non é poco.

quindi, se non so cosa fare chiedo al 118 :wink:

CREG
Zia PlatiCreg
Avatar utente
 
Messaggi: 8190
Iscritto il: 10/02/2009, 13:41
Località: CERNUSCO S/N (MI)

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 18:00

Io, come ho appena fatto in Val Nure, mi fermo chiedo se il pilota sta bene e gli tiro su la moto, se uno e' a terra e molto dolorante non bisogna MAI toccarlo e chiamare subito 118.
ORANGE COW BOY

Poldo_xxx
Avatar utente
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 10/05/2012, 12:15
Località: Crans -Montana

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 22:17

:s-quoto2: :s-quoto: :s-belpost: :s-belpost:

andreinok
Avatar utente
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 22/07/2010, 20:22

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 14/06/2012, 22:24

CREG ha scritto:Io, come ho appena fatto in Val Nure, mi fermo chiedo se il pilota sta bene e gli tiro su la moto, se uno e' a terra e molto dolorante non bisogna MAI toccarlo e chiamare subito 118.


esatto, si potrebbe peggiorare la situazione. le volte che mi è capitato di soccorrere delle persone coinvolte in incidenti stradali mi sono solo assicurato che avessero le vie respiratorie libere e che non si muovessero più di tanto

CREG
Zia PlatiCreg
Avatar utente
 
Messaggi: 8190
Iscritto il: 10/02/2009, 13:41
Località: CERNUSCO S/N (MI)

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 11:40

e............... MAI TOGLIERE IL CASCO!!!!!! ANCHE SE TE LO CHIEDE PIANGENDO!!!!! si potrebbe spaccare l'osso del collo e caput.
ORANGE COW BOY

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 12:02

L'ultima mia dissavventura scendendo dal penice, frattura scomposta 3 e 4 metacarpo mano sinistra dopo l'incidente saranno passati almeno una ventina di motociclisti italiani e gli unici due che si sono fermati per tirar su la moto e vedere come stavo erano 2 tedeschi con BMW gs 1200 che mi hanno dato da bere, volevano darmi i loro panini e sono rimasti fino all'arrivo dell'ambulanza ...ecco chi sono i veri motoclisti...
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

gms
Avatar utente
 
Messaggi: 2230
Iscritto il: 14/02/2009, 10:02
Località: valle stura di Demonte e mezzo piede in Provenza

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 12:39

mi dispiace per la disavventura e la pessima esperienza con i connazionali, ma non generalizziamo; vero, in molti altri paesi i motociclisti propriamente detti sono più solidali della media italiana; penso che ognuno di noi avrebbe il suo aneddoto da raccontare (una volta ho forato sulla bonnette, nessuno, non c'era nessuno, solo un italiano fighetto con biembu gs1200 con bomboletta annessa e si è ampiamente rifiutato di vendermela, perchè avrebbe potuto bucare pure lui nei 12 km che mancavano dal conce, dove l'avrei ricomperata e ridata :shock: :? :? :? ) però è anche vero che molti, e mi piace pensare quasi tutti i c.li che scrivono su questo forum, si fermerebbero a dare una mano anche per molto, molto meno...

trivella ha scritto:L'ultima mia dissavventura scendendo dal penice, frattura scomposta 3 e 4 metacarpo mano sinistra dopo l'incidente saranno passati almeno una ventina di motociclisti italiani e gli unici due che si sono fermati per tirar su la moto e vedere come stavo erano 2 tedeschi con BMW gs 1200 che mi hanno dato da bere, volevano darmi i loro panini e sono rimasti fino all'arrivo dell'ambulanza ...ecco chi sono i veri motoclisti...


tocram
Patato Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 14504
Iscritto il: 10/02/2009, 1:13
Località: Pavia

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 12:52

CREG ha scritto:e............... MAI TOGLIERE IL CASCO!!!!!! ANCHE SE TE LO CHIEDE PIANGENDO!!!!! si potrebbe spaccare l'osso del collo e caput.


giustissimo, anche in caso la persona vomitasse o avesse una forte nausea.

Visto che andiamo nell'estate, la persona stesa a terra avrà bisogno di ombra, ma non dovrà essere spogliata perché non bisogna toccarla, salvo nelle evidenze di cadute non gravi, come succede in OFF :mrgreen:

ulvisma
Avatar utente
 
Messaggi: 4444
Iscritto il: 10/02/2009, 10:03
Località: Oggiono (LC)

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 15:46

tocram ha scritto:Visto che andiamo nell'estate, la persona stesa a terra avrà bisogno di ombra, ma non dovrà essere spogliata perché non bisogna toccarla, salvo nelle evidenze di cadute non gravi, come succede in OFF :mrgreen:


è questo che ti dicono quando ti saltano addosso in mezzo ai boschi????

PORCELLINO!!!!!!

:rotlf: :rotlf: :rotlf:
così Vulvy che son Vulvissima...
SM 950 Black '05
Sono un brianzolo vero... e ne sono fiero!!!! Insomma, sono un diversamente cittadino
Non sono ne una donna ne un 50enne...

uncomodoteppista
Avatar utente
 
Messaggi: 43
Iscritto il: 11/05/2012, 17:29
Località: Torino

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 15:57

fresco fresco di esperienza :D :D

pensavo fosse un luogo comune invece si pensa subito a cosa c@zzo si sia fatta la moto :D

CREG
Zia PlatiCreg
Avatar utente
 
Messaggi: 8190
Iscritto il: 10/02/2009, 13:41
Località: CERNUSCO S/N (MI)

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 16:41

trivella ha scritto:L'ultima mia dissavventura scendendo dal penice, frattura scomposta 3 e 4 metacarpo mano sinistra dopo l'incidente saranno passati almeno una ventina di motociclisti italiani e gli unici due che si sono fermati per tirar su la moto e vedere come stavo erano 2 tedeschi con BMW gs 1200 che mi hanno dato da bere, volevano darmi i loro panini e sono rimasti fino all'arrivo dell'ambulanza ...ecco chi sono i veri motoclisti...

Trive' ho raccolto piu moto io di un carroattrezzi :mrgreen: va un po a culo su chi passa, pero' come diceva Meoni, si ferman tutti tranne gli italiani!!!!!!
ORANGE COW BOY

CREG
Zia PlatiCreg
Avatar utente
 
Messaggi: 8190
Iscritto il: 10/02/2009, 13:41
Località: CERNUSCO S/N (MI)

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 16:44

tocram ha scritto:
CREG ha scritto:e............... MAI TOGLIERE IL CASCO!!!!!! ANCHE SE TE LO CHIEDE PIANGENDO!!!!! si potrebbe spaccare l'osso del collo e caput.


giustissimo, anche in caso la persona vomitasse o avesse una forte nausea.

Visto che andiamo nell'estate, la persona stesa a terra avrà bisogno di ombra, ma non dovrà essere spogliata perché non bisogna toccarla, salvo nelle evidenze di cadute non gravi, come succede in OFF :mrgreen:

Inoltre se fa caldo si puo usare verso lo steso a terra il famoso pissing :x :shock: :lol: :lol: :lol: x Toc :mrgreen:
ORANGE COW BOY

strydog
Avatar utente
 
Messaggi: 1826
Iscritto il: 21/09/2009, 14:41
Località: Chiedimelo per MP, se ti conosco te lo dico :P

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 18:23

me lo segno e me lo leggo con calma, bell'argomento
I motociclisti cattivi quando muoiono vanno in autostrada
BlackTour2012 work in progress...
Fondatore e presidente della L.A.B. Lega Abolizione Beauty
(se anche la tua donna si porta dietro un container al posto del beauty scrivimi, sei socio anche tu! )

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 18:37

CREG ha scritto:
trivella ha scritto:L'ultima mia dissavventura scendendo dal penice, frattura scomposta 3 e 4 metacarpo mano sinistra dopo l'incidente saranno passati almeno una ventina di motociclisti italiani e gli unici due che si sono fermati per tirar su la moto e vedere come stavo erano 2 tedeschi con BMW gs 1200 che mi hanno dato da bere, volevano darmi i loro panini e sono rimasti fino all'arrivo dell'ambulanza ...ecco chi sono i veri motoclisti...

Trive' ho raccolto piu moto io di un carroattrezzi :mrgreen: va un po a culo su chi passa, pero' come diceva Meoni, si ferman tutti tranne gli italiani!!!!!!


:s-quoto2: :s-quoto2:

IO parlo della mia esperienza e una ventina non sono pochi nemmeno uno che rallentava per chiedere se stavo bene visto che la moto per terra non era li per farla riposare.... :( :( :(
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

Gigiobu
Avatar utente
 
Messaggi: 3821
Iscritto il: 22/10/2010, 23:14

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 19:04

trivella ha scritto: :s-quoto2: :s-quoto2:

IO parlo della mia esperienza e una ventina non sono pochi nemmeno uno che rallentava per chiedere se stavo bene visto che la moto per terra non era li per farla riposare.... :( :( :(

Io invece vado controcorrente ... quando è capitato a me, sia motociclisti che automobilisti
si son sempre fermati e tutti parlavano italiano :D
Quando invece è toccato ad altri (e non solo per moto a terra), sempre fermato a chiedere
se era tutto ok (ultimo in ordine di tempo, 2 settimane fa ... soccorso GS fermo in autogril toscano
con moto smontata, batteria a terra ed immobilizer chiave che non ne voleva saperne di accendere
la moto).

E per chi dice che il primo pensiero va alla moto, dipende ... se i danni fisici iniziano a diventare
importanti (e per importanti intendi più di 4 costole, clavicola e scapola fratturati ... :whistle: ), fanculo
alla moto

tocram
Patato Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 14504
Iscritto il: 10/02/2009, 1:13
Località: Pavia

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 20:11

Gigiobu ha scritto:E per chi dice che il primo pensiero va alla moto, dipende ... se i danni fisici iniziano a diventare
importanti (e per importanti intendi più di 4 costole, clavicola e scapola fratturati ... :whistle: ), fanculo
alla moto


certo che se senti male non ti muovi, ma la spinta di sapere cosa si é fatta la moto, ti porta ad alzarti, prima di capire cosa ti é successo

fiore1982
 
Messaggi: 121
Iscritto il: 23/07/2011, 8:20

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 21:00

be io avuto una bellla esperienza con la macchina , ma per fortuna a parte mal di schiena nei giorni successivi niente di che e altre esoerienze in moto facendo enduro anche amatoriale mi son sempre rialzato anche se un paio di volte son ricaduto stordito mi son sempre preoccupato di me stesso controllandomi bene di esser tutto sano anche toccandomi. La moto\ macchina e stata sempre l'ultimo pensiero anche se poi ci ho "pensato" staccando la batteria dalla mia macchina che friggeva.

CREG
Zia PlatiCreg
Avatar utente
 
Messaggi: 8190
Iscritto il: 10/02/2009, 13:41
Località: CERNUSCO S/N (MI)

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 15/06/2012, 22:06

Io quando ho fratturato il malleolo ero in piedi che stavo facendo rissa coi tipi della subaru che mi han steso, e' arrivata l ambulanza mi han preso messo sul lettino e detto di star fermo :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
ORANGE COW BOY

strydog
Avatar utente
 
Messaggi: 1826
Iscritto il: 21/09/2009, 14:41
Località: Chiedimelo per MP, se ti conosco te lo dico :P

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 19/06/2012, 11:32

Dopo 4 anni e mezzo a girare su un'ambulanza 118 penso di poter dire qualcosa in merito :)

Allora, andiamo con ordine, la PRIMA cosa da fare è rendersi conto che

SE NON SI SA COSA FARE, E' MEGLIO NON FARE NIENTE

nessuno vi accuserà mai di omissione di soccorso, fermatevi, contattate il 118 ma se non siete sicuri di quello che fate NON TOCCATE NIENTE. Salvo ovviamente i casi di pericolo immediato di vita (ad esempio l'auto che sta prendendo fuoco), in questi casi tutto il resto passa in secondo piano.

Contattate il 118 ed accertatevi immediatamente di tre cose fondamentali: ovvero che l'infortunato sia

COLLABORANTE (che non vuol dire che vi aiuta ad alzare la moto :D ma che risponde alle domande ed è in grado di "connettere")
SVEGLIO (facile da valutare, ma attenzione, sveglio non vuol dire necessariamente collaborante, potrebbe anche non essere lucido)
IN GRADO DI RESPIRARE DA SOLO E CON BATTITO CARDIACO (se il paziente è incosciente potete valutarlo appoggiando un'orecchio al torace, o osservandone il movimento, o se sapete come e dove si prende, controllando il polso radiale o carotideo, se riuscite contate anche le pulsazioni al minuto, potrebbero essere utili al centralinista del 118)

Una volta che vi siete assicurati di questo, se il paziente è collaborante, o sveglio, chiedetegli tutte le informazioni che potete ottenere (anche le domande più stupide), da un lato serviranno a tenerlo sveglio e presente, dall'altro potrebbero essere utili al centralinista del 118 che resterà in linea con voi fino all'arrivo dell'ambulanza.

Come già scritto NON TOGLIETE IL CASCO; la manovra per toglierlo è complessa e viene fatta (dall'equipaggio dell'ambulanza) da TRE PERSONE che lavorano in sincrono, quindi evitate improvvisate.
Potete, anzi è consigliato, aprire la giacca, slacciare la cintura dei pantaloni, il colletto, i polsini e qualsiasi altra cosa costrittiva, anche la fascia del paraschiena, ma non cercate di muovere l'infortunato. Se questo cerca di farlo da sé cercate di convincerlo a restare fermo. Ovviamente se decide di alzarsi evitate di tirargli un cartone per farlo stare sdraiato :mrgreen:

Una cosa di cui pochi sono al corrente, nella malaugurata ipotesi di dover praticare respirazione e massaggio cardiaco, gli ultimi protocolli prevedono di TRASCURARE LA RESPIRAZIONE a favore del massaggio, quindi, iniziate a pompare come dei forsennati (la tecnica la trovate su un miliardo di siti, non sto a spiegarla qui), senza preoccuparvi di insufflazioni, espirazioni e roba del genere. Mantenere il circolo sanguigno è più importante che mantenere la ventilazione, e l'azione stessa del massaggio cardiaco fa gonfiare e sgonfiare i polmoni quel tanto che basta da dare una ventilazione sufficiente. Se anche vi sembra che il massaggio non abbia effetto, continuate a pompare finchè non arriva l'ambulanza o un medico vi dice di smettere.

In caso di emorragia la cosa migliore da fare è costruire una "compressa" (maglietta piegata, fazzoletto o qualcosa di simile) ed esercitare una forte pressione sul punto interessato, il laccio emostatico (soprattutto quelli improvvisati) possono essere molto pericolosi. Se per caso decideste di usare qualcosa come laccio, evitate ASSOLUTAMENTE lacci sottili, usate una cintura larga, un foulard arrotolato, una sciarpa a monte della ferita, annodate e stringete, ma non dimenticatevi due cose, la prima è controllare A CHE ORA ESATTA VIENE APPLICATO IL LACCIO, la seconda è ALLENTARLO OGNI 10-15 MINUTI anche a costo di perdere un po' di sanque, questo per non rischiare cancrena o ristagno di tossine nell'arto infortunato. Quando arriverà l'ambulanza vi verrà chiesto da quanto tempo avete messo il laccio, dovete essere in grado di dirlo con la migliore approssimazione possibile.

Per quanto riguarda fratture e cose simili, di fatto senza preparazione specifica è meglio non fare nulla se non cercare di tenere immobile l'arto o la parte, non cercate di riallineare fratture scomposte o ridurre quelle esposte, sono procedure che richiedono preparazione specifica.

Queste sono le prime tre cose che vi verranno chieste dal centralinista del 118
I motociclisti cattivi quando muoiono vanno in autostrada
BlackTour2012 work in progress...
Fondatore e presidente della L.A.B. Lega Abolizione Beauty
(se anche la tua donna si porta dietro un container al posto del beauty scrivimi, sei socio anche tu! )

tocram
Patato Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 14504
Iscritto il: 10/02/2009, 1:13
Località: Pavia

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 19/06/2012, 13:07

:clap: :clap: :clap:

Albertoffen
Avatar utente
 
Messaggi: 36
Iscritto il: 13/05/2012, 17:44
Località: Roma

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 29/06/2012, 22:04

Bel topic, provo a dare un contributo: mi occupo di sicurezza sul lavoro da oltre tre anni, corsi alla C.R.I. di primo soccorso ecc...bhè sicuramente
il casco non và tolto, ma nemmeno si può pensare di muovere la persona senza l'aiuto di un telo su cui adagiare il ferito, prima però bisogna capire dai movimenti per esempio delle dita mani e piedi, che non ci siano fratture della colonna. Se si può spostare la cosa migliore è girarlo su un fianco (sinistro se possibile) PLS.
Comunque trovarsi nel frangente e dare una mano significa far bene poche cose e chiamare i soccorsi più presto possibile.
Ciao bianco anno 1983 (20.000km)
Honda XL600R anno 1985 (45.000km)
Honda XL600LM anno 1992 (60.000km)
Suzuki SV650 anno 1999 (65.000km)
Yamaha TDM900 "Gandalf" anno 2003 (101.000km)
KTM 690 Enduro R "Sher Khan"


" In omnia pericula tasta testicula "

strydog
Avatar utente
 
Messaggi: 1826
Iscritto il: 21/09/2009, 14:41
Località: Chiedimelo per MP, se ti conosco te lo dico :P

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 02/07/2012, 11:14

Alberto scusa se ti contraddico, ma è una cosa piuttosto importante, non mi stancherò mai di ripeterla e la scrivo in grande:

il fatto che l'infortunato muova mani e piedi, ed abbia sensibilità non significa nulla!

Mi spiego meglio, le lesioni spinali si dividono in due grandi categorie: Mieliche ed amieliche, nelle prime si ha l'interessamento del midollo spinale (e sono quelle che tutti noi conosciamo come "GRAVI", "quelle che lasciano paralizzati"), nelle seconde il midollo spinale non è interessato, quindi il paziente potrebbe non avere nessun deficit di sensibilità o mobilità.

IL VERO PROBLEMA è che una frattura Amielica potrebbe diventare mielica per colpa di una scheggia di vertebra che si sposta, dello spostamento di un disco, di un qualsiasi movimento sbagliato, quindi basarsi solo sul test "di sensibilità" è assolutamente fuorviante e può provocare danni gravi. Ripeto, un infortunato non va MAI mosso salvo il caso in cui ci sia immediato pericolo di vita.

L'unico esame che da un VERO ed attendibile responso, è quello fatto in ospedale con macchinari di diagnostica per immagini (TAC e Rx) ;)

Per fare l'esempio opposto invece, quando ho avuto l'incidente io, sono rimasto per parecchi minuti senza riuscire a muovere in nessun modo gli arti inferiori (terrore puro), pur senza avere nessuna lesione. Era semplicemente colpa della botta alla schiena, e non finirò mai di ringraziare san Dainese per il backprotecto
I motociclisti cattivi quando muoiono vanno in autostrada
BlackTour2012 work in progress...
Fondatore e presidente della L.A.B. Lega Abolizione Beauty
(se anche la tua donna si porta dietro un container al posto del beauty scrivimi, sei socio anche tu! )

wave75
Avatar utente
 
Messaggi: 5598
Iscritto il: 10/02/2009, 1:01
Località: vicino ad Imperia, dove iniziano le mulattiere!

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 04/07/2012, 6:42

io consiglierei a tutti di farsi un bel corso di bls, magari con un manichino per provare a fare la rianimazione cardio polmonare!
il massaggio cardiaco non è cosi intuitivo, se non si è mai provato puoi darci come un dannato e non fare un casso , oppure scatafasciare completamente lo sterno.

Al prossimo corso offroad di agosto mi piacerebbe inserire proprio un mini corso di bls...

personalmente quando sono caduto su strada.... anche per me il primo pensiero è stato sempre quello di alzare le chiappe in fretta e levare la moto dalle palle, anche quando mi sono visto la rotula! :mrgreen:

altra domanda: voi in moto cosa vi portate per il primo soccorso?
io di solito ho sempre dietro almeno una metallina...
...ESTICAZZI!!!

tocram
Patato Moderatore
Avatar utente
 
Messaggi: 14504
Iscritto il: 10/02/2009, 1:13
Località: Pavia

Re: Quanto siamo preparati....

Messaggio » 04/07/2012, 7:41

wave75 ha scritto:altra domanda: voi in moto cosa vi portate per il primo soccorso?
io di solito ho sempre dietro almeno una metallina...


ecco bella domanda.... c'ho sempre pensato, ma mai portato niente

il problema per le moto é dove metterlo per ripararlo sia dal calore della moto sia dal sole...... a parte che non ce l'ho neanche in macchina....

quanto meno servirebbero
delle bende....
disinfettante...meglio acqua ossigenata
perché no cerotti...
potrebbe essere utile anche del ghiaccio sintetico per i traumi..

e con l'antitetanica come siamo messi?
perché in caso di escoriazioni sulla strada il rischio c'è!
converrebbe un richiamino ogni tanto

Prossimo

Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Albert71, Bat21, Bing [Bot], Corbe155, Google [Bot], Lordenzo1975, migi2

SEO Search Tags

      come e fatta la ktm del 1992 e dove vanno messi i tubetti del ricircolo       diventa mielica una amielica      http://www.myktm.it/viewtopic.php?f=7&t=23446&p=356312&e=356312      http://www.myktm.it/viewtopic.php?f=7&t=23446&p=356383&e=356383      http://www.myktm.it/viewtopic.php?f=7&t=23446&p=356392&e=356392      http://www.myktm.it/viewtopic.php?f=7&t=23446&p=356425&e=356425      http://www.myktm.it/viewtopic.php?f=7&t=23446&p=356443&e=356443      http://www.myktm.it/viewtopic.php?f=7&t=23446&p=356855&e=356855      http://www.myktm.it/viewtopic.php?f=7&t=23446&p=356266&e=356266      http://www.myktm.it/viewtopic.php?f=7&t=23446&p=356216&e=356216      http://www.myktm.it/viewtopic.php?f=7&t=23446&p=356256&e=356256      http://www.myktm.it/viewtopic.php?f=7&t=23446&p=356157&e=356157