KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Con Marc Coma prosegue il viaggio fra gli spagnoli alla Daka

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Con Marc Coma prosegue il viaggio fra gli spagnoli alla Daka

Messaggio » 15/11/2012, 0:28

Alla conferenza stampa KTM di ieri all'Eicma c'erano sia Marc Coma che Cyril Despres ed è stato naturale per il presentatore ufficiale scherzare sul fatto che ogni anno i due piloti si alternano alla vittoria della Dakar. Facendo un anno per uno, il 2013 sarebbe a favore di Marc, ma nell'intervista ho preferito, per il momento,evitare l'argomento...

Immagine

Cominciamo subito parlando di preparazione:
"La preparazione di quest'anno è sicuramente diversa da quella degli anni passati perchè sto ancora facendo i conti con la lussazione della spalla rimediata al Rally del Marocco. Sto meglio, anche se ancora non al 100 per cento, ma molto meglio. Questa settimana inizio ad andare in moto, piano e per questo ora dovrò lavorare più del solito. Normalmente in dicembre eravamo più calmi, ed invece quest'anno, al contrario..."

Ci sono novità di rilievo sulla moto o sarà la stessa che avevate in Marocco, appunto?
"Sarà la stessa sono cambiate solo alcune piccole cose".

Ora nell'immediato sei concentrato sulla spalla: "Per forza. Come prima cosa bisogna pensare al recupero della muscolatura della spalla: recuperare la forza prima di tutto perchè più forza hai e più vai forte con la moto e queste sono cose che vengono fuori un po' alla volta, giorno per giorno".

In attesa della conferenza stampa di mercoledì a Parigi parliamo un po' di percorso. Partiamo dal Perù...

"Se parte direttamente sul deserto penso che sarà dura. Mi fa pensare a quelle Dakar che partivano subito con il deserto, come una volta, senza neanche una o due tappe di riscaldamento. Se faranno questo allora sarà tosta, bisogna fare attenzione i primi giorni, sicuro che saranno difficili".

Non sarà facile scegliere la strategia in partenza, specie ora, con questi avversari agguerriti...

"E' difficile perchè in effetti gli altri sono cresciuti, la Husqvarna ha fatto un buon lavoro nell'ultimo anno, la Honda arriva, sarà sicuramente un ritmo di gara alto. Non è facile perchè devi cercare di non andare troppo forte, trovare il giusto compromesso".

La Spagna, o meglio i piloti spagnoli ci hanno dato di che parlare in questi giorni: Sainz che viene alla Dakar, Viladoms che trova una moto all'ultimo minuto, Barreda si allena con Roma...

"E' vero ci sono un sacco di notizie ma vanno analizzate una per una. Che Jordi abbia trovato la moto Husqvarna mi rende molto felice soprattutto perchè la situazione con Bordone Ferrari non era bella e nessuno la voleva. Lui ha trovato - penso - una buona strada e sono contento. Che Carlos Sainz venga alla Dakar è un bene, sono davvero felice. Per la Spagna è importante perchè da' un valore in più alla gara, se ne parla ancora di più. E Nani lavora con Barreda... e questo è normale, tutti e due sono Monster, sono entrambi legati alla Bmw, è quasi logico. Avere qualcuno con esperienza accanto, che ti segue è sempre una buona cosa, ti dà più tranquillità".

fonte quellidellafrica.myblog.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: 8nuvola6, bennybois, Bing [Bot], Google [Bot], Grisù990, mark788

SEO Search Tags

Nessun tag presente nel nostro indice.