KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Pharaons Rally 2012

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Pharaons Rally 2012

Messaggio » 13/03/2012, 20:38

Is different
Dal 29 settembre al 6 ottobre, più di 2.800 chilometri di terreni vari, tappe selettive, passaggi duri e impegnativi


Immagine

Più di 15 equipaggi moto e auto si sono già iscritti al prossimo Pharaons a pochi giorni dall'apertura delle iscrizioni. È fantastica l'attesa che questo evento è sempre in grado di creare e anche il numero degli appassionati e dei professionisti di due e quattro ruote che desiderano vedere le mitiche piramidi prima di lanciarsi nel deserto.
Il Pharaons, con una data di calendario particolarmente favorevole e la nuova linea di trasporti navali che permette agli equipaggi di recuperare i loro veicoli al magnifico porto di Venezia solamente tre giorni dopo la fine del Rally, si posiziona come il miglior test per i grandi rally d'inverno, a cominciare dal Dakar Rally, per la grande varietà dei terreni molto simili alla classica sudamericana.
Quest'anno sarà una sfida difficile: più di 2.800 chilometri di terreni vari, tappe selettive, passaggi duri e impegnativi e altri sabbiosi… le dune cattedrale, le valli nere, i labirinti di pietre: c'è tutto quello che si può desiderare per vivere una settimana di sport puro.
Il percorso è già totalmente pianificato e le ricognizioni sul terreno sono previste per le prime settimane del mese di aprile: sul sito internet www.pharaonsrally.com sarà disponibile del materiale fotografico al ritorno dell'equipe che si occuperà di disegnare il tracciato.
Condizioni di iscrizione particolarmente vantaggiose, promozionali, fino alla fine del mese di marzo; dopo, fino al 30 giugno, le tariffe "normali"; e per gli ultimi mesi prima del rally ci sarà un piccolo aumento: in ogni caso il Pharaons resta il rally con il miglior rapporto tra costo, chilometraggio e divertimento che si può trovare in tutta la stagione!

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 27/04/2012, 22:13

15^ edizione, dal 29 settembre al 6 ottobre
Andata e ritorno dalle Piramidi di Giza, per quasi tremila chilometri nel Deserto Egiziano in sei tappe


Immagine

In un momento poco favorevole per l'economia mondiale, è bello avere ogni tanto delle certezze. E il Pharaons Rally è una certezza, che dura ininterrottamente da quindici anni e che puntuale si ripresenterà quest'anno davanti alle Piramidi di Giza per celebrare un anniversario importante. Quindici anni che hanno visto tanti campioni sfidarsi in Egitto, in un deserto che è un vero banco di prova per uomini e mezzi, una sfida si perpetua di anno in anno sempre avvincente, appassionante.
Come ogni anno il Pharaons non è mai stato in discussione e sta preparando un percorso che farà sognare i più romantici e che non deluderà le aspettative dei più agonisti. Una sfida tra dune, pietre, piste e fesh fesh che sarà l'atto conclusivo del Mondiale Cross Country Rally moto e la penultima prova della Coppa del Mondo FIA.
Il Pharaons 2012 riproporrà la formula introdotta lo scorso anno, con i due bivacchi fissi, che è stata molto gradita da tutti i partecipanti. E questo senza scendere a compromessi riguardo la lunghezza e la varietà della gara, che quest'anno avrà quasi tremila chilometri di prove speciali, "disegnati" dalle sapienti mani dei ricognitori per offrire il meglio del Deserto Egiziano. Quindi due delle sei tappe totali saranno "a margherita", le altre quattro "in linea".
Le ricognizioni vere e proprie inizieranno questa settimana e finalmente il percorso, finora "disegnato" sulla carta, prenderà la sua forma definitiva con la successiva stesura del road-book.
Sul fronte delle iscrizioni il Pharaons conferma fin d'ora il grande appeal che esercita sugli appassionati dell'avventura nel deserto: sono infatti oltre quaranta gli equipaggi che si sono già iscritti, approfittando delle condizioni più vantaggiose. La tariffa "standard" durerà invece fino a fine giugno. Sarà in Egitto il team Speedbrain-Husqvarna, con i fortissimi Joan Barreda e Paulo Goncalves. E ci sarà anche il grande ritorno di Luca Manca, in gara con il Team Boano, che torna alle competizioni africane dopo il terribile incidente alla Dakar 2010.
Tra le auto i più veloci a confermare la propria presenza sono sono i team Objectif Dunes, il Team Matzker e il giapponese Dr. Keiko. Ma tanti nomi importanti sono attesi quest'anno al Pharaons...
Sempre in tema di certezze: al Pharaons si troverà la consueta atmosfera conviviale "italian style" e l'Egitto è pronto ad accogliere la carovana del rally con la sua tradizionale ospitalità e le sue meraviglie.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

dune73
Avatar utente
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 14/06/2011, 17:11

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 29/04/2012, 17:47

Presente! Anche quest'anno io e Albertonesaremo della carovana!

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 23/05/2012, 20:18

Il percorso è pronto
Sei tappe e 2.500 chilometri di prove speciali attraverso i luoghi più belli del deserto egiziano


Immagine

Il 15° Pharaons Rally sta prendendo la sua forma definitiva. Dopo aver "disegnato" il percorso sulla carta, gli esperti ricognitori, accompagnati dal "mago" del road-book Stephane Le Bail, hanno trasformato la teoria in pratica, tracciando con le ruote dei loro fuoristrada una lunga linea di 2500 chilometri di prove speciali attraverso i luoghi più belli del Deserto Egiziano, andando a ricercare, metro dopo metro, tutte le situazioni tipiche dei rally tout terrain.
Il risultato si sintetizza in sei tappe molto impegnative sia a livello di guida che di navigazione. Il Pharaons mantiene così la sua tradizione di rally completo, duro, il perfetto banco di prova per chi vuole testare i mezzi in vista della Dakar o dell'Africa Race. Alle stesso tempo si propone come una grande sfida, uno degli ultimi "veri" cross country rally con le problematiche, le gioie, le sofferenze dei tanti piloti che si faranno incantare dall'abbraccio del Deserto egiziano, universo minerale che riserva sorprese e panorami suggestivi dietro ogni angolo.
Ne sa qualcosa Mahmoud Nour El Din, esperto conoscitore degli angoli più reconditi dell'Egitto e da tre anni artefice dei tracciati del rally: "Di ritorno da ricognizioni veramente belle... Il percorso è semplicemente fantastico. Molto vario. Ogni giorno è una continua alternanza di attraversamenti di dune, piste, fuoripista, pietre e comunque sempre tra paesaggi straordinari. Quest'anno il livello medio della corsa è elevato. Tutti i giorni ci sono dune, spesso molto molli. Si attraverserà ogni tipo di duna, da quelle "cassé", alle barcane, al "dorso di balena". Ci saranno grandi erg con salite ripide, altri più piccoli ma con sabbia molto molle e soprattutto le famose dune "cattedrale" dove quest'anno la sfida sarà trovare tutti i WPM o i WPS... Il CAP è il segreto per la corretta navigazione nell'edizione 2012. Alcune zone avranno un'infinità di tracce dove i copiloti dovranno seguire scrupolosamente il road-book, come in altre zone di fuoripista e negli attraversamenti dei cordoni di dune. Le tappe 3 e 4 sono le più dure. Ma sinceramente anche la 2 e la 5 hanno passaggi di dune veramente difficili. Altre volte si viaggia su piste veloci, ma dove bisogna prestare ancor più attenzione perché spesso si incontrano pericoli di livello 2 e 3. In generale il percorso del Pharaons 2012 metterà a dura prova sia i piloti che i copiloti. Una bella avventura nella "no man's land"..."

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

ADV2011
 
Messaggi: 808
Iscritto il: 03/06/2011, 16:15

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 23/05/2012, 22:36

dune73 ha scritto:Presente! Anche quest'anno io e Albertonesaremo della carovana!


:clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 12/06/2012, 21:37

Alla scoperta dei terreni di gara
Prima puntata: la sabbia e le dune


Immagine

1a PUNTATA - LA SABBIA
L'edizione 2011 del Pharaons Rally si è sviluppata nel magnifico "deserto libico egiziano", come è ormai tradizione, essendo un territorio vastissimo che si presta come nessun altro al mondo ad ospitare un rally TT di alto livello. Oggi parliamo della SABBIA che caratterizza questa zona, basti considerare che nell'edizione 2011 su 2250 km di Settori Selettivi, ben 1930 km si sono sviluppati su fondo sabbioso, vediamo come.

1 - CHE SABBIA E'?
La "sabbia egiziana" è piuttosto compatta, fatto salvo in alcune zone particolari; non crea grossi problemi se affrontata con i mezzi adeguati e con le dovute attenzioni. Come tutte le sabbie del mondo in certi periodi dell'anno è più segnata dal vento che disegna magnifici riferimenti per i più esperti, che potranno trarne preziose indicazioni sul posto giusto dove mettere le ruote. Se paragonato ad altri deserti del mondo, quello "libico egiziano" può vantare una sabbia strutturata in morfologie quanto mai varie: piste di sabbia, dune, dune a cattedrale, complesse e bellissime, i plateau...

2 - LE DUNE SEMPLICI
Nel percorso 2012 ce ne saranno a volontà, per tutti i gusti, ma faranno la differenza nell'arco delle tappe, perché la maggior parte del percorso si svilupperà su dune. Dopo i primi cordoni, già nella prima tappa, non sarà molto difficile "prendere le misure" a questo tipo di ostacoli che faranno parte della vostra giornata per tutta la settimana del Pharaons 2012. Queste sono dune "facili", ma possono nascondere insidie in uscita, le cosiddette "barcane", dune che il vento ha scavato sul versante di uscita, dopo l'apice. Sono molto divertenti, da non sottovalutare, anche perché ce ne saranno tante, ma proprio tante nel Pharaons 2012!

3 - LE DUNE A CATTEDRALE
Sono una caratteristica del deserto attorno all'Oasi di Sitra, a metà strada tra Baharija e Siwa. Nel 2011, la parte centrale della quinta tappa era un susseguirsi ininterrotto di queste meravigliose dune "complesse" per la bellezza di 211 km!! Queste sono dune da approcciare con molto, molto rispetto: sono dune da "capire" da "interpretare", non basta seguire le tracce di quelli che vi hanno preceduti, o tener conto solo delle indicazioni del vostro GPS. Dovrete fare una attenta valutazione della traiettoria, capire se si deve girare attorno o se si può tirare dritto... non sempre la direzione che vi sembrerà la più naturale sarà necessariamente quella giusta.

4 - LE PISTE DI SABBIA
Attorno alle oasi, dove il deserto è più "frequentato" o nei vecchi collegamenti sulla famosa "Strada delle Oasi" creata dagli inglesi tra le due guerre, vi sono dei lunghi tratti di piste sabbiose, sinuose ed ondulate, a volte con gradini in salita ed in discesa che metteranno a dura prova le sospensioni del vostro mezzo, moto o auto o ancora di più se è un camion. Dal punto di vista della guida sono il massimo del divertimento e certamente molto stimolanti per i piloti più abituati ai terreni "consistenti".

AVVISO PER I MENO ESPERTI:
non allarmatevi per le difficoltà di questi terreni, non c'è niente di impossibile, ci vorranno un po' di chilometri per "prenderci la mano" e poi tutto vi sembrerà molto più fattibile. In ogni caso il Pharaons 2012 sarà un "rally modulare", leggete sul nostro sito internet www.pharaonsrally.com il Comunicato Stampa n. 1 dello scorso febbraio: ogni giorno potrete modulare sulle vostre capacità e sulle vostre energie il percorso da fare. Potrete scegliere, sulla base delle indicazioni fornite, tappa per tappa, su quali tratti del Settore Selettivo scatenarvi e in quali preferire il collegamento su asfalto.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

ADV2011
 
Messaggi: 808
Iscritto il: 03/06/2011, 16:15

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 13/06/2012, 14:45

sarebbe bello andare a vedere questo maginifico rally........il massimo sarebbe andare con la proprio moto ma non ci sono traghetti che fanno la tratta Italia-Egitto

Cinghiale
Avatar utente
 
Messaggi: 97
Iscritto il: 10/02/2009, 9:09

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 13/06/2012, 18:38

Veramente cìè un collegamento regolare da Venezia ad Alessandria :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
Lo usa anche la JVD per il trasporto dei mezzi

ADV2011
 
Messaggi: 808
Iscritto il: 03/06/2011, 16:15

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 13/06/2012, 20:20

Cinghiale ha scritto:Veramente cìè un collegamento regolare da Venezia ad Alessandria :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
Lo usa anche la JVD per il trasporto dei mezzi


veramente prima di dire che non c'è più il traghetto ho guardato su internet e c'era scritto che a causa dei disordini in siria e in Egitto erano sospese le tratte verso allesandria

Cinghiale
Avatar utente
 
Messaggi: 97
Iscritto il: 10/02/2009, 9:09

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 14/06/2012, 12:57

A questo punto ti conviene sentire direttamente la JVD per sapere come portano i mezi in Egitto, vedrai che loro qualche dritta te la sanno dare.
Ciao ciao

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 17/09/2012, 21:21

Il Countdown è iniziato
I veicoli in partenza dal Porto di Venezia. Il primo giorno di ottobre sancirà il via vero e proprio della gara, che si concluderà dopo sei tappe alle Piramidi di Giza


Immagine

E' tutto pronto per l'edizione 2012 del Pharaons Rally. Quest'anno segna un traguardo importante per la gara egiziana, la cui prima edizione risale a 30 anni fa e che di anno in anno si rinnova grazie all'accogliente ospitalità dell'Egitto e delle sue istituzioni. Lunedì prossimo è fissata la convocazione dei veicoli al Porto di Venezia, da dove salperà il M/N Euroferry Malta della Grimaldi Group Napoli alla volta di Alessandria.
Qualche giorno di navigazione, poi i veicoli saranno pronti per il ritiro da parte dei piloti il 29 settembre, a parte le moto che arriveranno in container direttamente al Moevenpick Media City, dallo scorso anno ottima base logistica per il Pharaons.
Gli equipaggi che prenderanno il via al Pharaons Rally 2012 hanno raggiunto quota cento e proprio nei giorni scorsi si è aggiunto alla carovana Jordi Viladoms (Bordone-Ferrari Racing Team) che sarà l'unico pilota presente della formazione italiana e cercherà di bissare la sua prima vittoria mondiale ottenuta in Sardegna a giugno.
Manca dunque pochissimo per l'appassionate sfida nel Deserto Egiziano che si aprirà ufficialmente sabato 29 settembre con le due giornate riservate alle verifiche. Il 1° ottobre, dalla favolosa terrazza delle Piramidi di Giza, sarà dato il via ufficiale del Pharaons Rally 2012, con la prima delle sei tappe in programma. 2300 i chilometri totali che i piloti dovranno affrontare, con tutte le difficoltà tipiche delle grandi maratone africane. Antiche piste carovaniere, impegnativi tratti fuoripista e tante, tante dune segneranno ogni giorno gli ostacoli da superare, per sperare di transitare sotto l'arco di arrivo sabato 6 ottobre.
Come di consueto il Pharaons sarà seguito dagli inviati di RaiSport e Sky, che giornalmente racconteranno le gesta dei piloti e l'atmosfera del Pharaons. Gli orari saranno pubblicati a breve sul sito internet www.pharaonsrally.com.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

ADV2011
 
Messaggi: 808
Iscritto il: 03/06/2011, 16:15

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 17/09/2012, 22:57

speriamo che gli dedicheranno almeno un' ora a sera su qualche canale sky o raisport.

ADV2011
 
Messaggi: 808
Iscritto il: 03/06/2011, 16:15

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 28/09/2012, 15:53

per chi ha sky sport questo è il link dove ci sono gli orari per la programmazione del rally dei faraoni: http://guidatv.sky.it/guidatv/programma/sport/motori/rally-dei-faraoni_62050.shtml

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 28/09/2012, 21:14

PHARAONS RALLY PRONTO AL VIA

Immagine

Si aprirà ufficialmente sabato 29 settembre con le due giornate riservate alle verifiche il Pharaons Rally 2012, mentre il 1° ottobre, dalla favolosa terrazza delle Piramidi di Giza, sarà dato il via alla prima delle sei tappe in programma per un totale di 2300 chilometri con tutte le difficoltà tipiche delle grandi maratone africane. Antiche piste carovaniere, impegnativi tratti fuoristrada e tante, tante dune segneranno ogni giorno gli ostacoli da superare, per sperare di transitare sotto l'arco di arrivo sabato 6 ottobre. www.pharaonsrally.com

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 01/10/2012, 20:56

Pharaons Rally 2012

Oggi il via
Forfait dell'ultimo minuto per David Frétigné


Immagine

Quello che regna nel lussuoso Hôtel Mövenpick al Cairo durante la seconda giornata delle verifiche tecniche è un ambiente allegro e familiare. Gli ospiti non sono davvero sorpresi dalla calura pomeridiana e si rinfrescano nelle numerose piscine e nei giardini verdeggianti dell'hotel, mentre i concorrenti del Pharaons Rally approfittano di questo magnifico ambiente per ricaricare le «batterie»
Sul fronte organizzativo l'ambiente è conviviale e sorridente nel Centro congressi, trasformato per l'occasione nella sede delle verifiche amministrative. Qui si parlano tutte le lingue, ci si scambiano pareri sportivi e commenti amichevoli prima del via che sarà dato domani davanti alle Piramidi di Giza in presenza del Primo Ministro egiziano e di numerosi altri Ministri. Tanto è infatti l'interesse delle autorità che vedono in questa prova Mondiale un'insostituibile vetrina verso il turismo.
Il Pharaons Rally in Egitto è una gara particolare per la difficoltà dei suoi terreni, la sabbia, le dune, la navigazione e lo spirito. Camelia Liparoti, la pilota di Quad fedelissima del Pharaons, non nasconde il suo entusiasmo per la prova: «E' il mio rally preferito dell'intero calendario. Io partecipo per la quinta volta con la stessa passione di sempre. E' inoltre l'ultimo incontro prima della Dakar. Il Pharaons comprende tutto quello che noi cerchiamo per essere pronti il prossimo gennaio..» Una logica che conferma il buon numero di concorrenti iscritti.

Moto: L'assenza di David Frétigné La Yamaha di David Frétigné è rimasta nel parco assistenza: il pilota francese non ha potuto prendere parte alla competizione Egiziana. Una caduta in bicicletta e due costole rotte lo hanno privato del piacere di partecipare alla gara che aveva pianificato da tempo. Per contro Jordi Viladoms, attualmente secondo nel Campionato del Mondo (preceduto da Marc Coma già vincitore del titolo iridato) è presente con la sua KTM 450 come tutto il team Husqvarna Speedbrain con Joan Barreda e Paulo Goncalves. Allo stesso modo fedele è l'Orlen Team. La presenza del trio formato da Jakub Przygonski, Marek Dabrowski e Jacek Czachor lo conferma. Pal Ullevalseter torna al Pharaons dopo numerosi anni di assenza. Aveva vinto l'edizione 2004 ed è in cerca di un nuovo successo. Una sessantina di due ruote saranno presenti alla partenza, un parterre nel quale gli italiani – tra cui l'inossidabile Franco Picco – risultano il gruppo più numeroso.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 03/10/2012, 20:53

Pharaons Rally 2012

Barreda apre le danze
Doppietta Husqvarna con Goncalves secondo. Terzo posto per Viladoms


Immagine

Dopo la tradizionale partenza davanti alle Piramidi di Giza e in presenza del Ministro del Turismo Egiziano, i concorrenti del sono subito entrati nel vivo della gara, dopo un trasferimento di 124 chilometri. Il settore selettivo di 330 chilometri, in gran parte inedito, è stata la prima 'fatica' dei piloti, con molta navigazione, fuoripista veloce, sabbia e le prime dune.
Abbastanza per iniziare in modo adeguato la gara e soprattutto per prendere familiarità con i terreni egiziani. Una giornata difficile, a detta dei piloti moto. I favoriti hanno attaccato fin dall'inizio per raggrupparsi rapidamente e continuare assieme, controllandosi l'un l'altro. In questo « gioco » Joan Barreda, partito 8 minuti dopo l'apripista Ullevalseter, ha distanziato gli avversari nella parte finale della speciale con uno sprint irresistibile. « Ha dato tanto gas » ha affermato Jordi Viladoms « E siamo rimasti stupiti dalla velocità della sua Husqvarna sul dritto. Personalmente ho navigato molto bene, e sono contento della mia giornata » ha concluso il vincitore del Sardegna Rally Race, terzo nella tappa d'apertura.
Una doppietta Husqvarna al termine della giornata, Paulo Goncalves incassa un distacco di 5 minuti dal suo compagno di squadra spagnolo. Jakub Przygonski, quarto, è stato il più veloce del Team Orlen, che ha piazzato Jacek Czacho e Marek Dabrowski rispettivamente in sesta e settima posizione.
Nella top 10 si è inserito un quad, quello del polacco Rafal Sonik su Yamaha Raptor. Precede il suo compatriota e avversario Lukasz Laskawiec per 27 secondi. Camelia Liparoti, soddisfatta della sua giornata, occupa il quarto posto dietro al francese Sébastien Souday.
Diocleziano Toia (Beta) e Paolo Bellini (Alfer) rispettivamente undicesimo e dodicesimo, sono i migliori italiani al traguardo.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 03/10/2012, 20:54

Pharaons Rally 2012 - Day2

Jordi Viladoms vince e recupera
Joan Barreda, quarto, guida ancora la classifica davanti allo spagnolo del Team Bordone-Ferrari


Immagine

La seconda tappa del non ha apportato grossi cambiamenti nella categoria moto. Anche se il percorso odierno ha presentato difficoltà crescenti, sia dal punto di vista dei terreni che della navigazione, i piloti di punta non si sono fatti sorprendere. Jordi Viladoms (KTM - Bordone Ferrari) ha condotto oggi una tappa quasi perfetta. Quasi perché il catalano è partito forte nella prima parte, prima di perdere un po' di concentrazione. Spiega con la sua consueta tranquillità: «La seconda parte era più veloce della prima. Sono ripartito dal rifornimento con una trentina di secondi di vantaggio sugli inseguitori. Barreda e Goncalves mi hanno poi ripreso e sono rimasto impressionato dalla loro velocità, le loro moto andavano almeno 10 chilometri all'ora più della mia. Questo mi ha un po' deconcentrato.» Jordi ha comunque vinto la tappa di 307 chilometri con 1'12' di vantaggio su Jakub Przygonsky (KTM – Orlen team), anch'egli molto veloce nel primo settore: «Ma verso la fine mi sono perso» ha spiegato il polacco. Se Joan Barreda è terminato quarto dietro Goncalves, è perchè entrambi i piloti Husqvarna hanno perso la strada verso la conclusione della tappa, dove invece Viladoms è stato impeccabile. Pal Anders Ullevalseter ha condotto una buona tappa, terminando quinto, stessa posizione che occupa in generale, davanti al boliviano Juan Carlos Salvatierra.
Diocleziano Toia conserva la testa della «pattuglia» italiana, decimo di tappa e nono in generale. Tra i quad il polacco Lukasz Laskawiec ha vinto la tappa davanti al suo compatriota Rafal Sonik e si è installato in cima alla classifica generale. Camelia Liparoti, unica donna in gara tra moto e quad, è anche oggi autrice di una prova coraggiosa ottenendo il terzo posto di categoria sul suo grosso Yamaha Raptor.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 04/10/2012, 21:51

Pharaons Rally 2012 - Day3

Barreda concede il bis
Problema al motore per Jordi Viladoms. Le Husqvarna dominano


Immagine

"E' stata una speciale bellissima, una da vero rally raid" Parola del tracciatore Stephan Le Bail, incrociato al bivacco di Abu Mingar prima di ripartire per il suo lavoro di apripista del rally. "Fa piacere trovare situazioni così simboliche: sabbia, cordoni di dune, navigazione..." Aggiunge Pierre Lartigue, alla guida dell'auto.
Di sabbia i piloti ne hanno mangiata tanta durante la giornata. Joan Barreda sulla sua Husqvarna sembra viaggiare su un altro pianeta, ed anche oggi ha dominato: "La moto anche oggi è andata benissimo, è la stessa che utilizzeremo per la Dakar." afferma il pilota catalano. La concorrenza e in particolare KTM si mostra spaventata dalla velocità di punta dell'Husqvarna.
Come al termine della prima tappa Paulo Goncalves termina secondo a 2'24', realizzando la seconda doppietta della casa varesina in tre tappe. Jakub Przygonski ha fatto segnare il terzo tempo, ma il suo compagno di squadra Marek Dabrowski ha dovuto ricorrere alle cure dei medici per essersi ftatturato entrambi i polsi. "Kuba" ha detto al traguardo: "La speciale è stata bellissima, completa, dura con tutti gli ingredienti del nostro sport. Le Husqvarna sono velocissime ed è difficile stare al loro passo".
Sfortuna oggi per Jordi Viladoms: il motore della sua KTM ha perso potenza dopo 150 chilometri. "Dopo il rifornimento, all'assistenza abbiamo provato a ripararlo, ma senza risultato. Fortunatamente ho terminato la speciale, viaggiando da solo." Il motore verrà cambiato dal suo meccanico, affinché il catalano possa difendere il secondo posto nel Mondiale.
Barreda guida la classifica generale con un vantaggio di 5'41' sul compagno di team Goncalves e 12'48 su Przygonski.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Tomac
Avatar utente
 
Messaggi: 2398
Iscritto il: 10/02/2009, 8:28
Località: Bardolino (VR)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 04/10/2012, 22:34

Vorrei sapere perchè Villadom corre ancora con una KTM...non doveva debuttare la BF al Pharaons ?? :roll:
Tira........Molla........Geppo (seinovanta)

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 04/10/2012, 23:13

Tomac, i big del team Bordone&Ferrari hanno nel contratto la possibilità di scegliere (Mi o KTM).
Viladoms punta al secondo posto della classifica del Mondiale, non vuole prendere "rischi" (anche se ieri ha rischiato ugualmente).
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 05/10/2012, 20:43

Pharaons Rally 2012 - Day4

Joan Barreda in fuga
Caduta per Franco Picco ricoverato all'ospedale del Cairo per accertamenti


Immagine

Una giornata molto calda, come ognuna delle quattro tappe del Pharaons fin qui disputate. Per questo si parte molto presto al mattino, il sole spunta dalla sommità delle dune e il fresco della notte è ancora palpabile.
La quarta giornata del rally è stata un po' più difficile di quella di ieri, e un po' meno di quella che attende domani i «sopravvissuti». Quel che riguarda la categoria moto si riassume in un nome: Joan Barreda. Spazza via la concorrenza con estrema facilità al punto di ottenere ogni giorno risultati che i piloti KTM guardano con sguardo «cattivo». Gli addetti ai lavori ormai vedono nell'Husqvarna un pericoloso concorrente per la Casa austriaca alla prossima Dakar.
Quando Barreda vince la tappa, la terza sulle quattro disputate, si ha l'impressione che si ripeta ogni giorno nelle dichiarazioni: partito per primo, dice «Navigazione senza problemi» nessun errore come il giorno prima. Nè Jakub Przygonski, secondo e neppure Paulo Goncalves, terzo, sono riusciti a seguire la gazzella catalana, lanciata a grande velocità nell'infuocato deserto egiziano. Barreda domina ormai quasi ogni giornata, Goncalves e Przygonski si devono accontentare della lotta per la piazza d'onore.
Jordi Viladoms, quarto al traguardo, non ha forzato nelle due speciali di 214 e 248 chilometri per il dolore alle costole, conseguenza della caduta di ieri.
Pal Anders Ullevalseter ha invece rotto il cambio dopo 40 chilometri, lasciando la sua KTM nel deserto, pronta per essere caricata sul camion balai.
Franco Picco ha festeggiato male oggi il suo compleanno: è caduto perdendo per un attimo conoscenza: «Mi sono girato per controllare i miei 'pulcini' e non i sono accorto di essere su una cresta» ha dichiarato con il volto tumefatto. Ora è stato trasferito all'ospedale del Cairo per i doverosi accertamenti. Ottavo posto per Diocleziano Toia (Beta Dirt Racing), settimo in generale.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 06/10/2012, 13:17

Pharaons Rally 2012 - Day5

La prima di Przygonski
Barreda resta leader della classifica generale alla vigilia dell'ultima tappa con un vantaggio di 17'32' su Przygonski


Immagine

Il polacco Jakub Przygonski (KTM) ha ottenuto la sua prima vittoria di tappa al Pharaons 2012. Joan Barreda ha trovato nella quinta tappa qualcuno più veloce di lui. Il leader della classifica provvisoria non cerca la vittoria ad ogni costo, ma si accontanta di gestire il vantaggio e soprattutto far pratica nella navigazione.
In questa quinta tappa è stato infatti molto difficile per tutti trovare il percorso corretto, con tanti errori il più eclatante dei quali è accaduto a Paulo Goncalves, che ha perso un'eternità concedendo 1h16' al vincitore Jakub Przygonski. Il polacco ha ritrovato il sorriso lanciandosi all'inseguimento di Barreda e della sua Husqvarna: «L'inizio della tappa era piuttosto facile, per contro gli ultimi 200 chilometri sono stati molto impegnativi. C'erano pietre, fesh-fesh, e ho dovuto aprire la pista. Volevo vincere e ce l'ho fatta! E sono soddisfatto soprattutto perché era una tappa molto navigata. In più mantengo la terza posizione nel mondiale, ma per questo aspettiamo domani.»
Un vincitore contento, un Joan Barreda che si rilassa al bivacco dopo una doccia ristoratrice. Ma il più felice è il boliviano Carlos Salvatierra che conclude la giornata in quarta posizione : « Fin qui ho corso un buon rally. Guido bene ogni giorno ma oggi è stato fantastico. Quando sono arrivato al rifornimento ero in testa ! Nella seconda parte ho perso un po' di tempo, ma guidare assieme a Barreda è stata un'esperienza incredibile »
Pal Ullevalseter è ripartito questa mattina dopo aver sostituito il cambio della sua KTM : « Ho teminato a 1'35' da Jakub, niente male ! Ho perso un po' di tempo nei salti nelle zone di fesh-fesh, ho bisogno di un po' di allenamento perché dopo la Dakar non ho più corso e devo preparare la prossima »
Jordi Viladoms ha concluso oggi al quinto posto, ancora sofferente alle costole : « Ho preso Salvatierra che guidava con un buon ritmo e gli sono stato dietro. Non ho ancora recuperato dopo la caduta dell'altro ieri, quindi procedo con cautela. Quando ho spinto un po' di più il dolore è tornato a farsi sentire, ma oggi ho guadagnato una posizione in generale. »
Joan Barreda resta leader della classifica generale alla vigilia dell'ultima tappa con un vantaggio di 17'32' su jakub Przygonski e 1h06' su Jordi Viladoms, prima dell'arrivo alle Piramidi di Giza
Tra i quad brutta giornata per Camelia Liparoti, perdutasi nel deserto : « Sono stata presa dal panico, in mezzo al nulla assoluto ho commesso errori ed ho perso la testa. »

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2012

Messaggio » 08/10/2012, 20:53

Pharaons Rally 2012 - Finale

Vince Joan Barreda
Lo spagnolo dell'Husqvarna ha preceduto Jakub Przygonski e Jordi Viladoms. Diocleziano Toia settimo e primo degli italiani


Immagine

Dopo una settimana passata nel deserto, i « sopravvissuti » della quindicesima edizione del Pharaons Rally hanno raggiunto le Piramidi di Giza per la giusta ricompenda dopo sei giorni di fatiche.
A 29 anni Joan Barreda ottiene la sua prima grande vittoria della sua giovane carriera nei rally (due stagioni) alla guida della sua nuova Husqvarna sviluppata per la Dakar. Si vede in lui, per gli anni a venire, l'erede naturale del suo compatriota Marc Coma, campione del Mondo 2012 e assente quest'anno al Pharaons. Per Joan Barreda, concentrato, attento e timido questa vittoria casca a fagiolo, a due mesi dalla Dakar rassicurandolo sulle sue possibilità Un secondo posto che accoglie invece Jakub Przygonski, regolare (una vittoria di tappa) ma leggermente in ritardo rispetto alle Husqvarna. La posizione finale in Egitto permette al polacco di terminare al terzo posto nel Campionato del Mondo, stessa posizione ottenuta lo scorso anno. Quanto a Jordi Viladoms, la sua caduta nella terza tappa non gli ha permesso di esprimersi come avrebbe voluto. Un problema al motore e il dolore alle costole, sono stati però ricompensati dal suo secondo posto finale nel Mondiale e l'accoglienza del suo amico Alessandro Botturi, arrivato oggi in Egitto per conto del Team Bordone Ferrari. Il boliviano carlos Salvatierra ha terminato con un valoroso quinto posto e precede il polacco Jacek Czachor. Migliore degli italiani è stato Diocleziano Toia (Beta) settimo al traguardo. Seguono Andrea Valsecchi e Fabio Mauri, rispettivamente 14° e 15°.

Quad: doppietta polacca
Lotta in famiglia tra i quad : Lukasz Laskawiec sopravanza Rafal Sonik (entrambi su Yamaha) nella classifica generale quad. La « principessa della sabbia », Camelia Liparoti, chiude sul terzo gradino del podio. « E' stato un percorso magnifico, tra i più belli da quando vengo in Egitto. In cinque partecipazioni, quattro volte sul podio!»

Joan Barreda (HVA) vincitore: «Sono felicissimo di questa settimana in Egitto. Tutte le tappe sono state difficili e sono stato molto soddisfatto dal lavoro svolto da tutto il team che tengo a ringraziare. La mia prima vittoria in una gara di Mondiale, che segue quelle di luglio scorso alla Baja in Spagna. »
Jakub Przygonski (KTM), secondo in generale : «Dopo l'errore di Goncalves i posti sul podio erano ormai quasi assegnati. Nell'ultima speciale ho dato tutto, dopo aver viaggiato con Barreda e notato che non era costante sulla pista. Secondo qui, terzo nel Mondiale, la settimana è stata soddisfacente, nonostante qualche errore di navigazione di troppo.»
Jordi Viladoms (KTM-Bordone Ferrari), terzo: «Personalmente non ho avuto vita facile in questo rally, tra i problemi alla moto e quelli fisici. Dopo la caduta mi sono imposto di tenere duro e di arrivare al traguardo, c'era in ballo la mia posizione nel Mondiale... »
Paulo Gonçalves (HVA) quarto: «Sul piano della guida non ho molto da rimproverarmi, ma sulla navigazione ho commesso grossi errori. Ma da questi si impara e sono comunque stato sempre presente ad animare la corsa assieme a Joan. Due doppiette con Barreda e una vittoria di tappa significano molto per la marca. Purtroppo ho perso il il secondo posto nel Mondiale.»
Diocleziano Toia (Beta): Son partito per questa gara davvero impegnativa con le migliori intenzioni ma anche conscio del fatto che l'imperativo era di portare la moto al traguardo, quindi ho cercato di controllare fin da subito la mia tipica irruenza alla guida per non stressare troppo la moto. Mi son reso conto fin da subito che pur non tenendo un ritmo troppo alto, se avessi mantenuto quel passo di gara, sarei riuscito ad ottenere un buon risultato. L'unico vero inconveniente di gara è stato un guasto elettrico, forse dovuto a un inconveniente con la strumentazione.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: 8rick4, Andrea ktm-450, ant, Bing [Bot], francescotransirico, gabrymoto, Google [Bot], MSNbot Media, Oibaf, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

ISCRITTI PHARAONS 2012