KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

SBK gara1 Nurburgring:Ben Spies piega Haga

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

SBK gara1 Nurburgring:Ben Spies piega Haga

Messaggioda bradipo ita » 6 set 2009, 13:16

Immagine

L’americano batte il giapponese della Ducati.

Incedibile gara di Ben Spies (Yamaha), che ha piegato un coriaceo Noriyuki Haga (Ducati), secondo sotto la bandiera a scacchi. L’americano è partito in sordina, ha lottato prima con Jonathan Rea (Honda), quarto al traguardo, e poi si è messo alla caccia di Haga, partito fortissimo.
E' stata anche una gara di nervi quella condotta da Spies che ha meritatamente (senza se e senza ma) vinto gara 1 qui al Nurburgring. L'americano ha lasciato andare via Haga poi lo ha raggiunto e superato, controllandolo ogni metro e "chiudendogli" ogni passaggio. Non ha fatto un errore ed ora si avvicina a gara 2 con la voglia del sorpasso.
Haga ha lottato come sappiamo che sa fare ma si è dovuto arrendere. Si è rivista la Honda ma lontana dalla coppia di testa. Bene Biaggi che ha portato a casa un altro quinto posto che gli consente di confermare la posizione nel mondiale.

SUBITO BANDIERA ROSSA - Partiva male gara 1 per un incidente al primo giro che vedeva coinvolti Parkes, Tamada e Hopkins (oltre a iannuzzo) che costringeva la Direzione Gara ad esporre bandiera rossa. Hopkins e Tamada venivano portati al Centro Medico per controlli. Le loro condizioni, stando alle dichiarazioni ufficiali, non sembrano destare preoccupazione.
Al nuovo via Haga partiva velocissimo e guadagnava subito alcuni metri su Rea, Spies, Corser, Biaggi, Fabrizio e via via tutti gli altri.
Uno scatenato Jonathan Rea provava ad avvicinarsi ad Haga, tallonato da vicino da Spies e da un incredibile Corser, attaccato alla gomma posteriore dell'americano. Alla fine del terzo giro Rea era alle spalle di Haga e provava a superarlo sul traguardo ma il giapponese non mollava. Dietro al quartetto di testa troviamo un determinato Biaggi che, come promesso "...ce la sta mettendo tutta".
Al quinto giro Haga aveva nuovamente un vantaggio di circa un secondo su Spies che doveva guardarsi da Rea che continuava ad attaccarlo. Corser doveva vedersela da Biaggi che si stava facendo sotto mentre anche Fabrizio si avvicinava tirandosi dietro Checa. Due giri dopo si scatenava Spies che si buttava all'inseguimento del giapponese girando sull'1'56"6, tempo al quale rispondeva senza problemi Haga (1'56"8).

SPIES SUPERA HAGA - A metà gara Spies era alle spalle di Haga e si profilava un duello per la vittoria. Jonathan Rea era ad oltre due secondi e ne aveva altrettanti nei confronti di Corser, Checa, Biaggi, Fabrizio ed Haslam. Nel corso dell'undicesimo passaggio Spies sorpassava con apparente grande facilità Nori Haga e passava in testa.
Come quasi sempre accade nel motociclismo, Haga sapeva che doveva farcela da solo (così come Spies il cui compagno di squadra Sykes era nono): la prima Ducati era quella di Fabrizio - molto teso in questo week end dopo le prove - ottava a oltre sette secondi.
Il pilota della Ducati non mollava ed era praticamente attaccato all'americano. Nel frattempo anche Biaggi aveva superato Corser portandosi al quinto posto
A due terzi di gara in testa troviamo Spies ed Haga che hanno un vantaggio di cinque secondi e mezzo sulla coppia Honda composta da Rea e Checa (aria di rinnovo di contratto?). Biaggi è quinto tallonato da Haslam.
Il 18° giro è fantastico: Haga tentava il sorpasso su Spies e ci riusciva ma andava largo consentendo all'americano di tornare in testa. I due "sbacchettavano" vistosamente e a ogni curva
Haga provava a passare tentando di innervosire il pilota della Yamaha.
Alla fine del penultimo giro Spies passava con mezzo secondo di vantaggio su Haga che sembrava aver mollato volendo portare a casa il secondo posto. Checa dal canto suo superava Rea e saliva sul podio, mentre Biaggi difendeva il quinto posto dagli attacchi di Haslam.
La gara si concludeva in questo ordine mentre Corser veniva superato nel finale da Fabrizio che finiva settimo.
L'unico altro italiano in classifica era Luca Scassa, sedicesimo, Iannuzzo si era ritirato e Baiocco caduto.
A questo punto Haga ha solo due punti di vantaggio su Spies mentre Fabrizio è ormai a 54 punti. Biaggi si conferma in quanta posizione.

LA CLASSIFICA:
1 Spies B. (USA) Yamaha YZF R1 39'04.818
(157,737 kph)
2 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 3.850
3 Checa C. (ESP) Honda CBR1000RR 6.990
4 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 7.109
5 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 12.825
6 Haslam L. (GBR) Honda CBR1000RR 13.243
7 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 14.223
8 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 14.382
9 Sykes T. (GBR) Yamaha YZF R1 17.206
10 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 26.547
11 Lagrive M. (FRA) Honda CBR1000RR 27.388
12 Muggeridge K. (AUS) Suzuki GSX-R 1000 K9 30.968
13 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 31.069
14 Kiyonari R. (JPN) Honda CBR1000RR 31.188
15 Kagayama Y. (JPN) Suzuki GSX-R 1000 K9 40.165
16 Scassa L. (ITA) Kawasaki ZX 10R 54.897
17 Salom D. (ESP) Kawasaki ZX 10R 1'01.958
18 Resch R. (AUT) Suzuki GSX-R 1000 K9 a un giro



(fonte:GPone)
"Oggi é ricco chi é padrone del suo tempo. Buona vita.''
Avatar utente
bradipo ita
 
Messaggi: 5261
Iscritto il: 22 gen 2009, 0:47
Località: Trieste

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron