KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Mondiale Enduro - GP Portogallo

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Mondiale Enduro - GP Portogallo

Messaggio » 08/04/2011, 12:50

Preview GP Portogallo
Sabato 9 e domenica 10 aprile il Gran premio del Portogallo a Vale de Cambra. Ed è già tempo di rivincite...


Immagine

Non è passata neppure una settimana e i motori delle moto del Campionato mondiale Enduro 2011 sono già pronti per ripartire nel GP del Portogallo, in programma a Vale de Cambra a una sessantina di chilometri da Porto.
Il week-end portoghese di Vale De Cambra, che ha sostituito il GP che avrebbe dovuto inizialmente disputarsi a Figueira da Foz, sarà molto importante per i piloti italiani.
Più dettagliatamente, quest'anno il GP portoghese si articolerà su di un percorso di 58 km da ripetersi quattro volte a giornata. Sabato saranno 4 le speciali di Cross, 3 le linee e altrettante prove estreme a cui aggiungere il super test di venerdì sera, mentre domenica le speciali saranno complessivamente 12.
Dopo i tanti colpi di scena della scorsa settimana in Spagna, qui in Portogallo sono attese tante rivincite, conferme e ulteriori novità in tutte le classi.
Nella E1 occhi puntati su Juha Salminen (Husqvarna 250 4T), al comando della classifica iridata a punteggio pieno con 50 punti. Grazie ai due secondi posti ottenuti in Spagna, Matti Seistola (Husqvarna 250 4T) è secondo davanti al sorprendente francese Fabien Planet (Sherco 250 4T). In sesta posizione figura l'azzurro Thomas Oldrati (KTM 250 4T), anche se il giovane pilota bergamasco del team KTM-Farioli ha tutte le carte in regola per prendersi una pronta rivincita proprio in questa gara portoghese. Domenica scorsa in Spagna, infatti, solo una caduta all'ultima speciale gli ha negato una meritata vittoria.
La E2 è sempre più infuocata per i tanti colpi di scena della prima gara mondiale, ma con l'italo-francese Antoine Meo e la sua Husqvarna TE 310 4T saldamente al comando della classifica davanti a Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T) e all'ex iridiato Cross MX3, Pierre Renet (Husaberg 450 4T). Il nostro Simone Albergoni (Husqvarna TE 310 4T) è quarto e anche lui affronterà la prova portoghese con maggiore determinazione, visti i progressi di feeling con la sua nuova moto, con la quale ha debuttato nella E2. Oscar Balletti (Beta 450 4T) è tredicesimo a causa della caduta di domenica scorsa, ma in Portogallo dovrebbe aver recuperato dalle contusioni riportate a Ponts. Quindicesimo in classifica, Massimo Mangini (Beta-Boano 450 4T).
Da seguire Johnny Aubert e Cristobal Guerrero, costretti al ritiro per l'anomalo funzionamento dell'impianto elettrico delle loro nuove KTM 350 4T. Il problema dovrebbe essere stato risolto con l'arrivo di nuovi cablaggi, connessioni e batteria, dopo che le moto avevano girato per quattro mesi durante l'inverno senza mai accusare il minimo inconveniente tecnico ed elettrico.
Nella E3 la classifica vede Mika Ahola primo a punteggio pieno con la nuova HM-Honda 500 4T, prima moto quattro tempi davanti a un nugolo di 300 2T. Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T) è secondo, Sebastien Guillaume (Husqvarna 300 2T) terzo, Marko Tarkkala (Husaberg 300 2T) quarto, Oriol Mena (Husqvaberg 300 2T) quinto. Primo degli italiani Alessandro Botturi (Gas Gas 300 2T) ottavo davanti a Maurizio Micheluz (Fantic 300 2T), che ha riportato al Mondiale il glorioso marchio lombardo di proprietà dell'imprenditore Federico Fregnan.
C'è molta attesa per David Knight costretto al ritiro.
Dopo essere rientrato a casa per verificare la sublussazione all'anca sinistra, tenterà di prendere il via, in quanto è atterrato mercoledì mattina a Porto più che mai deciso a stringere i denti e a non lasciare nulla di intentato nella corsa al titolo.
Atteso al riscatto Alex Salvini (Husqvarna TE 511), dopo i due zeri della Spagna anche lui per problemi elettrici.
Mondiale Junior all'insegna della Maglia Azzurra con il bergamasco Jonathan Manzi (KTM 125 2T), secondo in classifica dietro il finlandese Antti Hellsten (KTM 250 2T). Manzi, invece, è primo nella classifica della Coppa del mondo Under 21 riservata alle 125 2T. Ottava posizione per Edoardo D'Ambrosio (HM-Honda 450 4T). Deny Philippaerts (Beta-Boano 450 4T) è diciassettesimo, mentre con la Maglia Azzurra Giacomo Redondi (Husqvarna 125 2T) è diciannovesimo. Da seguire in Portogallo la prova dell'ex crossista MX2 in Maglia Azzurra, Rudy Moroni (KTM 250 2T).
Nella EW si ripropone il duello tra la campionessa del mondo in carica, la francese Ludivine Puy (Gas Gas 250 2T) e la spagnola Laia Sanz (HM-Honda 250 4T), quest'ultima dieci volte iridata di Trial.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Enduro - GP Portogallo

Messaggio » 09/04/2011, 21:19

AUBERT E KNIGHT CON SALMIMEN

9/4/2011 (PB) - Vale de Cambra, 60 chilometri a Sud Est di Porto. È il teatro del secondo Gran Premio del Mondiale di Enduro 2011. Dopo la Spagna è la volta del Portogallo. Nessun colpo scena, come era successo una settimana fa a Ponts, ed una grande e faticosa giornata di gara. Intanto, il problema che ha afflitto le KTM di Aubert e Guerrero in Spagna, lasciando al palo due volte il francese ed una volta lo spagnolo, è stato individuata e risolto. Si trattava di una serie di cablaggi “racing” difettosi. Johnny Aubert ha così stravinto la E2, aggiudicandosi anche l’assoluta della prima giornata, con oltre 30 secondi di vantaggio su Pierre-Alexandre Renet (Husaberg) e quasi un minuto sul compagno di squadra Cristobal Guerrero. Antoine Meo (Husqvarna), autore della doppietta di Ponts, è solo quarto. L’altro “Doppio Zero” di Spagna, David Knight, fuga tutti i dubbi generati dal suo sfortunato debutto stagionale. Torna in sella ad una settimana dalla rovinosa caduta e si aggiudica la E3 e l’Xtreme Test Award. Il vincitore di Ponts, Mika Ahola (Honda), è secondo (il finlandese soffre di un disturbo intestinale), e Christophe Nambotin (Gas Gas) è terzo. Dopo un inizio clamoroso, l’Enduro Mondiale rientra nei binari di una maggiore… regolarità. Antti Hellsten (KTM) vince la Junior, e Puy Ladivine la EW(oman), entrambi confermando il successo spagnolo, ma il commovente, grande acuto della prima giornata portoghese è l’assolo di Juha Salminen (Husqvarna) nella E1, che vince davanti ad Eero Remes (KTM) e Rodrig Thain (Honda). Il Finlandese torna a dominare un Mondiale, solo pilota delle tre classi ancora a punteggio pieno con tre vittorie.

fonte motocross.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Mondiale Enduro - GP Portogallo

Messaggio » 10/04/2011, 22:04

Mondiale Enduro - GP Portogallo
Conferme e rivincite
Grandi prestazioni per Jonathan Manzi e Giacomo Redondi nella "Under 21"


Immagine

SABATO
Un GP del Portogallo decisamente all'insegna del riscatto per il team KTM che dopo i problemi del GP di Spagna alle nuove 350 4T di Johnny Aubert e Cristobal Guerrero dovuti a una partita di impianti elettrici difettosi, ha visto le moto della Casa austriaca centrare due pronte vittorie. Nella E2, Aubert si è infatti preso la rivincita sulla sfortuna vincendo la classe con oltre mezzo minuto di vantaggio sul connazionale Pierre Renet (Husaberg 450 4T) e sul compagno di squadra Cristobal Guerrero, quest'ultimo staccato di quasi un minuto.
Quarta posizione per Antoine Meo (Husqvarna TE 310 4T) rallentato da tre cadute nella speciale estrema. Due cadute nella prova in linea hanno invece relegato al quinto posto Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T), mentre il nostro Simone Albergoni (Husqvarna TE 310 4T) ha chiuso sesto senza mai riuscire a trovare il giusto feeling di guida. Quattordicesima posizione per Massimo Mangini (Beta-Boano 450 4T), mentre Oscar Balletti (Beta 450 4T) si è ritirato al secondo dei tre giri per problemi tecnici. Dopo il doppio ritiro per la sublussazione all'anca sinistra, David Knight (KTM 500 4T) pur dolorante è ritornato alla vittoria nella E3 riuscendo ad avere ragione in volata di Mika Ahola (HM-Honda 500 4T), staccato di poco più di quattro secondi. Terza posizione per Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T).
Bene tra gli italiani Alessandro Botturi (Gas Gas 300 2T) undicesimo davanti a Maurizio Facchin (HM-Honda 500 4T) e Fabio Mossini (Beta 500 4T) quindicesimo. Ritirato per una brutta caduta Alex Salvini (Husqvarna TE 511) mentre stava lottando tra i primi sei della E3. Nella E1 nuova vittoria per il finlandese, sette volte iridato, Juha Salminen (Husqvarna 250 4T) davanti al connazionale Eero Remes (KTM 250 4T). Ottimo terzo Rodrig Thain (HM-Honda 250 4T) e Matti Seistola (Husqvarna 250 4T) quarto. Quinta posizione per il nostro Thomas Oldrati (KTM 250 4T) che non è mai riuscito ad essere veloce su delle speciali molto tecniche e polverose. Due gradini della Maglia Azzurra invece nella Coppa del Mondo riservata agli "Under 21" con moto 125 2T. I due giovani in Maglia Azzurra, Jonathan Manzi (KTM) e Giacomo Redondi (Husqvarna) hanno centrato rispettivamente la seconda posizione e Redondi la terza. In questa classe si è imposto il portoghese Luis Oliveira (Yamaha). Nella Classe EJ vinta nuovamente dal finlandese Antti Hellsten (KTM 250 4T), Edoardo D'ambrosio (HM-Honda 450 4T), altro portacolori della Maglia Azzurra, ha perso la possibilità di finire tra i primi cinque della classifica per una caduta nella prova estrema e nella linea. Manzi è invece terminato in undicesima posizione, Redondi in tredicesima e Rudy Moroni (KTM 250 2T) trentunesimo.

DOMENICA
Domenica tutta da incorniciare per "Maglia Azzurra" nel GP del Portogallo a Vale de Cambra che vede sui primi due gradini del podio della Coppa del Mondo "Under 21" riservata alle 125 2T, Jonathan Manzi (KTM-Farioli) e Giacomo Redondi (Husqvarna-CH Racing). Nella classe EJ, Manzi ha inoltre chiuso con una più che ottima quinta posizione che gli ha assicurato la terza posizione nella classifica di campionato. Buona prova anche per Edoardo D'Ambrosio (HM-Honda 450 4T) decimo, mentre Redondi ha chiuso tredicesimo. Sempre in questa classe troviamo quindicesimo Deny Philippaerts (Beta-Boano 450 4T) e più attardato Rudy Moroni (KTM-Farioli 250 2T), ventisettesimo.
Nella E2 nuova squillante vittoria di Johnny Aubert (KTM 350 4T) con Antoine Meo (Husqvarna TE 310 4T) secondo in grande evidenza dopo un lungo confronto con Pierre Renet (Husaberg 450 4T) e Cristobal Guerrero (KTM 350 4T), tutti e tre racchiusi nello spazio di pochi secondi. Sesta posizione per il nostro Simone Albergoni (Husqvarna TE 310 4T) attardato da una caduta in speciale. Bene Oscar Balletti (Beta 450 4T) che dopo il ritiro di sabato è finito ottavo. Massimo Mangini (Beta-Boano 450 4T) ha ripetuto la positiva prova di sabato facendo nuovamente sua la quattordicesima posizione.
Nella E3 rivincita di Mika Ahola (HM-Honda 500 4T) che non ha lasciato scampo a David Knight (KTM 500 4T), oggi secondo e Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T) terzo. Ritirato Sebastien Guillaume (Husqvarna 300 2T) per una contusione a una spalla dovuta a una caduta in speciale. Ripartito dopo la brutta caduta di sabato, Alex Salvini è terminato settimo anche se avrebbe potuto essere quarto senza una caduta nella prova estrema. Ottima ottava posizione per Alessandro Botturi (Gas Gas 300 2T), decima per Fabio Mossini (Beta 500 4T), dodicesima per Maurizio Facchin (HM-Honda 500 4T).
In una E1 sempre più "finlandese" vittoria di forza del giovane Eero Remes che ha avuto ragione del connazionale Juha Salminen (Husqvarna 250 4T), sul francese Rodrig Thain (HM-Honda 250 4T) e sul nostro Thomas Oldrati (KTM 250 4T) ancora in difficoltà su sulle varie speciali.
Da segnalare infine il brutto incidente di cui è rimasto vittima Luca Cherubini. Il team manager della TM, sabato pomeriggio è stato purtroppo protagonista di un drammatico incidente stradale mentre era alla guida della sua TM contro un'auto che ha effettuato un improvvisa inversione di marcia. Trasportato nell'ospedale di Feixa, i medici portoghesi lo hanno subito intubato e sedato. Assistito anche dal dottor Pier Tettamanti dello staff medico FMI, Cherubini è stato successivamente sottoposto a TAC e ad altri esami clinici che hanno riscontrato un violento trauma toracico, la frattura di alcune costole, la perforazione di un polmone con immediata applicazione di un drenaggio e la frattura di quattro vertebre senza fortunatamente alcun problema al midollo; la prima e sesta cervicale, la settima dorsale e la seconda lombare. Cherubini è stato ricoverato in terapia intensiva dove dovrebbe restare per almeno cinque giorni, poi si deciderà quando potrà rientrare in Italia.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Eschi, Gerko, Google [Bot], MSNbot Media, pp990smt, stew

SEO Search Tags

      forum ktm      cablaggio impianto elettrico difettoso su moto gasgas