KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Mondiale MX1/MX2 - GP Europa

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Mondiale MX1/MX2 - GP Europa

Messaggioda jenk » 10 set 2012, 21:01

Faenza incorona Cairoli ed Herlings Campioni del mondo - VIDEO
Doppiette e dominio assoluto per entrambi i piloti KTM. Per l'italiano è il sesto titolo mondiale


Immagine





Per la seconda volta nella storia del motociclismo il Circuito di Faenza incorona un italiano Campione del mondo della classe regina MX1 del motocross. Nel 2008 tocco al toscano David Philippaerts che qui colse il suo fantastico titolo iridato con la Yamaha, oggi il messinese Antonio Cairoli, 26 anni da Patti (27 il 23 settembre) ha conquistato il suo sesto titolo mondiale con la KTM 350cc ed è entrato a far parte delle leggenda di questo sport eguagliando il belga Joel Robert, davanti a un pubblico enorme e festante giunto da tutta la nazione in una giornata di sole caldo bellissimo. Ora solo Stefan Everts lo precede con 10 titoli. Gioia arancione anche nella MX2 con Jeffrey Herlings, vincitore del suo primo titolo iridato, con una festa bellissima di colori europei, fumi e bandiere dove il tricolore italiano, l'arancione d'Olanda si sono mischiati al colore della KTM assoluta protagonista della giornata.
Antonio Cairoli ha liquidato la pratica vincendo la Gara 1 con una superba partenza da centro griglia, dopo che ieri in prova era giunto solo 14°. Tony si è piazzato alle spalle del francese Sebastien Pourcel, lo ha studiato per 3 giri, poi lo ha massacrato alla variate bassa, passandolo e andando a vincere con 20" secondi di vantaggio sull'altro favorito francese Christophe Pourcel che ha cercato in tutti i modi di avvicinarsi, mentre il belga Clement Desallo, l'unico che poteva tenere aperto il mondiale è giunto terzo, senza entrare mai in partita. Quarto posto incredibile per il belga de Dycker che era caduto in partenza. Senza storia la Gara 2 con Cairoli al comando per tutti e 20 i giri, con un passaggio finale di grandi festeggiamenti davanti ai francesi Christophe Pourcel e Paulin Gautier con le Kawasaki.
"Bellissimo festeggiare il mondiale qui, davanti al mio pubblico. Mi hanno spinto tantissimo: per tutta la manche sentivo le loro urla d'incoraggiamento. Non ho parole, una grandissima emozione. Volevo partire bene, perché qui è difficile passare. Ci sono riuscito e poi ho messo nel mirino Pourcel e l'ho passato. Ho avuto un problemino al freno posteriore nel finale, ma tutto è andato a meraviglia. La manche seconda manche è stata dura perchè avevo festeggiato prima della gara e così subito non ho preso il ritmo. Scherzi a parte Pourcel è stato un avversario duro e determinato e fino alla fine ho dato il massimo. Dedico il mondiale alla mia famiglia e soprattutto un pensiero speciale a mia madre che il 9 settembre dello scorso anno è mancata. Bello ricevere la coppa della vittoria da mio padre Benedetto e ringrazio Youthstream per questo regalo."

MX1 GARA-1: E' francese la prima holeshot MX1 con Sebastien Pourcel (CP377 Monster Energy Pro Circuit Kawasaki) che ha lo spunto migliore su Tony Cairoli (Red Bull Ktm Factory Racing), Christophe Pourcel (CP377 Monster Energy Pro Circuit Kawasaki), Joshua Coppins (Monster Energy Yamaha), Clement Desalle (Rockstar Energy Suzuki World), Shaun Simpson (Monster Energy Yamaha), Tanel Leok (Rockstar Energy Suzuki World), Gautier Paulin (Kawasaki Racing Team), Rui Goncalves (Honda World Motocross), Evgeny Bobryshev (Honda World Motocross). Due giri e il siciliano leader di campionato passa al comando conducendo sino alla bandiera a scacchi, che taglia da campione del mondo con tre manche di anticipo rispetto alla chiusura del campionato 2012. Alle sue spalle finiscono la gara C. Pourcel, Desalle, De Dycker, Simpson, Leok, Paulin e tutti gli altri. Dodicesimo il bresciano Davide Guarneri (Ktm Silver Action).

MX1 GARA-2: "Seb" Pourcel (CP377 Monster Energy Pro Circuit Kawasaki) ancora più veloce di tutti al via ma subito ripreso dal neo-iridato Antonio Cairoli (Red Bull Ktm Factory Racing), quindi Christophe Pourcel (CP377 Monster Energy Pro Circuit Kawasaki), Gautier Paulin (Kawasaki Racing Team), Clement Desalle (Rockstar Energy Suzuki World). Nono al primo passaggio Davide Guarneri (Ktm Silver Action). La galoppata solitaria del siciliano diverte ed esalta le migliaia di spettatori accorsi a festeggiare il suo sesto titolo mondiale, a suggello di questa bellissima giornata di sport che ha visto Tony trionfare anche in questa seconda manche agguantando anche il GP d'Europa. Posizione d'onore per Christophe Pourcel, quindi Paulin, Desalle, Sebastien Pourcel che chiude l'ordine dei migliori cinque della giornata. Ottavo posto per Davide Guarneri.

Nella classe cadetta MX2 l'olandese Jeffrey Herlings (KTM) a soli 17 anni (ne compirà 18 mercoledì 12 settembre) ha ripetuto la splendida cavalcata di ieri dominando la Gara 1 con 19 giri al comando solitario, davanti al pretendente iridato Tommy Searle con la Kawasaki che non è mai riuscito ad attaccarlo. Terzo il compagno nel team RedBull KTM Jeremy van Horebeek. In Gara 2 un altro monologo del tulipano, sempre in testa davanti all'inglese Searle e al soltio van Horebeek. Alla fine grande festa anche per lui con centinaia di batavi mascherati e festanti giunti dalla sua città Geldendorp.

MX2 GARA-1: L'olandese della Red Bull Ktm Factory Racing, Jeffrey Herlings, spunta per primo dalla curva dopo il via e dietro lo seguono Tommy Searle (Floride Monster Energy Pro Circuit Kawasaki), Jeremy Van Horebeek (Red Bull Ktm Factory Racing), Jordi Tixier (Red Bull Ktm Factory Racing), Zachary Osborn (Team Monster Energy Yamaha), e più dietro anche Samuel Zenni che anticipa l'altro gruppetto di italiani. Non c'è storia al comando con il leader del campionato che non lascia spazio agli avversari e va a vincere questa prima frazione davanti a Searle, Van Horebeek, Osborne, Tixier per i top five. Sedicesima posizione per il marchigiano Ivo Monticelli (Husqvarna Ricci Racing) precedendo Andrea Cervellin (SKS Polned TM Factory Racing), Alessandro Lupino (Husqvarna Ricci Racing).

MX2 GARA-2: E' nuovamente Herlings (Red Bull Ktm Factory Racing) a guadagnare l'holeshot anticipando il belga Van Horebeek (Red Bull Ktm Factory Racing), quindi il britannico Tommy Searle (Floride Monster Energy Pro Circuit Kawasaki), Jordi Tixier (Red Bull Ktm Factory Racing), Zachary Osborne (Team Monster Energy Yamaha). Dodicesimo passa al primo giro Andrea Cervellin (SKS Polned TM Factory Racing) e più giù anche Alessandro Lupino (Husqvarna Ricci Racing), Antonio Mancuso (Honda), Giacomo Del Segato (Ktm Marchetti Racing), Luca Moroni (Suzuki Valenti Motocross), Samuel Zeni (Yamaha). Alle spalle del battistrada gli scambi di posizione si consumano a ogni passaggio, ma in testa rimane irremovibile l'olandese della Ktm che insieme alla manche vince anche la prova italiana e soprattutto il titolo mondiale con una prova di anticipo. Seconda posizione in gara per Searle, Van Horebeek, Tixier e Febvre che chiude l'ordine dei top five. Sedicesima piazza per il laziale Lupino, migliore degli italiani.


Spettacolo in pista anche con i due campionati europei abbinati al mondiale, l'EMX250 e EMX125 che correvano l'ultima prova della stagione. Vince la gara italiana e il titolo continentale, il britannico Mel Pocock (Monster Energy Yamaha) in ragione di un quarto posto in avvio e una bella vittoria nella frazione finale. Piazza d'onore per il francese Benoit Paturel (Rockstar Bud Racing Kawasaki) e terzo il connazionale Jordan Lacan (Kawasaki Team NGS Junior Team). Migliore degli italiani a Faenza è stato Alessandro Battig (Yamaha Jtech Racing) che ha finito in settima posizione la prova. Undicesimo Samuele Bernardini (Ktm). Assente in questo gruppo il campione in carica, lo sloveno Tim Gajser (Ktm Silver Action) che ha preferito correre nel mondiale della classe MX2.
In classe 125 grande prestazione di Simone Furlotti (Suzuki Team Castellari) che fa sua la prova grazie a una vittoria nella frazione di avvio e un quarto posto nella ripresa. Gradino intermedio del podio assoluto per il lettone Pauls Jonass (Ktm KSM Racing Team) che anticipa il sudafricano Nicholas Adams (Ktm Solarpro GP Betemo MX) e Magne Klingsheim (Ktm Nestaan JM Racing Team). Positivo quarto e quinto posto rispettivamente per gli azzurri Riccardo Righi (Ktm Steels Dr. Jack) e Davide Bonini (Ktm).

Ora mancano solo 2 appuntamenti al termine della stagione, il GP Germania in programma a Teutschenthal e il gran finale del Motocross delle Nazioni di Lommel in Belgio, dove il neo Campione del mondo Cairoli guiderà il team Maglia Azzurra con il bresciano Davide Guarneri e il viterbese Alessandro Lupino con la Husqvarna.

MX1 Race 1 top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 39:40.533; 2. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), +0:20.352; 3. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:38.395; 4. Ken de Dycker (BEL, KTM), +0:43.878; 5. Shaun Simpson (GBR, Yamaha), +0:46.102; 6. Tanel Leok (EST, Suzuki), +0:48.912; 7. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:50.670; 8. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:56.385; 9. Joshua Coppins (NZL, Yamaha), +1:03.572; 10. Sebastien Pourcel (FRA, Kawasaki), +1:08.859;

MX1 Race 2 top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 39:58.407; 2. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), +0:00.744; 3. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:22.031; 4. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:29.496; 5. Sebastien Pourcel (FRA, Kawasaki), +0:34.329; 6. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:47.816; 7. Ken de Dycker (BEL, KTM), +1:00.580; 8. Davide Guarneri (ITA, KTM), +1:04.071; 9. Tanel Leok (EST, Suzuki), +1:08.447; 10. Shaun Simpson (GBR, Yamaha), +1:10.500;

MX1 Overall top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 50 points; 2. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 44 p.; 3. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 38 p.; 4. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 34 p.; 5. Ken de Dycker (BEL, KTM), 32 p.; 6. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 28 p.; 7. Sebastien Pourcel (FRA, Kawasaki), 27 p.; 8. Tanel Leok (EST, Suzuki), 27 p.; 9. Shaun Simpson (GBR, Yamaha), 27 p.; 10. Davide Guarneri (ITA, KTM), 22 p.;

MX1 Championship top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 642 points; 2. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 554 p.; 3. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 502 p.; 4. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 496 p.; 5. Ken de Dycker (BEL, KTM), 478 p.; 6. Kevin Strijbos (BEL, KTM), 389 p.; 7. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 372 p.; 8. Tanel Leok (EST, Suzuki), 365 p.; 9. Rui Goncalves (POR, Honda), 315 p.; 10. Shaun Simpson (GBR, Yamaha), 298 p.;


MX2 Race 1 top ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 39:22.472; 2. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:32.107; 3. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +0:36.092; 4. Zachary Osborne (USA, Yamaha), +0:40.051; 5. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:50.964; 6. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:57.551; 7. Jake Nicholls (GBR, KTM), +0:58.468; 8. Loic Larrieu (FRA, Kawasaki), +1:02.918; 9. Romain Febvre (FRA, KTM), +1:06.133; 10. Valentin Teillet (FRA, Kawasaki), +1:07.100;

MX2 Race 2 top ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 40:01.924; 2. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:22.079; 3. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +0:33.067; 4. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:40.132; 5. Romain Febvre (FRA, KTM), +0:50.745; 6. Valentin Teillet (FRA, Kawasaki), +0:54.646; 7. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +1:07.609; 8. Alexander Tonkov (RUS, Honda), +1:10.627; 9. Loic Larrieu (FRA, Kawasaki), +1:14.063; 10. Julien Lieber (BEL, Suzuki), +1:17.807;

MX2 Overall top ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 50 points; 2. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 44 p.; 3. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 40 p.; 4. Jordi Tixier (FRA, KTM), 34 p.; 5. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), 29 p.; 6. Romain Febvre (FRA, KTM), 28 p.; 7. Valentin Teillet (FRA, Kawasaki), 26 p.; 8. Loic Larrieu (FRA, Kawasaki), 25 p.; 9. Jake Nicholls (GBR, KTM), 22 p.; 10. Julien Lieber (BEL, Suzuki), 21 p.;

MX2 Championship top ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 672 points; 2. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 601 p.; 3. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 559 p.; 4. Jake Nicholls (GBR, KTM), 409 p.; 5. Jordi Tixier (FRA, KTM), 401 p.; 6. Joel Roelants (BEL, Kawasaki), 367 p.; 7. Max Anstie (GBR, Honda), 323 p.; 8. Jose Butron (ESP, KTM), 272 p.; 9. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), 272 p.; 10. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 251 p.;

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 01:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale MX1/MX2 - GP Europa

Messaggioda jenk » 10 set 2012, 21:05

Cairoli: "Dopo la 1ª manche mi ero scolato mezza bottiglia di champagne"
Un Cairoli al settimo cielo, felice di aver vinto e ancora di più per averlo fatto davanti a tutti i suoi tifosi. "Il lavoro che stiamo facendo per portare avanti il Motocross piano piano sta dando i suoi frutti"


Immagine

Gran premio d’Europa a Faenza, quindicesima intervista che facciamo ed è quella definitiva quest’anno.
«E’ andata benissimo, sono davvero contento di aver vinto in Italia; poi davanti a un pubblico così numeroso. Sono contentissimo del lavoro che stiamo facendo per portare avanti il Motocross in Italia e piano piano sta dando i suoi frutti e speriamo di avere sempre più spazio dai media».

Ieri ci hai fatto un po’ impensierire…
«Sì, è una pista un po’ strana, non è una delle mie preferite poi era ancora peggio a causa di come è stata preparata. Era troppo rippata e bagnata, specialmente nelle prove di questa mattina (domenica, ndr) era in situazioni critiche. Era importantissimo partire in testa perché qui non si passa. L’ho visto già ieri (sabato, ndr) partendo male e quindi sono contento di essere partito bene».

La prima manche non è stata facile.
«Per me è stata più difficile la seconda. Anche se nella prima ho avuto un po’ di problemi con il freno dietro, quindi ho fatto quasi metà gara solo con quello davanti. Era quasi impossibile su una pista così piena di buche cercare di guidare senza freno dietro però mi sono inventato qualcosa ed è andata bene».

La seconda?
«Dopo la prima mi ero scolato mezza bottiglia di champagne e non ero al 110%. Ho cercato di spingere subito, ma avevo un po’ di mal di pancia e ho dovuto mollare le redini. Pourcel era sempre lì attaccato e sapevo che su questa pista va fortissimo. Però ho stretto i denti, volevo vincere e dedicare questa vittoria a mia mamma che lo scorso anno è scomparsa in questo giorno».

Si può dire che è stato il campionato più bello?
«Sì, sono contentissimo è stato tutto perfetto, poi i tifosi italiani sono fantastici, ci hanno spinto tutto il week end».

Adesso testa alta al Motocross delle Nazioni.
«Sì e speriamo di portare l’Italia il più vicino al podio possibile».

Ma prima c’è l’ultimo impegno con il tuo amico Ken Roczen.
«Anche lui giocherà in casa, in Germania, poi viene da un periodo in cui sta facendo grandi cose anche in America. E’ una cosa bella per il Motocross il suo rientro».

Ci sarà da divertirsi visto che hai già vinto il titolo.
«Faremo del nostro meglio per portare a casa anche l’ultimo GP, se Roczen ce lo permetterà, e ci sono tanti altri piloti forti su quella pista, quindi vedremo».

Cairoli (AUDIO): "E' stato tutto perfetto"

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 01:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale MX1/MX2 - GP Europa

Messaggioda jenk » 10 set 2012, 21:10

Cairoli e Herlings campioni

Immagine

La KTM domina il mondiale
Il GP Europa corso a Faenza rimarrà alla storia del motocross. Non capita tutti gli anni che nello stesso giorno vengano assegnati i due titoli più importanti della disciplina. Dopo che Antonio Cairoli ha vinto al termine della prima manche l'alloro della MX1, quarto titolo consecutivo nella classe maggiore e sesto titolo personale considerando i due vinti nella MX2, l'olandese Jeffrey Herlings al termine della seconda manche ha chiuso il discorso della corsa al titolo per quanto riguarda la MX2.

Così l'ultimo appuntamento del mondiale, il 23 settembre in Germania, sarà una buona occasione di allenamento per tutti in vista del Motocross delle Nazioni in programma a fine mese a Lommel in Belgio.

Con Cairoli ed Herlings KTM ha così sbancato il mondiale cross, due vittorie meritatissime per i piloti ed altrettanto meritate da parte della Casa austriaca, l'unica impegnata direttamente nel mondiale con uno spiegamento di forze notevole. Un impegno che da alcuni anni è radoppioppiato con la nascita del team americano diretto da Roger De Coster ce he ha appena vinto il titolo National con Ryan Dungey.

Immagine

fonte motosprint.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 01:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale MX1/MX2 - GP Europa

Messaggioda jenk » 10 set 2012, 21:12

Tony, sei una certezza

Immagine

Valentino Rossi si congratula con Cairoli via twitter
Il sesto titolo iridato di Tony Cairoli ha scatenato l’entusiasmo dei suoi fan, più o meno famosi. A congratularsi con il formidabile siciliano c’è Valentino Rossi, che ha pubblicato questo pensiero su Twitter:

Ci sono poche cose sicure durante l’anno,una è che il mondiale MX1 lo vince @Antoniocairoli Grande Tony,e sono 6!Speed Mud and Glory!

E questo è il twit di Andrea Iannone: @Antoniocairoli anche quest’anno ci hai fatto divertire e così possiamo vantarci di avere il miglior pilota MX1! Grandissimo!

fonte motosprint.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 01:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale MX1/MX2 - GP Europa

Messaggioda jenk » 10 set 2012, 21:41

Cairoli Campione per la 6° volta.
Comunicato Stampa Cairoli Press - di Filippo Delmonte

Una giornata speciale, indimenticabile. Tony Cairoli conquista l’iride in prima manche e poi fa suo il Gran Premio d’Europa a Faenza davanti a un numeroso pubblico. 53 successi in carriera e la dedica alla mamma Paola scomparsa il 9 settembre dello scorso anno.

E sono sei! Tony Cairoli, per il quarto anno consecutivo è il Re della MX1. Il talento della KTM ha vinto a Faenza nel Gran Premio d’Europa il titolo mondiale con tre manche d’anticipo.
In tipico stile Cairoli, nel momento topico è uscito allo scoperto. Ha dato gas all’abbassarsi del cancelletto e si è portato in seconda posizione. Ha studiato il tracciato e subito dopo ha attaccato Seb Pourcel portandosi in testa alla gara. Una volta al comando ha imposto il suo ritmo, staccando gli avversari.
Gli bastava arrivare davanti a Desalle per conquistare il titolo in prima manche, ma ha fatto di più. Ha dominato la manche e dopo la bandiera a scacchi è esplosa la festa del team KTM, dei famigliari e dei tanti amici arrivati dalla Sicilia per festeggiare questo stupendo mondiale. E con loro hanno esultato i tanti tifosi presenti a Faenza per una domenica indimenticabile.
Arrivato al traguardo, Tony ha liberato con un urlo di gioia l’emozione e la tensione accumulata in questo weekend. Un’altra grande impresa firmata TC222.
“Bellissimo festeggiare il mondiale qui, davanti al mio pubblico. Mi hanno spinto tantissimo: per tutta la manche sentivo le loro urla d’incoraggiamento. Non ho parole, una grandissima emozione. Volevo partire bene, perché qui è difficile passare. Ci sono riuscito e poi ho messo nel mirino Pourcel e l’ho passato. Ho avuto un problemino al freno posteriore nel finale, ma tutto è andato a meraviglia. Sono felicissimo.”
Nella seconda manche si è presentato con abbigliamento AXO, stivali SIDI e casco AIROH in versione iridata. Un regalo fatto per festeggiare appieno questo iride. È entrato in pista dopo i festeggiamenti ed è scattato secondo, ma dopo poche curve era già in testa. Ha tirato fino alla fine per mantenere a distanza di sicurezza Pourcel e poter dunque conquistare la doppietta e il 53° centro in carriera.
“Bello vincere il Gran Premio in Italia e il mondiale qui: una giornata speciale La manche è stata dura. Avevo festeggiato prima della seconda gara e così subito non ho preso il ritmo. Scherzi a parte Pourcel è stato un avversario duro e determinato e fino alla fine ho dato il massimo. Dedico il mondiale alla mia famiglia e soprattutto un pensiero speciale a mia madre che il 9 settembre dello scorso anno è mancata. Bello ricevere la coppa della vittoria da mio padre Benedetto e ringrazio Youthstream per questo regalo.”

NUMERI DI TONY:
26: l’eta di Tony, nato a Patti, Messina, il 23 settembre 1985
Tony vive tra Roma dove ha sede il team De Carli e il Belgio dove si allena per diversi mesi all’anno.
6 titoli mondiali conquistati fino a oggi da Cairoli (2005 e 2007 in MX2 2009, 2010, 2011 in MX1)
Ha debuttato nel mondiale con la Honda del team Martin, poi dal 2004 è passato tra le fila del team De Carli. Con De Carli ha conquistato tutti i suoi cinque titoli mondiali ed è passato, insieme alla squadra, alla KTM nel 2010.
Prima del mondiale ha vinto a ripetizione nel minicross e nell’italiano 125 (96- 97- 98- 2001- 2002)
Al primo anno di mondiale, 2004, ha concluso terzo.
Ama la pesca e cucinare.
2 mondiali vinti con KTM (2010- 2011)
53 GP vinti (24 in MX2, 29 in MX1)
107 le manche vinte da Tony dal 2004 a oggi
137 GP disputati (6 in 125; 72 in MX2; 59 in MX1)
Primo GP disputato: 2002 GP Belgio a Genk
Primo GP vinto in carriera: Gp Belgio, Namur, MX2 anno 2004
Prima manche vinta in MX1: 2007 GP Gran Bretagna, Donington Park al debutto nella classe regina. Dopo avere vinto il titolo MX2 aveva provato nella MX1, facendo subito doppietta. L’anno seguente però ha corso in MX2.
Primo GP vinto in MX1: 2007 Gp Gran Bretagna, Donington Park
88 Podi: 46 in MX1 (29 Vittorie; 12 secondi posti; 5 terzi posti); 42 in MX2 (24 vittorie; 12 secondi posti; 6 terzi posti)

Immagine

fonte mxnews.met
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 01:26
Località: Monza (MB)


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite