KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Internazionali d'Italia Supercross

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Internazionali d'Italia Supercross

Messaggioda jenk » 31 ago 2009, 22:03

Titoli ad Angelo Pellegrini e Cucini
Pellegrini si aggiudica il titolo e lo dedica al fratello Luca, gravemente infortunato nelle scorse settimane


Immagine

Grande spettacolo e tensione alle stelle per il doppio appuntamento finale di Rapolano degli Internazionali d'Italia Supercross 2009.
Fin dal venerdì pomeriggio (Round #5), Pellegrini sembra concentrato e deciso a sfruttare il "match point" che il vantaggio acquisito in classifica gli consente di avere. Miglior tempo nelle prove cronometrate, e vittoria meritata nella Heat 2, dove riesce a regolare Mannevy (Suzuki Toshiba Racing). Allo stesso modo appare deciso il suo rivale per il titolo Chicco Chiodi (Suzuki Valenti MX Racing), il grande campione, temutissimo e sempre pronto ad imporre la sua legge, come accade quando domina la Heat 1. C'è suspence al cancelletto del Main Event: parte bene come sempre Chiodi, riuscendo a mettere la sua ruota davanti a tutti. Dietro di lui Mannevy, l'outsider di turno, è davanti a Pellegrini, il quale cerca in tutti i modi di passarlo. Con Chiodi che sta scappando, Pellegrini cerca di forzare al massimo sulle woops, ma è protagonista di una brutta scivolata alla curva seguente. Però le sorprese e le emozioni nel Supercross non finiscono mai, perché al 6° giro è Chiodi, in fuga, a cadere proprio sulle woops: si rialza prontamente, ma l'ammortizzatore posteriore è danneggiato e conclude così ottavo. Mannevy prende il comando, ma Pellegrini non si accontenta e con uno strepitoso recupero negli ultimi giri, si presenta secondo alla bandiera bianca, per poi sorpassare magistralmente il francese all'ultima curva ed essere primo alla bandiera a scacchi. Un Angelo spettacolare nella sua ultima serie di woops: riesce a sfruttare l'esiguo spazio che Mannevy, forse già sicuro della vittoria, gli lascia in uscita di curva. Un finale emozionante degno di un campionato altrettanto entusiasmante e spettacolare!
Nella gara del sabato (Round #6), ancora una volta sono Chiodi e Pellegrini ad aggiudicarsi le due Heat di qualificazione, mentre è Valente (Suzuki Valenti MX Racing) ad aggiudicarsi la LCQ, dimostrando di essere la sorpresa di questa doppia giornata di gara, dopo il 5° posto di Round #5. Finale combattuta fino all'ultimo, con Mannevy che scappa in testa seguito dal duo Chiodi – Pellegrini, fino a che il già Campione d'Italia, aumenta il ritmo, riuscendo a raggiungere all'ultima curva il francese, il quale però quest volta gli chiude la porta, ottenendo così la sua prima vittoria stagionale ed il secondo posto in campionato.
Buone prove come sempre per Dami (Honda PVD Racing), che colleziona un terzo e un quarto posto nelle due serate rapolanesi, per Stevanini (Suzuki Italparts) sempre a ridosso dei primi e per Bacci (Honda A-Team Fogliaro Racing), che ha dimostrato una crescita costante durante tutto il campionato.

Nella classe delle giovani promesse, la SXJ, Cucini (Suzuki Banzai/Valenti MX) riesce nell'impresa di vincere il campionato con una gara di anticipo. Un campionato che ha visto un crescita esponenziale dei suoi partecipanti, i quali si sono alternati fra Stage FMI di Supercross, appositamente dedicati a loro, e gare mozzafiato, che hanno scatenato gliapplausi. Nella serata di venerdì, Cucini vince la quarta gara sulle cinque fin qui disputate, anche se deve lottare fino in fondo con De Pietri (Suzuki Magic FIve Blue Bike). Nella serata di sabato i due si scambiano di posto ed è De Pietri a conquistare la sua prima vittoria stagionale, dopo tre podi collezionati nelle gare precedenti. Terzo entrambe le serate Croci (KTM Union Bike), salgono sul podio anche De Nicola (KTM Dengio Team), Toccaceli (Suzuki San Marino) e Bersanelli (Yamaha Big Jump).

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Internazionali d'Italia Supercross

Messaggioda jenk » 31 ago 2009, 22:04

INTERNAZIONALI SX - RACE REPORT


E’ un grido di gioia che rimane strozzato in gola, quello di Angelo Pellegrini (Suzuki Moto World), che si aggiudica il titolo di Campione d’Italia degli Internazionali di Supercross 2009, dopo il grave incidente occorso al fratello Luca nelle scorse settimane. Per questo motivo ha corso con il numero del fratello Luca sulla tabella rossa di leader in classifica, portandolo alla vittoria di giornata ed a quella di campionato. La tensione della gara va di pari passo con la preoccupazione delle condizioni fisiche del fratello, ma Angelo riesce lo stesso ad apparire freddo a tal punto da vincere in rimonta dopo una rovinosa caduta nei primi giri. Fin dal venerdì pomeriggio (Round #5), Pellegrini sembra concentrato e deciso a sfruttare il “match point” che il vantaggio acquisito in classifica gli consente di avere. Miglior tempo nelle prove cronometrate, e vittoria meritata nella Heat 2, dove riesce a regolare Mannevy (Suzuki Toshiba Racing). Allo stesso modo appare deciso il suo rivale per il titolo Chicco Chiodi (Suzuki Valenti MX Racing), il grande campione, temutissimo e sempre pronto ad imporre la sua legge, come accade quando domina la Heat 1. C’è suspence al cancelletto del Main Event: parte bene come sempre Chiodi, riuscendo a mettere la sua ruota davanti a tutti. Dietro di lui Mannevy, l’outsider di turno, è davanti a Pellegrini, il quale cerca in tutti i modi di passarlo. Con Chiodi che sta scappando, Pellegrini cerca di forzare al massimo sulle woops, ma è protagonista di una brutta scivolata alla curva seguente. Però le sorprese e le emozioni nel Supercross non finiscono mai, perché al 6° giro è Chiodi, in fuga, a cadere proprio sulle woops: si rialza prontamente, ma l’ammortizzatore posteriore è danneggiato e conclude così ottavo. Mannevy prende il comando, ma Pellegrini non si accontenta e con uno strepitoso recupero negli ultimi giri, si presenta secondo alla bandiera bianca, per poi sorpassare magistralmente il francese all’ultima curva ed essere primo alla bandiera a scacchi. Un Angelo spettacolare nella sua ultima serie di whoops: riesce a sfruttare l’esiguo spazio che Mannevy, forse già sicuro della vittoria, gli lascia in uscita di curva. Un finale emozionante degno di un campionato altrettanto entusiasmante e spettacolare!
Nella gara del sabato (Round #6), ancora una volta sono Chiodi e Pellegrini ad aggiudicarsi le due Heat di qualificazione, mentre è Valente (Suzuki Valenti MX Racing) ad aggiudicarsi la LCQ, dimostrando di essere la sorpresa di questa doppia giornata di gara, dopo il 5° posto di Round #5. Finale combattuta fino all’ultimo, con Mannevy che scappa in testa seguito dal duo Chiodi – Pellegrini, fino a che il già Campione d’Italia, aumenta il ritmo, riuscendo a raggiungere all’ultima curva il francese, il quale però quest volta gli chiude la porta, ottenendo così la sua prima vittoria stagionale ed il secondo posto in campionato. Buone prove come sempre per Dami (Honda PVD Racing), che colleziona un terzo e un quarto posto nelle due serate rapolanesi, per Stevanini (Suzuki Italparts) sempre a ridosso dei primi e per Bacci (Honda A-Team Fogliaro Racing), che ha dimostrato una crescita costante durante tutto il campionato

Nella classe delle giovani promesse, la SXJ, Cucini (Suzuki Banzai/Valenti MX) riesce nell’impresa di vincere il campionato con una gara di anticipo. Un campionato che ha visto un crescita esponenziale dei suoi partecipanti, i quali si sono alternati fra Stage FMI di Supercross, appositamente dedicati a loro, e gare mozzafiato, che hanno scatenato gliapplausi. Nella serata di venerdì, Cucini vince la quarta gara sulle cinque fin qui disputate, anche se deve lottare fino in fondo con De Pietri (Suzuki Magic FIve Blue Bike). Nella serata di sabato i due si scambiano di posto ed è De Pietri a conquistare la sua prima vittoria stagionale, dopo tre podi collezionati nelle gare precedenti. Terzo entrambe le serate Croci (KTM Union Bike), salgono sul podio anche De Nicola (KTM Dengio Team), Toccaceli (Suzuki San Marino) e Bersanelli (Yamaha Big Jump).

Si conclude così l’edizione 2009 degli Internazionali d’Italia di Supercross – GoldenTyre Series: un’edizione che ha visto una notevole partecipazione di piloti e pubblico, con punte di assoluta spettacolarità e di affluenza mai registrate in precedenza. Il grande impegno e volontà dell’ASD Rapolano Motocross hanno caratterizzato questo ultimo doppio appuntamento del Supercross “made in Italy”. Un ringraziamento speciale dall’Off Road Pro Racing a tutti coloro che hanno collaborato per la realizzazione degli eventi che hanno dato vita a questo campionato. L’appuntamento con il Supercross è adesso per le SX Series 2009, il campionato europeo che si svolgerà tra ottobre e novembre, con epilogo finale a Genova.

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite