KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Motocross delle Nazioni 2011

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 16/09/2011, 21:38

Cairoli c'è!

Tony sarà la punta di diamante dell'Italia, che schierarà anche Guarneri e Lupino


Immagine

Nonostante il dolore per la prematura scomparsa della mamma Paola, Cairoli correrà il Motocross delle Nazioni in programma questo weekend a Saint Jean d'Angely con i colori dell'Italia. Nell'importante gara a squadre, Tony sarà la punta di diamante della Maglia Azzura che oltre a lui schierarà Guarneri e Lupino.
"Ciao Ragazzi , sono giorni che non ci sentiamo. Tutti ormai sapete della scomparsa della mia mamma ,non ci sono parole per descrivere una simile perdita. Grazie a tutti voi per il calore ed i tanti messaggi! -ha scritto Tony sul suo profilo Facebook e Twitter e ha proseguito parlando del Nazioni- Tornando a noi volevo farvi sapere che ho deciso di prendere parte al Trofeo delle Nazioni domenica in Francia e quindi spero di vedervi numerosi li a bordo pista per supportare il Team Italia!"
Tony dunque sarà in Francia in una gara simbolo per il Cross. Il Motocross delle Nazioni, competizione riservata alle nazionali di tutto il mondo che schierano tre piloti, uno per categoria: MX1, MX2 e Open.
Nato negli anni 20, il Nazioni ha preso vigore dopo la seconda guerra mondiale e la prima edizione è datata 1947, vittoria alla Gran Bretagna, e da quell'anno si è disputato ininterrottamente.
Il cinque volte campione del mondo, Cairoli, ha disputato sei edizioni del Nazioni difendendo la maglia Azzurra.
Le gare più belle, ancora nella mente dei tifosi sono quella di Matterley Basin (Gran Bretagna) dove vinse la manche MX2 – Open, in sella alla Yamaha 250, battendo Villopoto e Tedesco, portacolori del dream team americano, e piloti con moto di cubatura più grossa, al termine di una gara In rimonta, splendida e densa di sorpassi.
Altra vittoria di manche è quella del 2009. A Franciacorta, Tony, nella prima prova della giornata, MX1- MX2, ha messo in riga tutti a partire da Reed che nulla aveva potuto contro il talento italiano che aveva messo a segno un sorpasso memorabile sul lungo salto della pista italiana.
Lo scorso anno in America ha finito secondo dietro Dungey al termine di una bella lotta su di una pista molto veloce e particolarmente agevole alle 450.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 16/09/2011, 21:55

Motocross Delle Nazioni. Traversini: "Con Tony pensiamo al podio"
Il team manager della squadra italiana al Motocross delle Nazioni ci racconta aspettative e speranze della nazionale italiana


Immagine

on quali prospettive parte la squadra italiana?
“Il nostro obbiettivo è quello di mettere a proprio agio i piloti e, se riusciremo a farli esprimere come sanno fare, il risultato sarà positivo”.


Pensi che il podio sia alla portata?
“Non sono abituato a fare pronostici, voglio prima veder girare tutti. I piloti che abbiamo non hanno nulla da invidiare agli altri. Se si sapranno esprimere non è utopia ambire al podio”.


Antonio arriva in Francia con quale spirito dopo il lutto della madre?
“Non capita tutti i giorni un lutto così importante in famiglia. Potrebbe prenderla anche come un’occasione di riscatto, mi auguro che riesca a superare questa cosa nel miglior modo possibile.
Tornando al potenziale dei piloti: Cairoli è 5 volte campione del mondo e ce lo invidiano tutti.

Lupino corre la MX2 e ultimamente ha trovato una buona continuità. Hanno messo a posto la moto in maniera che a lui piace quindi è molto motivato. Lo stesso per Guarneri che sta inanellando qualche buon risultato e anche lui è molto motivato”.


Sulla carta sono sempre gli americani i favoriti.
“Guardando anche gli anni passati gli americani hanno sempre detto la loro. Metterei al secondo posto i francesi che sono i padroni di casa e hanno una squadra di tutto rispetto. Poi ci sono tanti punti interrogativi a cui potremo dare risposta sabato sera”.


Da team manager della nazionale Junior a quello della massima categoria.
“E’ un ruolo che mi riempie d’orgoglio perché sono molto nazionalista e poter anche solo portare un piccolo contributo alla nazionale dello sport che amo mi rende veramente orgoglioso. So benissimo che il team manager al nazioni FIM non deve insegnare nulla ai piloti ma ha un ruolo diverso. Dovrò risolvere ogni piccolo problema e stargli vicino nei momenti difficili”.


Dovrai anche studiare la tattica nelle partenze?
“Anche quello, ma i piloti che abbiamo qui sono professionisti. Io darò la mia impressione e decideremo insieme la strategia”.

Traversini (AUDIO): "Non è utopia ambire al podio”

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 16/09/2011, 22:03

TUTTO PRONTO PER IL MXoN 2011

La pista di St. Jean d'Angely è tirata a lucido e ormai tutti i piloti sono arrivati in Francia, pronti a scendere in pista sabato per le prove. L'ultima defezione arriva dall'ultima prova del Mondiale MX1 e si tratta di Max Nagl. Lo sfortunato tedesco si è infortunato il polso in un atterraggio lungo e dovrà saltare l'appuntamento di domenica. Al suo posto la Germania schiererà Daniel Siegl in MX1, al fianco di Ken Roczen in MX2 e Marcus Schiffer nella Open. Guardate questo bel video di Vurbmoto, da un'idea dello scenario dove si decreterà la squadra Campione del Mondo 2011. Per l'elenco degli iscritti cliccate qui.



fonte mxtribe.com
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 16/09/2011, 22:13

FIM Monster Energy Motocross of Nations

Schedule of the week end
SAT SEP 17, 2011
12:00 - LIVE Motocross Of Nations Live Studio Show
14:20 - LIVE Qualifying Race MX1
15:20 - LIVE Qualifying Race MX2
16:20 - LIVE Qualifying Race Open
SUN SEP 18, 2011
13:00 - LIVE MXON Race 1 (MX1 + MX2)
14:30 - LIVE MXON Race 2 (MX2 + Open)
16:00 - LIVE MXON Race 3 (MX1 + Open)
17:15 - LIVE Exclusive interviews

fonte mx-life.tv

P.S. Domenica 18 diretta anche su SportItalia2
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 17/09/2011, 16:11

secondo me traversini è un po troppo ottimista....ma lo spero pure io
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 17/09/2011, 16:33

Sperare lo speriamo TUTTI ....
vero che è una gara "anomala", basta ricordarsi di Franciacorta (dove potevamo REALMENTE puntare al podio).

Se arriviamo nei primi 6 ....
otteniamo un'OTTIMO risultato.

P.S. Peccato per l'assenza di DP19 (è la sua pista preferita St. Jean d'Angely).
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 17/09/2011, 16:59

MXoN 2011 - St. Jean D´Angely - Sabato LIVE

Il "Nazioni 2011" in diretta


Immagine

Saint Jean d’Angely è prontissima per ospitare la 65° edizione del Monster Energy FIM Motocross of Nations a cui prenderanno parte piloti di 36 nazioni. Sono sei anni che il team USA vince il Chamberlain Trophy di fila, ma quest’anno la Francia potrebbe pensare veramente di strappare la vittoria.
Questa mattina il cielo di presentava coperto ed una leggera pioggerellina è caduta per un paio d’ore, poi il cielo da grigio plumbeo ha lasciato spazio ai raggi del sole che comunque non infastidisce. La temperatura è fresca, il tracciato è stato preparato in modo splendido, il pubblico sembra aver risposto alla grande.
Nella giornata di oggi si svolgeranno le prove, poi ne pomeriggio a parrire dalle 14:30 il via alla qualifica MX1, alle 15:20 alla MX2, alle 16:20 alla MX3.
Domani alle 11:00 partirà la Finale B, il cancello della prima manche sarà abbassato alle 13:08 (MX1+MX2), gara 2 (MX2+Open) alle 14:38, gara 3 (MX1+Open) alle 16:08.

Estrazione: si è svolta l’estrazione per la chiamata al cancello delle qualifiche di oggi. Questa la lista.

Immagine

Immagine

Qualifica MX1: E’ Tony Cairoli a scattare velocissimo al via ma Ryan Dungey guadagna la testa della gara, alle loro spalle Bobryshev, Pourcel, Reed. Dungey e Cairoli allungano su Bobryshev che subisce il sorpasso di Pourcel, Reed si fa sotto e Bobryshev cade perdendo qualche posizione. Cairoli pressa Dungey: nello stretto Tonino ne ha di più ma sugli allunghi l’americano va via. Cairoli prova ad affiancare Dungey in più occasioni ma deve desistere anche per non rischiare troppo. Dungey vince, secondo è Cairoli, terzo ma molto staccato Pourcel, poi Reed, Rattray, Goncalves, Leok, Bobryshev, Searle, Barragan e Atsuta.

Qualifica MX2: Velocissima al via la Kawasaki di Blake Bagget che guadagna subito la testa, alle sue spalle Roczen, Rauchenecker, Olsen, Musquin. Parte nei dieci Lupino. Bagget ha una marcia in più e se ne va, Roczen sbaglia e perde diverse posizioni, Musquin si porta in seconda posizione, Wilson risale in terza, Lupino è autore di una bella gara e si porta in sesta posizione. Bagget vince, Musquin è secondo, Wilson terzo, nel finale avvicinato da Roczen, poi Roelants, Lupino.

Qualifica MX3: Parte al comando Ryan Villopoto e gli unici avversari vederlo sono i doppiati, alle sue spalle Paulin, Davide Guarneri, Tonus, Michek, Strijbos. Strijbos si fa sotto, Guarneri forza e a cinque giri dalla fine supera Paulin che deve difendersi dagli attacchi del pilota belga. Villopoto vince, Guarneri è secondo, poi Paulin, Strijbos, Metcalfe, Swanepoel, Herlings.

Classifica dopo le qualifiche: Al termine delle qualifiche, gli USA sono al comando con 2 punti, l’Italia è seconda con 4, la Francia terza con 5, poi Belgio 9, Australia 9, Sudafrica 11, Gran Bretagna 12, Portogallo 17, Spagna 18, Svizzera 19.

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 17/09/2011, 17:12

qui trovate l'ordine arrivo delle prove
http://www.motocrossmx1.com/reslists.aspx?ct=7&c=6

riassuntino veloce:
MX1
1. Ryan Dungey (USA) su Suzuki
2. Tony Cairoli (ITA) su KTM a 1,03 secondi
3. Christophe Pourcel (FRA) su Kawasaki a 46,425 secondi
4. Chad Reed (AUS) su Honda a 52,778 secondi
5. Tyla Rattray (RSA) su Kawasaki a 54,664 secondi
6. Rui Goncalves (POR) su Honda a 59,299 secondi
7. Tanel Leok (EST) su TM a 1:01.397 minuti
8. Evgeny Bobryshev (RUS) su Honda a 1:01.570 minuti
9. Tommy Searle (GBR) su Kawasaki a 1:29.250 minuti
10. Jonathan Barragan (ESP) su Kawasaki a 1:32.070 minuti

MX2
1. Blake Bagget (USA) su Kawasaki
2. Marvin Musquin (FRA) su KTM a 8.886 secondi
3. Dean Wilson (GBR)su Kawasaki a 11.331 secondi
4. Ken Roczen (GER) su KTM a 11.742 secondi
5. Joel Roelants (BEL) su KTM a 35.043 secondi
6. Alessandro Lupino (ITA) su Husqvarna a 55.250 secondi
7. Pascal Rauchenecker (AUT) su KTM a 57.149 secondi
8. Stefan Kjer Olsen (DEN) su Yamaha a 1:09.391 minuti
9. Jose Antonio Butron (ESP) su KTM a 1:15.543 minuti
10. Stuart Edmonds (IRL) su TM a 1:16.750 minuti

Open
1. Ryan Villopoto (USA) su Kawasaki
2. Davide Guarneri (ITA) su Kawasaki a 07.704 secondi
3. Gautier Paulin (FRA) su Yamaha a 08.708 secondi
4. Kevin Strijbos (BEL) su Suzuki a 09.677 secondi
5. Brett Metcalfe (AUS) su Suzuki a 11.170 secondi
6. Gareth Swanepoel (RSA) su Yamaha a 24.849 secondi
7. Jeffrey Herlings (NED) su KTM a 26.038 secondi
8. Arnaud Tonus (SUI) su Yamaha a 43.333
9. Carlos Campano (ESP) su Yamaha a 45.547
10. Martin Michek (CZE) su KTM a 52.961 secondi

fonte: www.motocrossmx1.com
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

superclod
Avatar utente
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 23/10/2009, 21:46
Località: Bologna

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 17/09/2011, 18:12

A giudicare dalle qualifiche, sembra che siamo messi bene. Ma gli americani chi li ferma...

Quindi vengono assegnati punti anche nelle qualifiche? Non lo sapevo, è una novità di quest'anno?
SUPERCLOD - KTM exc 300 duettì

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 17/09/2011, 19:15

superclod ha scritto:A giudicare dalle qualifiche, sembra che siamo messi bene. Ma gli americani chi li ferma...

Quindi vengono assegnati punti anche nelle qualifiche? Non lo sapevo, è una novità di quest'anno?

Domani è un'altro giorno :wink:

Non vengono assegnati punti per le qualifiche, però è il modo per distinguere le posizioni per lo schieramento (conteggi come per la gara).
Il sorteggio è solo per la posizione delle qualifiche, poi entra in gioco la posizione conquistata dai primi due piloti nelle qualifiche (l'Italia ha due secondi posti di Cairoli e Guarneri, scarta il sesto di Lupino "+2+2+6").
Al cancelletto siamo messi bene ....
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 17/09/2011, 19:44

MXON QUALIFICHE. BENE L'ITALIA

Immagine

Tre successi in altrettante manche disputate. Il Nazioni francesi parla americano in una sabato che regala qualche soddisfazione anche ai nostri.
Dungey, Battet e Villopoto si aggiudicano le rispettive batterie di qualificazione rispettando in qualche modo un pronostico che li vede grandi favoriti.

Immagine

Dei tre campioni, è stato Dungey ad avere il compito più difficile. Perché alle sue spalle, Cairoli non gli ha reso la vita facile per venti minuti abbondanti. I due hanno corso in tandem la loro gara staccando piloti come Pourcel, Reed e Rattray che hanno concluso in questo ordine al traguardo. Il nostro campione ha messo in mostra una grande velocità sul giro e in più di un'occasione ha provato l'attacco decisivo sull'ufficiale Suzuki. Dungey, Cairoli e Christophe Pourcel, questo il podio della MX1.

Decisamente più semplice il compito di Bagget nella MX2. Anche perché l'atteso confronto con Roczen non c'è stato visto che il tedesco è scivolato nel corso del primo giro. Con l'americano in fuga sin dalle battute iniziali, la manche delle 250 è stata comunque animata. La lotta per il secondo posto tra Musquin, Wilson ed il rimontante Roczen ha generato uno spettacolo degno del Nazioni. A fine prova, dietro a Bagget ha concluso l'ottimo Musquin mentre il duello tra Wilson e Roczen ha premiato il britannico. Lupino, nono al primo giro, è stato buon sesto al traguardo.

Immagine

Nella manche che ha chiuso il sabato di St Jean, Villpoto non ha avuto avversari. Al comando sin dalle battute inziali, il campione National della top class ha chiuso il primo giro con quattro secondi di vantaggio su Paulin e Guarneri. Quest'ultimo ha corso una grande gara lottando fino alla bandiera a scacchi che ha superato in seconda posizione. Curiosa la maniera in cui Davide ha espresso la sua soddisfazione ai microfoni a fine gara: "Sono molto contento di questo risultato anche perché per l'anno prossimo non ho un contratto..."

Villopoto, Guarneri, Paulin e Strijbos: questo l'ordine di arrivo della manche Open dove ha deludere è stato il vincitore del Gran Premio di Fermo. Per dirla in altre parole da Paulin ci si aspettava francamente di più. Ma siamo solo al sabato...

In virtù di questo risultato l'Italia si qualifica in seconda posizione alle spalle del solo team USA ma davanti alla Francia. Il podio sembra alla portata di Cairoli, Lupino e Guarneri.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 17/09/2011, 21:00

Gran belle qualifiche quelle viste oggi a St Jean d’Angely. Dopo la scontata conferma della corazzata americana con tre primi di manches e relativi holeshot, c’e’ la sorpresa Italia. Oggettivamente con la squadra rimaneggiata dall’infortunio di Philippaerts e soprattutto legata alle prestazioni del binomio Lupino Husqvarna, le speranze per i tifosi erano legate ad un ottimistico 5/6 posto. Ma poi cade un cancello e ti ritrovi Wolf che gira delle curve da paura ed aggredisce pista ed avversari come non aveva mai fatto questo anno. Tony che si incolla alla ruota di Dungey e ci prova tutta la manche arrivando al traguardo praticamente senza mollare un metro. E il Pota che, bello tranquillo prima della partenza, si inventa una gara spettacolare coronata dal sorpasso ai danni di Paulin ( per il secondo posto ) a pochi giri dalla fine. Cosi ti ritrovi al secondo posto del gruppo A e lasci tutti i tifosi italiani con il groppo in gola, in attesa di vivere un sogno che si consumera’ domani in tre spettacolari manches. Comunque terminera’, il “Nazioni” e’ semplicemente la GARA.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

fonte mxforum.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 17/09/2011, 23:18

2011 Monster Energy Motocross of Nations – saturday – Qualifying

MX1 Qualifying



MX2 Qualifying



MX3 Qualifying



fonte mxforum.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 11:06

Motocross Delle Nazioni, l'Italia è seconda dietro gli Usa
Come da pronostico il Motocross delle Nazioni si è aperto all'insegna dei piloti statunitensi, ma gli azzurri ipotecano il podio con il posto d'onore davanti a Francia, Belgio e Australia | M. Zanzani, St. Jean d'Angely


Immagine

l terzetto formato da Ryan Dungey, Ryan Villopoto e Blake Blagget è stato imbattibile nell'apertura della 65ª edizione della gara a squadre che chiude la stagione iridata. I tre piloti giunti da oltreoceano hanno infatti monopolizzato la giornata d'apertura della corsa francese, rimanendo in testa praticamente per tutti i giri disputati nelle tre classi. Solo Dungey nella MX1 ha dovuto dare fondo alla sua classe per scavalcare il battistrada Tony Cairoli nel corso del secondo giro, spremendosi a fondo per non soccombere di fronte alla pressione del neo cinque volte iridato siciliano.


Ce l'ha fatta, ma Tonino con un dito di una mano dolorante per una sassata è stato fortissimo ugualmente e non ha perso di vista l'ufficiale Suzuki fino al traguardo, dove è arrivato in scia all'avversario, preferendo rimandare l'affondo alla gara ufficiale. Gara strepitosa anche per Davide Guarneri, che nella classe Open ha corso con un mordente eccezionale prendendosi il lusso di scavalcare Gautier Paulin a cinque giri dalla fine e piazzarsi al posto d'onore staccato di sette secondi da Villopoto. Alex Lupino non è invece riuscito a fare meglio di 6° dopo aver rimontato tre posizioni.


Una buona premessa quindi per i portacolori di Maglia Azzurra, che si sono lasciati alle spalle i favoriti di casa, terzi grazie al 2° posto di Marvin Musquin nella MX2 e al 3° di Paulin, il Belgio e l'Australia forte del 4° posto di Chad Reed nella MX1 e del 5° di Brett Metcalfe nella Open.


Da notare che tyra le 36 nazioni presenti Grecia, Kuwait, Tailandia e Cina non si sono qualificate neppure per la gara riservata al gruppo B.


Motocross delle Nazioni
Qualifiche MX1
1. Ryan Dungey (USA, Suzuki), 23:46.461; ; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:01.308; 3. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), +0:46.425; 4. Chad Reed (AUS, Honda), +0:52.778; 5. Tyla Rattray (RSA, Kawasaki), +0:54.664; 6. Rui Goncalves (POR, Honda), +0:59.299; 7. Tanel Leok (EST, TM), +1:01.397; 8. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +1:01.570; 9. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +1:29.250; 10. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), +1:32.070; 11. Yoshitaka Atsuta (JPN, Suzuki), +1:34.254; 12. Antti Pyrhönen (FIN, Honda), -1 lap(s); 13. Günter Schmidinger (AUT, Honda), -1 lap(s); 14. Filip Neugebauer (CZE, Kawasaki), -1 lap(s); 15. Marcello Ferreira de Lima (BRA, Kawasaki), -1 lap(s); 16. Marvin Van Daele (BEL, Honda), -1 lap(s); 17. Martin Barr (IRL, KTM), -1 lap(s); 18. Herjan Brakke (NED, Yamaha), -1 lap(s); 19. Daniel Siegl (GER, KTM), -1 lap(s); 20. Nicolai Hansen (DEN, Suzuki), -1 lap(s); 21. Lauris Freibergs (LAT, Honda), -1 lap(s); 22. Toni Mulec (SLO, Suzuki), -1 lap(s); 23. Nenad Sipek (CRO, Yamaha), -1 lap(s); 24. Yves Furlato (SUI, Kawasaki), -1 lap(s); 25. Arunas Gelazninkas (LTU, Kawasaki), -1 lap(s); 26. Joel Doeksen (NZL, KTM), -1 lap(s); 27. Humberto Martin (VEN, Honda), -1 lap(s); 28. Viktor Gudbergsson (ISL, Suzuki), -2 lap(s); 29. Vasilis Siafarikas (GRE, Honda), -2 lap(s); 30. Atison Ruadreo (THA, Yamaha), -2 lap(s); 31. Luis M. Grana (PUR, Yamaha), -3 lap(s); 32. Jianhao Xu (CHN, Honda), -3 lap(s); 33. Fredrik Noren (SWE, Honda), -5 lap(s); 34. Roman Morozov (UKR, Kawasaki), -10 lap(s); 35. Meshari Abou (KUW, Suzuki), -13 lap(s); 36. Remi Nyegaard (NOR, Yamaha), -14 lap(s).


Qualifiche MX2
1. Blake Bagget (USA, Kawasaki), 24:45.804; ; 2. Marvin Musquin (FRA, KTM), +0:08.876; 3. Dean Wilson (GBR, Kawasaki), +0:11.331; 4. Ken Roczen (GER, KTM), +0:11.742; 5. Joel Roelants (BEL, KTM), +0:35.043; 6. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), +0:55.250; 7. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), +0:57.149; 8. Stefan Kjer Olsen (DEN, Yamaha), +1:09.391; 9. Jose Antonio Butron (ESP, KTM), +1:15.543; 10. Stuart Edmonds (IRL, TM), +1:16.750; 11. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +1:19.430; 12. Tim Gajser (SLO, KTM), +1:26.395; 13. Aleksandr Tonkov (RUS, Yamaha), +1:30.926; 14. Priit Rätsep (EST, Honda), +1:32.219; 15. Ludvig Söderberg (FIN, Kawasaki), +1:32.460; 16. Eduardo Ferreira de Lima (BRA, Kawasaki), +1:33.704; 17. Even Heibye (NOR, KTM), +1:34.666; 18. Paulo Alberto (POR, Suzuki), +1:39.109; 19. Davis Ivanovs (LAT, Kawasaki), +1:40.952; 20. Donny Bastemeijer (NED, Honda), +2:18.227; 21. Takuya Mihara (JPN, Kawasaki), -1 lap(s); 22. Filip Bengtsson (SWE, KTM), -1 lap(s); 23. John Phillips (NZL, Suzuki), -1 lap(s); 24. Marek Sukup (CZE, Kawasaki), -1 lap(s); 25. Hrvoje Karas (CRO, Yamaha), -1 lap(s); 26. Tommy Weeck (PUR, Kawasaki), -1 lap(s); 27. Andriy Burenko (UKR, Yamaha), -1 lap(s); 28. Carlos Badiali (VEN, Honda), -2 lap(s); 29. Eythor Reynisson (ISL, Suzuki), -2 lap(s); 30. Panagiotis Papilas (GRE, Honda), -2 lap(s); 31. Matt Moss (AUS, KTM), -2 lap(s); 32. Jie Yang (CHN, Honda), -2 lap(s); 33. Nerijus Rukstela (LTU, Suzuki), -3 lap(s); 34. Abdullah Hamed Alruwaih (KUW, Suzuki), -5 lap(s); 35. Jugkrit Suksripaisan (THA, Honda), -8 lap(s); 36. Shannon Terreblance (RSA, Honda), -12 lap(s).


Qualifiche Open
1. Ryan Villopoto (USA, Kawasaki), 24:46.792; ; 2. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), +0:07.704; 3. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:08.708; 4. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:09.677; 5. Brett Metcalfe (AUS, Suzuki), +0:11.170; 6. Gareth Swanepoel (RSA, Yamaha), +0:24.849; 7. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:26.038; 8. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:43.333; 9. Carlos Campano (ESP, Yamaha), +0:45.547; 10. Martin Michek (CZE, KTM), +0:52.961; 11. Luis Correia (POR, Yamaha), +0:54.398; 12. Brad Anderson (GBR, Honda), +0:56.853; 13. Gert Krestinov (EST, Kawasaki), +1:00.054; 14. Jimmy Albertson (PUR, Yamaha), +1:02.791; 15. Hiroaki Arai (JPN, Kawasaki), +1:10.105; 16. Antonio Jorge Balbi JR (BRA, Kawasaki), +1:19.232; 17. Ivo Steinbergs (LAT, Kawasaki), +1:21.581; 18. Kasper Lynggaard (DEN, Kawasaki), +1:23.465; 19. Tom Söderström (SWE, Suzuki), +1:24.981; 20. Sergey Astaykin (RUS, Kawasaki), +1:25.504; 21. Marcus Schiffer (GER, Suzuki), +1:32.527; 22. Klemen Gercar (SLO, KTM), +1:47.708; 23. Matthias Walkner (AUT, KTM), -1 lap(s); 24. Toni Eriksson (FIN, Kawasaki), -1 lap(s); 25. Vytautas Bucas (LTU, Honda), -1 lap(s); 26. Andreas Gultvedt (NOR, KTM), -1 lap(s); 27. Kieran Scheele (NZL, Suzuki), -1 lap(s); 28. Richard Bird (IRL, KTM), -1 lap(s); 29. Oleksandr Pashchynskyi (UKR, KTM), -1 lap(s); 30. Kari Jonsson (ISL, TM), -1 lap(s); 31. Trakarn Thangthong (THA, Yamaha), -1 lap(s); 32. Manolis Skivalos (GRE, Honda), -1 lap(s); 33. Danijel Bozic (CRO, KTM), -2 lap(s); 34. Chi Fung Lai (CHN, Honda), -3 lap(s); 35. Faisal Ben-Awadh (KUW, Suzuki), -4 lap(s); 36. Raimundo Trasolini (VEN, Honda), -8 lap(s).


Nazioni dopo le qualifiche
1 USA 2
1 3 VILLOPOTO, Ryan AMA Kawasaki Open
1 1 DUNGEY, Ryan AMA Suzuki MX1
(1) 2 BAGGET, Blake AMA Kawasaki MX2


2 Italia 4
2 15 GUARNERI, Davide FMI Kawasaki Open
2 13 CAIROLI, Antonio FMI KTM MX1
(6) 14 LUPINO, Alessandro FMI Husqvarna MX2


3 Francia 5
2 20 MUSQUIN, Marvin AMA KTM MX2
3 21 PAULIN, Gautier MCM Yamaha Open
(3) 19 POURCEL, Christophe FFM Kawasaki MX1


4 Belgio 9
4 6 STRIJBOS, Kevin FMB Suzuki Open
5 5 ROELANTS, Joel FMB KTM MX2
(16) 4 VAN DAELE, Marvin FMB Honda MX1


5 Australia 9
4 16 REED, Chad MA Honda MX1
5 18 METCALFE, Brett MA Suzuki Open
(31) 17 MOSS, Matt MA KTM MX2

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 13:25

MXoN 2011 - St. Jean D´Angely - Domenica LIVE
Il "Nazioni 2011" in diretta


I temporali notturni che si sono abbattuti sulla zona, non hanno creato problemi al tracciato di Saint Jean d´Angely, i raggi solari riescono a bucare quasi costantemente il cielo grigiastro che però a tratti lascia cadere un po´ di pioggia. La temperatura è fresca.

Finale B: E´ l´Irlanda a spuntarla, grazie alla vittoria di Martin Barr ed al quarto posto di Stuart Edmons a qualificarsi per il programma pomerifdiano.

Gara 1 (MX1+MX2): Inizia male per l’Italia il MXoN 2011, Tony Cairoli alla prima curve va in terra. Al comando Chad Reed, seguito da Bobryshev, Dungey, Searle, Rattray, Roczen, non parte bene Lupino. Cairoli si rialza e si getta all’inseguimento. Dungey supera Bobryshev, Roczen si porta in quarta posizione. Cairoli al quarto giro è già a metà gruppo ma cade malamente, danneggia la moto e deve ritirarsi. Roczen supera anche Bobryshev ed inizia piovere. Per qualche minuto un violento acquazzone si riversa sul tracciato e proprio nel momento in cui tutti calano il ritmo a causa della pista scivolosa, Roczen cambia marcia, agguanta Dungey, lo supera e raggiunge Reed. Torna il sole, il tracciato asciuga rapidamente ed il 450 fa di nuovo la differenza e Reed allunga. La moto di Lupino si spegne, non riparte più e purtroppo deve fermarsi, mettendo fine alle velleità del Team Italia. Reed vince, Roczen nel finale si difende da Dungey e chiude secondo davanti al pilota americano. Quarto e Searle, poi Rattray, Leok, Barragan, Musquin, Wilson, Roelants, Pourcel. Baggett del Team USA, cade e termina 17.
Classifica: Dopo la prima manche l’Inghilterra è al comando (13), la Francia è seconda (19), terza è l’Australia (20) a parimenrito con gli USA.

Gara 2 (MX2+Open): Velocissimo al via Jeffrey Herlings seguito da Ken Roczen, Gautier Paulin, poi Tonus Strijbos. Davide Guarneri è ottavo, partenza brutta per Lupino. Non parte bene Villopoto che comunque transita nono al primo passaggio, Baggett è nei 10, Musquin 14°. Paulin preme e si porta al secondo posto, poi attacca Herlings e si porta al comando della manche, Villopoto inizia a recuperare, ma il suo compagno di team si mette nei guai, cade e perde molto tempo prima si ripartire tra gli ultimi. Paulin prende un piccolo margine su Herlings che comunque non molla, Villopoto raggiunge Roczen e lo supera ma il tedesco risponde e torna davanti per qualche giro prima che l’americano riesca a superarlo di nuovo. Paulin vince, Herlings è secondo, Villopoto terzo, Roczen quarto, poi Strijbos, Swanepoel, Metcalfe, un ottimo Davide Guarneri, Campano, Tonus, Musquin. Baggett termina 17°, spettacolare caduta per Lupino che si cappotta ed appene la moto alle reti.
Classifica: Dopo la seconda manche Francia 31, USA, 40, Belgio 43 Germania 47, Gran Bretagna 54.

Gara 3 (MX1+Open): Parte al comando Ryan Dungey, ma Villopoto sfila via e si porta subito al comando, Bobryshev è secondo, Dungey terzo, poi Pourcel, Rattray, Metcalfe, Paulin, Reed, Guarneri. Non parte bene Cairoli con un problema alla mano dopo la caduta in gara 1. La sfortuna colpisce Pourcel che si ferma per l’uscita della ruota dal cerchio, Villopoto scivola, Bobryshev e ripassa, Cairoli si ferma per il dolore alla mano, Lupino si ribalta malamente. Villopoto allunga, Dungey si fa sotto a Bobryshev e guadagna la seconda posizione, Davide Guarneri risale, fino al quinto posto. Villopoto attende Dungey e tagliano insieme il traguardo, Rattray termina terzo, poi Searle, il nostro Davide Guarneri, Bobryshev, Reed, Paulin, Herlings, Metcalfe.
Classifica finale: Gli Stati Uniti vincono anche questa edizione del Motocross of Nations, al secondo posto la Francia, poi l'Australia.

Immagine

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 15:21

Non ho parole per la sfortuna che l?italia trova ad ogni Nazioni.....addirittura la rottura delle piastre del manubrio...che rogna...be almeno la francia non lo ha vinto magra consolazione
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 16:08

Ale ti consoli con poco .... avrei preferito la vittoria (fino al ritiro di Pourcel) STRAmeritata dei galletti.

BRAVI e sempre fortunati gli Americani, mentre per Noi è meglio stendere un velo pietoso.

Gara 1 Italia: La caduta di Cairoli al via ha danneggiato la moto (e la sua mano), Lupino paga carissimo l'affidabilità della sua Husquarna (che non riparte).
Gara 2 Italia: Quello che era lecito attendersi da Guarneri (forse qualche cosa in più) e l'altro ZERO di Lupino per un PRESUNTO errore di guida (si vede la moto volare, ma non si capisce il motivo).
Gara 3 Italia: Cairoli con una mano in disordine (e piena di antidolorifici) segna il QUARTO ZERO, Ottima la prova di Guarneri l'ultimo arrivato (per i problemi di DP19) e l'unico italiano SEMPRE a punti (nelle prime posizioni).

Si chiude una stagione piena di soddisfazioni e l'ennesimo rammarico per un Nazioni FALLITO (non mi aspettavo una vittoria Italiana, ma almeno un'onesto piazzamento e qualche acuto importante di manche).
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 16:20

jenk ha scritto:Ale ti consoli con poco .... avrei preferito la vittoria (fino al ritiro di Pourcel) STRAmeritata dei galletti.

BRAVI e sempre fortunati gli Americani, mentre per Noi è meglio stendere un velo pietoso.



E' solo un fattore di antipatia per la Francia non per altro, il loro valore in campo altissimo cmq :wink:
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 16:25

Il ritiro di Pourcel è un problema tecnico, ha distrutto gomma e mousse posteriore (sorprende che una guida pulita come la sua sia riuscito "nell'impresa").
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 16:42

MXON: VILLO-DUNGEY E IL TITOLO VA IN AMERICA

Immagine

17.10 - MAX NAZIONI GARA 3 - VILLOPOTO E DUNGEY RECUPERANO IL TITOLO - AMERICA IN CIMA AL MONDO

Senza Bagget in pista, l'America torna a recitare la voce grossa. Nella terza e conclusiva manche scendono in pista i pezzi da novanta. Bagget è l'anello debole della catena, ma quando dietro al cancello ci sono Villopoto e Dungey allora la musica cambia. I due fuoriclasse USA hanno un solo risultato utile: incamerare tre punti, tanto valgono un primo ed un secondo di manche. Detto, fatto.

Bobryshev si conferma straordinario interprete delle partenze, ma Villopoto e Dungey si incollano al russo della Honda. Un paio di tornate ed il pilota della Kawasaki si porta al comando. Altri due giri e Ryan scivola ed è costretto ad un nuovo inseguimento e ad un nuovo sopasso. Villopoto va in fuga e Dungey gli copre le spalle. Per gli USA è perfect race.

Dietro la Francia fa di tutto per rovinare quanto di buono costruito nelle prime due manche. Pourcel prende la via del box dopo aver giocato un jolly sulle whoops, Paulin non riesce a replicare la straordinaria prestazione della sua prima uscita. Chiuderà ottavo, un risultato che sommato al ritiro di Pourcel, non porta l'Equipe de France oltre la seconda piazza. Con USA e Francia sul podio il terzo posto lo guadagna l'Australia di Reed e Metcalfe, solo diciannovesima dopo la seconda manche.

E veniamo ai nostri. Cairoli parte con l'antidolorifico, sbaglia la partenza e dopo qualche giro si ritira. Guarneri invece corre una delle gare più belle della sua carriera. E' costantemente nel gruppo dei migliori ed al traguardo respinge gli attacchi di Bobryshev e Reed e chiude ottimo quinto.

Immagine

Villopoto, Dungey, Rattray, Searle, Guarneri, questi i primi cinque della terza e conclusiva manche. Stati Uniti, Francia e Brasile: questo invece il podio del fantastico Nazioni di St Jean d'Angely. L'America non eccelle per individualità, seppur Villopoto abbia dimostrato di cosa è capace, ma a livello di squadra gli yankees continuano ad essere di un altro pianeta. (Foto Sara Gutierrez)

15.40 - MX NAZIONI GARA 2 - GRANDE PAULIN FRANCIA IN TESTA

Una manche destinata ad entrare nella storia. Almeno per quel che riguarda il numeroso pubblico di St Jean. La Francia domina gara-2 e guida la classifica di un Nazioni che un giro dopo l'altro riserva sorprese. L'eroe della frazione Open-MX2 è Gautier Paulin, primo al termine di una straordinaria prova in cui si è difeso dagli attacchi di un determinatissimo Herlings. I due hanno corso praticamente in tandem per l'intero tempo regolamentare. A separarli, lo spazio di uno sbadiglio. Dietro, per un po' Roczen (250) ha dato l'impressione di poter stare con i due di testa. Ma nella seconda metà parte di gara ha dovuto difendersi da Villopoto. L'americano (partito male e costretto alla rimonta) ed il tedesco se le son date di santa ragione. Il duello è stato maschio, duro, ed è arrivato al contatto.

Con il terreno che via via si è asciugato, Villopoto si è preso il terzo posto prima di provare a sorprendere Herlings nel giro finale. Ma il tentativo del pilota della Kawasaki non ha sortito l'effetto sperato. Paulin, Herlings, Villopoto, Roczen: i quattro han chiuso nell'ordine davanti a Strijbos e Swanepoel.

Dei nostri corre un'ottima prova Gaurneri, ottavo al traguardo, mentre Lupino fa segnare l'ennesimo ritiro dopo una spettacolare caduta.

Dopo gara-2, Francia in testa (31 punti) e USA ad inseguire (40).

Immagine

14.36 - MX NAZIONI - GARA 1 REED - NAZIONI COMPROMESSO DOPO UNA SOLA MANCHE

I sogni dell'Italia svaniscono in pochi minuti. Alla prima curva dopo il via di gara-1 Cairoli si ritrova a terra. Si rialza, si accoda al gruppo ed in soli due giri la sua rimonta pare prendere corpo. Ma è poco più che un illusione. Tony cade ancora, e la seconda caduta ha conseguenze ben più gravi per il nostro team. Il siciliano prende la via del box con una moto malmessa ed una mano (la sinistra) dolorante. Il nostro Nazioni subisce forse definitivo colpo del KO quando anche Lupino, a metà circa del tempo regolamentare, sbaglia e finisce nel fango. La sua moto non riparte subito. Dopo solo venti minuti il risultato degli Azzurri è pesantemente compromesso.

Non rimane che guardare gli altri. Con Reed in fuga, Dungey che supera Bobryshev e si lancia all'inseguimento dell'australiano eppoi Roczen con i buoni della 450 a fare spettacolo. Tra i primi ci sono anche Pourcel e Searle. Il Nazioni sembra un discorso ristretto a USA, Francia ed Inghilterra. Ma le cose cambiano radicalmente quando la pioggia battente annaffia la pista di St Jean per dieci minuti buoni.

Bobryshev si perde, Dungey rallenta, Pourcel sbaglia. Sale in cattedra Roczen che superato l'americano della Suzuki si porta nella scia di Reed.

Piove e spiove ed il fondo cambia. Gli ultimi dieci minuti si corrono su una pista difficile da interpretare. Reed con prudenza porta la sua Honda prima al traguardo. Roczen vince la volata con Dungey ed è secondo, Searle e Rattray chiudono la top five. Musquin ottavo precede Wilson; Christopohe Pourcel non va oltre l'undicesima piazza mentre Bagget è solo diciassettesimo.

Dopo la prima manche l'Inghilterra guida con 13 punti; la Francia è seconda (19); Austrialia e USA sono terze (20).

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

blackman
Avatar utente
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 14/07/2011, 16:32
Località: Albignasego PD

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 16:54

forse forse, se tonino aveva il 450 con una pista così aveva più chance, mio parere ovviamente
www.endurostradali.it
www.radiatoripadova.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 16:58

blackman ha scritto:forse forse, se tonino aveva il 450 con una pista così aveva più chance, mio parere ovviamente

Sì, si sarebbe steso prima della prima curva :rotlf:

Battutaccia :oops:

Herlings ha dimostrato che il 350 se la poteva giocare con i 450 (come l'ha dimostrato Cairoli nelle prove, in gara non s'è visto .... PURTROPPO).

P.S. Sembra che per la MX1 2012 (SX e National AMA), KTM stia preparando il 450 monoalbero (per Dungey sicuro e forse per Cairoli).
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

superclod
Avatar utente
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 23/10/2009, 21:46
Località: Bologna

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 18:27

Che disfatta... :balls: :balls: :balls: :head: :head: :head:
SUPERCLOD - KTM exc 300 duettì

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 23:02

MXoN 2011 - Highlights della gara

il video delle tre manches


Già disponibili gli Highlights del Motocross delle Nazioni 2011.
Buona visione.



fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 18/09/2011, 23:11

Il Motocross delle Nazioni agli Usa, Italia 16ª
Mentre gli americani vincono per la 22ª volta, gli azzurri capitolano a causa delle cadute di Lupino ma soprattutto di Cairoli che si infortuna ad una mano


Immagine

Niente da fare: ancora una volta gli yankee hanno inchiodato tutti ritornando a casa con in mano la Coppa Chamberlain che premia i vincitori del Motocross delle Nazioni. Questa volta però non sono stati loro a vincere, ma i francesi a perdere visto che dopo la seconda manche la formazione di casa aveva 9 punti di vantaggio su quella degli Stati Uniti. Invece, nella manche decisiva, problemi alla ruota posteriore di Christophe Pourcel e una mediocre partenza nelle retrovie di Paulin Gautier ha gelato i tifosi di casa che si sono dovuti accontentare del posto d'onore davanti agli australiani.


Decisamente peggio è andata ai piloti di Maglia Azzurra, che dopo essere stati protagonisti delle qualifiche dove si erano piazzati alle spalle degli americani con uno sfavillante Tony Cairoli ed un Davide Guarneri in gran forma, hanno deluso le aspettative terminando solo sedicesimi a causa di quattro zeri su cinque risultati utili. In entrambe le manche è infatti caduto Alex Lupino, così come ha fatto Cairoli che al termine del rettifilo di partenza dopo essersi trovato tra i primi ha dovuto chiudere più del previsto la curva per l'arrivo degli avversari trovandosi con l'avantreno in un punto di fango molle col risultato di non poter evitare una balla di paglia. Ha ripreso a testa bassa con un ritmo forsennato, ma un'altra scivolata gli è stata fatale visto che oltre a non aver potuto continuare la gara per la rottura degli attacchi del manubrio ha poi scoperto di essersi fratturato scafoide e ulna sinistri, così da dover abbandonare la seconda manche dopo pochi giri perché anche gli antidolorifici non erano riusciti a contenere il male all'articolazione.


L'unico ad aver mandato in porto la gara è stato quindi Davide Guarneri, che ripescato all'ultimo momento per sostituire David Philippaerts è andato ben al disopra delle aspettative. Nelle qualifiche Open era infatti terminato secondo alle spalle di Ryan Villopoto e davanti a Paulin, e nelle due batterie è terminato prima 8° e poi 5° ottenendo un lusinghiero 4° posto assoluto che premia il suo impegno e la determinazione con cui ha corso sulla impegnativa pista francese.


Gli Usa hanno svettato grazie alle vittorie di classe di Ryan Dungey (MX1) e Ryan Villopoto (Open), mentre Blake Blaggett in entrambe le manche MX2 non è riuscito a fare meglio di 17°. Ben altra cosa rispetto al neo iridato Ken Roczen, che ha spiazzato tutti facendo sua la vittoria di classe con un 2° ed un 4° posto. A conferma che gli americani della 250 il prossimo anno avranno proprio un ospite scomodo….


Motocross delle Nazioni
MX1/MX2
1. Chad Reed (AUS, Honda), 35:52.640; 2. Ken Roczen (GER, KTM), +0:03.485; 3. Ryan Dungey (USA, Suzuki), +0:04.919; 4. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:21.469; 5. Tyla Rattray (RSA, Kawasaki), +0:30.845; 6. Tanel Leok (EST, TM), +0:32.870; 7. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), +0:38.278; 8. Marvin Musquin (FRA, KTM), +0:44.042; 9. Dean Wilson (GBR, Kawasaki), +0:57.674; 10. Joel Roelants (BEL, KTM), +0:58.484; 11. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), +1:21.135; 12. Rui Goncalves (POR, Honda), +1:28.626; 13. Yoshitaka Atsuta (JPN, Suzuki), +2:01.764; 14. Antti Pyrhönen (FIN, Honda), -1 lap(s); 15. Filip Neugebauer (CZE, Kawasaki), -1 lap(s); 16. Marvin Van Daele (BEL, Honda), -1 lap(s); 17. Blake Baggett (USA, Kawasaki), -1 lap(s); 18. Priit Rätsep (EST, Honda), -1 lap(s); 19. Matt Moss (AUS, KTM), -1 lap(s); 20. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), -1 lap(s); 21. Martin Barr (IRL, KTM), -1 lap(s); 22. Nicolai Hansen (DEN, Suzuki), -1 lap(s); 23. Donny Bastemeijer (NED, Honda), -1 lap(s); 24. Shannon Terreblance (RSA, Honda), -1 lap(s); 25. Stefan Kjer Olsen (DEN, Yamaha), -1 lap(s); 26. Stuart Edmonds (IRL, TM), -1 lap(s); 27. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), -1 lap(s); 28. Daniel Siegl (GER, KTM), -1 lap(s); 29. Herjan Brakke (NED, Yamaha), -1 lap(s); 30. Paulo Alberto (POR, Suzuki), -1 lap(s); 31. Takuya Mihara (JPN, Kawasaki), -1 lap(s); 32. Yves Furlato (SUI, Kawasaki), -1 lap(s); 33. Ludvig Söderberg (FIN, Kawasaki), -2 lap(s); 34. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), -4 lap(s); 35. Marek Sukup (CZE, Kawasaki), -8 lap(s); 36. Jose Antonio Butron (ESP, KTM), -9 lap(s); 37. Aleksandr Tonkov (RUS, Yamaha), -11 lap(s); 38. Günter Schmidinger (AUT, Honda), -11 lap(s); 39. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), -13 lap(s); 40. Antonio Cairoli (ITA, KTM), -17 lap(s).


MX2/Open
1. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), 34:14.392; ; 2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:02.424; 3. Ryan Villopoto (USA, Kawasaki), +0:02.813; 4. Ken Roczen (GER, KTM), +0:05.097; 5. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:19.281; 6. Gareth Swanepoel (RSA, Yamaha), +0:45.403; 7. Brett Metcalfe (AUS, Suzuki), +0:45.914; 8. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), +0:56.746; 9. Carlos Campano (ESP, Yamaha), +0:57.873; 10. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +1:07.283; 11. Marvin Musquin (FRA, KTM), +1:08.800; 12. Joel Roelants (BEL, KTM), +1:10.226; 13. Marcus Schiffer (GER, Suzuki), +1:29.611; 14. Brad Anderson (GBR, Honda), +1:34.483; 15. Luis Correia (POR, Yamaha), +1:36.571; 16. Martin Michek (CZE, KTM), -1 lap(s); 17. Blake Baggett (USA, Kawasaki), -1 lap(s); 18. Aleksandr Tonkov (RUS, Yamaha), -1 lap(s); 19. Jose Antonio Butron (ESP, KTM), -1 lap(s); 20. Matthias Walkner (AUT, KTM), -1 lap(s); 21. Donny Bastemeijer (NED, Honda), -1 lap(s); 22. Gert Krestinov (EST, Kawasaki), -1 lap(s); 23. Hiroaki Arai (JPN, Kawasaki), -1 lap(s); 24. Shannon Terreblance (RSA, Honda), -1 lap(s); 25. Kasper Lynggaard (DEN, Kawasaki), -1 lap(s); 26. Stuart Edmonds (IRL, TM), -1 lap(s); 27. Dean Wilson (GBR, Kawasaki), -1 lap(s); 28. Sergey Astaykin (RUS, Kawasaki), -1 lap(s); 29. Ludvig Söderberg (FIN, Kawasaki), -1 lap(s); 30. Stefan Kjer Olsen (DEN, Yamaha), -1 lap(s); 31. Takuya Mihara (JPN, Kawasaki), -1 lap(s); 32. Toni Eriksson (FIN, Kawasaki), -1 lap(s); 33. Paulo Alberto (POR, Suzuki), -2 lap(s); 34. Priit Rätsep (EST, Honda), -3 lap(s); 35. Richard Bird (IRL, KTM), -4 lap(s); 36. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), -6 lap(s); 37. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), -10 lap(s); 38. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), -11 lap(s).


MX1/Open
1. Ryan Villopoto (USA, Kawasaki), 34:51.718; ; 2. Ryan Dungey (USA, Suzuki), +0:00.465; 3. Tyla Rattray (RSA, Kawasaki), +0:05.182; 4. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:18.156; 5. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), +0:22.628; 6. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:24.594; 7. Chad Reed (AUS, Honda), +0:24.916; 8. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:25.740; 9. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:26.356; 10. Brett Metcalfe (AUS, Suzuki), +0:27.098; 11. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:27.229; 12. Tanel Leok (EST, TM), +0:29.650; 13. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:42.172; 14. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), +0:45.007; 15. Brad Anderson (GBR, Honda), +0:45.378; 16. Rui Goncalves (POR, Honda), +0:56.005; 17. Yoshitaka Atsuta (JPN, Suzuki), +1:18.588; 18. Gareth Swanepoel (RSA, Yamaha), +1:28.282; 19. Carlos Campano (ESP, Yamaha), +1:28.998; 20. Marvin Van Daele (BEL, Honda), +1:38.739; 21. Marcus Schiffer (GER, Suzuki), +1:43.683; 22. Matthias Walkner (AUT, KTM), +1:50.938; 23. Antti Pyrhönen (FIN, Honda), +1:52.757; 24. Martin Michek (CZE, KTM), -1 lap(s); 25. Luis Correia (POR, Yamaha), -1 lap(s); 26. Herjan Brakke (NED, Yamaha), -1 lap(s); 27. Filip Neugebauer (CZE, Kawasaki), -1 lap(s); 28. Gert Krestinov (EST, Kawasaki), -1 lap(s); 29. Martin Barr (IRL, KTM), -1 lap(s); 30. Kasper Lynggaard (DEN, Kawasaki), -1 lap(s); 31. Nicolai Hansen (DEN, Suzuki), -1 lap(s); 32. Toni Eriksson (FIN, Kawasaki), -1 lap(s); 33. Yves Furlato (SUI, Kawasaki), -2 lap(s); 34. Richard Bird (IRL, KTM), -2 lap(s); 35. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), -17 lap(s); 36. Günter Schmidinger (AUT, Honda), -17 lap(s); 37. Antonio Cairoli (ITA, KTM), -18 lap(s); 38. Daniel Siegl (GER, KTM), -19 lap(s).


FINALE
1 USA 26
2 France 39
3 Australia 44
4 Great Britain 46
5 Belgium 54
6 Rep. of South Africa 56
7 Germany 68
8 Spain 68
9 The Netherlands 81
10 Estonia 86
11 Portugal 98
12 Switzerland 108
13 Japan 115
14 Czech Republic 117
15 Russia 123
16 Italy 125

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 19/09/2011, 20:15

Trionfo USA. La Francia mastica amaro

Italia ko nonostante un grande Guarneri


Immagine

È finita con gli USA in trionfo e la Francia a masticare amaro questa edizione 2011 del Motocross delle Nazioni. Perché fino al via della terza e decisiva manche i francesi erano in testa alla classifica e i 68.000 spettatori accorsi a Saint Jean d'Angely già accarezzavano la seconda storica vittoria nel trofeo. Fino a quel momonto, infatti, gli statunitensi erano parsi tutt'altro che irresistibili con Dungey e Villopoto battuti nelle prime due manche da Reed e Paulin e con Bagget in difficoltà a tenere il ritmo dei migliori europei della MX2. Ma nella decisiva e tesissima terza manche, Villo e Dungey hanno inserito la modalità "winner" e se ne sono andati a vincere senza difficoltà, cogliendo un primo e un secondo posto di manche che ha significato la vittoria finale. Solo Pourcel a inizio manche ha saputo contrastare i due piloti americani, fino al ritiro dovuto a un problema alla gomma che ha in pratica chiuso i giochi per la vittoria. Terzo posto finale per l'Australia grazie alle buone prove di Reed, Metcalfe e Moss.
E l'Italia? Male, anzi malissimo. I sogni azzurri, motivati dal bel secondo posto della qualifica del sabato, svaniscono dopo pochi minuti. Il contemporaneo ritiro in avvio di Gara1 di Cairoli e Lupino compromette il Nazioni azzurro. Non va meglio nelle altre manche, portate a termine, e bene, dal solo Guarneri. La domenica nera di Tony Cairoli si è conclusa addirittura con la frattura dello scafoide della mano sinistra. Nella seconda caduta di Gara1 infatti, la rottura del manubrio lo ha costretto al ritiro, ma soprattutto gli ha procurato un forte trauma, con frattura dello scafoide alla mano sinistra, che lo ha fatto desistere dopo due giri della seconda manche.
Tony Cairoli:"Un peccato chiudere così la stagione. Alla prima curva, dopo un buono start, sono scivolato. Sono ripartito ultimo, quarantesimo e ho iniziato a rimontare. Ero ventesimo quando sono entrato troppo forte in curva e la moto prima si è infossata davanti e quando ho dato gas ho perso il posteriore. Nella caduta si è rotto il manubrio e ho preso una forte botta alla mano. I medici della clinica mobile mi hanno somministrato un antidolorifico, ma dopo due giri della seconda manche non riuscivo più a guidare e dopo gli accertamenti abbiamo scoperto che mi sono rotto."
Alessandro Lupino: "Stavo facendo una buona gara, avevo preso il ritmo dell'americano che mi era davanti quando dopo un triplo salto in salita ho avuto dei problemi alla moto che non sono riuscito a far ripartire. In Gara2 volevo riscattarmi, ero a metà gruppo ma anche in quell'occasione ho rotto il filo dell'accelleratore e sono stato costretto al ritiro".
Davide Guarneri: "A me interessava il risultato della squadra, tanto che non ho nemmeno visto il mio piazzamento finale nella Open. Se però devo giudicare la mia gara, sono contento della mia prova, ho lottato con i migliori e potevo fare meglio se ci fosse stato un terreno come quello di ieri. I miei ultimi risultati della stagione sono incoraggianti e spero che arrivi un buon team per il 2012 visto che al momento sono senza".

Gara1 (MX1-MX2) - Parte malissimo il Nazioni italiano: alla partenza Tony Cairoli è vittima di una caduta che lo relega in ultima posizione. Il siciliano, preso dalla foga di recuperare, riesce a risalire fino al ventiquattresimo posto quando un'altra caduta lo costringe al ritiro per un problema al manubrio della moto. È un brutto colpo per l'Italia, il jolly dello scarto è già stato giocato. Tutto, però, si compromette irrimediabilmente quando Alessandro Lupino, a metà gruppo al sesto giro, è costretto al ritiro per problemi alla moto dopo un salto. L'Italia assiste inerme al successo di Reed davanti a Roczen e Dungey. L'altro americano Bagget è diciassettesimo. I francesi chiudono, invece, ottavi con Musquin e undicesimi con Pourcel.

Gara2 (MX2-Open) - Davide Guarneri (Kawasaki Bud Racing) è autore di una gara solida, condotta con autorevolezza resistendo agli attacchi degli avversari, fra i quali l'americano Bagget e chiusa in ottava posizione. Purtroppo, però, arriva un'altra doccia fredda per l'Italia: Alessandro Lupino (Husqvarna Ricci Racing) a sei giri dal termine è costretto al ritiro, quando era diciannovesimo, per la rottura del filo dell'acceleratore. La manche è vinta da Paulin, su Herlings e Villopoto, per la gioia del pubblico di casa. La Francia a quel punto, infatti, è in testa alla classifica per Nazioni.

Gara3 (MX1-Open) - L'ultima manche ha tanto da dire per la vittoria finale, poco per l'Italia. Tony Cairoli (Ktm RedBull Teka Team Factory) sofferente, nonostante l'antidolorifico, per quelle che si scopriranno essere al termine della gara due fratture, allo scafoide e allo stiloide ulnare sinistro, parte a rilento e abbandona la gara dopo pochi giri. L'unica gioia arriva da Davide Guarneri (Kawasaki Bud Racing), che è bravissimo a risalire posizione dopo posizione fino al quinto posto finale. Gli USA partono alla grande con Villopoto e quando si ferma Pourcel, fino a quel momento autore di una bella prova condita da un bel sorpasso ai danni di Dungey, sanno di aver fatto loro l'ennesimo Chamberlain Trophy. Il finale è una passerella a stelle e strisce con l'arrivo a braccetto di Villopoto e Dungey per la delusione del pubblico di casa che si deve accontentare del secondo posto. Sul gradino più basso del podio sale con merito l'Australia.

Results Motocross of Nations

Race one, MX2 and MX1 : 1.Chad Reed (AUS, Honda) ; 2.Ken Roczen (GER, KTM) ; 3.Ryan Dungey (USA, Suzuki) ; 4.Tommy Searle (GBR, Kawasaki) ; 5.Tyla Rattray (AFS, Kawasaki) ; 6.Tanel Leok (EST, TM) ; 7.Jonathan Barragan (SPA, Kawasaki) ; 8.Marvin Musquin (FRA, KTM) ; 9.Dean Wilson (GBR, Kawasaki) ; 10.Joel Roelants (BEL, KTM) ; 11.Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki)….15.Filip Neugebauer (CZE, Kawasaki)….17.Blake Baggett (USA, Kawasaki) ; etc…

Race two, MX2 and Open : 1.Gautier Paulin (FRA, Yamaha) ; 2.Jeffrey Herlings (NED, KTM) ; 3.Ryan Villopoto (USA, Kawasaki) ; 4.Ken Roczen ; 5.Kevin Strijbos (BEL, Suzuki); 6.Gareth Swanepoel (AFS, Yamaha); 7.Brett Metcalfe (AUS, Suzuki); 8.Davide Guarneri (ITA, Kawasaki) ; 9.Carlos Campano (SPA, Yamaha); 10.Arnaud Tonus (SUI, Yamaha)….17.Blake Baggett

Race three, MX1 and Open : 1.Ryan Villopoto ; 2.Ryan Dungey ; 3.Tyla Rattray ; 4.Tommy Searle ; 5.Davide Guarneri ; 6.Evgeny Bobryshev (RUS, Honda) ; 7.Chad Reed ; 8.Gautier Paulin ; 9.Jeffrey Herlings ; 10. Brett Metcalfe….14.Jonathan Barragan; etc…. DNF: Christophe Pourcel, Hiroaki Arai.

Teams result: 1.USA (Baggett, Dungey, Villopoto), 26; 2.France (Musquin, Pourcel, Paulin), 39; 3.Australia (Moss, Reed, Metcalfe), 44; 4.Great Britain (Wilson, Searle, Anderson), 46; 5.Belgium (Roelants, Van Daele, Strijbos), 54; 6.South Africa (Terreblanche, Rattray, Swanepoel), 56; 7.Germany (Roczen, Siegl, Schiffer), 68; 8.Spain (Butron, Barragan, Campano), 68; 9.Netherlands (Bastemeijer, Brakke, Herlings), 81; 10.Estonia (Ratsep, Leok, Krestinov), 86; etc….

Classifica MX1: 1) Dungey 5p. 2) Rattray 8p. 3) Searle 8p.

Classifica MX2: 1) Roczen 6p. 2) Musquin 19p. 3) Roelants 22p.

Classifica Open: 1) Villopoto 4p. 2) Paulin 9p. 3) Herlings 11p. 4) Guarneri 13p.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 19/09/2011, 20:30

Cairoli: "L'Italia meritava di più"
E' stato un weekend che, con un sabato strepitoso, aveva fatto sognare l'Italia del Cross, ma poi le cose non sono andate come previsto. Cairoli ci spiega cos'è successo e in esclusiva la gallery della caduta


Immagine

Peggio di così non poteva andare...
"Un sabato buono e una domenica da dimenticare per l'Italia. L'unico che si è salvato e ha fatto due belle gare è stato Guarneri. Sia io che Lupino tra sfortuna e foga...


La prima caduta sono andato interno alla curva però era molle e ho perso il davanti. Poi sono ripartito ultimo, dopo quattro giri ero già sedicesimo, stavo recuperando forte però ho fatto qualche errore e alla fine ho perso il davanti e ho fatto un bel volo e ho battuto il polso. Poi non sono potuto ripartire perché la moto si era spenta.

L'infortunio si è poi rivelato più grave del previsto, ho provato a ripartire la seconda manche, ma le fratture mi terranno lontano per un po'".


Rimane una bellissima manche nelle qualificazioni.
"Sì, abbiamo fatto una bella gara, il ritmo era molto alto, ma il sabato conta poco. Speriamo di rifarci l'anno prossimo perché l'Italia merita di più".

Cairoli (AUDIO): "Un sabato buono e una domenica da dimenticare"

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 19/09/2011, 20:35

Traversini: "Potevamo dire la nostra"
Tanta sfortuna e qualche errore per il team italiano. Il manager degli Azzurri ci racconta il week-end del Cross delle Nazioni


Immagine

Il sabato non ha portato fortuna.
"Ci aspettavamo di più. La doppia caduta in gara1 lo ha tagliato fuori dalle sue manches. Lupino ha dovuto abbandonare anche lui tutte due le manches. Quattro manches non finite hanno ovviamente portato l’Italia nelle retrovie. L’unico che ha finito entrambe le gare è Guarneri che ha fatto un’ottima gara con un ottavo e un quinto. Ha fatto una grande gara. Sono molto contento della sua prestazione. Avevo paura che questa gara la sentisse troppo, invece ha portato fino in fondo due manches con molta maturità e determinazione".



La caduta di Cairoli sembra sia stata sfortuna.
"Era partito bene, ha girato stretto, ma ha trovato un po’ di fango, ha perso aderenza ed è caduto. Quando è caduto la seconda volta era 16esimo e ce la stava mettendo tutta. Forse la foga... e ha fatto un’altra caduta, un po’ più seria della prima e questa l’ha tagliato fuori da gara2".


Americani imbattibili?
"Nessuno pensava di poter battere gli americani. Anche se viste le gare hanno avuto anche loro qualche problema. Nella MX2 hanno fatto due 17esimi. Se non avessimo avuto quelle defaillance probabilmente potevamo dire la nostra. Non per la vittoria ma un podio poteva essere ampiamente alla nostra portata.


Adesso c’è un anno intero per digerire questa giornataccia. I nostri ragazzi hanno un intero campionato davanti e l’anno prossimo speriamo di fare meglio".

Traversini (AUDIO): "Un podio poteva essere ampiamente alla nostra portata”

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 19/09/2011, 20:36

MXON DAY AFTER CON CAIROLI DAL RADIOLOGO

Immagine

Antonio Cairoli si è sottoposto ad esame radiologico alla mano sinistra infortunata nella seconda caduta della prima manche del Nazioni francese. Il referto parla di microfratture a scafoide ma non solo. Riposo, meritatissimo... per il cinque volte iridato.

Il doppio stop di Lupino è stato determinato da un pickup difettoso in gara-1 mentre nella sua seconda uscita, Alessandro è finito nelle reti per un malfunzionamento del comando gas. La sua Husqvarna è rimasta accelerata!

Christophe Pourcel è stato costretto al ritiro nella sua seconda frazione perché ha stallonato il pneumatico posteriore. La scelta di utilizzare mousse molto morbide comporta certi rischi. Dopo avere passato Dungey ed essersi portato in seconda posizione il francese si è ritrovato con la ruota posteriore KO.

Ken Roczen chiude la stagione con un infortunio. Nulla di preoccupante ma nella gara di St Jean il tedeschino campione del mondo della MX2 si è procurato una distorsione al ginocchio. Forse anche per lui è giunto il tempo di un po' di riposo dopo la stressante stagione iniziata con il Supercross USA.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 20/09/2011, 20:59

Guarneri: "Dopo la prima manche di MX1 e 250 per noi era già finita"
E' l'unico italiano a punti al Nazioni ed ha dimostrato quanto sia veloce. Guarneri ci racconta la sua gara


Immagine

Eri venuto per fare il tappabuchi invece sei stato il migliore in assoluto.
“Sono contento, ho trovato una pista bella, non era bagnata troppo come al solito.
Già il sabato ho fatto secondo e ci siamo qualificati secondi dietro gli americani che, considerando anche la diversità di moto che hanno, non è male. Loro hanno delle moto di un altro livello.


Partita la prima manche della MX1 e 250 per noi era già finita. Cairoli e Lupino hanno fatto due zeri e la classifica era già andata, ma io ho comunque fatto lo stesso la mia gara. La prima manche con un po’ di pioggia non è stata facile e i primi giri è stata dura. Sono venuto su fino a l’ottavo posto e non era male, ma mi ha lasciato con l’amaro in bocca. Ho avuto anche un po’ di problemi di gomme. Infatti la seconda sono partito meglio, ottavo, e poi sono venuto su sfruttando anche qualche errore degli altri. Ho passato anche piloti che hanno contratti e nomi più altisonanti del mio e sono andato fino in quarta posizione. Gli ultimi giri per i doppiati ho perso una posizione e ho fatto quinto. Sfortunatamente è stata una brutta giornata per l’Italia: tutti ritiri. Tutti i tifosi italiani mi hanno fatto i complimenti e ho fatto una buona gara. Con i problemi che ho avuto quest’anno ho dimostrato che la mia velocità ancora c’è e avrò una cosa in più da raccontare ai nipoti”.


Questi americani sono saliti ancora sul podio.
“Soprattutto quando pioveva si è visto che non sono irresistibili. Però non sbagliano quasi mai, ha non ottime partenze, ottime moto e un ottimo ritmo gara. Se però guardi anche le dimensioni dell’America sarebbe come scegliere i migliori piloti di tutt’Europa.
Però loro hanno guidato bene, sono andati forte. Più però che per la velocità sono rimasto sorpreso di quanto poco abbiano sbagliato e quindi sono riusciti a portare un’altra volta a casa il titolo.
Loro hanno tre piloti tutti tre competitivi quindi battere una squadra così è difficile”.

Guarneri (AUDIO): "Sono molto contento della mia gara, peccato per gli altri”

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Pennywise
Avatar utente
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 26/10/2009, 9:34
Località: Levante Ligure

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 21/09/2011, 14:03







superclod
Avatar utente
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 23/10/2009, 21:46
Località: Bologna

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 22/09/2011, 17:58

Sicuramente un po' di sfortuna c'è stata, ma io dico che Cairoli e Lupino hanno affrontato la gara con troppa foga e hanno fatto degli errori clamorosi. Dalla sequenza fotografica si evince chiaramente che Tonino ha sbagliato la traiettoria della prima curva, stringandola troppo e la seconda caduta è stata causata dalla eccessiva foga della rimonta.
Il MXoN è un mondiale in gara unica e va affrontato con uno spirito diverso. Questo i piloti (soprattutto Cairoli) lo sanno bene, per questo non capisco la loro condotta. :(

Grandi complimenti, invece, a Guarneri, l'unico che ha affrontato la gara con la giusta mentalità...
SUPERCLOD - KTM exc 300 duettì

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motocross delle Nazioni 2011

Messaggio » 22/09/2011, 18:10

Troppa foga .... è essere riduttivi ma .... solo per Cairoli vale il discorso :wink:
Solo al MXoN inglese e Italiano ha chiuso una (delle due) gare, questo deve farlo riflettere :roll:

Lupino ha accusato problemi alla moto.
In gara 1 un contatto elettrico, in gara 2 il comando del gas rotto (moto restata accellerata).

Ovviamente per Guarneri la condotto di gara è stata esemplare, anche se già sapeva che poteva correre solo per la gloria personale.
Poteva anche osare di più e mettersi in mostra alla ricerca di un contratto per la prossima stagione (si dice KTM o TM :roll: ).
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Argor1981, Bing [Bot], BrainSpark, El Blanco, Freduk, gamma1, gargamella, Google [Bot], tommy64, Tose

SEO Search Tags

trasolini raimondo cmpione moto      Christophe Pourcel precede Philippaerts in Brasile      TONY CAIROLI SALTO      bib mousse motocross cos'è      caduta guarneri mx gp      cancelletto via di fuga rsa      conteggio punti mx1      distorsione ginocchio con motocross      dp19 nazioni Franciacorta      foto replica ktm trofeo nazioni cairoli      honda 450 bobryshev      honda bobryshev      il segno dei moster      immagini del segno delmonster      jeremy seewer      kawasaki cross delle nazioni 2010      ktm exc 250 cairoli      ktm motocross delle nazioni 2011      ktm sx 125 replica cairoli      la moto da cross di joel roelants quella che ci correva nel 2010 ktm 250      lupino motocross of nations      manubrio antonio cairoli      minicross 125 nuovi moster italiani      minicross monster      mondiale di motocross dungey      motocross forza azzurri      motocross nazioni 2012 tv      motocross per nazioni in tv      podio tony cairoli 2012      posizione dello scafoide      powered by phpBB ama motocross tv sch      prospettiva di antonio cairoli      public mondiale mx2      raimondo trasolini      sequenza caduta 2012 arnaud tonus      simboli moster      simbolo monster energy      strappo nel cielo di carta mattia pascal      suzuky dungey nazioni      toni cairoli salto ktm      trasolini raimondo campione moto      traversini thomas      usa motocross maglia      vendo maglietta da cross cairoli      via kasper albigna      zanzani primo      thomas traversini      foto cadute moto su fanga!      motocross tony      

cron