KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Dakar 2013

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Dakar 2013

Messaggioda Bu-BU EL Franz » 5 gen 2013, 22:03

Possibile che sportitalia non abbia in palinsesto la dakar?????



Brutti, sporchi e AFFAMATI!
TitanioInside!
Se sei incerto............ E' un classico caso di SARCA!
Avatar utente
Bu-BU EL Franz
Moderatore
 
Messaggi: 6020
Iscritto il: 9 feb 2009, 22:13
Località: Monza

Re: Dakar 2013

Messaggioda thecapitan » 5 gen 2013, 23:52

Ma e' roba da pazzi!!
In Sudamerica c'e' un interesse da paura, milgliaia e migliaia di persone che seguono costantemente la gara.
L'organizzazione che deve respingere parecchie richieste di partecipazione per over booking-
Piloti, case, sponsor italiani e qui bisogna fare i salti mortali per vedere qualche stralcio su Eurosport :roll:
Non ho parole!
"L'unico limite a quanto in alto possiamo andare e' quanto crediamo di poter salire."
Ktm Adv 950 S MY 2005 "l'ammiraglia" -- Ktm exc 525 my 2007 "l'indomita"
Avatar utente
thecapitan
Fondatore
 
Messaggi: 6660
Iscritto il: 21 gen 2009, 22:21
Località: Mornago Beach & Milano United

Re: Dakar 2013

Messaggioda Bu-BU EL Franz » 6 gen 2013, 0:19

Facciamo ridere come al solito.....
Comunque, da automoto.it


Dakar 2013: diamo i numeri!
È solo un prologo, al termine del trasferimento tra Lima e Pisco di 250 km. 13 chilometri soltanto, che lasciano lontana la Capitale che ha ospitato la carovana e inaugurano la 34ma edizione della Dakar, ma è una prova che ha l’effetto di un detonatore, perché finalmente sprigiona e diluisce tutta la carica accumulata in un anno di attesa, e negli ultimi giorni di Lima, al villaggio Dakar di Magdalena, spiaggia a Nord della Capitale, appositamente allestito con un il lavoro per tre mesi di 1.500 uomini. Sono stati tre giorni di verifiche finali, di protocolli da rispettare, di ultimi e ultimissimi preparativi, di iniezioni di adrenalina che si accumulano e che i Piloti non vedevano l’ora di scaricare sulla pista.
L'emozione del podio di partenza
Alle 20:00 del 4 gennaio il primo briefing ufficiale, ultimo appuntamento protocollare e burocratico. Le ultime regole e raccomandazioni, poi a letto presto per un sonno breve e certamente agitato, prima dell’alba del 5. Dopo il sempre emozionante podio di partenza di Agua Dulce a Lima, tanta gente, le massime autorità del Paese e di ASO, danzatori sul podio, il festival degli acrobati dell’aria e l’acrobazia di Robby Gordon che inizia con un volo oltre il palco, si comincia blandamente, con un lungo trasferimento alla volta di Pisco ed una prova che è soltanto un prologo.

Qualche momento di panico, una moto che non parte, il Quad dell’argentino Tom Maffei, uno dei favoriti della categoria, che sembra avere un problema più serio, ma la carovana è lanciata sulla fenomenale parabola di quattordici giorni di gara e di avventura che l’aspetta. L’inizio è una lunga cavalcata lungo le rive del Pacifico, maestosa, affascinante e… intelligente mossa d’avvio, senza rischi e senza colpi di scena.

La partenza della Dakar è sempre una grande emozioni sia per i piloti che per il pubblico
I big si accontentano di posizioni di arrivo secondarie
Normalmente il prologo è destinato allo spettacolo, e la località prescelta è una valle sabbiosa che gli spettatori, una marea, hanno invaso allegramente, ma anche ordinatamente. Lo spettacolo rituale serve anche per stabilire l’ordine di partenza della tappa successiva, e per questo normalmente i piloti, soprattutto i big, non forzano e cercano una posizione di arrivo secondaria, che li favorisca con una partenza arretrata il giorno successivo. Partendo indietro, i piloti possono sfruttare gli apripista, recuperare sui battistrada della prima tappa “vera”, e dare la miglior forma iniziale possibile alla loro Dakar.

Negli anni sono stati inventati vari tipi di accorgimenti per evitare il “danno” d’immagine, con formule complicate (come il diritto di scelta della posizione di partenza) o inefficaci come l’ordine inverso alla classifica del prologo. Finalmente, quest’anno, sorpresa. L’idea l’hanno avuta gli organizzatori ed è semplice e geniale. Il tempo del prologo è moltiplicato per cinque, così dieci minuti diventano 50, ma anche i distacchi si dilatano di conseguenza, diventando eventualmente importanti anche su una base chilometrica così breve. E lo spettacolo è assicurato, perché tutti ce l’hanno messa tutta, ripristinando gli obiettivi istintivi.
“I piloti, soprattutto i big, non forzano e cercano una posizione di arrivo secondaria, che li favorisca con una partenza arretrata il giorno successivo”
Nelle moto vince l'idolo sudamericano Francisco Lopez
Non a caso la prima speciale è vinta dall’idolo sudamericano, Francisco Lopez, che batte sul traguardo di Pisco l’olandese Hans Verhoeven ed il cileno Pablo Quintanilla. Per “Chaleco” è una importante iniezione di fiducia. I distacchi sono irrisori, anche moltiplicati per cinque, ed il prologo ha sortito in pieno l’effetto desiderato. Il Campione in carica, Cyril Despres, è quinto davanti a David Casteu, Alessandro Botturi undicesimo rallentato da una piccola caduta. Non forzano i Piloti Honda del Team HRC, Pizzolito è ottavo e Rodrigues diciassettesimo, e neanche Joan Barreda, decimo e che “anticamente” avrebbe fatto carte false per aggiudicarsi il piccolo motocross del deserto di apertura. Ignacio Flores è il primo nome nella prima classifica della Dakar dei Quad.

La prima tappa può essere considerata come un prologo. La gara vera e propria inizia domani
Sainz domina da subito con il suo Buggy
Tra le auto, la prima nota che vorremmo considerare sensazionale è la partenza bruciante degli inediti Buggy di Carlos Sainz e di Nasser Al-Attiyah, giunti nell’ordine sul traguardo di Pisco con l’interposizione dell’argentino Alvarez e del francese Chicherit. Per il Pilota del Qatar è anche il lasciapassare per una Dakar che si annuncia interessante e all’altezza di un vincitore sostenuto dal proprio Paese. La macchina, che non ha mai corso prima, arriva e vince. Non vuol dire che la strada, anzi il deserto, sia ora una passeggiata, certo, ma è pur sempre il migliore, e beneaugurale, degli inizi.

Anche Stephane Peterhansel, come Despres, ha optato per un avvio “sobrio” ed il vincitore dell’edizione scorsa è ottavo, in formazione compatta con gli altri Piloti Mini All4 Racing. Il piccolo colpo di scena viene dall’americano Robby Gordon che, dopo il salto tradizionale dal palco, è rimasto fermo per otto minuti dopo cinque chilometri soltanto dalla partenza di Lima, ed ha ottenuto un tempo altissimo anche a Pisco, oltre il 90° posto con un tempo di quasi tre minuti (dopo la conversione del x5) superiore a quello del primo leader della Dakar 2013.
Da domani si fa sul serio
Per oggi non c’era da aspettarsi di più, non volendo certo auspicare i colpi di scena. Domani si inizia a fare sul serio, ed i chilometri della Speciale in programma, su un tracciato ad anello attorno a Pisco, sono oltre 240, quasi tuti nella sabbia (e con il fesh-fesh in agguato). Sono partiti!


Dakar 2013, Tappa 1. La classifica delle Moto:

1
LOPEZ (CHL)
KTM
00:39:15
-
-
2
15
VERHOEVEN (NLD)
YAMAHA
00:39:20
00:00:05
-
3
183
QUINTANILLA (CHL)
HONDA
00:39:40
00:00:25
-
4
160
CABRERA (CHL)
KAWASAKI
00:40:10
00:00:55
-
5
1
DESPRES (FRA)
KTM
00:40:20
00:01:05
-
6
10
CASTEU (FRA)
YAMAHA
00:40:30
00:01:15
-
7
11
FARIA (PRT)
KTM
00:40:50
00:01:35
-
8
30
PIZZOLITO (ARG)
HONDA
00:41:00
00:01:45
-
9
8
ULLEVALSETER (NOR)
KTM
00:41:25
00:02:10
-
10
5
BARREDA BORT (ESP)
HUSQVARNA
00:41:40
00:02:25
-
11
17
BOTTURI (ITA)
HUSQVARNA
00:41:40
00:02:25

Dakar 2013, Tappa 1. La classifica delle Auto:

Pos.

Name
Mark
Time
variation
Penalty
1
303
SAINZ (ESP)
GOTTSCHALK (DEU)
BUGGY
00:07:40
-
-
2
306
ÁLVAREZ (ARG)
GRAUE (ARG)
TOYOTA
00:07:48
00:00:08
-
3
309
CHICHERIT (FRA)
GARCIN (FRA)
SMG
00:07:50
00:00:10
-
4
300
AL-ATTIYAH (QAT)
CRUZ (ESP)
BUGGY
00:07:50
00:00:10
-
5
316
CHABOT (FRA)
PILLOT (FRA)
SMG
00:07:52
00:00:12
-
6
310
HOLOWCZYC (POL)
PALMEIRO (PRT)
MINI
00:08:14
00:00:34
-
7
307
NOVISTKIY (RUS)
ZHILTSOV (RUS)
MINI
00:08:14
00:00:34
-
8
302
PETERHANSEL (FRA)
COTTRET (FRA)
MINI
00:08:14
00:00:34
-
9
301
DE VILLIERS (ZAF)
VON ZITZEWITZ (DEU)
TOYOTA
00:08:15
00:00:35
-
10
305
ROMA (ESP)
PÉRIN (FRA)
MINI
00:08:17
00:00:37
-
11
320
DELAHAYE (FRA)
WINOCQ (FRA)
BUGGY MD RALLYE
00:08:19
00:00:39
-
12
328
THOMASSE (FRA)
LARROQUE (FRA)
BUGGY MD RALLYE
00:08:19
00:00:39
-
13
312
VOS (ZAF)
HOWIE (ZAF)
TOYOTA
00:08:24
00:00:44
-
14
336
MALYSZ (POL)
MARTON (POL)
TOYOTA
00:08:26
00:00:46
-



Brutti, sporchi e AFFAMATI!
TitanioInside!
Se sei incerto............ E' un classico caso di SARCA!
Avatar utente
Bu-BU EL Franz
Moderatore
 
Messaggi: 6020
Iscritto il: 9 feb 2009, 22:13
Località: Monza

Re: Dakar 2013

Messaggioda tocram » 6 gen 2013, 0:52

Si ma neanche un immagine... Un video.... :(
Avatar utente
tocram
Patato Moderatore
 
Messaggi: 14525
Iscritto il: 10 feb 2009, 1:13
Località: Pavia

Re: Dakar 2013

Messaggioda Bu-BU EL Franz » 6 gen 2013, 1:20

Le immagini ci sono ma con sta cippa i IPad ci impiego un'ora a caricarle :crycry:
Le metti tu??? :mrgreen:



Brutti, sporchi e AFFAMATI!
TitanioInside!
Se sei incerto............ E' un classico caso di SARCA!
Avatar utente
Bu-BU EL Franz
Moderatore
 
Messaggi: 6020
Iscritto il: 9 feb 2009, 22:13
Località: Monza

Dakar 2013

Messaggioda mariospa » 6 gen 2013, 2:14

Io sto vedendo la registrazione di euro sport su ski... Devo dire che fanno un ottimo servizio, solo che inizia alle 11... Questo era il palinsesto di oggi Immagine
Avatar utente
mariospa
 
Messaggi: 136
Iscritto il: 24 set 2012, 14:57

Re: Dakar 2013

Messaggioda tocram » 6 gen 2013, 9:58

Io sono con il cell....


Ma per chi non ha sky...
Avatar utente
tocram
Patato Moderatore
 
Messaggi: 14525
Iscritto il: 10 feb 2009, 1:13
Località: Pavia

Re: Dakar 2013

Messaggioda Bu-BU EL Franz » 6 gen 2013, 10:23

Stage 1






Brutti, sporchi e AFFAMATI!
TitanioInside!
Se sei incerto............ E' un classico caso di SARCA!
Avatar utente
Bu-BU EL Franz
Moderatore
 
Messaggi: 6020
Iscritto il: 9 feb 2009, 22:13
Località: Monza

Re: Dakar 2013

Messaggioda thecapitan » 6 gen 2013, 10:25

Si, alla fine l'unica certezza rimane Eurosport.
Soltanto che per quanto i servizi siano ben realizzati non mi appagano come vorrei.
Mi spiego meglio, il servizio dura mezz'ora ed e' equamente suddiviso tra moto, camion, auto,
mettiamoci pure i quad, la parte vintage, la presentazione della tappa sucessiva e la pubblicita' .. :cry:
in definitiva lo spazio dedicato alle moto risulta piuttosto risicato e certamente non in grado di
soddisfare l'ingordigia di notizie e immagini degli appassionati.
Inoltre per esigenze di tempo ovviamente si concentrano sui soliti noti, i piloti leader in classifica,
lasciando ben poco spazio a tutti gli altri privati inclusi, che sono la vera anima della manifestazione.
Io davvero non capisco che senso possa avere una volta acquisiti i diritti dedicare così poco spazio
a una manifestazione che in altri Paesi e' mediaticamente seguitissima.
E dire che tra Eurosport 1 e 2 per coprire le programmazione giornaliera di spazio agli sport cosiddetti
minori ne lascia in abbondanza: l'altra sera ad esempio hanno mandato in onda delle gare di bigliardino
con tempistiche davvero ragguardevoli in rapporto al potenziale bacino d'utenza .. :?
Bah ... valle a capire certe logiche.
"L'unico limite a quanto in alto possiamo andare e' quanto crediamo di poter salire."
Ktm Adv 950 S MY 2005 "l'ammiraglia" -- Ktm exc 525 my 2007 "l'indomita"
Avatar utente
thecapitan
Fondatore
 
Messaggi: 6660
Iscritto il: 21 gen 2009, 22:21
Località: Mornago Beach & Milano United

Re: Dakar 2013

Messaggioda thecapitan » 7 gen 2013, 0:00

Un milione di persone presenti fisicamente durante la tappa di ieri per assistere alla gara ...

e qui ci si agrappa agli specchi per trovare qualche straccio di servizio ... :roll:

Roba da matti! :wow:
"L'unico limite a quanto in alto possiamo andare e' quanto crediamo di poter salire."
Ktm Adv 950 S MY 2005 "l'ammiraglia" -- Ktm exc 525 my 2007 "l'indomita"
Avatar utente
thecapitan
Fondatore
 
Messaggi: 6660
Iscritto il: 21 gen 2009, 22:21
Località: Mornago Beach & Milano United

Prossimo

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite