KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Campionato Italiano Enduro Under23/Senior - Ragusa

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Campionato Italiano Enduro Under23/Senior - Ragusa

Messaggio » 16/03/2012, 19:24

Al via la stagione dell'Enduro ad Impatto Zero®
Il tricolore Under23/Senior prende il via ufficialmente domenica 18 marzo nella calda Sicilia, con la prima prova targata "duezerododici" sotto il segno del rispetto per la natura


Immagine

Bandiera a scacchi per il Campionato Italiano Under23/Senior 2012. Il via ufficiale della nuova stagione questo weekend in Sicilia, più precisamente a Ragusa, da sempre terreno di passione per l'Enduro. Enduro che quest'anno parte con il ricordo nel cuore di Mika Ahola, il 5 volte campione del mondo che ci ha lasciati, a soli 37 anni, lo scorso 15 gennaio.
Un anno questo che va ad iniziare ricco di novità. Dal nuovo progetto "Impatto Zero®" per l'ambiente, alle nuove classi, alla più importante novità riguardante le targhe obbligatorie.
Axiver, da sempre impegnata per promuovere il mondo dell'Enduro, per questo 2012 ha abbracciato un importante progetto, stringendo un accordo con la nota società di advisor e network per lo sviluppo sostenibile LifeGate. Il progetto, come già saprete, denominato "Impatto Zero®", avrà lo scopo di compensare le emissioni di CO2 legate a tutti gli eventi del 2012 contribuendo alla creazione e tutela di foreste in crescita. In questo modo Axiver ed F.M.I. decidono di lanciare un segnale importante a tutto il panorama motoristico italiano dimostrando la propria sensibilità verso le problematiche ambientali.
Rispetto ambientale non significa solo questo però. Il rispetto per la natura che ci ospita e ci permette di fare ciò che amiamo, deve partire principalmente da noi stessi. Più rispettiamo il territorio, più lui ci ricompensa.
A favore di questa filosofia, sta nascendo un'importante e storica collaborazione tra mondo dell'Enduro e il Corpo Forestale dello Stato.
Come da una lettera del Presidente FMI Dott. Paolo Sesti, il vero problema del fuoristrada non sono i motociclisti che vivono lo sport in modo sano, ma sono quelli "maleducati" che combinano disastri, sporcano, rompono e scappano, che creano danno e lasciano ai "bravi" tutto il peso delle loro azioni. Per questo motivo bisogna affrontare un percorso verso un futuro migliore, ma il modo migliore per farlo è essere uniti, per questa causa chiamata "Enduro".
L'altra, tasto un po' dolente che ha tenuto banco durante tutto l'inverno è stata la questione targhe. Per la maggior parte un "obbligo" scomodo, ma necessario per poter praticare questo sport. La nuova norma, introdotta un anno prima della sua entrata in vigore programmata precedentemente per il 2013, vedrà l'uso, come ben sapete, obbligatorio della targa originale montata sulla moto per tutta la durata della manifestazione, come da art. 7 del regolamento FMI.
Vi ricordiamo infine, prima di passare alla gara vera e propria che, secondo l'art. 516, l'uso del paraschiena e dispositivo back protector (omologazione CE EN 1621-2) per tutti i piloti MiniEnduro nel 2011 è divenuto obbligatorio anche per i conduttori Cadetti a partire da quest'anno.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Campionato Italiano Enduro Under23/Senior - Ragusa

Messaggio » 19/03/2012, 22:25

Polidori e Mori firmano la 1^ prova in Sicilia
Un caldo sole estivo, tanto spettacolo e un ospite d'eccezione sono stati gli ingredienti di questo primo appuntamento duemiladodici


Immagine

Rispetto per la natura. Questo è stato il motto della prima tappa Under23/Senior che si è svolta ieri, domenica 18 marzo, presso il Villaggio Kastalia (Ragusa) grazie al moto club Hobby Motor. Un caldo sole estivo ha accompagnato i 231 piloti al via per tutto il weekend enduristico che ha aperto ufficialmente le danze sabato con un briefing del tutto particolare. Ospite d'onore della manifestazione è stato l'onorevole Saverio Romano, ex ministro delle Politiche Agricole, che per primo, dopo i noti fatti di Castiglion Fiorentino dello scorso 9 ottobre 2011, si è impegnato per dare il via ad una storica collaborazione tra mondo dell'Enduro e le istituzioni politiche. Grandi sono state le parole dette dall'onorevole Romano, che ha appoggiato in pieno la causa Enduro, offrendo il suo sostegno per uno sport molto spettacolare e, soprattutto, ricco di sani principi. Ad intervenire al briefing sono stati inoltre il coordinatore di specialità Franco Gualdi, il quale ha affrontato il delicato argomento delle targhe, il presidente del Co. Re. Sicilia Francesco Mezzasalma e il vice sindaco di Ragusa, dott. Giovanni Cosentino.
Passando alla gara, scattata ufficialmente alle ore 8.30 di ieri mattina, ha visto i nostri piloti al via sfidarsi in due prove speciali, adiacenti al paddock, e caratterizzate entrambi da passaggi su prato, roccia e terra rossa.
Un lampo d'azzurro TM con le vittorie assolute di Alessio Polidori tra i Senior e Nicolò Mori tra gli Under23, hanno segnato questo inizio di campionato. I due piloti umbri hanno dominato la giornata di gara, mettendo dietro di se Giuliano Falgari e Mattia Traversi per quanto riguarda la Senior, e Jacopo Cerutti e Tommaso Montanari per quanto riguarda l'Under23.

Campionato Italiano Senior
A dominare la classe E1 2T è stato il bresciano Maurizio Lenzi, su KTM, che rifila alle sue spalle Duccio Graziani (Suzuki), distaccato di 23 secondi, e Luca Gualdani (TM). Cambio di cilindrata per il tricolore 2011 Mattia Traversi (Suzuki Mc Trial David Fornaroli), passato dalla grossa 500 4t alla più piccola 250 4t, che gli ha riservato però una grande soddisfazione salendo sul gradino più alto del podio della E1 4T. A seguire il pilota piacentino in seconda posizione troviamo Luca Vecchi (HM Honda), mentre il terzo posto è occupato da Andrea Marco Serafini (Yamaha). Grande battaglia nella E2 tra i campioni italiani "zeroundici", dove a distaccare il vincitore Alessio Polidori (TM) dal diretto inseguitore e Giuliano Falgari (HM Honda) sono solo 4 secondi. Sfida veneta per il terzo posto di classe tra Maurizio Facchin (Husqvarna) e Diego Nicoletti (Beta), con quest'ultimo ad aggiudicarsi la medaglia di bronzo. Sale sul gradino più alto del podio della E3 Matteo Zecchin (KTM) mettendosi alle sue spalle il friulano Vanni Cominotti (TM) ed il piemontese Alberto Serra (Gas Gas ProRacing).
"Per un punto Martin perse la cappa". Questo è quello che recita il famoso proverbio ed è proprio così che è andata nella classifica per club dove La Marca Trevigiana, grazie a Facchin, Nicoletti , Zecchin e Cominotto s'impone sul Trial David Fornaroli (Traversi, Lenzi, Tellini) con 52 punti contro i 51 del club piacentino. Terzo gradino del podio per l'Intimiano Natale Noseda con Serra, Marmi e Iob.

Campionato Italiano Under23
Mattatore della E1 2T per questa prima prova stagionale è stato il tricolore della 125 2t Junior 2011 Guido Conforti su Yamaha imponendosi su Mattia Giulietti (Husaberg GP Motorsport) e su Andrea di Luca (KTM). Bella la lotta per la vittoria nella E1 4T, andata a fine giornata a Jacopo Cerutti su TM, seguito Tommaso Montanari (KTM) e Davide Roggeri (Suzuki), protagonisti tutti e tre dei vertici della classifica assoluta, vinta, come detto prima dal tricolore della Unica 4t 2011 Nicolò Mori, dominatore ieri della classe E2 dove rifila alle sue spalle Andrea Balboni (Beta) e Omar Chiatti (Beta). Podio tutto arancione con tre KTM nelle prime tre posizioni per quanto riguarda la classe E3 dove ad aggiudicarsi la medaglia d'oro è stato Nicola Piccinini, seguito da Jonathan Zecchin e dal siciliano Davide Cutuli. Passando ai Cadetti 125 2t, vittoria per il campione italiano in carica Nicolas Pellegrinelli (Husaberg) che s'impone per 5 secondi su Davide Soreca (Yamaha), mentre la terza posizione viene occupata da Matteo Bresolin su Husaberg del Team GP Motorsport. Tra i 50 codice dominio assoluto per Jordi Gardiol (Suzuki Valenti), seguito da un brillante Ivan Coniglio (Rieju) e Corrado Romaniello (Beta), mentre Anna Sappino si riconferma tra le Lady precedendo la toscana Cristina Marrocco. Cerutti, Gardiol, Soreca e Roggeri portano l'Intimiano Natale Noseda sulla vetta del podio tra i Club, imponendosi sul Motoclub Treviglio (Conforti, Montanari, Aresi, Corrù) e sulla Scuderia BG Norelli (Bresolin, Piccinini, Armanni, Mayr Al.) rispettivamente per 7 e 9 punti, mentre tra i Team vittoria per il HM TRS Team grazie a Andrea Castellana, Luca Castellana, Mauro Zucca e Lachen Naji.

Prossimo appuntamento con il tricolore Under23/Senior è tra un mese circa, con la seconda prova della stagione 2012 che si svolgerà a Cittaducale (RI) il prossimo 15 aprile, grazie al Moto club Terremoto.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Google [Bot], mariu

SEO Search Tags

      enduro al via la stagione a impatto zero      ragusa campionato italiano enduro      campoinato induro ragusa      italiano enduro ragusa      campionato italiano enduro ragusa