KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

MX Mondiale, GP di Svezia

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 01/07/2011, 20:21

GP di Svezia, Cairoli pronto al sorpasso
Viste le condizioni incerte di Desalle infortunato domenica, per Tony è giunto il momento di tentare l'affondo e strappare la leadership al belga. Dal prossimo GP al via della MX1 anche Pourcel


Immagine

Sulla scenografica pista di Uddevalla le previsioni meteo prevedono pioggia per tutto il fine settimana, ma le intemperie non raffredderanno l'aria frizzante che si respira nel paddock scandinavo. Non solo per le bionde che si vedono da queste parti, ma per l'attesa di vedere se Ken Roczen sarà capace di riconfermarsi così prepotentemente come ha fatto in Spagna dopo la tremenda botta del Portogallo, e sopratutto per capire fino a che punto la lussazione alla spalla destra patita da Clement Desalle nell'ultima prova del campionato belga limiterà la prestazione del pilota vallone.

Di solito la seconda volta che capita (la prima gli successe lo scorso anno a Valkenswaard) non è molto confortante perché i legamenti che tengono stretta l'articolazione possono prendere un gioco tale da poter non riuscire più a mantenerla in sede come ben sa Michele Rinaldi la cui fine carriera arrivò proprio per un motivo simile. Nel caso dell'ufficiale Suzuki l'entità del secondo incidente non è particolarmente grave perché la spalla gli è rientrata in breve tempo per cui muscoli e legamenti non dovrebbero aver sofferto più di tanto, ma bisogna attendere le prove del sabato per sapere esattamente come potrà correre in quanto il leader MX1 non è più risalito in moto dalla scorsa domenica.


Non che abbia bisogno delle sventure dei suoi avversari per far vedere quanto valga, ma la vittoria del GP di Spagna e il momento difficile di Desalle potrebbero così dare a Cairoli un ulteriore stimolo per andarsi a prendere la tabella rossa del leader del campionato alla quale dopo La Bañeza si è portato ad un solo punto di distanza.


Nel paddock di Uddevalla è infine giunta la conferma che Christophe Pourcel, campione del mondo MX2 2007, lascia gli Usa e rientra nei GP in sella alla Kawasaki del team CLS addirittura dal prossima prova di Teutschenthal. Il francese, conosciuto per il suo caratterino tutto pepe che neppure il padre è mai stato capace di domare, correrà con la KX-F 450 di Ben Townley il quale è quasi certo che purtroppo abbandonerà le gare non trovando più il bandolo della matassa dopo l'incredibile serie di sfortunati incidenti di cui è stato vittima da quando lasciò il Mondiale e si trasferì negli Stati Uniti. Pourcel è molto motivato a rientrare nel Gotha del cross iridato, e proprio oggi inizia in Belgio il suo primi test in sella alla verdona giapponese kittata con parti Pro Circuit.

Clienti scomodi di Tony saranno comunque Steve Frossard, stoico nel correre gli ultimi gran premi con con vesciche impressionanti e un legamento stirato di un pollice della mano, e David Philippaerts che pare abbia trovato la sua giusta dimensione lasciando anche a casa un pò di sfortuna.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Motomondiale, GP di Svezia

Messaggio » 01/07/2011, 20:24

GP di Svezia: gli orari TV Gli orari in Tv dell'ottava tappa del Mondiale MX1 e MX2.
Questo weekend a Uddevalla per il GP di Svezia


Domenica 3 luglio
12.00 | Campionato del Mondo MX2| Sportitalia 2
13.00 | Campionato del Mondo MX1 | Sportitalia 2

15.00 | Campionato del Mondo MX2| Sportitalia 2
16.00 | Campionato del Mondo MX1| Sportitalia 2

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 02/07/2011, 17:10

Guarneri ci porta sulla pista di Uddevalla
Guarneri ci descrive, curva dopo curva e salto dopo salto la pista ghiaiosa del GP di Svezia


Immagine

"La pista l'hanno modificata in vari punti. Il fondo è duro con ghiaia sopra riportata, infatti di solito si fanno anche belle sponde, però non è un brutto terreno e tiene bene l'acqua. La partenza torna indietro. E' una partenza dove ogni anno è facile che qualcuno cada perché c'è una curva di 180° alla fine che torna indietro secca. Se esci bene però prendi un discreto vantaggio. Si torna indietro sulla pit-lane e si arriva …


…poi c'è una curva a 90° e si arriva sul panettone di arrivo".

Guarneri: "E' una partenza dove ogni anno è facile che qualcuno cada"

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 02/07/2011, 17:13

Si mette male per Desalle!

Immagine

Grossi problemi per Desalle in Svezia. Alla domanda sul suo stato di salute, la risposta ha lasciato ben poco all’immaginazione… “Shit!!!!!” Ha il dito indice distrutto e la spalla praticamente bloccata dal taping per evitare ulteriori fuoriscite dell’articolazione. Nelle libere si e’ preso 6 secondi dal primo. Questi tempi di stamani

Immagine

Immagine

fonte mxforum.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 02/07/2011, 22:15

Cairoli e Roczen: doppietta KTM nelle qualifiche di Uddevalla
Il messinese ipoteca la tabella rossa MX1 nella giornata difficile di Desalle, mentre il tedesco la spunta nel braccio di ferro con Paulin


Immagine

Ottime premesse per Antonio Cairoli che quando c'è da tirare l'affondo non si tira indietro e con la motivazione supplementare delle precarie condizioni fisiche del rivale Clement Desalle ha aperto il GP di Svezia con la significativa vittoria della manche di qualificazione. Un successo meritato, costruito fin dalla partenza quando ha preso il comando alla prima curva mantenendolo in sicurezza fino al traguardo.

Ben diversa la prova di Clement Desalle, che è arrivato in Svezia con la spalla destra lussata da poco e che ha visto ulteriormente peggiorare la sua condizione fisica. Oltre ad essere rimasto coinvolto in una caduta alla partenza che gli ha ammaccato un dito della mano, successivamente ha preso anche un'insaccata compromettendo anche il normale funzionamento dell'articolazione sinistra che gli ha fatto male per tutta la parte restante di gara con la conseguenza di finire la qualifica solo 19°. Un brutta batosta per il belga, che difficilmente potrà impedire a Tony 222 di strappargli ha tabella di leader della classe regina.


Tra l'altro anche se la Suzuki non lo ha ancora comunicato ufficialmente, pare che il belga in settimana abbia rinnovato per altri due anni il suo rapporto col team gestito dai fratelli Geboers. Sempre a proposito di mercato la KTM, già ben assestata nella MX1 con Cairoli e Nagl, nella MX2 con Ken Roczen in partenza per il 2012 verso gli Stati Uniti deve decidere se oltre a mantenere il rapporto con Jeffrey Herlings vuole riconfermare Jeremy Van Horebeek. Una pedina molto richiesta è Paulin Gautier, che oltre ad essere ben voluto in Yamaha come terzo pilota della MX1 a fianco di David Philippaerts e Steven Frossard ha altre allettanti proposte tra cui la più sostanziosa è quella della Kawasaki il cui manager è marsigliese come lui. Con la KX-F 450, ma del team CLS, correrà la prossima stagione Tommy Searle che nel 2013 potrebbe ritornare negli Usa di nuovo sotto l'ala di Pro Circuit.


Ritornando alla qualifica MX1 di Uddevalla, dietro al quattro volte iridato siciliano ha concluso il compagno di scuderia Max Nagl e Ken De Dycker il quale a metà gara ha scavalcato Frossard che ha preferito non rischiare eccessivamente dopo essere andato vicino ad una pericolosa caduta. 5° Philippaerts, che ha preferito rimandare l'affondo alle due manche ufficiali, mentre Davide Guarneri è rimasto nelle retrovie penalizzato da dolori alla schiena e da una caduta classificandosi 24°.


Praticamente senza storie la MX2, con Roczen che ha scavalcato Herlings al primo giro e poi ha controllato la pressione di Paulin.


GP di Svezia

Qualifiche MX1
1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 25:20.865; ; 2. Maximilian Nagl (GER, KTM), +0:05.358; 3. Ken de Dycker (BEL, Honda), +0:18.541; 4. Steven Frossard (FRA, Yamaha), +0:21.261; 5. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +0:22.657; 6. Steve Ramon (BEL, Suzuki), +0:24.278; 7. Tanel Leok (EST, TM), +0:26.969; 8. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:27.305; 9. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), +0:35.683; 10. Shaun Simpson (GBR, Honda), +0:40.432; 11. Rui Goncalves (POR, Honda), +0:41.163; 12. Gregory Aranda (FRA, Kawasaki), +0:41.681; 13. Anthony Boissiere (FRA, Yamaha), +0:43.189; 14. Marcus Schiffer (GER, Suzuki), +0:52.331; 15. Filip Thuresson (SWE, KTM), +0:54.519; 16. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), +0:59.642; 17. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +1:02.664; 18. Carlos Campano Jimenez (ESP, Yamaha), +1:05.536; 19. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +1:19.832; 20. Günter Schmidinger (AUT, Honda), +1:24.189; 21. Loic Leonce (FRA, Aprilia), +1:27.231; 22. Jonathan Dahlgren (SWE, Honda), +1:32.948; 23. Kim Lindström (SWE, Yamaha), +1:34.727; 24. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), +1:39.929; 25. Cedric Lieber (BEL, KTM), +1:46.315; 26. Remi Nyegaard (NOR, Yamaha), +1:46.958; 27. Yentel Martens (BEL, KTM), +1:47.725; 28. Ivo Steinbergs (LAT, Kawasaki), +2:04.114; 29. Santtu Tiainen (FIN, Kawasaki), +2:41.126; 30. Toni Eriksson (FIN, Kawasaki), -1 lap(s); 31. Matthias Walkner (AUT, KTM), -1 lap(s); 32. Alfie Smith (GBR, Aprilia), -1 lap(s); 33. Robert Sturm (GER, Kawasaki), -1 lap(s); 34. Tom Söderström (SWE, Suzuki), -12 lap(s).


Qualifiche MX2
1. Ken Roczen (GER, KTM), 25:27.402; ; 2. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:01.351; 3. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:02.960; 4. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:08.526; 5. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +0:24.337; 6. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:30.046; 7. Zachary Osborne (USA, Yamaha), +0:34.050; 8. Valentin Teillet (FRA, Suzuki), +0:36.815; 9. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +0:42.254; 10. Jake Nicholls (GBR, KTM), +0:44.886; 11. Glenn Coldenhoff (NED, Yamaha), +0:49.976; 12. Harri Kullas (FIN, Yamaha), +0:51.458; 13. Antonio Jose Butron Oliva (ESP, KTM), +0:51.956; 14. Max Anstie (GBR, Kawasaki), +0:56.444; 15. Joel Roelants (BEL, KTM), +0:59.315; 16. Jordi Tixier (FRA, KTM), +1:03.905; 17. Nikolaj Larsen (DEN, KTM), +1:05.747; 18. Michael Leib (USA, Husqvarna), +1:07.200; 19. Nicolas Aubin (FRA, KTM), +1:07.909; 20. Matiss Karro (LAT, Honda), +1:10.324; 21. Mike Kras (NED, Suzuki), +1:11.169; 22. Nick Triest (BEL, KTM), +1:11.318; 23. Steven Lenoir (FRA, Yamaha), +1:13.836; 24. Julien Lieber (BEL, KTM), +1:23.994; 25. Even Heibye (NOR, KTM), +1:30.027; 26. Petar Petrov (BUL, Yamaha), +1:31.397; 27. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), +1:32.521; 28. Ludvig Söderberg (FIN, Kawasaki), +1:36.647; 29. Filip Bengtsson (SWE, KTM), +1:42.584; 30. Alexander Eriksson (SWE, KTM), +1:47.373; 31. Swian Zanoni (BRA, Honda), +1:47.856; 32. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), -1 lap(s); 33. Jesper Jonssen (SWE, Suzuki), -1 lap(s); 34. Ivo Monticelli (ITA, Honda), -1 lap(s); 35. Jordan Booker (GBR, KTM), -1 lap(s); 36. Sean Mitchell (ZIM, Honda), -1 lap(s); 37. Viacheslav Golovkin (RUS, Kawasaki), -1 lap(s); 38. Giacomo Del Segato (ITA, KTM), -12 lap(s); 39. Mihail Cociu (MDA, Honda), -13 lap(s).



fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 03/07/2011, 16:59

Tony Cairoli e Ken Roczen hanno dominato le qualifiche del sabato. Tony è scattato al comando ed ha vinto, alle sua spalle Max Nagl, si rivede Ken De Dycker che termina terzo seguito da Steven Frossard e David Philippaerts. Clement Desalle caduto al via ha chiuso 19° ma ha sbattuto violentemente la spalla “sana”. In MX2 Ken Roczen ha dominato ma Gautier Paulin è sempre stato vicino al tedesco terzo ha chiuso Jeffrey Herlings poi Tommy Searle e Jeremy Van Horebeek. Uddevalla ha ospitato anche la UEM EMX-125 che ha visto Simone Zecchina dominare tutta la gara, alle sue spalle il belga Damon Graulus, terzo Samuele Bernardini.

MX1 Qualifying Race top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 25:20.865; 2. Maximilian Nagl (GER, KTM), +0:05.358; 3. Ken de Dycker (BEL, Honda), +0:18.541; 4. Steven Frossard (FRA, Yamaha), +0:21.261; 5. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +0:22.657; 6. Steve Ramon (BEL, Suzuki), +0:24.278; 7. Tanel Leok (EST, TM), +0:26.969; 8. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:27.305; 9. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), +0:35.683; 10. Shaun Simpson (GBR, Honda), +0:40.432;

MX2 Qualifying Race top ten: 1. Ken Roczen (GER, KTM), 25:27.402; 2. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:01.351; 3. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:02.960; 4. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:08.526; 5. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +0:24.337; 6. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:30.046; 7. Zachary Osborne (USA, Yamaha), +0:34.050; 8. Valentin Teillet (FRA, Suzuki), +0:36.815; 9. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +0:42.254; 10. Jake Nicholls (GBR, KTM), +0:44.886;

La diretta della gara è prevista a partire dalla ore 12:00 su Sportitalia 2. Se la vostra zona non è coperta dal servizio, non vi resta che MX-Life.tv.

Prima manche MX2: Ken Roczen prende il comando dalla prima curva e riesce a tenersi alle spalle Paulin che prova ad attaccarlo nelle prime battute. Terzo è Herlings poi c’è Anstie. Zac Osborne cade melle prime curve di gara e riparete ultimo, Searle si mette nei guai, finisce fuori pista, cade e poco dopo si ritira. Roczen scappa e Paulin sembra accontentarsi, alle loro spalle non succede praticamente nulla, con Herlìngs che si mette al riparo da Anstie. Roczen vince, Paulin è secondo, poi Herlings, Anstie, van Horebeek, Tunus, Cherlier, Nicholls, Aubin, Teillet, Alex Lupino recupera da una non felice partenza fino alla 12° posizione.

Prima manche MX1: Due Honda al comando e sono quelle di Goncalves e Bobryshev, con il russo che passa subito al comando, Cairoli cade nelle prime battute di gara e riparte ultimissimo. Desalle (tabella rossa per un punto) è quinto, Philippaerts è decimo. Frossard forza e supera Goncalves portandosi al secondo posto. Seguono Campano, Boog, Desalle, Philippaerts, Nagl, Ramon. Philippaerts passa Desalle e Nagl, dopo 10 min di gara, Cairoli è 13°, Campano crolla, Philippaerts ha un problema e retrocede di una decina di posizioni Cairoli è nei top 10 e recupera ancora, raggiungendo il gruppetto degli inseguitori. Mette nel mirino Desalle e lo supera, e va a caccia di Nagl. Fine del tempo regolamentare e Cairoli passa Nagl e Ramon, Frossard attacca Bobryschev e va a vincere, terzo è Boog, poi de Dycker, Cairoli, Ramon, Nagl, Desalle, Goncalves, Aranda. Philippaerts chiude 15°. Tony Cairoli strappa la tabella rossa a Desalle.


Seconda manche MX2: Ken Roczen scatta al comando, dietro ci sono Herlings, Butron, Anstre, Paulin, Osborne. Roczen scappa via, Paulin si porta al terzo posto. Risale al quarto posto Anstiie poi Aubin, Searle e Osborne. Searle raggiunge Aubin e passa, prende Anstie e lo infila. Tonus rinviene e si porta quinto ma sbaglia e finisce a terra perdendo posizioni. Roczen vince in solitario, alle sue spalle Herlings, Paulin, Searle, Anstie, Aubin, Cherlier, Tonus, van Horebeek, Osborne.

Seconda manche MX1: Frossard scatta al comando, Philippaerts è secondo, poi Cairoli e Goncalves. Cairoli si porta subito al secondo posto, Goncalves supera Philippaerts. Frossard scappa, Cairoli insegue, Philippaerts perde leggermente terreno Ramon lo raggiunge, dietro arriva de Dycker che supera il pilota Suzuki. Risale dal fondo Bobryshev che arriva fino a Goncalves e si porta al sesto posto. Sbaglia Nagl e perde posizioni, De Dycker attacca Philippaerts e lo passa, ma non è finita perché il pilota Honda scoppia e frena chi lo segue, Philippaerts lo supera, Ramon resta invischiato e subisce il sorpasso di uno scatenato Bobryschev che supera tutti e si porta alle spalle di Philippaerts al quarto posto. Frossard vince, Cairoli è secondo, terzo Philippaerts, poi Bobryshev, Ramon, de Dycker, Desalle, Goncalves, Barragan, Nagl. Guarneri chiude 13°.

In MX2 la tabella rossa resta nelle mani di Ken Roczen che allunga su Herlings. In MX1 Tony Cairoli, complice anche l'infortunio alla spalla a Clement Desalle, gli strappa la tebella rossa e si porta in testa alla classifica della MX1.

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 03/07/2011, 17:59

E finalmente si è riappropriato della tabella rossa...ma il mondiale è lungo e i pretendenti sono piu di uno ma sono contento xche è un gran bel mondiale pieno di colpi di scena..

Grande prima manche di tony che ha rimontato in maniera favolosa

roczen....macchiana da guerra :mrgreen: :mrgreen:
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 03/07/2011, 18:26

trivella ha scritto:Grande prima manche di tony che ha rimontato in maniera favolosa

Grande rimonta ma .... (per me) merita un 4 :?
Non si può cadere alla SECONDA curva (da pollo), quando hai la possibilità di staccare tutti i contendenti al titolo.
Encomiabile Desalle, che con una spalla messa male e un dito della mano messo peggio, perde SOLO 11 punti dalla vetta :giorno:
Frossard il terzo SERIO pretendente al titolo e per essere un debuttante (in MX1) grande sorpresa.
Non ho parole per Philippaerts ....
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 03/07/2011, 18:30

Registrazioni SportItalia2

Gara 1 MX2-MX1

http://fb4.vcast.it/Fb00040005/48/2A/Fz ... 417593.mp4

Gara 2 MX2-MX1

http://fb4.vcast.it/Fb00040004/44/9D/XR ... 417596.mp4

Non clikkate il link, tasto dx del mause e salva oggetto con nome.
Una volta scaricati li vedete.
Il tutto entro 3 giorni, poi V-Cast li elimina in automatico.

A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 03/07/2011, 20:51

Cairoli passa al comando della MX1
Nella giornata che ha portato alla ribalta Frossard, con una prestazione tanto dura quanto esaltante l'ufficiale KTM strappa la leadership a Desalle; ancora Roczen nella MX2


Immagine

Ancora una conferma per Tony Cairoli che come da pronostico ha dato fondo a tutta la sua stoffa di quattro volte iridato per aggiudicarsi la tabella rossa di capoclassifica della classe regina. La sua non è stata affatto però una sorta di passeggiata, come si poteva credere visto l'infortunio alla spalla di Clement Desalle, a causa di una caduta nelle battute iniziali della prima manche e relativa rimonta che gli ha fatto sudare sette camicie. Antonio era partito alle spalle di Rui Goncalves, ma in una curva in discesa il portoghese ha anticipato la staccata e nel tentativo di cambiare la traiettoria il fondo cedevole e una pinzata molto sostenuta hanno mandato a terra Tony che è ripartito ultimo dopo essere stato bersagliato insieme alla sua SX-F 350 dagli avversari che sopraggiungevano.


Incurante degli acciacchi e della sua sfortunata posizione, ha inanellato una serie di giri al fulmicotone con una serie di sorpassi da manuale che lo hanno portato al traguardo in quinta posizione. Nell'altra è partito stanco e decisamente provato, ma ancora una volta la sua grandezza non ha mancato di brillare. E' infatti partito terzo, ha subito superato Bobryshev e poi ha controllato a vista Steven Frossard senza tuttavia riuscirlo ad agganciare per via del passo veloce e sicuro del francese.


L'ufficiale Yamaha ha ribadito la sua predisposizione per il circuito svedese, considerata la sua vittoria MX2 dello scorso anno, ma soprattutto la sua forza e determinazione che gli hanno valso l'appellativo di gladiatore. Come se non bastassero le sue mani martoriate da vesciche e dallo stiramento di un legamento del pollice, al via della prima manche è stato anche colpito ad un braccio dalla moto di Cairoli e nonostante ciò dopo essersi portato in scia al battistrada della Honda a tre giri dalla bandiera a scacchi ha dato un ulteriore giro di manetta aggiudicandosi la prova. Nella successiva non ha fatto altro che mantenere un passo così veloce da tenere a distanza Tony e far così sua la seconda vittoria MX1.


Il podio poteva essere anche alla portata di David Philippaerts, ma il toscano nella prima manche ha corso senza freno anteriore, probabilmente danneggiato da una sassata, e non ha potuto fare meglio di 15°, rifacendosi in Gara 2 dove si è piazzato 3°. Tappa da dimenticare invece per Desalle, le cui condizioni fisiche hanno influito anche su quelle psicologiche col risultato di sommare un 8° ed un 7° posto non certo sufficienti ore contenere ciclone Cairoli.


Giornata poco confortante anche per Davide Guarneri, che sabato ha accusato un forte dolore alla schiena impedendogli di conquistare un buon posto dietro al cancello di partenza. In apertura è quindi partito male e dopo essere stato centrato da un avversario si è ritirato con la moto in disordine, nella batteria conclusiva è invece terminato 13°.


La MX2 ha ripetuto l'ormai consolidato copione, con Ken Roczen due volte primo senza il minimo problema, Jeffrey Herlings alla ricerca di come battere il compagno di squadra dovendosi per ora accontentare del podio d'onore, e Gautier Paulin per la quinta volta consecutiva sul podio. Sfortunato Tommy Searle, la cui seconda caduta in Gara 1 non gli ha permesso di continuare la gara in quanto la sua Kawasaki non ne ha più voluto sapere di ripartire; si è riscattato in quella seguente dove è finito 4°. A punti anche Alex Lupino, 14° assoluto.


La seconda prova dell'europeo 125 ha invece registrato la vittoria di Samuele Bernardi e il secondo posto di Simone Zecchina che mantiene salda la testa del campionato.


GP di Svezia
Assoluta MX1
1. Steven Frossard (FRA, Yamaha), 50 p.; 2. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 40 p.; 3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 38 p.; 4. Ken de Dycker (BEL, Honda), 33 p.; 5. Steve Ramon (BEL, Suzuki), 31 p.; 6. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 30 p.; 7. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 27 p.; 8. David Philippaerts (ITA, Yamaha), 26 p.; 9. Rui Goncalves (POR, Honda), 25 p.; 10. Maximilian Nagl (GER, KTM), 25 p.; 11. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), 18 p.; 12. Anthony Boissiere (FRA, Yamaha), 16 p.; 13. Marcus Schiffer (GER, Suzuki), 15 p.; 14. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), 12 p.; 15. Gregory Aranda (FRA, Kawasaki), 11 p.; 16. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), 8 p.; 17. Carlos Campano Jimenez (ESP, Yamaha), 8 p.; 18. Tanel Leok (EST, TM), 7 p.; 19. Matthias Walkner (AUT, KTM), 6 p.; 20. Shaun Simpson (GBR, Honda), 5 p.; 21. Loic Leonce (FRA, Aprilia), 5 p.; 22. Remi Nyegaard (NOR, Yamaha), 3 p.; 23. Kim Lindström (SWE, Yamaha), 2 p.; 24. Ivo Steinbergs (LAT, Kawasaki), 1 p.; 25. Herjan Brakke (NED, Yamaha), 0 p.; 26. Günter Schmidinger (AUT, Honda), 0 p.; 27. Toni Eriksson (FIN, Kawasaki), 0 p.; 28. Alfie Smith (GBR, Aprilia), 0 p.; 29. Yentel Martens (BEL, KTM), 0 p.; 30. Jonathan Dahlgren (SWE, Honda), 0 p.; 31. Robert Sturm (GER, Kawasaki), 0 p.; 32. Cedric Lieber (BEL, KTM), 0 p.; 33. Tom Söderström (SWE, Suzuki), 0 p.;


Campionato MX1 dopo l'8.a prova
1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 322 p.; 2. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 312 p.; 3. Steven Frossard (FRA, Yamaha), 300 p.; 4. Maximilian Nagl (GER, KTM), 250 p.; 5. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 244 p.; 6. David Philippaerts (ITA, Yamaha), 225 p.; 7. Rui Goncalves (POR, Honda), 217 p.; 8. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 191 p.; 9. Steve Ramon (BEL, Suzuki), 180 p.; 10. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), 176 p.; 11. Ken de Dycker (BEL, Honda), 170 p.; 12. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), 161 p.; 13. Tanel Leok (EST, TM), 140 p.; 14. Anthony Boissiere (FRA, Yamaha), 112 p.; 15. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), 94 p.; 16. Shaun Simpson (GBR, Honda), 94 p.; 17. Carlos Campano Jimenez (ESP, Yamaha), 44 p.; 18. Gregory Aranda (FRA, Kawasaki), 41 p.; 19. Marcus Schiffer (GER, Suzuki), 41 p.; 20. Jason Dougan (GBR, Yamaha), 26 p.; 21. Marc de Reuver (NED, Yamaha), 23 p.; 22. Christian Craig (USA, Honda), 21 p.; 23. Manuel Monni (ITA, Honda), 19 p.; 24. Günter Schmidinger (AUT, Honda), 18 p.; 25. Matthias Walkner (AUT, KTM), 17 p.; 26. Benjamin Townley (NZL, Kawasaki), 15 p.; 27. Loic Leonce (FRA, Aprilia), 15 p.; 28. Martin Barr (GBR, KTM), 8 p.; 29. Luis Correia (POR, Yamaha), 7 p.; 30. Ivo Steinbergs (LAT, Kawasaki), 7 p.; 31. Gert Krestinov (EST, Kawasaki), 6 p.; 32. Antonio Jorge Balbi (BRA, Kawasaki), 6 p.; 33. Herjan Brakke (NED, Yamaha), 6 p.; 34. Roberto Castro Miranda (CRC, Honda), 5 p.; 35. Remi Nyegaard (NOR, Yamaha), 3 p.; 36. Hugo Basaula (POR, Kawasaki), 3 p.; 37. Weston Peick (USA, Kawasaki), 3 p.; 38. Jeremy Delince (BEL, KTM), 2 p.; 39. Yentel Martens (BEL, KTM), 2 p.; 40. Joao Paulino da Silva (BRA, Honda), 2 p.; 41. Kim Lindström (SWE, Yamaha), 2 p.; 42. Santtu Tiainen (FIN, Kawasaki), 2 p.; 43. Luis Correa (ARG, Kawasaki), 1 p.; 44. Alvaro Lozano Rico (ESP, Yamaha), 1 p.;


Assoluta MX2
1. Ken Roczen (GER, KTM), 50 p.; 2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 42 p.; 3. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), 42 p.; 4. Max Anstie (GBR, Kawasaki), 34 p.; 5. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), 28 p.; 6. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), 28 p.; 7. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 28 p.; 8. Nicolas Aubin (FRA, KTM), 27 p.; 9. Zachary Osborne (USA, Yamaha), 21 p.; 10. Valentin Teillet (FRA, Suzuki), 20 p.; 11. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 18 p.; 12. Harri Kullas (FIN, Yamaha), 15 p.; 13. Petar Petrov (BUL, Yamaha), 14 p.; 14. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), 14 p.; 15. Jake Nicholls (GBR, KTM), 13 p.; 16. Nick Triest (BEL, KTM), 12 p.; 17. Jordi Tixier (FRA, KTM), 8 p.; 18. Michael Leib (USA, Husqvarna), 8 p.; 19. Matiss Karro (LAT, Honda), 4 p.; 20. Julien Lieber (BEL, KTM), 4 p.; 21. Mike Kras (NED, Suzuki), 4 p.; 22. Nikolaj Larsen (DEN, KTM), 4 p.; 23. Filip Bengtsson (SWE, KTM), 2 p.; 24. Even Heibye (NOR, KTM), 2 p.; 25. Davis Ivanovs (LAT, Kawasaki), 0 p.; 26. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), 0 p.; 27. Ludvig Söderberg (FIN, Kawasaki), 0 p.; 28. Ivo Monticelli (ITA, Honda), 0 p.; 29. Alexander Eriksson (SWE, KTM), 0 p.; 30. Swian Zanoni (BRA, Honda), 0 p.; 31. Jesper Jonssen (SWE, Suzuki), 0 p.; 32. Giacomo Del Segato (ITA, KTM), 0 p.; 33. Mihail Cociu (MDA, Honda), 0 p.; 34. Viacheslav Golovkin (RUS, Kawasaki), 0 p.; 35. Jordan Booker (GBR, KTM), 0 p.; 36. Sean Mitchell (ZIM, Honda), 0 p.; 37. Antonio Jose Butron Oliva (ESP, KTM), 0 p.; 38. Joel Roelants (BEL, KTM), 0 p.; 39. Steven Lenoir (FRA, Yamaha), 0 p.; 40. Glenn Coldenhoff (NED, Yamaha), 0 p.;


Campionato MX2 dopo l'8.a prova
1. Ken Roczen (GER, KTM), 351 p.; 2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 337 p.; 3. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 286 p.; 4. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), 276 p.; 5. Zachary Osborne (USA, Yamaha), 234 p.; 6. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), 225 p.; 7. Max Anstie (GBR, Kawasaki), 201 p.; 8. Harri Kullas (FIN, Yamaha), 179 p.; 9. Nicolas Aubin (FRA, KTM), 178 p.; 10. Joel Roelants (BEL, KTM), 166 p.; 11. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), 158 p.; 12. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), 93 p.; 13. Jordi Tixier (FRA, KTM), 91 p.; 14. Glenn Coldenhoff (NED, Yamaha), 90 p.; 15. Nick Triest (BEL, KTM), 68 p.; 16. Jake Nicholls (GBR, KTM), 66 p.; 17. Petar Petrov (BUL, Yamaha), 64 p.; 18. Antonio Jose Butron Oliva (ESP, KTM), 62 p.; 19. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 59 p.; 20. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), 55 p.; 21. Nikolaj Larsen (DEN, KTM), 34 p.; 22. Mike Kras (NED, Suzuki), 28 p.; 23. Valentin Teillet (FRA, Suzuki), 20 p.; 24. Valentin Guillod (SUI, KTM), 20 p.; 25. Matiss Karro (LAT, Honda), 19 p.; 26. Michael Leib (USA, Husqvarna), 19 p.; 27. Marvin Musquin (FRA, KTM), 17 p.; 28. Elliott Banks-Browne (GBR, Honda), 17 p.; 29. Travis Baker (USA, Honda), 16 p.; 30. Steven Lenoir (FRA, Yamaha), 16 p.; 31. Ludvig Söderberg (FIN, Kawasaki), 16 p.; 32. Hector Assuncao de Freitas (BRA, Honda), 14 p.; 33. Lars Oldekamp (GER, KTM), 12 p.; 34. Scott Champion (USA, Honda), 9 p.; 35. Jean Ramos (BRA, Honda), 8 p.; 36. Julien Lieber (BEL, KTM), 6 p.; 37. Simone Zecchina (ITA, Suzuki), 4 p.; 38. Thales Villardi (BRA, KTM), 3 p.; 39. Giacomo Del Segato (ITA, KTM), 3 p.; 40. Eduardo Ferreira de Lima (BRA, Kawasaki), 3 p.; 41. Ivo Monticelli (ITA, Honda), 2 p.; 42. Andrea Cervellin (ITA, Husqvarna), 2 p.; 43. Roberts Justs (LAT, Honda), 2 p.; 44. Even Heibye (NOR, KTM), 2 p.; 45. Filip Bengtsson (SWE, KTM), 2 p.; 46. Petr Smitka (CZE, TM), 1 p.; 47. Dakota Tedder (USA, Kawasaki), 1 p.; 48. Tevin Tapia (USA, KTM), 1 p.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 03/07/2011, 22:28

Frossard vince, Cairoli va in testa
Il pilota italiano chiude terzo a diventa leader della classifica. Doppietta di Roczen nella MX2


Immagine

A Uddevalla, arriva la doppietta perentoria di Stephen Frossard che si aggiudica il GP davanti a Evgeny Bobryshev e a Tony Cairoli. Il pilota italiano con un quinto posto di manche, al termine di una furiosa rimonta, e un secondo finisce terzo il Gp di Svezia e passa al comando del mondiale con 10 punti di vantaggio su Desalle.
Tony, ha compromesso la possibilità di vincere il Gp con una caduta alla seconda curva di gara 1, ma ancora una volta ha dato spettacolo. Ritornato in sella, il campione del mondo in carica, ha dato vita a una rimonta pazzesca. Dalla trentacinquesima piazza ha concluso quinto nella prima gara della giornata.
Nella seconda manche ha finito secondo, conquistando il terzo posto assoluto e facendo sua per la prima volta quest'anno la tabella rossa di leader del mondiale.
In difficoltà Clement Desalle, alle prese con la spalla lussta una settimana fa. Il belga ha chiuso comunque al settimo posto, meglio di David Philippaerts solo ottavo, nonostante il buon terzo posto in gara 2. Sedicesimo Davide Guarneri.
Tony Cairoli:" Sono caduto subito alla seconda curva e da lì la gara si è fatta difficile. Una volta ripartito ho iniziato a tirare per recuperare posizioni e alla fine sono riuscito a finire quinto, ma che fatica. Sorpassare tanti piloti è stata dura e infatti alla fine non avevo più energie. Ho dato tutto per concludere il più avanti possibile e il quinto posto, per come si erano messe le cose è buono. Nella seconda manche sono partito terzo e ci ho messo un po' a superare Goncalves. Una volta secondo, ho amministrato perché Frossard aveva preso margine e da parte mia non avevo la forza necessaria per andarlo a riprendere dopo avere dato tutto nella prima manche. Ho badato a non fare errori e conquistare punti preziosi per il campionato. L'importante era conquistare la tabella rossa e soprattutto continuare a progredire sul piano della forma fisica. Quindi nel complesso è andata benino e ora mi preparo per il Gp di Germania che si correrà domenica prossima."
Nella classe MX2 doppietta di Roczen, vincitore davanti a Jeffrey Herlings e Gautier Paulin. Quattordicesimo posto per Alessandro Lupino. Parla azzurro invece la UEM EMX-125 con Samuele Bernardini vincitore davanti a Simone Zecchina e a Tim Gajser.

Risultati GP Svezia

MX1 Race 1 top ten: 1. Steven Frossard (FRA, Yamaha), 40:31.725; 2. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:03.878; 3. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), +0:19.528; 4. Ken de Dycker (BEL, Honda), +0:22.934; 5. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:26.510; 6. Steve Ramon (BEL, Suzuki), +0:28.680; 7. Maximilian Nagl (GER, KTM), +0:31.095; 8. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:44.450; 9. Rui Goncalves (POR, Honda), +0:46.533; 10. Gregory Aranda (FRA, Kawasaki), +0:52.804;

MX1 Race 2 top ten: 1. Steven Frossard (FRA, Yamaha), 38:56.345; ; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:09.943; 3. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +0:15.445; 4. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:21.117; 5. Steve Ramon (BEL, Suzuki), +0:23.148; 6. Ken de Dycker (BEL, Honda), +0:25.636; 7. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:27.171; 8. Rui Goncalves (POR, Honda), +0:30.203; 9. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), +0:32.776; 10. Maximilian Nagl (GER, KTM), +0:33.844;

MX1 Overall top ten: 1. Steven Frossard (FRA, Yamaha), 50 points; 2. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 40 p.; 3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 38 p.; 4. Ken de Dycker (BEL, Honda), 33 p.; 5. Steve Ramon (BEL, Suzuki), 31 p.; 6. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 30 p.; 7. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 27 p.; 8. David Philippaerts (ITA, Yamaha), 26 p.; 9. Rui Goncalves (POR, Honda), 25 p.; 10. Maximilian Nagl (GER, KTM), 25 p.;

MX1 Championship top ten: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 322 points; 2. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 312 p.; 3. Steven Frossard (FRA, Yamaha), 300 p.; 4. Maximilian Nagl (GER, KTM), 250 p.; 5. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 244 p.; 6. David Philippaerts (ITA, Yamaha), 225 p.; 7. Rui Goncalves (POR, Honda), 217 p.; 8. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 191 p.; 9. Steve Ramon (BEL, Suzuki), 180 p.; 10. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), 176 p.;


MX2 Race 1 top ten: 1. Ken Roczen (GER, KTM), 39:05.334; 2. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:18.185; 3. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:33.350; 4. Max Anstie (GBR, Kawasaki), +0:37.154; 5. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +0:38.089; 6. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:41.379; 7. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +0:57.471; 8. Jake Nicholls (GBR, KTM), +1:01.627; 9. Nicolas Aubin (FRA, KTM), +1:06.012; 10. Valentin Teillet (FRA, Suzuki), +1:11.161;

MX2 Race 2 top ten: 1. Ken Roczen (GER, KTM), 39:16.537; ; 2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), +0:17.880; 3. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:24.482; 4. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:36.334; 5. Max Anstie (GBR, Kawasaki), +0:56.228; 6. Nicolas Aubin (FRA, KTM), +1:00.831; 7. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +1:06.041; 8. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +1:08.304; 9. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), +1:17.605; 10. Zachary Osborne (USA, Yamaha), +1:22.093;

MX2 Overall top ten: 1. Ken Roczen (GER, KTM), 50 points; 2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 42 p.; 3. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), 42 p.; 4. Max Anstie (GBR, Kawasaki), 34 p.; 5. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), 28 p.; 6. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), 28 p.; 7. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 28 p.; 8. Nicolas Aubin (FRA, KTM), 27 p.; 9. Zachary Osborne (USA, Yamaha), 21 p.; 10. Valentin Teillet (FRA, Suzuki), 20 p.;

MX2 Championship top ten: 1. Ken Roczen (GER, KTM), 351 points; 2. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 337 p.; 3. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 286 p.; 4. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), 276 p.; 5. Zachary Osborne (USA, Yamaha), 234 p.; 6. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), 225 p.; 7. Max Anstie (GBR, Kawasaki), 201 p.; 8. Harri Kullas (FIN, Yamaha), 179 p.; 9. Nicolas Aubin (FRA, KTM), 178 p.; 10. Joel Roelants (BEL, KTM), 166 p.;

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 04/07/2011, 18:01

GP Svezia 2011 - Video
I video da Uddevalla in Italiano!!!


Disponibili gli Highlights del GP di Svezia con commento in italiano di Marco Gualdani e il dietro le quinte di Monter Energy.
Buona visione.





fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 04/07/2011, 18:06

Cairoli: "La prima manche è stata incredibile"
Il campione della KTM è soddisfatto della sua prestazione e ovviamente di essersi ripreso la tabella rossa di primo in classifica


Immagine

Abbiamo dovuto aspettare 8 GP prima di vederti con la tabella rossa, ma finalmente ci siamo.
"Non è la via migliore per prenderla con Desalle che non è al massimo, noi vogliamo che sia al top per battercela ad armi pari. Una gara positiva qui a Uddevalla anche se potevo fare meglio".


Oggi hai tirato fuori il meglio di te stesso hai fatto una prima manche che ha dell’inceredibile.
"Sì, la prima manche è stata incredibile. Partendo ultimo è stata davvero dura, cercando di sorpassare più piloti il più in fretta possibile. Il terzo posto era fattibile, ho chiuso quinto, davanti a Desalle e questo era il nostro obiettivo".


Cosa è successo esattamente? Eri partito bene poi…
"Ero partito benissimo, ma nella curva dopo la pit-lane a sinistra io ho fatto l’errore di stargli troppo vicino, lui ha pinzato un po’ troppo forte. Per evitarlo ho cambiato traiettoria, mi è partito il davanti e sono scivolato. Poi ho sentito solo moto che mi arrivavano addosso. Per fortuna non ho riportato infortuni".


Superata la tensione della prima manche, la seconda?
"Ero abbastanza già dalla partenza e non sono stato vicino ai primi da subito".


C’è chi dice in qualche forum che Desalle è più forte di te. Anche se oggi fosse stato al top non ce ne sarebbe stato per nessuno.

"I forum lasciamoli un po’ da parte anche perché in Italia il tifo è un po’ particolare. Io ricevo tantissime mail sul mio sito di tantissime persone che mi vogliono bene e io spero di dargli tutte le soddisfazioni che si aspettano. Ovviamente in questo inizio stagione Desalle si è dimostrato più forte. Io parlo con i fatti e con le persone che mi vogliono bene".

Cairoli (AUDIO): "Partendo ultimo è stata davvero dura"

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 04/07/2011, 18:10

Guarneri: "Tutte le volte succede qualcosa"
Decisamente demoralizzato dalla sfortuna che in questa stagione continua a perseguitarlo. Guarneri non molla, ma ha bisogno di risultati positivi


Immagine

Una tappa un po’ sfortunata
“Quest’anno non sta andando molto bene. Come velocità ci siamo, ma tutte le volte succede qualcosa. Venerdì sono entrato per le libere e mi sono bloccato con la schiena. Però sabato mi faceva male in qualifica e ho fatto 24esimo. La prima manche sono partito male ma avevo un buon ritmo e venivo su bene. Ero 11esimo quando Simpson mi ha centrato, credo abbia sbagliato. Ho piegato la frizione e sono finito nelle reti.


La seconda manche sono partito 15-16esimo poi ho recuperato ma senza il ritmo giusto. Bisogna vedere se la fortuna gira, perché sto facendo più zeri che punti. Bisogna sperare che un po’ di fortuna venga anche dalla mia parte”.

Guarneri (AUDIO): "Bisogna vedere se la fortuna gira, perché sto facendo più zeri che punti"

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: MX Mondiale, GP di Svezia

Messaggio » 07/07/2011, 21:48

GP Svezia 2011 - La svolta
Di Enzo Tempestini


Siamo di ritorno dall’ottavo GP di stagione, quello che ha segnato il giro di boa del campionato 2011, quello che ha dato inizio alla “discesa” verso l’assegnazione dei titoli iridati e siamo in procinto di prendere proprio questa “discesa” che partirà da Teutschenthal, in Germania nel prossimo week end. A questo punto della stagione, un’analisi di come siano andate le cose fino a questo momento, è d’obbligo. Nelle due cilindrate, è palese, si stanno verificando due condizioni diverse: se nella MX2, è chiaro lo strapotere di Roczen, nella MX1 non è invece ancora chiaro chi è, o sarà, in grado di fare la differenza da qui a fine stagione. Herlings le sta provando davvero tutte per contrastare il tanto “odiato” nemico Roczen che, da questa stagione, si è inserito nella squadra KTM della quale lui faceva già parte. Il terzo incomodo, per ora, Tommy Searle, ha fatto segnare ancora una battuta a vuoto (secondo zero per lui in questa stagione) e vede allontanarsi i due di testa e soprattutto vede avvicinarsi pericolosamente, Gautier Paulin, che della costanza ne sta facendo virtù: cinque podi consecutivi per lui. Chi invece non riesce ancora a uscire dal “branco” è Zac Osborne, che alterna, prestazioni ottime (Francia e Portogallo) a altrettante mediocri (Spagna e Svezia) seguito a “ruota” da Arnaud Tonus che dopo gli exploit dello scorso anno si pensava potesse dare qualcosa di più. In ripresa è sembrato Christophe Charlier al quale, forse, fa bene l’aria di nomi nuovi che circolano all’interno del team Gariboldi e che potrebbero rimpiazzarlo per il prossimo anno, ma questo è tutto da vedere. Aria che invece non cambia per i nostri colori, quelli del tricolore italico, che stentano a decollare in un campionato che ha profonde radici e tradizioni per noi. A metà dell’opera 2011, Alessandro Lupino è dodicesimo in campionato ma distante anni luce dalla top ten (77 punti in meno di Roelants, decimo) e i distacchi dai primi sono sempre notevoli per poter pensare ed aspirare ad un risultato da top five, come dal “lupo” ci si deve aspettare. Per il resto della nostra “banda”, con il ritorno di Zecchina nell’europeo 125, sono stati Monticelli e Del Segato a rappresentarci. Nessun punto per i due giovani azzurri che stanno comunque immagazzinando un grandissimo bagaglio di esperienza durante questa stagione. A questo punto, viste le quattro vittorie di manche consecutive di Roczen dopo aver clamorosamente fallito la seconda manche del Portogallo per una caduta (ma era in testa con 5 secondi di vantaggio dopo aver vinto gara 1), il pronostico della MX2 è scontato: Roczen vincente, Herlings piazzato, Searle a una distanza appaiato a Paulin. Pronostico che invece diventa difficile, se non addirittura impossibile, per la MX1. Il cambio della guardia al vertice della generale, con Cairoli che ha approfittato del momento “no” di Desalle (lussazione alla spalla destra nel campionato belga) non può lasciare strada facile a tutti gli opinionisti, pronti a sciorinare pronostici facili. Cairoli deve fare attenzione, e molta, a Desalle in primo luogo che, molto verosimilmente recupererà condizione fisica e velocità a breve, ma anche (o soprattutto?) a Frossard, che sta dimostrando di aver preso veramente bene le misure a questa MX1 che lo vede al suo debutto. Sarà la fortuna del “principiante” oppure la voglia del francese di emergere, fatto sta che “don” Antonio Cairoli da Patti, se vorrà riconfermare il suo titolo di campione della MX1, che lo porterebbe a segnare una storica “cinquina” iridata, dovrà darsi da fare e molto, da qui a fine stagione. Desalle recrimina, è ovvio, ma Cairoli tende a precisare che il vero Cairoli non si è ancora visto, e questa è certezza. Antonio non è riuscito, almeno fino a oggi, a infilare quella serie di successi che nelle scorse stagioni lo avevano immediatamente proiettato al vertice della classifica. Se facciamo esclusione della gara di Valkenswaard dove ha vinto un GP, anche se in condizioni non ottimali (botta al ginocchio sinistro la settimana prima in Bulgaria), Antonio non è mai stato in grado di guidare come lui solo sa fare, alla “Cairoli” per intenderci. Di certo non vogliamo dire che il siciliano ha deluso ma altrettanto certo è, che il suo rendimento non è stato il solito, almeno fino a oggi. Cairoli non al meglio, o Cairoli avvicinato dai suoi avversari? Non è facile rispondersi alla domanda e non lo è nemmeno per lo stesso Tony e il suo entourage. Primo in classifica a metà campionato e con una condizione che, a detta di tutti, non è stata mai al top: cosa volere di più dal campione? La risposta è scontata, vogliamo vedere “il campione”: lo stesso campione che ci ha entusiasmato nelle ultime due stagione quando, al debutto nella MX1, con la Yamaha, e contro ogni pronostico ha messo in riga tutti in poco tempo e lo stesso campione che, sceso in pista con l’ibrida 350 KTM novizia a tutti gli effetti nel mondiale 2010, è stato capace di bissare il titolo. Bis che nell’era post Everts è riuscito solo a lui. Per quanto riguarda coloro che d’ora in poi si troveranno ad inseguire il 4 volte world champion, sono salite prepotentemente le quotazioni di Steven Frossard. Il francese ha conquistato la sua prima “doppietta” della sua carriera sul tracciato che lo scorso anno lo vide protagonista in MX2, quando vinse il primo GP iridato. Frossard, gode del rispetto di tutti, considerando il fatto che è un debuttante nella cilindrata maggiore e quindi, il suo reale valore aumenta in maniera esponenziale dato i risultati conseguiti fino a questo momento. Chi invece ha subito un leggero ribasso delle proprie “azioni” è stato l’oramai ex leader della classifica Clement Desalle che, dopo il botto rimediato in campionato belga e la lussazione della spalla sinistra, è stato costretto a correre sulla difensiva. È stato il primo momento di difficoltà, fatto segnare dal pilota Suzuki in questa stagione che di certo, si ripresenterà in gara quanto prima, con la voglia di riprendersi “il mal tolto” e cioè la tabella rossa di leader della classifica generale. Chi nelle ultime gare invece, ha pagato “pegno” sono stati Max Nagl e David Philippaerts. Il tedesco, ha inanellato una preoccupante serie di prestazioni a ritroso, a partire dalla gara di Glen Helen. Nelle ultime 4 manche, Max ha racimolato, come migliore risultato, il quarto posto nella prima manche della Spagna per poi regredire fino al decimo posto della seconda manche disputata in Svezia. All’inizio di stagione poteva scegliere di continuare con il 450 oppure passare anche lui alla guida del “tre e mezzo”. Max ha scelto la novità, scelta che all’inizio ha pagato ma che, in questo momento, fa salire in testa dubbi amletici, al tedesco e ai vertici KTM. Il GP di casa, sarà sicuramente la chiave di svolta per la sua stagione e dobbiamo, lecitamente, aspettarci una ripresa dal vice campione 2010. Per Philippaerts invece, una serie di vicissitudini sfortunate e qualche errore di troppo che lo hanno allontanato inesorabilmente dal vertice della generale. David, al momento è sesto in classifica incalzato da Goncalves a pochi punti ma soprattutto distanziato dal vertice di quasi 100 lunghezze che, in un campionato equilibrato come questo sembrano “anni luce”. Di certo a lui non mancano i mezzi, nè meccanici nè quanto meno fisici, per recuperare e rimane la consapevolezza che David può, e deve, lottare ad armi pari con i piloti di vertice tutte le domeniche. I conti si faranno, come sempre, alla fine e il terzo gradino del podio non dovrebbe essere un miraggio per colui che, è gia stato campione nel 2008. Per il resto della “compagnia”, un plauso al duo Honda World Motocross, Goncalves e Bobryshev. Il portoghese dimostra di aver raggiunto un ottimo feeling con la moto gestita dal Team Martin e il terzo posto conquistato in Portogallo ne è la conferma, ma deve ancora cercare una continuità che lo porti stabilmente a occupare i piani alti della classifica. Quotazioni che stanno prendendo il volo, quelle del russo Bobryshev che gara dopo gara, impressiona per la sua progressione in quanto a risultati e consistenza. Se andiamo a cercare il pelo nell’uovo, forse il russo commette qualche errore di “gioventù” non avendo ancora la giusta esperienza per navigare costantemente nelle prime posizioni, ma certo è che se seguiterà cosi, l’esperienza arriverà a breve e con essa le prime vere soddisfazioni della carriera. Per ora si tratta di “semplici” podi (terzo in America, in Portogallo e secondo in Svezia) ma presto i suoi occhi di ghiaccio potranno gioire per migliori successi. Ma ora buttiamoci nel catino di Teutschenthal per il nono GP di questo 2011 incandescente…. buon motocross a tutti!!!!

Immagine

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: 100ado, alexstabilini, Bat21, Bing [Bot], CAVALLOPAZZO, FabioMJ23, fedesmr78, gaeldp, gianni_piu, Giolli Joker, Google [Bot], vadodicorsa, Vespone19

SEO Search Tags

      forum ktm      gualdani teuhschenthal