KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Pharaons Rally 2011

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Pharaons Rally 2011

Messaggio » 26/09/2011, 22:40

Torna "Chaleco" Lopez. Occhio a Mancini...

Dal 3 all'8 ottobre al 14° Pharaons Rally si assegna il titolo Mondiale: in lizza Rodrigues, Przygonski e Coma


Immagine

Mancano pochi giorni al via della quattordicesima edizione del Pharaons Rally, i mezzi in gara sono partiti dal Porto di Venezia per raggiungere Alessandria. 63 moto moto al via dalle Piramidi di Giza il 3 ottobre con la prima delle sei tappe che l'8 ottobre riporteranno la carovana di nuovo davanti alle tombe dei faraoni Cheope, Chefren e Micerino. 2600 chilometri complessivi, pochissimi trasferimenti, il Pharaons 2011 sarà molto duro e sono da tenere d'occhio soprattutto la seconda e la quinta tappa, giornate epiche in cui tutto sarà possibile. Marc Coma, il rullo compressore che vince tutto quello a cui partecipa, cercherà da un lato di fare il bis dopo la vittoria dello scorso anno e magari superare il record di quattro vittorie al Pharaons che condivide con l'indimenticato Fabrizio Meoni. Dall'altro lato cercherà di dare l'assalto alla classifica Mondiale, comandata dal portoghese Helder Rodrigues (69 punti) davanti al polacco Kuba Przygonski (58 punti, mentre Coma è a quota 50). Ma il Pharaons segnerà anche il ritorno alle competizioni di "Chaleco" Lopez, che risale in sella alla sua Aprilia dopo il terribile incidente di aprile in Tunisia. Anche Jordi Viladoms punta a un posto di primo piano, così come i compagni di squadra di Przygonski, Marek Dabrowski e Jaceck Czachor. Da tenere d'occhio il debutto "africano" di Andrea Mancini, velocissimo pilota italiano che negli ultimi anni è stato l'unico in grado di tenere testa a Coma e Despres al Sardegna Rally Race. Mancini sarà in sella ad un Aprilia 450 del Team Giofil con i colori del Team Virgin Radio. Molta curiosità susciteranno invece le due Piaggio Vespa PX che saranno guidate da Andrea Revel Nutini e Marcello Dabrogni. Non vinceranno certo il Pharaons, ma il premio simpatia sarà tutto per loro.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 27/09/2011, 20:03

jenk ma gli abbiamo spedito gli adesivi che non ne aveva piu'
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 27/09/2011, 20:08

trivella ha scritto:jenk ma gli abbiamo spedito gli adesivi che non ne aveva piu'

Doveva provvedere Francesco, anch'io sono senza.
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Cinghiale
Avatar utente
 
Messaggi: 97
Iscritto il: 10/02/2009, 9:09

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 28/09/2011, 7:55

jenk ha scritto:
trivella ha scritto:jenk ma gli abbiamo spedito gli adesivi che non ne aveva piu'

Doveva provvedere Francesco, anch'io sono senza.

Tranquilli ragazzi, gli adesivi sono arrivati, appena in tempo prima di psedire la moto e li ho già attacati nel loro spazio riservato :D :D :D :D :D
Vi porterò tuttiin gara con me !!!

Arthur Fonzarelli
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 12954
Iscritto il: 20/01/2009, 23:36
Località: Milano - Xolotilandia

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 28/09/2011, 8:41

bravo cinghialone difendimi da sti due bruti che mettono in dubbio la mia memoria :D
Scusate ma io posso!
SMR 950 nel passato un Fifty Mistral nel cuore, una ADV Black nel BOX e un Madison 250 ELABORATO nel Cul#
Gran bella la carotona, ma il fifty con 21 cv........

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 28/09/2011, 12:17

ero preoccupato che il nostro cinghialone venisse trascurato

bravo arturolo
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 28/09/2011, 12:58

Mai messa in dubbio Fra ....
solo che non avevo la conferma :wink:
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 03/10/2011, 11:03


jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 03/10/2011, 18:12

1 e 101 evidenziati :D
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Salzig
Avatar utente
 
Messaggi: 7685
Iscritto il: 06/04/2009, 20:00
Località: La città delle 3 T

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 03/10/2011, 19:19

Anche 113 e 115 :D

Cazzarola, ma sono quasi tutti italiani :)
Al mondo esistono 10 tipi di persone:
chi sa contare in base 2 e chi no.


Wave75: "molla i freni!"
Salzigii ii i: "NO!"
.

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 04/10/2011, 10:54

Coma apre le danze

Prima tappa e ad aprire le danze è subito Marc Coma. Un problema ferma "Chaleco" Lopez dopo 260 chilometri di prova speciale


Immagine

Un cielo stranamente terso ha salutato questa mattina alle 8 la partenza del Pharaons Rally. Con le Piramidi di Giza a fare da sfondo il primo a partire è stato l'attuale capoclassifica del Mondiale Cross Country, Helder Rodrigues, seguito da Jakub Przygonski e da Mar Coma.
In programma una tappa per nulla facile: dopo il trasferimento iniziale per uscire dal Cairo, i piloti hanno dovuto affrontare una prova speciale piuttosto lunga, 356 chilometri, molto veloce nella prima parte, più lenta e guidata nel secondo settore che contornava l'Oasi di Baharija.
Marc Coma (KTM), vincitore lo scorso anno del suo quarto Pharaons, ha subito voluto imporre il suo ritmo infernale alla tappa e sul traguardo di Tibniya ha preceduto Jordi Viladoms (Yamaha) di poco meno di quattro minuti, mentre Jakub Przygonski, terzo all'arrivo, ha accusato un distacco dal catalano di 4'52'.
E' invece iniziato male il Pharaons di Chaleco Lopez (Aprilia), tornato in gara al Pharaons dopo la lunga convalescenza conseguente all'incidente di aprile in Tunisia. Il cileno ha avuto un problema con la frizione dopo circa 260 chilometri e la sua moto è stata caricata sul camion balai e il pilota è rientrato al bivacco solo alla sera.
Il leader del Mondiale, Helder Rodrigues (Yamaha), si è classificato in quarta posizione a 7'13' da Coma, precedendo i due polacchi Marek Dabrowski (KTM) e JaceckCzachor (KTM). Ottimo settimo posto per il danese Jes Munk e ottavo per il debuttante Andrea Mancini, che ha chiuso davanti a Cesare Zacchetti e a Stefano Turchi.

Marc Coma: "Questa prima tappa non è stata facile, c'erano un sacco di tracce e la tappa era molto varia. La moto si è comportata benissimo e mi sono sentito bene in sella. Ho avuto qualche problema di visibilità per la polvere, comunque tutto OK." Jordi Viladoms: "E' la mia prima gara dopo la caduta in Sardegna. Non ho potuto allenarmi molto e abbiamo lavorato molto sul motore dopo la Tunisia, così sono qui per cercare le massime prestazioni. Considero questa una giornata di test per vedere fin dove può arrivare il motore. Anche se dovesse rompersi, andrebbe bene ugualmente." Jakub Przygonski: "Sono venuto al Pharaons negli ultimi tre anni e la tappa di oggi è stata ben più difficile che nella due precedenti edizioni. C'erano molte buche e nessuno spazio per errori di navigazione. C'erano tratti con difficili pietraie, ma anche pezzi molto veloci dove ho raggiunto i 149 km/h!" Andrea Mancini: "La mia prima volta nel deserto è stata difficile, soprattutto per la navigazione. Devo abituarmi a navigare con il CAP e soprattutto ad aspettarmi che il trip master non sia così preciso come nelle gare in Italia. Comunque spero di migliorare di giorno in giorno."

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 04/10/2011, 21:07



Mio-Mao
Avatar utente
 
Messaggi: 88
Iscritto il: 03/06/2009, 10:21

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 04/10/2011, 23:24

c'è anche il blog di Disodbediente da seguire...

http://pharaonsfortherestofus.wordpress.com/

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 05/10/2011, 14:15





superclod
Avatar utente
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 23/10/2009, 21:46
Località: Bologna

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 05/10/2011, 18:42

E questi? :shock: :shock: :shock:

Immagine
SUPERCLOD - KTM exc 300 duettì

alp650
ZingaroTrans
Avatar utente
 
Messaggi: 4086
Iscritto il: 24/09/2009, 6:14
Località: cogliate

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 05/10/2011, 18:58

superclod ha scritto:E questi? :shock: :shock: :shock:

Immagine

sono dei grandi
aprilia scarabeo 50 per le rapine,per fare lo scemo transalp 650

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 05/10/2011, 19:34

Rodrigues al contrattacco

Ora il portoghese insegue Coma a 1'23'


Immagine

Se la tappa di ieri aveva già messo a dura prova un po' tutti, la seconda giornata del Pharaons Rally 2011 non è stata da meno. Nel briefing di ieri sera Daniele Cotto aveva avvisato che quella odierna sarebbe stata una frazione difficile, con una prima parte molto sconnessa, per poi immergersi in un mare di dune di sabbia molle. Soprattutto la lunghezza, 478 chilometri complessivi quasi tutti di prova speciale, una boucle che da Tibniya portava fin quasi al lago di Sitra per poi tornare al bivacco nei pressi dell'Oasi di Baharija, è stata un vero inferno per molti dei piloti.
Tra le moto è stata la giornata di Helder Rodrigues (Yamaha) che ha sfruttato alla perfezione la sua quarta posizione di partenza, raggiungendo il battistrada Marc Coma e arrivando sul traguardo assieme a lui e a Jordi Viladoms. Il secondo posto è stato per il polacco Jakub Przygonski, staccato di 3'55' da Rodrigues, solo 21 secondi più veloce di Viladoms (Yamaha), terzo al traguardo. Marc Coma (KTM) si è dovuto accontentare della quarta posizione, a 5'50' dal portoghese, che ora lo insidia nella classifica generale con un distacco di solo 1'23'. Giornata positiva, dopo i problemi di ieri, per "Chaleco" Lopez (Aprilia). Il cileno, quinto al traguardo, ha dovuto rallentare negli ultimi 100 chilometri per paura di terminare la benzina.
Oggi il migliore degli italiani è stato Diocleziano Toia, nono davanti ad Andrea Mancini e Cesare Zacchetti.
Domani è in programma la terza tappa che da Tibniya porterà al bivacco di Sahal Baraka, nei pressi dell'Oasi di Farafra, famosa per il suo incredibile e lunare deserto bianco. 310 i chilometri totali, 286 dei quali di prova speciale.

Helder Rodrigues (Yamaha 450): "E' stata una tappa molto lunga con tanta sabbia e tante pietre. Sono partito quarto questa mattina e poco a poco ho rimontato sui piloti davanti raggiungendo Viladoms. Ho corso con un buon ritmo e, alla fine, i miei sforzi sono stati premiati sul traguardo. Queste prime due tappe sono state molto difficili per la moto e per me, ma mi sono piaciute molto e per il momento sta andando tutto bene."

Jordi Villadoms (Yamaha 450): "Ho raggiunto molto in fretta Coma, poi abbiamo superato il tratto di dune senza particolari problemi tenendo un buon ritmo. Poi mi sono ritrovato con Helder ed abbiamo aperto la pista a turno arrivando assieme sul traguardo. Sono contento di come si sta comportando la moto, viste le sollecitazioni a cui è stata sottoposta in questi due giorni."

Marc Coma (KTM 450): "E' stata una giornata tipica del Pharaons, sia come lunghezza che come difficoltà. Tutti gli elemti tipici della discplina erano presenti, dal fuoripista alle dune, ai trati sconnessi. Aprivo la pista e ho visto arrivare Viladoms e Rodrigue molto forte. Guidare per 500 chilometri su questi terreni è un allenamento eccezionale per imparare a dosare le energie e acquisire un buon ritmo di gara."

Chaleco Lopez (Aprilia 450): "Fortunatamente questa mattina sono potuto ripartire. Ho pensato soprattutto a guidare bene, poi nell'ultimo tratto ho rallentato per timore di finire la benzina."

Edouard Boulanger (Aprilia 450): "Dopo sei anni di assenza sono felice di essere di nuovo in sella, su una moto sconosciuta fino a ieri. Oggi è andato tutto bene fino al Km 400, ho passato senza problemi le dune, ma gli ultimi cento chilometri, molto impegnativi, mi hanno consigliato di calare un po' il ritmo."

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 06/10/2011, 8:08

superclod ha scritto:E questi? :shock: :shock: :shock:

Immagine


IDOLI !!!!! :giorno: :giorno: :giorno: :giorno:

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 06/10/2011, 15:40



jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 06/10/2011, 20:04

Marc Coma dominatore assoluto

Quinto posto per Andrea Mancini che sta prendendo le misure con i terreni desertici


Immagine

Direzione sud per la terza tappa del Pharaons Rally, che oggi ha raggiunto l'oasi di Farafra, arrivano nel rovente bivacco di Sahal Baraka. Una speciale abbastanza corta dopo le fatiche dei due giorni precedenti, solo 285 chilometri, un breve interregno prima della parte forse più impegnativa del Pharaons Rally 2011.
Marc Coma (KTM) oggi ha dato lezioni di guida e navigazione a tutti, nessuno ha saputo resistere al suo attacco, partito questa mattina da Tibniya. Una giornata epica per il catalano, che in soli ottanta chilometri ha raggiunto i tre piloti che gli partivano davanti, li ha distanziati ed al traguardo ha rifilato la bellezza di dieci minuti al secondo classificato, Jordi Viladoms (Yamaha) e tredici a Helder Rodrigues (Yamaha). Il portoghese mira soprattutto ad arrivare in fondo ed ottenere i punti che gli possano garantire il suo primo titolo mondiale, ma contro un Coma in queste condizioni non c'è proprio nulla da fare.
Quarta posizione per Jakub Pzygonski (KTM), davanti ad Andrea Mancini (Aprilia) che sta prendendo le misure con i terreni desertici e giorno dopo giorno è sempre più veloce. Nella top ten odierna anche Luca Viglio (Honda) e Diocleziano Toia (Beta).
In generale Coma comanda con un già consistente distacco di 12'38' su Viladoms e 14'42' su Rodrigues.
La quarta tappa di domani propone una boucle attorno all'Oasi di Farafra, con 339 chilometri di prova speciale.

Marc Coma (KTM 450): "Personalmente è stata una giornata fantastica, che mi ha permesso di fare la differenza, partendo quarto questa mattina. Ho passato Jordi, Jakub e raggiunto Helder al chilometro 80, poi ho continuato con un buon ritmo. Stiamo testando le sospensioni, cosa che facciamo fin dalla fine della scorsa Dakar."

Jordi Viladoms (Yamaha 450): "Dopo il mio incidente ho lavorato molto per recuperare la condizione fisica ed anche la moto: motore, telaio, sospensioni. Ora la guido veramente bene. E' meno pericolosa delle 690, ma sono sempre a manetta. La speciale di oggi era difficile, con tantissime pietre e buche dove non sono riuscito a trovare un buon ritmo. Marc oggi era troppo veloce, impossibile da raggiungere."

Helder Rodrigues (Yahama 450): "Sono partito primo e non è passato molto tempo prima che Marc mi raggiungesse. Poi ho mantenuto il mio ritmo, ma lui era troppo veloce ed ho preferito non forzare, perché ho in testa il titolo mondiale, così non voglio rischiare per nulla."

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 07/10/2011, 15:37



jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 07/10/2011, 18:00

Rodrigues non molla

Seconda vittoria di tappa per il portoghese, ma Coma è sempre primo in generale


Immagine

Il Pharaons Rally ha vissuto la sua quarta giornata con una boucle partita questa mattina dal bivacco di Sahl Baraka, per terminare, dopo 339 chilometri di prova speciale, con la famosa discesa di Fenouil, una lunghissima lingua di sabbia che dalla falesia di Farafra si getta a capofitto verso l'Oasi.
Per conoscere il vincitore odierno tra le moto si è dovuto attendere il controllo del GPS di Francisco Lopez. Partito undicesimo questa mattina, il cileno dell'Aprilia ha fatto segnare il secondo tempo assoluto, ma si è fermato ad aiutare il danese Jes Munk, caduto rovinosamente da un gradino sulla pista. Così, dopo il controllo della traccia, la giuria internazionale gli ha restituito il tempo perso, 1'17', che non sono stati però sufficienti a superare Rodrigues (Yamaha), autore del miglior tempo di tappa. Il portoghese ha così vinto la sua seconda giornata del Pharaons 2011, precedendo "Chaleco" di soli 36 secondi.
Arrivati assieme a Rodrigues sul traguardo, Jakub Przygonski (KTM), Jordi Viladoms (Yamaha) e Marc Coma (KTM) sono terminati nell'ordine alle spalle del cileno.
Alle spalle di Jacek Czachor, sesto al traguardo, hanno concluso i primi due italiani, con Luca Viglio e Andrea Mancini nell'ordine. Costretto a caricare la moto sul camion balai, per un problema al motore, Diocleziano Toia, fino a ieri vincitore "virtuale" del Dakar Challenge che mette in palio un'iscrizione alla gara in Sudamerica.
La quinta tappa riporterà la carovana a Tibniya, con la tappa più lunga del rally, 541 chilometri, 444 dei quali di prova speciale.

Jordi Viladoms (Yamaha 450): "Una bella tappa, sabbiosa e veloce, quasi tutta in fuoripista. Helder mi ha raggiunto dopo 60 km, poi assieme anche a Coma abbiamo guidato assieme fino all'arrivo."

Helder Rodrigues (Yamaha 450): "Era una tappa da "full gas" su e giù per le dune a dorso di balena. Ho raggiunto Jordi e Marc e per alcuni tratti ho aperto la pista, cosa che è stata un ottimo esercizio."

Marc Coma (KTM): "E' stata una giornata senza complicazioni. Ero davanti, tranquillo, non al massimo perché da ora in poi bisogna gestire il vantaggio fino alla fine. Era una tappa "open space", nel nulla, il vero deserto."

Francisco López (Aprilia): "Sono contento perché ieri i meccanici mi hanno messo lo steso motore che usavo l'anno scorso, così ho finito la tappa senza problemi. Ho raggiunto Jes Munk che era a terra a 30 km dall'arrivo. Ho controllato che tutto fosse a posto, poi lo ho aiutato a rialzare la moto e a salire in sella, raccomandandogli di aspettare qualche minuto a partire."

Oscar Polli (KTM): "Finalmente una buona tappa, l'unica senza problemi per me. Sono contento di come ho guidato."

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 07/10/2011, 20:36

Pennywise ha scritto:



a 2.31 minuti si vede il nostro cinghialone con tanto di adesivi myktm.it :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 08/10/2011, 10:37

Marc Coma vince e allunga in classifica

Lo spagnolo festeggia con la vittoria il suo 35° compleanno. Oggi l'arrivo sotto alle Piramidi


Immagine

La quinta tappa del Pharaons Rally 2011 è stata anche la più lunga del rally, con i suoi 541 chilometri, ma non è stata solo la lunghezza a renderla la più difficile. Tante dune cattedrale da attraversare e difficoltà di ogni genere, unite al caldo che oggi si è fatto sentire, hanno messo tutti a dura prova.
Non però Marc Coma (KTM), autore anche oggi di una prestazione maiuscola, , il giorno del suo 35° compleanno. Quinto a partire questa mattina, il catalano ha via via annullato il gap che lo divideva dai piloti partiti davanti. Al CP1 sono così arrivati cinque piloti in gruppo ma all'inizio delle dune Coma ha impresso un ritmo che nessuno è riuscito a tenere. Al traguardo ha preceduto Jordi Viladoms (Yamaha) per 4'12', mentre terzo è Jakub Przygonski (KTM) a 5'18'.
Chaleco Lopez (Aprilia) ed Helder Rodriguez (Yamaha), quarto e quinto, chiudono il gruppo dei battistrada. Da lì in poi il "vuoto", con il sesto classificato, Marek Dabrowski (KTM), staccato di ben 42 minuti.
Ancora una buona giornata per Andrea Mancini, settimo al traguardo davanti a Jes Munk.
In classifica generale Coma comanda con quasi un quarto d'ora su Viladoms e venti minuti su Rodrigues.
Sorpresa oggi tra i quad, che hanno visto primeggiare Camelia Liparoti, perfettamente a proprio agio nelle difficili dune di oggi. Giornata sfortunata invece per il polacco Jaceck Chzacor e per Oscar Polli, entrambi costretti al ritiro per problemi al motore.
Oggi l'epilogo del Pharaons 2011. In programma 350 chilometri di prova speciale, ultima fatica prima dell'arrivo alle Piramidi di Giza.

Marc Coma (KTM) : «La giornata è stata dura con una quindicina di chilometri di sabbia veramente molle, molto tecnica. Per non rischiare di rimanere senza benzina ho tolto un po' il gas prima del rifornimento. Poi sono ripartito ed ho attaccato… a fondo. L'unico problema della giornata è stato un piccolo insabbiamento su una duna."

Jordi Villadoms (Yamaha) : «Una tappa veramente difficile. Abbiamo viaggiato assieme in cinque e dopo il CP1 ho trovato un buon ritmo. Questo mi ha permesso di controllare gli avversari e prendere sei minuti a Rodrigues e di superarlo in generale. Mi resta solo domani per conservare la posizione, ma un posto sul podio andrebbe comunque bene.

Helder Rodrígues (Yamaha 450) : "Ho aperto la pista per circa 240 chilometri. Coma e Przygonski erano dietro e al CP1 eravamo in cinque piloti. Poi Chaleco mi ha passato ed ho preferito salvaguardare il motore, visto che domani c'è un'altra tappa."

Marek Dabrowski (KTM): "E' stata la tipica tappa africana, con difficoltà tipiche in ogni parte del tracciato. C'erano tanto salti come nell'enduro da affrontare con cautela, e tanta sabbia nella seconda, talvolta molto soffice. Ho corso una tappa mantenendo il mio ritmo."

Francisco "Chaleco" López (Aprilia 450): "Oggi mi sentivo bene, come se la tappa fosse più corta. E' stata un'ottima giornata perché sono riuscito a tenere il ritmo di Viladoms, Coma e Rodrigues. Questo mi sta dando molta fiducia."

Camelia Liparoti: "Una giornata fantastica, in una tappa così dura sono riuscita a vincere tra i quad. Sulle dune ho guidato bene ed ho mantenuto un buon ritmo fino al traguardo. Domani c'è l'ultima fatica."

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Neolt
Avatar utente
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 30/06/2011, 17:59
Località: (FM)

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 08/10/2011, 18:06

Mio-Mao ha scritto:c'è anche il blog di Disodbediente da seguire...

http://pharaonsfortherestofus.wordpress.com/


I Campioni sono i Campioni e non si discute, ma io tifo per lo spirito libero e l'alone di sana follia di questi eroici privati che con mezzi meccanici spesso con molti km alle spalle, illogici ai fini della classifica, ma amati sino in fondo dai proprietari, godono di assistenze molto lontane dagli standard dei team ufficiali.
Gareggiano per il proprio piacere, per rinnovare il gusto della suprema sfida e la gioia di arrivare sino in fondo e si fermano non appena c'e' da aiutare il compagno in difficolta', bivaccano poi spesso fino all'una nel tentativo di rendere il proprio mezzo buono per terminare la prova del giorno dopo.
Lo spirito delle prime Paris Dakar, con la differenza di una sicurezza maggiore dovuta alle tecnologie gps e all'abbigliamento tecnico che allora non vi erano.
950 ADV S 2005 The World Is My Oyster
XL 600 LM Paris Dakar 1986 Il Cammello D'Epoca
CRF 250 R 2005 La New Entry : al momento mi porta Lei ...

disodbediente
Avatar utente
 
Messaggi: 387
Iscritto il: 09/02/2009, 23:31
Località: Roma-Fermo

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 08/10/2011, 19:12

Neolt ha scritto:
Mio-Mao ha scritto:c'è anche il blog di Disodbediente da seguire...

http://pharaonsfortherestofus.wordpress.com/


I Campioni sono i Campioni e non si discute, ma io tifo per lo spirito libero e l'alone di sana follia di questi eroici privati che con mezzi meccanici spesso con molti km alle spalle, illogici ai fini della classifica, ma amati sino in fondo dai proprietari, godono di assistenze molto lontane dagli standard dei team ufficiali.
Gareggiano per il proprio piacere, per rinnovare il gusto della suprema sfida e la gioia di arrivare sino in fondo e si fermano non appena c'e' da aiutare il compagno in difficolta', bivaccano poi spesso fino all'una nel tentativo di rendere il proprio mezzo buono per terminare la prova del giorno dopo.
Lo spirito delle prime Paris Dakar, con la differenza di una sicurezza maggiore dovuta alle tecnologie gps e all'abbigliamento tecnico che allora non vi erano.


Finito. È stata durissima, al limite delle mie possibilità. Ma anche molto molto bello!
«I sogni non sono nuvole da guardare in cielo, ma alberi da piantare in terra.»

cpf
Avatar utente
 
Messaggi: 493
Iscritto il: 06/04/2009, 20:00
Località: Pesaro

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 08/10/2011, 20:11

disodbediente ha scritto:


Finito. È stata durissima, al limite delle mie possibilità. Ma anche molto molto bello!
[/quote]

Bravo!
Complimenti :winner:
cpf
990 ADV S '07 & HUSABERG 450 FE '13

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 08/10/2011, 20:48





jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 08/10/2011, 21:18

Cinquina per Coma. Rodrigues nuovo campione del Mondo

Luca Viglio, sesto assoluto, primo degli italiani. Caduta per Mancini


Immagine

La particolare tradizione del Pharaons Rally, che ogni anno riserva sorprese nell'ultima tappa, non ha fatto eccezione quest'anno. Jordi Viladoms ha dovuto gettare la spugna per la rottura del motore.
Strada spianata invece per il "faraone" Marc Coma, vincitore della scorsa edizione che prontamente hanno replicato quest'anno.
Per Coma è la quinta vittoria al Pharaons, è diventato il nuovo recordman superando il numero di sigilli che deteneva assieme al grande Fabrizio Meoni.
Alle sue spalle Helder Rodrigues, trovatosi la strada spianata per il ritiro di Viladoms, ha soprattutto festeggiato la vittoria nel Mondiale Cross Country, ottenuta davanti a Jakub Przygonski e a Coma. Il portoghese ha anche vinto la tappa di oggi, che prevedeva una speciale di 350 chilometri, davanti a Chaleco Lopez e a Jakub Przygonski. Il polacco è salito sull'ultimo gradino del podio finale, confermandosi il futuro dei rally raid, vista la sua giovane età.
Un felicissimo Jes Munk, pilota danese che ha iniziato a correre lo scorso anno, proprio al Pharaons, ha concluso immediatamente alle spalle dei big, davanti a Edouard Boulanger.
Tanta soddisfazione anche per Luca Viglio, un'appassionato di Africa e di moto che, alla sua prima esperienza in una gara nel deserto, ha concluso sesto assoluto davanti a Stefano "Cinghiale" Turchi. Sfortunato invece Andrea Mancini, caduto dopo 60 chilometri e costretto a ritiro. La sfida dei quad si è conclusa con la vittoria del "Pirata dei Caraibi" Lilian Lancelevee, davanti a Mauro Almeida e alla stupefacente Camelia Liparoti.
Edouard Boulanger è stato il vincitore del Dakar Challenge, l'iniziativa nata dalla collaborazione tra JVD e ASO che offre un'iscrizione gratuita alla Dakar al miglior pilota amatore. Il "francesino" che vive in Italia, lontano dalle gare da sei anni, ha fatto una gara fantastica con la sua Aprilia… ed ora dovrà iniziare a volgere i suoi pensieri al Sudamerica…

Marc Coma: "Il Pharaons è una gara che ho sempre apprezzato, la migliore del Mondiale. L'ho vinta per la quinta volta, superando il grande Fabrizio Meoni. Sono sicuro che guardandoci da lassù, Fabrizio sia contento. Il Pharaons è stato un test perfetto per la Dakar, che ovviamente è la mia priorità e direi che tutto è filato alla perfezione."

Francisco "Chaleco" López (Aprilia 450): "Sono abbastanza soddisfatto. Ho raggiunto i miei obiettivi: ero venuto qui per provare se posso ancora correre nei rally raid e la risposta è positiva. Naturalmente per il mio spirito competitivo avrei preferito andare sul podio come l'anno scorso . Ma a cinque mesi dall'incidente, essere capace di tenere il ritmo dei primi non niente male."

Luca Viglio: "La felicità è a mille. Ero alla mia prima gara nel deserto, nonostante io sia malato d'Africa, ma fino ad ora non ci avevo mai corso. I percorsi sono stati fantastici, duri, ma giorno dopo giorno vedevo che stavo andando bene. Non mi sarei mai aspettato, però, di concludere sesto."

Andrea Mancini: "Sono caduto dopo sessanta chilometri, c'era una buca nella sabbia che ho visto all'ultimo momento. Non potendo frenare ho cercato di saltarla, ma ci sono finito dentro con la ruota anteriore e sono stato sbalzato dalla sella. Peccato, mi sarebbe piaciuto finire la mia prima gara in Africa."

Lilian Lanceleeve (Quad): "Ero venuto al Pharaons due anni fa e questa edizione è stata decisamente più dura. L'Egitto è ben diverso dalle nostre piste da motocross di tre km (A Saint Martin nei Caraibi) per questo sono contentissimo del risultato. Sono venuto per divertirmi ed ho vinto!"

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

mchanic
Avatar utente
 
Messaggi: 1544
Iscritto il: 29/03/2009, 22:22
Località: alle pendici del Monte Misma.

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 08/10/2011, 21:25

disodbediente ha scritto:c'è anche il blog di Disodbediente da seguire...

http://pharaonsfortherestofus.wordpress.com

I Campioni sono i Campioni e non si discute, ma io tifo per lo spirito libero e l'alone di sana follia di questi eroici privati che con mezzi meccanici spesso con molti km alle spalle, illogici ai fini della classifica, ma amati sino in fondo dai proprietari, godono di assistenze molto lontane dagli standard dei team ufficiali.
Gareggiano per il proprio piacere, per rinnovare il gusto della suprema sfida e la gioia di arrivare sino in fondo e si fermano non appena c'e' da aiutare il compagno in difficolta', bivaccano poi spesso fino all'una nel tentativo di rendere il proprio mezzo buono per terminare la prova del giorno dopo.
Lo spirito delle prime Paris Dakar, con la differenza di una sicurezza maggiore dovuta alle tecnologie gps e all'abbigliamento tecnico che allora non vi erano.


Finito. È stata durissima, al limite delle mie possibilità. Ma anche molto molto bello!


:clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:
mchanic@myktm.it
Non importa quante volte cadi, ma quante volte cadi e ti rialzi.
L'enduro non è uno sport di contatto, è uno sport di collisione... il ballo è un sport di contatto

Mio-Mao
Avatar utente
 
Messaggi: 88
Iscritto il: 03/06/2009, 10:21

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 09/10/2011, 0:56

disodbediente ha scritto:Finito. È stata durissima, al limite delle mie possibilità. Ma anche molto molto bello!


complimenti! :clap: :clap:
bello anche il blog (http://pharaonsfortherestofus.wordpress.com/) : ci hai prospettato un po' di quello sano spirito da pionieri!

PS interessante il paramotore, sopratutto visto da sotto la moto con la sabbia a scivolar via :wink:

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 09/10/2011, 9:41

@disobbediente....complimenti per la tua ennesima impresa.....

complimenti complimenti e invidia per la tua fatica superata, quanto vorrei riuscire anche io farla ma rimarra un sogno
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

evektor
Avatar utente
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 15/04/2010, 9:00

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 10/10/2011, 8:26

perchè solo un sogno? sono necessari degli sponsor, ma per il resto il pharaons rally è si faticoso, ma alla portata di tutti.

disodbediente
Avatar utente
 
Messaggi: 387
Iscritto il: 09/02/2009, 23:31
Località: Roma-Fermo

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 10/10/2011, 8:45

evektor ha scritto:perchè solo un sogno? sono necessari degli sponsor, ma per il resto il pharaons rally è si faticoso, ma alla portata di tutti.


Questo è relativamente vero, l'anno scorso mi sembrava una passeggiata in bicilindrico.
Quest'anno invece è stato molto più tecnico, molto bello ma non da tutti, soprattutto in bicilindrico.
Alcune dune è impossibile affrontarle senza esperienza e fare oltre 500km tutti in offroad al giorno, per quanto scorrevoli, necessita di allenamento.
Penso che tutti possano arrivare in fondo ad un Pharaons, ma non con una bicilindrica, fatelo con una moto piccola per iniziare e valutate.
Catanese è arrivato in fondo con una Teneré 1200 ma non vi fate illudere, lui è uno stramanico, non ho idea di come abbia fatto certi pezzi.
«I sogni non sono nuvole da guardare in cielo, ma alberi da piantare in terra.»

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Pharaons Rally 2011

Messaggio » 10/10/2011, 9:59



Prossimo

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], bugio, eke333, fabio55, Fiamfiam, Google [Bot], Green, Java [Bad bot], LucaMN, mariu, Maveric78, neeko72, saintz, Vespone19, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

2 Vespas racing the Pharaons Rally      RICAMBI PER KTM EXC F 450 2009      YAMAHA TT600R AFRICA RALLY      aprilia 50 desert      aprilia motard tuning sx 50      aprilia rally elaborati      aprilia scarabeo 50 tuning      aprilia sm 50 2011      cesare zacchetti      diocleziano toia      edouard boulanger rally pharaons      fifty top elaborato      forum ktm      foto ktm 950 adventure rally      foto moto pharaons      grandi rapine foto      honda transalp rally      honda xl 600 l rally      honda xl 600 lm pharaons      ktm 450 rally vendo      ktm 500 1986 frizione      ktm 690 enduro sud africa      ktm 950 adventure rally      ktm950 adventure.quate volte vincitrice alla paris.dakar?      marc coma      massino rodrigues      moto fifty top ten      motoraduno transalp 2011      paris dakar moto iscritti 2013      pharaons rally 2011      pharaons rally      px 200 rally dei faraoni      ricambi ktm 50 sx      scarabeo 50 2007      scarabeo 50 2009      tappe pharaons rally 2011      transalp 650 elaborati      transalp 650 modifiche      transalp 650 prova      transalp 650 tuning      transalp mancini moto      transalp rally 1986      transalp rally      transalp tuning      yamaha rally rodriguez      scarabeo 50 2011      tuning transalp 650      scarabeo 50 tuning