KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

XRally Marrakech

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

XRally Marrakech

Messaggio » 10/05/2012, 21:41

Svelato il percorso
Prologo e tre tappe con percorso a margherita nei dintorni di Marrakech. Partenza il 16 maggio


Immagine

IL PERCORSO
Eccoci a svelare il percorso, ormai finito e convalidato, che verrà "aperto" da Arnaud Debron, ex motociclista e rinomato copilota francese, nei giorni 13/14/15/16 maggio per definire eventuali modifiche del road book.
Chi meglio di EdoMossi può spiegarci il tracciato giorno per giorno, che oltre 40 piloti a bordo di moto e quad, percorreranno attorno a Marrakech, per tornare tutte le sere nel quartier generale, il sontuoso hotel 5 stelle Kenzi farah.
Il percorso di questo primo XRally è concept a tutti gli effetti. Sì, proprio così, abbiamo cercato di apportare innovazione e facilità di gestione a questa gara che si svilupperà a ridosso dell' Atlante. Tante le novità che verranno svelate ai protagonisti del rally durante il primo briefing, tra cui un prologo da 35 Km che non lascia spazio a tristi strategie, il concetto di "Settore di Navigazione" e quasi tutte le tappe con 2 o 3 settori selettivi.
Alla base c'è la volontà di riprendere il carattere delle gare organizzate dal Northon Club sotto l'egida della Federazione Svizzera di Motociclismo che combinano training e competizione. Desideriamo infatti mettere i concorrenti nella condizione di sfruttare al meglio il rally anche come opportunità per affinare le loro tecniche di guida e navigazione. I percorsi presentano difficoltà studiate per mettere alla prova i concorrenti: una sorta di allenamento nella gara perché l'XRally come il Merzouga sono competizioni vere e proprie, dove i piloti lottano contro il cronometro, in un contesto in cui si predilige sempre la Sicurezza al risparmio.
Al ritorno dalla speciale, intorno alle 14:00 di ogni giorno, i concorrenti potranno "studiare" e approfittare dell' energia positiva che emana Marrakech".

Ma entriamo nel dettaglio delle tappe:
1' giorno prologo "Palmeraie" 66,09 km
Trasferimento 15,30 km
Prologo 35,05 km
Trasferimento 15,70 km

2' giorno 1'tappa "North" 165,55 km
Trasferimento 29,95
Settori Selettivi 119,15 (19,50 km*)
Trasferimento 26,10 km

3' giorno 2' tappa "Tahannaout" 197,55 km
Trasferimento 37,80km
Settori Selettivi 133,65 km (18,75km*)
Trasferimento 26,10 km

4' giorno 3' tappa "Agafay" 191,53 km
Trasferimento 31 km
Settori selettivi 130,70 km (9 km*)
Trasferimento 29,83

TOTALE RALLY 620,72 km
TOTALE SETTRI SELETTIVI 418,55 km (47,25*)
*= neutralizzazioni su asfalto per collegare una speciale all'altra.

UN PASSO AVANTI PER LA SICUREZZA
Altra importante novità per garantire la sicurezza dei partecipanti sarà "l'apertura della pista" tutte le mattine un'ora prima rispetto alla partenza delle moto. Grazie ad un accordo di collaborazione con l'azienda Bugg' Afrique, un performante buggy americano Predator X18 percorrerà tutto il tragitto in configurazione gara per un ulteriore controllo del tracciato. Bugg' Afrique, società con sede a Marrakech, si occupa del noleggio durante le gare di questi mezzi performanti e divertenti con cui partecipare alle più importanti competizioni a un prezzo equo.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: XRally Marrakech

Messaggio » 17/05/2012, 20:02

Loic Minaudier si aggiudica il prologo
Il francese è stato il più veloce, seguito dai due piloti Beta, Glauco Ciarpaglini e Andrea Mancini


Immagine

L'XRally Marrakech ha preso ufficialmente il via dal centro di Marrakech
Oltre 40 piloti in rappresentanza di ben sette diverse nazioni, tra cui il Sud Africa e l'Australia, hanno preso la partenza per i 35 km di prologo che stabiliranno l'ordine di partenza della prima speciale di domani che si svilupperà a Nord di Marrakech.
Partiti in ordine inverso, i piloti hanno sfruttato al meglio i 35 kilometri del Prologo, veloce e navigato con un bell'attraversamento di un fiume in secca, per prendere confidenza con il terreno e acclimatarsi alle calde temperature.
Il francese Loic Minaudier è stato il più veloce, seguito dai due piloti Beta Glauco Ciarpaglini e Andrea Mancini

Loic Minaudier: "il prologo era veloce e sono stato avvantaggiato dalle tracce. Non ho incontrato particolari difficoltà di navigazione, anche se ancora non padroneggio bene il road book, così mi mette un po' di pressione supplementare pensare di dover fare da apripista domani".

Glauco Ciarpaglini: "mi sono divertito. E' stata una speciale rapida che ha avvantaggiato i piloti più veloci anche se era importantissimo mantenere sempre l'attenzione sul roadbook".

Andrea Mancini: "Sono contento perché sono riuscito a finire la speciale, anche se sono stato rallentato da un problema tecnico. Adesso abbiamo il tempo per lavorare sulla moto e prepararci al meglio per domani".

Alla sua prima edizione, l'XRally ha riscosso successo sia tra i piloti professionisti che tra gli amatori. Per i primi il rally è un'ottima occasione per affinare le tecniche di guida e navigazione. Per gli amatori invece si tratta del debutto in un vero e proprio rally africano in tutta sicurezza.
"Per noi più che una gara, l'Xrally vuole essere un allenamento mirato a migliorare la navigazione. Sono qui per aiutare Riaan (Van Niekerk) nella navigazione con road book per prepararci al meglio alla Dakar 2013 " – commenta Darryl Curtis, 2 volte vincitore del Roof of Africa e 22esimo alla Dakar 2012 .

Tempi non ufficiali
1 Minaudier Loic KTM FRA 29'15
2 Ciarpaglini Glauco Beta +01.31
3 Mancini Andrea Beta +02.08
4 Bourgin Thoms KTM +02.36
5 Miotto Mirco Honda +03.06
6 Darryl Curits KTM +04.12
7 Caviglia Romano Suzuki +04.12
8 Zacchetti Cesare BMW +04.52
9 Rizzi Matteo Aprilia +05.01
10 Van Niekerk KTM +05.33
11 Wanderweyen Gilles BMW +05.59
12 Pelloni Stefano Honda +06.05
13 Fesani Andrea Yamaha +06.06
14 Delesque Pascal Honda +06.22
15 Brunod Andrea Honda +07.93
16 Conreau cristophe Honda +07.12
17 Moureau xavier Ktm +07.30
18 Pavan Mirko Honda +08.16
19 Sandri Stefano Beta +08.18
20 Madonna Alesandro Yamaha +09.59
21 Berrini Fabrizio KTM +10.21
22 Stancari Ugo Beta +10.36
23 Napoli Giulio Beta +10.44
24 Valero ramos Antonio Yamaha +11.05
25 Barwick Chris KTM +11.51
26 Jacobsen Clayton +12.57
27 Quick Patsy KTm +13.54
28 Procaccini stefano KTM +14.42
29 Turchi Stefano KTM +15.54
30 Gandini Marco KTM +18.27
31 Garcia Merino julian Yamaha +20.20
32 Chivite Ruiz Ignacio Bultaco +21.06
33 Pedemonte Angelo KTM +24.57

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: XRally Marrakech

Messaggio » 18/05/2012, 21:01

Dominano i sudafricani Curtis e Van Niekerk
Bene anche i nostri Ciarpaglini, Caviglia e Fesani


Immagine

La prima tappa dell'XRally si è sviluppata per 165,55 chilometri a nord di Marrakech in direzione Rabat e Casablanca. Dei 40 partenti partenti del prologo, 33 piloti, oltre agli iscritti nel raid, hanno preso questa mattina la partenza di questa tappa molto varia, una buona combinazione di terreno montagnoso e roccioso nella prima speciale e settori molti navigati attraverso campi coltivati e piste veloci nella seconda.
Il sudafricano Darryl Curtis, due volte vincitore del Roof of Africa e 22esimo alla Dakar 2012, si è aggiudicato la prima speciale. Secondo il francese Thomas Bourgin, che proviene dal campionato enduro francese, terzo l'italiano Romano Caviglia. Il sudafricano Riaan van Niekerk, 10 volte campione sudafricano offroad e sei volte campione sudafricano enduro, si è aggiudicato la seconda speciale seguito dagli italiani Andrea Fesani e Glauco Ciarpaglini.
Glauco Ciarpaglini, attualmente in testa al trofeo Rally Lite Desert Series, si è detto soddisfatto della tappa, mentre il suo compagno di squadra, Andrea Mancini, non ha preso il via questa mattina per un problema alla moto.
Primo degli spagnoli Ignacio Chivite in sella ad una Bultaco Frontera del 1978, mentre ha faticato un po' il francese Loic Minaudier, campione francese d'enduro 2011, vincitore del prologo che oggi ha aperto la pista.

Romano Caviglia: "una bella speciale, molto veloce e navigata. La difficoltà più grande oggi è stato il caldo, nella valle prima della seconda speciale il termometro ha registrato 49 gradi. Mi dispiace perché abbiamo perso tempo prima del settore di navigazione e siamo arrivati un po' in ritardo alla speciale".

Ignacio Chivite: "siamo qui per testare la moto e sono contento perché funziona bene. Certo essendo un prototipo c'è molto lavoro da fare, ma siamo qui per questo. La nostra è una passione , un sogno, una sfida. La Bultaco è stata la mia prima moto quando avevo 16 anni, con questo modello, un Frontera 370, ho corso nell'enduro e nel motocross in Spagna, così è bello per me prepararmi per le grandi maratone africane su questa moto. La Bultaco, fabbrica della mia città, Barcellona, ha sempre guardato alle corse come veicolo per la produzione".

Loic Minaudier: "Mi è costato molto fare da apripista. Venendo dal mondo dell'Enduro, sto imparando la navigazione e per questo sono iscritto al Rally Lite Desert Series. Sono comunque contento perché sto facendo esperienza".

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: XRally Marrakech

Messaggio » 19/05/2012, 23:07

Pavan e Minaudier si aggiudicano le due speciali
La giornata prevedeva due prove speciali molto spettacolari


Immagine

La seconda tappa dell'XRally Marrakech si è sviluppata per 197,55 chilometri, costeggiando i monti Atlas. La giornata prevedeva due prove speciali molto spettacolari attraverso paesaggi montagnosi con attraversamenti di fiumi, tratti molto navigati che necessitavano concentrazione e precisione nell'interpretazione del road book.
Oggi la temperatura è scesa e i piloti hanno sfruttato al meglio la giornata. Una caduta non ha permesso a Ignacio Chivite di terminare la seconda speciale in sella alla sua Bultaco. Il pilota spagnolo è stato portato nella clinica internazionale di Marrakech per ulteriori accertamenti.
Il podio virtuale della prima prova speciale è stato tutto italiano con Mirko Pavan, primo, Stefano Pelloni, secondo e Angelo Pedemonte, terzo.
Il francese Loic Minaudier si è aggiudicato la seconda speciale davanti all'italiano Glauco Ciarpaglini e allo spagnolo Antonio Valero Ramos.

Glauco Ciarpaglini #1: "La prima speciale era veloce con due o tre punti di vera navigazione e bisognava essere molto precisi. Questa ho perso un po'di tempo intorno a un villaggio ma sono riuscito a recuperare nella seconda speciale, veloce ma navigata".

Angelo Pedemonte #9: "E' stata proprio una bella giornata e sono contento perché abbiamo fatto una navigazione quasi perfetta. Ci siamo persi nell'attraversamento di un oued perché abbiamo avuto un problema con il GPS. Alcuni tratti erano molto veloci ma abbiamo preferito non prendere rischi. Io e Pelloni siamo usciti tra i primi dalla prima speciale e nella seconda ci siamo uniti a Curtis e Ciarpaglini e abbiamo fatto un buon risultato".

Darrel Curtis # 38: "è stata una buona giornata. Questa mattina sono partito terzo e ero in testa nella prima speciale quando ho perso del tempo a 3 km dalla fine della speciale. Nella seconda speciale le tante tracce di moto e quad che girano qua nel fine settimana hanno complicato molto la navigazione. Ho aperto la strada e tanti mi hanno seguito".

Christophe Conreau # 34: "la prima speciale, che si sviluppava su un piccolo sentiero di montagna, era più tipo enduro, mentre la seconda parte era molto bella, veloce e con molti cambi di direzione. Purtroppo sono lontano dalla testa della classifica, così la concentrazione non è la stessa di quando lotti per una bella posizione".

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: XRally Marrakech

Messaggio » 19/05/2012, 23:08

Vittoria finale per Darryl Curtis
Sul podio anche Thomas Bourgin e l'italiano Glauco Ciarpaglini


Immagine

L' Agafay, il "deserto di Marrakech", è stato il teatro del quarto e ultimo giorno dell'XRally. I piloti hanno coperto oggi 191,53 km sui 620,70 complessivi, attraverso percorsi in quota con spettacolari attraversamenti di oued. Le due speciali odierne, molto veloci e navigate richiedevano una guida precisa e accurata. L'attraversamento dei fiumi ha reso la guida più impegnativa e tecnica.
Il Francese Pascal Delesque sul quad si è aggiudicato la prima speciale davanti al sud africano Darryl Curtis e l'italiano Glauco Ciarpaglini, mentre la seconda speciale ha visto un ribaltamento delle posizioni con il francese Loic Minaudier in testa, davanti all'italiano Mirko Pavan e al sudafricano Riaan Van Niekerk.
Darryl Curtis: "E' stata una bella giornata, mi sono divertito. Nella prima speciale ho passato tutti, mentre nella seconda ho rallentato un po', privilegiando la navigazione e facendo attenzione a non commettere errori. Occorreva guidare in modo preciso, seguendo il roadbook, che dovevo girare manualmente perché si è rotto l'interruttore.
Dopo i primi tre giorni che mi sono serviti da allenamenti, oggi sono stato più accurato nella navigazione. Oggi le tappe erano molto belle, con un paesaggio e situazioni simili quelle del Sud Africa. In generale è stata un'esperienza positiva. Eravamo qui per allenarci e prepararci al meglio per la Dakar 2013".
Thomas Bourgin: "E' stata un'esperienza molto positiva e chiudere secondo è una bella soddisfazione. Ho imparato molto a livello di navigazione. Ho deciso di gareggiare con una moto da rally per allenarmi per le grandi maratone africane, il Merzouga Rally e , se trovo il budget, la Dakar. Insieme ai compagni del team Nomad Racing andiamo a Ouarzazate a provare sulla sabbia.".
Glauco Ciarpaglini: "I primi tre giorni sono stati molto positivi per noi, ma oggi ho perso tantissimo perchè dopo 15 km ho rotto il freno posteriore e alla fine si è staccato anche il GPS e mi sono dovuto fermare a ripararlo. Dopo tutto quello che mi è passato sono contento della terza posizione che mi ha permesso anche di mantenere la testa della classifica del Trofeo Rally Lite Desert Series, sempre ideato da Edo Mossi".
EdoMossi ringrazia gli oltre 40 piloti che hanno partecipato alla prima edizione dell'XRally Marrakech e dà a tutti l'appuntamento a Merzouga per il Merzouga Rally dal 3 al 9 novembre 2012.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Google [Bot]

SEO Search Tags

ignacio chivite abbandona alla seconda tappa      xrally marrakech quad      ignacio chivite forum