KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Mondiale Supermoto 2009 a Viterbo (ITA)

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Mondiale Supermoto 2009 a Viterbo (ITA)

Messaggio » 20/04/2009, 10:12

RESOCONTO DELLA GARA:

S1 GARA-1: Terreno di gara subito reso scivoloso da una leggera pioggerella, ma non sbaglia lo scatto l’ex iridato della TM Thierry Van den Bosch che si porta subito davanti a tutti, precedendo già dalla prima curva il connazionale Thomas Chareyre (Husqvarna), il leader tricolore Ivan Lazzarini (Honda), il finlandese Mauno Hermunen (Husqvarna) davanti a Giovanni Bussei (Honda) che ha offerto alla diretta TV le immagini attraverso la camera on board.
Nessuna incertezza per il battistrada “VDB” che alla fine dei 15 giri ha tagliato il traguardo per primo davanti al pur forte Chareyre e ad un acuto Hermunen che ha superato il nostro Lazzarini proprio nel finale. Seguono l’ordine dopo il pesarese, Maxime Testu (Kawasaki), Christian Ravaglia (Aprilia), Massimo Beltrami (Aprilia), Eddy Seel (Suzuki), Max Verderosa (Honda) e Bussei per i top ten.


S1 GARA-2: Anche stavolta è l’ufficiale TM, Thierry Van Den Bosch, a centrale la holeshot ma subito dopo il finlandese Mauno Hermunen (Husqvarna), migliore nelle qualifiche del sabato, passa al comando davanti a “VDB”, Thomas Chareyre (Husqvarna), al britannico Matthew Winstanley (Husqvarna), al belga Eddy Seel (Suzuki), Max Verdesosa (Honda), Massimo Beltrami (Aprilia), Christian Ravaglia (Aprilia), Elia Sammartin (Aprilia). Nel corso del primo giro cadono Lazzarini e Bussei. In testa subentra di nuovo Van Den Bosch ma un giro più tardi arriva la risposta del finlandese il quale si mantiene al comando sino alla bandiera a scacchi, che taglia precedendo il vincitore assoluto e del GP, Van Den Bosch (747 Motorsport), quindi Chareyre (Team Azzalin CH Racing), Eddy Seel (Rigo Racing), Matthew Winstanley (Motosupplies), Massimo Beltrami (Evolution), Christian Ravaglia (Evolution), Chris Hodgson (Motosupplies), Elia Sammartin.



S2 GARA-1: Sfruttando il tempo nuvoloso ma quasi senza pioggia, scatta subito l’iridato francese Adrien Chareyre (Husqvarna-Azzalin-CH Racing) al comando già dalla prima curva lasciandosi dietro Luca Minutilli (Aprilia-Pmr H2O), Davide Gozzini (TM-ITA) il compagno Andrea Occhini (TM-ITA), ma già dalla prima curva un contatto fa cadere subito il poleman Christian Iddon (Ktm-GBR) e il belga Gerald Delepine (Husqvarna-Cross 2R). Una gara tutta in solitario per il battistrada Chareyre che chiude la sua corsa vittoriosa al 15° giro, tagliando il traguardo davanti al sorprendente pilota pontino Luca Minutilli rimasto sempre alle spalle del transalpino. Ultimo gradino del podio ma prova positiva per il leader tricolore Davide Gozzini, davanti al resto del primo gruppo azzurro con Edgardo Borella (Ktm Italia Team Miglio), Paolo Gaspardone (Ktm-BRT) davanti al rimontante Iddon che ha anticipato Andrea Occhini, Delepine e il grossetano Marco Governatori (Aprilia-Generali Moto) per completare l’ordine dei primi dieci.


S2 GARA-2: E’ di nuovo Adrien Chareyre ad uscire per primo dalla curva dopo il via, e dietro il bresciano Davide Gozzini. Scivola subito Luca Minutilli nel tratto sterrato e riparte dalle ultime posizioni. Al primo passaggio transita terzo il belga Gerald Delepine e dietro Christian Iddon, Paolo Gaspardone, Fabrizio Bartolini, Andrea Occhini, Edgardo Borella, Ales Hlad, Lorenzo Mariani.
Davanti Gozzini prova a mettere le ruote davanti alla moto di Chareyre, ci riesce ma viene superato di nuovo con il francese che allunga sempre più sino a tagliare il traguardo per primo davanti al leader tricolore della TM che a sua volta precede Delepine, Occhini, Gaspardone, Minutilli, Bartolini, Iddon, Blakeman, Deridder, Borella, Costa.

CLASSIFICHE:

S1 RACE-1: 1. Thierry Van Den Bosch (TM-FRA) 15 giri in 23’51.670 e giro + veloce in 1’30.751; 2. Thomas Chareyre (Husqvarna-FRA); 3. Mauno Hermunen (Husqvarna-FIN).
S1 RACE-2: 1. Mauno Hermunen (Husqvarna-FIN) 12 giri in 19’37.004; 2. Thierry Van Den Bosch (Husqvarna-FIN) giro + veloce in 1’35.837; 3. Thomas Chareyre (Husqvarna-FRA).

S1 ASSOLUTA: 1. Thierry Van Den Bosch (TM-FRA) punti 47; 2. Mauno Hermunen (Husqvarna-FIN) 45; 3. Thomas Chareyre (Husqvarna-FRA) 42.

S1 GRADUATORIA MONDIALE: 1. Thierry Van Den Bosch (TM-FRA) punti 47; 2. Mauno Hermunen (Husqvarna-FIN) 45; 3. Thomas Chareyre (Husqvarna-FRA) 42.

S1 WARM-UP: 1. Thierry Van Den Bosch (TM-FRA) 1’20.211; 2. T. Chareyre (Husqvarna-FRA); 3. I. Lazzarini (HM Honda-ITA).
S1 SUPERPOLE: 1. Thierry Van Den Bosch (TM-FRA) 1’20.003.

S2 RACE-1: 1. Adrien Chareyre (Husqvarna-FRA) 15 giri in 20’30.879 e giro + veloce in 1’21.051; 2. Luca Minutilli (Aprilia-ITA); 3. Davide Gozzini (TM-ITA).

S2 RACE-2: 1. Adrien Chareyre (Husqvarna-FRA) 12 giri in 19’36.489 e giro + veloce in 1’35.431; 2. Davide Gozzini (TM-ITA); 3. Gerald Delepine (Husqvarna-BEL).
S2 ASSOLUTA: 1. Adrien Chareyre (Husqvarna-FRA) punti 50; 2. Davide Gozzini (TM-ITA) 42; 3. Luca Minutilli (Aprilia-ITA) 37.

S2 GRADUATORIA MONDIALE: 1. Adrien Chareyre (Husqvarna-FRA) punti 50; 2. Davide Gozzini (TM-ITA) 42; 3. Luca Minutilli (Aprilia-ITA) 37.
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19221
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Supermoto 2009 a Viterbo (ITA)

Messaggio » 21/04/2009, 20:46

KTM Italia Team Miglio
Mondiale ed Europeo Supermoto. La Prima Assoluta. Gran premio difficile, per metà sotto la pioggia. Assente Hiemer, sono i giovani del KTM Italia Team Miglio a farsi onore. Molto onore.


La prima prova del Campionato Italiano aveva già "svelato" il valore del lavoro del KTM Italia Team Miglio, "sezione" giovani. Edgardo Borella ed Alberto Dall'Era si erano immediatamente fatti notare, restituendo con i risultati la fiducia riposta dalla Squadra nella loro crescita agonistica. Un buon lavoro ed un buon investimento.
A Viterbo il Supermotard "che conta" ha inaugurato le stagioni Mondiale ed Europea, in perfetta concomitanza di calendari e di destinazioni. Un lungo viaggio che porterà la carovana, nella stagione 2009, in Inghilterra, Spagna, Grecia e Andorra, e che tornerà per ben tre appuntamenti in Italia, per disputare altrettanti Gran Premi.
Il GP d'Italia ha inaugurato la stagione, e si è presentato sulla stupenda pista del Circuito Internazionale di Viterbo, una struttura perfetta per il migliore Supermotard, con i suoi risultati e con la cattiva sorpresa del... maltempo. Per metà della domenica di gara, infatti, ha piovuto.
Nelle due classi Mondiali hanno vinto Thierry Van Den Bosch (S1) ed Adrien Chareyre (S2), con il KTM Italia Team Miglio rappresentato solo nella S2 con Edgardo Dall'Era. Alberto Dall'Era ha preferito dare l'assalto alla classe Open dell'Europeo, torneo nel quale aveva già "militato" la scorsa stagione.
E proprio dalla combattuta classe dell'Europeo è arrivata la prima grande soddisfazione per il Team. Alberto Dall'Era ha iniziato il suo week end meraviglioso all'insegna del nervosismo, con un quarto posto nelle prove libere che non lo hanno troppo soddisfatto. Meteo estremamente variabile, e pista solo a tratti completamente asciutta, ecco i motivi "ufficiali". In realtà Dall'Era ha "sentito" l'esordio da "grande", da ufficiale nel team Campione del Mondo. Le cose non sono andate meglio, anzi, nel warm up di domenica mattina. Papà Domenico e Team Manager Max "Miglio" hanno così preso in mano la situazione, e rassicurato il Pilota. Che, poco dopo, è sceso in pista per disputare Gara 1. Partito non benissimo, Dall'Era si è progressivamente disteso, trasformando il pomeriggio in una festa. Terzo alla fine di gara 1, Alberto ha dovuto cambiare di nuovo attitudine, per affrontare gara 2 sotto la pioggia battente. Ma il gioco era ormai fatto. Ad Alberto è infatti bastato mantenere calma e determinazione, ed è arrivato anche il secondo posto di manche. Posizione sufficiente per salire, per la prima volta nella sua carriera di pilota, sul gradino più alto del podio Europeo di Viterbo.

Gara naturalmente più difficile quella di Edgardo Borella che, non ostante la "presentazione" eccezionale della corsa dell'Italiano ad Ottobiano, doveva vedersela con i mostri sacri della S2 Mondiale. Ottavo al termine delle prove del sabato, Borella ha affrontato la gara con lo stesso spirito messo in mostra ad Ottobiano... e si è ripetuto, facendo esplodere nuovo entusiasmo al seguito delle sue performance. Quinto per metà gara 1, Edgardo è riuscito a concludere al quarto posto assoluto. Gara due, invece, avviata con lo stesso copione, è stata meno prodiga: una piccola scivolata sulla pista viscida, una seconda, ed un pur onorevole undicesimo posto finale.

Conclusione 1: aspettando che Bernd Hiemer torni in pista al termine dellla sua lunga convalescenza, Il KTM Italia Team Miglio "diversfica", e comincia a raccogliere i frutti del lavoro di promozione dei giovani cresciuti in seno alla squadra.
Conclusione 2: sotto la tenda del Team ha preso il via il progetto di partecipazione di Pierluigi Valentini alla sperimentale classe Maximoto. Il pilota toscano ha schierato al via una KTM 950 SM R allestita da KTM Italia. Diciamo subito che la categoria non è regolamentata in modo omogeneo, poichè include moto di tipologie anche molto diverse ma, in attesa di una eventuale miglore definizione, rallegriamoci del fatto che Valentini si è sbarazzato facilmente della concorrenza "diretta".

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


fonte KTM.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

disodbediente
Avatar utente
 
Messaggi: 387
Iscritto il: 09/02/2009, 23:31
Località: Roma-Fermo

Re: Mondiale Supermoto 2009 a Viterbo (ITA)

Messaggio » 23/04/2009, 7:53

sono stato a fare il servizio per FUORI domenica (sul prossimo numero credo).
Che tristezza la gara MAXI... non si è iscritto nessuno, perciò hanno cambiato regolamento e fatto iscrivere i mono 660.

Embé dovevi vedere quanta paga davano alla supermoto.

In generale si vede subito che la supermoto non è fatta per fare quelle robe lì.
Si prende una manciata di secondi al giro dai mono, è un elefante!

In più con la pioggia fermare 200kg prima della curva... un impresa!
«I sogni non sono nuvole da guardare in cielo, ma alberi da piantare in terra.»

DakFabri
Avatar utente
 
Messaggi: 1511
Iscritto il: 10/02/2009, 10:40

Re: Mondiale Supermoto 2009 a Viterbo (ITA)

Messaggio » 23/04/2009, 8:41

io non ce li vedo i bicilindrici a girare in quei circuiti cosi' angusti, o meglio diventa difficile e poco spettacolare.


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Biotto, brunop1200, fil52, genky, ivanuccio, jean valjean, lucaktm02, Majestic-12 [Bot], makaio_81, massimilianobarletta, Ninjo, saliser, starless, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

forum ktm