KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

La Programma 101 Olivetti

Tutto... proprio tutto quello che non ha sezioni dedicate.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

La Programma 101 Olivetti

Messaggioda CREG » 4 lug 2011, 16:14

sapete cosa e'? :idea:

Io fino a pranzo quando su SKY DEMAND ho visto il documentario non lo sapevo...
beh, e' il primo PC della storia!!!!!!!
4 ITALIANI l'hanno inventato per sfida e di nascosto dato che il reparto elettronica olivetti era stato ceduto alla general eletric per sanare il buco di OLIVETTI da Mediobanca e Fiat.
Nessuno credeva in loro e sti 4 fenomeni hanno fatto passare il primo calcolatore sotto la voce di calcolatrice , rimanendo quindi non in ambito elettronica (per quei tempi 1960.).
Nella fiera mondiale del 1965 a New York son riusciti a presentarla in uno standino....e' diventata l'attrazione della fiera :D
la NASA sulla Luna ci e' andata grazie alla PROGRAMMA 101 OLIVETTI FATTA DA 4 NOSTRI COMPAESANI!!!!!!! :D :D :D :D

Immagine
ORANGE COW BOY
Avatar utente
CREG
Zia PlatiCreg
 
Messaggi: 8191
Iscritto il: 10 feb 2009, 13:41
Località: CERNUSCO S/N (MI)

Re: La Programma 101 Olivetti

Messaggioda CREG » 4 lug 2011, 16:16

da wikipedia:
La denominazione di primo Personal Computer non va ovviamente intesa secondo l'accezione odierna, ma con il significato di macchina da calcolo per uso personale, che possiede un set di istruzioni interne ben definito, che lo classificano come computer, anche se la memoria per i dati temporanei e le costanti è molto limitata e l'informazione minima gestibile non è un valore binario ma un numero a 11 digit.

Progettata dall'Ing. Pier Giorgio Perotto alla Olivetti di Ivrea, la Programma 101 era in grado di fare le 4 operazioni oltre alla radice quadrata.

La memoria era organizzata in 10 registri, 3 dei quali di calcolo, 2 di memoria ed altri 3 di memoria dati e/o memoria di programma (ripartibili a seconda dell'esigenza). Gli ultimi due erano riservati alla memorizzazione del programma.

La stampa avveniva su un nastro di carta e i programmi potevano essere registrati su schede delle dimensioni approssimative di 10 cm × 20 cm che recavano due piste magnetiche leggibili una alla volta, inserendo la scheda prima in un senso, poi nell'altro.

La memoria di lavoro era costituita da una linea magnetostrittiva e l'elettronica era realizzata a componenti discreti (transistor e diodi montati su schede in resina fenolica: i microprocessori non esistevano ed i circuiti integrati erano ai primordi.

Lavorava con la precisione di 22 cifre a virgola fissa e 15 cifre decimali. La programmazione era analoga all'Assembler, ma più semplice: consentiva fondamentalmente lo scambio fra registri di memoria e registri di calcolo e le operazioni nei registri.

Per fare un esempio, il programma per calcolare i logaritmi occupava entrambe le facce di una scheda magnetica.
ORANGE COW BOY
Avatar utente
CREG
Zia PlatiCreg
 
Messaggi: 8191
Iscritto il: 10 feb 2009, 13:41
Località: CERNUSCO S/N (MI)

Re: La Programma 101 Olivetti

Messaggioda CREG » 4 lug 2011, 16:20

La novità della sua concezione è spiegata così dal suo progettista Pier Giorgio Perotto:

« Nel 1965 non esisteva l'idea stessa di strumento di elaborazione "personale", con programma, supporto magnetico per l'ingresso e l'uscita dei dati e delle istruzioni, totalmente autosufficiente, da mettere sulla scrivania di un qualsiasi impiegato di un ufficio. Potevamo pensare che la macchina avrebbe potuto più facilmente essere accolta negli ambienti tecnico-scientifici, ma anche lì c'era il timore che questi fossero abituati ad usare strumenti di elaborazione più potenti, anche se più scomodi e meno accessibili. Questi ambienti avrebbero rappresentato comunque un mercato abbastanza limitato. »
(Pier Giorgio Perotto, 1995, cit.)
« Si può dire che più che venduta veniva risucchiata dal mercato; e questo per il personale di vendita, abituato a sudare sette camicie per vendere un prodotto tradizionale, risultò un fatto assolutamente imprevisto e piacevole. »
(Pier Giorgio Perotto, 1995, cit.)

Presentata alla fiera di New York del 1965, riscosse un notevole interesse ed ebbe un buon successo di vendita grazie anche al suo costo relativamente limitato (3.200 dollari, contro i 25.000 di un PDP-8) e alla sua programmabilità senza l'intervento dei tecnici: in pochi anni ne furono venduti 44.000 esemplari in tutto il mondo, il 90% dei quali negli Stati Uniti. Le caratteristiche della macchina, potenzialmente rivoluzionarie, non vennero però percepite dai vertici aziendali Olivetti, orientati ancora alla promozione della propria tecnologia meccanica.

Il brevetto su soluzioni tecniche adottate dal P101 fu violato dalla società statunitense Hewlett Packard con la sua HP9100; ammettendo il fatto, l'HP accettò nel 1967 di versare 900.000 dollari di royalties alla Olivetti[1].
ORANGE COW BOY
Avatar utente
CREG
Zia PlatiCreg
 
Messaggi: 8191
Iscritto il: 10 feb 2009, 13:41
Località: CERNUSCO S/N (MI)

Re: La Programma 101 Olivetti

Messaggioda francosuper » 4 lug 2011, 17:02

:s-belpost:
- Da ragazzo guidavo una KTM SM950 poi diventai uomo e comprai una KTM ADV990 e il Peter Pan che è in me fu appagato!
- Su Facebook: Francesco Sanna MyKtm
Avatar utente
francosuper
 
Messaggi: 4127
Iscritto il: 11 feb 2009, 16:53
Località: Sardegna - Sassari

Re: La Programma 101 Olivetti

Messaggioda Gigiobu » 4 lug 2011, 17:41

Fai te ... e io che pensavo che fosse il Commodore Vic 20 :popcorn:

:lol:
Avatar utente
Gigiobu
 
Messaggi: 3821
Iscritto il: 22 ott 2010, 23:14

Re: La Programma 101 Olivetti

Messaggioda MasterOfPuppets » 4 lug 2011, 19:20

:clap: :clap: :clap: :clap:
...e come al solito, però, i geniacci di casa nostra hanno dovuto fare tutto di nascosto e sono stati capiti solo in america, proprio come accade ancora oggi :roll:
Altrimenti conoosciuto come Karotone

Randagi Su Di Giri - Piacenza

- la KTM è una moto da q-loni -
Avatar utente
MasterOfPuppets
 
Messaggi: 2651
Iscritto il: 24 gen 2011, 8:55
Località: Lugagnano Val d'Arda (PC)

Re: La Programma 101 Olivetti

Messaggioda tocram » 4 lug 2011, 23:19

MasterOfPuppets ha scritto::clap: :clap: :clap: :clap:
...e come al solito, però, i geniacci di casa nostra hanno dovuto fare tutto di nascosto e sono stati capiti solo in america, proprio come accade ancora oggi :roll:


:? vero!
Avatar utente
tocram
Patato Moderatore
 
Messaggi: 14526
Iscritto il: 10 feb 2009, 1:13
Località: Pavia

Re: La Programma 101 Olivetti

Messaggioda gms » 4 lug 2011, 23:24

...io lo sapevo :geek: :geek: :geek: :geek:

ma sai quante altre situazioni analoghe puoi trovare? vogliamo parlare di telefono??? e mille emille altre situazioni. arriviamo sempre primi... per poi ritrovarci ultimi...

da un lato senti l'italico orgoglio...dall'altra...un fortissimo giramento di palle :evil: :evil: :evil:
Avatar utente
gms
 
Messaggi: 2248
Iscritto il: 14 feb 2009, 10:02
Località: valle stura di Demonte e mezzo piede in Provenza

Re: La Programma 101 Olivetti

Messaggioda Skeb21 » 5 lug 2011, 2:36

mi viene da dire... "pensa te!"
bella Creggone ci sta sempre qualche nozione di cultura generale, specialmente se made in Italy!
exSuper DukeR - EXC 450 - Duke 690
"Skeb possiede la saggezza del motociclista e l'ignoranza dell'asfalto." - I pazzi osano dove gli angeli temono
Avatar utente
Skeb21
Moderatore
 
Messaggi: 5429
Iscritto il: 12 mag 2009, 15:41
Località: Milano

Re: La Programma 101 Olivetti

Messaggioda Dade » 5 lug 2011, 9:43

Creg se ti affascinano queste cose... prova a cerca informazioni sui computer analogici oppure meglio ancora le calcolatrici meccaniche tascabili... ( http://www.vcalc.net/cu.htm )
DADE -
Avatar utente
Dade
Moderatore
 
Messaggi: 9063
Iscritto il: 6 feb 2009, 21:16
Località: Dal pianeta delle scimmie!

Prossimo

Torna a Joe Bar

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite