KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Campionato italiano Motocross - Cavallara

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19221
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Campionato italiano Motocross - Cavallara

Messaggio » 23/06/2011, 21:21

Domenica si corre a Cavallara (Pu)
Quarto appuntamento con la massima espressione del Motocross di casa nostra, che ritorna nelle Marche


Immagine

Poco più di un mese è trascorso dall'ultimo evento disputato sempre in terra marchigiana che già si ritorna nel territorio, a Mondavio, sul tracciato di Cavallara come sempre gestito magistralmente dai ragazzi del Cross Club Cavallara, che per l'occasione saranno coadiuvati dallo staff del promoter FX Action.
Come spesso accade a ridosso dell'estate c'è già qualche cambiamento. A Cavallara vedremo Nicola Dolce, ex-campione italiano Over 21 della stagione scorsa, esordire con la TM del Team RSR. Proprio l'azienda di Pesaro approderà in forze sul circuito per supportare il team satellite, che oltre a Dolce neo acquisto, seguirà le importanti gesta di un altro giovane rampollo, Alessio Della Mora impegnato nella 125 e di Martino Vestri nella MX1, oltre a seguire da vicino il leader di classifica MX1 Cristian Beggi, anch'egli alla guida della moto pesarese del FG Racing.
Particolare attenzione bisognerà dedicare proprio all'ottavo di litro dove Zecchina, accasato temporaneamente sotto la tenda del team ufficiale Suzuki nel Mondiale MX2, risalirà in sella alla piccola 125 per tentare di tenersi ben stretta la vetta della classifica cercando di rintuzzare gli attacchi di Della Mora e Moroni, un duo di giovani marchigiani dall'interessante futuro.
Nella MX1, ovviamente, occhi puntati sull'attuale leader Cristian Beggi (TM-FG Racing), che però arriva dopo un leggero infortunio patito in allenamento e che gli ha fatto mancare l'interessante tappa Mondiale MX3 in Italia, a Castiglione del Lago (Pg), dove il reggiano avrebbe di sicuro ben figurato. Ovviamente i suoi principali avversari nella rincorsa al titolo restano Federico Bracesco (Suzuki-Hobbymotor) e Felice Compagnone (Honda-Pardi Racing). Ma attenzione anche a due importanti passaggi di cilindrata per due giovani come Alessandro D'Angelo (KTM-Silver Action), più che mai deciso a metà stagione di confrontarsi con la quattroemmezzo e per Alessandro Valente (Suzuki-Team Valenti Motocross), che dopo l'esperienza come wild card nel Mondiale MX3 ha deciso di proseguire nell'Italiano schierandosi nella MX1.
Nella MX2 Michael Mercandino (KTM-Aldini Racing), con tutta la buona volontà, tenterà di riprendersi la vetta della classifica anche se ci sarà di certo Matteo Aperio (Honda-Motobase) a impedirlo. Non ci sarà, invece, l'indiscusso protagonista di questa classe, finora, il russo Aleksandr Tonkov (Yamaha-Team Moto Idea) assente per i postumi dell'infortunio patito nell'Europeo che lo costringono a un mese di stop. Attenzione anche al neo acquisto del Team SRT-Motogamma, lo sloveno Klement Gercar già vincitore a San Severino Marche, un altro "osso duro" per i piloti di casa nostra. Ovviamente vi potrebbero essere anche altri, papabili, vincitori. Vi è però da segnalare un gradito ritorno, dopo l'infortunio di inizio stagione, quello del giovane Alessandro Albertoni un rider di indubbio interesse e "manetta" nel panorama fuoristradistico nostrano.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19221
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Campionato italiano Motocross - Cavallara

Messaggio » 27/06/2011, 9:54

Beggi (MX1), Aperio (MX2) e Zecchina (125)
Un imprevisto ritardo delle ambulanze ha scombussolato i programmi e gli esiti finali che hanno ovviamente inciso sulla classifica


Immagine

Purtroppo questo appuntamento di Cavallara è cominciato subito in modo anomalo, sin dalle prime ore del mattino. Un imprevisto ritardo delle ambulanze, non arrivate all'orario previsto per l'apertura della manifestazione, ha di fatto slittato di un'ora il programma giornaliero che ha dovuto subire un forte sconvolgimento. Questo non è piaciuto ai piloti, soprattutto quelli della MX1 gruppo A, chiamati per primi al via delle gare e che hanno scelto di non partire per gara 1. Un vero peccato perché la giornata si preannunciava come una delle più interessanti e agonisticamente concitate, ma soprattutto avrebbe reso onore agli organizzatori locali visto l'importante impegno degli uomini del sodalizio del Cross Club Cavallara.
Persa l'occasione di scendere in pista per i riders della classe regina ecco il via per la prima manche della giornata: gara 1 della MX2. Qui i piloti hanno faticato per il fondo ancora bagnato (nessuno era ancora sceso in pista) e hanno disputato una gara difficile che ha avuto il suo epilogo con la bandiera rossa esposta a pochi minuti dallo scadere del tempo a disposizione. In questa manche onore al merito per Stefano Terraneo (KTM-Aldini Racing) che si è posizionato subito al comando della corsa per non lasciarla più sino alla conclusione. Dietro a Terraneo giungono nell'ordine Dal Vecchio e Aperio. La seconda manche è stata dominata da Matteo Aperio (Honda-Motobase), secondo ha chiuso un rimontante Klement Gercar (KTM-SRT Motogamma) che proprio sul finire di manche ha avuto la meglio su di un redivivo Stefano Pezzuto (KTM-Ligurcross) giunto terzo.
La 125 è stata a senso unico e per questo dobbiamo parlare di un solo protagonista: Simone Zecchina (Suzuki-Team Castellari). Risalito sulla ottavo di litro dopo l'esperienza Mondiale in MX2, Simone non ha perso tempo e si è involato subito, in entrambe le manche, staccando gli avversari di parecchi secondi, addirittura trenta in gara 2. Agli inseguitori non è rimasto che "inseguire" da lontano. Tra questi Luca Moroni (KTM-Steel/Dr.Jack) autore di due secondi posti, così come Alessio Della Mora ha bissato entrambe i risultati, terzo in gara 1 e gara 2.
Della MX1 vi è da raccontare della sola seconda manche che ha chiuso la giornata di gare. Qui un primo assolo di Felice Compagnone (Honda-Pardi Racing) che ha tenuto le redini della corsa per nove giri per poi lasciare strada a Cristian Beggi (TM-FG Racing) che è andato vincere la manche. Dietro ai due Stefano Dami (Honda-MB Team).

CRONACA DELLE GARE

MX1

Gara 1: la prima manche non è andata in scena in quanto i piloti hanno scelto di non prendere il via.

Gara 2: al via è Compagnone ad imboccare la prima curva dopo il rettilineo di partenza ma alla seconda D'Angelo sorprende il battistrada ed è seguito da Lazzaroni. I due però entrano in contatto dopo un salto e hanno la peggio. Né approfitta Compagnone che si insedia in prima posizione seguito da Aldini. Beggi è attardato, alla prima tornata transita quarto ma il reggiano è incontenibile e al giro n°10 attacca il battistrada e passa al comando per non lasciarlo sino alla fine. Secondo chiude Compagnone seguito da Dami.

MX2

Gara 1: alla prima curva è Aperio al comando del gruppo di piloti ma dopo poche curve viene sorpassato da Terraneo che rimane leader incontrastato per tutta la durata della manche. Dietro al battistrada si era inserito Dal Vecchio che chiude in seconda posizione, terzo conclude Aperio. Da segnalare che nel corso dell'ottavo giro, a pochi minuti dal termine del tempo a disposizione, viene esposta bandiera rossa perché molti piloti avevano tagliato il tracciato in un punto insidioso. Durante questo giro Aperio aveva già conquistato la seconda piazza ma per il regolamento vigente, con l'esposizione di bandiera rossa, viene tenuto valido il giro completo precedente.

Gara 2: avvio concitato con Pezzuto e Aperio, nell'ordine, mattatori sin dalle prime curve. Poi Aperio rompe gli indugi e passa subito al comando. Testa della corsa che mantiene dalla prima all'ultima tornata. Pezzuto resta in seconda posizione sino tre giri dal termine quando Gercar lo attacca e passa secondo.


125 2T

Gara 1: hole shot di Moroni che viene subito attaccato da Zecchina, dopo poche curve passa al comando. La sua è una cavalcata solitaria vincendo con grosso margine di vantaggio su Moroni che giunge alle spalle del mantovano. Terzo è Della Mora.

Gara 2: stavolta Zecchina è il più lesto seguito da Croci e Peverieri. Moroni si fa sotto e dopo breve tempo si insedia in seconda piazza. Il duo di testa proseguirà, con Zecchina che comanda con ampio margine di vantaggio sul marchigiano, sino alla fine della corsa. Dietro ai due alcuni colpi di scena che hanno avuto come protagonista Alessio Della Mora. Il pilota di San Severino incappa in una incolpevole caduta, causa un altro pilota già a terra dietro ad un salto e perciò non visto. Della Mora ha dovuto così rifare tutto daccapo arrivando comunque al terzo posto finale.

MX1 – Gruppo B: una vittoria a testa per Vittorini e Ciuffetelli.

MX2 – Gruppo B: due nette vittorie per Dalla Bona.

125 – Gruppo B: stesso vincitore per le due manche in programma, Tamagnini.


Classifiche provvisorie di campionato dopo la 4^ prova

MX1-Under 21: 1.Amodeo pt.557; 2.Lazzaroni 512: 3.Panzani 429.

MX1-Over 21: 1.Pagliacci pt.680; 2.De Rosa 489; 3.Debbi 479.

MX1-Elite: 1.Beggi pt.1610; 2.Compagnone 1360; 3.Bracesco 1190.

MX2-Under 21: 1.Marrazzo pt.709; 2.De Bortoli D. 660; 3.Muratori 644.

MX2-Over 21: 1.Sommaruga pt.487; 2.Bonacina 487; 3.Cogo 439.

MX2-Elite: 1.Aperio pt.1500; 2.Mercandino 1205; 3.Bertuzzo 1090.

125 2T: 1.Zecchina pt.1960; 2.Moroni 1520; 3.Della Mora 1322.

nte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19221
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Campionato italiano Motocross - Cavallara

Messaggio » 28/06/2011, 14:22

Grossi problemi 4# Prova Campionato Italiano Motocross Cavallara

Questa e’ la lettera firmata da molti piloti dopo i fatti accaduti ieri in occasione della 4# Prova del Campionato Italiano Motocross a Cavallara. Non entrando nei fatti in questione, ci limitiamo a pubblicare una sentita e civile richiesta da parte dei piloti che, ricordiamo, sono i VERI protagonisti di questo sport.

Immagine

“LETTERA APERTA ALLA F.M.I. DA PARTE DEI PILOTI DEL CAMPIONATO ITALIANO MOTOCROSS

Questi i fatti accaduti Domenica 26 Giugno in occasione della quarta prova di Campionato Italiano Motocross. A causa di un ritardo delle autoambulanze i warm up venivano posticipati di circa quaranta minuti, su decisione del race director, e soprattutto accorciati nella durata a soli 5 minuti. È opportuno precisare che la pista, ottimamente fresata e abbondantemente bagnata da parte degli organizzatori, riservava comunque ai primi conduttori che sarebbero scesi sul tracciato un terreno al limite della praticabilità. Questo ha indotto i piloti a non svolgere i warm up, in quanto avrebbero percorso soltanto un paio di giri a causa delle condizioni proibitive, rendendoli di fatto inutili. Se la durata dei warm up fosse rimasta, come da regolamento, di 10 minuti avremmo sicuramente visto i piloti scendere in pista. Dopo essere stati disertati tutti i warm up dei gruppi B e quelli della 125, la direzione gara ha modificato il programma di giornata, mettendo come prima corsa della mattinata la mx1 gruppo A, alle ore 10:10. Il warm up di questa classe si sarebbe concluso alle 9:45 , rendendo di fatto impossibile preparare le moto per la successiva gara. Così nemmeno i piloti della mx1 ed mx2 gruppi A hanno svolto le prove libere. A questo punto una delegazione di piloti ha provato a proporre al race director inviato dalla FMI, delle nuove modifiche al programma di giornata, convinti che affrontare una gara senza aver prima testato il percorso ed in quelle condizioni sarebbe stato pericoloso e avrebbe portato ad una gara dallo svolgimento non regolare. Ma il race director non ha voluto assolutamente venire incontro alle esigenze dei piloti, portando all’esasperazione il clima generale e causando la defezione alla prima manche da parte di tutti i piloti della mx1 gruppo A. I timori su uno svolgimento irregolare si sono poi puntualmente verificati nella successiva manche della mx2 gruppo A, interrotta dal direttore di gara con la bandiera rossa a causa di numerosi piloti fermi ai piedi di una salita in situazione di pericolo. A nostro avviso la gara andava comunque interrotta poiché quasi tutti i piloti hanno effettuato passaggi al di fuori del percorso nei punti della pista resi più insidiosi dal fango. Inoltre nel corso delle fasi iniziali si è assistito a numerose cadute che solo fortunatamente non hanno avuto gravi conseguenze per i piloti. Riteniamo che non si sia cercato di mettere i concorrenti nelle condizioni migliori per affrontare una gara, a causa di decisioni inappropriate ed “indiscutibili” prese dal race director.
Noi piloti avevamo proposto diverse soluzioni. La prima di mantenere invariato tutto il programma di giornata, posticipandolo del tempo perso a causa del ritardo delle autoambulanze, non ritenendo un problema se la manifestazione si fosse conclusa un’ora più tardi. Ma il race director, nonostante ci fossero ancora i tempi adatti ad una simile soluzione, non ha voluto accettare le nostre richieste, creando di fatto il presupposto per la presa di posizione da parte dei piloti della mx1. Una seconda soluzione era quella di rendere obbligatori tutti i warm up e riportarli alla durata originaria. Logicamente in questo caso il ritardo che si stava accumulando cominciava ad essere importante, ma tutti i piloti erano intenzionati ad accettare questo ulteriore sforzo pur di svolgere una manifestazione regolare. Bocciata anche questa soluzione e continuando a passare il tempo, che stava davvero diventando troppo poco per svolgere tutto il programma, si è proposto di effettuare tutti i warm up ed una sola manche per categoria. Inutile dire che anche queste parole non hanno trovato risposta, e tutto ciò ha portato i piloti della mx2 A a svolgere una manche di fatto irregolare.
Vogliamo infine precisare che tutti i piloti avrebbero voluto correre, ma con il diritto di farlo nelle condizioni di pista e di sicurezza migliori possibili. Ed oggi, con decisioni più accorte, sarebbe stato possibile farlo.
A questo punto vorremmo fare alcune considerazioni:
Il campionato Italiano di fatto ha successo perché la partecipazione numerosa dei piloti e quindi del loro supporto finanziario tramite le iscrizioni, permette agli organizzatori di realizzare le manifestazioni con un basso impegno in denaro, a volte nullo , che stimola i moto club ad adoperarsi in continue migliorie su percorso, logistiche ed organizzazione andando a beneficio di tutto l’ambiente. E’necessario che la federazione ne prenda atto e che tramite i suoi rappresentanti sui campi di gara cerchi di coinvolgere nelle decisioni quelli che sono i principali attori di questo sport cioè noi piloti. Diciamo questo anche perché in questi anni si è fatto richiesta più volte di effettuare piccole modifiche di dettaglio ad orari e tempistica delle gare, non certo sul regolamento che spetta giustamente alla fmi, ma non siamo mai stati considerati, anzi a volte le decisioni sono state all’opposto di quanto proposto. Chiediamo solo maggior dialogo magari instaurando una commissione di gara con rappresentanti di piloti , team, organizzatori e federazione che si prenda cura di tutto quanto ruota intorno a questo Campionato.

fonte mxforum.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19221
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Campionato italiano Motocross - Cavallara

Messaggio » 30/06/2011, 19:57

CASO CAVALLARA. LA FMI RISPONDE

Immagine

“Buongiorno Signori, in riferimento alla lettera aperta di alcuni piloti partecipanti alla quarta prova del Campionato Italiano Motocross svoltasi a Cavallara lo scorso 26 giugno, la Commissione Sportiva Nazionale della Federazione Motociclistica Italiana ritiene necessario fornire i seguenti chiarimenti:

E’ stata aperta una indagine sui motivi che hanno provocato il mancato svolgimento della prima manche della classe MX1 tendenti anche ad approfondire possibili comportamenti scorretti da parte di Ufficiali di Gara, tesserati e licenziati che potranno eventualmente essere trasmessi agli Organi di giustizia sportiva per ogni valutazione e per eventuali provvedimenti di competenza.
La CSN ha istituito la figura del Race Director per assicurare, nei limiti del possibile, la medesima interpretazione dei regolamenti e delle condizioni di gara in tutti gli eventi del campionato. L’indicazione affidata al rappresentante della CSN sul campo di gara è quella di supportare il Direttore di Gara nelle decisioni più importanti e di instaurare un rapporto costruttivo con tutti gli attori della manifestazione con lo scopo di contribuire ad un costante miglioramento della manifestazioni.
Le norme in vigore non prevedono una Commissione piloti che comunque, nella fattispecie in esame, non avrebbe potuto materialmente incidere su decisioni che devono essere assunte e comunicate con immediatezza al fine di garantire il miglior svolgimento della manifestazione sportiva”.
Distinti saluti.
Il Presidente CSN - Paolo Sesti

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19221
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Campionato italiano Motocross - Cavallara

Messaggio » 30/06/2011, 19:58

:roll: la "solita" risposta ....non risposta :roll:
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: andrea110574, Bing [Bot], Eve6, Google [Bot], ivanuccio, klello, Luca_CH, Marco990Adventure, pave, speed_triple955, ste2000, ubo, wakko

SEO Search Tags

ciuffetelli aperio      felice compagnone motocross      forum ktm      forum motobase cross beggi      moto      motocross vittorini federico      team ligurcross      srt team aperio      federico vittorini motocross      cavallara motocross