KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 18/05/2012, 21:15

Gli orari per seguire in TV la quinta tappa del Mondiale Motocross, questo fine settimana a Beto Carrero, per il Gran Premio del Brasile

Immagine

GP del Brasile
Domenica 20 maggio
17.00 | Prima manche MX2 | diretta Sportitalia2
18.00 | Prima manche MX1 | diretta Sportitalia2

20.00 | Seconda manche MX2 | diretta Sportitalia2
21.00 | Seconda manche MX1 | diretta Sportitalia2

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 18/05/2012, 21:17

Il Mondiale Motocross approda in Brasile
Dal Messico il mondiale cross si sposta sull'esotico circuito brasiliano realizzato nell'area adiacente a Beto Carrero, il più grande parco tematico sudamericano


Immagine

Archiviato il GP di Guadalajara, ora è la volta del Brasile che attende la carovana iridata nello splendido impianto di terra rossa situato a Balneario di Penha, nello stato di Santa Catarina, distante un centinaio di chilometri da Florianopolis. Nonostante le previsioni meteo non siano molto favorevoli, in Sudamerica è appena iniziato il periodo invernale, la quinta tappa Mondiale si prospetta un successo di pubblico e di spettacolo così da dare un colpo di spugna alle polemiche della settimana precedente insorte in suolo messicano.
Location perfetta
I 22.000 biglietti della prevendita e lo splendido impianto di Beto Carrero sono gli ingredienti giusti per ridare smalto alla stagione che non è arrivata ancora ad un terzo del programma. L'arena che contiene i 1562 metri del tracciato è semplicemente perfetta, annaffiata abbondantemente dagli organizzatori ancora giorni prima dell'evento, ma sopratutto disegnata con accortezza lungo una parte piatta rettangolare dalla vocazione Supercross circondata da grandi tribune che nella parte superiore sconfina in un'altra zona più ridotta che si inerpica lungo una piccola collina adiacente al parco divertimenti che dà il nome alla pista e alla località, costeggiata da riproduzioni di dinosauri e altri animali preistorici.

Tutti in lizza per la vittoria
Per questa puntata MX1 c'è più di un pilota sul sentiero di guerra, ad iniziare da David Philippaerts che in Brasile ha sempre ottenuto ottimi risultati, tra cui la vittoria dell'edizione dello scorso anno, e che dopo essersi imposto nella seconda manche messicana ha trovato la fiducia e la convinzione delle sue possibilità sino ad ora rimaste sottotono a causa di ripetuti episodi sfortunati. Vedremo cosa ne pensano Tony Cairoli, Clement Desalle, Christophe Pourcel, e Gautier Paulin che probabilmente ha ancora l'amaro in bocca per aver perso la seconda manche a causa di un problema meccanico che ha ammutolito la sua Kawasaki prima del via. Da vedere anche le condizioni di Evgeny Bobryschev, ancora alle prese con i problemi al pollice che lo hanno tenuto fermo nell'ultima prova.

C'è inoltre l'incognita Steven Frossard, che a Guadalajara ha gettato la spugna dopo aver battuto di nuovo il ginocchio infortunato in Bulgaria, così come quella di Mickael Lieb infortunato ad una mano in Messico la cui partecipazione alla gara MX2 è ancora incerta; tra l'altro questo fine settimana lo statunitense dovrà confermare o meno al team Yamaha UK se rimarrà col team di Steve Dixon sino a fine stagione visto che la sua partecipazione ai GP in sostituzione degli infortunati Osborne e Tonus scade con questa seconda trasferta extraeuropea.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 18/05/2012, 21:19

GP Brasile 2012 preview - Disco Samba!

Preview del GP di Enzo Tempestini


Dopo le vicissitudini del GP del Messico, travagliato ma andato comunque a buon fine, la “banda” del motocross mondiale si è spostata in questi giorni in Brasile. Una banda capitanata dai solisti KTM Red Bull, Herlings e Cairoli. Il primo “quarto” di stagione è gia negli archivi e già si possono leggere gli spartiti con impresse le prime note musicali di questa stagione 2012.
Note allegre, ritmo di samba per i due capoclassifica che dal primo GP di questa stagione hanno stretto nelle loro mani le tabelle rosse di leader e non danno proprio idea di volerle mollare. Un ritmo che ha permesso ai due di guadagnare punti preziosi a ogni GP e ora si trovano ad amministrare un vantaggio che potrebbe già permettere qualche piccolo passo falso. Ma la samba è un ballo veloce e sia Cairoli che Herlings non sembrano proprio dell’idea di inciampare per strada. Una strada che li vede protagonisti su un altro tracciato da scoprire e i due hanno dimostrato anche in Messico che, se si tratta di improvvisare, ballano meglio di ogni altro.
Proveranno i soliti noti a farli inciampare “suonando” note stonate verso i loro confronti ma di certo non sarà compito facile. I due si sono perfettamente accordati con le loro moto e le rispettive squadre e la potenzialità della “orange band” sembra proprio da disco di platino. Altre “band” cercheranno di essere protagoniste nel paese della samba a iniziare da Clement Desalle che dovrà intonare una gara priva di qualsiasi “stecca” se intende recuperare punti proprio sul “maestro” Cairoli. Samba che invece sembra proprio piacere a David Philippaerts che lo scorso anno vinse il GP del Brasile e che, dopo la prova generale della seconda manche del Messico vinta alla grande su Desalle e Cairoli, proverà di certo a dirigere l’orchestra della MX1. Come da “programma” il solista della situazione, colui capace di improvvisare performance meritevoli del premio oscar, CP 377, potrebbe fare la differenza. Unico neo: questa differenza è come un 45 giri, bifacciale e potrebbe essere positiva quanto, allo stesso modo, negativa. Anche il neoentrato in gruppo, Gautier Paulin è uno che suona bene e lo ha dimostrato, ma l’inesperienza nella categoria per ora lo relega al ruolo di “migliore artista non protagonista”. Anche se all’inizio di stagione, soprattutto nella grande orchestra della MX1, di “suonatori” capaci di grandi acuti ne erano stati indicati molti, alla luce dei fatti e soltanto dopo 4 gare, il lotto sembra restringersi veramente a pochi.
Pochi che si trasformano in “coppia” se parliamo invece della MX2. Detto di Herlings, “direttore di orchestra” che detta i ritmi a suon di bacchettate per tutti, l’unico in grado di poterlo contrastare sembra sempre di più Tommy Searle. Il britannico ha grandi capacità di “suonare” al meglio la sua Kawasaki Pro Circuit ma ha steccato troppe volte fino ad ora (vedi partenze disastrose e lo “zero” di gara 1 a Fermo) e dovrà rivedere l’approccio allo spartito se veramente vorrà togliere all’olandese il ruolo di “prima donna”. A fare da contro-canto a Herlings c’è sempre il fido scudiero Van Horebeek che, dichiarata seconda guida in seno alla squadra factory KTM, si ritrova al secondo posto in campionato non per caso ma più per demeriti altrui (Searle) che per le sue performance che comunque indicano anche “Jerre” come possibile “migliore artista non protagonista”. Note ancora troppo basse per la truppa italiana. Alessandro Lupino si è presentato in Messico da “solista” a reggere il nostro tricolore giacché gli altri sono rimasti nei nostri confini, forse per accordare gli strumenti in vista delle rappresentazioni in terra europea. Il “Lupo” invece, in Messico c’era e si è portato a casa punti pesanti che gli hanno fatto recuperare una posizione in classifica generale. Ora per lui si tratta di dover ballare la samba nel migliore dei modi per continuare un recupero che lo potrebbe portare verso le posizioni che contano. La musica la conosce, le note della sua Husqvarna sono intonate, non gli resta che prepararsi alle danze!

Immagine

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 20/05/2012, 9:02

Cairoli e Herlings si aggiudicano le qualifiche in Brasile
I piloti KTM stracciano gli avversari nelle gare di qualificazione del GP del Brasile a Beto Carrero


Immagine

Si prospetta un altro GP caliente per gli ufficiali KTM Tony Cairoli e Jeffrey Herlings che hanno aperto la trasferta brasiliana vincendo entrambi con sconcertante facilità le loro batterie selettive. Tony è partito in testa e si è involato verso la bandiera a scacchi con un tifo pazzesco che probabilmente non ha eguali neanche in Europa. Dietro a lui, con un certo margine di distanza è rimasto per tutta la gara Gautier Paulin che ha preceduto Clement Desalle giunto terzo dopo aver scavalcato nell'ultima parte di gara Evgeny Bobryschev.

6° nonostante una uscita di pista il protagonista dell'ultima manche messicana David Philippaerts, mentre Davide Guarneri è terminato 12° anche lui dopo un errore che lo ha fatto andare fuori la fettuccia di delimitazione della pista. Rimasto nelle retrovie alla partenza, Christophe Pourcel si è anche dovuto fermare ai box per problemi alla leva della frizione ed ha concluso 20°; niente da fare invece per Steven Frossard, che ha preferito non schierarsi al cancello per il prolungarsi del dolore al ginocchio infortunato in Bulgaria. Rimasto nelle ultime posizioni al via, Ken De Dycker ha concluso 8° ripagando la fiducia che ha riposto in lui la KTM la quale gli fornirà una 450 uguale a quella di Ryan Dungey da testare nella prova del campionato belga che si corre il prossimo fine settimana.

MX2
L'olandese della MX2 non è stato incitato alla stessa maniera del siciliano ma si è dimostrato altrettanto veloce e determinato. Anche lui è partito in testa e per gli inseguitori, nell'ordine Tommy Searle, Jeremy Van Horebeek e Christophe Charlier non c'è stato niente da fare. Solo 18° Alex Lupino a causa di un paio di scivolate.

Classifiche
MX1 - Qualifying Race - Classification
1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 25:26.628; ;
2. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:08.686;
3. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:15.269;
4. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:19.743;
5. Dean Ferris (AUS, Kawasaki), +0:34.051;
6. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +0:36.228;
7. Jonathan Barragan (ESP, Honda), +0:37.878;
8. Ken de Dycker (BEL, KTM), +0:39.581;
9. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), +0:41.773;
10. Rui Goncalves (POR, Honda), +0:44.466;
11. Matiss Karro (LAT, KTM), +0:49.404;
12. Davide Guarneri (ITA, KTM), +0:50.802;
13. Kevin Strijbos (BEL, KTM), +0:58.028;
14. Tanel Leok (EST, Suzuki), +1:11.503;
15. Shaun Simpson (GBR, Yamaha), +1:23.894;
16. Sebastien Pourcel (FRA, Kawasaki), +1:25.878;
17. Adam Chatfield (GBR, Honda), +1:29.533;
18. Antonio Jorge Balbi JR (BRA, Kawasaki), +1:36.215;
19. Herjan Brakke (NED, Yamaha), +1:58.032;
20. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), +2:04.557;

MX2 - Qualifying Race - Classification
1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 25:04.788; ;
2. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:25.795;
3. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +0:42.730;
4. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +0:59.843;
5. Jose Butron (ESP, KTM), +1:05.913;
6. Jake Nicholls (GBR, KTM), +1:23.203;
7. Petar Petrov (BUL, Suzuki), +1:29.492;
8. Valentin Guillod (SUI, KTM), +1:35.827;
9. Max Anstie (GBR, Honda), +1:36.790;
10. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +1:37.966;
11. Harri Kullas (FIN, Suzuki), +1:39.046;
12. Jordi Tixier (FRA, KTM), +1:40.143;
13. Nikolaj Larsen (DEN, Suzuki), +1:41.879;
14. Joel Roelants (BEL, Kawasaki), +1:42.994;
15. Michael Leib (USA, Yamaha), +1:44.538;
16. Julien Lieber (BEL, KTM), +1:45.083;
17. Hector Assuncao (BRA, Honda), +2:00.785;
18. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), +2:02.813;
19. Anderson Amaral (BRA, Honda), -1 lap(s);
20. Thales Vilardi (BRA, Honda), -1 lap(s);

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 20/05/2012, 9:12

GP BRasile 2012 - Beto Carrero LIVE

Segui in diretta il GP


Giornata di qualifiche al Honda Grand Prix of Brazil che ha visto dominare le KTM di Antonio Cairoli e Jeffrey Herlings.
Un po’ a sorpresa in MX2 è presente Michael Lieb che continuerà la stagione del Mondiale con Yamaha, attendiamo notizie ufficiali, ma pare veramente che dopo la performance di Fermo, Michael non prenderà il via del National ma resterà al Mondiale MX2.

Qualifiche del sabato
Tony Cairoli ha iniziato nel migliore dei modi staccando il miglior tempo in qualifica e guadagnano la testa della gara fin dai primi metri, guidando il gruppo fino alla fine su un tracciato appesantito dalla pioggia caduta in mattinata. Al secondo posto ha chiuso Paulin, terzo si è classificato Desalle che ha recuperato ad una partenza non perfetta. Non al 100% della condizione ha comunque chiuso quarto Bobryshev dopo essere stato costretto a saltare il GP del Messico per problemi di salute. Ottimo quinto per Ferris, poi Philippaerts.
Jeffrey Herlings ha vinto la qualifica con una gara superba con 25” di vantaggio su Tommy Searle. Al tero posto un consistente Jeremy Van Horebeek, poi Charlier che sta recuoerando positivamente dall’infortunio. Errori per Tixier e Roelants fupri dai top 10.

MX1 Qualifying Race top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 25:26.628; 2. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:08.686; 3. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:15.269; 4. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:19.743; 5. Dean Ferris (AUS, Kawasaki), +0:34.051; 6. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +0:36.228; 7. Jonathan Barragan (ESP, Honda), +0:37.878; 8. Ken de Dycker (BEL, KTM), +0:39.581; 9. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), +0:41.773; 10. Rui Goncalves (POR, Honda), +0:44.466;
MX2 Qualifying Race top ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 25:04.788; 2. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:25.795; 3. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +0:42.730; 4. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +0:59.843; 5. Jose Butron (ESP, KTM), +1:05.913; 6. Jake Nicholls (GBR, KTM), +1:23.203; 7. Petar Petrov (BUL, Suzuki), +1:29.492; 8. Valentin Guillod (SUI, KTM), +1:35.827; 9. Max Anstie (GBR, Honda), +1:36.790; 10. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +1:37.966;

Il via del programma di oggi quando in Italia saranno le 17:00. E’ prevista la diretta su Sportitalia 2.

Domenica:
Il via del programma di oggi quando in Italia saranno le 17:00. E’ prevista la diretta su Sportitalia 2.
Il FIM Motocross World Championship va in Brasile per il quarto anno di fila e le relazioni tra Youthstream e Romagnolli (organizzatore) sono ottime. Per questo motivo, oggi, è stato siglato un accordo di quattro anni che porterà il Mondiale MX3 in Brasile a partire dalla stagione 2013 a Recife nel Nord Est del paese, accompagando anche dal FIM Women’s Motocross World Championship in Brazil, oltre che il GP della MX1 ed MX2 nonchè il FIM Motocross of Nations nel 2015.

Piove a Beto Carrero, non molto ma la pioggia cade da diverse ore sul tracciato brasiliano che è conciato davvero male.

MX2 Gara 1: Il tracciato è ridotto ad un mare di fango scivoloso, dopo la prima curva i piloti sono già irriconoscibili. Tixier parte al comando ma van Horebeek si porta in testa dopo pochi metri, seguono Searle, Charlier, Anstie, Roelants va in terra, Lupino è nei top 10. Van Horebeek cade due volte in 100 metri e lascia la testa a Searle, ma le posizioni cambiano ad ogni curva. Searle transita al comando al primo passaggio, poi Charlier, Herlings, van Horebeek, Anstie, Tixier, Lupino. Searle allunga, Herlings si fa sotto a Charlier ma commette un errore e perde molti secondi, van Horebeek segue, poi Anstie, Tixier, Nicholls, Lupino. Charlier si porta a pochi metri alle spalle di Searle, van Horebeek è terzo ma deve difendersi da Anstie che ha superato Herlings. Searle si ferma a cambiare i guanti, lasciando il comando a Charlier: il pilota Kawasaki rientra in pista e cambia ritmo, il tracciato si “scola” e si riempie di canali, Searle raggiunge Charlier e lo supera riprendendosi la testa della corsa. Anstie commette un errore ed Herlings recupera una posizione ma transita all’undicesimo passaggio al dodicesimo posto. Searle vince, Charlier è secondo a 23”, van Horebeek a 46”, poi Anstie a 1’30”, Roelants che recupera due posizioni all’ultimo giro, Coldenoff, Nicholls, Butron, Tixier, Kullas, Lupino, 12° Herlings.

MX1 Gara 1: Christophe Pourcel centra la partenza, secondo è Goncalves, Ferris è terzo, poi Bobryshev, Cairoli, Leok, Philippaerts, De Dycker va in terra dopo il via, Desalle cade al primo giro. Pourcel guida leggero e rifila 16” già al primo passaggio. Cairoli perde qualche posizione e transita nono, sbaglia anche Goncalves, Philippaerts si fa sotto a Bobryshev, lo attacca ma si pianta in curva. Pourcel sembra volare e rifila 15” al giro, Ferris è al secondo posto, poi Leok, Goncalves, Bobryshev, Philippaerts, Paulin, Desalle, de Dycker, Cairoli. Leok sbaglia e retrocede al nono posto. Philippaerts vede le Honda davanti, rischia veramente molto ma in tre curve supera sia Bobryshev che Goncalves portrandosi al terzo posto. Anche Paulin ha la meglio su Bobryshev. Cade de Dycker mentre si trova in settima posizione dopo una grande rimonta. Pourcel galleggia al comando con un vantaggio enorme su Ferris, Philippaerts attacca e tenta di recuperare i 20” che lo separano dal secondo posto, dietro Paulin. Philippaerts attacca e raggiunge Ferris quando mancano 6 minuti. Ferris si appoggia in curva e DP19 passa guadagnando il secondo posto. Quando mancano 4 giri alla fine, Pourcel ha quasi due minuti di vantaggio su DP19, Paulin paga 15”, poi Goncalves, Desalle, Ferris, Bobryshev, Cairoli recupera la decima posizione. Desalle attacca Goncalves ma la pista ha una sola traiettoria “pulita” ed il belga fatica. Bobryshev cade e transita undicesimo. Desalle si ferma all’ultimo giro e la sua moto fuma e non riparte. Christophe Pourcel vince, ad un minuto e mezzo un grande DP19, poi Paulin, Goncalves, Strijbos, de Dycker, Simpson, Cairoli, Bobryshev, Karro.

MX2 Gara 2: Butron scatta al comando, alle sue spalle Searle Charlier, Lupino, Roelants, Herlings, Leib. Searle attacca ma il tracciato è mono traiettoria. Roelants ed Herlings superano Lupino, poi Anstie. Searle passa al comando, Butron commette un errore e si fa passare anche da Charlier. Herlings passa Roelants, van Horebeek entra nei 10, Lupino scivola e perde due posizioni. Anche Charlier sbaglia e retrocede al settimo posto dietro a Lupino. Searle controlla, Butron guida accorto e tiene Herlings a distanza, Roelants è molto staccato, Charlier segue, poi Anstie, Lupino e Kullas che ha messo l’Italiano nel mirino. Herlings commette un errore e finisce fuori pista, percorre un bel tratto di pista all’esterno della rete verde poi rientra. Van Horebeek supera Lupino negli ultimi giri. Searle vince, secondo è Butron, terzo Herlings poi Roelants, Charlier, van Horebeek, Anstie, Lupino, Kullas, Nicholls.

MX1 Gara 2: Mucchio alla prima curva da cui sbuca Leok seguito da Pourcel, poi Boog, Paulin, Strijbos, Bobryshev, Goncalves, Philippaerts, Cairoli 14°. Cambiano rapidamente le posizioni. Leok al comando, poi Pourcel, Boog, Strijbos, Bobryshev, Goncalves, Desalle, Philippaerts, Paulin. Philippaerts scivola ma riparte senza far spegnere la moto. Pourcel attacca e passa al comando. Boog supera Leok e si porta al secondo posto. Philippaerts si difende da Cairoli poi cambia marcia, attacca Simpson e Goncalves e li fulmina in due curve. Boog passa al comando ma Pourcel non molla spinto anche da Desalle che si fa sotto visto che alle sue spalle rinviene Strijbos, più staccato Leok che vede avvicinarsi Bobryshev, Paulin e Philippaerts. Cairoli supera Simpson e si porta al decimo posto. Leok e Bobryshev sono agguantati da Paulin e Philippaerts che passano a due giri dal termine. Pourcel è alle costole di Boog, Desalle attacca Pourcel e passa, manca un solo giro e Desalle attacca Boog, Strijbos passa Pourcel. Boog resiste all’assalto finale e vince, secondo Desalle poi Strijbos, Pourcel, Paulin, Philippaerts, Leok, Goncalves, Cairoli, Bobryshev, 15° Guarneri.

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 21/05/2012, 9:17

Per svariati impegni e mio sbaglio di orari :oops: :oops: :head: :head: ho perso quasi tutto ...... :crycry: :crycry: :cry: :cry:



superclod
Avatar utente
 
Messaggi: 895
Iscritto il: 23/10/2009, 21:46
Località: Bologna

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 21/05/2012, 18:44

Pista in condizioni terribili, ma anche questo è motocross... :twisted:
SUPERCLOD - KTM exc 300 duettì

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 21/05/2012, 19:59

Bella gara con la complicita del fango e di nuovo Grande DP19...
Peccato per tony
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 21/05/2012, 21:07

Belle gare :roll: :roll: sarà che ho visto gara 1 del National AMA sabato su una PISTA VERA, dove s'è visto cosa DEVE essere il Motocross :love1:
(non un "giardino" con qualche salto qua e là che YS "spaccia" per motocross).

Solo 3 da salvare, ovvero, CP377 che sembrava andare "piano" e ha dato DUE MINUTI al secondo prima di accontentarsi in gara 1, DP19 in versione endurista con il marsupio e in progressione con i podi (a Saint Jean d'Angely pista che gradisce lo voglio sul gradino più alto) e TS100 che s'inventa il cambio dei guanti in gara 1 per regalare un pò di emozioni a Noi spettatori ....
tutti gli altri, compreso lo "sfigato" di turno Desalle (da ultimo a quinto per fermarsi all'ultimo giro per problemi alla moto in gara 1) hanno solo faticato per restare in piedi.

L'immagine più bella del GP è stato vedere Luongo sull'albero più di una volta :rotlf: :rotlf:
(avete presente il gorilla che continuavano ad inquadrare).
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 21/05/2012, 21:33

Kawasaki brilla nel fango con Pourcel e Searle - VIDEO
Secondo posto per David Philippaerts, in difficoltà Cairoli. Lupino nono nella MX2


Immagine



Si è disputato ieri sulla pista di Beto Carrero e in condizioni davvero proibitive il GP del Brasile, prova del Mondiale MX1/MX2 2012. Un forte acquazzone in mattinata ha reso difficilissimo il tracciato in terra rossa. Canali altissimi, pista rovinata e fangosa: sono stati questi gli ingredienti di un Gp del Brasile diventato quasi una lotteria. Nella classe MX1 vittoria di Christophe Pourcel, grazie alla vittoria in solitaria gara 1 ( un minuto e mezzo di vantaggio sul secondo!) e al quarto posto della manche finale. Il francese è stato bravo a navigare nel mare di fango che aveva ricoperto la pista brasiliana dopo le abbandondanti piogge. Ottimo secondo posto per David Philippaerts, secondo in gara 1 e sesto in gara 2, che ha preceduto un sorprendente Kevin Strijbos, regolare in entrambe le manche con un quinto e un terzo posto. In netta difficoltà invece Tony Cairoli: nella prima manche è scivolato durante il primo giro perdendo molto tempo per togliere la moto dal fango. Rientrato decimo, ha recuperato fino al settimo, poi divenuto ottavo posto per una scivolata all'ultimo giro. Nella seconda manche è scivolato alla prima curva ed è rientrato ultimo, recuperando fino al nono posto. I 25 punti conquistati permettono comunque al cinque volte campione del mondo di mantenere 24 punti di margine su Desalle e 29 su Pourcel. br /> Nella MX2 prestazione straordinaria di Tommy Searle che ha vinto entrambe le manche con grande autorevolezza. In gara 1 è addirittura entrato nella pit lane a cambiare i guanti, prima di rientrare ed andare ad agguantare la vittoria. Con questa vittoria Searle si porta a soli 20 punti di distacco da Jeffrey Herlings, solo settimo grazie ad un dodicesimo e un terzo posto di manche. Sorprendente il terzo posto di Jose Butron, otta vo e secondo nelle due manche, davanti a Jeremy van Horebeek e Joel Roelants. Nono posto finale per l'unico italiano in gara, Alex Lupino.

MX1 Race 1 top ten: 1. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 44:47.275; 2. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +1:29.145; 3. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +1:43.349; 4. Rui Goncalves (POR, Honda), +1:47.125; 5. Kevin Strijbos (BEL, KTM), +1:49.116; 6. Ken de Dycker (BEL, KTM), +2:26.285; 7. Shaun Simpson (GBR, Yamaha), +2:43.169; 8. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +2:59.506; 9. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), -1 lap(s); 10. Matiss Karro (LAT, KTM), -1 lap(s);

MX1 Race 2 top ten: 1. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 42:09.534; 2. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:02.155; 3. Kevin Strijbos (BEL, KTM), +0:07.681; 4. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), +0:32.074; 5. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:43.134; 6. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +0:53.271; 7. Tanel Leok (EST, Suzuki), +1:02.910; 8. Rui Goncalves (POR, Honda), +1:03.333; 9. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +1:05.447; 10. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +1:26.338;

MX1 Overall top ten: 1. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 43 points; 2. David Philippaerts (ITA, Yamaha), 37 p.; 3. Kevin Strijbos (BEL, KTM), 36 p.; 4. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 36 p.; 5. Rui Goncalves (POR, Honda), 31 p.; 6. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 30 p.; 7. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 30 p.; 8. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 25 p.; 9. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 23 p.; 10. Shaun Simpson (GBR, Yamaha), 23 p.;

MX1 Championship top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 203 points; 2. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 179 p.; 3. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 172 p.; 4. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 170 p.; 5. Ken de Dycker (BEL, KTM), 154 p.; 6. David Philippaerts (ITA, Yamaha), 142 p.; 7. Kevin Strijbos (BEL, KTM), 139 p.; 8. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 129 p.; 9. Rui Goncalves (POR, Honda), 110 p.; 10. Tanel Leok (EST, Suzuki), 107 p.;


MX2 Race 1 top ten: 1. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 44:31.410; ; 2. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +0:23.896; 3. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +0:46.131; 4. Max Anstie (GBR, Honda), +2:16.278; 5. Joel Roelants (BEL, Kawasaki), +2:22.232; 6. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +2:29.302; 7. Jake Nicholls (GBR, KTM), +2:34.943; 8. Jose Butron (ESP, KTM), +2:47.345; 9. Jordi Tixier (FRA, KTM), +2:53.896; 10. Harri Kullas (FIN, Suzuki), +3:24.769;

MX2 Race 2 top ten: 1. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 43:42.838; 2. Jose Butron (ESP, KTM), +0:11.095; 3. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:36.276; 4. Joel Roelants (BEL, Kawasaki), +0:39.879; 5. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +1:15.554; 6. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +1:21.010; 7. Max Anstie (GBR, Honda), +1:23.875; 8. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), +1:28.353; 9. Harri Kullas (FIN, Suzuki), +1:39.850; 10. Jake Nicholls (GBR, KTM), +1:53.530;

MX2 Overall top ten: 1. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 50 points; 2. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), 38 p.; 3. Jose Butron (ESP, KTM), 35.; 4. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 35 p.; 5. Joel Roelants (BEL, Kawasaki), 34 p.; 6. Max Anstie (GBR, Honda), 32 p.; 7. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 29 p.; 8. Jake Nicholls (GBR, KTM), 25 p.; 9. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), 23 p.; 10. Harri Kullas (FIN, Suzuki), 23 p.;

MX2 Championship top ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 223 points; 2. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 203 p.; 3. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 189 p.; 4. Joel Roelants (BEL, Kawasaki), 152 p.; 5. Max Anstie (GBR, Honda), 137 p.; 6. Jordi Tixier (FRA, KTM), 128 p.; 7. Jake Nicholls (GBR, KTM), 120 p.; 8. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), 107 p.; 9. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), 103 p.; 10. Harri Kullas (FIN, Suzuki), 99 p.;

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 21/05/2012, 22:03

Motocross. Pourcel vince in Brasile davanti a Philippaerts
Sul fango brasiliano tra cadute e uscite di pista la spuntano Pourcel, che precede Philippaerts nella MX1, e Searle. In difficoltà Cairoli solo 8°


Immagine

In Messico che serviva acqua è stato un weekend che più secco di così non si poteva, una settimana dopo si è corso su di un magnifico impianto che avrebbe meritato una bella giornata di sole e invece domenica mattina ha letteralmente diluviato. Trasferta sfortunata quella corsa nell'area adiacente ad un ampio parco a tema, e neanche a farlo apposta ne hanno fatto le spese proprio i due leader della KTM che hanno mancato il podio. Antonio Cairoli è stato protagonista di una serie di cadute, tra cui quella alla partenza della seconda manche MX1, che non gli hanno permesso di fare meglio di 5°, mentre Jeffrey Herlings sul terreno molle è sembrato irriconoscibile tanto da non riuscire a fare meglio di 7°.

Bravo Philippaerts
La sorpresa della giornata MX1 è venuta dal posto d'onore di David Philippaerts, che dopo il consistente risultato ottenuto in Messico ha ribadito il proprio potenziale terminando alle spalle di Christophe Pourcel. Mentre però il francese ha giocato tutto su precisione e regolarità, David ha costruito il suo risultato con molta bravura non mollando mai la presa come ha fatto nella seconda manche dove è partito male a causa di errori dei suoi avversari, totalizzando un 2° ed un 6° posto che gli hanno permesso di avvicinare De Dycker nella classifica di campionato che lo vede sempre in sesta posizione. Decisamente sfortunato invece Davide Guarneri, caduto alla prima curva in entrambe le manche e costretto a difficili recuperi che lo hanno piazzato al 15° posto assoluto.
Il trittico privilegiato della MX1 è stato completato dal belga Kevin Strijbos che alla guida della KTM SX-F 350 è tornato sul podio a cinque anni di distanza. In evidenza anche Xavier Boog, che ha vinto la sua prima manche della classe regina resistendo nella seconda manche agli attacchi di Clement Desalle che hanno alzato l'adrenalina dei già focosi spettatori.

MX2
La MX2 ha registrato la prima doppietta stagionale di Tommy Searle, che è stato incontenibile. In Gara 1 ha preceduto Christophe Charlier il quale sommando la quinta piazza successiva si è fregiato del suo primo podio iridato. La vera sospesa della giornata è stato però lo spagnolo Josè Butron, che ha proseguito nella sua consistente crescita iniziata ad inizio anno e che finalmente senza ha dato i suoi frutti con un meritato terzo posto davanti a Van Horebeek e Roelants; 9° Alex Lupino, un buon risultato considerando le difficoltà della pista che col passare del tempo tendeva ad asciugarsi creando una spessa coltre collosa.

Brasile in calendario per 4 anni
La quinta prova Mondiale si è chiusa con la conferenza stampa di Youthstream, FMI e organizzatori locali i quali hanno confermato che il GP del Brasile si terrà sul circuito di Beto Carrero per i prossimi quattro anni, a meno che nel 2015 ospiti il Motocross delle Nazioni; in tal caso si sceglierà un'altra località visto che le belle piste non mancano. Subito dopo si è svolta quella che ha confermato che il prossimo anno si correrà anche in Thailandia, probabilmente verso la fine di marzo e con la prova che darà inizio alla stagione.

Classifiche

MX1 - GP Classification
1. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 43 points;
2. David Philippaerts (ITA, Yamaha), 37 p.;
3. Kevin Strijbos (BEL, KTM), 36 p.;
4. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 36 p.;
5. Rui Goncalves (POR, Honda), 31 p.;
6. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 30 p.;
7. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 30 p.;
8. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 25 p.;
9. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 23 p.;
10. Shaun Simpson (GBR, Yamaha), 23 p.;
11. Ken de Dycker (BEL, KTM), 23 p.;
12. Jonathan Barragan (ESP, Honda), 19 p.;
13. Matiss Karro (LAT, KTM), 18 p.;
14. Tanel Leok (EST, Suzuki), 15 p.;
15. Davide Guarneri (ITA, KTM), 13 p.;
16. Dean Ferris (AUS, Kawasaki), 10 p.;
17. Alfie Smith (GBR, Yamaha), 9 p.;
18. Santtu Tiainen (FIN, Kawasaki), 6 p.;
19. Antonio Jorge Balbi JR (BRA, Kawasaki), 5 p.;
20. Herjan Brakke (NED, Yamaha), 4 p.;

MX2 - GP Classification
1. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 50 points;
2. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), 38 p.;
3. Jose Butron (ESP, KTM), 35 p.;
4. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 35 p.;
5. Joel Roelants (BEL, Kawasaki), 34 p.;
6. Max Anstie (GBR, Honda), 32 p.;
7. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 29 p.;
8. Jake Nicholls (GBR, KTM), 25 p.;
9. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), 23 p.;
10. Harri Kullas (FIN, Suzuki), 23 p.;
11. Jordi Tixier (FRA, KTM), 21 p.;
12. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 21 p.;
13. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), 16 p.;
14. Petar Petrov (BUL, Suzuki), 14 p.;
15. Valentin Guillod (SUI, KTM), 13 p.;
16. Michael Leib (USA, Yamaha), 8 p.;
17. Julien Lieber (BEL, KTM), 7 p.;
18. Marcal Müller (BRA, Kawasaki), 6 p.;
19. Nikolaj Larsen (DEN, Suzuki), 4 p.;
20. Endrews Armstrong (BRA, Honda), 3 p.;

MX1 - Grand Prix Race 2 - Classification
1. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 42:09.534; ;
2. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:02.155;
3. Kevin Strijbos (BEL, KTM), +0:07.681;
4. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), +0:32.074;
5. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +0:43.134;
6. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +0:53.271;
7. Tanel Leok (EST, Suzuki), +1:02.910;
8. Rui Goncalves (POR, Honda), +1:03.333;
9. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +1:05.447;
10. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +1:26.338;
11. Jonathan Barragan (ESP, Honda), +1:48.125;
12. Shaun Simpson (GBR, Yamaha), +1:50.650;
13. Ken de Dycker (BEL, KTM), +2:00.226;
14. Matiss Karro (LAT, KTM), +2:15.735;
15. Davide Guarneri (ITA, KTM), +2:52.748;
16. Antonio Jorge Balbi JR (BRA, Kawasaki), -1 lap(s);
17. Herjan Brakke (NED, Yamaha), -1 lap(s);
18. Alfie Smith (GBR, Yamaha), -2 lap(s);
19. Santtu Tiainen (FIN, Kawasaki), -2 lap(s);
20. Wellington Garcia (BRA, Honda), -3 lap(s);

MX2 - Grand Prix Race 2 - Classification
1. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 43:42.838; ;
2. Jose Butron (ESP, KTM), +0:11.095;
3. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:36.276;
4. Joel Roelants (BEL, Kawasaki), +0:39.879;
5. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +1:15.554;
6. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +1:21.010;
7. Max Anstie (GBR, Honda), +1:23.875;
8. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), +1:28.353;
9. Harri Kullas (FIN, Suzuki), +1:39.850;
10. Jake Nicholls (GBR, KTM), +1:53.530;
11. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +2:02.899;
12. Jordi Tixier (FRA, KTM), +2:26.494;
13. Michael Leib (USA, Yamaha), -1 lap(s);
14. Petar Petrov (BUL, Suzuki), -1 lap(s);
15. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), -1 lap(s);
16. Valentin Guillod (SUI, KTM), -1 lap(s);
17. Nikolaj Larsen (DEN, Suzuki), -2 lap(s);
18. Julien Lieber (BEL, KTM), -3 lap(s);
19. Endrews Armstrong (BRA, Honda), -3 lap(s);
20. Marcal Müller (BRA, Kawasaki), -4 lap(s);

MX1 - Grand Prix Race 1 - Classification
1. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 44:47.275; ;
2. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +1:29.145;
3. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), +1:43.349;
4. Rui Goncalves (POR, Honda), +1:47.125;
5. Kevin Strijbos (BEL, KTM), +1:49.116;
6. Ken de Dycker (BEL, KTM), +2:26.285;
7. Shaun Simpson (GBR, Yamaha), +2:43.169;
8. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +2:59.506;
9. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), -1 lap(s);
10. Matiss Karro (LAT, KTM), -1 lap(s);
11. Dean Ferris (AUS, Kawasaki), -1 lap(s);
12. Jonathan Barragan (ESP, Honda), -1 lap(s);
13. Clement Desalle (BEL, Suzuki), -2 lap(s);
14. Davide Guarneri (ITA, KTM), -2 lap(s);
15. Alfie Smith (GBR, Yamaha), -2 lap(s);
16. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), -3 lap(s);
17. Santtu Tiainen (FIN, Kawasaki), -3 lap(s);
18. Wellington Garcia (BRA, Honda), -5 lap(s);
19. Adrian Garrido (ESP, Honda), -6 lap(s);
20. Tanel Leok (EST, Suzuki), -7 lap(s);

MX2 - Grand Prix Race 1 - Classification
1. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 44:31.410; ;
2. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +0:23.896;
3. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +0:46.131;
4. Max Anstie (GBR, Honda), +2:16.278;
5. Joel Roelants (BEL, Kawasaki), +2:22.232;
6. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +2:29.302;
7. Jake Nicholls (GBR, KTM), +2:34.943;
8. Jose Butron (ESP, KTM), +2:47.345;
9. Jordi Tixier (FRA, KTM), +2:53.896;
10. Harri Kullas (FIN, Suzuki), +3:24.769;
11. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), -1 lap(s);
12. Jeffrey Herlings (NED, KTM), -1 lap(s);
13. Valentin Guillod (SUI, KTM), -2 lap(s);
14. Petar Petrov (BUL, Suzuki), -4 lap(s);
15. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), -4 lap(s);
16. Marcal Müller (BRA, Kawasaki), -4 lap(s);
17. Julien Lieber (BEL, KTM), -5 lap(s);
18. Thales Vilardi (BRA, Honda), -5 lap(s);
19. Gustavo Henrique Henn (BRA, Kawasaki), -6 lap(s);
20. Endrews Armstrong (BRA, Honda), -7 lap(s);

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 21/05/2012, 22:15

Cairoli: "Ho fatto due errori stupidi"
Contrariato dai risultati deludenti delle gare, Cairoli dopo le qualifiche si aspettava molto di più. A fermarlo è stato il fango


Immagine

Gran premio del brasile piuttosto burrascoso, non facile.
«Sì, sono piuttosto contrariato di come ho guidato oggi. Tutte due le manche ho fatto due errori stupidi. Nella prima ho fatto un errore abbastanza grave: ho mancato la curva e sono finito tra il pannello degli sponsor e l’appoggio e ho perso un sacco di tempo per ripartire. Poi anche quando sono ripartito non avevo al velocità per recuperare, quindi ho fatto 8°. Un ottavo e un nono di giornata non sono quello che mi aspettavo, ma guardiamo aventi e abbiamo voglia di vincere».

Nelle qualifiche avevi letteralmente volato.
«Beh, il fango è un terno al Lotto, quindi è andata bene perché in classifica abbiamo limitato i danni».

Le difficoltà nascono dal fatto che è un po’ che non giravi sul fango?
«No. E’ vero che non giro sul fango da tanto tempo ma è lo stesso per gli altri, quindi sono stati errori miei, dovevo restare più concentrato».

Il 350 su questa pista?
«La moto andava benissimo, il problema è stato del pilota».

Cairoli (AUDIO): "Un ottavo e un nono di giornata non sono quello che mi aspettavo"

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 22/05/2012, 21:02

Philippaerts: "La sfortuna sta andando via"
Soddisfatto dei risultati ottenuti nel Gran Premio di Beto Carrero, David Philippaerts comincia a riacquisire la sicurezza che la sfortuna di inizio campionato sembrava avergli tolto


Immagine

Ancora una volta, in Brasile, una gran bella prestazione.
«Abbiamo vinto l’anno scorso, secondo oggi, con un secondo e un sesto posto, ma va sempre bene quando sei sul podio. Andiamo avanti così che stiamo andando bene. Il team sta lavorando bene, oggi ero io a essere un po’ malato però ci può stare con questa umidità e la pioggia. Ho girato bene la prima manche mentre la seconda ho fatto un po’ più errori».

La prima manche?
«Eh… la prima manche sono partito 7-8° poi sono riuscito a sorpassare qualcuno e qualche altro è caduto e allora ho fatto secondo. Pourcel all'arrivo aveva quasi 2 minuti di vantaggio, ma lui è partito in testa».

La seconda è stata un po’ più difficile.
«Sì, sono partito malissimo, ero ultimo, la prima curva c’era Antonio per terra e altri sono caduti. Sono riuscito a stare in piedi e mettermi a correre tranquillo. A un certo punto ero quinto poi ho fatto due errori e sono tornato ottavo. Quando poi cercavo di sorpassare Paulin sono scivolato sulla ruota davanti, ma ci sta in una pista scivolosa come questa. Dopo qualche giro e un paio di sorpassi ero al sesto posto, sono contento».

Sembra di rivedere il David delle grandi occasioni.
«David c’è sempre, all’inizio dell’anno abbiamo fatto tre cadute e neanche piano. Diciamo che David c’è sempre e che è la sfiga che sta andando un po’ via. Speriamo che non torni perché stiamo facendo un buon lavoro con tutto il team».

Philippaerts (AUDIO): "Andiamo avanti così che stiamo andando bene"

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2 a Beto Carrero

Messaggio » 24/05/2012, 20:23

GP Brasile 2012 - Up & Down

La rubrica di Enzo Tempestini


Dal Fangone di Beto Carrero, l "´Up & Down" di Enzo Tempestini.

MX1
Christophe Pourcel
Precisione chirurgica nell’affrontare la prima manche, praticamente scorsa al “buio” dopo che erano stati annullati warm up e giro di ricognizione. Il talento di CP377 non è cosa nuova ma vederlo guidare per quarantacinque minuti in piedi sulle pedane è da cineteca. Non commette errori nemmeno in gara 2 e vince il suo secondo GP nella MX1 recuperando terreno su Cairoli.
Convincente

David Philippaerts
Il sud america gli porta bene. Lo scorso anno vinse il GP del Brasile la settimana scorsa è risalito a podio (terzo) dopo il grave infortunio dello scorso anno e a Beto Carrero risale di un gradino e si avvicina di nuovo alla vittoria assoluta.
Ritrovato

Kevin Strijbos
Il “Kid” si ripresenta alle cronache della MX1 dopo le vicissitudini degli ultimi anni, con una prestazione regolare che lo premia con il podio. Il terzo posto di Kevin scaccia parecchi fantasmi dalla sua visione e di certo riporta molta serenità in un campione mancato (per ora). Può ancora rifarsi e se la sua condizione non lo abbandona, i piani alti delle classifiche lo vedranno spesso protagonista.
C’è

Antonio Cairoli
Si deve tornare indietro nel tempo (Inghilterra 2009) per trovare Antonio Cairoli cosi “indietro” nella classifica di giornata di un GP iridato, non compromesso da problemi fisici o tecnici. Il campione siciliano, ha dichiarato apertamente: “nessuna scusa, questa gara è da dimenticare”. Dopo tre anni un risultato “anomalo” per il suo standard gli è concesso.
Scusato

Davide Guarneri
Il “Pota” non ingrana, ogni gara gli capita qualcosa. Qualche errore di troppo per lui, che lo costringe a un anonimo quindicesimo posto di giornata. Quindicesimo anche in campionato perde progressivamente terreno sulla top ten che potrebbe essere alla sua portata.
Distratto

MX2
Tommy Searle
La voglia di riscatto dopo la sfortuna (e qualche errore) è tanta e Tommy lo dimostra piazzando una “doppietta” impressionante su un terreno quasi impossibile per le piccole MX2. Il britannico recupera molti punti in un solo colpo sul capoclassifica Herlings e riprende vigore in vista della fase centrale del campionato.
Grintoso

Christophe Charlier
Altro stereotipo di “genio e sregolatezza” il francese di Ajaccio (Corsica) coglie il suo primo podio in carriera nel mondiale MX2. La “cura” Rinaldi inizia a dare i suoi frutti e lui li raccoglie nonostante la condizione fisica non ottimale, dopo lo stop d’inizio campionato.
Ottimo e migliorabile

Antonio Butron
Ottimo “scattista” lo vediamo spesso alla testa del gruppo dopo le prime curve, questa volta ha sfruttato al meglio il suo “effetto partenza” concedendosi anche il lusso di guidare la seconda manche per qualche metro. Primo podio nel mondiale, anche per lui e per la Spagna (in MX2).
Torero

Max Anstie
Il suo vero temperamento deve ancora uscire allo scoperto ma, anche se, se ne sono accorti in pochi, Max porta la Honda Gariboldi al miglior risultato da inizio stagione sfiorando il podio (-4 punti). Alla sua seconda stagione in MX2 potrebbe di certo togliersi parecchie soddisfazioni prima della fine dei giochi.
Sornione

Alessandro Lupino
Gara priva di acuti ma anche di “stecche” per l’unico italiano presente in Brasile. Alessandro porta a casa punti preziosi per l’economia del campionato ma non si esalta nel fango carioca e riesce a limitare i danni. La top ten di campionato lo ospita al nono posto ma almeno due posizioni sono a “tiro di schioppo”.
Regolare

Jeffrey Herlings
Sabbiaiolo e specialista dei terreni morbidi questa volta sbaglia l’approccio alla gara e lascia parecchi punti a Searle che ringrazia, e metaforicamente lo accompagna diretto tra le braccia di Valerio Staffelli. “The bullet” esce a testa bassa dalla gara brasiliana e con un muso lungo “così”.
Attapirato

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: andreac, Bing [Bot], cicciopaolo82, Cimone, Google [Bot], ivanuccio, lupus1, Maveric78, miscelatore, MSNbot Media, Rockwood, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

beto carrero cross      circuito della mx1 beto carrero      cp377 podio mx1      mondiale motocross 2012 belgio      motocross mondiale      motocross nel fango      mx bars gp thailandia su sport italia2 ?      mx1 2012 orari tv gp gran bretagna sport italia 2      mx2 motocross husqvarna      mxbarsgp      ktm mx1 012      mondiale motocross 2012 video      david philippaerts marsupio