KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Gas Gas EC 300 2012

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Gas Gas EC 300 2012

Messaggio » 20/03/2012, 23:26

Convincente!
Il passato è alle spalle, il presente è più vivo che mai: la nuova enduro spagnola piace


Immagine

Profuma di nuovo, di dannatamente nuovo questa Gas Gas, ed è bella, diamine se è bella. E poi non assomiglia a niente di ciò che c'è in giro. Non che la precedente serie della EC 300 non avesse appeal, intendiamoci, ma questa è un'altra cosa. La sua forza è la capacità di attirare l'attenzione con un look futuristico, senza però sconvolgere le tradizioni tecniche che, da sempre, accompagnano le due tempi spagnole. Una mossa saggia, perché chi negli ultimi periodi ha provato a scommettere su qualcosa di "strano" nel mondo dell'offroad, è rimasto scottato dalle statistiche delle vendite prossime allo zero. Anche per questo, forse, si è fatto marcia indietro su una soluzione un po' spregiudicata. Questa Gas Gas sarebbe dovuta andare in produzione con filtro aria in carta, di tipo estraibile. Ma, dopo i primi test, gli è stato preferito un elemento filtrante tradizionale, in spugna, di tipo lavabile. Tutto questo ha fatto dilatare i tempi di produzione (e di consegna) di circa tre mesi. La EC 300 arriva in ritardo, a stagione di vendite inoltrata. Meglio tardi che mai. Meglio così, che un qualcosa di cui pentirsi. E poi… ma come diavolo lo avremmo lavato un filtro in carta?

Fa freddo. Il terreno, semighiacciato, è ricoperto da un infame manto di foglie, roba da stendersi e baciare la terra fredda senza neanche rendersene conto. Proprio per questo è necessario guidare di fino e, soprattutto, sperare di ritrovarsi tra le mani un oggetto sensibile e capace di seguire al meglio i propri pensieri. Non c'è dubbio, alla EC 300 questi requisiti non mancano. "La prima impressione è ottima – attacca il nostro tester Angelo Maggi – non ci sono dubbi: rispetto al precedente, modello è uno step avanti. Ha una bella agilità. Mentre la versione 2011, paragonata al riferimento di categoria KTM, nel lento la sentivi più caricata sull'anteriore, questa 2012 è più maneggevole nel destra- sinistra e in tutte le situazioni dove c'è da guidare davvero. Poi, soprattutto in questa stagione infame dal punto di vista climatico, dove devi guidare sulle uova, si apprezza di più la sincerità del 'pacchetto moto'. Sia in inserimento, sia in percorrenza di curva, infatti, la spagnola si comporta alla grande e premette di avere una velocità sempre costante". Anche il motore, prima un po' troppo ruvido, ora è più libero. Ha una bella inerzia, croce e delizia dei motori due tempi di grande cubatura, senza però manifestare quella tendenza ad allungare la frenata a causa della pistonata. Insomma, c'è più delizia che croce, in questo trecentone. Rispetto al model year precedente, anche andando ad affrontare al minimo tratti in salita ripidi e sconnessi, il motore non tende mai a imballarsi: basta un filo di gas e la moto va su che è un piacere, senza nessun tentennamento, dimostrando, tra le altre cose, una grande trazione. La EC 300 si conferma così una moto senza dubbio adatta alle gare di estremo. Una moto tutta nuova, dicevamo all'inizio. Da segnalare, quindi, il nuovo telaio perimetrale in acciaio. Ciò che si apprezza di più è la generale facilità complessiva che è stato in grado di trasferire alla moto. Piace, in modo particolare, la sensazione sana di leggerezza dell'avantreno. Ed è proprio il comportamento dell'anteriore ad aumentare il feeling generale con la moto… del resto, la differenza nella guida si fa proprio lì. Anche il motore, almeno nelle condizioni in cui si è svolta la prova, ci è sembrato assecondare la ciclistica, con una spinta corposa e progressiva che aiuta non poco nel pennellare ogni tipo di curva. È proprio nell'unione tra il telaio e il motore che va cercato il grande equilibrio della EC 300 '12, rispetto alla '11. Che, ribadiamo, era già una buona moto. La forcella, nonostante la morbidezza complessiva, ha una buona scorrevolezza. Ma, in tutta sincerità, nell'attuale panorama dell'Enduro, tra tutte le forcelle che "funzionano" qual è una "non soft"? Nessuna, forse. L'importante è che l'anteriore scorra come si deve e che parta quando deve partire. Insomma, la tendenza generale a offrire tarature morbide non deve essere vista come un male, a patto che la base sia buona, in modo da rendere poi possibili gli interventi ai piloti che sentono la necessità di avere qualcosa di più sostenuto.

La prova continua. Ora la sella è più snella rispetto alla vecchia EC e, una volta in movimento, la novità si sente tutta, sia a livello di triangolatura sella/ pedane/manubrio, sia quando ci si trova a danzare in mulattiera con la moto tra le gambe. Insomma, si sta bene sul trecentone spagnolo, anche perché ora la moto, anche grazie al nuovo albero motore, non vibra più come prima. Un difetto che stanca il pilota? Dopo alcune ore di utilizzo, si sente un po' il supporto sella/batteria picchiare nel fondoschiena. Per questo, gli uomini della Val di Susa hanno già trovato una soluzione realizzando un pezzo speciale ad hoc.. La frizione è sempre modulabile, ma l'unità Magura, rispetto alla vecchia AJP è più consistente, non trascina e ti aiuta tanto nel brutto. Con molta probabilità il nuovo coperchio del carter, con le sue strutturali canalizzazioni, aiuta non poco a migliorare il lavoro complessivo della frizione. Il motore non ha trascinamenti strani e, infatti, anche in marcia si accende alla grande. Un colpo al kick e via! La Gas Gas continua ad avere la doppia mappatura: la differenza tra le due curve è avvertibile, e il banco prova lo conferma. Inserendo la mappatura "soft", la sinfonia della spagnola si abbassa di una tonalità: a livello di potenza massima e non solo, infatti, ci ballano circa tre cavalli.
La nuova Gas Gas è pronta a sfidare il mondo. Le carte in regola per primeggiare non le mancano e gli assi sono tutti nella sua manica. Bella, convincente e anche competitiva, la nuova EC 300 è arrivata sulla terra.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Goblin DM
Avatar utente
 
Messaggi: 347
Iscritto il: 02/12/2009, 9:46
Località: Gattico/Invorio (NO)

Re: Gas Gas EC 300 2012

Messaggio » 21/03/2012, 10:28

da leccarsi i baffi :mrgreen:
Sono una persona unica, come tutte le altre.

Eddy
YMCEddy BraveAss
YMCEddy BraveAss
Avatar utente
 
Messaggi: 11863
Iscritto il: 09/02/2009, 23:13
Località: Felino -PR-

Re: Gas Gas EC 300 2012

Messaggio » 21/03/2012, 14:38

molto belle le nuove Gas Gas, 2 domeniche fa ho girato con due "ragazzi" con Gas Gas 300 six days
da leccarsi i baffi dal che son belle
però a stargli dietro c'è da farsi venir il mal di testa coi gas di scarico :?


Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], bugio, drugantibus, Google [Bot], Helimat, hugon, Lebaron, uedo

SEO Search Tags

forum gas gas 300 2012      gas gas 300 2012      gas gas ec 125 enduro      gas gas ec 300 gara      ktm e gas gas 300 opinioni      opinioni gas gas ec 2012      tuning gas gas ec300      gas gas ec 300 2012      gas gas 300 ec 2012      differenza potenza gas gas e ktm 300