KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Intervista a Musquin e Nagl

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Intervista a Musquin e Nagl

Messaggio » 13/10/2009, 22:55

Musquin è il neo campione del mondo MX2 con la KTM ed è salito sul podio al Nazioni. Nagl nel 2010 sarà in squadra col nostro Cairoli, correranno col nuovo 350 a iniezione?

I campioni Orange
Con l'occasione della nostra prova delle KTM ufficiali che hanno corso e vinto nei mondiali di Motocross (di cui leggerete la recensione nei prossimi giorni), abbiamo rivolto alcune domande al campione del mondo della MX2, il francese Marvin Musquin, e al futuro compagno di squadra di Antonio Cairoli, il tedesco Maximilian Nagl.
Sì, perché nel 2010 il campione di Messina affronterà il mondiale MX1 con le moto austriache con la tabella numero 1 ben visibile!

Intervista a Marvin Musquin
Sei soddisfatto del risultato della Francia al MXDN in Italia?
M.M.: "In realtà noi eravamo li per vincere, eravamo molto carichi ed avevamo una squadra veramente forte e competitiva. Abbiamo tutti corso molto bene, ma la fortuna non è stata dalla nostra parte e le gare sono così. Personalmente sono soddisfatto, perché ho corso bene ed ho fatto delle buoni manche".

Come ti sei trovato a lottare con la piccola 250 contro la MX1 e la Open?
M.M.: "Durante la giornata di sabato, la differenza era minima, tanto è vero che i tempi di qualifica tra MX2 e MX1 erano molto simili. Domenica però la pista si è scavata parecchio e mano a mano percepivo sempre di più la diversità di potenza tra le varie classi. Quando mi ha passato David (Philippaerts, ndr) nel tratto di sabbia veloce non ho avuto alcun modo di replicare perché in poco tempo mi ha preso subito parecchi metri".

Come hai sviluppato il tuo incredibile stile di guida?
M.M.: "Non ci ho prestato particolare attenzione, mi viene molto naturale. Guido in questo modo da sempre e ritengo di essere uno degli interpreti migliori della nuova generazione di piloti (il suo stile è unico, si muove come un gatto sulla moto e sembra fare la metà della fatica dei suoi avversari, ndr)".

Quali sono i tuoi programmi futuri?
M.M.: "Per il 2010 sarò sicuramente qui a difendere il mio titolo nella MX2. La competizione è sempre molto alta e molti altri piloti giovani si sono dimostrati forti in questo finale di stagione. Per il 2011 ci sto pensando, e non nascondo il mio desiderio di poter volare oltreoceano".

Come hai trovato la nazionale americana. Ha vinto per bravura, o anche per fortuna?
M.M.: "L'America quest'anno è stata davvero fortunata, è questo il motivo per cui ha vinto. Se andiamo a guardare le manche, nella terza dove ci sono state le cadute più grandi, sono state eliminate tutte le squadre più forti, come noi, l'Italia e l'Australia".

Un tuo giudizio, in veste di pilota, sull'organizzazione italiana del MXDN.
M.M.: "A partire dalla pista è stato tutto fantastico! Il fondo era perfetto, il pubblico numeroso, la giornata incredibile ed il contesto dell'autodromo hanno fatto da cornice ad un evento straordinario".

Immagine
Marvin Musquin al Nazioni in Italia. La Francia, candidata insieme all'Italia alla vittoria, è giunta seconda alle spalle degli States

Immagine
Marvin Musquin

Immagine

Immagine
Marvin sul podio del Nazioni (primo da sinistra) insieme ai vincitori USA

Intervista a Maximilian Nagl
Cosa ne pensi di essere in squadra con il campione del mondo della MX1, Cairoli?
M.N.: "Per me è davvero un grande stimolo. Avere in squadra un campione come lui mi farà crescere ancora di più anche se non sarà facile convivere, avendo entrambi il desiderio di vincere. Il fatto è che sono spesso stato secondo e quindi se arrivo dietro non è un problema, ma se invece arrivassi davanti credo potrebbe portare delle tensioni".

Un tuo parere sull'eventualità di correre in MX1 col 350 a iniezione elettronica.
M.N.: "Ho provato già un po' di tempo fa il 350 e va davvero forte. E' molto più maneggevole della 450 e non manca poi più di tanto in termini di potenza. Io però conosco la mia moto ormai da qualche anno, so come sfruttarla e soprattutto sono sicuro che è affidabile al 100%. Una moto nuova può sempre riservare qualche sorpresa. E poi a me piace comunque avere tanta potenza perché ho del margine con cui posso giocare in caso di bisogno".

Tanti infortuni del 2009 in MX1 da cosa sono dipesi? Piste pericolose, moto grosse e potenti o solo sfortuna?
M.N.: "Il fattore principale è il livello che sta continuamente salendo. Noi piloti siamo sempre più al limite e siamo sempre più veloci e quindi, stando vicino al limite, è facile sbagliare e farsi male. E le grosse 450 non perdonano gli errori facilmente".

Chi vedi vincitore della classe MX1 2010?
M.N.: "Io e Antonio saremo li per vincere! Io ho il vantaggio di non aver nulla da perdere, lui sì!".

Immagine
Maximilian Nagl al MXON 2009

Immagine
Maximilian Nagl

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Google [Bot], MSNbot Media, saintz, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

forum ktm

cron