KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Alessandro Botturi con il team ufficiale Husqvarna

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Alessandro Botturi con il team ufficiale Husqvarna

Messaggio » 22/11/2012, 20:15

Fino all'ultimo momento è stato in sospeso. Poi, a decidere per l'ingaggio di Botturi alla Dakar nelle fila del team Husqvarna by Speedbrain è stato il destino. L'americano Quinn Cody si è fatto male alla Baja 1000 in California, una brutta frattura del femore ed in quel momento il team si è trovato con un pilota in meno e una moto in più. Bottu correrà insieme a Barreda, Gonçalves e l'australiano, Matt Fish.


Era in Tunisia Alessandro Botturi quando si è presentata questa opportunità. E per dirla tutta il pilota di Lumezzane la moto l'aveva anche già trovata. Una mano gliel'avevano tesa Franco Mayr e Jarno Boano fornendogli quelle Honda preparate in Italia - dallo stesso team di Boano - che si sono affacciate sulla Dakar nella passata edizione. Erano andati in soccorso del Bottu e stavano lavorando fortissimo per approntare una moto apposta per lui e imbarcarla nei prossimi giorni a Le Havre. Nel frattempo c'erano i contatti con Honda Europe e Pirelli per far sì che Botturi potesse avere la sua Dakar, con la D maiuscola, dopo l'ennesima delusione ed invece...il fato ci ha messo lo zampino.

L'americano Cody si è fatto male e l'Husqvarna a quel punto si è fatta viva, chiamando Botturi che ha detto sì. Ci ha pensato su solo un attimo e poi ha accettato la proposta del team tedesco che era interessante e vantaggiosa per l'italiano. Bottu dunque avrà, come gli altri compagni di squadra, una TE449 RR, una signora moto, la vera antagonista della Ktm in questa Dakar 2013. Bottu è ancora in Tunisia al Desert Logic insieme a Fabio Fasola, ma il 5 dicembre verrà presentato insieme agli altri compagni nella conferenza stampa ufficiale dell'Husqvarna in Italia.

fonte quellidellafrica.myblog.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Alessandro Botturi con il team ufficiale Husqvarna

Messaggio » 22/11/2012, 22:06

BOTTURI ALLA DAKAR CON HUSQVARNA SPEEDBRAIN

Immagine

Alessandro Botturi farà la Dakar con una Husqvarna Speedbrain TE449 RR. Smentendo le voci che lo davano in sella a una Honda Rally, il pilota di Lumezzane sarà al secondo rally sudamericano con la moto di Cassinetta, assistita dal Team Ufficiale tedesco per tentare di migliorare il suo ottavo posto 2012 quando fu il migliore degli esordienti.
Botturi, 37 anni, ha alle sue spalle una carriera di endurista con importanti vittorie nel Campionato del Mondo, alla Six Days e in campo nazionale con nove titoli Tricolori di specialità.
“L’inserimento di Alessandro Botturi completa la formazione dell’Husqvarna Rallye Team By Speedbrain alla prossima Dakar – ha commentato il team maager Wolfgang Fischer. – Con Barreda, Goncalves, Fish e Botturi abbiamo una team molto competitivo e ben amalgamato con cui possiamo puntare a una gara da protagonisti. Colgo l’occasione per formulare i migliori auguri di pronta guarigione a Cody Quinn che si è infortunato al femore sinistro alla Baja 1000 della scorsa settimana; non potrà far parte della squadra ma sarà schierato in sella alla Husqvarna TE449RR by Speedbrain non appena si sarà completamente ristabilito”.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Salzig
Avatar utente
 
Messaggi: 7685
Iscritto il: 06/04/2009, 20:00
Località: La città delle 3 T

Re: Alessandro Botturi con il team ufficiale Husqvarna

Messaggio » 23/11/2012, 8:08

:dance: Evviva! :D
Al mondo esistono 10 tipi di persone:
chi sa contare in base 2 e chi no.


Wave75: "molla i freni!"
Salzigii ii i: "NO!"
.

Reds
Avatar utente
 
Messaggi: 344
Iscritto il: 12/02/2009, 14:50
Località: TORINO

Re: Alessandro Botturi con il team ufficiale Husqvarna

Messaggio » 23/11/2012, 8:20

grande Botturi...!!!!! in bocca al lupo...!!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
KTM 950 SE - KTM 525 EXC - SHERCO 290 Cabestany REPLICA

www.saharafriends.org

http://redsbags.weebly.com/index.html

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Alessandro Botturi con il team ufficiale Husqvarna

Messaggio » 23/11/2012, 20:27

Alessandro Botturi alla Dakar 2013

Sarà al via con l'Husqvarna TE449 RR by Speedbrain
Il pilota italiano sostituirà l'americano Cody Quinn che si è infortunato alla Baja 1000 della scorsa settimana


Immagine

L' Husqvarna Rallye Team By Speedbrain ha definito in queste ore un accordo con l'esperto pilota italiano Alessandro Botturi per la sua partecipazione alla prossima Dakar '13 in sella all'Husqvarna TE449 RR by Speedbrain. Il 37.enne pilota di Lumezzane (BS), è alla sua seconda partecipazione alla Dakar, dopo il sorprendente ottavo posto della passata stagione che gli ha valso il titolo di miglior pilota emergente nelle competizioni rally del 2012.
Botturi ha una grande esperienza in gare di enduro dove ha ottenuto importanti vittorie nel campionato del mondo e nella International Six Days, oltre ad avere vinto nove titoli italiani della specialità.
Da un anno Botturi si è concentrato nei Rally internazionali ottenendo ottimi risultati nelle gare della FIM Cross Country Rally, culminate con il secondo posto finale nel rally di Sardegna.
"Sono veramente onorato di far parte di una squadra così forte e quotata alla Dakar 2013 come l'Husqvarna Rallye Team By Speedbrain" – ha commentato Alessandro Botturi. - "La TE449RR è una moto molto competitiva che ha dimostrato grande potenziale soprattutto nelle ultime gare, vincendo il rally dei Faraoni e disputando un Rally del Marocco da protagonista. Io come sempre darò il massimo , per contribuire al successo di squadra in questo importante appuntamento."
"L'inserimento di Alessandro Botturi completa la formazione dell'Husqvarna Rallye Team By Speedbrain alla prossima Dakar. – ha commentato Wolfgang Fischer – Con Barreda, Goncalves, Fish e Botturi abbiamo una team molto competitivo e ben amalgamato con cui possiamo puntare a disputare una gara da protagonisti. Colgo l'occasione per augurare i migliori auguri per una pronta guarigione a Cody Quinn che infortunatosi al femore sinistro alla Baja 1000 della scorsa settimana , non potrà far parte della squadra , ma che sarà schierato in sella alla Husqvarna TE449RR by Speedbrain non appena si sarà completamente riabilitato dall'infortunio."

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Alessandro Botturi con il team ufficiale Husqvarna

Messaggio » 23/11/2012, 20:37

Alessandro Botturi e Husqvarna. La vera storia
Ecco i passi che hanno portato Botturi in Husqvarna, i fatti per come si sono svolti realmente raccontati proprio dal pilota di Lumezzane. Le molte traversie che lo hanno portato da Bordone-Ferrari a Husqvarna


Immagine

Alessandro Botturi è l’ultima notizia, davvero clamorosa e strepitosa, praticamente coincidente con la presentazione ufficiale della Dakar 2013, tenutasi a Parigi il 21 novembre scorso. Certe volte, per rispetto delle persone e delle cose cha fanno, e per un semplice criterio di discrezione, non si può indulgere alla tentazione dello scoop, e questo ve lo abbiamo già detto.

Due giorni fa una testata spagnola è uscita con la notizia della firma di Botturi con Husqvarna SpeedBrain per correre la Dakar. Lasciate che ve lo dica: era una news falsa, perchè dava una forma certa a fatti ancora non concretizzati. La storia vera di Alessandro Botturi e dell’ultimo colpo di scena, in ordine di tempo, nella sua marcia di avvicinamento alla Dakar 2013, è questa. Perchè siamo così sicuri? Semplice, perché Alessandro è qui con noi, in Tunisia per partecipare a Desert Logic, l’evento di Fasola, e per allenarsi. E la storia che abbiamo vissuto insieme, ora per ora nella sua evoluzione, è questa.

Alessandro era nel programma Dakar del Bordone-Ferrari Racing Team, di cui ha seguito le scelte, a cui ha aderito fino in fondo e per le quali resta un esempio di professionalità ed umanità, fino al momento in cui queste avrebbero potuto inibire la sua partecipazione alla Maratona sudamericana.
Come in un conto alla rovescia nella sua fase più rovente e drammatica, quella degli ultimi numeri prima della deadline, Botturi si è trovato ad una settimana dall’imbarco dei mezzi a le Havre in una situazione grottesca. L’iscrizione con un Team che stava scegliendo coraggiosamente, e tristemente, di rinunciare, e con i preparativi dell’organizzazione logistica, anche quella di base come la moto, a un punto vicinissimo allo zero.

È importante, a questo punto e prima di tutto, capire cosa significa quella parola, Dakar, per un Pilota, professionista o no, che punta verso quell’evento. Che sia un privato o un ufficiale la Dakar rappresenta il lavoro di una stagione, l’obiettivo dell’anno e il centro di un sistema solare senza satelliti, se non minori come il Campionato del Mondo o i Rally fuori dal contesto del Torneo iridato.
Per quell’unica gara privati e professionisti si mettono in gioco per tutto l’anno, investendo in allenamenti, gare, ricerca sponsor e quant’altro serva per essere lì, il primo o il 5 gennaio, nel 1979 come nel 2013, alla partenza dell’avventura per definizione da oltre trent’anni.

Alessandro Botturi, ad una settimana dalla deadline, aveva un’iscrizione e quasi nulla più. No, anzi, aveva il supporto di un’intera città, Lumezzane, e del suo Moto Club intitolato a quella Città, che gli stava lanciando un salvagente. Poi, al salone di Milano, Botturi ha incontrato per caso Franco Mayr, che gli ha prospettato la possibilità di prendere il posto, nel suo Team, di un pilota che aveva dovuto rinunciare. Si delinea un possibile rapporto con il Team Honda HM Jolly Racing. Moto, assistenza, logistica. Alessandro deve accollarsi buona parte delle spese, iscrizione, meccanico, biglietti aerei, alberghi, ma è una possibilità concreta. Poi domenica, tre giorni prima del ventuno, lo chiama Wolfgang Fischer, Team Manager Husqvarna Speedbrain, per proporre ad Alessandro il posto di Cody Quinn, infortunatosi seriamente alla Baja 1000 in Messico. L’incertezza dura un giorno, due per la definizione, facile, dei parametri del rapporto, poi finalmente la partecipazione di Botturi alla prossima Dakar prende la sua forma definitiva.

Alessandro continua ad andare in moto nel deserto tunisino, star ammiratissima di Desert Logic, e ad ogni sosta o rifornimento perfeziona mentalmente i dettagli della partecipazione alla sua Dakar.

L'intervista a Alessandro Botturi
Eccolo, intervistato a Bir Soltane, in un virgolettato finalmente reale e legittimo.
«Ma sì, questa storia dell’intervista spagnola è stata una balla. Sono in Tunisia, partiamo la mattina presto, torniamo la sera e siamo tutto il giorno nel deserto. Pochissime persone sapevano quello cha stava succedendo, e non c’era stata nessuna intervista. A qualcuno sarà scappata la voce, ma da fastidio quando vedi le virgolette e non hai detto nulla. Il comunicato di Husqvarna, naturalmente, è autentico, e questa è la prima intervista».

Una settimana davvero concitata. È successo di tutto e di più. Jolly Racing, poi il materializzarsi della possibilità Husqvarna SpeedBrain. Si poteva scegliere?
«Penso di no. In questo momento difficile non c’erano dubbi sull’importanza dell’opportunità che mi è stata offerta. Ho guardato al Team, attrezzatissimo, alla moto, che ha dimostrato nelle ultime gare di essere la più veloce per vincere, e la risposta era già lì. Penso che l’obiettivo del Team sia quello di portare la sua punta di diamante, Joan Barreda, ad un grosso risultato, e da parte mia parto per contribuire al successo del Team e certamente per migliorare la posizione ottenuta l’anno scorso nella mia prima Dakar, l’ottavo posto. Penso di avere tutte le condizioni per dimostrare il mio valore».

Franco Mayr è stato gentile.
«Sì, e colgo l’occasione per ringraziarlo. Si è movimentato tantissimo per trovare una soluzione per farmi fare la Dakar. Ringrazio veramente tanto lui, il Jolly Racing, Alessandro Tramelli, Boano per il supporto. Certo, le spese erano tutte a carico mio, ma organizzare tutto in tre giorni non era facile e loro non potevano fare di più. Poi è arrivata questa grande occasione, che è una svolta nella mia carriera».

Con Bordone-Ferrari si chiude qui?
«Il Team Bordone-Ferrari purtroppo sta passando un brutto momento, e non è facile. Spero che risolva tutti i suoi problemi, che sistemi tutte le cose che ha in sospeso e che possa ripartire più agguerrito di prima. Ringrazio di cuore Renato Ferrari e Nicoletta Altieri Bordone, perché se in questo momento ho avuto un’occasione come questa devo ringraziare loro che mi hanno portato nel Mondo dei Rally. E' un mondo molto difficile, non è facile arrivarci perché ha dei costi veramente importanti. Loro mi hanno dato la possibilità di fare quasi tutte le gare più importanti e, soprattutto, la scorsa Dakar».

Bello appartenere ad un Moto Club come il tuo.
«In questo mese ho vissuto un’avventura travagliata e travolgente. Ho riscoperto le persone che mi avevano dato fiducia all’inizio della mia carriera e che nel momento del bisogno si sono rimesse… in moto per aiutarmi a fare questa Dakar. Devo ringraziare tutto il Moto Club Lumezzane, il presidente Damiano Bugatti, ed il vicepresidente Domenico Dall’Era, il mio tifoso numero 1. Domenico ha comprato la mia prima moto da Junior, e quest’anno mi ha dato una bella mano!».

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: balocco, Bing [Bot], cross196, Danilo Cinquetti, Diego_pretini, drugantibus, ffa, Gandalf, Google [Bot], Luketriple70, macpeo, niklungo, pomp92, sciante, setolone, tigrotto, vare, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags