KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Mondiale Enduro 2011 - GP Romania

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Mondiale Enduro 2011 - GP Romania

Messaggio » 07/07/2011, 22:23

Sabato e domenica a Buzau il GP di Romania
Terzultimo appuntamento della stagione 2011: sono attesi risultati che daranno una svolta nella corsa ai titoli iridati


Immagine

Sono passate solo poco più di due settimane dall'ultimo GP del Campionato Mondiale Enduro disputato nella splendida cornice di Kalambaka-Meteora in Grecia, ma in questo periodo nessuno ha pensato di fare solo mezza giornata di vacanze, anzi, i prossimi impegni a Buzau col GP di Romania del 9 e 10 luglio, quello del week-end successivo a Casazza (BG) per gli Assoluti d'Italia e di inizio agosto in Finlandia per la Sei Giorni, rendono ancora più roventi ed intensi gli impegni di tutti gli addetti ai lavori.

NEWS SEI GIORNI IN FINLANDIA
Alcuni big hanno annunciato che non prenderanno parte alla Sei Giorni con le rispettive nazionali; Ahola, Aubert, Meo, Guillaume, Albergoni, Thain.
Aubert si è infortunato in Grecia e dovrà restare a riposo due mesi. Meo ad agosto correrà gli X-Games negli USA. Ahola e Thain vogliono evitare rischi in vista degli ultimi due GP del mondiale enduro in programma dopo la Sei Giorni ad Andorra e in Francia.
Ma la decisione più clamorosa in fatto di Sei Giorni, arriva dalla Francia, che di fatto, ha rinunciato a schierare la propria squadra del Trofeo Mondiale, vincitrice consecutivamente degli ultimi tre titoli mondiali (2008 Grecia, 2009 Portogallo, 2010 Messico). Impossibile entrare nel merito reale delle motivazioni che hanno portato la FFM a prendere una simile decisione. Unica cosa certa è che in Finlandia alla Sei Giorni saranno invece presenti tutti i piloti ufficiali KTM, Husaberg e Gas Gas.

NEWS MERCATO PILOTI IN FERMENTO
A tenere banco è poi il mercato piloti che si è già animato in quanto molti piloti di primissimo piano hanno in scadenza il proprio contratto; Ahola, Albergoni, Aubert, Guillaume, Meo, Nambotin, Salminen, Salvini, Seistola, Thain, solo per citarne alcuni dei più famosi. Non c'è ancora nulla di sicuro, ma proprio durante la trasferta dei due GP di Turchia e Grecia si sono già viste le prime mosse ed in Romania si dovrebbe aggiungere qualcosa in più ai movimenti visti e alle voci sussurrate in Grecia.

GP IN ROMANIA DECISIVO
Tornando al GP di Romania, Buzau è situata sulle rive del fiume che porta lo stesso nome della città, ai piedi dei monti Carpazi e la piana del Danubio. Il fiume Buzau è stato protagonista di alcuni straripamenti come quello del 2005 che danneggiò il ponte posto a nord della città che è comunque stata costruita abbastanza in alto rispetto al letto del fiume. Il clima a Buzau è tipicamente continentale caratterizzato da una media di 92 giorni all'anno dove la temperature sono inferiori allo zero e altrettanti giorni estivi. La capitale Bucarest dista da Buz?u un centinaio di chilometri. Lo sviluppo medievale ha visto Buzau diventare un importante centro commerciale e culturale. Nel 1500 la città divenne un importante centro religioso, questo contribuì alla sua di Buzau che nel XVI secolo era la quarta città della Valacchia. Un documento del 1536 racconta che la città era governata da un "judea" (sindaco) e da 12 pârgari (consiglieri) eletti. Ancora oggi vi sono dei tunnel sotterranei risalenti a questo periodo che univano il palazzo vescovile, il centro cittadino e l'attuale Parco di Crâng, all'epoca una foresta ai margini della città; le gallerie venivano usate sia come magazzini che come vie di fuga in caso di pericolo. Quando il regime comunista prese il potere in Romania, Buz?u perse lo status di capoluogo di distretto, venendo inglobata nella Regione di Ploieati; il distretto di Buzau venne ripristinato nel 1968. All'epoca tutte le industrie vennero nazionalizzate ed il governo centrale avviò una politica abitativa che prevedeva la costruzione di grandi palazzi di appartamenti (bloc); conseguentemente, molte zone periferiche vennero interamente demolite per far posto a questi palazzi, ma anche gran parte del centro storico, con edifici d'epoca come il Teatro Moldavia, venne abbattuto, soprattutto nel periodo di maggiore spinta del piano, tra il 1980 ed il 1988. Con la caduta del regime comunista il piano di demolizione degli edifici e di costruzione dei "bloc" si interruppe. Buzau conobbe così un periodo di stasi economica anche se lo sviluppo è poi lentamente ripreso grazie alla privatizzazione delle industrie statali ed all'avvio di nuove attività industriali.

LA GARA
"Enduristicamente" parlando, la Romania ha organizzato a maggio la seconda prova del Campionato Europeo con una gara risultata ben strutturata in ogni dettaglio. Più dettagliatamente, quest'anno il GP di Romania di Buz?u di sabato 9 e domenica 10 luglio, si articolerà su di un percorso di 52 km. da ripetersi quattro volte con una speciale cross di 3 km., una linea sempre di 3 km. e una estrema di 1,5 km. Due i controlli orari, di cui uno in zona paddock nel centro della città. Complessivamente sabato saranno cronometrate 10 speciali, mentre domenica le prove cronometrate saranno dodici. Salvo decisioni dell'ultimo momento, non è prevista la disputa della speciale prologo del venerdì sera.

E1: TUTTA FINLANDESE
Nella E1 assente ancora Thomas Oldrati (KTM 250 4T) per i problemi di stress che lo hanno costretto al ritiro in Turchia ed a saltare la Grecia per un periodo di riposo assoluto. Probabilmente potrebbe rientrare alle gare per la prova degli Assoluti d'Italia del 16 e 17 luglio a Casazza (BG). Occhi puntati in questa classe tutta finlandese, su Juha Salminen (Husqvarna TE 250 4T), al comando della classifica iridata con 239 punti. Alle sue spalle troviamo altri due piloti "finnici"; Matti Seistola (Husqvarna TE 250 4T) e Eero Remes (KTM 250 4T) entrambi con 198 punti. Quarta posizione per il francese Rodrig Thain (HM-Honda 250 4T) con 169 punti e quinta per lo spagnolo Lorenzo Santolino (KTM 250 4T) a quota 145.

E2: NEL SEGNO DI MEO
Nella E2 sono ben 49 i punti che dividono in classifica Antoine Meo (Husqvarna TE 310 4T) da Cristobal Guerrero (KTM 350 4T). Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T) è terzo con 178 punti, Pierre Renet (Husaberg 450 4T) quarto con 152, il nostro Simone Albergoni (Husqvarna TE 30 4T) quinto con 140 punti alla pari con Antoine Basset (Yamaha 450 4T). Il duello tra Meo, Guerrero, Cervantes, Renet promette scintille ma anche va sottolineata la forzata assenza per l'infortunio della Grecia di Johnny Aubert (KTM 350 4T). In Romania potrebbe invece rientrare alle gare Oscar Balleti (Beta 450 4T).

E3: AHOLA TENTA LA FUGA Mika Ahola (HM-Honda 500 4T) nella E3 riparte dalla prima posizione con 234 punti e cercherà di allungare in classifica su Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T), quest'ultimo secondo con 201 punti davanti a Joakim Ljunggren (Husaberg 300 2T) terzo a quota 187. Assente in questa classe il nostro Alex Salvini (Husqvarna TE 511) impegnato in Australia nella prova unica di quattro giorni del campionato nazionale con la TE 310 4T. Fabio Mossini (Beta 500 4T) e Maurizio Facchin (HM-Honda 500 4T) ripartono rispettivamente dalla nona e decima posizione, mentre Alessandro Botturi (Gas Gas 300 2T) dalla dodicesima.

EJ: LOTTA DURA
Nella EJ Jeremy Joly (HM-Honda 250 4T) guida la classifica con 203 punti davanti a Mario Roman (KTM 250 4T) con 189, Antti Hellsten (KTM 250 4T) 174 ed al nostro Jonathan Manzi (KTM-Fariloli 125 2T) con 165. Decima posizione per Giacomo Redondi (Husqvarna TE 310 4T). Manzi, infine, è sempre in prima posizione nella classifica della Coppa del Mondo "Under 21" per moto 125 2T. Per tutti vedremo chi riuscirà a spuntarla avvicinandosi sempre più al titolo iridato finale.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Enduro 2011 - GP Romania

Messaggio » 09/07/2011, 21:12

ROMANIA ENDURO DAY 1: SEISTOLA RENET E NAMBOTIN

Immagine

Seistola, Renet e Nambotin nelle tre classi "E", e la sorpresa Bellino nella Junior. Queste le affermazioni della prima giornata del GP di Romania.

L'altra sorpresa e' quella del moto club organizzatore, loSportive Extreme Adventure di Buzau che, nei dintorni dell'omonima citta' sull'omonimo fiume, ha organizzato un buonissimo GP del debutto. Senza "strafare" ma con l'efficiente disinvoltura di un'esperienza rapidamente acquisita dai... buoni consigli, di Alain Blanchard e, naturalmemnte, Gio' Sala. Gara non difficile, tutt'altro, disegnata nel timore che... potesse piovere. E del resto era difficile "scovare" una sola mulattiera sul "piattone" di un'area geografica caratterizzata da un "deserto verde" di campi, coltivazioni e bestiame al pascolo. Ma non ha piovuto, ed al contrario la temperatura e' schizzata oltre i 45 gradi sotto le tende dei paddock (nella piazza del Municipio), trasformando il terreno di gara in una bistecchiera.

Caldo allucinante, umido, afoso, snervante. Mettici setteore e mezza in sella, e capisci che il facile diventa... un inferno. Per fortuna nessuna brutta sorpresa, nessun colpo di scena. Gara sotto questo profilo "liscia". Solo belle sorprese. Due fra tutte: il ritorno di Sebastien Guillaume al suo livello di competitivita' nella E3, e la gara strepitosa di Mathias Bellino nella EJ. L'ufficiale Hiusqvarna non ha vinto, ma pare aver finalmente risolto i problemi che lo perseguitavano da inizio stagione, mentre il giovane francese della Husaberg ha dilagato, soprattutto nella prima parte della gara, vincendo la categoria davanti a Jeremy Joly e Romani Dumontier. Altrettanto strepitose sono da considerare anche i successi di Seistola e Renet, mentre piu' "normale" appare il successo di Nambotin.Matti Seistola e' senza dubbio la grande rivelazione della E1, ed anche oggi il finlandese si e' battuto con l'ormai consapevole coscienza dei propri mezzi, contro la quale nulla hanno potuto Juha Salminen e Eero Remes, alle sue spalle all'arrivo. Analogamente, Pierre-Alexandre Renet e' il "pezzo forte" della E2, e dopo la sfortunata prova greca il francese si e' riscattato vincendo la classe, davanti ad un fortissimo Cristobal Guerrero e ad un attentissimo Antoine Meo, ed ottenendo il miglior tempo assoluto nella somma delle sette Prove Speciali disputate (leggi l,"Assoluta). Molto combattuta la E3, con il leader della generale provvisoria di Campionato, Mika Ahola, quarto, ancora nel ruolo di "spettatore"). Il migliore e' stato ancora Christophe Nambotin, ma alle spalle del francese e' stata autentica battaglia tra Sebestien Guillaume, come detto di nuovo sui suoi livelli, ed il "California Boy" Kurt Caselle, al traguardo nell'ordine ma separati da meno di un secondo.

E gli "Italian Boys"? Il loro migliore destino e', purtroppo, ancora nelle mani di Jonathan Manzi, una volta di piu' vincitore della Youth Cup, fino a 125cc.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Enduro 2011 - GP Romania

Messaggio » 10/07/2011, 21:25

ENDURO GP ROMANIA A SALMINEN RENET E NAMBOTIN

Immagine

Giu' il sipario anche sulla sesta prova del Mondiale di Enduro 2011. La Romania, per opera del motoclub di Buzau, ha organizzato una prima di buon livello. Non difficilissimo, ma ben allestito sotto tutti i punti di vista, e senza alcun problema, il Gran Premio del debutto romeno e' stato apprezzato da tutti: piloti, promoter e pubblico (poco) hanno seguito con interesse crescente la prova... del nove dei "novellini" al debutto nel Circus dell'Enduro che conta.
Nessuna sorpresa di rilievo dal punto di vista sportivo, ma piuttosto alcune conferme "di peso" ed un'altra consacrazione, quella di Pierre-Alexandre Renet (Husaberg) che ha vinto il suo primo GP "intero". Il termine potrebbe essere diversamente interpretato. E' la prima volta, infatti, che il francese vince contro la "linea" degli avversari al completo (a Noiretable, ultima gara dello scorso anno, non erano tutti li'), ed e' anche la prima volta che, quest'anno, Renet porta a termine una prova restando al comando dall'inizio alla fine. In Grecia, infatti, era primo all'inizio... ma aveva "rotto" ad un passo dalla fine.

Per Renet la domenica di Buzau e' stata magica: primo della E2 (davanti a Meo e Guerrero), primo nell'Husqvarna Xtreme Award (davanti a Nambotin e Meo), soprattutto primo al termine del Gran Premio a punteggio pieno. Antoine Meo, leader della E2, e' andato meglio di ieri, ma non e' riuscito a resistere all'assalto dello scatenato "connazionale", ed ha concluso comunque con un bel secondo posto davanti a Cristobal Guerreo, molto veloce alla partenza ma poi rallentato da una scivolata nella seconda linea.

E1 appannaggio di Juha Salminen, che allunga ulteriormente, cosi', al comando della generale a due GP dalla fine. Anche il "Fenomeno" finlandese non ha avuto rivali: Eero Remes (secondo), anche lui e' partito bene ma si e' fatto superare nella seconda linea, e Rodrig Thain (terzo), e' andato fortissimo in linnea ed Extreme ma ha sbagliato nei Cross Tests. Ancor piu' errori per Matti Seistola, eroe di Sicilia, Turchia e Grecia, che non e' andato, cosi' oltre il nono posto.

E3, infine, di nuovo nel segno di Christophe Nambotin, che ha vinto ancora davanti a Mika Ahola (oggi piu' "a posto" con la moto di ieri) e Sebastien Guillaume, di nuovo in gran forma a spese di Kurt Caselli, scivolato due volte.

Con il GP di Romania il Mondiale va in vacanza fino al primo week end di settembre, quando sara' disputato il GP di Andorra. L'interesse dell'enduro si sposta cosi' sulla Sei Giorni finlandese del mese di Agosto.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Enduro 2011 - GP Romania

Messaggio » 11/07/2011, 19:59

Doppiette per Renet e Nambotin
Poche soddisfazioni per gli azzurri. Il migliore è Manzi nella Youth Cup


Immagine

SABATO
Il Campionato Mondiale Enduro è arrivato in Romania con un GP nuovamente ricco di sorprese anche se la notizia più importante è che la gara di ieri è risultata a dir poco torrida in quanto si è corso con temperature ben oltre i 44 gradi. Il caldo ha davvero messo a dura prova la tenuta fisica della settantina di piloti al via e la resistenza delle moto.
La tappa si è disputata su tre giri di circa 75 km. per un totale di circa sette ore e trenta minuti, mentre le speciali disputate sono state complessivamente otto (due linee, tre estreme e tre cross).
Da sottolineare l'assenza di Johnny Aubert in convalescenza dopo la caduta del GP di Grecia e di alcuni nostri piloti di spicco; Alex Salvini impegnato in Australia nella prova unica di quattro giorni del campionato nazionale, Alessandro Botturi, Oscar Balletti, Thomas Oldrati, Edoardo D'Ambrosio; tutti li ritroveremo comunque in gara a Casazza (BG) nella prova degli Assoluti d'Italia del prossimo week end.
Passando alla cronaca, la E1 è stata nuovamente dominata dai piloti finlandesi; si è imposto l'ex crossista delle MX2, Matti Seistola (Husqvarna TE 250 4T) davanti al compagno di squadra Juha Salminen (Husqvarna TE 250 4T) ed a Eero Remes (KTM 250 4T), tutti nell'arco di soli undici secondi.
Quarta posizione per Rodrig Thain (HM-Honda 250 4T) che senza i dieci secondi di penalità presi per il mancato avvio della moto in partenza, avrebbe potuto lottare per il podio.
Nella E2 prima vittoria nel mondiale enduro per il francese ex iridato di cross della MX3, Pierre Renet (Husaberg 450 4T), che si è finalmente preso la rivincita sulla sfortuna che lo aveva penalizzato negli ultimi due GP in Turchia e Grecia. Seconda posizione per lo spagnolo Cristobal Guerrero (KTM 350 4T). Antoine Meo (Husqvarna TE 350 4T), leader della classifica iridata, ha chiuso terzo risentendo di una botta alla schiena dopo essere atterrato in malo modo dopo un salto nella prima speciale estrema.
Nulla da fare per Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T), quarto all'arrivo staccato di una quarantina di secondi dal trio di testa, mentre il nostro Simone Albergoni (Husqvarna TE 310 4T) è finito sesto e Massimo Mangini (Beta-Boano 450 4T) tredicesimo.
Nella E3 nuova perentoria affermazione del francese Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T) dopo la doppietta del GP di Grecia di tre settimane fa. Seconda posizione per il ritrovato Sebastien Guillaume (Husqvarna 300 2T) che è riuscito ad avere ragione per soli otto decimi di secondo sul velocissimo americano Kurt Caselli (KTM 500 4T).
Quarta posizione per Mika Ahola (HM-Honda 500 4T) rallentato da una prova in linea dove non è mai riuscito ad esprimersi ai suoi livelli. Degli italiani in questa classe buona settima posizione per Fabio Mossini (Beta 500 4T) e tredicesima per Maurizio Facchin (HM-Honda 500 4T).
Nella EJ vittoria a sorpresa del giovane ex crossista francese Mathias Bellino (Husaberg 450 4T), miglior tempo assoluto di tutte le speciali estreme. Della "pattuglia italiana" in Maglia Azzurra il migliore dei nostri è risultato Giacomo Redondi (Husqvarna TE 310 4T) ottavo, mentre Jonathan Manzi (KTM-Farioli 125 2T) è finito decimo. Quattordicesima posizione per Deny Philippaerts (Beta-boano 450 4T) e quindicesima per Rudy Moroni (KTM 250 2T).
Jonathan Manzi ha infine centrato la prima posizione nella Coppa del Mondo "Under 21" delle 125 2T.

DOMENICA
Anche la seconda giornata del GP di Romania, dodicesima prova del Campionato Mondiale Enduro 2011 disputata a Buzau, ha offerto nuovi spunti di grande spettacolo con due perentorie conferme e una rivincita.
Nella E2 Pierre Renet (Husaberg 450 4T) ha bissato la vittoria di sabato vincendo ben sette delle nove speciali disputate. Seconda posizione per Antoine Meo (Husqvarna TE 310 4T) sempre più leader della classifica iridata.
In questa classe il nostro Simone Albergoni (Husqvarna TE 310 4T) ha chiuso in sesta posizione senza mai riuscire a spiccare tempi di rilievo di cui è capace.
Nella E3 doppietta anche per Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T); ha fatto sue sei speciali. A fare la differenza sono però stati nuovamente i suoi tempi strepitosi nella prova in linea. Secondo posto per Mika Ahola (HM-Honda 500 4T) che non è però mai riuscito a brillare come Nambotin nella prova in linea. Ottava posizione per il nostro Fabio Mossini (Beta 500 4T) con Maurizio Facchin (HM-Honda 500 4T) undicesimo.
Nella E1 rivincita di Juha Salminen (Husqvarna TE 250 4T); il sette volte iridato ha però dovuto sudare fino all'ultimo per avere ragione del connazionale Eero Remes (KTM 250 4T), staccato all'arrivo di soli cinque secondi.
Sfortunato l'altro finlandese, Matti Seistola (Husqvarna TE 250 4T) per problemi alla frizione durante la speciale di cross all'inizio del secondo dei tre giri disputati oggi.
Nessun punto della bandiera oggi per l'Italia dai giovani impegnati nella EJ e nella Coppa del Mondo "Under 21" della 125 2T. In quest'ultima classe, Jonathan Manzi (KTM-Farioli) si è dovuto accontentare del terzo posto rallentato da tre cadute in speciale. Giacomo Redondi (Husqvarna TE 310 4T) ha invece terminato in ottava posizione nella EJ. Questa classe ha visto la vittoria del francese Romain Dumontier (Yamaha 250 2T).
Sempre nella EJ, Manzi ha chiuso quattordicesimo, Rudy Moroni (KTM-Farioli 250 2T) sedicesimo, Deny Philippaerts (Beta-Boano 450 4T) diciassettesimo.

E1 Results Round 11
1, Matti Seistola, Finland, Husqvarna
2, Juha Salminen, Finland, Husqvarna
3, Eero Remes, Finland, KTM
4, Rodrig Thain, France, Honda

E1 Results Round 12
1, Juha Salminen, Finland, Husqvarna
2, Eero Remes, Finland, KTM
3, Rodrig Thain, France, HM-Honda
4, Julien Gauthier, France, TM
5, Lorenzo Santolino, Spain, KTM

E1 Standings after Round 12
1, Juha Salminen, Finland, Husqvarna, 286
2, Eero Remes, Finland, KTM, 240
3, Matti Seistola, Finland, Husqvarna, 235
4, Rodrig Thain, France, Honda, 207
5, Lorenzo Santolino, Spain, 174


E2 Results Round 11
1, Pierre-Alexandre Renet, France, Husaberg
2, Cristobal Guerrero, Spain, KTM
3, Antoine Meo, France, Husqvarna
4, Ivan Cervantes, Spain, Gas-Gas
5, Antoine Basset, France, Yamaha

E2 Results Round 12
1, Pierre-Alexandre Renet, France, Husaberg
2, Antoine Meo, France, Husqvarna
3, Cristobal Guerrero, Spain, KTM
4, Ivan Cervantes, Spain, Gas-Gas
5, Antoine Basset, France, Yamaha

E2 Standings after Round 12
1, Antoine Meo, France, Husqvarna, 274
2, Cristobal Guerrero, Spain, KTM, 225
3, Ivan Cervantes, Spain, Gas-Gas, 214
4, Pierre-Alexandre Renet, France, Husaberg, 202
5, Antoine Basset, France, Yamaha 172


E3 Results Round 11
1, Christophe Nambotin, France, Gas-Gas
2, Sebastien Guillaume, France, Husqvarna
3, Kurt Caselli, USA, KTM
4, Mika Ahola, Finland, Honda
5, Oriol Mena, Spain, Husaberg

E3 Results Round 12
1, Christophe Nambotin, France, Gas-Gas
2, Mika Ahola, Finland, Honda
3, Sebastien Guillaume, France, Husqvarna
4, Kurt Caselli, USA, KTM
5, Joakim Ljunggren, Sweden, Husaberg

E3 Standings after Round 12
1, Mika Ahola, Finland, Honda 274
2, Christophe Nambotin, France, Gas-Gas 251
3, Joakim Ljunggren, Sweden, Husaberg 218
4, Marko Tarkkala, Finland, Husaberg 190
5, Oriol Mena, Spain, Husaberg 182


EJ Results Round 11
1, Mathias Bellino, France, Husaberg
2, Jeremy Joly, France, HM-Honda
3, Romain Dumontier, France, Yamaha
4, Mario Roman, Spain, KTM
5, Victor Guerrero, Spain, Yamaha
...
15, Rudy Moroni, Italy, KTM

EJ Results Round 12
1, Romain Dumontier, France, Yamaha
2, Mario Roman, Spain, KTM
3, Jeremy Joly, France, HM-Honda
4, Mathias Bellino, France, Husaberg
5, Benoit Fortunato, France, Yamaha
...
14, Jonathan Manzi, Italy, KTM
16, Rudy Moroni, Italy, KTM

EJ Standings after Round 12
1, Jeremy Joly, France, Husaberg 245
2, Mario Roman, Spain, KTM 229
3, Romain Dumontier, France, Yamaha 198
4, Benoit Fortunato, France, Yamaha 190
5. Jonathan Manzi, Italy, KTM 183


Youth Cup Round 11
1. Jonathan Manzi, Italy, KTM
2. Luis Oliveira, Portugal, Yamaha
3. Benjamin Herrera, Chile, KTM

Youth Cup Round 12
1. Benjamin Herrera, Chile, KTM
2. Luis Oliveira, Portugal, Yamaha
3. Jonathan Manzi, Italy, KTM

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: bibbo09, Bing [Bot], car80, fabietto81, franz, Gandalf, Gerko, Google [Bot], hugon, Leo 64, Majestic-12 [Bot], MSNbot Media, Paso, sgari, TheMagicUccio, ziofede

SEO Search Tags

SCHEDA TECNICA HONDA CBR TIGER 1994      forum ktm      husqvarna 310 2011 resto magazino