KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Hell's Gate 2012. L'enduro estremo è in arrivo

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Hell's Gate 2012. L'enduro estremo è in arrivo

Messaggio » 08/02/2012, 15:56

L'edizione 2012 di Hell's Gate, che si terrà il 18 febbraio, si presenta ancora una volta come la sfida dell'élite dell'Estremo, e ripropone lo "spaventoso" confronto tra i due assi più accreditati del momento: Jarvis e Lampkin

Immagine

Nel corso delle edizioni Hell's Gate ha messo in luce l'ascendente "Estremo" di alcuni Piloti che hanno fatto la storia dell'Enduro. David Knight ha vinto tre volte, Taddy Blazusiak due. Entrambi i Piloti, ufficiali KTM, hanno poi diversificato la propria attività, orientandosi l'inglese verso l'Enduro tradizionale ed il polacco verso l'America e l'Indoor. Nel frattenpo altri fuoriclasse hanno lasciato la loro impronta segnificativa sulle piste dell'Estremo, "svelando" le loro speciali attitudini ed "auto certificandosi" allo sportello di Hell's Gate. I casi più noti sono quelli di Graham Jarvis, ufficiale Husaberg, che ha vinto l'edizione 2011, e di Doug Lampkin, Beta, che si è aggiudicato l'edizione dell'anno precedente.

Una battaglia a due?
L'edizione 2012 di Hell's Gate si presenta ancora una volta, dunque, come la sfida per definizione dell'élite dell'Estremo, e ripropone lo "spaventoso" confronto tra i due assi più accreditati del momento: Jarvis e Lampkin. Per i due inglesi, unici Piloti ad aver avuto ragione dell'Hell's Peak negli ultimi due anni, in ordine inverso, il traguardo finale di Hell's Gate è la grande occasione del regolamento dei conti, per ottenere il lasciapassare stagionale per l'olimpo - pardon, l'inferno - delle gare di Enduro Estremo, di cui Hell's Gate è antesignana e "girone" più rappresentativo.

Ma non crediamo che la "battaglia" di Hell's Gate sarà quest'anno limitata ai due protagonisti delle due ultime edizioni. KTM, infatti, sta "affilando" una nuova "arma" da destinare a questo genere entusiasmante di gare. Si tratta, neanche a farlo apposta, ancora una volta di un inglese, Jonny Walker. Lasciando da parte l'ovvia battuta di ispirazione "alcolica", vi diremo che Jonny, vent'anni, di Keswick, Cumbria, UK, un passato di trialista, è arrivato all'enduro solo tre anni fa, con una KTM di seconda mano. Quarto assoluto della E3 alla Sei Giorni finlandese, terzo all'Erzberg 2011, e secondo assoluto nel Mondiale Indoor appena assegnato, quest'anno Walker sarà KTM Supported Rider nel Mondiale di Enduro, ed "impiegato" negli appuntamenti 2012 dell'Estremo "che conta". Iniziando, naturalmente, da Hell's Gate.

Oltre cento iscritti ad Hell's Gate 2012
Per molti di essi "HsG" è un must, l'occasione motoristica da non perdere indipendentemente dal risultato, per altri è un traguardo importante. Chissà, magari a scrivere il proprio nome nell'albo d'oro dell'Estremo di Fabio fasola potrebbe essere un rookie, una sorpresa. Per esempio, perchè non augurare ai poco noti fratelli Hemingway, Ben e Daniel, inglesi anche loro, di entrare nell'élite dell'Enduro Estremo?

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Hell's Gate 2012. L'enduro estremo è in arrivo

Messaggio » 19/02/2012, 13:54

Hell's Gate 2012. Vince Graham Jarvis
Graham Jarvis, Campione in carica, ha ancora una volta avuto ragione dell’Hell’s Peak e degli avversari rimasti in pochi, pochissimi, quattro soltanto!


Immagine

L’Hell’s Peak, la salita impossibile che sancisce la chiusura definitiva del cancello dell’inferno è il concentrato emotivo dell’intera corsa. Vi confluiscono pochi Piloti, scampati al “massacro” di Hell’s Gate. La salita diventa parte attiva della corsa e del coinvolgimento del pubblico, che accorre a condividere l’ultimo atto della fatica estrema nel momento risolutivo, bilanciamento perfetto di un evento in cui il culmine emotivo coincide con l’epilogo. Graham Jarvis, Campione in carica, ha ancora una volta avuto ragione dell’Hell’s Peak e degli avversari rimasti in pochi, pochissimi, quattro soltanto, a contendergli lo scettro che ha reso famoso l’inglese sull’olimpo dell’Enduro nella sua forma più spettacolare e critica, l’Estremo.

L’inglese del Flite Team, Pilota supported Husaberg, ha concluso la gara eliminatoria del mattino al secondo, posto, alle spalle del debuttante Jonny Walker (KTM), evidentemente amministrando le risorse in vista dell’impegno cruciale del pomeriggio. 17 Piloti al termine del primo giro, e 11 alla fine del secondo.
I tre giri finali (il sesto, inizialmente previsto, è stato tolto per… pietà), diventano davvero critici. Sette magnifici Piloti restano in gara al terzo passaggio, nell’ordine Graham Jarvis, Jonny Walker, Xavier Galindo, Webb Cody, Andreas Lettembichler, Douglas “Dougie” Lampkin e Piero Sembenini. L’Italiano è fuori al passaggio successivo, il quarto, poiché ha oltrepassato la soglia dei trenta minuti di ritardo dal primo, e nel giro finale è la volta di Lampkin a dover dare forfait. Cinque magnifici fuoriclasse sul podio finale di Hell’s Gate edizione 2012. Cinque assi stratosferici. Graham Jarvis (Husaberg), stremato, che ha un mancamento alla fine della salita impossibile ma supera il traguardo aiutato dal pubblico (il regolamento lo consente, anzi lo “ordina”), l’inglese Jonathan Walker, detto Jonny (KTM), lo spagnolo Xavi Galindo (Husaberg), l’americano Cody Webb (Beta) ed il tedesco Andreas Lettembichler (Husqvarna).

Alessandro Botturi (KTM), che portava al debutto ufficiale nell’alta società dell’Enduro il Team Bordone Ferrari, ha condotto una gara memorabile al mattino, quando ha concluso al terzo posto, ma è rimasto vittima di un imprevisto che gli ha impedito di portare a termine la finalissima di Hell’s Gate: un lungo filo di ferro, nascosto tra la vegetazione, si è arrotolato attorno al mozzo posteriore della sua moto impedendo a moto e Pilota di procedere ulteriormente. Tutto questo accadeva nel corso del secondo giro dei cinque della fase finale di Hell’s Gate, autentico capolavoro dell’Estremo di Fabio Fasola.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Kappa_300
Avatar utente
 
Messaggi: 75
Iscritto il: 31/12/2011, 13:10

Re: Hell's Gate 2012. L'enduro estremo è in arrivo

Messaggio » 19/02/2012, 13:56

come usa Jarvis la Husaberg, idolo!!!!
"E se ce n'è di gente che considera automatico non smollare il colpo al primo ostacolo, tracciando linee che stanno fuori dal bordo, ringrazierò che non ha smollato neanche al secondo! " [Stokka & MadBuddy]

thecapitan
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 6660
Iscritto il: 21/01/2009, 22:21
Località: Mornago Beach & Milano United

Re: Hell's Gate 2012. L'enduro estremo è in arrivo

Messaggio » 19/02/2012, 21:05

Per chi fosse interessato, nella sezione "bagni di fango" ho pubblicato un report fotografico
relativo all'evento in oggetto :wink:

viewtopic.php?f=65&t=21583
"L'unico limite a quanto in alto possiamo andare e' quanto crediamo di poter salire."
Ktm Adv 950 S MY 2005 "l'ammiraglia" -- Ktm exc 525 my 2007 "l'indomita"


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Google [Bot], MSNbot Media, readytorace69, Roberteam74, Simpis, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

      forum ktm      enduro estremo forum      gare enduro estremo italia      ktm 125 gare enduro estremo      hell's gate 2012