KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Mondiale Motocross 2011 - GP d'Europa

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Mondiale Motocross 2011 - GP d'Europa

Messaggioda jenk » 1 set 2011, 19:52

Cairoli vince il Mondiale se ...

Il pilota della KTM a Gaildorf potrebbe conquistare il titolo della MX1 con una prova d'anticipo


Immagine

Qualche giorno di vacanza per ricaricare le batterie e rilassarsi prima del Gran Premio più importante della stagione, quello d'Europa in programma domenica a Gaildorf, che potrebbe regalare il quinto mondiale, il terzo consecutivo in MX1, a Tony Cairoli.
In Germania il quattro volte campione del mondo potrebbe dunque raggiungere nel conto dei titoli della classe regina, la leggenda Stefan Everts, fermo a tre titoli mondiali nella categoria istituita nel 2004.
A contrastare Tony è rimasto solo Frossard, unico pilota che la matematica tiene ancora in gioco dopo l'uscita di scena per infortunio di Desalle.
Il francese è staccato di 82 lunghezze, dal leader, con 100 punti ancora in palio. Al campione in carica servirà dunque un quarto posto, o comunque 18 punti per fregiarsi del titolo.
Un'impresa sulla carta non difficile, ma come insegnano le corse non facile. Tony è infatti concentrato sull'obiettivo senza dare nulla per scontato. In terra tedesca cercherà di fare la sua gara senza pensare troppo al mondiale.
Con la pista di Gaildorf, Cairoli, ha un precedente positivo. Nel 2005, ultimo anno che il mondiale ha fatto tappa nella pista a pochi chilometri da Stoccarda, Tony, allora in MX2, vinse entrambe le manche e passò in testa al mondiale per poi rimanerci fino alla fine della stagione.

TONY VINCE IL MONDIALE SE:
Totalizza al termine delle due manche 18 punti (un quarto posto, oppure due dodicesimi posti), in caso di doppia vittoria di Frossard.
Se il francese dovesse totalizzare 47 punti (un primo e un secondo di manche) a Tony basterebbero 15 punti in due manche.
Solo 12 punti per arrivare al titolo nel caso il suo diretto rivale conquisti 44 punti.
10 punti per il mondiale qualora Frossard riesca a totalizzare 42 punti.

Tony potrebbe vincere il suo quinto mondiale al termine della prima manche, se:
Finisce quarto nel caso Frossard vinca la manche. In questo caso Tony perderebbe sette punti mantenendo 75 punti di vantaggio su 75 (a tre manche dalla fine) ancora in palio.
Nel caso Frossard finisca 2°, 3°, 4°, 5°, Tony per festeggiare in anticipo dovrebbe finire, a seconda del piazzamento dell'avversario: 6°, 8°, 11°, 12°.

NUMERI E STATISTICHE
25: l'eta di Tony, nato a Patti, Messina, il 23 settembre 1985
4 titoli mondiali conquistati fino a oggi da Cairoli (2005 e 2007 in MX2 2009 e 2010 in MX1)
42 Gp vinti (24 in MX2, 18 in MX1)
88 le manche vinte da Tony dal 2004 a oggi ( 34 le manche vinte in MX1)
122 Gran Premi disputati (6 in 125; 72 in MX2; 44 in MX1)
Primo Gp disputato: 2002 GP Belgio a Genk
Primo Gp vinto in carriera: Gp Belgio, Namur, MX2 anno 2004
Prima manche vinta in MX1: 2007 Gp Gran Bretagna, Donington Park al debutto nella classe regina. Dopo avere vinto il titolo MX2 aveva provato nella MX1, facendo subito doppietta. L'anno seguente però ha corso in MX2.
Primo Gp vinto in MX1: 2007 Gp Gran Bretagna, Donington Park
76 Podi: 33 in MX1 (18 Vittorie; 11 secondi posti; 4 terzi posti); 43 in MX2 (25 vittorie; 12 secondi posti; 6 terzi posti)
Costante: Confrontando gli anni mondiali, Tony, risulta evidente la costanza di risultati conseguita. A due prove dalla fine è sempre arrivato con un bottino superiore ai 500 punti. Nel 2005 aveva 522 a quattro manche dal termine, 590 nel 2007, 503 nel 2009, 578 nel 2010 e 509 quest'anno.
Classifica provvisoria mondiale 2011: 1.Cairoli 554; 2. Frossard 472; 3. Desalle 461; 4. Nagl 410; 5. Bobryshev 387;

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2011 - GP d'Europa

Messaggioda jenk » 2 set 2011, 21:43

Guarneri ci porta sulla pista di Gaildorf
Il "pota" ci racconta le difficoltà del tracciato tedesco. E' oggi meno veloce, ma presenta salti lunghissimi - come il triplo in salita - e curve in contropendenza molto difficili. Soprattutto se pioverà...


Immagine

Davide, ritorni a Gaildorf dopo sei anni, con un bel ricordo!
"Nel 2005 avevo fatto quarto assoluto, c'era un fango pazzesco, avevano dato l'allarme meteo in Germania allora! Ora il tracciato è più breve, la pista è stata molto modificata, ma il fondo è ancora molto duro. E' più corta e si gira al contrario. Sembra fatta bene, ben arata. La partenza presenta una curva a sinistra molto ampia e sicura. Si va poi in salita, leggera. La pista è su due colline. C'è un grosso panettone e poi un doppio in salita. Poi c'è un altro doppio davanti alle tribune. Sono due salti belli da fare e spettacolari. Dopo c'è un salto in discesa, una curva a destra di 90° e una serie di wave in salita lunghe e difficili.
Se sbagli velocità anche col 450 perdi secondi preziosi. Dopo c'è un curva a sinistra con doppia traiettoria. Non so dire quale sia la più veloce ora. Domani vedremo come si buca la pista, con due traiettorie ci sono buone possibilità di sorpasso. C'è poi una chicane in discesa con due o tre avvallamenti naturali.
Dopo la staccata, troviamo la curva in contropendenza. Qui se piove, sarà difficile! Affrontiamo poi un panettone semplice e una chicane molto veloce seguita da un piccolo doppio. Dopo una serie di curve si torna sulla parte alta del circuito dove si affronta una curva in contropendenza e una serie di salti grandi, compreso un triplo davvero lungo. Arriviamo infine al salto della finish line".

A vederla così sembra completa, c'è di tutto.
"Si, hanno aggiunto un po' di salti ma è una bella pista con tante situazioni e tante traiettorie. Dipende anche da come la bagneranno. Oggi è meno veloce e allineata alle nuove regole delle piste di moderne".

In bocca al lupo!
"Grazie, crepi!".

AUDIO Davide Guarneri "Venite con me in un giro virtuale sulla pista del GP d'Europa"

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2011 - GP d'Europa

Messaggioda jenk » 3 set 2011, 17:32

Ultime di mercato da Gaildorf
Le ultimissime dal paddock


Ultimissime di mercato dal GP di Gaildorf in Germania.
La notizia che girava nel paddock giovedì sera era di un clamoroso cambio di colori del team di Giacomo Gariboldi. E’ in avanzata fase di trattativa (ma le parti si parlano da oltre un anno) e sembra che tutto proceda con molta velocità, il passagio a Honda. E’ evidente che qualcosa con Yamaha si è rotto e che il manager lombardo sia intenzionato a voltare pagina. Appendiamo anche che il rapporto con Monster Energy è ottimo e dalle parole di Giacomo ci arriva un “io vorrei fare le Honda nere!”, quindi non sarebbe propriamente un cambio di colore ma di moto. Da indiscrezioni ci arriva anche qualche rumor che Monster potrebbe legarsi a Honda anche in MX1 e quindi le moto rosse/bianche potrebbe risentire di una influenza “black”. Ma se Monster decidesse di supportare il progetto Honda (ricordiamo che per il 2012 sono già pronti i prototipi MX1 e si sta lavorando altrettanto su quelli della MX2 per l’anno successivo), qualcuno potrebbe perdere il supporto…
Sul fronte piloti, nel mirino un pilota che possa essere con una certa costanza tra i primi e spuntano i nomi di Max Anstie e Blake Wharton. Non tutti e due ma almeno uno da affiancare ad un pilota “costante” e che possa sviluppare la moto. Si punta sull’americano che troverebbe le stesse moto e che prenderebbe il via prima sulle Honda Geico nel SX Lites costa Ovest per poi venire a correre il Mondiale. Qualora non si trovasse l’accordo, potrebbe arrivare Max Anstie, che comunque era dato per confermato con CLS. Il tutto dovrà essere deciso e sottoscritto entro il “Nazioni”.
Andato Paulin Gautier, in Yamaha Rinaldi per la MX2 arriva Christophe Charlier.

Suzuki ha firmato con un pilota in MX1 che affiancherà a Clement Desalle e nonostante non ci sia il comunicato è dato per certo che sia Tanel Leok.
Jonathan Barragan è dato con il Team di Kimi Raikkonen.
Dopo che aveva lasciato, Pourcel Senior ritorna a mettere insieme le forze per fa correre i figli: il prossimo anno Seb e Chris tornano al mondiale in sella a moto che dovrebbero essere quasi sicuramente Kawasaki.
Probabilmente entro domani sera altre news.

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2011 - GP d'Europa

Messaggioda trivella » 3 set 2011, 20:16

Uella come si muove il motomercato piloti :mrgreen:

E la TM chi prenderà se leok va via :?:
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it
Avatar utente
trivella
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29 mar 2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: Mondiale Motocross 2011 - GP d'Europa

Messaggioda jenk » 3 set 2011, 21:15

Ale quest'anno i "giochi" sono abbastanza fermi ....
l'unico top raider senza contratto era Paulin (che ha spuntato un'ingaggio faraonico dalla verdona).

Da una parte mi dispice che il team Gariboldi lasci la Yamaha dopo diversi anni.
Prima era toccato al team DeCarli, poi al team Ricci, ora il team Gariboldi ....
si vede che Yamaha (come per la SBK) ha ridotto drasticamente il badget (e aggiungo .... la voglia di credere nel fuoristrada).
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2011 - GP d'Europa

Messaggioda jenk » 3 set 2011, 21:20

Cairoli in scia a Pourcel
Il GP d'Europa si è aperto all'insegna di Pourcel, ma Tony è secondo e vede sempre più vicino il titolo. Smacco per Herlings, piegato all'ultimo giro da Roczen


Immagine

Tutto è pronto per il trionfo del Tonino nazionale, che nelle qualifiche di Gaildorf ha ottenuto in scioltezza un posto d'onore dietro a Christophe Pourcel confermando che anche senza prendere rischi ha tutte le carte in regola per dare in commiato al campionato con una prova in anticipo. Anche quella tedesca non è la sua preferita, Tony ha portato la sua KTM SX-F 350 al traguardo in seconda posizione dopo aver superato Shaun Simpson nella prima parte di gara, ed una volta dietro all'ex compagno di duelli nella MX2 ha deciso di non formare il ritmo per evitare situazioni di pericolo mantengo il proprio ritmo sufficiente per tenersi alle spalle Evgeny Bobryshev, rientrato dopo la pausa del GP di Gran Bretagna per l'infortunio ad una vertebra.

Un primo scontro con l'avversario del campionato Steven Frossard, sul quale il messinese è in vantaggio di 82 punti, di fatto è venuto a mancare causa una mediocre partenza che ha costretto il numero due del campionato ad una impegnativa rimonta sino alla quinta piazza. 10° invece Davide Guarneri, che ha mantenuto la posizione conquistata nelle prime battute di gara, e 16° Manuel Monni partito attorno alla 20ª posizione.

Decisamente appassionante la MX2, specie per il pubblico locale che ha tifato per tutto il tempo il capoclassifica Ken Roczen il quale ha rincorso dal primo all'ultimo giro il rivale in campionato nonché compagno di scuderia Jeffrey Herlings scavalcandolo un paio di curve prima del traguardo. Gara esaltante per Alex Lupino, che si è presentato in Germania così come il Michael Leib con una Husqvarna modificata nella parte termica e nettamente più performante. Il pilota laziale è così partito in quarta posizione, e motivato dalle prestazioni della sua moto ha tenuto duro finendo la gara 6°, tre posizioni prima del compagno di scuderia americano.

Nel frattempo il team ufficiale Yamaha ha confermato che nel 2012 al posto di Gautier Paulin, ingaggiato dalla Kawasaki per correre nella MX1, ci sarà Christophe Charlier. Il francese abbandona così il team Gariboldi, che la prossima stagione dovrebbe passare i colori della Honda, forse con Max Anstie come prima guida visto che dopo i problemi creati dal padre nel GP di Gran Bretagna il team Kawasaki CLS gli ha revocato il contratto da dopo l'ultimo gran premio di quest'anno. Il ruolo di squadra di riferimento per la Yamaha nella MX2 diventa quindi il team Bike It di Steve Dixon, che oltre a vestire i colori Monster Energy dovrebbe affiancare ai due piloti MX2 Zac Osborne e Arnaud Tonus un pilota nella classe regina che potrebbe essere Simpson.

GP d'Europa
Qualifiche MX1
1. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 24:33.890; ; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:04.988; 3. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:12.707; 4. Shaun Simpson (GBR, Honda), +0:14.692; 5. Steven Frossard (FRA, Yamaha), +0:21.411; 6. Rui Goncalves (POR, Honda), +0:25.385; 7. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), +0:25.786; 8. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:29.230; 9. Gregory Aranda (FRA, Kawasaki), +0:36.612; 10. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), +0:37.731; 11. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), +0:47.397; 12. Carlos Campano Jimenez (ESP, Yamaha), +0:53.382; 13. Marcus Schiffer (GER, Suzuki), +0:57.593; 14. Anthony Boissiere (FRA, Yamaha), +1:01.979; 15. Tanel Leok (EST, TM), +1:03.284; 16. Manuel Monni (ITA, Honda), +1:05.189; 17. Tom Church (GBR, KTM), +1:18.282; 18. Kasper Lynggaard (DEN, Kawasaki), +1:21.780; 19. Nicolai Hansen (DEN, Suzuki), +1:24.035; 20. Antti Pyrhönen (FIN, Honda), +1:29.377; 21. Günter Schmidinger (AUT, Honda), +1:32.317; 22. Cody Cooper (NZL, Suzuki), +1:38.031; 23. Herjan Brakke (NED, Yamaha), +1:39.388; 24. Matthias Walkner (AUT, KTM), +1:40.434; 25. Maik Schaller (GER, KTM), +1:49.214; 26. Alex Snow (GBR, Kawasaki), +2:00.841; 27. Toni Eriksson (FIN, Kawasaki), -1 lap(s); 28. Dimitry Parshin (RUS, Honda), -1 lap(s); 29. Jeremy Delince (BEL, KTM), -1 lap(s); 30. Alfie Smith (GBR, Aprilia), -1 lap(s); 31. Jens Voss (GER, Kawasaki), -1 lap(s); 32. Ivo Steinbergs (LAT, Kawasaki), -1 lap(s); 33. Skatty Bihlmaier (GER, Yamaha), -2 lap(s); 34. Maximilian Nagl (GER, KTM), -3 lap(s);

Qualifiche MX2
1. Ken Roczen (GER, KTM), 24:36.067; ; 2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:03.114; 3. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:12.890; 4. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:16.571; 5. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:17.161; 6. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), +0:37.705; 7. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +0:46.952; 8. Nicolas Aubin (FRA, KTM), +0:53.561; 9. Michael Leib (USA, Husqvarna), +1:02.534; 10. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +1:07.164; 11. Joel Roelants (BEL, KTM), +1:12.783; 12. Max Anstie (GBR, Kawasaki), +1:28.481; 13. Julien Lieber (BEL, KTM), +1:32.658; 14. Antonio Jose Butron Oliva (ESP, KTM), +1:33.544; 15. Jake Nicholls (GBR, KTM), +1:33.848; 16. Jordi Tixier (FRA, KTM), +1:35.721; 17. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), +1:38.715; 18. Ivo Monticelli (ITA, Honda), +1:40.699; 19. Mike Kras (NED, Suzuki), +1:41.113; 20. Petar Petrov (BUL, Yamaha), +1:57.139; 21. Even Heibye (NOR, KTM), +2:02.483; 22. Nikolaj Larsen (DEN, KTM), +2:14.672; 23. Roberts Justs (LAT, Honda), -1 lap(s); 24. Giacomo Del Segato (ITA, KTM), -1 lap(s); 25. Dennis Baudrexl (GER, KTM), -1 lap(s); 26. Jordan Booker (GBR, KTM), -1 lap(s); 27. Ludvig Söderberg (FIN, Kawasaki), -1 lap(s); 28. Mihail Cociu (MDA, Honda), -1 lap(s); 29. Sean Mitchell (ZIM, KTM), -1 lap(s); 30. Penjan Thanarat (THA, Kawasaki), -1 lap(s); 31. Viacheslav Golovkin (RUS, Kawasaki), -1 lap(s); 32. Nick Triest (BEL, KTM), -2 lap(s); 33. David Adam (FRA, Yamaha), -4 lap(s); 34. Jernej Irt (SLO, Suzuki), -12 lap(s).

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2011 - GP d'Europa

Messaggioda jenk » 4 set 2011, 16:39

GP Europa 2011 - Gaildorf Live
Segui la gara in diretta


L’ultima volta che a Gaildorf si è corso un GP era il 2005: dopo sei anni si torna quindi in questa bellissima zona della Germania dove pratoni enormi in contropendenza si alternano a piccoli boschi che delimitano il paesaggio. Per l’occasione in tracciato si è rinnovato totalmente, si gira al contrario, il fondo è stato fresato ma indubbiamente si compatterà e si formeranno profondi canali all’altezza delle curve. Da Gaildorf dovrebbe uscire il Campione del Mondo MX1 e per la gioia degli Italiani dovrebbe essere Tony Cairoli: a Tony mancano solo 18 punti (un quarto posto) per laurearsi Campione del Mondo, quindi è possibile che dopo la prima manche il titolo sia già assegnato. Più complicata la situazi0one per Roczen che dove guadagnare su Herlings sette punti in questo GP.
Ultime news: Si rivede in pista Evgeny Bobryshev che ha ricevuto il benestare del medico per tornare in moto. Il pilota Honda ora indossa un collare ed ha detto di essere rimasto molto colpito dall’infortunio patito. Finalmente arrivano le tanto attese modifiche alla Husqvarna: durante le prove la moto suonava decisamente meglio, aspettiamo la gara per vedere se arriva il risultato.

Qualifiche del sabato: il più veloce al via della MX2 è Paulin, seguono Herlings, Roczen e Lupino. Herlings e Roczen superano Paulin nei primi giri, Lupino cede solo a Searle e Tonus, Roczen agguanta Herlings negli ultimi due giri. In MX1 è Simpson a scattare al comando, Pourcel è alle sue spalle poi Cairoli, Boog. Pourcel prende il comando nel corso del quarto giro e va a vincere, Cairoli recupera su Simspon, risale fino a terzo posto Bobryshev. Nagl si ferma per un guasto alla moto.

Domenica: Nella notte è caduta un po' di pioggia che ha rinfrescato ed ha bagnato il tracciato rendendolo perfetto.

Prima manche MX2: Jeffrey Herlings prende il comando dopo un errore di Roczen, alle sue spalle Tonus, Paulin, van Horebeek, Roczen si accoda ma attacca subito, resta coinvolto in una caduta subito dopo il via Alex Lupino. Al quarto giro Herlings cade, Roczen attacca e si porta al comando. Dietro ad tedesco Tonus, Paulin, Herlings e Searle. Lupino ha finalmente una moto che lo supporta e recupera come una furia. Roczen vince al secondo posto termina Searle, poi Tonus, Paulin, Herlings, Aubin, ottimo settimo Leib, Roelants, Nicholls, anstie ed undicesimo Lupino autore di una bellissima gara. A punti Ivo Monticelli 16°.

Prima manche MX1: Evgeny Bobryshev mette le ruote davanti a Xavier Boog già dopo due curve, alle loro spalle Frossard, Strijbos, Goncalves, Schiffer, Pourcel cade malamente nel corso del primo giro, Cairoli transita nei 10. Bobryshev allunga su Boog, Nagl risale e supera Cairoli. Frossard cade nello stesso punto in cui si è cappottato Pourcel e si ritira, Bobrysghev vince, Boog è secondo, Cairoli recupera posizioni, si porta in terza posizione ed è CAMPIONE del MONDO MX1 2011!!!

Seconda manche MX2: Jeffrey Herlings non è intenzionato a fare nessuno sconto a Ken Roczen al quale mancano una manciata di punti per vincere il titolo. L’olandese parte al comando seguito da Roczen che non guida come al solito (è evidente la tensione). Searle passa il tedesco che però recupera la posizione, ma il pilota della Kawasaki ha qualcosa in più e si porta al comando, togliendo dei punti a Herlings. Searle vince, secondo è Herlings, poi Roczen che è il Campione del Mondo MX2 2011. Al quarto posto chiude Tonus, quinto Anstie, poi Paulin, che cade nel finale, Roelants ed un ottimo Lupino. Ancora qualchge punticino per Monticelli 18°.

Seconda manche MX1: Scatta al comando Christophe Pourcel, alle sue spalle Bobryshev, Boog, Goncalves, Simpson Cairoli. Pourcel forza subito e scappa via, Cairoli inizia a recuperare con la solita progressione, fino a portarsi al secondo posto. Nagl in recupero, centra Guarneri ed entrambi finioscono a terra, il pilota KTM riparte ma nel corso della manche commette un altro errore e cade ancora. A Pourcel viene tutto facile e vince la seconda manche, alle sue spalle Cairoli, poi un ottimo Boissiere in recupero, poi Goncalves, Strijbos, Boog, Simpson e Bobryshev che nel finale a causa dello stop forzato dopo l’infortunio cala e commette anche un errore avvolgendo un bel pezzo di rete verde.

Immagine

Immagine

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2011 - GP d'Europa

Messaggioda jenk » 4 set 2011, 20:04

Cairoli e Roczen campioni del mondo
Al termine di una giornata esaltante i due ufficiali KTM si sono aggiudicati rispettivamente il titolo MX1 e MX2 con una prova in anticipo


Immagine

Con un 3° ed un 2° posto che gli sono valsi la vittoria del GP Antonio Cairoli ha chiuso le sorti del campionato aggiudicandosi il suo 5° titolo iridato. Un evento annunciato, visto che gli 82 punti di vantaggio su Steven Frossard con cui era arrivato alla 14ª tappa gli permettevano di assicurarsi la tabella di campione anche con una posizione di retrovia. Invece ha fatto le cose alla grande, centrando il terzo posto nella prima manche e tagliando al posto d'onore dietro a Christophe Pourcel quella successiva dove dopo aver recuperato alcune posizioni si è accontentato di amministrare il secondo posto che gli avrebbe assicurato il titolo.


Anche perché il rivale Frossard nella prima manche era stato protagonista di una violenta caduta che lo ha costretto al ricovero in ospedale per verificare se la botta presa alla cassa toracica aveva avuto delle serie conseguenze, che fortunatamente non si sono avverate. Cairoli ha quindi relegato alle sue spalle un grande Evgeny Bobryshev, che al suo rientro dopo l'infortunio alla vertebra C7 si è addirittura imposto nella prima manche, e il sorprendente Xavier Boog autore di due partenze al fulmicotone. Caduto nella seconda manche dopo essere stato colpito da Max Nagl, Davide Guarneri ha chiuso solo la prima manche in settima posizione; 13° Manuel Monni.


Ken Roczen ha regalato alla KTM il suo primo titolo Mondiale supportato da un tifo pazzesco dei tifosi locali, imponendosi in Gara 1 e terminando 3° nella successiva, che ha registrato la vittoria di Tommy Searle il quale si è anche aggiudicato il gran premio. Solo 3° Jeffrey Herlings che si è dovuto piegare alla superiorità del compagno di squadra.


GP d'Europa
Assoluta MX1
1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 42 p.; 2. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 38 p.; 3. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 37 p.; 4. Rui Goncalves (POR, Honda), 33 p.; 5. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), 32 p.; 6. Anthony Boissiere (FRA, Yamaha), 31 p.; 7. Maximilian Nagl (GER, KTM), 29 p.; 8. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 25 p.; 9. Gregory Aranda (FRA, Kawasaki), 25 p.; 10. Shaun Simpson (GBR, Honda), 24 p.; 11. Marcus Schiffer (GER, Suzuki), 17 p.; 12. Carlos Campano Jimenez (ESP, Yamaha), 16 p.; 13. Manuel Monni (ITA, Honda), 15 p.; 14. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), 14 p.; 15. Matthias Walkner (AUT, KTM), 12 p.; 16. Tanel Leok (EST, TM), 12 p.; 17. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), 9 p.; 18. Kasper Lynggaard (DEN, Kawasaki), 8 p.; 19. Ivo Steinbergs (LAT, Kawasaki), 6 p.; 20. Günter Schmidinger (AUT, Honda), 6 p.; 21. Antti Pyrhönen (FIN, Honda), 4 p.; 22. Alex Snow (GBR, Kawasaki), 3 p.; 23. Herjan Brakke (NED, Yamaha), 2 p.; 24. Nicolai Hansen (DEN, Suzuki), 1 p.; 25. Tom Church (GBR, KTM), 1 p.


Campionato MX1 dopo la 14.a prova
1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 596 p.; 2. Steven Frossard (FRA, Yamaha), 472 p.; 3. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 461 p.; 4. Maximilian Nagl (GER, KTM), 439 p.; 5. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 425 p.; 6. Rui Goncalves (POR, Honda), 404 p.; 7. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 309 p.; 8. David Philippaerts (ITA, Yamaha), 308 p.; 9. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), 288 p.; 10. Ken de Dycker (BEL, Honda), 268 p.; 11. Tanel Leok (EST, TM), 259 p.; 12. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), 257 p.; 13. Steve Ramon (BEL, Suzuki), 229 p.; 14. Shaun Simpson (GBR, Honda), 210 p.; 15. Anthony Boissiere (FRA, Yamaha), 208 p.; 16. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), 176 p.; 17. Gregory Aranda (FRA, Kawasaki), 109 p.; 18. Carlos Campano Jimenez (ESP, Yamaha), 99 p.; 19. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 94 p.; 20. Marcus Schiffer (GER, Suzuki), 77 p.; 21. Matthias Walkner (AUT, KTM), 60 p.; 22. Marc de Reuver (NED, Yamaha), 55 p.; 23. Manuel Monni (ITA, Honda), 48 p.; 24. Günter Schmidinger (AUT, Honda), 46 p.; 25. Brad Anderson (GBR, Honda), 38 p.; 26. Jason Dougan (GBR, Yamaha), 26 p.; 27. Christian Craig (USA, Honda), 21 p.; 28. Herjan Brakke (NED, Yamaha), 20 p.; 29. Marvin Van Daele (BEL, Honda), 17 p.; 30. Ivo Steinbergs (LAT, Kawasaki), 17 p.; 31. Benjamin Townley (NZL, Kawasaki), 15 p.; 32. Gert Krestinov (EST, Kawasaki), 15 p.; 33. Loic Leonce (FRA, Aprilia), 15 p.; 34. Billy Mackenzie (GBR, Kawasaki), 14 p.; 35. Tom Church (GBR, KTM), 12 p.; 36. Martin Barr (GBR, KTM), 11 p.; 37. Kasper Lynggaard (DEN, Kawasaki), 8 p.; 38. Kevin Wouts (BEL, Kawasaki), 8 p.; 39. Luis Correia (POR, Yamaha), 7 p.; 40. Antonio Jorge Balbi (BRA, Kawasaki), 6 p.; 41. Roberto Castro Miranda (CRC, Honda), 5 p.; 42. Antti Pyrhönen (FIN, Honda), 4 p.; 43. Alex Snow (GBR, Kawasaki), 4 p.; 44. Remi Nyegaard (NOR, Yamaha), 3 p.; 45. Hugo Basaula (POR, Kawasaki), 3 p.; 46. Weston Peick (USA, Kawasaki), 3 p.; 47. Santtu Tiainen (FIN, Kawasaki), 3 p.; 48. Jeremy Delince (BEL, KTM), 2 p.; 49. Yentel Martens (BEL, KTM), 2 p.; 50. Joao Paulino da Silva (BRA, Honda), 2 p.; 51. Milko Potisek (FRA, Honda), 2 p.; 52. Kim Lindström (SWE, Yamaha), 2 p.; 53. Nicolai Hansen (DEN, Suzuki), 1 p.; 54. Stuwey Reijnders (NED, Suzuki), 1 p.; 55. Luis Correa (ARG, Kawasaki), 1 p.; 56. Alvaro Lozano Rico (ESP, Yamaha), 1 p.; 57. Cedric Lieber (BEL, KTM), 1 p.; 58. Cedric Soubeyras (FRA, KTM), 1 p.


Assoluta MX2
1. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 47 p.; 2. Ken Roczen (GER, KTM), 45 p.; 3. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 38 p.; 4. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), 38 p.; 5. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), 33 p.; 6. Max Anstie (GBR, Kawasaki), 27 p.; 7. Joel Roelants (BEL, KTM), 27 p.; 8. Nicolas Aubin (FRA, KTM), 27 p.; 9. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), 23 p.; 10. Antonio Jose Butron Oliva (ESP, KTM), 19 p.; 11. Jordi Tixier (FRA, KTM), 18 p.; 12. Petar Petrov (BUL, Yamaha), 16 p.; 13. Michael Leib (USA, Husqvarna), 14 p.; 14. Jake Nicholls (GBR, KTM), 12 p.; 15. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), 9 p.; 16. Nick Triest (BEL, KTM), 8 p.; 17. Ivo Monticelli (ITA, Honda), 8 p.; 18. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), 7 p.; 19. Even Heibye (NOR, KTM), 7 p.; 20. Julien Lieber (BEL, KTM), 7 p.; 21. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 6 p.; 22. Mike Kras (NED, Suzuki), 3 p.; 23. Ludvig Söderberg (FIN, Kawasaki), 2 p.; 24. Dennis Baudrexl (GER, KTM), 1 p.


Campionato MX2 dopo la 14.a prova
1. Ken Roczen (GER, KTM), 635 p.; 2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 585 p.; 3. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 526 p.; 4. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), 458 p.; 5. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), 391 p.; 6. Max Anstie (GBR, Kawasaki), 369 p.; 7. Zachary Osborne (USA, Yamaha), 295 p.; 8. Harri Kullas (FIN, Yamaha), 287 p.; 9. Nicolas Aubin (FRA, KTM), 269 p.; 10. Joel Roelants (BEL, KTM), 253 p.; 11. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), 212 p.; 12. Jake Nicholls (GBR, KTM), 205 p.; 13. Jordi Tixier (FRA, KTM), 189 p.; 14. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), 147 p.; 15. Antonio Jose Butron Oliva (ESP, KTM), 147 p.; 16. Petar Petrov (BUL, Yamaha), 140 p.; 17. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 139 p.; 18. Valentin Teillet (FRA, Suzuki), 125 p.; 19. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), 102 p.; 20. Nick Triest (BEL, KTM), 95 p.; 21. Glenn Coldenhoff (NED, Yamaha), 90 p.; 22. Matiss Karro (LAT, Honda), 71 p.; 23. Mike Kras (NED, Suzuki), 65 p.; 24. Michael Leib (USA, Husqvarna), 37 p.; 25. Ludvig Söderberg (FIN, Kawasaki), 37 p.; 26. Nikolaj Larsen (DEN, KTM), 34 p.; 27. Elliott Banks-Browne (GBR, Honda), 23 p.; 28. Even Heibye (NOR, KTM), 21 p.; 29. Filip Bengtsson (SWE, KTM), 20 p.; 30. Valentin Guillod (SUI, KTM), 20 p.; 31. Julien Lieber (BEL, KTM), 20 p.; 32. Marvin Musquin (FRA, KTM), 17 p.; 33. Travis Baker (USA, Honda), 16 p.; 34. Steven Lenoir (FRA, Yamaha), 16 p.; 35. Loic Larrieu (FRA, KTM), 15 p.; 36. Ivo Monticelli (ITA, Honda), 15 p.; 37. Hector Assuncao de Freitas (BRA, Honda), 14 p.; 38. Lars Oldekamp (GER, KTM), 12 p.; 39. Scott Champion (USA, Honda), 9 p.; 40. David Adam (FRA, Yamaha), 9 p.; 41. Jean Ramos (BRA, Honda), 8 p.; 42. Priit Rätsep (EST, Honda), 7 p.; 43. Petr Smitka (CZE, TM), 7 p.; 44. Roberts Justs (LAT, Honda), 6 p.; 45. Bence Svoboda (HUN, KTM), 5 p.; 46. Jordan Booker (GBR, KTM), 4 p.; 47. Simone Zecchina (ITA, Suzuki), 4 p.; 48. Thales Villardi (BRA, KTM), 3 p.; 49. Giacomo Del Segato (ITA, KTM), 3 p.; 50. Eduardo Ferreira de Lima (BRA, Kawasaki), 3 p.; 51. Andrea Cervellin (ITA, Husqvarna), 2 p.; 52. Dennis Baudrexl (GER, KTM), 2 p.; 53. Davis Ivanovs (LAT, Kawasaki), 1 p.; 54. Dakota Tedder (USA, Kawasaki), 1 p.; 55. Tevin Tapia (USA, KTM), 1 p.; 56. Lewis Tombs (GBR, Honda), 1 p.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2011 - GP d'Europa

Messaggioda jenk » 5 set 2011, 22:08

Cairoli vince il Gran Premio ed è campione del mondo per la quinta volta, terza in MX1. A Searle la vittoria in MX2

Immagine

Metà manche con il fiato in gola, intento a recuperare. La restante parte di gara da campione del mondo, per la quinta volta, la terza consecutiva in MX1. Le due facce della prima manche di Tony Cairoli sono presto sintetizzate. Su di un tracciato duro e viscido in alcuni punti, Tony, ha badato a non commettere errori. È scattato undicesimo, mentre Frossard, unico in grado di impensierirlo nella classifica era terzo. Il recupero verso il podio è stato ponderato, poi quando Frossard è caduto, Tony ha iniziato a rimontare. Era già settimo al momento dell'uscita di scena del francese e virtualmente campione. Poi è diventato campione con certezza. Non si è però accontentato. Ha recuperato fino alla terza posizione finale dietro Bobryshev e Boog passando nel finale il compagno Nagl. Minuti di gara interminabili, finiti con l'urlo liberatorio e l'abbraccio con tutto il team che lo attendeva dopo il traguardo.

"Meraviglioso. Cinque volte campione del mondo. È una sensazione stupenda". Ha raccontato Tony, visibilmente emozionato a fine manche, mentre festeggiava con il team. "Dedico il successo alla squadra che ha lavorato benissimo, a mia mamma che non sta bene e che spero torni presto a vedermi, ai miei famigliari e a tutti i miei tifosi che sono venuti qui e quelli che mi hanno seguito da casa. Sono partito cauto. La pista era difficile e ho badato ad aumentare il ritmo per gradi. Bellissimo. Ho vinto il titolo e mi sono riconfermato, nonostante la stagione sia iniziata con l'infortunio al ginocchio in Bulgaria e poi ho avuto alcuni alti e bassi. Quando ho visto Frossard fuori, a quel punto ero campione, ma per non perdere la concentrazione e guadagnare punti importante per la classifica del GP, ho continuato a tirare e sono riuscito a recuperare fino al terzo posto."
Il sorriso di Tony, i suoi occhi pieni di gioia, la commozione del padre e del team. Gli ultimi giri a gas spalancato e il saluto a ogni giro ai meccanici con la mano aperta mentre festeggiava solitario in sella, prima di urlare di gioia. Sono queste le prime cartoline di una giornata indimenticabile. E sono cinque! Nella seconda manche, scattato settimo, Tony con il passare dei giri ha rimontato fino al secondo posto. Nel mentre Bobryshev perdeva terreno scendendo all'ottavo posto. In virtù dunque del secondo posto, il campione del mondo ha conquistato anche il Gran Premio d'Europa, il 43° della sua carriera.
"Bellissimo vincere il Mondiale e il Gran Premio. Non poteva andare meglio. Sono partito cauto cercando di non commettere errori e poi nel finale ho accelerato il passo e sono riuscito a finire secondo, posizione che mi è valsa la vittoria di gara alla quale tenevo molto perché per me questo GP è stato più difficile di quello di Lommel. Apparirà strano, ma è così. Io preferisco la sabbia al terreno duro."
E adesso c'è Fermo.
"Spero vengano in tanti domenica prossima a vedermi a Fermo per fare una grande festa con i tifosi. Io darò il massimo anche lì per finire al meglio la stagione e festeggiare al meglio il titolo."
Sei a quota cinque mondiali.
"L'obiettivo è proseguire e il prossimo anno cercherò di vincere di nuovo. Ogni anno è sempre più difficile perché i piloti si preparano bene e logicamente lavorano tanto. Quindi non bisognerà abbassare la guardia."

Chiuso in anticipo anche il discorso per il titolo della MX2: Ken Roczen grazie alla vittoria in Gara1 e al terzo posto di Gara2 si è aggiudicato matematicamente il titolo con una gara di anticipo, grazie ai sette punti guadagnati su Herlings. Il GP se l'è aggiudicato Tommy Searle con un secondo e un primo posto di manche. Ottimo nono posto finale per Alessandro Lupino con l'Husqvarna, grazie a un undicesimo e a un ottavo posto di manche.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross 2011 - GP d'Europa

Messaggioda jenk » 5 set 2011, 22:28

GP Europa 2011 - Gaildorf Highlights
Il video di Gaildorf


Disponibili gli Highlights del GP d´Europa, con il commento in italiano di Marco Gualdani.
Buona visione.



fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Prossimo

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron