KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Antidoping 2010

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Antidoping 2010

Messaggio » 13/02/2010, 15:02

Le modifiche all'Antidoping Code FMI
Informazioni su TUE (Esenzione a fini terapeutici) e DoU (Dichiarazioni di uso)


Immagine

L'Antidoping Code FMI, entrato in vigore il 1° gennaio 2010, ha subito alcune modifiche in accordo con il WADA (codice antidoping mondiale 2010) e con il nuovo standard internazionale per l'esenzione a fini terapeutici (ISTUE). Le più significative modifiche per il 2010 sono le seguenti:
occorre una TUE (Esenzione a fini terapeutici) per
tutti i trattamenti che comportano l'uso di sostanze o metodi proibiti indicati nella "Lista delle sostanze e metodi proibiti".

(L'antidoping Code FIM è reperibile su www.fim-live.com/en/fim/fim-organisation/medical/).
Sono inclusi (cioè richiedono TUE):

Asma
• Terbutalina e formoterolo (beta 2 agonisti)
• Glucocorticoidi (vietati in competizione) se somministrati per bocca, per vena, per intramuscolare, per via rettale.

Occorre soltanto una DoU (Dichiarazione di uso) per:
• Salbutamolo e Salmeterolo solo per inalazione purché o già registrati sul sistema ADAMS (per coloro che sono elencati fra gli RTP) o dichiarati al momento del controllo antidoping.
• Attenzione però: se il Salbutamolo risulta nelle urine superiore a 1.000 nanogrammi per ml è tuttora proibito. In questi casi vi è, infatti, grave sospetto che la sostanza non sia stata assunta per inalazione e il pilota ha il compito di dimostrare con uno studio farmacocinetico che il valore alto trovato nelle urine deriva veramente solo da uso per inalazione (massimo 1.600 microgrammi/24h).
• Glucocorticoidi: se somministrati intrarticolari (nell'articolazione), periarticolari (intorno all'articolazione), peritendinei (introno al tendine), epidurali (nella colonna vertebrale), intradermiche (nella pelle) e per via inalatoria.

Non è richiesta TUE (Esenzione a fini terapeutici) e neppure la dichiarazione che se ne fa uso per:
• Uso topico (locale) di glucocorticoidi (cortisone in preparazioni per uso locale) nelle forme farmaceutiche per uso auricolare, boccale, dermatologico, gengivale, nasale, oftalmico e perianale.

Attenzione: la pseudoefedrina è proibita se il suo dosaggio risulta superiore a 150 microgrammi/ml. Porre molta attenzione perché la pseudo efedrina è un comune ingrediente di moltissimi prodotti FMI - Federazione Motociclistica Italiana 2 farmaceutici frequentemente usati per influenza e raffreddore. Potrebbe non essere presente il bollino indicativo di sostanza dopante.
Le infusioni venose, fleboclisi, sono vietate eccetto che per quelle legittimamente praticate in corso di ricoveri ospedalieri o per indagini cliniche.

È bene ricordare:

1. Cos'è una Esenzione a fini terapeutici (termine internazionale TUE)? Il pilota come ogni persona può presentare malattie o condizioni che richiedono l'assunzione di particolari farmaci. Se la sostanza che si deve utilizzare per terapia è nella lista delle sostanze vietate, è assolutamente necessario presentare una TUE che sarà esaminata ed eventualmente approvata dal board FIM. Se Il board approva, rilascia un certificato di autorizzazione.
In questi casi, il pilota ha la possibilità di presentare insieme al suo medico curante una TUE (richiesta di esenzione a fini terapeutici), cioè il permesso all'uso solo per terapia della sostanza o metodo che è nella lista delle sostanze e metodi vietati.

2. Quali sono i criteri per accettare una TUE?
I criteri sono:
a) Il pilota può subire un significativo danno alla salute se la sostanza o metodo vietato viene sospeso durante il trattamento di una condizione clinica acuta o cronica.
b) L'uso della sostanza o metodo non migliora la performance atletica e può accelerare il ritorno alla normalità.
c) Non è considerato accettabile l'uso di sostanze o metodi vietati che favoriscono l' incremento di bassi – normali livelli di ormoni endogeni.
d) Non esiste una ragionevole alternativa terapeutica alla sostanza o metodo vietato.
e) La indicazione all'uso di sostanze o metodi vietati non può essere conseguenza, totalmente o in parte, di un uso precedente, senza TUE, se la sostanza o il metodo erano già proibiti in quel tempo.

3. Piloti impegnati nei Mondiali e gare FIM.
I piloti nelle condizioni sopraindicate che partecipano a gare FIM secondo l'art. 4.4.2 dell'Antidoping Code devono presentare alla segreteria esecutiva FIM una richiesta TUE utilizzando gli appositi moduli.
Il modulo deve essere leggibile, scritto in inglese o francese e presentato non meno di 30 gg prima della partecipazione a un evento FIM: il modulo può essere recuperato sul sito: www.fimlive. com/en/fim/fim-organisation/medical/.
Il modulo TUE deve comprendere una documentazione completa che contenga i risultati degli esami, le indagini di laboratorio, gli studi di imaging eseguiti relativi alla indicazione terapeutica e una chiara esposizione del perché non possono essere prescritti farmaci alternativi non proibiti.

4. Il board FIM
Il board FIM è costituito da medici che esaminano prontamente la richiesta del pilota in stretto accordo con lo standard internazionale per uso terapeutico (reperibile nel sito WADA www.wada.ama.org) e, se l'esenzione è consentita, invia al pilota un certificato di approvazione per uso terapeutico che porta una data di termine. Se non viene concessa l'autorizzazione, il pilota viene informato.
La domanda di TUE non può essere retroattiva salvo che:
a) Era necessario un trattamento per una condizione clinica di emergenza, oppure
b) Date eccezionali circostanze, non vi era tempo o opportunità sufficienti per il pilota di presentare modulo di richiesta di TUE al Borad FIM o di esaminare la richiesta prima del controllo antidoping.

5. Cos'è una Dichiarazione di uso?
La lista vietata identifica certe sostanze e metodi che non sono proibiti, ma per i quali è richiesto al pilota di compilare una "dichiarazione di uso". Il pilota soddisfa questa richiesta dichiarando l'uso della sostanza durante il controllo antidoping oppure quando disponibile può far verificare su ADAMS quando ne ha iniziato l'uso.

6. Piloti che gareggiano in eventi internazionali o nazionali.
Secondo l'art. 4.4.3 dell'Antidoping Code, i piloti che necessitano di sostanze o metodi vietati devono ottenere una TUE (esenzione a fini terapeutici) dalla Organizzazione Antidoping nazionale (NADO) e seguire le regole della loro NADO. La FMI prontamente notificherà alla FIM e WADA queste TUE.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: akilao, Ale80, Arvy77, Auron1993, Bat21, Bing [Bot], collins, commodoro, Corbe155, dakanzi, deba88, enrico990, Gimmy, Google [Bot], ivanuccio, kappanera, klello, KTmummu, lucajoebar, MSNbot Media, pigbull, pol-triple, Riddler, Rsonsini, sersim, Spacemark87, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

forum ktm