KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Mondiale Enduro - Andorra

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Mondiale Enduro - Andorra

Messaggioda jenk » 25 ago 2011, 20:48

Husky a caccia di due titoli in anticipo

Immagine

Con Salminen nella E1 e Meo nella E2

A due mesi dall’ultimo GP disputato a inizio luglio in Romania, il Mondiale Enduro ritorna sabato 3 e domenica 4 settembre ad Andorra al confine tra Francia e Spagna. Una gara molto attesa, in quanto potrebbe già assegnare due dei tre titoli iridati in palio. Juha Salminen nella E1 e Antoine nella E2, infatti, hanno entrambi la possibilità di laurearsi anticipatamente campioni del mondo nelle rispettive classi e dare due titoli alla Husqvarna.

Salminen può gestire un vantaggio di ben 46 punti e di 51 sui suoi due connazionali Eero Remes (KTM 250 4T) e Matti Seistola (Husqvarna TE 250 4T). Salminen, se al termine del GP di Andorra dovesse avere un vantaggio di 50 punti su uno dei suoi due avversari, diventerebbe campione del mondo per l’ottava volta in carriera battendo ogni record di titoli vinti nella storia del mondiale. Sono tre i piloti che nella storia del mondiale enduro hanno vinto sette titoli iridati; lo svedese Anders Eriksson ed i finlandesi Salminen e Kari Tiainen. Stesso discorso nella E2 per Meo, che ha invece 49 punti su Cristobal Guerrero (KTM 350 4T) e 60 sull’altro spagnolo Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T).

Salvo clamorosi colpi di scena l’assegnazione del titolo della E3 dovrebbe invece essere rimandato all’ultimo GP di Francia in programma a Mende l’1 e 2 ottobre. In questa classe Mika Ahola (HM-Honda 500 4T), leader della classifica iridatadella E3, ad Andorra dovrà invece cercare di gestire al meglio i 23 punti di vantaggio su Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T) e i 56 sullo svedese Joakim Ljunggren (Husaberg 300 2T).

Nella EJ guida la classifica iridata il francese Jeremy Joly (HM-Honda 250 4T) con 16 punti sullo spagnolo Mario Roman (KTM 250 4T). Primo degli azzurri in questa classifica, Jonathan Manzi (KTM-Farioli 125 2T), quinto con 183 punti. L’attesa degli appassionati italiani è, soprattutto, per Manzi, leader della classifica iridata della Coppa del Mondo “Under 21” riservata ai piloti con le “piccole” 125 2T.

fonte motosprint.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Enduro - Husky a caccia di due titoli in anticipo

Messaggioda jenk » 30 ago 2011, 22:03

Mondiale Enduro 2011
Salminen e Meo ad Andorra per il titolo

Dopo due mesi, il Mondiale Enduro torna sabato e domenica nel piccolo stato al confine tra Francia e Spagna


Immagine

A due mesi dall'ultimo GP disputato a inizio luglio in Romania, il Mondiale Enduro ritorna sabato 3 e domenica 4 settembre ad Andorra al confine tra Francia e Spagna. Una gara molto attesa, in quanto potrebbe già assegnare due dei tre titoli iridati in palio. Juha Salminen (Husqvarna TE 250 4T) nella E1 e Antoine Meo (Husqvarna TE 310 4T) nella E2, infatti, hanno entrambi la possibilità di laurearsi anticipatamente campioni del mondo nelle rispettive classi. Salminen può gestire un vantaggio di ben 46 punti e di 51 sui suoi due connazionali Eero Remes (KTM 250 4T) e Matti Seistola (Husqvarna TE 250 4T). Salminen, se al termine di questo GP di Andorra dovesse avere un vantaggio di 50 punti su uno dei suoi due avversari, diventerebbe campione del mondo per l'ottava volta in carriera battendo ogni record di titoli vinti nella storia del mondiale. Sono tre i piloti che nella storia del mondiale enduro hanno vinto sette titoli iridati; lo svedese Anders Eriksson ed i finlandesi Salminen e Kari Tiainen. Stesso discorso nella E2 per Meo, che ha invece 49 punti su Cristobal Guerrero (KTM 350 4T) e 60 sull'altro spagnolo Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T). Salvo clamorosi colpi di scena l'assegnazione del titolo della E3 dovrebbe invece essere rimandato all'ultimo GP di Francia in programma a Mende l'1 e 2 ottobre. In questa classe Mika Ahola (HM-Honda 500 4T), leader della classifica iridata della E3, ad Andorra dovrà invece cercare di gestire al meglio i 23 punti di vantaggio su Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T) e i 56 sullo svedese Joakim Ljunggren (Husaberg 300 2T). Nella EJ guida la classifica iridata il francese Jeremy Joly (HM-Honda 250 4T) con 16 punti sullo spagnolo Mario Roman (KTM 250 4T). Primo degli azzurri in questa classifica, Jonathan Manzi (KTM-Farioli 125 2T), quinto con 183 punti.
Poche novità, invece, per i piloti italiani. Nella E1, Thomas Oldrati (KTM 250 4T) non dovrebbe essere al via per continuare il periodo di riposo in vista degli Assoluti d'Italia dell'11 settembre a Fabriano (AN). Dopo l'assenza della Sei Giorni, Simone Albergoni (Husqvarna TE 310 4T) e Oscar Balletti (Beta 450 4T), vogliono chiudere in bellezza questo 2011. Stesso discorso nella E3 per Alex Salvini (Husqvarna 511 4T), Fabio Mossini (Beta 500 4T) e Alessandro Botturi (Gas Gas 300 2T). L'attesa degli appassionati italiani è soprattutto per Jonathan Manzi, leader della classifica iridata della Coppa del Mondo "Under 21" riservata ai piloti con le "piccole" 125 2T. Nella EJ sono invece attesi alcuni dei nostri in Maglia Azzurra dopo la buona prova della Sei Giorni in Finlandia; Giacomo Redondi (Husqvarna TE 310 4T) ed Edoardo D'Ambrosio (HM-Honda 450 4T). Da seguire anche Deny Philippaerts (Beta-Boano 450 4T), il quale in Finlandia è risultato il migliore in assoluto dei piloti della nazionale italiana.
Sarà così la piccola Andorra, situata sui pendii meridionali dei Pirenei che misura appena 25 km da nord a sud e 30 km da est a ovest, ad ospitare il settimo GP del Mondiale Enduro 2011. Geograficamente parlando, Andorra è poco più di un bernoccolo sul confine tra la Francia e la Spagna, collocata più o meno a metà della linea di frontiera lunga 125 km. Via terra, Andorra dista circa 180 km da Tolosa, 225 km da Barcellona, 465 km da Nizza, 855 km da Madrid e 885 km da Parigi.
La capitale, Andorra la Vella, si trova a sud-ovest del principato, nel punto in cui confluiscono i fiumi Gran Valira, Valira del Oriente e Valira del Norte. Gran parte delle circa 40 località del paese, alcune con appena qualche dozzina di abitanti, è adagiata su un gruppo di valli montane i cui torrenti si uniscono fino a formare il Gran Valira, il fiume principale del paese. Il Pic de Coma Pedrosa, nella zona nord-occidentale di Andorra sul confine spagnolo, è la vetta più alta (2942 mt.), mentre La Farga de Moles (838 mt.), sulla frontiera spagnola sud-occidentale, è la più bassa. Andorra gode di un clima temperato, con inverni nevosi e calde estati. I picchi montani del paese spesso rimangono innevati fino a luglio. La lingua ufficiale è il catalano anche se praticamente tutti parlano spagnolo e francese, mentre poco l'inglese. Per tradizione si attribuisce l'indipendenza di Andorra a Carlo Magno, che strappò la regione ai musulmani nell'803 d.C. Il ruolo attuale di Andorra come centro per gli acquisti duty-free derivò dai traffici di contrabbando delle merci francesi verso la Spagna durante la guerra civile spagnola e delle merci spagnole verso la Francia durante la seconda guerra mondiale. Andorra rimase territorio neutrale in entrambe le guerre mondiali. Nel marzo 1993, gli abitanti di Andorra votarono per trasformare il paese in un indipendente e democratico 'co-principato parlamentare', ponendo la piena sovranità nelle mani del popolo di Andorra, permettendo ai co-principi spagnolo e francese di continuare la loro funzione di capi di stato congiunti con poteri fortemente ridotti. Andorra si unì al Consiglio d'Europa nel 1994. Negli ultimi anni Andorra ha continuato a essere metà prediletta per sciatori e persone in cerca di acquisti duty-free.

CLASSIFICHE DEL CAMPIONATO DOPO 6 GP

Classe E1: 1. Salminen (Fin-Husqvarna 250 4T) punti 286; 2. Remes (Fin-KTM 250 4T) 240; 3. Seistola (Fin-Husqvarna 250 4T) 235; 4. Thain (Fra-HM-Honda 250 4T) 207; 5. Santolino (Spa-KTM 250 4T) 174.

Classe E2: 1. Meo (Fra-Husqvarna 310 4T) punti 274; 2. Guerrero (Spa-KTM 350 4T) 225; 3. Cervantes (Spa-Gas Gas 250 2T) 214; 4. Renet (Fra-Husaberg 450 4T) 202; 5. Basset (Fra-Yamaha 450 4T) 172.

Classe E3: 1. Ahola (Fin-HM-Honda 500 4T) punti 274; 2. Nambotin (Fra-Gas Gas 300 2T) 251; 3. Ljunggren (Sve-Husaberg 300 2T) 218; 4. Tarkkala (Fin-Husaberg 300 2T) 190; 5. Mena (Spa-Husaberg 300 2T) 182.

Classe EJ: 1. Joly (Fra-HM-Honda 250 4T) punti 245; 2. Roman (Spa-KTM 250 4T) 229; 3. Dumontier (Fra-Yamaha 250 2T) 198; 4. Fortunato (Fra-Yamaha 250 2T) 190; 5. Manzi (Ita-KTM 125 2T) 183.

Classe 125 2T: 1. Manzi (Ita-KTM) punti 292; 2. Oliveira (Por-Yamaha) 265; 3. Redondi (Ita-Husqvarna) 82; 4. Scott (Irl-TM) 68; 5. Botella (Spa-KTM) 58.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Enduro - Andorra

Messaggioda jenk » 4 set 2011, 9:38

ENDURO ANDORRA DAY 1: MEO ASSOLUTO

Immagine

Sant Julia, Andorra. Di scena la settima e penultima prova del Mondiale Enduro 2011. Tempo incerto, con conseguenze pesanti. Per esempio sull’Extreme, un’arrampicata da stambecchi sul baratro dei Pirenei, che viene cancellata dal proramma a causa della pioggia. Non cronometrata al primo giro, poi via definitivamente perché resa “inservibile”. Se ne riparla per la domenica finale del GP di Andorra, sempre tempo permettendo. Restano il corto Cross Test, poco più di tre minuti, e la “linea”, l’Enduro Test da oltre si minuti (ma anche oltre sette), nel bosco a 1.500 metri, otto chilometri dal centro di Sant Julia.

Aria di Titoli da assegnare, ma la prima “match ball” non viene raccolta, e le cose rimangono in sospeso, almeno fino a domenica sera, per Juha Salminen e per Antoine Meo. Per il finlandese, anzi, c’è un piccolo “rimpasto”, 25 punti che rimangono sui Pirenei per un guasto alla moto e che costringono l’Asso degli Assi al primo “zero” di questa stagione. “Può succedere!”, non un capello biondo fuori posto sulla testa di Salminen.

La E1 va ad Eero Remes, con una vittoria che assume un valore celebrativo della Sei Giorni strepitosa del piccolo finlandese, ma la gara non risulta affatto scontata e si sviluppa su un profilo diverso dalla Six Days. Ad Andorra a condurre le danze fino all’ultima speciale è un grande Rodrig Thain, che perde solo nell’ultima Speciale la possibilità di aggiudicarsi la Giornata di Gran Premio. Dietro a Remes e Thain, Matti Seistola.

E2 analogamente combattuta, animata dal ritorno di Ivan Cervantes. Lo spagnolo conduce la gara, anche in questo caso, fino all’ultima Prova. Poi, sull’ultima Linea, esplode Antoine Meo, con un tempo da capogiro che si traduce per il francese nella vittoria di giornata, un altro passo verso l’apoteosi, e nella migliore prestazione complessiva, ovvero il miglior tempo nell’Assoluta.

Più “lineare” lo svolgimento della E3, saldamente nelle mani, per tutto il sabato del GP, del leader della categoria, Mika Ahola. Alla fine il finlandese batte lo svedese Joakim Ljunggren ed il francese Cristophe Nambotin.

Mario Roman, infine, vince la EJ, davanti a Mathias Bellino e Jonathan Manzi.

Paddock con vista sul Mondo e, non ostante il clima snervante, indulgente sul futuro prossimo del Mondiale Enduro. Chiacchiere sul calendario della prossima stagione, con ancora molto da definire, ed animazione al “mercato” dei piloti, come è naturale che sia a questo punto, un GP “to go”, del Campionato del Mondo di Enduro. Ma su tutto aleggia un’aria di mistero, per lo più “formale”, che non ci impedisce, però, di adeguarci e di rispettare la “privacy” delle trattative.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Enduro - Andorra

Messaggioda jenk » 4 set 2011, 19:57

DAY 2 - ANTOINE MEO E' CAMPIONE DEL MONDO

Immagine

Alla fine, o meglio a due giornate dalla fine, almeno uno dei titoli appesi al filo del minimo garantito è andato a segno ad Andorra: Antoine Meo, Husqvarna, è campione del Mondo per la seconda volta consecutiva. Stessa moto, classi diverse. Lo scorso anno il francese di origini salernitane aveva vinto il Mondiale della E1, quest’anno è la volta della E2. La moto, una Husqvarna “tailor made” per Meo, è cresciuta di pari passo con il Pilota, e viceversa: lo scorso anno era una 250, quest’anno una 310. A dimostrazione del fatto che nella E2, o in generale, come vogliono le ultime tendenze tecniche, è possibile fare bene, e talvolta meglio, anche con una moto relativamente “piccola”. Antoine Meo, accolto da una “bordata” di petardi sotto la tenda di Fabrizio Azzalin, ha concluso la domenica del GP di Andorra al terzo posto, alle spalle degli strepitosi Cristobal Guerrero (KTM) e Ivan Cervantes (GAS GAS).

Da una “Husky” ad un’altra, la domenica di Sant Julia riporta in cima alla lista della E1 Juha Salminen, ritirato il sabato ed imprendile nel crescendo di fine week end. Salminen ha impresso alla sua gara un’accelerazione spettacolare e “tremenda”. A metà giornata ha messo in pace Matti Seitola, e nel finale si è sbarazzato di Eero Remes. Ancora una volta, il podio della E1 è interamente finlandese.

Ritorno al successo anche per Cristophe Nambotin (GAS GAS), che ha regolato di misura la E3, al termine di una lunga e “tirata” battaglia, battendo Joakim Ljundggren (Husaberg) e Mika Ahola (Honda HM), quest’ultimo, adesso, ancor più vicino al quinto Titolo personale.

Impressionante il secondo successo consecutivo, in due giorni, dello Junior Mario Roman (KTM), che ha battuto ancora Mathias Bellino (Husaberg) e Jeremy Joly (Honda HM), ma soprattuto ha strabiliato vincendo le uniche due Extreme finalmente cronometrate oggi (ma per due giri dei quattro della gara, ancora una volta, ha “vinto” la pioggia). Meno brillante del sabato Jonathan Manzi, nono alle spalle anche di Edoardo D’Ambrosio, che comunque non fallisce il colpo della Youth Cup.

Un mese scarso, ed il Mondiale Enduro 2011 si sposta in Francia, per stendere le ultime carte della stagione. Ad un passo dal Titolo della E1 è Juha Salminen, ad uno e mezzo da quello della E3 Mika Ahola. Come sempre, negli ultimi anni, il Gran Premio di Mende sarà una grande festa dell’Enduro. Dopo si tirerà la riga e si faranno somme e sottrazioni. Qualitativamente, in ogni caso, è un grande Mondiale. Grazie ad Alain Blanchard, e grazie a tutti i suoi magnifici protagonisti.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Enduro - Andorra

Messaggioda jenk » 5 set 2011, 22:11

Antoine Meo campione del mondo!

Salminen deve rimandare i festeggiamenti a causa del ritiro nella prima giornata. Manzi sul podio della EJ il sabato


Immagine

SABATO - Day 1
Il Campionato del mondo Enduro è approdato nel Principato di Andorra per il settimo appuntamento della stagione e un lampo d'azzurro ha illuminato oggi questa località sui Pirenei grazie a Jonathan Manzi (KTM-Farioli 125 2T).
Il giovane bergamasco in "Maglia Azzurra", infatti, ha ottenuto una brillante terza posizione nella classe EJ, imponendosi alla grande nella Coppa del mondo "Under 21" riservata ai piloti in sella alle 125 2T. In questa classifica, Manzi ha portato a 32 punti il proprio vantaggio sul portoghese Oliveira (Yamaha).
Restando alla EJ, buona prova anche per Edoardo D'Ambrosio (HM-Honda 450 4T) settimo all'arrivo, mentre Giacomo Redondi (Husqvarna TE 310 CH-Racing) ha chiuso in nona posizione. Più staccati Deny Philippaerts (Beta-Boano 450 4T) e Rudy Moroni (KTM-Farioli 250 2T), rispettivamente diciottesimo e ventesimo.
La E1 è stata caratterizzata dal clamoroso colpo di scena che ha visto ritirarsi Juha Salminen (Husqvarna 250 4T), proprio nel corso della seconda speciale di Cross per problemi al cambio. Salminen ripartirà comunque domani. La vittoria in questa classe è andata al finlandese Eero Remes (KTM 250 4T), che proprio nel finale è riuscito a precedere Rodrig Thain (HM-Honda 250 4T), rallentato da crampi alle braccia.
Nella E2 vittoria per Antoine Meo (Husqvarna TE 310), che domani potrebbe laurearsi campione del mondo in quanto ha portato a ben 56 punti il proprio vantaggio nella classifica di campionato su Cristobal Guerrero (KTm 350 4T), oggi quarto alle spalle di Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T) e Pierre Alexandre Renet (Husaberg 450 4T), rispettivamente secondo e terzo.
Settima posizione per Simone Albergoni (Husqvarna TE 310) rallentato da una caduta nella prova in linea nella quale ha perso una quarantina di secondi. Non ha, invece, preso il via Oscar Balletti (Beta 450 4T), che proprio qui ad Andorra ha voluto effettuare un'ulteriore lastra radiografica alla mano sinistra dolorante dopo una caduta in allenamento, scoprendo di essersi fratturato lo scafoide sinistro.
Nella E3 bella vittoria di Mika Ahola (HM-Honda 500 4T), che dopo aver lottato tutto il giorno con Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T) e Joakim Ljunggren (Husaberg 300 2T) è riuscito proprio all'ultima speciale in linea ad avere ragione dei suoi due avversari.
Buona sesta posizione per Alex Salvini (Husqvarna TE 511). Ritirato Maurizio Facchin (HM-Honda 500 4T): il pilota trevigiano è caduto contro un albero, riportando una contusione e un profondo taglio alla spalla sinistra.
Da sottolineare che non è stata cronometrata la speciale estrema ritenuta eccessivamente dura da percorrere.

DOMENICA - Day 2
Seconda giornata del GP di Andorra ricca di emozioni in quanto oggi l'italo-francese Antoine Meo e l'Husqvarna hanno conquistato matematicamente in anticipo il Campionato del mondo della classe E2.
Per fare suo il titolo iridato, Meo ha dovuto solo controllare i propri avversari, accontentandosi di finire in terza posizione alle spalle degli spagnoli Cristobal Guerrero (KTM 350 4T) e Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T).
Grazie ai 20 punti conquistati, Meo ha così messo al sicuro il risultato finale con un vantaggio in classifica di 51 punti su Guerrero e 61 su Cervantes.
Nella E1, pronta rivincita per il finlandese Juha Salminen (Husqvarna 250 4T), che ha relegato in seconda posizione i connazionali Eero Remes (KTM 250 4T) e Matti Seistola (Husqvarna 250 4T). Quarto posto per Rodrig Thain (HM-Honda 250 4T) rallentato da crampi alle braccia.
La E3 è vissuta sull'emozionantissima sfida tra Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T), Joakim Ljunggren (Husaberg 300 2T) e Mika Ahola (HM-Honda 500 4T). Con distacchi davvero ridottissimi, alla fine è riuscito a prevalere Nambotin davanti a Ljunggren e Ahola. Nella classifica di campionato il pilota dell'HM Honda Zanardo ha, invece, consolidato la propria leadership.
Degli italiani in gara in questa classe Alex Salvini (Husqvarna TE 511) ha chiuso ottavo, Fabio Mossini (Beta 500 4T) undicesimo e Maurizio Micheluz (Fantic Motor 300 2T) dodicesimo. Non ha preso il via Maurizio Facchin (HM-Honda 500 4T) dolorante per la caduta di sabato. Nella E2, invece, si è ritirato Simone Albergoni (Husqvarna TE 310) per le contusioni e i capogiri dovuti alla spettacolare caduta di cui è rimasto vittima sabato nella speciale in linea.
Nella EJ buona prova di Edoardo D'Ambrosio (HM-Honda 450 4T) ottavo davanti a Jonathan Manzi (KTM-Farioli 125 2T). Quattordicesima posizione per Giacomo Redondi (Husqvarna TE 310), mentre Deny Philippaerts (Beta-Boano 450 4T) e Rudy Moroni (KTM-Farioli 250 2T) sono finiti fuori dalla zona punti.
Manzi, infine, ha fatto sua la vittoria della Coppa del mondo "Under 21" delle 125 2T mettendo anche una grossa ipoteca sulla conquista del titolo iridato.

E1 Results Saturday
1, Eero Remes, Finland, KTM
2, Rodrig Thain, France, HM-Honda
3, Matti Seistola, Finland, Husqvarna
4, Fabien Planet, France, Sherco
5, Lorenzo Santolino, Spain, KTM

E1 Results Sunday
1, Juha Salminen, Finland, Husqvarna
2, Eero Remes, Finland, KTM
3, Matti Seistola, Finland, Husqvarna
4, Rodrig Thain, France, HM-Honda
5, Lorenzo Santolino, Spain, KTM

E1 Standings after Round 14
1, Juha Salminen, Finland, Husqvarna, 311
2, Eero Remes, Finland, KTM, 287
3, Matti Seistola, Finland, Husqvarna, 275
4, Rodrig Thain, France, Honda, 247
5, Lorenzo Santolino, Spain, 206


E2 Results Saturday
1, Antoine Meo, France, Husqvarna
2, Ivan Cervantes, Spain, Gas-Gas
3, Pierre-Alexandre Renet, France, Husaberg
4, Cristobal Guerrero, Spain, KTM
5, Sebastien Bozzo, France, Kawasaki

E2 Results Sunday
1, Cristobal Guerrero, Spain, KTM
2, Ivan Cervantes, Spain, Gas-Gas
3, Antoine Meo, France, Husqvarna
4, Pierre-Alexandre Renet, France, Husaberg
5, Taddy Blazusiak, Poland KTM

E2 Standings after Round 14
1, Antoine Meo, France, Husqvarna, 319 (wins E2 title)
2, Cristobal Guerrero, Spain, KTM, 268
3, Ivan Cervantes, Spain, Gas-Gas, 258
4, Pierre-Alexandre Renet, France, Husaberg, 240
5, Simone Albergoni, Italy, Husqvarna, 184


E3 Results Saturday
1, Mika Ahola, Finland, Honda
2, Joakim Ljunggren, Sweden, Husaberg
3, Christophe Nambotin, France, Gas-Gas
4, Marko Tarkkala, Finland, Husaberg
5, Sebastien Guillaume, France, Husqvarna

E3 Results Sunday
1, Christophe Nambotin, France, Gas-Gas
2, Joakim Ljunggren, Sweden, Husaberg
3, Mika Ahola, Finland, Honda
4, Marko Tarkkala, Finland, Husaberg
5, Kurt Caselli, USA, KTM

E3 Standings after Round 14
1, Mika Ahola, Finland, Honda 319
2, Christophe Nambotin, France, Gas-Gas 296
3, Joakim Ljunggren, Sweden, Husaberg 262
4, Marko Tarkkala, Finland, Husaberg 226
5, Oriol Mena, Spain, Husaberg 210


EJ Results Saturday
1, Mario Roman, Spain, KTM
2, Mathias Bellino, France, Husaberg
3, Jonathan Manzi, Italy, KTM
4, Jeremy Joly, France, HM-Honda
5, Antti Hellsten, Finland, KTM

EJ Results Sunday
1, Mario Roman, Spain, KTM
2, Mathias Bellino, France, Husaberg
3, Jeremy Joly, France, HM-Honda
4, Benoit Fortunato, France, Yamaha
5, Romain Dumontier, France, Yamaha
...
9, Jonathan Manzi, Italy, KTM
...
16, Rudy Moroni, Italy, KTM

EJ Standings after Round 14
1, Jeremy Joly, France, Husaberg 283
2, Mario Roman, Spain, KTM 279
3, Romain Dumontier, France, Yamaha 229
4. Jonathan Manzi, Italy, KTM 215
5, Mathias Bellino, France, Husaberg, 222


Youth Cup Saturday
1. Jonathan Manzi, Italy, KTM
2. Benjamin Herrera, Chile, KTM
3. Luis Oliveira, Portugal, Yamaha

Youth Cup Sunday
1. Jonathan Manzi, Italy, KTM
2. Luis Oliveira, Portugal, Yamaha
3, Jordan Scott, Ireland, TM

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Enduro - Andorra

Messaggioda jenk » 5 set 2011, 22:14

Mondiale di Enduro 2011. I risultati del GP di Andorra
Seconda giornata del GP di Andorra ricca di emozioni: l’italo-francese Antoine Meo e l’Husqvarna hanno conquistato matematicamente in anticipo il Campionato del Mondo della classe E2


Immagine

Primo giorno
UN LAMPO D’AZZURRO AD ANDORRA GRAZIE A JONATHAN MANZI
Il Campionato del Mondo Enduro è approdato nel Principato di Andorra per il settimo appuntamento della stagione ed un lampo d’azzurro ha illuminato oggi questa località sui Pirenei grazie a Jonathan Manzi (KTM-Farioli 125 2T).
Il giovane bergamasco in “Maglia Azzurra”, infatti, ha ottenuto una brillante terza posizione nella classe EJ, imponendosi alla grande nella Coppa del Mondo “Under 21” riservata ai piloti in sella alle 125 2T. In questa classifica, Manzi ha portato a 32 punti il proprio vantaggio sul portoghese Oliveira (Yamaha).
Restando alla EJ, buona prova anche per Edoardo D’Ambrosio (HM-Honda 450 4T) settimo all’arrivo, mentre Giacomo Redondi (Husqvarna TE 310 CH-Racing) ha chiuso in nona posizione. Più staccati Deny Philippaerts (Beta-Boano 450 4T) e Rudy Moroni (KTM-Farioli 250 2T), rispettivamente diciottesimo e ventesimo.
La E1 è stata caratterizzata dal clamoroso colpo di scena che ha visto ritirarsi Juha Salminen (Husqvarna 250 4T), proprio nel corso della seconda speciale di cross per problemi al cambio. Salminen ripartirà comunque domani. La vittoria in questa classe è andata al finlandese Eero Remes (KTM 250 4T) che proprio nel finale è riuscito a precedere Rodrig Thain (HM-Honda 250 4T), rallentato da crampi alle braccia.
Nella E2 vittoria per Antoine Meo (Husqvarna TE 310) che domani potrebbe laurearsi campione del mondo in quanto ha portato a ben 56 punti il proprio vantaggio nella classifica di campionato su Cristobal Guerrero (KTm 350 4T), oggi quarto alle spalle di Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T) e Pierre Alexandre Renet (Husaberg 450 4T), rispettivamente secondo e terzo.
Settima posizione per Simone Albergoni (Husqvarna TE 310) rallentato da una caduta nella prova in linea nella quale ha perso una quarantina di secondi. Non ha invece preso il via Oscar Balletti (Beta 450 4T) che proprio qui ad Andorra ha voluto effettuare un’ulteriore lastra radiografica alla mano sinistra dolorante dopo una caduta in allenamento, scoprendo di essersi fratturato lo scafoide sinistro.
Nella E3 bella vittoria di Mika Ahola (HM-Honda 500 4T) che dopo aver lottato tutto il giorno con Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T) e Joakim Ljunggren (Husaberg 300 2T) è riuscito proprio all’ultima speciale in linea ad avere ragione dei suoi due avversari.
Buona sesta posizione per Alex Salvini (Husqvarna TE 511). Ritirato Maurizio Facchin (HM-Honda 500 4T); il pilota trevigiano è caduto contro un albero, riportando una contusione e un profondo taglio alla spalla sinistra.
Da sottolineare che oggi non è stata cronometrata la speciale estrema ritenuta eccessivamente dura da percorrere.

Secondo giorno
ANTOINE MEO E L’HUSQVARNA CAMPIONI DEL MONDO IN ANTICIPO DELLA E2 NEL GP DI ANDORRA
Seconda giornata del GP di Andorra ricca di emozioni in quanto oggi l’italo-francese Antoine Meo e l’Husqvarna hanno conquistato matematicamente in anticipo il Campionato del Mondo della classe E2.
Per fare suo il titolo iridato, Meo ha dovuto solo controllare i propri avversari, accontentandosi di finire in terza posizione alle spalle degli spagnoli Cristobal Guerrero (KTM 350 4T) e Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T).
Grazie ai 20 punti conquistati, Meo ha così messo al sicuro il risultato finale con un vantaggio in classifica di 51 punti su Guerrero e 61 su Cervantes.
Nella E1, pronta rivincita per il finlandese Juha Salminen (Husqvarna 250 4T) che ha relegato in seconda posizione i connazionali Eero Remes (KTM 250 4T) e Matti Seistola (Husqvarna 250 4T). Quarto posto per Rodrig Thain (HM-Honda 250 4T) rallentato da crampi alle braccia.
La E3 è vissuta sull’emozionantissima sfida tra Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T), Joakim Ljunggren (Husaberg 300 2T) e Mika Ahola (HM-Honda 500 4T). Con distacchi davvero ridottissimi, alla fine è riuscito a prevalere Nambotin davanti a Ljunggren e Ahola. Nella classifica di campionato il pilota dell’HM Honda Zanardo ha invece consolidato la propria leadership.
Degli italiani in gara in questa classe Alex Salvini (Husqvarna TE 511) ha chiuso ottavo, Fabio Mossini (Beta 500 4T) undicesimo e Maurizio Micheluz (Fantic Motor 300 2T) dodicesimo. Non ha preso il via Maurizio Facchin (HM-Honda 500 4T) dolorante per la caduta di sabato. Nella E2 si è invece ritirato Simone Albergoni (Husqvarna TE 310) per le contusioni e i capogiri dovuti alla spettacolare caduta di cui è rimasto vittima sabato nella speciale in linea.
Nella EJ buona prova di Edoardo D’Ambrosio (HM-Honda 450 4T) ottavo davanti a Jonathan Manzi (KTM-Farioli 125 2T). Quattordicesima posizione per Giacomo Redondi (Husqvarna TE 310), mentre Deny Philippaerts (Beta-Boano 450 4T) e Rudy Moroni (KTM-Farioli 250 2T) sono finiti fuori dalla zona punti.
Manzi, infine, ha fatto sua la vittoria della Coppa del Mondo “Under 21” delle 125 2T mettendo anche una grossa ipoteca sulla conquista del titolo iridato.

Dario Agrati

COSI’ IN CAMPIONATO DOPO 7 GRAN PREMI
Classe E1: 1. Salminen punti 311; 2. Remes 287; 3. Seistola 275; 4. Thain 247; 5. Santolino 206.
Classe E2: 1. Meo punti 319; 2. Guerrero 268; 3. Cervantes 258; 4. Renet 240; 5. Basset 198.
Classe E3: 1. Ahola punti 319; 2. Nambotin 296; 3. Ljunggren 262; 4. Tarkkala 226; 5. Mena 210.
Classe EJ: 1. Joly punti 283; 2. Roman 279; 3. Dumontier 229; 4. Manzi 215; 5. Hellsten 209.
Classe 125 2T: 1. Manzi punti 342; 2. Oliveira 307; 3. Scott 106; 4. Redondi 82; 4. Scott 68; 5. Botella 58.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Enduro - Andorra

Messaggioda jenk » 6 set 2011, 20:39

Antoine Meo: "Cambiare colori mi motiverà nel 2012"
Nel GP di Andorra l’italo-francese Antoine Meo e Husqvarna hanno conquistato in anticipo il Campionato del Mondo della classe E2, ma Antoine pensa già al 2012...


Immagine

Antoine come è stato il tuo secondo giorno di gara?
E' stata una giornata dura,perchè nella notte ha piovuto di nuovo. Ho avuto qualche problema ma sono felice di aver concluso terzo oggi e di aver vinto il titolo mondiale.

Secondo te, dove hai fatto la differenza in questa stagione?
Credo di aver fatto la differenza in Italia, è stato un Gran Premio molto difficile, ma è stata proprio la Sicilia a dare una svolta al Campionato.

Il tuo primo pensiero, il tuo primo ringraziamento, a chi sono rivolti?
Naturalmente alla mia squadra, ai miei due meccanici che hanno lavorato come dei pazzi dall'inizio della stagione, e ovviamente a tutto il team e anche ai miei genitori. "

E' la vittoria della saggezza?
Penso che sì, ho mantenuto la calma e non ho fatto molti errori durante tutta la stagione.
Quindi penso di sì: è la vittoria della saggezza.

Che cosa ti motiverà nel 2012?
Non lo so, forse cambiare colori, forse una nuova sfida, una nuova moto, vedremo...

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 1:26
Località: Monza (MB)


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite