KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Internazionali d'Italia Supermarecross 2011 - Gabicce

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Internazionali d'Italia Supermarecross 2011 - Gabicce

Messaggio » 12/10/2011, 20:11

A Gabicce Mare il penultimo round

Trasferta al Nord, sulle rive dell'Adriatico prima dell prova di chiusura programmata per fine mese in Sicilia


Immagine

La quinta prova degli Internazionali d'Italia Supermarecross – Trofeo Gaetano Di Stefano si svolgeranno domenica prossima sulla spiaggia di Gabicce Mare, tappa obbligata per il suddetto torneo ed interessante sotto l'aspetto dei numeri per l'iscrizione di altri, nuovi, concorrenti. Qui gli uomini del Motoclub Andreani, assieme a FX Action promoter del campionato, sono già al lavoro per allestire al meglio il tracciato e l'accoglienza per il pubblico, che come si sottolinea ha accesso gratuito all'evento.
Dopo la prova di Gioia Tauro di due settimane fa che ha fatto registrare la ripresa di questa ultima parte stagionale del torneo, si è riaccesa la competizione tra i piloti alla caccia della vittoria di campionato. C'è stato un cambio al vertice nella Minicross: il leader della prima parte di stagione, Giuseppe Tropepe (KTM-T.D.R.), ha avuto problemi meccanici e così è stato Alessandro Lentini (KTM-Scuderia Milani) ad approfittarne risalendo la classifica generale che ora lo vede al primo posto, con Tropepe che insegue distanziato di 80 punti. Nessuna grossa novità o cambi al vertice per le altre categorie. Nella MX1 rimane incontrastato il dominio del campione in carica Felice Compagnone (Honda-Pardi Racing), mentre è cambiato il nome della seconda posizione occupata ora da Danilo Amodeo (Honda-Pardi Racing) che insegue con 350 punti di distacco. Nella MX2 sembra più consolidata la prima posizione di Antonio Mancuso (Honda-Team Motors/Pardi) che con la doppia vittoria di Gioia Tauro consolida il suo primato. A inseguire il siciliano c'è il sardo Damir Angius distanziato di oltre 300 punti. Anche la classe 125 è a senso unico, ovvero sempre più nella mani di Manfredi Caruso (KTM-Pardi-Racing) anche se nella precedente tappa Caruso si è dovuto più volte guardare le spalle da un duo scatenato, tutto emiliano, formato da Andrea Bisi e Nicola Favalli. È la prima volta quest'anno che qualche pilota del nord si affaccia in vetta a questo torneo guidato in prevalenza da concorrenti del Sud, particolarmente più allenati alla guida su sabbia.

Classifica provvisoria di campionato dopo la 4a prova
MX1: 1.Compagnone, pt. 1.760; 2. Amodeo, 1.410; 3. Di Luccia, 1.300; 4. Marafioti, 1.170; 5. Santoni, 620
MX2: 1. Mancuso, pt. 1.770; 2. Angius, 1.430; 3. Carbone, 1.144; 4. Zinetti, 851; 5. Maddii, 810
125: 1. Caruso, pt. 1.870; 2. Bisi, 1.300; 3. Milani L., 1.240; 4. Gizzi, 1.180; 5. Marinelli, 870
Minicross: 1. Lentini, pt. 1.630; 2. Tropepe, 1.550; 3. Furbetta, 770; 4. Marini, 700; 5. Paolucci, 470

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Internazionali d'Italia Supermarecross 2011 - Gabicce

Messaggio » 17/10/2011, 19:39

Gabicce incorona due campioni

A Mancuso (MX2) e Caruso (125) gara e titolo con una prova d'anticipo. Vittorie di Compagnone nella MX1 e di Tropepe nel Minicross


Immagine

Questa penultima prova degli Internazionali d'Italia su sabbia Supermarecross – Trofeo Gaetano Di Stefano svoltasi sulla spiaggia di Gabicce Mare è stata tormentata da una giornata nuvolosa, ventosa e anche fredda, caratteristica meteo che ha messo tutti in leggera difficoltà. Poi nel pomeriggio si è affacciato un tiepido sole che ha riversato anche un discreto numero di curiosi che hanno assistito a gare davvero interessanti soprattutto per l'esito finale. In questo appuntamento al nord si sono assegnati con una prova d'anticipo ben due titoli tricolori proprio da parte di due ragazzi che fanno parte della lontana Sicilia, patria degli specialisti di questa disciplina. Mandredi Caruso (KTM-Pardi Racing) e Antonio Caruso (Honda-Team Motors/Pardi) hanno festeggiato il loro primo alloro in questa specialità rispettivamente nella 125 e nella MX2, rimandando i festeggiamenti all'ultima prova fissata nella loro terra per fine mese. Una domenica, dunque da incorniciare per i due giovani rampolli della nutrita pattuglia di Giuliano Pardi che con questi due titoli porta il suo palmares di campionati italiani vinti a quota 22.
La gara di Gabicce Mare ha visto la presenza di più iscritti provenienti dalle regioni del nord, rispetto alle altre tappe disputate, pur non superando quota 50 unità fra tutti. La classe meno numerosa è stata la Minicross dove si è imposto Giuseppe Tropepe (KTM-T.D.R.), vincitore senza grossi intoppi in entrambe le frazioni di gara. Due partenze fulminee, di cui la prima davanti a tutti, mentre nella seconda ha impiegato solo due curve per sbarazzarsi dell'avversario Lentini per poi vincere indisturbato, così come aveva fatto in solitario durante la prima manche. Dal canto suo Alessandro Lentini ci ha messo del suo mettendosi nei guai con una caduta in gara 1, ma comunque va detto che il ritmo di Tropepe è stato davvero di alto livello e che con questo risultato si è ripreso quella vetta di classifica persa durante la prova calabrese, anche se l'attuale punteggio vede i due pretendenti a pari punti.
La 125 ha consegnato un nuovo vincitore indiscusso ma Manfredi Caruso ha dovuto faticare le canoniche sette camicie per aggiudicarsi gara e titolo. Gara 1 lo ha visto protagonista di una pessima partenza tanto da farlo transitare quinto al primo passaggio. Ma dei molti pregi nel ragazzo siciliano, uno di questi è proprio la capacità di rimontare. Caruso ha impiegato 8 dei 12 giri totali sostenuti per portarsi al comando della corsa, per poi presentarsi solo sotto la bandiera a scacchi. Ma in questa prima frazione dobbiamo parlare anche di Antonio Gizzi (Suzuki-Petriglia Racing) autore di una partenza fulminea ed una condotta di gara in testa per ben sette giri prima di commettere un errore che l'ha portato a chiudere al secondo posto. Bene anche la gara dell'emiliano Bisi che ha inseguito Gizzi sino all'errore di quest'ultimo per poi ritrovarsi primo. Primato che però non è durato molto per l'arrivo di Caruso e poi la caduta in cui è incappato lo stesso Bisi durante l'ultimo giro che, alla fine, gli ha fatto guadagnare solo un quarto posto. Al via della seconda frazione dell'ottavo di litro c'è l'hole shot di De Nicola che però subisce subito il sorpasso da parte di Gizzi che ripete la prestazione della gara d'apertura comandando la corsa per ben 9 giri, per poi subire di nuovo il ritorno di Caruso ancora in rimonta per un'altra partenza non proprio delle migliori. Il pilota del Petriglia Racing chiude di nuovo secondo seguito da Bisi, terzo.
Nella MX2 c'è stato il domino assoluto di Antonio Mancuso autore di due pregevoli partenze sempre davanti al gruppo degli avversari e di cavalcate solitarie senza sbavature. Una stagione da incorniciare per Antonio che nel 2010 non aveva vissuto una stagione infelice a causa di un pesante infortunio che l'ha tenuto inattivo per molto tempo. Dietro il siciliano due secondi posti per Pasquale Carbone che ha approfittato dell'assenza di Damir Angius per andare alla caccia del secondo posto in classifica. Per il calabrese, dopo una prima frazione senza intoppi, nella seconda una banale scivolata gli ha fatto perdere momentaneamente la seconda posizione, poi prontamente recuperata. E' stata anche la giornata di Niccolò Zinetti, il mantovano si è espresso al meglio collezionando il miglior risultato della stagione, due terzi posti davvero importanti.
MX1 sempre più nelle mani di Felice Compagnone, vincitore indiscusso della categoria ma che non ha potuto, come gli altri compagni di team, festeggiare in anticipo il titolo rimandando tutto all'ultima prova. Per Felice ancora due perentorie partenze davanti agli avversari e cavalcate solitarie sino alla bandiera a scacchi. Stesso risultato anche per gli altri due protagonisti del podio finale odierno, Danilo Amodeo e Nicola Di Luccia che a testa hanno collezionato, rispettivamente, due secondi e due terzi posti.
A chiusura dell'intensa giornata la manche della Supercampione valevole per il trofeo Cost to Cost dove c'è stata una sorpresa: contrariamente alle aspettative, anche perché non era ancora successo, ha vinto una MX2, quella numero 310 di Antonio Caruso che si è preso il lusso di battere il "maestro" Compagnone che aveva da subito preso le redini della corsa, dopo un avvio veloce di Di Luccia, ma poi ha subito il ritorno del siciliano non riuscendo più a riprenderlo.

Assolute di giornata
MX1: 1.Compagnone; 2.Amodeo; 3.Di Luccia; 4.Buso; 5.Bagnarelli.
MX2: 1.Mancuso; 2.Carbone; 3.Zinetti; 4.Lamponi; 5.Milizia.
125: 1.Caruso; 2.Gizzi; 3.Bisi; 4.Milani; 5.Favalli.
Minicross: 1.Tropepe; 2.Lentini; 3.Dell'Orletta; 4.Lessi.
Supercampione: 1.Mancuso; 2.Compagnone; 3.Di Luccia; 4.Amodeo; 5.Buso.

Classifica provvisoria di campionato dopo la 5^ prova
MX1: 1.Compagnone pt.2260; 2.Amodeo 1830; 3.Di Luccia 1640; 4.Marafioti 1170; 5.Santoni 850.
MX2: 1.Mancuso pt.2270; 2.Carbone 1564; 3.Angius 1430; 4.Zinetti 1191; 5.Lamponi 957.
125: 1.Caruso pt.2370; 2.Bisi 1610; 3.Gizzi 1600; 4.Milani L. 1520; 5.Marinelli 1012.
Minicross: 1.Tropepe pt.2050; 2.Lentini 2050; 3.Furbetta 770; 4.Marini 700; 5.Lessi 620.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Google [Bot], Kuno

SEO Search Tags

      forum ktm      nicola di luccia ktm