KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

36 squadre iscritte al Nazioni

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

36 squadre iscritte al Nazioni

Messaggio » 09/09/2009, 22:46

Immagine

Ecco la lista delle nazioni ed i piloti iscritti alla gara
Il Red Bull FIM Motocross delle Nazioni quest'anno vedrà la partecipazione di 36 squadre per un totale di 108 piloti, cosa che non è mai avvenuta nelle precedenti 62 edizioni del più importante evento fuoristrada nel mondo.

La presenza delle prime 10 squadre in classifica dell'edizione 2008 è confermata, con il Team USA che cercherà di mantenere la loro striscia vincente. L’Italia, paese nuovamente ospite dell’evento dopo il Nazioni 1986 a Maggiora, gioca in casa. Con in squadra il neo Campione del Mondo MX1 Tony Cairoli cercherà di strappare il Trofeo al paese campione in carica, gli Stati Uniti.

Ecco l'elenco delle nazioni iscritte alla gara del prossimo 4 ottobre a Franciacorta

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

fonte motosprint.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: 36 squadre iscritte al Nazioni

Messaggio » 09/09/2009, 23:01

Motocross delle Nazioni senza "Bubba" Stewart

Il campione americano salterà il Cross delle Nazioni a Franciacorta: vi spieghiamo le sue ragioni. L'Italia si presenta agguerritissima, ma dovrà fare i conti con USA, Francia, Belgio e Germania.


Il weekend del 3 e 4 ottobre è già segnato in rosso sul calendario degli appassionati di Motocross: a Castrezzato, presso l'Autrodromo Daniel Bonara di Franciacorta, assisteremo al 63° Motocross delle Nazioni, la sfida che ogni anno vede contrapposte le squadre nazionali, rappresentate dai più forti piloti che prendono parte alle competizioni internazionali sulle due sponde dell'oceano.
Per i malati di fango & tassello il Cross delle Nazioni è certamente l'evento clou della stagione, l'unico in cui possiamo godere della sfida tra i campioni delle varie classi (MX1, MX2 ed MX3) e dei vari tornei. Da sempre il confronto più atteso è quello tra la scuola americana (Supercross e National Outdoor) e quella europea (Campionato del Mondo).
Vi anticipiamo subito che Lui, il pilota di motocross afro-americano più forte al mondo (almeno così da molti è giudicato), non sarà a Franciacorta per volere del commissario tecnico americano Roger De Coster.

Tony Cairoli VS James Stewart. La sfida è rimandata
James "Bubba" Stewart è stato escluso dal dream team USA in virtù della decisione sua e del team Yamaha di correre esclusivamente il Campionato di Supercross, trascurando quindi le gare outdoor nel 2009.
De Coster ha scelto i piloti che meglio si sono comportati nel Motocross tradizionale: Ryan Dungey (MX1), Jake Weimer (MX2) e Ivan Tedesco (MX3).
Nessun attrito tra De Coster e Bubba, lo stesso Stewart lo dice chiaramente a Cyclenews.com : "Roger ha fatto una scelta ottima! Quest'anno col mio nuovo team non ho mai corso gare outdoor e penso che il tecnico abbia fatto bene a selezionare i migliori giovani piloti che hanno ben figurato nel motocross tradizionale. Il team USA ha ottime chance di riportare il Trofeo in America!".
E' facile ipotizzare che nel 2009 Stewart abbia corso solo il Supercross a causa dei tagli di budget della Yamaha, che ha preferito concentrare le risorse disponibili sul torneo che in Nord America riscuote il maggiore consenso tra il pubblico.

Maglia Azzurra punta in alto. Ma gli avversari non staranno a guardare
D'accordo, mancano all'appello Stewart e Villopoto (infortunato). Ma non sottovalutiamo i campioni americani: i 3 candidati sono velocissimi e, quando c'è in gioco l'orgoglio della bandiera, sanno riversare in pista una cattiveria agonistica spaventosa.
L'Italia si candida a un ruolo da sicura protagonista. Conta sugli ultimi due campioni del mondo della MX1 (fa effetto persino scriverlo!), Antonio Cairoli e David Philippaerts, affiancati dal mastino bergamasco Davide Guarneri, chiamato a una prestazione consistente, che privilegi il risultato della squadra.
I fantastici tre non avranno vita facile. Tra le 36 Nazioni accreditate e i 108 piloti iscritti figurano i 10 migliori team del 2008.
La nazionale italiana dovrà guardarsi le spalle dalla Francia (Aubin, Musquin, Paulin) e dal fortissimo Belgio (Desalle, Roelants, Ramon).
Per la prima volta, nella rosa delle candidate al Trofeo delle Nazioni, includiamo anche la Germania, forte del nuovo compagno di squadra di Cairoli, Maximiliam Nagl, e del funambolo 15enne della MX2, Ken Roczen. La vera incognita è rappresentata dalla terza guida (Schiffer), che potrebbe limitare le prestazioni della compagine tedesca, sulla carta davvero temibile.

Di buone ragioni per non mancare al Motocross delle Nazioni ce ne sono quindi parecchie, a cominciare dal supporto alla nostra Maglia Azzurra.
La sfida Cairoli versus Stewart è solo rimandata: il 2010 potrebbe essere l'ultima stagione europea del siciliano volante, sempre più attratto dal Supercross dello zio Sam.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: AlessandroK500, Arvy77, barba990, Bing [Bot], cross196, Fra28, Gerko, Google [Bot], IW1EIX, Mic74, mikifly, misterkap, THE ONE, Yahoo [Bot], zoccaKTM

SEO Search Tags

cairoli vs bubba      forum ktm      desalle mx1 squadre nazioni