KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Rossi,Aoyama,Smith sono i primi in griglia.

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Rossi,Aoyama,Smith sono i primi in griglia.

Messaggioda bradipo ita » 6 set 2009, 3:51

Immagine


Rossi da... somaro a primo della classe: pole davanti a Pedrosa e Lorenzo. 7° De Angelis
Da somaro a primo della classe: Valentino Rossi ha centrato la pole del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini con una prestazione magistrale, infliggendo oltre due decimi a Dani Pedrosa, ma soprattutto quasi mezzo secondo al compagno di squadra e grande rivale Jorge Lorenzo, soltanto terzo.

Il divario tra il pesarese e il maiorchino alla fine è quindi stato molto superiore di quanto si potesse immaginare, dopo che nei turni di libere la differenza tra i due si era sempre contata in centesimi.

Mezzo secondo che domani si ridurrà a un vantaggio psicologico e a pochi metri, quelli che separano la prima piazzola di partenza dalla terza, l’ultima della prima fila (a proposito, nonostante tutto Lorenzo sta estendendo il suo record di qualificazioni consecutive sempre in prima fila).

Rossi appare comunque in vantaggio anche sul passo gara: nelle libere del mattino, nonostante abbia fatto run molto più corti di Lorenzo, ha mostrato un ritmo molto buono, attorno a 1’34” alto, mentre “Por Fuera” si è attestato su 1’35” basso, pur avendo infilato prima 15 poi 12 giri consecutivi.

Il turno di qualifiche si è giocato tutto nei secondi successivi alla fine del turno: sul ring Lorenzo, Rossi e Pedrosa, che hanno effettuato i loro ultimi tentativi in questo ordine. L’ha spuntata Valentino con un giro quasi perfetto, mentre sia Jorge che Dani dopo un paio di caschetti rossi hanno dovuto alzare bandiera bianca.

“Questo pomeriggio la pista offriva meno grip – è stato il commento di Valentino Rossi, alla sesta pole dell’anno - All’inizio del turno ho avuto un po’ di difficoltà a tenere un buon passo, ma poi abbiamo modificato il setting e le cose sono migliorate. Alla fine ho ovviamente provato ad ottenere la pole: è stata una lotta eccitante anche perché avevo solo 3 minuti a disposizione per sfruttare la mia ultima gomma morbida. Sono rientrato per cambiarla un po’ tardi, ma siamo riusciti a fare un pit con tempi da… Formula 1! In ogni caso, la gara è domani… spero che ci sarà tanto pubblico, proveremo a divertirci!”.

Jorge Lorenzo non è parso comunque molto preoccupato, convinto di avere un passo gara in grado di mantenerlo in lotta per la vittoria: “Purtroppo non siamo riusciti ad essere molto veloci con la gomma morbida – ha commentato lo spagnolo – ma abbiamo un buon passo di gara. Domani sarà importante la tenuta fisica, con questo caldo”.

Peccato per Alex De Angelis, velocissimo nelle libere, ma che alla fine dovrà partire soltanto settimo, complice un errore che lo ha portato fuori pista all’ultima curva in uno dei suoi ultimi tentativi.

Ottavo Andrea Dovizioso, davanti a Randy De Puniet e a Loris Capirossi, decimo con la prima delle due Suzuki. Kallio scatterà undicesimo con la Ducati ex Stoner davanti a Marco Melandri. Sedicesimo e penultimo Niccolò Canepa.




Sei pole il bottino stagionale di Valentino Rossi, il più veloce in 4 degli ultimi 5 gran premi disputati. Però solo nel 50% dei casi la pole gli è valsa la vittoria (Assen, Sachsenring e Brno). In carriera le pole salgono a quota 58 in 223 gp


CLASSIFICA POLE 2009

6 Rossi
4 Lorenzo
2 Pedrosa
1 Stoner


250: Aoyama in pole, Barbera 2°. Romagnoli vicini, Bautista 8°
Aoyama non molla: il giapponese del team Scot 250 ha centrato a Misano una pole position importantissima in ottica mondiale, dato che domani partirà davanti ai suoi due rivali in classifica Simoncelli (terzo) e Bautista, soltanto ottavo.

Una dimostrazione di forza in un momento in cui sembrava che “Hiro” potesse soltanto difendersi di fronte ai ripetuti attacchi del romagnolo e dello spagnolo: ciò significa che domani Aoyama non soltanto difenderà con i denti il suo vantaggio in classifica - 16 punti su Bautista, 27 su Simoncelli – ma se ci riuscirà proverà anche ad attaccare.

Col tempo di 1’38”867, Aoyama ha sopravanzato di soli 8 millesimi Hector Barbera, mentre Simoncelli si è dovuto accontentare della terza piazza, staccato dal giapponese di 171 millesimi.

SuperSic è in ogni caso reduce da due vittorie e domani sarà un osso duro per tutti, mentre Bautista, qui vincitore l’anno scorso, è apparso più sottotono, soltanto ottavo e staccato di quasi un secondo dalla pole.

La prima fila è chiusa da Mattia Pasini, autore del quarto tempo, con qualche rammarico: “Non sono molto contento – ha infatti detto Mattia – nella parte finale delle qualifiche ho fatto un po’ troppi errori, avrei anche potuto fare la pole”.

Seconda fila per Di Meglio, Debon, Faubel e, come detto, Bautista. Nono Roberto Locatelli con la seconda Gilera.

Quindicesimo Alex Baldolini, sedicesimo Raffaele De Rosa.


125: Smith beffa Simon per 16 millesimi. Iannone 3°, Corsi 8°
Bradley Smith partirà domani in pole nel Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini classe 125. L’inglese del team Aspar ha soffiato il miglior tempo al compagno di squadra e leader del Mondiale, Julian Simon, per soli 16 millesimi allo scadere della sessione.

Una vera e propria beffa per Julito, rimasto praticamente per tutto il turno al comando limando giro dopo giro il proprio tempo. Nel suo ultimo tentativo, il migliore fino al terzo settore, Simon ha però trovato traffico senza riuscire a progredire ulteriormente. Smith, alla terza pole stagionale dopo quelle del Mugello e di Donington, ha sfruttato bene l’occasione scendendo a 1’43”727, abbassando di 2 millesimi (!) il record della pista (Talmacsi, 2008) ma soprattutto di 16 millesimi il crono del suo team-mate.

Un bel colpo per l’inglesino di Oxford, che deve assolutamente attaccare per mantenere viva la lotta per il mondiale. In ogni caso Simon nelle cinque occasioni in cui ha siglato la pole quest’anno è riuscito a vincere soltanto una volta, al Sachsenring. Magari, partire dalla seconda piazza gli porterà più fortuna…

Terzo in extremis il nostro Andrea Iannone, staccato da Smith di poco più di un decimo. L’abruzzese è stato costantemente veloce rimanendo anche al comando nelle prime battute, e domani sarà sicuramente un pretendente alla vittoria.

La prima fila è chiusa da Nico Terol, seguito da altri tre spagnoli: Gadea, Espargarò e Marc Marquez con la KTM. Simone Corsi andrà a chiudere la seconda fila con l’ottavo tempo.

Buon sedicesimo posto per Lugi Morciano, mentre partirà ventesimo Zanetti, 21° Tonucci, 26° Moretti, 30° Savadori, 32° Marconi, 36° Vitali.

(fonte:GPone)
"Oggi é ricco chi é padrone del suo tempo. Buona vita.''
Avatar utente
bradipo ita
 
Messaggi: 5261
Iscritto il: 22 gen 2009, 0:47
Località: Trieste

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite