KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Trofeo Italia Cross Epoca e Side - Cingoli

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Trofeo Italia Cross Epoca e Side - Cingoli

Messaggioda jenk » 16 ott 2012, 18:14

L'ultimo round di Cingoli
Nonostante le abbaondanti piogge dei giorni precedenti, grandi gare e finali thrilling per l'assegnazione dei titoli


Immagine

È stata una domenica di sole quella trascorsa al "Tittoni" di Cingoli dai protagonisti del Trofeo motocross Epoca e Sidecar. Ed è stata una fortuna l'essersi trovati proprio a Cingoli, perché, con un venerdì e sabato all'insegna dell'acqua come quelli che hanno preceduto la giornata di gare, solo il terreno straordinariamente drenante del tracciato maceratese ha permesso di correre regolarmente; se ci si fosse trovati in qualche altra pista dal fondo duro sarebbe stata sempre una domenica di sole… ma trascorsa ognuno a casa sua. Invece, fatte salve alcune, inevitabili difficoltà nei turni del mattino, anche l'ultima prova della stagione è stata portata a termine secondo programma, su una pista che a fine giornata si presentava ancora in buone condizioni, con la soddisfazione di tutti.
Nonostante il clima globalmente molto disteso che si respira alle gare di questo Trofeo, chi era ancora in corsa per i titoli di campione ha sicuramente vissuto il weekend cingolano con quel briciolo di tensione che è inevitabile quando si deve correre una gara. E del resto bisogna dire che il destino non è certo stato avaro di finali "thrilling".
Uno degli epiloghi in ballo fino all'ultima curva è stato senza dubbio quello della categoria D1, in cui, dopo i risultati di Cingoli e tenuto conto degli scarti, Marco Rossi e Mario Graziani (rispettivamente primo e secondo al Tittoni) si sono ritrovati esattamente a pari punti. A quel punto è subentrata la regola che discrimina in base all'anagrafe: a parità di punteggio, arriva prima in classifica il pilota più vecchio. In sostanza, Graziani ha trovato uno dei pochi motivi che possono rendere un uomo felice di essere più vecchio di qualcun altro.
Titolo "on the line" fino alla fine anche nelle due categorie F. Nella F1 era sfida a tre fra Giorgio Brazzelli, Claudio Rabito e Gianluca Pettinari. Assente Brazzelli, Rabito e Pettinari si sono affrontati testa a testa nella prima manche ed il pilota veneto è riuscito a prevalere; in gara-2 l'ha spuntata Pettinari (cui è andata anche la vittoria di giornata), ma a Rabito è bastato controllare la situazione per laurearsi campione. Decisamente a sorpresa, anche la classe F2, che sembrava saldamente nelle mani di Alessandro Orbati, si è ritrovata in bilico: il toscano dell'Aprilia, infatti, è uscito di scena per una caduta nel corso della prima manche, ma il suo diretto inseguitore Massimo Pesce non è riuscito a raccogliere i punti necessari per il sorpasso e gli è rimasto dietro, seppur per pochissime lunghezze. La vittoria di giornata è andata a Roberto Cancelli, che si è esibito in un gran duello con Mattia Masi ed ha anche regalato un simpatico fuori programma a fine gara, ribaltandosi per un'impennata un po' troppo estrema pochi metri dopo la bandiera a scacchi.
Altro finale col "brivido" quello della B. Flavio Bertelli, che aveva il campionato in pugno, è stato improvvisamente tradito dalla sua Beta nel corso della seconda manche, facendo segnare un ritiro che ha fatto avvicinare tantissimo il suo rivale Giorgio Orbati in classifica, ma non abbastanza per scavalcarlo. Le vittorie di giornata sono andate a Gaetano Mannello, dopo una bella battaglia con Gianluca Gallingani e Franco Pozzi (vincitore della A2), e Fabio Gatti nella A1.
Molto belle le manche delle categorie C-D-G. Protagonisti i soliti Alessandro Vaccari (vincitore di gara e campionato D2), Franco Ulivi ed un Simone Vigini in grande spolvero, capace di tenere il ritmo dei due grandi e addirittura di insidiarne il primato, salvo compromettere le sue chance di vittoria con una caduta in gara-2. Detto del duello Graziani-Rossi per la D1, restano da mettere in archivio le vittorie di Alberto Salvatici, che ha raccolto il vuoto lasciato dall'infortunato (ma già campione) Orbati nella C, e di Cristian Cristofani nella G.
Nel grande calderone della E, Franco Ulivi (E2) ha dimostrato ancora una volta di avere una marcia in più, e con lui la sua Villa, che sulle lunghe salite fangose di Cingoli ha letteralmente annichilito le moto più moderne. Vaccari e Gonnelli le hanno provate tutte, ma neanche una caduta in gara-2 ha fermato la marcia del portacolori del motoclub Baglioni, e così ai due piloti della E4 è rimasto solo da contendersi il successo di categoria, andato al campione Vaccari. Ottime prove anche per altri "otusider", che hanno conquistato i successi di giornata precedendo i campioni delle rispettive categorie: stiamo parlando di Massimo Trollo, dominatore della E3 davanti a Gianluca Gallingani, Stefano Gibertoni, primo nella E1 davanti a Lorenzo Bozzi, e Stefano Morini, vincitore della E80 su Giorgio Orbati.
Per quanto riguarda i sidecar, con i campionati già assegnati a Salsomaggiore, ci si aspettava la replica della sfida tra Pozzi-Ceresa e Costa-Ravera, che nella tappa parmense aveva catalizzato l'attenzione di tutti. La sorte, però, ci ha messo lo zampino e ha lasciato a bocca asciutta chi stava già pregustando lo spettacolo: nella prima manche i due equipaggi si sono trovati subito a stretto contatto, ma dopo poche curve Costa-Ravera hanno tamponato i rivali ed hanno perso tantissimo tempo per ripartire, rimanendo inesorabilmente staccati; nel primo giro di gara-2, invece, Pozzi-Ceresa hanno accusato un problema tecnico che li ha costretti ad un momentaneo stop e a lasciare la vittoria di manche ad i giovani avversari (salvo aggiudicarsi comunque la classifica assoluta). Tra gli equipaggi d'epoca, si sono confermati vincitori Bernardini-Bernardini.
Nel gruppo 4, sempre difficilissimo da definire da bordo pista per via del riscontro esclusivamente cronometrico della competizione, Paolo Torta ha conquistato la sua prima vittoria assoluta, ma nella classifica finale di campionato ha dovuto piegarsi ad Enzo Quarin.
Archiviata con successo la tappa cingolana, il Trofeo Italia EpoSide chiude i battenti e da appuntamento a tutti al 2013.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite