KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 20/09/2012, 21:42

In diretta su RAI Sport!
Per la prima volta l'evento motocrossistico dell'anno sarà trasmesso da una rete della TV di Stato


Immagine

Youthstream ha appena annunciato che la 66a edizione del Monster Energy FIM Motocross delle Nazioni sarà trasmessa in diretta su RAI Sport 2. L'evento, in programma il 30 settembre, rappresenta l'evento più importante dell'anno nel settore del motocross, con la nazionale italiana pronta a combattere per la conquista del Chamberlain Trophy.
Rai Sport 2 è il canale sportivo lanciato nel 2010 dalla rete televisiva nazionale RAI nel quale si trasmettono eventi sportivi nazionali ed internazionali e per la prima volta trasmetterà il meglio dell'evento annuale del Motocross nel mondo, il Monster Energy FIM Motocross delle Nazioni.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: News Motocross delle Nazioni 2012

Messaggio » 20/09/2012, 21:44

:roll: già immagino il commento :roll:

Le banalità del Momo e la "difesa" perenne di Tony, non saranno nulla.
Spero di sbagliarmi.
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: News Motocross delle Nazioni 2012

Messaggio » 26/09/2012, 21:40

Motocross delle Nazioni

Immagine

Doppia diretta da Lommel
Il clamore per il sesto titolo mondiale vinto da Antonio Cairoli fa decisamente bene a tutto l'ambtente. Lo dimostra l'interesse per il prossimo Motocross delle Nazioni che si disputerà il prossimo week end a Lommel in Belgio. Ci sarà infatti una doppia diretta dell'evento. A trasmettere le tre manche saranno Sportitalia 2 e Raisport 2. Questi gli orari diramati da Youthstream, la società che organizza l'evento: ore 13.00 gara 1 (MX1+MX2), ore 14.30 gara 2 (MX2+Open), ore 16.00 gara 3 (Open+MX1).

fonte motosprint.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: News Motocross delle Nazioni 2012

Messaggio » 27/09/2012, 22:17

Motocross delle Nazioni 2012

A Lommel sarà battaglia!
La squadra USA rimane la favorita. Ma la sabbia belga potrebbe riservare delle sorprese


Immagine



Ci siamo. Tutti gli occhi degli appassionati di motocross domenica prossima saranno puntati in direzione di Lommel, in Belgio, dove si disputerà la 66^ edizione del Motocross delle Nazioni. La sabbiosissima pista belga è uno dei tracciati più insidiosi e difficili del mondo. Lo sanno bene i piloti che corrono nel Mondiale MX e lo stanno imparando in questi giorni anche i piloti americani, giunti per tempo in Belgio proprio per assimilare al meglio il particolare circuito. Perchè si sa, alla fine il Motocross delle Nazioni si riduce spesso ad una sfida tra USA e il resto del mondo. Ryan Dungey, Justin Barcia e Blake Baggett partono anche quest'anno con i favori del pronostico, in quanto detentori del titolo, ma la sabbia potrebbe riservare grosse sorprese. A Lommel ad esempio è di casa il nostro Tony Cairoli che nel Mondiale ha spadroneggiato senza problemi e che si presenta a questo appuntamento in una strepitosa condizione psico-fisica. Per non parlare di Jeffrey Herlings, sabbiaiolo sopraffino che su queste pista fa viaggiare la sua 250 come nessun altro. Altri specilisti della sabbia sono i padroni di casa Clement Desalle, Ken De Dycker e Jeremy Van Horebeek, ma non si possono tralasciare campioni come il duo della KTM USA, Ken Roczen e Marvin Musquin, il redivivo Max Nagl, il vice campione MX2, Tommy Searle e i vari Gautier Paulin, Evgeny Bobryshev, Max Anstie, Arnaud Tonus e Zach Osborne.

Per i colori azzurri saranno Alex Lupino e Davide Guarneri a tentare di aiutare Cairoli nell'impresa impossibile di regalare all'Italia un titolo che manca dal 2002, quando Andrea Bartolini, Alessio Chiodi e Alex Puzar trionfarono a Bellpuig, in Spagna.

2012 Monster Energy FIM Motocross of Nations Entry List – Lommel (Belgium) – 30 September

STATI UNITI
1 DUNGEY Ryan – MX1
2 BAGGETT Blake – MX2
3 BARCIA Justin – OPEN
Manager – DE COSTER Roger

FRANCIA
4 BOOG Xavier – MX1
5 MUSQUIN Marvin – MX2
6 PAULIN Gautier – OPEN
Manager ROBERT Olivier

AUSTRALIA
7 BOPPING Lawson – MX1
8 STYKE Luke – MX2
9 WATERS Todd – OPEN
Manager BENN Gary

GRAN BRETAGNA
10 SEARLE Tommy – MX1
11 NICHOLLS Jake – MX2
12 ANSTIE Max – OPEM
Manager PRINCE Neil

BELGIO
13 DESALLE Clement – MX1
14 VAN HOREBEEK Jeremy – MX2
15 DE DYCKER Ken – OPEN
Manager SMETS Joel

SUD AFRICA
16 VAN DER WESTHUIZEN Richard
17 TERREBLANCHE Shannon
18 BRADSHAW Neville
Manager DEN Geoff

GERMANIA
19 NAGL Maximilian
20 ROCZEN Ken
21 SCHIFFER Marcus
Manager NAGL Hubert

SPAGNA
22 BARRAGAN Jonathan
23 BUTRON Jose Antonio
24 LOZANO Alvaro
Manager ALONSO Josep

OLANDA
25 DE REUVER Marc
26 COLDENHOFF Glenn
27 HERLINGS Jeffrey
Manager HARTMAN Marcel

ESTONIA
28 KRESTINOV Gert
29 RÄTSEP Priit
30 LEOK Tanel
Manager BIENE Veiko

PORTOGALLO
31 GONCALVES Rui
32 ALBERTO Paulo
33 CORREIA Luis
Manager CASTRO Pedro

SVIZZERA
34 TONUS Arnaud
35 SEEWER Jeremy
36 GUILLOD Valentin
Manager CLEMENT Diego

GIAPPONE
37 HIRATA Yu
38 MIHARA Takuya
39 KOJIMA Yohei
Manager WATANABE Akira

REP. CECA
40 NEUGEBAUER Filip
41 SPICAK Milan
42 MICHEL Martin
Manager NEUGEBAUER Libor

RUSSIA
43 BOBRYSHEV Evgeny
44 TONKOV Alexander
45 MIKHAYLOV Evgeny
Manager PARSHIN Evgeny

ITALIA
46 CAIROLI Antonio
47 LUPINO Alessandro
48 GUARNERI Davide
Manager TRAVERSINI Thomas

FINLANDIA
49 SÖDERBERG Ludde
50 KOSKELA Niko
51 PYRHÖNEN Antti
Manager VEHVILÄINEN Jussi-Pekka

DANIMARCA
52 HANSEN Nikolaj
53 LARSEN Nikolaj
54 OLSEN Stefan
Manager CAPRANI Mikkel

IRLANDA
55 BARR Martin
56 IRWIN Graeme
57 EDMONDS Stuart
Manager SPENCE Laurence

AUSTRIA
58 WALKNER Matthias
59 RAUCHENECKER Pascal
60 STAUFER Michael
Manager MITTERMAIER Mario

SVEZIA
61 LINDSTRÖM Kim
62 OLSSON Karl
63 BENGTSSON Filip
Manager HANSSON Joakim

LETTONIA
64 LIVS Davis
65 JUSTS Roberts
66 JUSTS Augusts
Manager GERMANIS Ivo

SLOVENIA
67 IRT Matevz
68 GAJSER Tim
69 GERCAR Klemen
Manager KRAGELJ Saso

PORTO RICO
70 APONTE Gino
71 OSBORNE Zachary
72 ALBERTSON James
Manager CATALA Gabriel

VENEZUELA
73 BADIALI Carlos
74 RODRIGUEZ Hector
75 MARTIN Humberto
Manager ROJAS Ricardo

NORVEGIA
76 HEIBYE Even
77 KLINGSHEIM Magne
78 JARVA Kim Oiva
Manager GUNDERSEN Kenneth

NUOVA ZELANDA
85 COPPINS Joshua
86 LAMONT Kayne
87 COOPER Cody
Manager COOKSLEY Tony

LITUANIA
91 RUKSTELA Nerijus MX1
92 INDA Matas MX2
93 BUCAS Vytautas OPEN
Manger STANKUS Saulius

ISLANDA
94 GUDBERGSSON Viktor MX1
95 BIRGISSON Ingvi Bjorn MX2
96 SVEINSSON Solvi Borgar OPEN
Manager KARLSSON Gunnlaugur

GRECIA
97 KOUZIS Panagiotis MX1
98 KOTOLETAS Dimitris MX2
99 LLIOPOULOS George OPEN
Manager NEKTARIOS Papavasiliou

TAILANDIA
100 SUKSRIPAISAN Jugkrit MX1
101 THANGTHONG Trakran MX2
102 ROMPHAN Chaiyan OPEN
Manager POSTEMA Jan

UNGHERIA
124 SZVOBODA Bence MX1
125 HUGYECZ Erik MX2
126 NÉMETH Kornél OPEN
Manager ALLIANCE Michel

MONGOLIA
127 KHALIUNBOLD Erdenebileg MX1
128 MUNKHBOLOR E MX2
129 MURUN Purevdorj OPEN
Manager DASHDONDOG Oc

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 27/09/2012, 22:23

Cairoli correrà al "Nazioni" con il numero 46 di Valentino Rossi
Tony correrà a Lommel con il numero di Valentino. “Che onore” ha dichiarato il messinese via Twitter. “Allora ad Aragon corro con il 222” ha risposto prontamente Rossi


Immagine

Questo fine settimana si disputerà in Belgio il Motocross delle Nazioni, una specie di olimpiade del Motocross alla quale partecipano i piloti più forti di ogni Stato. In un'occasione così importante e di così grande visibilità, il nostro portacolori - e fresco campione del mondo MX1 - indosserà la maglia azzurra con un numero di un altro grandissimo campione italiano: sulla schiena di Antonio Cairoli infatti spiccherà un bel 46.

Ci piacerebbe dire che è un omaggio al collega "pistaiolo", - Valentino e Tony sono amici e in più di un'occasione hanno fatto fuoristrada insieme - ma la realtà dei fatti racconta che sono stati il caso e la matematica ad assegnare il 46 al sei volte campione del mondo. Il regolamento infatti prevedere che i pettorali vengano stabiliti in base all'ordine d'arrivo della precedente edizione. La squadra azzurra nel 2011 si è classificata al 16esimo posto e quindi quest'anno correrà con i numeri 46 (Tony), 47 (Lupino) e 48 (Guarneri).

Appena ricevuta la maglia, il messinese ha pubblicato una foto su Twitter con il commento: "Che onore correre con il numero di Valentino". La risposta di Rossi non si è fatta attendere "Il 46 ti sta benissimo Tony! – e poi ha rilanciato - propongo scambio, e ad Aragon uso il 222".
Ora siamo tutti curiosi di vedere come starà il 222 a Valentino.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 27/09/2012, 22:24

66° Edizione del Motocross of Nations

Questo weekend a Lommel


In vista del Monster Energy FIM Motocross delle Nazioni, in programma questo weekend, proviamo a fare una panoramica su quello che è l’evento più importante dell’anno e del tracciato che lo ospiterà.
Il circuito di Lommel, nonostante sia in attività da moltissimi anni, è entrato nel giro del World Motocross Championship solo nel 1990, in cui ospitò il GP dell’allora classe 250 vinto da Pekka Vehkonen. Caratteristica di questo tracciato, che sorge nella zona nord est del Belgio, a pochi passi dall’Olanda, è senza dubbio l’infernale sabbia bianca, simile al borotalco che cambia ad ogni giro. I lunghi canali e le profonde buche che sono solite formarsi sul tracciato belga, impegneranno i piloti sia fisicamente che mentalmente in quanto anche un minimo errore, può costare una caduta e la rottura della moto.
Sul tracciato belga, gli occhi sono tutti puntati sui detentori del trofeo, ovvero quegli Stati Uniti, che dal 2005, nonostante formazioni con piloti che presi individualmente non sono apparsi sempre tra i più veloci, riescono comunque a completare la missione centrando l’obiettivo più prestigioso.
Mentre negli scorsi anni, i tracciati in cui si correva l’ MXoN potevano essere congeniali ai piloti oltreoceano, quest’anno, il circuito del Limburg, con il suo terreno soffice, rappresenta per loro un’incognita. In America, infatti, nessuna pista ha le stesse caratteristiche, ed è per questo che Ryan Dungey, Justin Barcia e Blake Bagget, ovvero il Team USA, si sono presentati in Belgio per testare moto e tracciato già una settimana fa.
Se le insidie di Lommel, saranno una “sorpresa” per i tre yankee, non lo saranno affatto per la maggior parte dei piloti europei, i quali, oltre ad abitarci vicino, la utilizzano spessissimo per test ed allenamenti vari.
Nonostante un terreno non molto congeniale alle loro caratteristiche il trio “made in USA”, sicuramente partirà con l’obiettivo di riconfermarsi Campione del Mondo.
Tra i team europei, il più accreditato ad andare a rompere le uova nel paniere agli americani, sarà sicuramente il Belgio, che oltre a schierare tre specialisti della sabbia come Jeremy Van Horebeek, Ken de Dycker e Clement Desalle, punterà moltissimo sul “fattore campo” ovvero sul tifo de numerosissimi tifosi che sono attesi.
Occhio di riguardo inoltre per le squadre di Olanda, Italia, Germania e Francia.
L’Olanda, punta tutto sul gioiellino Jeffrey Herlings, che in più di un’occasione ha dimostrato quanto possa esser veloce sulla sabbia, sul giovane Glen Coldenhof anche lui molto a suo agio sui terreni del nord e sul “vecchio” lupo Marc De Reuver.
L’Italia si schiera con un 6 volte Campione del Mondo Tony Cairoli come capo squadra e con Alessandro Lupino e Davide Guarneri come suoi compagni. Tutti e tre conoscono perfettamente il terreno belga, vivono a pochi passi dalla pista e sulla sabbia, se la fortuna almeno questa volta li asseconda, sanno essere velocissimi.
La Germania punta tutto sulla stravaganza di Ken Roczen, sulla tenacia di Max Nagl e sull’estro di Marcus Schiffer.
Tra le nazioni del vecchio continente che possono dire la loro, si deve inserir di diritto anche la Francia, che nonostante abbia un Boog ed un Paulin non proprio a loro agio sulla sabbia, si fa forte di Marvin Musquin, già vincitore più volte a Lommel.
Nell’albo d’oro dei piloti che più volte hanno composto la squadra vincitrice dell’MXoN, troviamo l’americano Jeff Ward e il britannico Jeff Smith con sette vittorie. Roger De Coster con sei, Stefan Everts e David Bailey con cinque vittorie. Ryan Dungey al momento ne ha all’attivo tre, così come Ricky Carmichael, Joel Smets ed Andre Malherbe.
Per quanto riguarda le squadre, la classifica la comandano gli Stati Uniti con 22 MXoN conquistati.
Gli ultimi due MXoN corsi in Belgio, sono stati nel 1997 a Nismes e nel 2003 a Zolder ed entrambi sono stati vinti dalla squadra di casa.

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 27/09/2012, 22:26

MX NAZIONI LOMMEL. CACCIA AGLI USA

Immagine

Sulla velocissima e insidiosissima sabbia di Lommel il prossimo fine settimana andrà in scena la 66.a edizione del Motocross delle Nazioni. Sulla pista belga ci sarà il mondo intero, chi per contendersi il Trofeo Chamberlain, chi per assistere alla sfida tra i più grandi piloti della terra. Ci saranno ovviamente i detentori del titolo, gli americani Ryan Dungey, Justin Barcia e Blake Baggett che nei giorni scorsi hanno saggiato il terreno di Lommel per non arrivare impreparati all’appuntamento. Come al solito partono favoriti, ma la sabbia può riservare grosse sorprese e colpi di scena. Ovviamente non saranno le sole stelle ad illuminare il weekend di gare in Belgio. In rappresentanza delle rispettive Nazioni, a Lommel scenderanno in pista anche i due Campioni del Mondo 2012 Tony Cairoli e Jeffrey Herlings, poi mettiamoci pure due ex iridati come Ken Roczen e Marvin Musquin, più gli attuali vice Campioni Clement Desalle e Tommy Searle. Senza dimenticare gente come Gautier Paulin, Jeremy Van Horebeek, Ken De Dycker, Max Nagl, Max Anstie, Evgeny Bobryshev, Rui Goncalves, Arnaud Tonus e tanti altri ad arricchire un parterrè di grosso calibro.
Dal 1981 il Motocross delle Nazioni è diventata la battaglia globale per la supremazia tra il Team USA e il Resto del Mondo. Per la sua 66.a edizione il Nazioni torna a Lommel, dove proprio nell’81 una squadra americana molto giovane e talentuosa composta da Chuck Sun, Johnny O'Mara, Danny LaPorte e Donnie Hansen stupì il mondo intero vincendo per la prima volta questo fenomenale evento.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 29/09/2012, 13:19

MXoN 2012 - QUI LOMMEL !!!

Tutto il "Nazioni" 2012 in tempo reale da Lommel, comunicati, notizie, report


Sono 34 i team nazionali e 102 i piloti che competono oggi e domani qui in Belgio per la 66 edizione del Motocross delle Nazioni, la gara di moto più bella dell’anno che si corre dal lontano 1946 e che fu tra le prime competizioni motoristiche disputate nell’Europa post bellica. Per questo gli occhi degli appassionati di moto di tutto il mondo sono puntati in queste ore su Lommel, piccolo villaggio della ricca regione industriale del Limburgo, nelle Fiandre Orientali, dove è collocata una tra le piste di motocross più celebri al mondo. Realizzata su sabbia profonda, come su una spiaggia, appena smossa e poco lavorata, è considerata un inferno dai piloti. Si tratta di uno dei tracciati più insidiosi e difficili in assoluto, ben conosciuto dai piloti che corrono in Europa, mentre per il team USA, Campione uscente, la pista rappresenta una vera incognita. La squadra a stelle e strisce, guidata da Roger de Coster , composta da Ryan Dungey (KTM - MX1), Blake Baggett (Yamaha-MX2) e Justin Barcia (Honda Open - MX3) è giunta per tempo qui in Belgio, per allenarsi e assimilare al meglio il percorso.
In questo momento sotto un cielo plumbeo invernale e piogfgia che cade a secchiate e un pubblico enorme (sono attese 80.000 persone) si stanno disputando le prove cronometrate. Oggi alle 14.30 (MX1); 15.30 (MX2) e 16.30 (Open MX3) sono in programma le batterie di qualifica,
Per la prima volta un evento di simile importanza arriva sugli schermi Rai. Domani 30 settembre Rai Sport 2 trasmetterà in diretta tutte e tre le gare in programma: alle 13.10 la Gara 1; alle 14.30 la Gara 2 e alle 16.10 la decisiva Gara 3. La telecronaca sarà curata da Maurizio Fanelli, con il commento tecnico di Giulio Gori direttore di MX Motosprint e l’assistenza dalla pista di Stefano Bergonzini. La diretta della gara è prevista anche su Sportitalia agli stessi orari con Fabio "Momo" Momina al microfono. Oggi diretta prevista in esclusiva su mx-life.tv come da questa news.



2015: Ormai si sa che il MXoN 2013 si svolgerà a Teutschenthal, è stato appena comunicato che l´edizione del 2015 tornerà negli Stati Uniti e precisamente e Glen Helen.

Team Italy: Non sono buone le notizie che riguardano il team italiano: i nostri ragazzi iniziano questo MXoN in salita. Ieri pomeriggio all´esibizione dei piloti al circuito di Kart di Lommel, Alessandro Lupino è stato centrato e buttato fuori pista (da Butron, che ha combinato abbastanza casino...) riportando una brutta botta ad una mano. Ale stamattina ha effettuato le prove, ma è evidente che c'è un problema.

Prove Libere: piove a Lommel e piove anche forte nonostante le previsioni non mettessero pioggia. Ma come il cielo sereno della mattina ha lasciato posto alla pioggia, si spera che il meteo si ristabilizzi e che permetta un regolare svolgimento della gara. Anche se non significa molto, riportiamo i risultati della prove libere di questa mattina. Cairoli il più veloce della MX1: il nostro Tonino si è messo dietro tutti a partire da Borbyshev, Dungey, Nagl, Coppins. In MX2 Osborne ha preceduto Roczen, Coldenoff, van Horebeek, Baggett, Tonkov, nella Open Herlings è risultato il più veloce davanti a Leok, de Dycker, Barcia, Anstie.

Manche di qualifica del sabato:
MX1: Tony Cairoli scatta al comando davanti a Nagl, segue de Reuver, Desalle, Bobryshev, Dungey. Nagl al terzo giro si porta al comando ma Cairoli segue controllando. A metà gara Desalle sale al terzo posto, Dungey si porta al quarto. Cairoli decide di riprendere il comando, attacca si riporta davanti a Nagl e non si fa più prendere. Cairoli vince, Nagl è secondo, poi Desalle, Paulin che recupera nel finale, Bobryshev, Dungey, de Reuver. Goncalves, Coppins, Searle.
MX2: Ken Roczen curva per primo e fa la lepre portandosi dietro van Horebeek, Nicholls, Condenoff, Osborne, Baggett, Musquin. Roczen allunga, van Horebeek controlla, Osborne cade e perde molte posizioni, Baggett recupera. Roczen vince senza problemi, van Horebeek è secondo, Baggett recupera nel finale e sale al terzo posto, Musquin lo segue, poi Nicholls, Coldenoff che nel finale perde qualche posizione, poi Tonkov, Styke, Ratsep, Heibye. Lupino termina 17°, stringendo i denti.
OPEN: Jeffrey Herlings si pianta al cancello di partenza e parte ultimissimo. Scatta in testa Justin Barcia, che tenta di scappare via, alle sue spalle de Dycker, Guarneri. Al primo giro Herlings transita già quarto, ci mette un giro e mezzo a liberarsi di de Dycker, due giri a raggiungere Barcia e una curva ed un rettilineo per fulminarlo. Herlings aumenta ancora il ritmo, Barcia non ci sta ed esagera, rischia di cadere un paio di volte poi si intraversa, perde il controllo della moto e si incastra sotto ai tabelloni pubblicitari, perde diverso tempo per rialzare la moto, riceve aiuto per sollevare i cartelloni, poi esce di pista, percorre qualche decina di metri prima di impattare con un mucchio di sabbia e proiettarsi pericolosamente in pista. Herlings vince, de Dycker è secondo, poi Leok, Anstie, Guarneri, Waters, Schiffer, Guillod, Correia, Bengtsston. Barcia termina sesto ma viene squalificato per aiuto esterno.
Classifica a squadre: al termine delle manche di qualifica, la Gemania è al comando con 3 punti, secondo è il Belgio con 4 punti, terza è l'Italia con 6, seguono Olanda, Francia, USA, Gran Bretagna, Estonia, Russia, Australia.

Brutte notizie riguardano arnaus Tonus, caduto al via della manche di qualifica della MX1. Lo svizzero ha riportato la frattura di tibia e perone della gamba destra.

DOMENICA: giornata di sole qui a Lommel, temperatura piuttosto fresca e tanto tanto pubblico festante in un mix di bandiere, costumi e voglia di fare festa nello spirito del Motocross. Diamo il premio virtuale come gruppo più folkloristico a quello sloveno, con tanto di fisarmonica e canti.

Finale B:La Nuova Zelanda piazza Cody Cooper e Josh Coppins ai primi due posti ed accede così alla parte finale del MXoN 2012.

MX1-MX2: Rui Goncalves scatta al comando ma dietro c’è Tony Cairoli che nel corso del primo passaggio si porta in testa davanti al portoghese, segue Nagl, poi Paulin, Roczen, Desalle, Dungey. Purtroppo Lupino cade e si fa male (si parla di spalla lussata). Van Horebeek è nei dieci, non parte bene Musquin, parte male Baggett. Nagl si porta alle spalle di Cairoli ma deve cedere ma dopo quattro giri deve cedere a Paulin che sembra poter isidiare Cairoli. Tony si accorge dell’arrivo del francese e rimette la giusta distanza tra se ed il pilota Kawasaki. Desalle risale in quarta posizione e nel finale deve fare attenzione ad un aggressivissimo Roczen che si trova adavanti a Dungey. Cairoli guida con sicurezza a eva a vincere, secondo è Paulin, poi Nagl, Desalle, Roczen, Bobryshev, Dungey, Searle, de Reuver, van Horebeek.

MX2-Open: Jeffrey Herlings prende il comando e se ne va in poche curve, alle sue spalle Davide Guarneri, poi de Dycker, Barcia, Leok, Roczen. Musquin e Baggett sono nei 10, Schiffer è 11. Helings fa il vuoto, e dietro di lui Guarneri cede qualche posizione ma è lotta tra Barcia, Leok, de Dycker e Roczen con il tedesco che si porta in seconda posizione, poi subisce il ritorno di de Dycker e Leok che si scambiano diverse volte la posizione. In sesta posizione viaggia Davide Guarneri amministrando e senza commettere errori su una pista che diventa sempre più indisiosa. Colpo di scena al penusltimo giro: Barcia finisce a terra, la sua ruota anteriore ha i raggi ed è bloccata. Justin apre il gas e con la ruota bloccata percorre un centinaio di metri fino a spingere la moto fino alla pitlane dove gli viene sbloccata la ruota per permettergli di ripartire per la metà del giro che manca. Herlings vince doppiando fino al sesto, Leok brucia de Dycker all’ultimo giro, quarto è Roczen, quinto Davide Guarneri, poi Baggett, Schiffer, Waters, Anstie, Boog. Barcia termina 14°, Lupino stringe i denti e chiude 25°.

Open-MX1: Tony Cairoli schizza al comando, Herlings cade nelle prime battute della manche, alle spalle di Tony si posiziona Dungey, poi Barcia, seguito da Bobryshev, Desalle, Nagl, Paulin, Leok, Guarneri è a metà gruppo. Il ritmo di Cairoli è insostenibile per tutti e scappa via, alle sue spalle si porta Barcia, anche per un errore di Dungey, che cade, finisce fuori pista, percorre un bel tratto fuori dalla pista poi rientra ma è fuori dai 10. La moto di Guarneri a ridosso dei top 10 si spegne davanti alla pit lane, si riaccende ma Davide riparte 19°. Barcia deve difendersi da Bobryshev all’attacco, ma il russo sbaglia, tocca a Paulin tentare l’attacco ma è Herlings che ritorna sui previ fulminandoli uno ad uno per mettersi a caccia di Tony Cairoli. Tony sembra destinato a subire la sorte degli avversari ma quando Herlings arriva alle spalle, Cairoli cambia ritmo e stacca inesorabilmente l’olandese che comunque ha speso tantissimo per raggiungerlo. Alle loro spalle Barcia, Leok, de Dycker, Nagl, Desalle, Paulin, Dungey, Goncalves. Guarneri è 13°.
La Germania vince il MxoN 2012 con 25 punti (Nagl 3+6, Roczen 4+5, Schiffer 7+14), al secondo posto il Belgio (De Dycker 3+5, Desalle 4+7, van Horebeek 10+38) al terzo posto gli USA (Barcia 3+14, Baggett 6+14, Dungey 7+9), al quarto posto l’Olanda al quinti l’Italia, trascinata da uno stratosferico Tony Cairoli vincitore della MX1.
Tony Cairoli con una ulteriore doppietta porta a casa il miglior risultato della MX1, in MX2 viene premiato Ken Roczen, nella Open vince Jeffrey Herlings.
Il Ricky Carmichael Award, viene assegnato a Tim Gajser.

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 29/09/2012, 13:27

Immagine

Meglio di così al cancelletto di partenza non poteva andare.
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 29/09/2012, 17:56

MX delle Nazioni. Cairoli vince le qualifiche della MX1
Cairoli si aggiudica le qualifiche del Motocross delle Nazioni. Sulla sabbia di Lommel il sei volte campione del mondo ha fatto il vuoto alle sue spalle


Immagine

Gara perfetta per Tony Cairoli nella qualifica del Gp delle Nazioni. Sulla sabbia amica di Lommel, il sei volte campione del mondo, ha fatto il vuoto alle sue spalle.
Ha guidato come sempre in maniera magistrale: scattato al comando dopo qualche minuto è stato scavalcato da Nagl, ma a cinque minuti dalla fine è tornato in testa e si è involato verso la vittoria.
Tony si è dunque dimostrato tra i candidati per la vittoria di domani nelle due manche a cui prenderà parte e potrà dunque portare l’Italia nelle zone alte della classifica. La nostra squadra conta Guarneri, quinto nella MX3, e Lupino che nonostante una frattura a un dito è finito 17° nella MX2.
Una bella squadra che oggi grazie al risultato di Tony ha spuntato il 3° posto alle spalle di Germania e Belgio.

Tony Cairoli:”Ci tenevo a correre una bella qualifica. Lommel è una delle mie piste preferite e volevo iniziare bene. Sono scattato al comando e ho spinto al massimo. Poi una volta secondo ho atteso il momento giusto per attaccare Nagl e passare al comando. Domani darò il massimo e cercherò di fare bene insieme ai miei compagni. Guarneri è stato bravo nella MX3 e ha colto un bel risultato e anche Lupini nella MX2. Per domani siamo fiduciosi di poter fare tre belle manche e speriamo che la fortuna ci aiuti, perché negli ultimi anni non siamo stati molto fortunati la domenica. Forza Azzuri!”

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 29/09/2012, 18:28


A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 29/09/2012, 18:42

DIRETTA TV:
Le 3 manches di gara verranno trasmesse in diretta Domenica 30 Settembre su RaiSport 2 (Canale 58 del D.T.), ecco gli orari delle dirette.

12.55 – Gara1
14.25 – Gara2
15.55 – Gara3

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 29/09/2012, 18:48

Pennywise anche sportitalia2 le trasmette, come riportato nei primi messaggi del topic :wink:
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

superclod
Avatar utente
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 23/10/2009, 21:46
Località: Bologna

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 29/09/2012, 19:19

Forza azzurriiii :!: :!: :!:
Mi aspetto una gara fantastica :!: Vedo molto bene Herlings (che ha vinto le qualifiche partendo ultimo :!: ), Cairoli e Roczen. Come squadre i più forti, per me, sono belgi e tedeschi, con Italia e USA a giocarsi il terzo posto... Certo che Lupino :twisted: :twisted: :twisted: andarsi a far male nella gara di kart...
SUPERCLOD - KTM exc 300 duettì

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 29/09/2012, 20:23

MX delle Nazioni. Maglia Azzurra 3ª in qualifica
Italiani subito all’attacco nelle qualifiche che vedono brillare Cairoli e Guarneri; Germania vittoriosa e solo sesti gli Stati Uniti


Immagine

L’apertura della gara a squadre iridate ha ridicolizzato gli statunitensi che causa la squalifica di Justin Barcia (Honda) per essere stato aiutato ad uscire dalla rete di delimitazione dopo essere scivolato e la sonora battuta di Ryan Dungey (KTM) e Blake Baggett (Kawasaki) che sono stati relegati al 6° posto.

Dalle tre manche di qualificazione è emersa la Germania che con la vittoria di Ken Roczen nella MX2 ed il posto d’onore di Max Nagl si sono assicurati la prima posizione davanti alla squadra belga. Nonostante le brutte premesse causate dallo stiramento del legamento del pollice destro di Alex Lupino durante una gara di kart organizzata dallo sponsor Monster, la formazione italiana ha conquistato la terza posizione con la schiacciante vittoria di Antonio Cairoli, che nelle prove libere aveva rifilato tre secondi a Ryan Dungey, e il buon 5° posto di Davide Guarneri; le premesse dell’incidente di Lupino non gli hanno invece permesso di fare meglio di 17°, sperando che gli antidolorifici possano fare effetto per la gara di domenica.
La manche Open è stata invece vinta da Jeffrey Herlings, che come sulla sabbia di Lierop anche in questa belga ha volato ma questa volta alla guida della KTM.

Classifiche
Qualifying Heat MX1 - Classification
1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 25:24.630;
2. Maximilian Nagl (GER, KTM), +0:09.489;
3. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:30.660;
4. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:41.400;
5. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:45.882;
6. Ryan Dungey (USA, KTM), +0:57.835;
7. Marc de Reuver (NED, Kawasaki), +1:05.243;
8. Rui Goncalves (POR, Honda), +1:06.462;
9. Joshua Coppins (NZL, Yamaha), +1:10.189;
10. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +1:36.040;
11. Martin Barr (IRL, Suzuki), +1:52.476;
12. Nicolai Hansen (DEN, Suzuki), -1 lap(s);
13. Gert Krestinov (EST, Honda), -1 lap(s);
14. Filip Neugebauer (CZE, Kawasaki), -1 lap(s);
15. Ludde Söderberg (FIN, Honda), -1 lap(s);
16. Kim Lindstrom (SWE, Kawasaki), -1 lap(s);
17. Matevz Irt (SLO, Suzuki), -1 lap(s);
18. Lawson Bopping (AUS, Yamaha), -1 lap(s);
19. Kim Oiva Jarva (NOR, Honda), -1 lap(s);
20. Makoto Ogata (JPN, Honda), -1 lap(s);

Qualifying Heat MX2 - Classification
1. Ken Roczen (GER, KTM), 24:24.394;
2. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +0:09.837;
3. Blake Baggett (USA, Kawasaki), +0:20.057;
4. Marvin Musquin (FRA, KTM), +0:37.998;
5. Jake Nicholls (GBR, KTM), +0:44.152;
6. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:57.232;
7. Alexander Tonkov (RUS, Honda), +0:58.437;
8. Luke Styke (AUS, Yamaha), +1:05.699;
9. Priit Rätsep (EST, KTM), +1:08.215;
10. Even Heibye (NOR, KTM), +1:17.428;
11. Stefan Kjer Olsen (DEN, Suzuki), +1:24.269;
12. Jose Butron (ESP, KTM), +1:31.978;
13. Roberts Justs (LAT, Honda), +1:32.823;
14. Irwin Graeme (IRL, Yamaha), +1:40.829;
15. Karl Olsson (SWE, Honda), +1:41.941;
16. Zachary Osborne (PUR, Yamaha), +2:01.368;
17. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), +2:04.136;
18. Tim Gajser (SLO, KTM), -1 lap(s);
19. Paulo Alberto (POR, Honda), -1 lap(s);
20. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), -1 lap(s);

Qualifying Heat Open - Classification
1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 24:23.539;
2. Ken de Dycker (BEL, KTM), +0:02.024;
3. Tanel Leok (EST, Suzuki), +0:28.861;
4. Max Anstie (GBR, Honda), +0:46.358;
5. Davide Guarneri (ITA, KTM), +1:11.885;
6. Todd Waters (AUS, Suzuki), +1:23.898;
7. Marcus Schiffer (GER, Suzuki), +1:36.198;
8. Valentin Guillod (SUI, KTM), +2:10.253;
9. Luis Correia (POR, Yamaha), +2:11.165;
10. Filip Bengtsson (SWE, KTM), -1 lap(s);
11. Niko Koskela (FIN, Kawasaki), -1 lap(s);
12. Kasper Lynggaard (DEN, Kawasaki), -1 lap(s);
13. Klemen Gercar (SLO, Honda), -1 lap(s);
14. Lauris Freibergs (LAT, Honda), -1 lap(s);
15. Evgeny Mikhaylov (RUS, Suzuki), -1 lap(s);
16. Matthias Walkner (AUT, KTM), -1 lap(s);
17. Marcal Müller (BRA, Yamaha), -1 lap(s);
18. Martin Michek (CZE, KTM), -1 lap(s);
19. Stuart Edmonds (IRL, Suzuki), -1 lap(s);
20. Vytautas Bucas (LTU, Honda), -1 lap(s);

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 30/09/2012, 10:23

superclod ha scritto:Forza azzurriiii :!: :!: :!:
Mi aspetto una gara fantastica :!: Vedo molto bene Herlings (che ha vinto le qualifiche partendo ultimo :!: ), Cairoli e Roczen. Come squadre i più forti, per me, sono belgi e tedeschi, con Italia e USA a giocarsi il terzo posto... Certo che Lupino :twisted: :twisted: :twisted: andarsi a far male nella gara di kart...


:? :? :incaz: :head:

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

R: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 30/09/2012, 12:44

Tony c'è 8-) :-D Lupino caduto praticamente subito .... :-| :???:
Inviato dal mio GT-I9100 con Tapatalk 2

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 30/09/2012, 12:54

Lo specchio del MX Italiano.
Due grandi piloti (uno infortunato), un buon pilota e .... il vuoto (purtroppo).
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 30/09/2012, 16:57

Abbiamo ottenuto più di quanto sperato .... un quinto posto.

Onore ai Tedeschi che con piazzamenti ottengono il miglior risultato e entrano nella storia del MXoN (primo titolo per loro).

Individualmente l'ormai certezza di Tony è stata ulteriormente avvalorata, vuoi che si correva su una pista amica (si allena spesso a Lommel), vuoi che l'unico che poteva impensierirlo (Herlings) sbaglia nuovamente la partenza della prova finale e quando lo riprende (compiendo già un'impresa) ha dato tutto quello che poteva dare.

Purtroppo o per fortuna, la gara è per il team .... e l'Italia parte con due scarti (è ammesso UNO) per manifesta inferiorità di chi schieriamo (non abbiamo alternative in MX2 e questo è preoccupante per il futuro).
Se poi ci mettiamo l'infortunio pregara (inconcepibile dare il permesso di rischiare INUTILMENTE) i due scarti da potenziali diventano reali.

Detto di Tony e di Lupino, buone prestazioni dal Pota che nella sua prima gara ha fatto meglio di quanto gli si poteva chiedere con un quinto.

Comunque un quinto posto su cui tutti avrebbero firmato prima della gara.

Che gli Americani erano battibili (come team) era cosa certa da qualche anno, ma oggi hanno giocato con "paletta e secchiello" nell'inferno di sabbia :mrgreen:
Oltre a non meritare nemmeno il podio per il taglio di Dungey nell'ultima manche rientrando dopo la caduta (è noto che per Dangey come pilota ho un debole, ma oggi andava sanzionato).

Adesso iniziamo a pensare al prossimo MXoN 2013 a Teutschenthal, guarda caso in casa dei nuovi Campioni in carica.
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

superclod
Avatar utente
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 23/10/2009, 21:46
Località: Bologna

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 30/09/2012, 17:23

superclod ha scritto: Come squadre i più forti, per me, sono belgi e tedeschi, con Italia e USA a giocarsi il terzo posto... Certo che Lupino :twisted: :twisted: :twisted: andarsi a far male nella gara di kart...


Non ci sono andato poi tanto lontano : Prima la Germania, secondo il Belgio, terzi gli USA. :lol: Se solo Lupino non avesse avuto il problema alla mano... :crycry:
Comunque e sempre... GRANDE TONINOOOOO :!: :!: :!:
SUPERCLOD - KTM exc 300 duettì

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 30/09/2012, 20:09

MX delle Nazioni. Vittoria ai tedeschi, Italia 5ª ma Cairoli 1° MX1
La Germania si impone per la prima volta nella gara a squadre davanti a Belgio e Stati Uniti; fantastica doppietta di Cairoli nella classe regina


Immagine

Sarà anche vero che non avessero mai visto una pista del genere, e come ha detto Blake Baggett gli Europei sono stati dei veri e propri animali su di una sabbia del genere, fatto sta che un po’ come era il sentore generale il gradino più alto del podio del Nazioni non è finito in mano agli statunitensi. Ed è andato addirittura ai tedeschi, che hanno primeggiato grazie alle fantastiche prestazioni di Ken Roczen, che si è imposto nella MX2, e di Max Nagl che si è piazzato al posto d’onore della MX1 oltre al brillante 7° posto di Marcus Schiffer che è andato bel oltre alle aspettative anche considerando la pesante caduta di cui era stato protagonista pochi giorni prima della gara.

La batosta più grossa gli yankee l’hanno presa però dal nostro Tonino Cairoli, che ha segnato l’ultima doppietta della stagione in barba a quanto pensava Ryan Dungey, il quale si è dovuto ricredere sin dal primo turno di prove libere MX1 del sabato dove si è visto rifilare dal siciliano ben tre secondi sul giro più veloce. E’ stato il primo avvertimento per la formazione campione uscente, che tra errori e una guida non all’altezza del Tempio della sabbia sono capitolati anche di fronte alla formazione belga piazzatasi al posto d’onore con il 4° di Desalle nella MX1, il 3° di De Dycker nella Open e il 10° di Van Horebeek penalizzato in Gara 2 da un problema meccanico che lo ha appiedato.

Cairoli ha chiuso la sua stagione alla grande, in piena sicurezza e con quella grande lucidità che nella seconda manche gli ha permesso di tenere a freno Jeffrey Herlings che nel testa a testa con Tony entrambi in sella alla KTM 350 avrebbe fatto carte false pur di lasciarsi dietro il sei volte iridato. Invece l’olandese si è dovuto accontentare del secondo posto, ma gli va dato merito di aver fatto una grande gara in rimonta dalle ultime posizioni.

Bravo anche Davide Guarneri, che in apertura se l’è cavata egregiamente terminando 5° dopo un appassionante scambio di posizioni con Justin Barcia, e nella seconda è stato autore di un bel recupero dalle retrovie dove era finito nelle prime fasi di gara a causa dello spegnimento della moto dopo un quasi contatto con un avversario. Niente da fare invece per Alex Lupino, che dopo lo stiramento del legamento del pollice destro nella gara di kart del venerdì ha corso con l’ausilio di antidolorifici ma la sua prestazione è stata ugualmente limitata e in una manche è anche caduto facendosi male ad una spalla.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 30/09/2012, 20:15

MXON: GERMANIA-BELGIO-USA. GARE 1/3 A CAIROLI

Immagine

Nazioni ai tedeschi davanti al Belgio. Terza la compagine statunitense in una gara dove Cairoli ed Herlings non hanno avversari: Tony vince entrambe le manche dove è in pista, Herlings fa sua la prova rimanente. Full report (Images Gutierrez/Queralt).
-- >> 17:00 - GERMANIA CAMPIONE; USA AL TERZO POSTO
Terza ed ultima decisiva manches per assegnare la vittoria. Gli Stati Uniti ancora non sono matematicamente tagliati fuori ma il gradino piu' alto del podio e' un affare tra Germania e Belgio. La sfida che tutti gli appassionati attendono è il confronto tra i due piloti che dominano i fondi sabbiosi, Tony Cairoli e Jeffrey Herlings. Scande il cancello e subito c'è un colpo di scena, Herlings cade. Cairoli stacca l'ennesimo holeshot e si invola indisturbato. Le speranze del Team Usa sono tutte riposte in Captain America Ryan Dungey e Justin Barcia, che non spengono le velleità di vittoria dei numerosi tifosi yankee con una partenza immediatamente alle spalle del battistrada. Guarneri non parte male ma purtroppo si complica la vita dopo pochi giri cadendo. Riparte in quindicsima posizione cercando di recuperare qualche. Intanto i due piloti americani viaggiano appaiati nel tentativo di recuperare secondi. Dopo qualche giro l'imprevisto, Barcia si imbarca in un canale e si intraversa. Dungey nell'estremo tentativo di evitarlo, finisce fuori pista e cade. Riparte velocemente ma ormai le speranza per il Dream Team sono esaurite. Intanto Herlings dà sfoggio di tutta la sua tecnica di guida su sabbia. Sorpassa tutti gli avversari che incontra sulla sua strada con una facilita' e soprattutto una velocita' imbarazzante per l'intera compagine presente. In alcune tornate recupera al fuggitivo Cairoli anche 4 secondi al giro. La gara per il Trofeo si gioca interamente tra DeDycker, Nagl e Desalle. L'ufficiale Suzuki tenta l'impossibile per sopravanzare Nagl ma fallisce nell'intento. La gara si conclude con gli ultimi due giri tutti vissuti nell'attesa del ricongiungimento tra Cairoli ed Herlings.

Immagine

Quando finalmente l'olandese riesce ad arrivare a ruota del campione del mondo della MX1, Cairoli cambia ancora passo e danzando nell'inferno di sabbia di Lommel, vince meritatamente anche la terza manches, apponendo il suo sigillo anche al MXoN 2012. Secondo al traguardo uno strepitoso Jeffrey Herlings seguito ad una distanza imbarazzante da Justin Barcia. Il Team tedesco conquista la vittoria con la sesta piazza di Max Nagl. Sul secondo gradino del podio il Belgio seguito dalla squadra americana detentrice del titolo. Vincitori di categoria, Jeffrey Herlings per la Open, Antonio Cairoli per la MX1 e Ken Roczen per la MX2.

MXON 2012
-- >> 15:20 - MXON #2: HERLINGS; LUPINO CI PROVA

Immagine

Lupino ci prova. Con coraggio ed orgoglio. La spalla che duole e la mano malconcia riducono ad un nulla le nostre speranze. Gara-2 è quella di Open e MX2. E l'attesa questa volta è per Herlings, fantastico, straordinario almeno quanto il Cairoli della prima manche.
L'olandese non ha avversari e la sua si rivela ben presto una gara contro il tempo.

Immagine

Dietro invece la corsa è tutta da vivere. Perché la lotta per la piazza d'onore è apertissima.
Il ritiro di Van Horebeek (motore) e di Coldenoff, crea apprensioni in due delle squadre in corsa per un risultato che conta: Belgio ed Olanda. La pista che si deteriora amplifica i limiti del Team USA. Barcia nelle battute iniziali innesca un interessante confronto con De Dycker, Roczen e Leok. Ma dopo un paio di passaggi l'americano della Honda deve desitere. Verrà raggiunto anche da un buon Guarneri (quinto) prima di infilarsi nel box nel giro conclusivo per un intervento alla ruota anteriore: rottura dei raggi.
La vittoria di Herlings non è mai in discussione, Leok recupera la seconda piazza sul granitico De Dycker mentre Roczen, il migliore della MX2, conclude quarto.
Baggett (sesto) è il migliore degli americani. Lupino in classifica è 25.o.
Dopo Gara-2 la Germania guida con buon margine su America, Francia, sulla sorpresa Estonia e sul Belgio. Senza considerare gli scarti, l'Italia è ottavo. (image Gutierrez/Queralt)
MXON Gara 2 MX2 + Open
1 Herlings KTM NL; 2 Leok SUZ EST, 3 De Dycker KTM B, 4 Roczen KTM D; 5 Guarneri KTM I; 6 Baggett KAW USA; 7 Schiffer SUZ D; 8 Waters SUZ AUS; 9 Anstie HON GB; 10 Boog KAW F; 11 Musquin KTM F; 12 Tonkov HON RUS; 13 Correia YAM P, 14 Barcia HON USA; 15 Rastep KTM EST; 16 Bengtsson KTM S; 17 Cooper SUZ NZ; 18 Olsson HON S; 19 Olsen SUZ Dk; 20 Styke YAM AUS; 25 Lupino HSQ I.
Situazione dopo gara 2
1 Germania 19; 2 USA 41; 3 Francia 42; 4 Estonia 54; 5 Belgio 55; 6 Olanda 64; 7 Russia 67; 8 Italia 68.
-- >> 14:00 - MXON #1: CAIROLI, LUPINO OUT SPALLA LUSSATA
MX1 ed MX2 si schierano per prime. L'orario ufficiale prevede il via alle 13 e 08. Ed il Nazioni di Lommel parte ufficialmente nel rispetto del time-table imposto.
Cairoli contro il resto del mondo. Cairoli contro Dungey (ma non solo...) , due campioni a confronto in una pista che esalta le caratteristiche del siciliano.
Tony non disattende. Anzi. Va giù il cancello e dalla prima curva esce terzo. La staccata successiva è già nella scia di Goncalves. Un giro ed il siciliano è davanti a tutti. E comincia la danza. In piedi sulle pedane tra un canale e l'altro.
Alle sue spalle staziona Paulin. Il francese è il più bello da vedere in pista anche se meno efficace di sua maestà Tony Cairoli.
Dietro, Nagl corre su quelli che gli stan dietro piuttosto che ai due davanti. Il tedesco deve tener testa a Roczen e Desalle.
Il Team USA fatica a mantenere la soglia del galleggiamento. Dungey limita i danni stazionando tra il sesto ed il settimo posto. Baggett va peggio del previsto, cade ed è costretto a rincorrere molto lontano dalle posizioni che fan classifica.
Dal giro tre l'Italia è praticamente fuori dai giochi. Un sottosterzo pronunciato e Lupino finisce a terra. Alessandro non ce l'ha fa e prende a testa bassa la via del box con una spalla lussata.

Immagine

Paulin avvicina Cairoli ma la sensazione che per il siciliano sia gestione è qualcosa che trova conferma nel cambio di passo che Tonino mette in atto dopo il primo quarto d'ora.
Il pilota della KTM scappa via in maniera definitiva. Paulin consolida la sua seconda piazza e Nagl completa il podio.
Roczen, quinto, è il migliore della MX2, Dungey, settimo, nel finale cede anche a Bobryshev. Baggett è quattordicesimo. Delude Musquin, solo diciannovesimo.
Dopo Gara 1, la Germania guida con 8 punti; seguono Belgio 14 e Francia e USA con 21.
MXON Gara 1 - MX1 + MX2
1 Cairoli KTM I; 2 Paulin KAW F; 3 Nagl KTM D ; 4 Desalle SUZ B; 5 Roczen KTM D; 6 Bobryshev HON RUS; 7 Dungey KTM USA; 8 Searle KAW GB; 9 De Reuver KAW NL; 10 Van Horebeek KTM B; 11 Coppins YAM NZ, 12 Goncalves HON P, 13 Barr SUZ IRL, 14 Baggett KAW USA; 15 Coldenhoff KTM NL; 16 Nicholls KTM GB, 17 Krestinov HON EST; 18 Tonkov HON RUS; 19 Musquin KTM F; 20 Ratsep KTM EST.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 30/09/2012, 20:21

Nazioni. Vittoria storica della Germania

Immagine

Cairoli protagonista assoluto con due vittorie
Vittoria storica della Germania nel Motocross delle Nazioni che si è corso sulla pista belga di Lommel. Nagl, Roczen e Schiffer hanno portato a casa un risultato inatteso, così come inatteso è stato è il terzo posto della formazione statunitense con Dungey, Barcia e Baggett battuti anche dalla squadra di casa che ha schierato Desalle, De Dycker e Van Horebeek.

Il protagonista assoluto della giornata è stato comunque Antonio Cairoli (nella foto) che ha vinto alla grande entrambe le gare a cui ha partecipato. Per il sei volte campione del mondo questa è la settima doppietta consecutiva della stagione dopo le sei conquistate nel mondiale MX1. Nonostante questo risultato l'Italia non è andata oltre il quinto posto. Se l'è cavata bene Guarneri con un quinto e un tredicesimo posto, è invece andata decisamente male a Lupino. un ritiro e un venticinquesimo posto anche a causa delle non perfette condizioni fisiche. «Sono molto felice per la vittoria individuale del Nazioni - sono le parole di Cairoli a fine gara - Sono riuscito in entrambe le manche a fare il ritmo e nella seconda sono riuscito a mantenere la prima piazza nei confronti di Herlings, che è stato veramente veloce oggi. Io sono partito forte, poi ho gestito per poi ritornare ad accelerare nelle battute finali. Sono state due belle manche e vincerle entrambe mi permette di chiudere la stagione alla grande. Sono contento di avere vinto qui a Lommel, una pista che mi piace molto, nel Nazioni che nelle ultime edizioni non mi aveva portato molto bene. Peccato avere perduto il podio di squadra per una manciata di punti. Siamo stati un po’ sfortunati, però Guarneri e Lupino sono stati bravi e hanno dato il massimo. Peccato che Davide sia caduto all’inizio, altrimenti avremmo finito più avanti. Sarà per il prossimo anno».

RISULTATI

Gara 1 (MX1- MX2)

1. Cairoli (KTM-Ita) 17 giri 34’26”888; 2. Paulin (Kawasaki- Fra) a 21”182; 3. Nagl (Ktm- Ger) a 28”933; 4. Desalle (Suzuki- Bel) a 38”741; 5. Roczen (Ktm- Ger) a 40”180… rit Lupino (Ita)

Gara 2 (MX2- MX3)

1. Herlings (KTM- Ola); 2. . Leok (Suzuki- Est); 3. De Dycker (Ktm- Bel); 4. Roczen (Ktm- Ger); 5. Guarneri (Ktm- Ita)…25 Lupino (Husqvarna- Ita)

Gara 3 (MX1- MX3)

1.Cairoli (KTM- Ita) 17 giri in 35’00”015; 2. Herlings (Ktm- Ola) a 3”037; 3. Barcia (Honda- Usa) a 57”823; 4. Leok (Suzuki- Est) a 1’23”257; 5. De Dycker (Ktm- Bel) a 1’29”784…13. Guarneri (Ktm- Ita)

Finale

1. Germania (Nagl, Roczen, Schiffer) 25; 2. Belgio (Desalle, De Dycker, Van Horebeek) 29; 3. Usa (Barcia, Dungey, Bagget) 39; 4. Olanda (Herlings, Coldenhoff, De Reuver) 44; 5. Italia (Cairoli, Lupino, Guarneri) 45

fonte motosprint.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 30/09/2012, 20:21

Nazioni. Vittoria storica della Germania

Immagine

Cairoli protagonista assoluto con due vittorie
Vittoria storica della Germania nel Motocross delle Nazioni che si è corso sulla pista belga di Lommel. Nagl, Roczen e Schiffer hanno portato a casa un risultato inatteso, così come inatteso è stato è il terzo posto della formazione statunitense con Dungey, Barcia e Baggett battuti anche dalla squadra di casa che ha schierato Desalle, De Dycker e Van Horebeek.

Il protagonista assoluto della giornata è stato comunque Antonio Cairoli (nella foto) che ha vinto alla grande entrambe le gare a cui ha partecipato. Per il sei volte campione del mondo questa è la settima doppietta consecutiva della stagione dopo le sei conquistate nel mondiale MX1. Nonostante questo risultato l'Italia non è andata oltre il quinto posto. Se l'è cavata bene Guarneri con un quinto e un tredicesimo posto, è invece andata decisamente male a Lupino. un ritiro e un venticinquesimo posto anche a causa delle non perfette condizioni fisiche. «Sono molto felice per la vittoria individuale del Nazioni - sono le parole di Cairoli a fine gara - Sono riuscito in entrambe le manche a fare il ritmo e nella seconda sono riuscito a mantenere la prima piazza nei confronti di Herlings, che è stato veramente veloce oggi. Io sono partito forte, poi ho gestito per poi ritornare ad accelerare nelle battute finali. Sono state due belle manche e vincerle entrambe mi permette di chiudere la stagione alla grande. Sono contento di avere vinto qui a Lommel, una pista che mi piace molto, nel Nazioni che nelle ultime edizioni non mi aveva portato molto bene. Peccato avere perduto il podio di squadra per una manciata di punti. Siamo stati un po’ sfortunati, però Guarneri e Lupino sono stati bravi e hanno dato il massimo. Peccato che Davide sia caduto all’inizio, altrimenti avremmo finito più avanti. Sarà per il prossimo anno».

RISULTATI

Gara 1 (MX1- MX2)

1. Cairoli (KTM-Ita) 17 giri 34’26”888; 2. Paulin (Kawasaki- Fra) a 21”182; 3. Nagl (Ktm- Ger) a 28”933; 4. Desalle (Suzuki- Bel) a 38”741; 5. Roczen (Ktm- Ger) a 40”180… rit Lupino (Ita)

Gara 2 (MX2- MX3)

1. Herlings (KTM- Ola); 2. . Leok (Suzuki- Est); 3. De Dycker (Ktm- Bel); 4. Roczen (Ktm- Ger); 5. Guarneri (Ktm- Ita)…25 Lupino (Husqvarna- Ita)

Gara 3 (MX1- MX3)

1.Cairoli (KTM- Ita) 17 giri in 35’00”015; 2. Herlings (Ktm- Ola) a 3”037; 3. Barcia (Honda- Usa) a 57”823; 4. Leok (Suzuki- Est) a 1’23”257; 5. De Dycker (Ktm- Bel) a 1’29”784…13. Guarneri (Ktm- Ita)

Finale

1. Germania (Nagl, Roczen, Schiffer) 25; 2. Belgio (Desalle, De Dycker, Van Horebeek) 29; 3. Usa (Barcia, Dungey, Bagget) 39; 4. Olanda (Herlings, Coldenhoff, De Reuver) 44; 5. Italia (Cairoli, Lupino, Guarneri) 45

fonte motosprint.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 30/09/2012, 22:25

Motocross delle Nazioni 2012

Sorpresa Germania. Cairoli Immenso
Tony Cairoli trascina l'Italia al quinto al Nazioni con due vittorie di manche. Anche il Belgio precede gli USA


Immagine

Ci teneva a fare bene sulla sabbia di Lommel. Obiettivo raggiunto con tanta emozione. Tony Cairoli si conferma il re della sabbia e della MX1. Ha preso per mano il team Italia e lo ha portato al quinto posto grazie alle sue due vittorie. Peccato che in parte sia mancato Lupino, altrimenti sarebbe stato podio, visto che Guarenri ancora una volta ha corso due belle manche.
Ma il mattatore di giornata è stato Tony. Doveva rompere la cabala negativa al Nazioni. Lo ha fatto a modo suo: dominio di entrambe le manche che gli permettono di vincere la classifica individuale e mantenere intatta la sua imbattibilità. Grande Tony: finisce in modo trionfale il suo 2012 con due vittorie secche. Nella prima non ha avuto rivali. Una volta preso il comando si è involato verso l'affermazione della gara che vedeva al via MX1 e MX2. Più difficile la terza manche, seconda per lui, con al via MX1 e MX3. Tony è scattato in testa, ha preso il largo, ma poi Herlings, specialista della sabbia e dominatore di gara 2, ha spinto la sua Ktm 350 alla rincorsa del sei volte iridato. Tony negli ultimi minuti, come sempre, ha fatto la differenza. Ha spinto al massimo e ha così mantenuto il vantaggio sull' olandese. Una manche tiratissima che ha fatto urlare di gioia Cairoli appena tagliato il traguardo. Una vittoria meritatissima che gli ha permesso di essere il migliore pilota, nella classifica individuale, del Nazioni. È stato l'unico a vincere entrambe le manche ed è stato l'unico a tenere a bada Herlings. Splendido Tony. Il 2012 è finito come era iniziato: dominando.

Alla fine per soli tre punti l'Italia non ha conquistato un meritato terzo posto nonostante le due vittorie di Cairoli e il bel quinto posto di Davide Guarneri (Open – KTM Silver Action) nella seconda manche. A conti fatti pesano i punti di un Alessandro Lupino (MX2 – Husqvarna Team by Ricci) frenato da un infortunio e da una caduta. Prima vittoria per la Germania, secondi i padroni di casa del Belgio davanti agli USA, vincitori delle ultime sette edizioni.

Race1 (MX1-MX2) La giornata parte subito bene per la formazione azzurra con la vittoria nella prima manche di Antonio Cairoli. Il pilota Siciliano preferisce partire al centro con alla destra, molto vicino, c'è il compagno di squadra Lupino, il ventitresimo a entrare nel cancelletto. La scelta del sei volte campione del mondo è quella giusta, infatti Cairoli manca l'hole shoot di poco, si tiene fuori dai guai che spesso lo hanno penalizzato nei precedenti Nazioni e, al primo passaggio, è già secondo dietro il portoghese Goncalves, autore di una grandissima partenza. Lupino invece è a metà gruppo in ventesima posizione. Il momento chiave, nel bene e nel male per la Maglia Azzurra è, però, al secondo passaggio con Cairoli che prende la testa della corsa e Lupino che, invece, cade a terra, una caduta che lo costringe al ritiro per l'uscita della spalla, che si assomma al problema alla mano accorsogli venerdì. L'Italia, così, non ha più possibilità di scarto, in quanto il forfait di Lupino pesa ben 37 punti. Tornando alla gara, dopo pochi minuti Cairoli sembra già aver chiuso ogni discorso per la vittoria quando invece Paulin superando Nagl passa al secondo posto dimostrando di avere lo stesso passo di Tony che, nel frattempo, è impegnato con fastidiosi doppiaggi. Quando dal box italiano mostrano a Cairoli la tabella con sopra un pericoloso +1 secondi, il campione siciliano apre il gas e fa di nuovo il vuoto dietro di se. Mantiene fino al termine un passo così forte da doppiare perfino l'americano Bagget 14°. L'altro statunitense Dungey prova a entrare nella top5 ma cade e chiude 7°. Al termine della prima manche, quindi, la Germania è in testa, grazie al terzo posto di Nagl e al quinto di Roczen. Dietro di loro i padroni di casa del Belgio con un quarto posto di Desalle e un decimo di Van Horebeek. Terza la Francia con Musquin 19°, a pari merito con gli USA

Race2 (MX2/Open) Lupino, dopo la grande paura dovuta alla caduta in prima manche è regolarmente al via nonostante una spalla e il polso non a posto. Questa volta l'hole shot è di proprietà del campione del mondo MX2, Jefrey Herlings, il favoritissimo della vigilia su questo terreno. Ma dietro di lui c'è la Maglia Azzurra di uno splendido Guarneri. Terzo l'americano Barcia. Poi la coppia belga, De Dycker e Van Horebeek. Dopo un giro però cambiano le posizioni dietro Herlings con Guarneri diventato quinto. Lupino è 31°. Nel tentare di attaccare Herlings, Barcia cade stretto dall'olandese e va a terra, mentre Guarneri deve cedere la posizione allo scatenato Roczen che in pochi secondi sorpassa De Dycker, Leok e Barcia e passa al secondo posto. Nella bagarre, Barcia perde anche la terza posizione ai danni del belga De Dycker che trascinato dal pubblico di casa va a prendersi addirittura la seconda piazza su Roczen. Doccia fredda per i padroni di casa con il forfait di Van Horebeek. Guarneri nonostante non ami la sabbia è autore di una grandissima gara e tiene dietro l'americano Baggett difendendo il sesto posto per poi passare 5°. Dura poco però l'americano si fa sotto e ripassa Davide. Lupino corre con il cuore perché fisicamente non può dare molto di più e naviga tra il 23° e il 25° posto. Nella passerella finale di Herlings, solo indisturbato dal primo giro, sorpresa in casa USA con la rottura di Barcia. Guarneri ritorna perciò quinto.

Germania in testa a 19, poi USA a 41 e Francia a 42. L'Italia è 8° a 68°. Serve una manche perfetta di Guarneri e Cairoli per puntare al podio. Da gustare la sfida tra i due campioni del mondo dell'MX1 e dell'MX2.

Race3 (MX1/Open) Nella gara regina con tutti i migliori in pista, parte benissimo l'Italia con Cairoli autore dell'hole shot, seguito da Dungey. Guarneri è decimo. Herlings cade al via ma recupera in fretta. Subito un guaio a Casa Azzurra, si spegne la moto del bresciano che passa diciannovesimo. Serve un miracolo all'Italia per prendere il podio. Gli USA sono secondi e terzi, ma Dungey fa un volo sui cartelloni pubblicitari e diventa 13°. Herlings recupera posizioni su posizioni grazie a una serie di giri veloci. Da lì inizia un'altra gara. Arriva a poco meno di dieci giri dalla fine a pochi secondi da Cairoli, con il siciliano a spingere per cercare di mantenere il distacco. I doppiati che prima avevano penalizzato l'Italiano, ora coinvolgono l'olandese. Non si arriva mai allo scontro anche se, in alcuni tratti, i due campioni sono arrivati a poco più di un secondo di distacco. All'arrivo Cairoli può festeggiare la sua prima doppietta al Motocross delle Nazioni e il successo personale. Per quello di squadra mancano purtroppo solo 3 punti all'Italia per giungere sul podio, la rimonta di un buon Guarneri si ferma al 13° posto. La festa è per la Germania al suo primo successo in questa competizione, seguita dai padroni di casa del Belgio. Chiudono gli USA al terzo posto, un risultato fin troppo largo per come i vincitori delle ultime sette edizioni si sono comportati quest'oggi.

Tony Cairoli:"Sono molto felice per la vittoria individuale del Nazioni. Sono riuscito in entrambe le manche a fare il ritmo e nella seconda sono riuscito a mantenere la prima piazza nei confronti di Herlings, che è stato veramente veloce oggi. Io sono partito forte, poi ho gestito per poi ritornare ad accelerare nelle battute finali. Sono state due belle manche e vincerle entrambe mi permette di chiudere la stagione alla grande. Sono contento di avere vinto qui a Lommel, una pista che mi piace molto, nel Nazioni che nelle ultime edizioni non mi aveva portato molto bene. Peccato avere perduto il podio di squadra per una manciata di punti. Siamo stati un po' sfortunati, però Guarneri e Lupino sono stati bravi e hanno dato il massimo. Peccato che Davide sia caduto all'inizio, altrimenti avremmo finito più avanti. Sarà per il prossimo anno."

Risultati MX OF NATION- LOMMEL :

1. manche (MX1- MX2): 1. Cairoli (KTM-ITA) 17 giri 34'26"888; 2. Paulin (Kawasaki- Fra) a 21"182; 3. Nagl (Ktm- Ger) a 28"933; 4. Desalle (Suzuki- Bel) a 38"741; 5. Roczen (Ktm- Ger) a 40"180… rit Lupino (Ita)

2. manche (MX2- MX3): 1. Herlings (Ktm- Ola); 2. Leok (Suzuki- Est); 3. De Dycker (Ktm- Bel); 4. Roczen (Ktm- Ger); 5. Guarneri (Ktm- Ita)…25 Lupino (Husqvarna- Ita)

3.manche (MX1- MX3): 1.Cairoli (Ktm- Ita) 17 giri in 35'00"015; 2. Herlings (Ktm- Ola) a 3"037; 3. Barcia (Honda- Usa) a 57"823; 4. Leok (Suzuki- Est) a 1'23"257; 5. De Dycker (Ktm- Bel) a 1'29"784…13. Guarneri (Ktm- Ita)

Classifica: 1. Germania (Nagl, Roczen, Schiffer) 25; 2. Belgio (Desalle, De Dycker, Van Horebeek) 29; 3. Usa (Barcia, Dungey, Bagget) 39; 4. Olanda (Herlings, Coldenhoff, De Reuver) 44; 5. Italia (Cairoli, Lupino, Guarneri) 45

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 01/10/2012, 10:54



:lovepink:

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 01/10/2012, 21:00

MX Nazioni. Intervista a Cairoli: "Avrei battuto gli USA anche sul duro"
Una vittoria a metà. felice per il risultato personale, Cairoli si rammarica per quello di squadra e rilancia la sfida al podio al 2013


Immagine

Un’altra vittoria, ma senza americani.
«L’importante era portare l’Italia sul podio, purtroppo è capitato questo infortunio a Lupino e non ce l'abbiamo fatta».

Tu invece hai corso alla grande.
«Io su questi terreni mi trovo benissimo e ho portato a casa il miglior risultato possibile, meglio non si poteva fare».

La seconda manche è stata un po’ più dura. Hai sentito la pressione di Herlings?
«No, ho tirato i primi giri, poi ho mollato un po’ il ritmo. Non sapevo che fosse dietro, dopo 4-5 giri si era avvicinato anche sotto ai 10 secondi. Poi me l’hanno segnalato e ho aumentato di nuovo il ritmo».

Quest’anno è stato il migliore della tua carriera?
«Sicuramente è stata una stagione fantastica, speriamo di migliorare sempre e di fare ancora meglio il prossimo».

Gli americani hanno imputato tutto a questa pista che era sconosciuta per loro. Secondo te è giusto?
«Sì, è giusto. E’ come se uno che non ha mai fatto Supercross va da loro e vuole subito vincere. Loro con la tecnica e con il talento che hanno, hanno fatto del loro meglio, ma per loro è stato difficile. Sono stato sorpreso da Barcia, aveva un ritmo superiore rispetto agli altri americani».

Ma se oggi fossimo statui a Faenza, o su una pista sul duro?
«Faenza non è una delle mie piste preferite. L'anno scorso in Francia abbiamo sbagliato qualcosa. Il prossimo anno con il team che avremo potremo puntare al podio perché gli altri due che comporranno la squadra vanno più forte sul duro che sulla sabbia».

Il tuo Nazioni ideale sarebbe i primi 20 americani e i primi 20 europei.
«Gli Stati Uniti hanno più talenti in generale, perché sono molto più grandi, ma se ci fosse stata una sfida America-Europa avremmo vinto più gare».

Cairoli (AUDIO): "Ho portato a casa il miglior risultato possibile"

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 01/10/2012, 21:02

MX Nazioni. Intervista a Guarnieri: "Meritavamo il podio"
Davide Guarnieri conquista un ottimo quinto posto su di un terreno che non ama particolarmente. Dispiaciuto per la perdita del podio a squadre pensa alla prossima stagione sperando di riuscire ad andar bene sin da subito


Immagine

Davide Guarnieri, Motocross delle Nazioni, innanzitutto complimenti.
«Lommel non è la mia pista preferita, perchè io sono cresciuto sul duro e li vado sicuramente più forte. Negli ultimi tre anni, facendo anche il Campionato Belga, di gare sulla sabbia ne ho fatte e l'esperienza fatta mi è servita oggi. Comunque in manche ho fatto quinto e l'Italia si è classificata terza, nonostante nessuno pensasse che potevamo lottare per il podio, invece abbiamo fatto vedere a tutti che potevamo esserci. Purtroppo Lupino ha avuto problemi alla prima manche, arrivavamo da due risultati abbastanza brutti ma Tony è andato fortissimo facendo primo e primo. Nella prima manche ho dato tutto, ero fresco e ho fatto quinto, passando anche Barcia, quindi è stata una bella gara».

Hai passato anche Barcia ma sei matto?
«Due volte l'ho passato, la prima sono passato io poi lui mi ha ripassato e alla fine l'ho ripassato. Diciamo che non è un fermo!»

Quindi cosa ti sei detto quando l'hai passato?
«Niente ho visto che guidavano tutti in avanti e non era facile qui. Penso che anche loro abbiano visto che la sabbia è una cosa un pò diversa dal normale. La seconda manche è stata dura perchè qui a Lommle ci sono solo trentacinque minuti di riposo tra una manche e l'altra. Sono rientrato subito, riuscendo a fare una partenza abbstanza discreta nella seconda manche. Per una balla di paglia Schiffer ha perso i piedi e mi è venuto quasi contro facendomi spegnere anche la moto e sono sceso così in ventesima posizione. Ho tirato il massimo per cercare di risalire, ma la seconda manche non è tanto facile, riuscendo ad arrivare fino alla tredicesima posizione, ma li ormai c'era un gap di dieci secondi e mancavano quasi cinque minuti, a quel punto ho provato a tirare fino agli ultimi due giri».

E per fortuna che la KTM ha l'avviamento elettrico.
«Esatto, da quel punto di vista la KTM ti da un pò una mano, il problema è che è successo a metà del primo giro quando tutti i piloti erano li. Se non avessi avuto l'avviamento elettrico avrei perso più di dieci posizioni».

Ho un'idea, per il prossimo anno non puoi chiedere a Giuseppe Longo di farti fare sedici Motocross delle Nazioni e un GP?
«E' già un pò che me lo dicono, però non credo di andare meglio nel Motocross delle Nazioni. Il problema è che quest'anno non siamo stati mai fortunati con le partenze e invece qui essendoci qualifcati terzi abbiamo scelto un cancello buono riuscendo a partire terzi nella prima manche. Il ritmo nei terreni morbidi è molto alto. Fortunatamente sono andato bene, in tre partenze sono riuscito a partire in due molto bene e nell'altra discretamente, cosa che non ho mai fatto in un mondiale e speriamo di riuscire a portare queste buone partenze anche al mondiale l'anno prossimo».

Oggi sei andato molto bene, nella gara del campionato belga sei salito sul podio, mi sembra un finale di stagione piuttosto alto.
«Si, da metà stagione ho iniziato ad andare molto bene, si vede anche dai tempi, sono rimasto sempre sesto, settimo o anche quinto, riuscendo sempre a rimanere a ridosso dei primi dieci. Qui è stata una gara dura, ho usato molto l'esperienza acquisita durante il campionato belga, dopo un pò non contava neanche tanto la velocità ma il modo in cui prendevi le buche. Quello che ho imparato è che bisogna prenderle bene all'inizio riuscendo a mantenere la velocità. Herlings, Cairolie, de Dycker vanno molto bene sulla sabbia, hanno proprio un altro passo, ma la maggior parte degli altri hanno tutti la stessa difficoltà. Ho fatto vedere che con due quinti posti posso stare nei primi cinque che è un buon risultato. Sono un pò rammaricato perchè abbiamo perso il podio per soli cinque punti e fare podio qui a Lommel sarebbe stato un gran risultato per noi. Se Lupino non avesse fatto così male e sarebbe riuscito a fare almeno diciannovesimo saremmo arrivati al podio».

Questo risultato ti farà mettere la testa bassa questo inverno così l'anno prossimo ti rivediamo ancora protagonista.
Negli ultimi anni mi sono sempre allenato mantenendo la testa bassa, poi nel mondiale motocross ci sono tanti team e piloti ufficiali e io mi sono sempre arrangiato "al meglio" con i mezzi che avevo. Gli ufficiali riescono a fare anche più test durante l'anno, quindi noi cerchiamo di trovare delle soluzioni man mano che l'anno va avanti. Anche se cambio cilindrata l'anno prossimo spero di riuscire a portarmi un pò di esperienza di quest'anno dietro e iniziare ad andar bene un pò prima».

Bravo e in bocca al lupo per l'anno prossimo.
«Crepi il lupo!».

Guarnieri (AUDIO): "Lommel non è la mia pista preferita"

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 03/10/2012, 20:16

NAZIONI LOMMEL. THE DAY AFTER

Immagine

Parli del Diavolo ma... non spuntano le corna.
USA e Belgio, le contendenti il Trofeo Chamberlain, erano sulla bocca di tutti, le discussioni nei forum e nei social non facevano altro che cadere sempre sul solito argomento: “Chi vincerà il Nazioni?”, puntando dritto su questi due team, i grandi favoriti della vigilia. L’America perché è l’America, il Belgio perché correva sulla sabbia di casa. Poi si scopre che un italiano, Cairoli, fa il “belga”, che un olandese, Herlings, fa l’“americano” e che la Germania si “fa” il Nazioni. Una buona squadra, sì, ma non la migliore sulla carta. Se Roczen e Nagl potevano portare un tot di punti alla causa, nessuno si sarebbe immaginato un exploit dell’anello debole del “bundesteam”, quel Marcus Schiffer, appena salito a Campione Tedesco, che dal nulla ha materializzato un “utile” di un settimo posto che vale oro. La Germania, intendiamoci, non ha sbagliato una virgola, è stata molto attenta, concentrata sul pezzo, e probabilmente il fatto di non essere tra le favoritissime ha tolto quel minimo di pressione ai suoi elementi: se non sei obbligato a vincere nessuno potrà puntarti il dito contro. “Non mi aspettavo vincesse la Germania... Eravamo più concentrati a tener d’occhio Belgio e Olanda, le squadre più temibili sulla sabbia... I nostri ragazzi non sono abituati a certi fondi... l’unica pista di sabbia che abbiamo è Southwick, ma non è paragonabile alle buche di Lommel” è il De Coster pensiero del dopo Nazioni. E se un esperto come “The Man” si è perso via pure lui...
Potrebbe essere, infatti, questa la chiave di lettura di un Nazioni che, oltre alla spettacolarizzazione del suo insieme, alla ricchezza di star dentro e fuori pista, all’abbondanza di note di colore e pubblico, ha riservato il classico colpo di scena che sigillerà quest’edizione nel memoriale della storia del Nazioni. Un’edizione emotivamente tra le più riuscite, perché, parliamoci chiaro, l’America sconfitta fa notizia, ma l’America umiliata è un vera “scossa di piacere”. Dungey, Barcia e Baggett non c’hanno capito una mazza, sono entrati nel tunnel del “delirium tremes” (che è anche la marca di una nota birra belga) ancora prima di schierarsi dietro il cancelletto delle finali: se già in prova prendi secondi a giro da Cairoli ed Herlings, probabilmente sai già che fine farai in gara. “Su questa sabbia ci vuole una certa tecnica, che noi americani non abbiamo... Devi correrci e allenarti per parecchio tempo, altrimenti...” è la sintetica ammissione di “colpa” di Dungey a fine gara.

Immagine

Ma, a parte Herlings e Cairoli, due fenomeni senza pari, l’America ha retto il confronto con pochissimi piloti del Mondiale, abituati a correre su questi terreni da sempre. Gli americani certe buche non sanno nemmeno da che parte prenderle, se piantano un cappottone (com’è successo a Dungey) non sanno neanche da dove ripartire, perché tutto è così tremendamente disorientante. L’unico in qualche frangente a saper combattere la tempesta di sabbia è stato Barcia, bravo al punto d’aver sorpreso uno specialista come Cairoli. “Ho visto Barcia andare bene in alcuni tratti della pista, invece Dungey e Baggett hanno sofferto di più”, il commento “clinico” del Campione del Mondo MX1.
Un po’ ce lo aspettavamo questo flop, un po’, onestamente, lo speravamo. Sulle loro praterie gli americani sono imbattibili, lo hanno dimostrato a più riprese, ma sulla “deep sand” del nord Europa devono ancora mangiarne di hamburger.
Il Belgio è stato sfortunato, Desalle e De Dycker hanno retto il confronto con Roczen e Nagl, ma Van Horebeek era sicuramente una spanna sopra Schiffer. La rottura del motore nella seconda manche non gli ha purtroppo consentito di dimostrarlo fino in fondo e lo sconforto del team di casa è comprensibile. Il Belgio se la poteva giocare, ma la Germania ha tirato fuori il classico coniglio dal cilindro che nemmeno Copperfield...
L’Italia di Cairoli, Guarneri e di un Lupino fuori servizio è uscita a testa alta, primo perché Cairoli non si discute (Stewart ha addirittura postato un tweet: “Cairoli è al momento il miglior pilota in Europa”), poi perché Guarneri al Nazioni si trasforma tirando fuori il meglio di sè (anche l’anno scorso a St Jean d’Angely aveva fatto un garone), in ultimo perché con due piloti su tre è già tanto ciò che abbiamo fatto. Sarebbe bastato poco, un buon piazzamento di Lupino per arrivare a podio, ma ormai da troppi anni il Nazioni ci dice male. Per come sono andate le cose in generale, il terzo posto non sarebbe stato un miraggio per i nostri ragazzi che si consolano con l’ennesima dimostrazione di forza del loro Capitano. Un Campione che ci stimano in tutto il mondo.
Per Cairoli è stato invece un Nazioni “liberatorio”. Sebbene consapevole del fatto che con le armi a sua disposizione l’Italia non avrebbe potuto aspirare a tanto, la concentrazione di Tony sull’obiettivo “personale” non è mai venuta meno. Sulla sabbia sapeva di poter battere gli americani, e non solo loro, e con la più classica delle guide sulle pedane - e dopo varie edizioni sfortunate del MXoN - ha dimostrato una volta di più che nell’outdoor è il pilota più completo al mondo. Nessuno come lui sa andare forte sul duro quanto sul morbido e a Lommel, per chi ancora non se n’è fatta una ragione, lo ha ribadito a chiare lettere. Tony è stato il vero Signore di Lommel e questo (al di là del quinto posto dell’Italia) rimarrà inciso nella storia.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 03/10/2012, 20:24

MX Nazioni. Traversini: "Cairoli, se fosse un calciatore lo farebbero re d'Italia"
Il team manager della squadra azzurra commenta la gara della compagine italiana tra soddifazioni e sfortune che hanno negato loro il podio per una manciata di punti


Immagine

Thomas Traversini, un Motocross delle Nazioni che non è andato come ci si aspettava.
«Già dal venerdì abbiamo avuto qualche problema con Lupino che si è fatto male a un pollice, niente di grave però aveva dolore e dentro a una pista così se non sei al 100% si fa fatica. Abbiamo scelto di non fargli fare antidolorifico il sabato perché la domenica il farmaco avesse il massimo della sua efficacia. La prima manche è caduto e ha sbattuto anche una spalla… una sfortuna doppia. In finale è riuscito a partire e l’ha portata a termine in 23esima posizione.
Cairoli niente da dire. Se era un calciatore lo facevano re d’Italia. Lo paragono a Maradona e a Pelé, peccato che fa solo Motocross. Guarneri ha fatto una bellissima gara. Ha pagato che c’è poco riposo tra una manche e l’altra. Prima della seconda l’ha dichiarato e tanto di cappello a Cairoli che l’ha fatto schierare per primo al cancelletto. Poi Guarneri ha avuto un piccolo contrattempo con un avversario che si è intraversato e gli ha fatto spegnere la moto quando era nono ed è ripartito oltre la ventesima posizione. Lì ha accusato un po’ la
“Cairoli niente da dire. Se era un calciatore lo facevano re d’Italia. Lo paragono a Maradona e a Pelé, peccato che fa solo Motocross”
fatica e ha chiuso 13esimo. Se mi avessero detto che l’Italia finiva quinta ci avrei messo una firma a sangue».

La prima manche Davide se l’è cavata bene. Un quinto posto più che onorevole.
«Lo scorso anno, e anche questo, Davide è sempre stato impeccabile in tutte le manche che ha fatto al Nazioni. Sia nelle qualifiche che in gara, sia in Francia l’anno scorso che quest’anno. Un piccolo incidente ci sta, comunque ha portato un 13 alla squadra che non è certo uno zero o un 40, ma ha corso bene».

Abbiamo salvato l’onore, con un po’ di sfortuna.
«La gara singola è particolare. Dico che quinti è meglio che quarti perché quarti avrebbe bruciato di più così vicini al podio. Un’altra lettura però è che per soli cinque punti… il podio era alla nostra portata».

Sarà per il prossimo anno.
«Speriamo!».

Traversini (AUDIO): "Lo paragono a Maradona e a Pelé, peccato che fa solo Motocross"

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 04/10/2012, 14:07



jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 05/10/2012, 20:46

Dirt Shark - Il dietro le quinte del MXoN 2012
Video da Nazioni


Tutto quello che non si è visto, tutto quello che solo chi ha vissuto il Nazioni in prima persona ha potuto vedere, in questo video, pubblicato da Monster Energy.
Buona visione.



fonte mxnwes.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2012 - Lommel

Messaggio » 05/10/2012, 20:47

EMOZIONI A COLORI AL NAZIONI DI LOMMEL



Tutto quello che non avete ancora visto del Motocross delle Nazioni in Belgio. Backstage, highlights, bulli e pupe di uno degli eventi più spettacolari al Mondo.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Google [Bot], pdcarlo

SEO Search Tags

Orario motocrooss delle nazioni 2012      Quinte.du.08.2015      Sportitalia e RAI sport Questi gli orari diramati da Youthstream, la       calendario 2013 motocross      comparativa cross 2015 xoffroad quale vince      cross nazioni 2012 orari      diretta motocross delle nazione 2012 rai      diretta trofeo nazioni motocross 2012 a lommel      fabio speranza pilota motocross      foto motocross delle nazioni 2012      giulio gori motosprint      gp nazioni 2012 orari sport italia      motocross delle nazioni 2012 diretta ore      motocross delle nazioni 2012 forum      motocross delle nazioni 2012 orari in tv      motocross delle nazioni 2012 orari sportitalia      motocross delle nazioni 2012 orari tv      motocross delle nazioni 2012 programma tv      motocross delle nazioni 2013 orari sport italia      motocross delle nazioni orari      motocross di altezza media che costano poco immagini      motocross gran premio delle nazioni 2012 barcia      motocross nazioni 2012 orari      motocross nazioni 2012 orario trasmissione      motocross nazioni 2012 rai sport ore      motocross panoramica      mx nazioni 2012      nazioni motocross 2012 ore diretta tv      orari diretta cross delle nazioni rai 2 sport      orari diretta motocross nazioni2012      orari motocross delle nazioni      orari motocross nazioni 2012      orari motocrss delle nazioni rai sporto      orari trasmissione motocross nazioni      orario cross nazioni      orario diretta mondiale del nazioni motocross      orario motocross delle nazioni 2012      orario mottocross delle nazioni 2012      postura in rettilineo di ryan dungey in moto      programmi tv sportitalia 2 motocross delle nazioni 30 settembre      rai sport 2 orari motocross delle nazioni 2012      rai sport motocross nazioni orari      traversini thomas      trofeo delle nazioni motocross 2012 sportitalia      trofeo delle nazioni motocross 2012      trofeo delle nazzioni 2012 cairoli      orari cross delle nazioni 2012      cairoli trofeo delle nazioni 2012      orario motocross delle nazioni