KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Mondiale Motocross 2012 - Si comincia!

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Mondiale Motocross 2012 - Si comincia!

Messaggioda jenk » 6 apr 2012, 18:13

L'appuntamento per la prima gara del Mondiale di Motocross è fissato per lunedì 9 aprile sul circuito di Valkenswaard, in Olanda

Immagine

Ci siamo, dopo il lungo inverno fatto di tanti cambiamenti e di tante chiacchiere, ecco arrivato il momento di fare sul serio. Basta proclami e gare tattiche: dal prossimo week-end si farà sul serio sulla terribile sabbia olandese di Valkenswaard.
Nella classe MX1 si ripeterà il refrain degli ultimi anni: tutti contro Tony Cairoli, per provare a detronizzare il pilota della KTM, che dall'alto dei sui cinque titoli mondiali e della sua invidiabile condizione psico-fisica rimane comunque l'uomo da battere.
Il suo avversario più accreditato sulla carta è ancora Clement Desalle, che è rimasto piuttosto defilato in quest'inizio di stagione, ma che ha fatto vedere nella gara internazionale di Valence di essere assolutamente pronto per la vittoria.
Ma la lista di pretendenti al trono di campione è lunga, a cominciare da Steven Frossard, dominatore degli Internazionali d'Italia durante i quali ha già battuto più volte Tony Cairoli.
E, poi, ci sono i due piloti Kawasaki, Gautier Paulin e Christophe Pourcel, con il primo che ha dimostrato di sapersi adattare alla perfezione alle potenti 450 e il secondo in cerca di una rivincita che lo possa rilanciare nell'Olimpo dei più grandi piloti di sempre.
Poi c'è Evgeny Bobryshev, con la Honda finalmente ufficiale al 100%. Il russo paga forse un po' di talento rispetto agli avversari, ma fa della forza fisica e della fame di vittoria il suo punto forte. Fame di vittoria che dovrebbe essere tornata anche al nostro David Philippaerts, al rientro dopo il terribile incidente di metà 2011, che lo lasciò con entrambi i polsi spezzati. Da segnalare anche l'arrivo last minute di Ken De Dycker nel Team KTM, al fianco di Cairoli al posto dell'ancora convalescente Max Nagl.
Sempre in ambito di moto e piloti italiani, ci aspettiamo qualche bella sorpresa dal francese Anthony Boissière con una TM ormai competitiva e da Davide Guarneri, tornato con il suo vecchio team Silver Action.
Gli altri azzurri in pista nella classe MX1 saranno Matteo Bonini con la KTM del Team Marchetti e Filippo Bertuzzo con la Honda del Team Massignani.

Nella classe MX2 tutti i favori del pronostico sono per il trio del Team KTM ufficiale Jeffrey Herlings, Jeremy Van Horebeek e Jordi Tixier con il primo nettamente favorito per il titolo. Il team Yamaha che aveva tutte le carte in regola per tentare quantomeno di arginare la strapotenza del team austriaco si presenterà in Olanda senza i suoi tre piloti di punti, Christophe Charlier, Zach Osborne e Arnaud Tonus, tutti e tre infortunati. In loro assenza i piloti più accreditati per salire almeno sul podio saranno i due piloti del Team Honda Gariboldi, Max Anstie e Aleksandr Tonkov e quelli del Team Kawasaki CLS Pro Circuit Tommy Searle e Joel Roelant e Kawasaki Bud Racing Valentin Teillet e Dylan Ferrandis.
Per i colori nazionali, tutte le attenzioni sono puntate su Alessandro Lupino, recente vincitore degli Internazionali d'Italia con l'Husqvarna del Team Ricci. Lupino sarà affiancato dal francese Loic Larrieu, mentre il terzo pilota, il belga Nick Triest sarà fuori giuoco per la brutta botta subita a Galaello.
Gli altri italiani in gara saranno Giacomo Del Segato con la KTM Marchetti, Ivo Monticelli con la Suzuki Valenti, Samuel Zeni con la Yamaha JTech (il compagno Simone Zecchina si è infortunato anche lui a Galaello) e Andrea Cervellin con la TM del Team Van Beers.
Vi ricordiamo che la gara di Valkenswaard, Olanda, prima prova del Mondiale Motocross MX1 2012, si disputerà il 9 aprile, lunedì di Pasquetta.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2012 - Si comincia!

Messaggioda jenk » 6 apr 2012, 18:18

Mondiale Motocross al via. Tutti a caccia di Cairoli
Il campione in carica MX1 ha nel mirino il 6° titolo Mondiale ed è pronto per battersi contro gli agguerriti concorrenti; più ristretta la rosa dei pretendenti alla corona MX2, capitanata da Jeffrey Herlings


Immagine

I crossisti sono dei duri, per questo nessuno si lamenta di iniziare la serie iridata sulla spietata sabbia olandese che fa del circuito di Valkenswaard quello più tosto della stagione. Dove tecnica e tenuta fisica affinate con la preparazione invernale sono subito chiamate all’esasperazione. D’altra parte, meglio togliersi subito il dente, visto che poi le enormi buche e le profonde carreggiata scavate all’infinito dai potenti 4T che ogni colpo di manetta mordono il terreno cambiandone i connotati per un bel pezzo sono messe da parte. Già dalla seconda prova si passa alla normalità, col fondo veloce e compatto della Bulgaria che precede quello altrettanto duro del Gran Premio d’Italia, che il 27 aprile ospita la carovana sul tracciato marchigiano di Fermo.

Le novità del calendario 2012
Il calendario di quest’anno messo a punto da FIM e Youthstream consta di 16 prove, una in più del 2011, con il debutto del Messico, il ritorno in Russia, le nuove località di Beto Carrero (Brasile) e Bastogne (Belgio); il gran finale sarà sulla sabbia belga di Lommel, dove la gara a squadre del Motocross delle Nazioni una volta tanto non lascia a priori il ruolo di favorita alla formazione statunitense.

L'ora dei conti
Giunta al capolinea, l’attesa per quella che si preannuncia un’altra straordinaria annata di competizioni conduce direttamente ai fatti, fino ad ora basati sui risultati delle gare internazionali di quest’inverno che hanno storicamente il difetto di non essere un responso completamente affidabile.
Meglio andare sul sicuro, e lasciare al Tonino nazionale ancora una volta il pronostico di outsider della classe regina sottolineato dalla sua immutata voglia di vincere e dal piacere che ancora trae quando è in sella alla moto. Paulin, Desalle, Pourcel, Frossard, Barragan, Leok, Bobryschev, Goncalves, e lo stesso Philippaerts che negli Internazionali d’Italia ha fatto vedere di aver ritrovato lo smalto dei suoi tempi migliori, sono in grado di vincere un GP, ma sarà poi la costanza di risultati a far da giudice e a scremare il lotto dei contendenti. E speriamo di vedere delle belle cose anche da Guarneri, anche lui rinato dopo il salto dalla Kawasaki alla KTM. Dal lotto manca lo sfortunato Max Nagl, ancora alle prese coi suoi problemi alla schiena nonostante i due interventi chirurgici, sostituito nei primi cinque GP da Ken de Dycker che dopo aver chiuso il rapporto col team Honda LS ad una settimana dall’inizio iridato, pare per motivi legati a mancati pagamenti dello scorso anno, ha trovato una momentanea sistemazione nella tenda KTM.

MX2
La MX2 parte invece zoppa, ovvero senza i tre piloti ufficiali Yamaha: Osborne, Tonus e Charlier, incredibilmente infortunati ancora prima del via Mondiale così come il nostro Zecchina che a causa della frattura di una mano nell’ultima prova degli Internazionali d’Italia viene rimpiazzato dal compagno di squadra Alessandro Battig. Se si dovessero prendere in considerazione le gare disputate sino alla vigilia del Mondiale, il numero 1 si potrebbe già assegnare a Jeffrey Herlings e alla sua KTM. Punto. Per fortuna le variabili in ballo specie nel motocross sono tante, e bisognerà attendere il responso finale prima di poter affermare con certezza come andrà a finire.

Sulla carta l’unico in grado di poterlo fermare è Tommy Searle, mentre il compagno di scuderia Van Horebeek ha il potenziale per far bene ma non certo per eguagliare quanto fatto vedere sino ad ora dal vice campione in carica olandese. Occhi puntati anche sulla prima guida Husqvarna Alex Lupino, che caricato a dovere dal recente titolo tricolore MX2 speriamo possa fare qual salto di qualità che i tifosi italiani stanno aspettando.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2012 - Si comincia!

Messaggioda jenk » 6 apr 2012, 18:20

MONDIALE MOTOCROSS 2012 AL VIA (PARTE 1 MX1)

Immagine

Finalmente si ritorna a parlare di Gran Premi nelle “vecchia” Europa, dopo la lunga pausa invernale e le prime gare dei vari campionati nazionali. Parte infatti lunedì 9 aprile il Campionato Mondiale Motocross MX1/MX2 2012. Cominciamo analizzando la classe regina, la MX1 terreno di conquista italiano da ben 4 anni consecutivi con Philippaerts e Cairoli.

In MX1 Tony Cairoli parte ovviamente come il favorito Nr.1, con cinque titoli Mondiali conquistati di cui tre di fila nella classe regina, è quello più pericoloso in ottica Campionato. Quest’inverno come suo solito ha corso gli Internazionali d’Italia e la gara di Mantova, non ha preso rischi inutili e nelle ultime gare è andato in crescendo di condizione. Siamo sicuri che alla prima gara sarà al 100% e sulla sabbia punta dritto alla vittoria già dal primo GP.

Dei suoi avversari più temibili dobbiamo aggiungere la new entry Christophe Pourcel, quest’inverno si è un po’ nascosto,se tutto sarà come vuole lui e la moto sarà perfettamente a punto, potrà dire la sua e dare fastidio a Carioli anche per la lotta al titolo, speriamo ci possa regalare quei fantastici duelli com’è stato nella MX2 qualche anno fa.

Clement Desalle, rimessosi in piena forma dall’infortunio della scorsa stagione, ha un anno di esperienza in più ed è un altro osso duro per Cairoli, pecca ancora in costanza di rendimento durante l’arco della stagione, quella che serve per puntare alla vittoria finale, ma ogni anno fa un passo avanti.

Steven Frossard ha corso gli Internazionali d’Italia vincendo la categoria Elite, come l’anno scorso d’altronde, con un anno di esperienza in più in MX1 il francese potrà dire la sua, lottando per la vittoria dei GP in molte gare e poi si faranno i conti anche per la classifica finale.

David Philippaerts, per fortuna si è ripreso dal terribile infortunio ai polsi dell’anno scorso, nelle gare premondiali sembrava essere ritornato ai suoi standard come velocità e aggressività. Il suo problema è la costanza ai vertici della classifica, un punto da migliorare per David.

Il rookie dell’anno è Gautier Paulin, con all’attivo una vittoria in un GP MX1 (GP d’Italia 2011), ha cambiato marca passando alla Kawasaki del team KRT. Il francese ha un fisico molto più adatto alle 450 che alle 250 che guidava fino all’anno scorso, rimane da vedere se sarà veloce su tutti i terreni, come non lo è stato negli ultimi anni.

Rivedremo in pista anche Sebastien Pourcel, il fratello maggiore di Christophe, viene da un anno di inattività nelle gare per un lungo infortunio, se non avrà sofferto più di tanto della lunga assenza sarà un altro top rider che può puntare a vincere i GP, i suoi duelli con Stewart al Nazioni non si dimenticano facilmente…

Il team Honda World Motocross con Bobryshev e Goncalves si presenta più agguerrito che mai, con la tanto attesa Honda ufficiale (quest’anno davvero factory), e con tutte le carte in regola per dar fastidio a tutti i pretendenti al titolo. Quest’inverno hanno corso tutte le gare sulla sabbia prima al Mantova Starcross e poi nel Campionato Olandese, accumulando un sacco di ore sui terreni più ostici. Bobryshev sarà un avversario da tenere d’occhio, Goncalves si fa notare soprattutto nelle gare su sabbia, ma è comunque uno da top ten assicurata.

Gli altri outsider sono Tanel Leok, quest’anno compagno di squadra di Desalle con la Suzuki ufficiale, Davide Guarneri con la KTM 350 cc. Silver Action, Barragan passato sotto la tenda Honda LS, Kevin Strijbos con la KTM, Simpson sulla Yamaha del team inglese Monster Energy e Boissiere ritornato sull’italica TM. Gli altri italiani al via sono Matteo Bonini con la KTM del team Marchetti e Pierfilippo Bertuzzo del team Honda Massignani Racing.

Ultimo, ma non ultimo Ken De Dycker, clamorosamente divorziato dal team Honda LS a pochi giorni dal via del Mondiale ha trovato un manubrio di quelli buoni sotto la tenda KTM Red Bull Factory MX1, sostituirà Max Nagl ancora alle prese con l’infortunio alla schiena che lo terrà fuori almeno per i primi cinque GP, quelli che De Dycker correrà sulla KTM SX-F 450 ufficiale.

fonte mxtribe.com
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2012 - Si comincia!

Messaggioda jenk » 6 apr 2012, 18:22

MONDIALE MOTOCROSS 2012 AL VIA (PARTE 2 MX2)

Immagine

La classe under 23 del Mondiale riparte orfana del Campione del Mondo in carica Ken Roczen, trasferitosi stabilmente in Usa.

Jeffrey Herlings sulla KTM Red Bull Factory è il favorito principale per la conquista della tabella rossa alla fine di questa stagione, soprattutto alla prima gara c’è chi scommette sui distacchi che darà agli avversari, sulla sabbia non deve temere niente se non da se stesso. E’ migliorato anche sui terreni duri e con l’assenza di Roczen, potrà puntare alla vittoria su tutte le piste.

Tommy Searle, rimasto sulla Kawasaki CLS, si candida al ruolo di primo degli inseguitori dell’olandese. L’anno scorso l’abbiamo trovato costantemente sul podio, hanno pesato alcuni zeri sulla classifica finale, ma quest’anno dovrà tentare di tenere sotto pressione Herlings per più tempo possibile.

Il suo compagno di squadra sarà Joel Roelants, il belga, decimo l’anno scorso è atteso ad un ulteriore step e con un team come questo può essere l’anno buono.

Max Anstie, è passato alla Honda del team Gariboldi, ha disputato un ottimo Supercross in America ed è rientrato da poco in Europa, si dice contento della moto e parte con le carte in regola per salire sul podio ad ogni gara.

Il team Yamaha Monster Energy inglese (ex team Bike.it), che schiera Tonus e Osborne, ha tutti e due i piloti fermi per infortunio, lo svizzero ha disputato delle ottime gare premondiali dove ha molto spesso vinto, l’infortunio è arrivato pochi giorni fa in una gara in Inghilterra. Osborne è in America per curare il suo infortunio patito in allenamento.

Anche l’altro pilota Yamaha Monster (team Rinaldi), Christophe Charlier è fermo per una frattura ad un piede, il francese spera di perdere meno gare possibili e tornerà probabilmente per il GP d’Italia a Fermo il 29 aprile.

Gli altri piloti ufficiali KTM Red Bull Factory sono Van Horebeek e Tixier, il belga ha un’ottima occasione per fare una stagione ai vertici con la moto migliore del lotto e il terreno amico della prima gara potrebbe dargli una bella iniezione di fiducia. Il francese Tixier, ex-campione Europeo 125, dopo un 2011 di apprendistato nel Mondiale è chiamato a fare quel salto di ritmo che di solito capita ai piloti del team di Stefan Everts.

Altri piloti che potrebbero mettersi in mostra sono i nuovi acquisti del team Suzuki Rockstar Energy Europe, Harri Kullas e Petar Petrov, hanno un buon team alle spalle e tanta voglia di fare sacrifici, qualche buon risultato non tarderà ad arrivare.

Passando ai piloti italiani, non vedremo al via dal primo GP il Campione Europeo 125 in carica Simone Zecchina, passato alla Yamaha del nuovo team Jtech, a causa del legamento del pollice rotto a Odolo, ultima prova degli Internazionali d’Italia Mx. E’ previsto uno stop di un mese.

Alessandro Lupino è al secondo anno sulla Husqvarna ufficiale del team Ricci Racing, dopo un anno diciamo di “collaudo” con la nuova moto è atteso ad una stagione nella top ten ad ogni gara. Ha vinto gli Internazionali d’Italia Mx nella classe MX2, ma quando si sono presentati alcuni top rider del Mondiale (vedi Herlings e Charlier) non c’è stata storia e si è visto il ritardo di passo del nostro portacolori.

Saranno al via anche Ivo Monticelli sulla Suzuki del team Valenti, Giacomo del Segato nella squadra KTM Marchetti e Samuel Zeni compagno di squadra di Zecchina nel team Jtech Racing.

fonte mxtribe.com
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2012 - Si comincia!

Messaggioda jenk » 7 apr 2012, 12:21

Mondiale MX1/MX2 2012 - I favoriti

Analizziamo la griglia di partenza


Valkenswaard si trova nel sud dell’Olanda nella provincia Noord-Brabant a circa 130 Km da Amsterdam e prende il nome dai faconieri, “valk” nella lingua Dutch. La città è molto graziosa e molto vivibile con l’architettura classica della zona, moltissime piste ciclabili ed una zona commerciale nel centro della città molto frequentata. A pochi chilometri (una decina di minuti di auto) si trova Eindhoven, che consigliamo vivamente per il pernottamento, dotata di un centro pedonale che nelle serate dei fine settimana di intasa di giovani, di musica e di party, ma attenzione a muovervi con un bicchiere o una bottiglia in mano: è assolutamente vietato e l’onnipresente polizia vi bloccherebbe immediatamente.
L’Eurocircuit di Valkenswaard è il classico tracciato sabbioso Datch, anche se in alcuni tratti la sabbia è piuttosto compatta. L’impianto ospita gare dagli anni 70 e vanta una lunga storia nel Motocross: nel 1974 si svolse il primo GP ed a vincere fu il Belga Sylvain Geboers in sella ad una Suzuki. All’epoca le gare sulla sabbia risultavano veramente ostili per i piloti che avevano poca confidenza con i circuiti di Olanda e Belgio e spesso, dopo il GP accusavano pesanti ritardi, a tutto vantaggio dei piloti locali che guadagnavano punti importanti. Negli ultimi 10 anni, il metodo di allenamento invernale è cambiato e molti piloti e team contano su una base logistica e di allenamento proprio tra Belgio ed Olanda, tra il circuito di Valkenswaard e Lommel, distanti tra loro una quindicina di minuti. Al giorno d’oggi, a Valkenswaard possono vincere tutti. A Valkenswaard, come solitamente in tutti i GP della zona si registra molto molto pubblico. Considerate che i circuiti di Lierop, Valkenswaard e Lommel, distano tra loro forse 20 minuti di macchina, aggiungete anche Hondapark e vi troverete nel paradiso del Motocross, sempre che siate abituati alla sabbia oppure vi sembrerà un inferno se siete voi a salire sulla moto.
Lunedì (di Pasqua), si correrà quindi il primo GP dell’attesa stagione 2012, proviamo a considerare chi potrebbero essere i protagonisti.

Iniziamo dalla MX1.
Pilota da battere, Campione del Mondo nelle ultime tre stagioni il nostro Tony Cairoli. E’ indubbio che il binomio Tonino-KTM 350 sotto l’ala di Claudio De Carli, sia al momento il massimo dell’espressione del Motocross in Europa. Tony nelle ultime stagioni è nstato il più forte e basta ed anche quando ha “sbagliato” qualcosa, l’errore non è mai stato così grave da non poter essere recuperato. Lo scorso anno la sua 350 pativa la potenza delle quattro e mezzo in partenza, ma da quanto abbiamo visto allo Starcross di Mantova, il gap dovrebbe essere annullato. Tony è leggero, veloce nei movimenti come un felino, guida sulle buche galleggiando, è dotato di una tecnica di guida che fa invidia, tira fuori il meglio di se verso la fine della manche e quando gli altri arrancano Tony fa la differenza e non perdona chi va in debito d’ossigeno. Pilota da podio in tutte le manche, l’uomo da battere ad ogni curva, salto, rettilineo.
Chi può contrastare Tony Cairoli? Scorrendo la Entry List del GP leggiamo i nomi di molti possibili piloti che possono terminare nei top 5 una o più manche: #4 Leok, #7 Barragan, #9 de Dycker, #10 Boissiere, # 22 Strijbos, #24 Simpson, #30 Aranda. Non ce ne vogliano questi grandi piloti, ma Tony è ad un livello superiore e non Li vediamo tra i protagonisti assoluti: sulla sabbia potrebbe dire la sua Ken de Dycker in sella alla KTM lasciata libera da Max Nagl. Cavallo pazzo Keeno viene da due stagioni da dimenticare, ma è anche vero che se un pilota è in lizza per vincere il titolo e vince dei GP, di certo in una stagione non dimentica come si guida una moto da cross. E la KTM potrebbe avergli fatto fare click.
Ma cerchiamo i veri avversari di Tony, soffermandoci un attimo però sulla situazione di Max Nagl. Secondo “qualcuno” Max starà fuori tutta la stagione, altrimenti non avrebbe avuto senso rimpiazzarlo con de Dycker, da parte nostra, lanciamo al simpatico Max un “ALLES GUTE” per un ritorno in sella al più presto, comunque non prima di tre mesi.
Iniziamo dai fratelli Pourcel: parlando con qualche pilota agli Internazionali, sembra che #11 Seb, faccia più paura di #377 Chris. I due si sono ben nascosti in questa prima parte della stagione e solo saltuariamente hanno preso parte alle gare. Le moto dovrebbero essere dei missili terra aria messe a punto da Pro Circuit, ma conterà molto il carattere imprevedibile di CP377 che in moto ci sa andare di sicuro (uno dei pochi ad aver vinto in Europa ed in USA), ma spesso è autore di prove veramente incolore e ritiri senza molto senso. I due francesi hanno un team “privato”, ma partono per puntare ai gradini del podio e vincere.
#19 David Philippaerts: è l’altro nostro gioiellino del Motocross, Campione del Mondo 2008, titolo vinto “con le palle”, tipico del guerriero. DP19 viene da tre stagioni travagliate: nel 2009 ha sofferto il peso del titolo della stagione precedente, nel 2010 la sua Yamaha non ne voleva sapere di lasciarsi guidare, lo scorso anno un bruttissimo infortunio alle braccia. David in questo inizio di stagione ha lavorato per trovare la condizione dopo mesi di stop. “Mi devo divertire” è il suo slogan, ma sappiamo che DP19 per divertirsi ha bisogno di spostare le sponde di 20 centimetri ad ogni passaggio e magari sportellarsi con Desalle, quindi stare al suo passo, quindi andare molto forte. Forza DP! Forse gli servirà qualche GP per “carburare”.
Già, Clement Desalle #25. Nelle ultime stagioni ha raccolto meno di quanto avrebbe voluto e meritato. Infortuni, guasti meccanici, errori grossolani, hanno condizionato le stagioni di MXPanda, tremendamente veloce e determinato a battere tutti fin da subito. Anche Desalle si è un po’ nascosto in questo inizio di stagione, ma il Belga, si sa è velocissimo e punta senza mezzi termini a farsi largo e portare a casa il primo titolo della sua carriera.
#21 Gautier Paulin: è l’uomo nuovo solo in parte per la MX1. Ha già impressionato al Motocross des Nations ed a Fermo in sella alla MX1 di Philippaerts a fine stagione 2011. Il francese finalmente sale su una moto che non lo vede penalizzato per la sua corporatura poco adatta ad una MX2 e siamo certi che non starà a guardare.
# 121 Xavier Boog: praticamente fermo tutta la stagione 2011 o quasi. Fa della costanza la sua arma migliore, sicuramente sarà da tenere d’occhio.
#183 Steven Frossard: zitto zitto, il francese è stato quello che ha messo più in difficoltà Cairoli nel 2011. Doveva fare esperienza ma era motivato a dimostrare tutto il suo valore, quest’anno, parte per vincere il titolo e quanto va forte l’ha già dimostrato agli Internazionali d’Italia.
#777 Evgeny Bobryshev: che dire del simpatico Bobby. Lo scorso anno ha impressionato per la forza che ha dimostrato in determinate occasioni, poi un infortunio l’ha messo fuori gioco, ma che velocità e che determinazione… Dalle gare del Campionato Olandese sembra in grande spolvero. Occhio al russo!
#999 Rui Goncalves: il portoghese lo scorso anno è stato un po’ altalenante, velocissimo al via, ha spesso perso molte posizioni, in qualche occasione super veloce ma sfortunato (Lommel 2011). Se ha lavorato sulla tenuta fisica sarà pericolso per tutti.
In uno scabio di idee, tra qualche addetto ai lavori e qualche pilota, sono spuntati quasi una decina di piloti in grado di vincere una manche, per un campionato che si annuncia più combattuto che mai.
Pianeta Italia: oltre a Tony e David, l’italia può contare anche su Davide Guarneri in forze al Team KTM Silver action, in sella ad una KTM “buona”. Il bresciano viene da due stagioni difficili ed è in cerca di riscatto, agli Internazionali ha fatto vedere cose egrege per cui lo attendiamo con costanza nei top 10. Torna al Mondiale Matteo Bonini sulle KTM del team Marchetti, prima esperianza in MX1 per Pierfilippo Bertuzzo sulle Honda del Team Massignani
Sono quattro anni 4 anni che la MX1 parla italiano: nel 2008 David Philippaerts conquistò il titolo proprio a Faenza, nelle tre stagioni successive, Tony Cairoli ha tenuto in Italia la tabella dorata del Campione del mondo. Italia rulez!

In MX2, con Ken partito Roczen per gli USA, Gautier Paulin salito in MX1, Jeffrey Herlings è il predestinato alla vittoria finale: il giovane olandese, considerato il pilota più veloce del Mondo sulla sabbia (a Valkenswaard ha vinto le ultime 4 manche della MX2), ora va forte anche sugli altri terreni. Nelle premondiali ha semplicemente umiliato tutti, tanto da fare pensare che nella stagione che va iniziando, si correrà per il secondo posto…
Un vespaio di avversari, ma già i primi infortuni che mettono nei guai Yamaha: Zach Osborne ed Arnaud Tonus, sotto la giuda di Steve Dixon sono fermi per infortunio, anche Cristophe Charlier sembra abbia subito una bella botta. Per cercare gli avversari di Herlings restiamo in casa “orange” e peschiamo Jeremy Van Horebeek pronto a subentrare se l’olandesino volante commetterà degli errori. A nostro avviso, Jordi Tixier non è ancora a livelli di competitività tali da poterlo inserire tra i possibili vincitori almeno di una manche. Uno degli avversari più accreditati a vincere è certamente Tommy Searle, sempre in sella alle Kawasaki Pro Circuit e sulla sabbia anche il suo compagno Joel Roelants potrebbe dire la sua. Max Anstie ha lasciato Kawasaki per salire sulle Honda del team di Giacomo Gariboldi che affianca a Max il giovane Alexander Tonkov (che a Odolo è andato forte). Possibili outsiders anche Valentin Teillet, Harri Kullas. Tra gli Italiani, oltre ad Alex Lupino che spinge a più non posso la sua Husqvarna, ancora un po’ “metereopatica” (scritto volutamente così), arriva il Campione Europeo 2011 Simone Zecchina (fermo per infortunio), che insieme a Samuel Zeni ed Alessandro Battig farà squadra al Jtech team che può contare su Iller Aldini come preparatore delle Yamaha. Ivo Monticelli è al via sulle Suzuki Valenti, Andrea Cervellin sulle TM ufficiali, Giacomo del Segato è compagno di squadra di Bonini, ma in MX2.
Insomma carne sul fuoco ce n’è proprio tanta, se pensate di essere in grado di pronosticare i primi vincitori della stagione, giocate al Leatt Fanta MXGP 2012.

Da Valkenswaard, gallery, commenti e report, a partire da sabato.

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite