KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 23/04/2011, 8:41

Gli orari in Tv della seconda tappa del Mondiale MX. Questo weekend a Valkenswaard per il GP d'Olanda

Lunedì 25 aprile

12.00 diretta | MX2 Gara 1| Sportitalia 2
13.00 diretta | MX1 Gara 1| Sportitalia 2

15.00 diretta | MX2 Gara 2| Sportitalia 2
16.00 diretta | MX1 Gara 1| Sportitalia 2
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 23/04/2011, 16:53

Davide Guarneri ci svela i segreti di Valkenswaard
Il Mondiale Cross 2011 si sposta sulla sabbia olandese. Davide Guarneri ci spiega l'impegnativo circuito di Valkenswaard


Immagine

"Siamo in Olanda e questa è una tipica pista olandese, quindi fondo sabbioso di sabbia nera. E' una delle piste fortunatamente con la sabbia meno profonda che c'è in Olanda, anche perché siamo al confine con il Belgio e questo mischia un po' i terreni, comunque è sempre difficile anche perché essendo sabbia si scava sempre molto e soprattutto questo weekend ci saranno molti piloti a girare in molte classi e dicono che si supereranno i 23-24°. Sarà un weekend duro e selettivo perché quando la pista si segna trovare le traiettorie buone qui fa la differenza. La pista alla fine è bella, non è cambiata molto dall'anno scorso.
C'è la partenza che si usa solo per lo start poi non si usa più, poi si entra nella pista…

…e poi c'è un salto che butta appunto dove la partenza gira dentro e la pista è finita".


Tenuta fisica è sospensioni sono indispensabili quindi in questa pista.
"Sì, anni fa c'erano soprattutto piloti olandesi e belgi che viaggiavano molto forte e c'era molta disparità. Negli ultimi anni piloti anche del sud Europa hanno imparato ad andare molto forte quindi bene o male come ritmo si è vicini. C'è sempre chi va un po' meglio o peggio però a fare la differenza sarà soprattutto avere buone sospensioni e riuscire a trovare delle buone linee per stancarsi di meno. Qui è normale calare anche di 3-4 secondi al giro. Meno ne cali più differenza fai alla fine".




fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 24/04/2011, 17:27


A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 24/04/2011, 21:22


A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 24/04/2011, 21:33

Nagl e Herlings sono i più veloci delle qualifiche a Valkenswaard
Nonostante il ginocchio infortunato Tony è velocissimo nella qualifica MX1 dove termina 4° dietro a Nagl, Bobryschev e Goncalves . Imprendibile Herlings nella MX2


Immagine

Quella che si preannuncia una gara infernale a causa del caldo e delle buche enormi che crescono come i funghi anche a causa della quattro classi che si succedono in pista, si è aperto con un risultato a sorpresa ed un altro quasi scontato. Il primo è quello di Max Nagl, che ha finalmente dimostrato di aver assimilato il passaggio dalla KTM 450 alla 350 vincendo la qualifica MX1. Un successo meritato concretizzato dopo la caduta di Steve Frossard che dopo essere spuntato nelle prime posizioni è rimasto al comando sino a tre giri dalla fine quando ha perso il controllo dell'avantreno e dopo un pauroso volo è stato risucchiato al 13° posto.

Ma sorpresa più grande è stata quella di Tony Cairoli, che solo grazie alla sua stoffa di quattro volte iridato ha superato il problema psicologico e fisico al ginocchio sinistro (due micro fratture ed un legamento stirato) correndo come nulla fosse, incurante del dolore patito ad ogni appoggio per terra. L'ufficiale KTM è stato così grande da partire in 10ª posizione e chiudere la partita 4°, con un ritmo ed una grinta pazzeschi. Alle sue spalle è terminato David Philippaerts, che ha rimontato un paio di posizioni preservandosi per la gara ufficiale, probabilmente come ha fatto anche il capo classifica Clement Desalle che ha concluso dietro al toscano.

Conscio di non avere ancora il passo e le energie per concludere una manche ad alto livello, Ben Townley ha corso con prudenza classificandosi 16°; solo 22° invece Davide Guarneri caduto alla partenza.

Sulla sabbia che lo ha visto crescere, Jeffrey Herlings ha confermato le aspettative restituendo pan per focaccia a Ken Roczen al quale nella manche selettiva ha rifilato ben 16 secondi al compagno di squadra tedesco. Un divario che suona un po' come campanello d'allarme per il leader MX2, che deve rivedere tattica di gara e traiettorie se vuole battere il pupillo di casa.

In scia ai due protagonisti dell'apertura olandese si sono piazzati Max Anstie, Gautier Paulin, Tommy Searle e Arnaud Tonus, che hanno dimostrato di poter aspirare al podio assieme a Zac Osborne che però ha tagliato il traguardo solo 10° in quanto caduto mentre era nelle prime posizioni; 21° Alex Lupino, rimontato dalle ultime posizioni a causa di una caduta alla partenza, e 25° Ivo Monticelli.

Classifica
MX1 - Qualifying Race - Classification
1. Maximilian Nagl (GER, KTM), 24:54.711; ;
2. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:05.633;
3. Rui Goncalves (POR, Honda), +0:06.307;
4. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:07.207;
5. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +0:12.989;
6. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:19.643;
7. Ken de Dycker (BEL, Honda), +0:21.558;
8. Marc de Reuver (NED, Yamaha), +0:46.695;
9. Steve Ramon (BEL, Suzuki), +0:49.948;
10. Shaun Simpson (GBR, Honda), +0:53.691;
11. Anthony Boissiere (FRA, Yamaha), +0:54.577;
12. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), +0:57.420;
13. Steven Frossard (FRA, Yamaha), +1:01.968;
14. Tanel Leok (EST, TM), +1:03.093;
15. Martin Barr (GBR, KTM), +1:08.225;

MX2 - Qualifying Race - Classification
1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 24:19.560; ;
2. Ken Roczen (GER, KTM), +0:16.147;
3. Max Anstie (GBR, Kawasaki), +0:20.798;
4. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:34.905;
5. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:40.628;
6. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:41.569;
7. Harri Kullas (FIN, Yamaha), +0:51.748;
8. Joel Roelants (BEL, KTM), +1:02.871;
9. Antonio Jose Butron Oliva (ESP, KTM), +1:17.870;
10. Zachary Osborne (USA, Yamaha), +1:22.413;
11. Nicolas Aubin (FRA, KTM), +1:23.194;
12. Nikolaj Larsen (DEN, KTM), +1:26.230;
13. Jordi Tixier (FRA, KTM), +1:33.809;
14. Nick Triest (BEL, KTM), +1:43.418;
15. Pascal Rauchenecker (AUT, KTM), +1:47.782;


fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

superclod
Avatar utente
 
Messaggi: 895
Iscritto il: 23/10/2009, 21:46
Località: Bologna

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 25/04/2011, 17:23

GRANDE TONINO!!! GRANDE KTM!!! Un dominio...
SUPERCLOD - KTM exc 300 duettì

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 25/04/2011, 17:37

GP Olanda 2011 - Valkenswaard LIVE

Immagine

GP OLANDA - VALKENSWAARD

Immagine

25 APRILE 2011 - ROUND 2

FIM Motocross World Championship - MX1 / MX2
FIM Veterans Motocross World Cup - VMX
UEM Motocross European Championship - EMX2


Una stupenda giornata di sole fa da cornice a tantissimo pubblico presente sulla collina naturale dell'Eurocircuit, tantissimi gli Olandesi a tifare il talento locale Jeffrey Herlings. Molti anche i tedeschi con striscioni per Ken Roczen

MX2 prima manche: Parte a fuoco Herlings con Rozen alle costole, poi Aubin, Paulin, Anstie, Tonus. Herlings è velocissimo ma Roczen si fa sotto per tantare di portare un attaco, ma scivola e Herlings saluta e sen ne va. Alle spalle dei due piloti KTM recupera Searle fino al terzo posto. Herlings non cala e prende un distacco notevole, secondo è Roczen ma non spreca le forze staccato è Searle, Tunus raggiunge e supera Paulin alle loro spalle si assesta Osborne. Herlings vince, secondo è Roczen, poi Searle, Tonus, Paulin, Osborne, Kullas, Roelants, Aubin. Decimo e primo dei doppiati Anstie.

MX1 prima manche: Max Nagl scatta al comando seguito da Frossard, Philippaerts, Cairoli, Bobryshev. Restano a terra alla seconda curva Barragan e Boog. Frossard attacca subito, e si porta al comando, Cairoli supera Philippaerts che subisce anche la rimonta di De Dycker, dietro c’è Desalle. Cairoli attacca Nagl, lo supera e si mette a caccia di Frossard. Philippaerts si rifà sotto a De Dycker ma commette un errore e perde terreno. Cairoli attacca Frossard e passa al comando, Nagle perde terreno, Philippaerts recupera su de Dycker e lo supera. Cairoli vince, secondo è Frossard, poi Nagl, Philippaerts, Desalle, Goncalves, de Dycker, Ramon, Leok, Bobryshev. Guarneri recupera fino al 12° dopo una brutta partenza.

MX2 seconda manche: Parte al comando Roczen, Herlings è alle sue spalle poi Charlier, Kullas, Paulin, Searle. Ma su questa pista non ce n’è per nessuno, Herlings avvivina Roczen e lo supera in curva, saluta tutti e se ne va. Roczen controlla ciò che succede alle sue spalle, dove Searle risale ancora una volta al terzo superando Tonus. Herlings vince tra il tripudio della folla, secondo è Roczen, terzo Searle, poi Tonus, Roelants, Paulin, Kullas, Osborne, Anstie, Charlier.

MX1 seconda manche: E’ Rui Goncalves a uscire primo dalle due curva a 90°, alle sue spalle David Philippaerts poi Nagl, Frossard. Cairoli arriva velocissimo alla prima curva e deve curvare largo perdendo diverse posizioni. Goncalves resiste al comando diversi giri, prima di cedere a Philippaerts, Nagl e Frossard nello spazio di poche curve e successivamente anche a Cairoli. I primi tre sono vicinissimi e si fa sotto a Frossard lo supera poi punta Philippaerts. Tony passa David, Nagl ha già qualche metro di vantaggio e Tony non sembra voler forzare. Nagl guida, secondo è Cairoli, poi Philippaerts, Frossard commette un errore, raccoglie la rete verde che si avvolge alla ruota anteriore e Goncalves passa. Nagl vince, Cairoli è secondo, poi Philippaerts, Goncalves, Frossard, Desalle, Bobryshev, de Dycker, Leok, Barragan. Davide Guarneri termina undicesimo dopo un altro bel recupero.

Jeffrey Herlings vince il GP, secondo è Roczen, a completare il podio Searle. Ken Roczen conserva la tabella rossa e guida con 94 punti, segue Herlings a 86 poi Searle 84, Tonus 67, Paulin 65. Tony Cairoli fa suonare l’inno di Mameli per la MX1, secondo è Nagl, terzo è Philippaerts. Stephen Frossard strappa la tabella rossa a Clement Desalle ed ora guida la classifica con 85 punti su Nagl 80, Desalle 78, Cairoli 72, Philippaerts 63.

fonte mxnews.net
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 25/04/2011, 19:52

Cairoli vince a sorpresa a Valkenswaard
Il ginocchio infortunato non ferma Tony che sbaraglia la concorrenza e vince a sorpresa la MX1; bravo anche Philippaerts 3° dietro a Nagl. Senza storie la MX2 grazie alla doppietta di Herlings


Immagine

Doveva essere una trasferta dove bastava salvare il possibile cercando di stare nei primi dieci, perché l'infortunio al ginocchio di Sevlievo lo aveva costretto a saltare gli allenamenti per una decina di giorni e perché il dolore all'articolazione era preoccupante.


Ma quello che vale per un pilota normale non lo è altrettanto per un campione, per di più per un quattro volte campione come Tony Cairoli. Che con una gara miracolosa si è lasciato alle spalle timori e dolori, e con una grinta pazzesca è stato il mattatore del GP d'Olanda che lo ha visto vincere la prima manche dopo una partenza in quarta posizione e chiudere la successiva al secondo posto in rimonta dal settimo.


Cairoli ha preceduto Max Nagl, che ha così definitivamente scacciato il pensiero che con la 450 fosse più competitivo, e David Philippaerts ritornato finalmente sul podio dopo il Brasile dello scorso anno. Nella prima manche vista la sabbia resa proibitiva dal continuo succedersi di gare il pilota della Yamaha ha corso con l'obiettivo di preservare le energie in previsione di quella successiva tagliando comunque il traguardo 4°, mentre nella successiva ha attaccato subito e dopo essere rimasto al posto d'onore sino a metà manche ha poi chiuso 3°.


Quello di Cairoli non è stato l'unico evento inaspettato, visto che la caduta di Steve Frossard in qualifica gli aveva procurato una forte contusione alla spalla sinistra e la sua partecipazione è stata in forse sino alla mattinata, tanto da non disputare neppure le prove libere. Ma anche il francese è un tipo tosto, con una smisurata voglia di trovarsi al vertice della classe regina, e anche lui ha mandato in porto una gara fantastica dove ha mancato il podio solo per una scivolata sul finire della seconda manche. Nonostante ciò ha chiuso il GP quarto assoluto - e grazie all'opaca prova di Clement Desalle che proprio sulla sabbia amica non è riuscito a fare meglio del sesto posto - è passato al comando del campionato davanti a Nagl, Desalle, Cairoli e Philippaerts.
11° Davide Guarneri, che ha pagato lo scotto di partenze a metà gruppo.


Risultato scontato per Jeffrey Herlings, che ha dato fondo alla sua tecnica di guida affinata in anni di allenamenti sulla sabbia per spuntarla sul compagno di squadra Ken Roczen, il quale gli è terminato alle spalle in entrambe le manche. Il tandem della KTM è stato seguito da Tommy Searle e da un Arnaud Tonus in crescendo che ha perso il podio per un errore a pochi giri dalla fine della gara.


Classifica
MX1 - GP Classification
1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 47 points;
2. Maximilian Nagl (GER, KTM), 45 p.;
3. David Philippaerts (ITA, Yamaha), 38 p.;
4. Steven Frossard (FRA, Yamaha), 38 p.;
5. Rui Goncalves (POR, Honda), 33 p.;
6. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 31 p.;
7. Ken de Dycker (BEL, Honda), 27 p.;
8. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), 25 p.;
9. Tanel Leok (EST, TM), 24 p.;
10. Steve Ramon (BEL, Suzuki), 22 p.;
11. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), 19 p.;
12. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), 18 p.;
13. Anthony Boissiere (FRA, Yamaha), 14 p.;
14. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 11 p.;
15. Marc de Reuver (NED, Yamaha), 10 p.;

MX1 - Grand Prix Race 2 - Classification
1. Maximilian Nagl (GER, KTM), 39:21.653; ;
2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:14.447;
3. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +0:22.047;
4. Rui Goncalves (POR, Honda), +0:27.150;
5. Steven Frossard (FRA, Yamaha), +0:44.569;
6. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:53.640;
7. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +1:09.411;
8. Ken de Dycker (BEL, Honda), +1:15.250;
9. Tanel Leok (EST, TM), +1:21.478;
10. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), +1:25.000;
11. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), +1:33.523;
12. Steve Ramon (BEL, Suzuki), +1:38.859;
13. Anthony Boissiere (FRA, Yamaha), +1:53.340;
14. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), -1 lap(s);
15. Gert Krestinov (EST, Kawasaki), -1 lap(s);

MX1 - Grand Prix Race 1 - Classification
1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 40:49.442; ;
2. Steven Frossard (FRA, Yamaha), +0:06.303;
3. Maximilian Nagl (GER, KTM), +0:10.631;
4. David Philippaerts (ITA, Yamaha), +0:34.320;
5. Clement Desalle (BEL, Suzuki), +0:43.305;
6. Rui Goncalves (POR, Honda), +0:43.485;
7. Ken de Dycker (BEL, Honda), +0:57.195;
8. Steve Ramon (BEL, Suzuki), +0:59.698;
9. Tanel Leok (EST, TM), +1:02.322;
10. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +1:23.387;
11. Marc de Reuver (NED, Yamaha), +1:46.265;
12. Davide Guarneri (ITA, Kawasaki), +1:49.054;
13. Martin Barr (GBR, KTM), +1:50.558;
14. Jonathan Barragan (ESP, Kawasaki), +1:57.099;
15. Anthony Boissiere (FRA, Yamaha), +2:01.533;


MX2 - GP Classification
1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 50 points;
2. Ken Roczen (GER, KTM), 44 p.;
3. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 40 p.;
4. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), 36 p.;
5. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), 31 p.;
6. Joel Roelants (BEL, KTM), 29 p.;
7. Harri Kullas (FIN, Yamaha), 28 p.;
8. Zachary Osborne (USA, Yamaha), 28 p.;
9. Max Anstie (GBR, Kawasaki), 23 p.;
10. Nikolaj Larsen (DEN, KTM), 19 p.;
11. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), 18 p.;
12. Glenn Coldenhoff (NED, Yamaha), 17 p.;
13. Antonio Jose Butron Oliva (ESP, KTM), 15 p.;
14. Nicolas Aubin (FRA, KTM), 12 p.;
15. Petar Petrov (BUL, Yamaha), 10 p.;

MX2 - Grand Prix Race 2 - Classification
1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 41:04.993; ;
2. Ken Roczen (GER, KTM), +0:11.010;
3. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:31.875;
4. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:42.303;
5. Joel Roelants (BEL, KTM), +0:58.448;
6. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +1:09.328;
7. Harri Kullas (FIN, Yamaha), +1:18.048;
8. Zachary Osborne (USA, Yamaha), +1:46.443;
9. Max Anstie (GBR, Kawasaki), +1:50.253;
10. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), +2:00.631;
11. Petar Petrov (BUL, Yamaha), -1 lap(s);
12. Nikolaj Larsen (DEN, KTM), -1 lap(s);
13. Glenn Coldenhoff (NED, Yamaha), -1 lap(s);
14. Antonio Jose Butron Oliva (ESP, KTM), -1 lap(s);
15. Jordi Tixier (FRA, KTM), -1 lap(s);

MX2 - Grand Prix Race 1 - Classification
1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 39:55.351; ;
2. Ken Roczen (GER, KTM), +0:37.452;
3. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:45.031;
4. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:47.152;
5. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +1:01.981;
6. Zachary Osborne (USA, Yamaha), +1:19.739;
7. Harri Kullas (FIN, Yamaha), +1:22.253;
8. Joel Roelants (BEL, KTM), +1:24.197;
9. Nicolas Aubin (FRA, KTM), +1:29.839;
10. Max Anstie (GBR, Kawasaki), -1 lap(s);
11. Nikolaj Larsen (DEN, KTM), -1 lap(s);
12. Glenn Coldenhoff (NED, Yamaha), -1 lap(s);
13. Antonio Jose Butron Oliva (ESP, KTM), -1 lap(s);
14. Christophe Charlier (FRA, Yamaha), -1 lap(s);
15. Mike Kras (NED, Suzuki), -1 lap(s);


fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 25/04/2011, 19:55

L'intervista di Tony a fine gara

”Alla vigilia del Gran Premio non sapevo cosa aspettarmi: da due settimane ero a riposo senza potermi allenare. L’obiettivo era dunque cercare di fare il massimo in funzione della condizione fisica: vincere è stata una sorpresa anche per me. In entrambe le manche ho commesso un errore che non mi ha permesso di allungare sugli avversari fin da subito e così ho dovuto rimontare. Non è stato semplice perché non ero certo al 100%, anzi direi all’80%. Nella seconda manche poi ho sofferto da metà gara in poi di forti dolori al ginocchio e crampi. Sono però riuscito a difendere il secondo posto e vincere per la terza volta consecutiva il Gran Premio e ricevere così l’importante riconoscimento degli organizzatori per avere vinto quattro volte questa gara. Sono felice, anche se devo dire che di solito mi diverto tanto sulla sabbia a guidare, mentre oggi è stata un po’ una sofferenza, ma è finita bene. Confermo che per altre due stagioni rimarrò con il team Red Bull Teka KTM Factory e sono molto felice dell’accordo raggiunto. Con loro mi sento come in famiglia e il fatto di avere già sistemato il futuro, 2012 e 2013, mi dà tranquillità e mi permetterà di pensare esclusivamente alle prossime gare della stagione.”

Immagine

fonte motocrossmx1.com
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 25/04/2011, 20:42

Il ritorno di Tony Cairoli. Jeffrey Herlings in MX2
Il pilota italiano vince il Gran Premio d'Olanda e prolunga per altri due anni il rapporto con il team red Bull Teka KTM Fctory Racing


Immagine

Lunedì di Pasquetta perfetto per Tony Cairoli, che in un solo colpo si conferma mattatore incontrastato di Valskenswaard, vince il Gran Premio d'Olanda, guadagna punti preziosi nella rincorsa al titolo e conferma per altri due anni il rapporto con KTM e Team Red Bull Teka KTM Factory Racing.
Dopo avere constatato, nelle prove, che il ginocchio infortunato in Bulgaria non dava particolari problemi, il campione del mondo in carica è partito all'attacco fin dalla prima curva e alla fine con un primo e un secondo posto di manche ha vinto il suo primo Gran Premio della stagione, il 38° della carriera.
In entrambe le gare, Tony, è stato protagonista di ottimi start dal cancelletto, ma alla prima curva ha perduto posizioni, prima per avere toccato una balla di paglia, poi per essere finito largo. In tutte e due le manche si è dovuto dunque esibire in spettacolari rimonte. Nella frazione di apertura, transitato quarto al primo passaggio, al nono giro era già in testa dopo avere scavalcato con un bel sorpasso Frossard, leader in quel momento. Una volta in testa, Antonio, ha allungato sull'avversario e alla fine è transitato in solitaria a braccia alzate sotto la bandiera a scacchi.
Nella seconda manche, dopo essere scattato bene dal cancelletto, è finito largo alla prima curva perdendo parecchie posizioni. La sua rimonta è stata ancor più dura rispetto a quanto accaduto qualche ora prima ritrovandosi settimo al primo passaggio. La rincorsa del pilota della KTM è partita da lì e al dodicesimo passaggio si è completata con la conquista della seconda posizione alle spalle di Nagl, in fuga.

Tony Cairoli:"Alla vigilia del Gran Premio non sapevo cosa aspettarmi: da due settimane ero a riposo senza potermi allenare. L'obiettivo era dunque cercare di fare il massimo in funzione della condizione fisica: vincere è stata una sorpresa anche per me. In entrambe le manche ho commesso un errore che non mi ha permesso di allungare sugli avversari fin da subito e così ho dovuto rimontare. Non è stato semplice perché non ero certo al 100%, anzi direi all'80%. Nella seconda manche poi ho sofferto da metà gara in poi di forti dolori al ginocchio e crampi. Sono però riuscito a difendere il secondo posto e vincere per la terza volta consecutiva il Gran Premio e ricevere così l'importante riconoscimento del Comune per avere vinto per quattro volte questa gara. Sono felice, anche se devo dire che di solito mi diverto tanto sulla sabbia a guidare, mentre oggi è stata un po' una sofferenza, ma è finita bene. Confermo che per altre due stagioni rimarrò con il team Red Bull Teka KTM Factory e sono molto felice dell'accordo raggiunto. Con loro mi sento come in famiglia e il fatto di avere già sistemato il futuro, 2012 e 2013, mi dà tranquillità e mi permetterà di pensare esclusivamente alle prossime gare della stagione".
Ottima prestazione anche per Philippaerts, che ha guadagnato il terzo gradino del podio, dietro a Nagl, grazie ad un quarto e ad un terzo posto di manche. Undicesimo Davide Guarneri, che porta a casa punti preziosi in una pista non particolarmente amata. Quarto posto per Frossard che mantiene la leadership in campionato con cinque punti di vantaggio su Nagl e sette su Desalle, non brillantissimo sulla sabbia olandese. Cairoli ora è quarto e insegue a 13 punti, davanti a Philippaerts staccato di 22 punti.
Nella classe MX2, il campione di casa Jeffrey Herlings ha fatto valere la propria esperienza sulla sabbia e ha ottenuto una strepitosa doppietta davanti al favorito Ken Roczen, due volte secondo e a Tommy Searle che si conferma la terza forza del campionato. Migliore italiano, Alessandro Lupino, che ha ottenuto 3 punti nella seconda manche grazie al diciottesimo posto.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 25/04/2011, 21:41

Registrazioni SportItalia

Gara 1 MX2-MX1

http://fb6.vcast.it/Fb00060002/9D/E4/dN ... 240424.mp4

Gara 2 MX2-MX1

http://fb6.vcast.it/Fb00060001/FD/FC/aF ... 240426.mp4

Come al solito, non clikkate il link, tasto dx del mause e "salva con nome" poi le vedete.
Avete 3 giorni per prendere i file prima dell'eliminazione di Vcast.

A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 26/04/2011, 9:19

Tony Cairoli: "Non mi aspettavo di salire sul podio"
L'ufficiale KTM ci spiega come ha vinto un Gran Premio che sembrava senza possibilità dopo l'infortunio al ginocchio del GP di Bulgaria


Immagine

Siamo alla fine di un gran premio che ha del miracoloso.
"Sì, non mi aspettavo assolutamente di salire sul podio dopo il GP della Bulgaria, perché non potevo quasi camminare, quindi sono super soddisfatto".



Spiegaci questa prestazione.
"Io sulla sabbia mi trovo sempre a mio agio anche se oggi non ero sciolto come al solito però è bastato per vincere il GP. Non sono soddisfatto di come ho corso, non mi sono divertito, ero un po’ sbilanciato, però super contento di aver vinto per il terzo anno di fila qui in Olanda".


Il dolore?
"Non l’ho sentito tantissimo, soltanto quando sbagliavo una curva e mettevo giù il piede o all’atterraggio di un salto e il ginocchio si muoveva. Nella seconda manche invece il dolore si è fatto sentire di più".


Oltre il dolore hai risentito anche di quasi dieci giorni senza allenamento?
"Nella seconda manche dopo 20 minuti ero veramente stanco. Sono arrivato alla fine cercando di non fare errori per mantenere una velocità ottimale. Sulla sabbia comunque riesco a gestirmi un po’ come voglio, magari sul duro sarebbe stato più difficile".


Il quarto posto di domenica ti ha dato la convinzione di poter fare bene?
"Sono partito male poi ho recuperato quindi sapevo che potevo fare una bella gara ma no se avrei tenuto tutti 40 i minuti".


Ti è mancata solo la vittoria della 2ª manche.
"Mi sono complicato sempre un po’ la vita con due brutte partenze, sempre fuori dai primi cinque. Ho dovuto un po’ spingere un po’ di più per passare gli altri".


Quattro titoli non ti bastano?
"Il campionato è lunghissimo, ci possono essere tanti stop, ma alla fine quello che conta è il campionato. Adesso abbiamo fatto un bel salto in classifica dal 10° al 4° posto".

Audio Cairoli

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 26/04/2011, 9:28

SPLENDIDA DOPPIETTA PER AXO A VALKENSWAARD!

Uno splendido week end di sole ha incorniciato una prestazione maestra degli AXO riders Antonio Cairoli e Max Nagl, che si sono aggiudicati rispettivamente la vittoria ed il secondo gradino del podio del Gran Premio d’Olanda, disputatosi a Valkenswaard nel week end pasquale.
Il quattro volte campione del mondo siciliano ha stupito tutti con una prestazione fantastica, arrivata oltretutto dopo l’infortunio occorsogli durante la prima manche del GP di Bulgaria, con distorsione al ginocchio, già operato in passato, e lesione al menisco esterno e al condilo femorale. Antonio ha dimostrato ancora la sua grande forza di carattere e le sue capacità di guida superiori, anche sul difficile fondo sabbioso della pista olandese, conquistando la vittoria in Gara 1 e la seconda posizione in Gara 2, dopo due rimonte da manuale!
Altrettanto positiva è stata la giornata del tedesco Max Nagl, terzo in Gara 1 e primo in Gara 2, all’esordio in questa stagione con la KTM 350SX-F.
Tony Cairoli: "Sono molto felice perché questa è la terza volta consecutiva che vinco qui in MX1, segno che questo per me è un Gran Premio speciale. Però stavolta ho sofferto molto ed è stata davvero dura. Dopo la prima manche il ginocchio era affaticato e nel finale di gara due ho preferito non forzare per tentare di riavvicinarmi a Max, che tra l’altro aveva un gran passo. Ora c’è una certa pausa prima della trasferta negli USA e spero di recuperare la mia condizione fisica anche se non potrò allenarmi in moto per lasciar risaldare la lesione al ginocchio. L’obiettivo è colmare il gap in campionato, ovviamente!”
Max Nagl : “Questo è stato per me un ottimo weekend, ma non sono del tutto soddisfatto della prima manche, dove sono stato troppo attendista e ho perso tempo nei sorpassi. Poi nella seconda manche ho cambiato la mia strategia, e dopo circa 15 minuti sono passato in testa, così sono riuscito a trovare il mio ritmo e le mie migliori traiettorie, e tutto è stato più facile.”
A Valkenswaard è stato inoltre annunciato ufficialmente alla stampa che Antonio Cairoli ha firmato per rimanere con Red Bull Teka KTM Racing, con cui ha già vinto il mondiale MX1 nel 2010, per altri due anni.
Buoni risultati anche per gli altri AXO riders impegnati nella MX1, con De Dycker al settimo posto, Ramon al decimo e Guarneri appena fuori la top ten.

fonte AXOsport.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 27/04/2011, 8:12

Davide Guarneri: "Avevo un buon ritmo, potevo arrivare sesto"
Una gara difficile e tutta in rimonta per il pilota italiano che sulla sabbia olandese ha lottato contro le buche del tracciato e il dolore ad una costola


Immagine

Undicesimo posto, un piazzamento che ti soddisfa?
"Solo a metà. La settimana scorsa son o caduto e mi sono fatto male ad una costola. Credevo fosse guarita ma ieri mattina mi faceva male. Con il dottore siamo riusciti a risolvere con un bendaggio e antidolorifici, ma il tempo in qualifica no è stato dei migliori e sono partito quasi ultimo. La seconda manche avevo un buon ritmo e sono arrivato 11esimo. Come ritmo potevo arrivare anche 6°. Possono capitare delle gare così. Adesso mi hanno superato in campionato Cairoli e Philippaerts che hanno fatto una buona gara, ma il campionato è ancora lungo. Bisogna stare nei primi dieci il più spesso possibile".

Con queste buche è una pista che mette il fisico sotto torchio.
"C’erano un sacco di piloti in tante classi. Alla fine non c’era più una traiettoria pulita, la pista era molto bucata. Ma oggi fisicamente stavo molto meglio che in Bulgaria e se riusciamo a guadagnare ancora un po’ negli ultimi 10 minuti otterremo buoni risultati".

Si parte e si va in America. E' una pista che ti piace?
"Spero che sia come l’anno scorso, il tempo era bello, la pista bella e bagnata bene. Davvero un bel GP".

Guarneri (AUDIO)

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Motocross MX1 e MX2, GP d'Olanda

Messaggio » 27/04/2011, 18:31


A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: 8nuvola6, Bat21, Bing [Bot], elleR, Google [Bot], MSNbot Media, Patacca, Rainbow78, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

Axo prime pilota ufficiale motocross      LE KTM NUOVE DI CAIROLI E DI NAGEL      chi prenderà il posto di maximilian nagle al mondiale cross      forum ktm      gp olanda 2012 mx tempi live      infortuni maximilian nagel      infortunio maximilian nagel      max nagal cosa fa nel 2012      motocross piu difficile sabbia o duro?      mx1 partecipazione gopro      nagle motocross      partenze mx1 e mx2 mondiale motocross olanda      rozen pilota motocross      tony cairoli axo      motocross ktm in volo      antonio cairoli max nagle      motocross in volo di toni cairoli