KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Internazionali d'Italia Supercross 2011 - S. Giustino

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Internazionali d'Italia Supercross 2011 - S. Giustino

Messaggio » 07/07/2011, 22:12

Sabato sera secondo round a S. Giustino (PG)
Attesa una serata di grande spettacolo al complesso sportivo Comunale di S. Giustino grazie al Moto Club "Quo Vadis?"


Immagine

Il "Motoclub Quo Vadis?" non ha mollato e vuole a tutti i costi portare gli Internazionali in Umbria. Lo scorso anno era in programma l'ultima tappa, era settembre, piovve talmente tanto quel sabato sera da costringere la direzione gara all'annuncio più sofferto e indesiderato: un annullamento.
Il percorso è stato rivisto ancora dal grande esperto Armando Dazzi, che sulle tracce di quello esistente ha cambiato incastri e sequenze, il risultato è che in pratica siamo di fronte ad un nuovo tracciato.
La Federazione sarà presente anche con il Settore Tecnico, impegnato con i tecnici federali negli stage di "avvicinamento" al Supercross rivolto ai giovani; i corsi si terranno sulle piste dove si svolgeranno le gare stesse e sono riservati a SX2 - SXJ.
Di contorno ci sarà anche una prova del Campionato Italiano MinibikeMX.
Dal punto di vista sportivo, l'edizione 2011 riparte dalla conferma della scuola francese, infatti divisi da soli 5 punti nelle prime tre posizioni, dopo la prima prova, troviamo rispettivamente tre francesi: Christophe MARTIN (Honda - A Team Fogliaro Racing) autore di una splendida performance a Padova, Alexandre ROUIS (Honda - MB Team) sicuramente sfortunato in Round #1, Cedric Mannevy (Suzuki - MD Racing). L'italiano migliore attualmente è Matteo BONINI (Suzuki – MTW Racing Team ASD) che si trova al quarto posto in campionato, ma questo non significa che non abbia le potenzialità per vincere, anzi, ha dimostrato velocità ed eccellenza in quantità e dunque la possibilità che possa occupare il primo gradino del podio in gara e in campionato sono assolutamente reali e condivise dagli esperti.
Per cui, "A Team" e MARTIN rimangono saldamente tra gli accreditati alla vittoria parziale e finale, ma le quattro forze in campo sono equilibrate e in considerazione che a queste sicuramente si aggiungerà Angelo PELLEGRINI (Suzuki – MTV World), veloce ma inconcludente per sfortuna a Padova, significa che il campionato è aperto, equilibrato e imprevedibile, peculiarità queste che sono il preludio e la garanzia di campionato e uno spettacolo emozionante.
Saltano il turno la classe SX2 e SXJ, che ritroveremo a Carpi il prossimo 23 luglio.

fontexoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Internazionali d'Italia Supercross 2011 - S. Giustino

Messaggio » 11/07/2011, 20:01

Per Rouis vittoria e tabella rossa di leader
Mannevy e Bonini completano il podio


Immagine

Dopo la pioggia intensa che lo scorso anno fece annullare la gara, neanche il clima africano, che ha caratterizzato la giornata di gara, ha scoraggiato il Motoclub "Quo Vadis?", un moto club decisamente a trazione femminile, determinate a portare in fondo il Round#2 degli Internazionali d'Italia di Supercross 2011 – Goldentyre Series. Il sole ed il caldo afoso hanno messo a dura prova anche i piloti stessi, che comunque non si sono tirati indietro nella lotta per la vittoria, dando vita a gare emozionanti, tirate fino all'ultimo giro e piene di colpi di scena, che hanno tenuto il pubblico umbro col fiato sospeso fino al finish.
In Finale #1 parte forte Pellegrini (Suzuki MotorWorld), inseguito da Bonini (Suzuki MotorWorld) e da Rouis (Honda MB Team): due italiani al comando era da tempo che non si vedevano agli Internazionali. Al quarto giro il compagno di squadra riesce a superarlo, involandosi di fatto verso la bandiera a scacchi e confermando le buone sensazioni dopo la Pole del pomeriggio e la vittoria nella Heat#2. Anche il campione francese ingaggia un duello col pilota bresciano, che finisce per penalizzare entrambi: un contatto in curva tra i due provoca l'afflosciamento della ruota posteriore di Pellegrini, costretto al ritiro, e la rottura del carter motore della moto di Rouis, il quale riesce comunque a concludere la gara al secondo posto, in rimonta su Bonini, nonostante debba guidare solo in terza. Dietro di loro Mannevy (Suzuki MD Racing) e Dami (Honda MB Team), rispettivamente terzo e quarto classificati, precedono Muratori (Suzuki Castellari), autore di una buona prova con la 250cc.., davanti a Valade (Honda A-Team). Gara difficile per Martin (Honda A-Team) che cade al terzo giro mentre è in lotta con Bonini per la seconda posizione: i due affrontano appaiati la serie di gobbe nella parte alta della pista, al termine delle quali il francese esce di pista, dovendo poi recuperare dall'ultimo al decimo posto.
Non sono certo inferiori le emozioni in Finale#2: i primi giri sono convulsi, davanti è Mannevy con dietro Pellegrini. Ma la bagarre è fra Bonini e Martin: l'italiano prova il sorpasso esterno al termine delle woops e poi all'interno prima del salto del finish: il francese scivola al termine della curva, con Bonini che deve frenare per non finirgli addosso. I due ripartono, ma è il bresciano ad avere la peggio, in preda alla foga agonistica, cade al termine delle woops rimanendo a 1 giro dai migliori e dovendosi accontentare dell'undicesimo posto. Dietro di loro Rouis, sfrutta lo "scontro" tra i diretti avversari in classifica generale e conclude primo, superando poi in successione Dami, Pellegrini e Mannevy, per aggiudicarsi con merito una vittoria assoluta che gli permette di riprendersi la tabella rossa, al termine di un una giornata dura per lui ed il suo team, che fra le due finali è stato costretto agli straordinari per rimettere in sesto il motore. Al secondo posto arriva Pellegrini, che negli ultimi giri passa Mannevy, il quale conclude terzo davanti al connazionale Martin, risalito al quarto posto. Dami, non riesce ad andare oltre la quinta posizione, che lo fa rimanere ai piedi del podio per un solo punto: infatti alla fine è Bonini terzo, con Mannevy secondo assoluto per la seconda volta, per un podio che rispecchia le posizioni in classifica generale.
Un serata carica di adrenalina, corredata dalle competizioni in Minibike: il Campionato Mini Bike MX che ha visto vincitore Pallotta davanti a Vestri, e per la gara dimostrativa per piloti Debuttanti con le moto 50cc., che ha visto Rigo Elia (Lem Wallaby Tex), vincere entrambe le gare disputate, per un esperimento fortemente voluto dalla FMI, per avvicinare i più piccoli a questa disciplina, pur correndo su un percorso tagliato ad hoc per evitare le serie più pericolose per questi giovanissimi piloti. Si conclude come da programma Round#2, con un omaggio floreale da parte dei primi tre alle donne del moto club, le vere protagoniste di questa giornata di gara. L'attenzione adesso si sposta sul Carpi Night Show, che tra due settimane ospiterà Round#3 degli Internazionali d'Italia.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: 100ado, alexstabilini, Bat21, Bing [Bot], CAVALLOPAZZO, FabioMJ23, fedesmr78, gaeldp, gianni_piu, Giolli Joker, Google [Bot], Rsonsini, vadodicorsa, Vespone19

SEO Search Tags

forum ktm      foto moto club quo vadis