KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Cyril Despres: due chiacchiere in attesa del percorso 2013

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Cyril Despres: due chiacchiere in attesa del percorso 2013

Messaggioda jenk » 16 nov 2012, 20:59

Anche Cyril Despres era presente all'Eicma a festeggiare con tutti gli altri compagni di Ktm i successi della Casa Austriaca a cui lui ha contribuito con la vittoria della sua 4. Dakar a gennaio 2012. Direttamente dalla sua voce sentiamo che cosa ha fatto quest'anno e come si sta preparando all'impegno di gennaio prossimo.

Immagine

"Ho corso al Rally du Maroc (che ha vinto tra l'altro) e poi sono rimasto un'altra settimana lì per una serie di riprese (shooting). Super ! Mi sono arrivate davvero delle belle immagini a inizio novembre di quello che avevamo girato ! Poi sono andato ad allenarmi e in seguito a fare gli ultimi test, un rodaggio delle moto da rally, prima che ripartano per l'Austria e poi per il Perù. Siamo andati a provare vicino a Narbonne, come sempre. E poi..questa settimana resto qualche giorno in Italia e quando rientro avrò una decina di giorni di allenamento intensivo e poi la conferenza stampa a Parigi".

Insomma non ti fermi un momento, ma un po' di relax..mai?

"No in effetti no, mai, per lo meno non in questo periodo. Sono 12 anni che corro la Dakar e quindi ormai so che cosa mi attende in questi mesi. E ho ancora voglia di fare bene, anche quest'anno: quindi sono già molto concentrato".

Immagine

Non sappiamo ancora bene il tracciato, almeno non ufficialmente, però sembra, sulla carta, difficile, specie all'inizio, con il Perù ad aprire la sfida.

"Posso immaginare che l'organizzazione abbasserà un po' il ritmo perchè l'anno scorso la parte finale della gara era stata molto, ma molto dura. Faceva tanto caldo, la sabbia era molto morbida e a livello meccanico era stata davvero difficile. Cominciare una Dakar con delle condizioni simili sarebbe davvero complicato. E poi, lo sai anche tu, basta fare 5 chilometri in meno, o 50 chilometri di più, o passare un po' più in là e cambia tutto, passi a destra della duna oppure ci passi sopra ed è ben diverso". (nella foto scattata all'Eicma, Cyril è con Meo e Nambotin)

Qualche preparazione speciale per l'altitudine?

"No, non ne ho bisogno, Io abito a circa 2000 metri di altezza e questo è sicuro che mi aiuta tutto l'anno, specie nei miei allenamenti".

Quest'anno hai girato un gran bel po', come già nel 2012, specialmente in centro e sud America.

"Sì sì è vero, come al solito. Ho la fortuna che mi ci mandano : non ero mai stato in Canada, nè in Bolivia e sono stato contento di scoprirli. Poi ho corso un rally un po' diverso dal solito in Argentina, il Desafio, utile per allenarsi. Direi che va tutto bene, mi sento in forma. Stamattina, come sempre quando sono in viaggio, alle 7 ha suonato la sveglia e io sono andato nella palestra dell'hotel dove risiedo in questi giorni e ho cominciato il mio allenamento. Ovunque io sia a dormire c'è un piano di allenamento da seguire".

In Marocco hai dato un'occhiata agli avversari? Il buon livello raggiunto per esempio da Husqvarna?

"Ma sai, non ho l'abitudine di interessarmi molto agli altri. Adesso direi che siamo più o meno tutti allo stesso livello. Sai, sono delle 450 cc e quindi conosciamo le loro prestazioni, le velocità di punta. Siamo messi bene e ci sono anche altri team che cominciano ad essere rodati: buoni meccanici, buona squadra, piloti motivati e con voglia di fare. Arrivano nuovi costruttori come Honda e tutto questo è un bene per il rally raid. Contribuisce a creare una bella bagarre, questo è certo !"

fonte quellidellafrica.myblog.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti