KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

prima uscita seria con tuono V4...

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

gtmaster
 
Messaggi: 262
Iscritto il: 07/05/2009, 18:17
Località: roma

prima uscita seria con tuono V4...

Messaggio » 19/03/2012, 13:24

Ieri mi sono sparato circa 350 km sull appennino umbro laziale,avvicinandosi al confine marchigiano.
Giornata stupenda e compagnia tipica,i soliti 3/4,l ideale per avere riferimenti attendibili:
un amico col cbr 1000RR,che va piano,un altro col multistrada 1200 che ha trovato una seconda giovinezza (prima,quando aveva il kawa z750 lo perdevo,su strade di montagna,con la ducatona resta indietro lo stesso,ma molto meno di prima),ed infine un ragazzo con sv 650,praticante stunt riding,e che va piuttosto veloce,con quella moto,su strade "storte".
Prima vorrei fare qualche appunto alla mia nuova moto.
tanto per cominciare,mi sono reso conto che essuda cinesaggine da ogni poro,purtroppo
i dettagli delle vecchie tuono V2 sono solo un ricordo,qui abbiamo delle fusioni molto porose,e plastiche approssimative,i parafanghi poi rasentano la farsa... :roll:
ovviamente funziona tutto alla perfezione,ma per una moto che a listino sta a quasi 30 milioni del vecchio conio,beh,qualcosina in piu si poteva fare.
Le sospensioni sono di marmo,a confronto la mia vecchia R1 sembrava una plotrona frau...
Bellissimo su asfalto perfetto,un po meno su strade aperte al traffico:
ho dovuto aprire i registri COMPLETAMENTE,e la moto ti fa ancora sbattere i denti,ho preso un paio di insaccate niente male...
Andando a regolare,ho quindi scoperto che i registri forcella hanno solo una dozzina di scatti o giu di li,e la stessa cosa vale per il mono.
Del quale risulta,per inciso,praticamente impossibile regolare il precarico molla,non c è proprio spazio!
Ciò detto,le sospensioni sembrano comunque funzionare benissimo...
Alla fine,quando metti in moto e vai,le fusioni imperfette,le sospensioni con pochi click,il mono difficile da regolare,TUTTO viene messo in ombra dalle sensazioni di guida offerte.
Che sono,lo dico per chi questa moto non l ha mai guidata,sconcertanti. :shock:
Innanzitutto il suono:
al minimo sembra un secchio di chiodi in giro per il motore,ma già intorno ai 2500/3000 giri diventa una melodia armoniosissima,un ringhio rabbioso,e tutto questo con lo scarico stock!
ma come avranno fatto a superare le normative?? :?:
Decido di viaggiare in mappa road,che dovrebbe offrire all incirca 108/110 cv ruota,e metto il tc a 6.
Ho usato questa mappa per eliminare la "variabile motore",volendo concentrarmi sulla guida.
Facciamo una lunga tappa di trasferimento (roma non è in trentino,purtroppo.O per fortuna,a seconda dei punti di vista...),ed arriviamo alle pendici del terminillo,sulla strada che va da morro reatino a leonessa,strada stupenda,senza svincoli di sorta,e con asfalto buono.
ma siamo pur sempre in inverno...
Il mio riferimento è il ragazzo con l sv 650,che su strade con pochi allunghi ed interrotte da curve secche è un arma...
Quando ero con l R1 02 se ero dietro faticavo un po a seguirlo,ero costretto a recuperare di motore cio che perdevo nelle sequenze di curve,e comunque ero spesso accompagnato da quella sensazione di "disatro imminente",soprattutto al momento di riaprire il gas...
Se ero davanti poteva capitare che gli facessi un po da tappo...
Bene,ieri all inizio della salita lo passo e mi metto a guidare un po.
Le sensazioni che mi arrivano dallo sterzo sono simili quelle delle K sm bicilindriche,e pur non raggiungendo quel livello di "entro in curva e correggo come e quando cacchio mi pare e piace",mi trasmettono comunque una confidenza sufficiente ad entrare a velocità ragguardevoli.
Con il tc a 6 (su 8) mi prendo la libertà di aprire il gas con un certo anticipo,cosa che con la Kappona viene naturalmente,aspettandomi dei tagli decisi.
Cosa che invece non avviene,nel senso che non ho mai visto l indicatore sul cruscotto lampeggiare...
Ho invece avvertito,di quando in quando,il taglio dovuto all intervento sull anticipo,e questo mi ha fatto capire quanto,in genere,siamo lontani dal limite teorico di aderenza in una determinata situazione...
Dopo 5 minuti di questa guida mi guardo indietro,e ...il vuoto :D
lascio che mi raggiungano,e faccio passare il ragazzo con l sv.
Che comincia a guidare un po sboroncello,a dire il vero.
Ed io dietro a lui,ancora una volta allegro,ma in relativa souplesse..."incredibile sta moto",mi dico.
Al primo allungo lo passo di nuovo,e di nuovo scompaio in poche curve...
E' opportuno sottolineare che,oltre ad essere in mappa farlocca,non ho mai superato i 7500 giri indicati,come da libretto per i primi 1000 km,e mi sono sistematicamente scordato di avere il quick shift...ciò nonostante,su QUEL tipo di strada non ho MAI sentito il bisogno di avere piu potenza,o di tirare piu giri,tranne,forse,quando ad un certo punto la multi era davanti per il suo "momento di gloria"... :rotlf:
Semplicemente incredibile...
Credo di aver tenuto un ritmo non lontano da quello che avrei potuto tenere con la kappona,ma quello che è importante è che il divertimento alla guida è sempre stato di altissimo livello,ogni occasione è buona per aprire il gas come un idiota,visto che la spinta in prima apertura è appena piu educata di quella di un buon bicilindrico...
Note dolenti le solite:
consumi incomprensibili (circa 11km/litro),totale mancanza di riparo dall aria (e ovviamente non c è nulla a catalogo aprilia...),pedane troppo poco arretrate per spingere con la dovuta efficacia (ma questo potrebbe essere un MIO problema).
La sella,vista la consistenza, immaginavo mi avrebbe ucciso...
Invece mi ha dato meno fastidio di quella dell R1( :shock: ).
Probabilmente questo è dovuto al fatto che la posizione di guida è da naked per modo di dire,visto che il carico sulle mani (e,di conseguenza,sul collo) è piuttosto marcato.
Invece il manubrio della R1 era piu alto, questo garantiva un carico ridotto su mani e collo,ma il deretano ed i reni uscivano devastati,dopo qualche centinaio di km...
Secondo me ci vorrebbe un manubrio APPENA piu alto di questo.
Per il resto,sembrerebbe veramente la soluzione dell equazione efficacia totale/divertimento,laddove spesso quest ultima parola viene sostituita dalla parola "impegno totale"
Si consideri che per una moto di questo tipo (di fatto non una naked sportiva,ma una ss a manubrio alto) avere un livello di giocosità simile a quello di un parco giochi come la 990 smr,beh,è un risultato di altissimo livello.
Credo che questo motore potrebbe essere proficuamente impiegato per fare una vera fun bike,magari "tenuto" sui 130 cv,e montato su una moto tipo dorsoduro...
Ora la tuono la terrò per un po con questa mappa qui,che si è rivelata piu che adeguata per divertirsi.
Questo mi consentirà di "esplorare" gli aspetti telaistici senza remore di sorta;
poi, a rodaggio concluso,andrò ad esplorare il "lato oscuro" della forza...
Tra l altro poi,dopo aver guidato per un po cosi,mi sembrerà di aver fatto un "hard tuning" di quelli incazzati...
Stay tuned... :wink:

CREG
Zia PlatiCreg
Avatar utente
 
Messaggi: 8190
Iscritto il: 10/02/2009, 13:41
Località: CERNUSCO S/N (MI)

Re: prima uscita seria con tuono V4...

Messaggio » 19/03/2012, 17:16

ma un uscita seria non sarebbe il Mugello? :|
ORANGE COW BOY

gtmaster
 
Messaggi: 262
Iscritto il: 07/05/2009, 18:17
Località: roma

Re: prima uscita seria con tuono V4...

Messaggio » 19/03/2012, 21:29

ci sarà tempo anche per quello.
ma non è che per strada sia meno seria... :D

Puck
Avatar utente
 
Messaggi: 249
Iscritto il: 05/02/2011, 10:15
Località: Italia, Campania, Caserta

Re: prima uscita seria con tuono V4...

Messaggio » 20/03/2012, 1:37

Secondo me il consumo così elevato è dovuto ai vari controlli elettronici, che nel momento in cui vanno a tagliare potenza "bruciano" tanta benzina a vuoto. Altro fattore che incide tanto è la tanto decantata frizione antisaltellamento che in una fase in cui il motore girerebbe quasi al minimo ti fa andare allegramente a 4000 giri.
Per quanto riguarda le sospensioni e le farie regolazioni, penso che sia un "problema" di telaio molto ma molto rigido (uno ne hanno fatto in Aprilia quello RS 250....), tale rigidezza richiederebbe sospensioni più raffinate e soprattutto più scorrevoli.
“If everything seems under control, you're just not going fast enough.” cit. Mario Andretti
“If everything seems under control, you're just not going fast enough.”(cit. Mario Andretti)

gtmaster
 
Messaggi: 262
Iscritto il: 07/05/2009, 18:17
Località: roma

Re: prima uscita seria con tuono V4...

Messaggio » 20/03/2012, 9:27

Puck ha scritto:Secondo me il consumo così elevato è dovuto ai vari controlli elettronici, che nel momento in cui vanno a tagliare potenza "bruciano" tanta benzina a vuoto. Altro fattore che incide tanto è la tanto decantata frizione antisaltellamento che in una fase in cui il motore girerebbe quasi al minimo ti fa andare allegramente a 4000 giri.
Per quanto riguarda le sospensioni e le farie regolazioni, penso che sia un "problema" di telaio molto ma molto rigido (uno ne hanno fatto in Aprilia quello RS 250....), tale rigidezza richiederebbe sospensioni più raffinate e soprattutto più scorrevoli.
“If everything seems under control, you're just not going fast enough.” cit. Mario Andretti

Al discorso "controlli elettronici" ci avevo pensato,se non fosse che ,storicamente,,anche la V2 aveva lo stesso problema,anche se non cosi mercato,e li di elettronica non ce n era...
L antisaltellamento è meccanico,non del tipo che lascia aperte le farfalle... :D


Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: 100ado, andrea110574, Antoni_1, aral, Bing [Bot], Cicciostone, dryver68, FASTGABRY, Fra28, Google [Bot], liam, mes_78, misterkap, molifa, MSNbot Media, niklungo, Rino74, stew, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags