KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Internazionali d'Italia Motocross 2011 - Gazzane

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19221
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Internazionali d'Italia Motocross 2011 - Gazzane

Messaggio » 24/03/2011, 16:15

Gran finale a Gazzane di Preseglie (BS)
Antonio Cairoli, David Philippaerts e Steven Frossard i candidati al titolo


Immagine

Archiviato il lungo weekend di Motocross sulle piste di Faenza e Cingoli, l'attenzione è rivolta ora a Gazzane di Preseglie (BS), per il gran finale di Domenica prossima 27 Marzo, dove cresce la voglia di aggiudicarsi il titolo e il cospicuo montepremi;
Antonio Cairoli (Red Bull Teka KTM Factory Racing), David Philippaerts, Steven Frossard (Yamaha Factory Monster), questi i tre contendenti alla vittoria finale. Il dado è tratto, la sfida è stata lanciata: non conterà solo prepararsi al mondiale, ma vorranno lottare per vincere perché i piazzamenti non servono più. E domenica tutti lasceranno sicuramente in secondo piano le aspettative per il resto della stagione, basti pensare che il Team Yamaha Factoty Monster potrebbe aggiudicarsi la bella somma di 90.000,00 EURO, derivante dall'eventuale prima e seconda posizione finale. Cairoli permettendo!
Anche Nagl è chiamato in causa con l'obiettivo di togliere punti importanti ai due rivali Yamaha. Senza dubbio non mancheranno di mescolare il mazzo di per se già imprevedibile altri "top-riders" come Strijbos (Suzuki Delta-Hens Racing), terzo in classifica, seguito da Guarneri (Kawasaki Rockstar BUDracing Lovemytime), Bobryshev e Goncalves (Honda World Motocross).
Presenti ed agguerriti anche gli altri piloti che non hanno trovato molta gloria nel Round#1: Leok Tanel e Aigar (TM Factory Racing), Monni (Honda Salucci Racing), Charlier (Yamaha Gariboldi Racing), Leib e Lupino (Husqvarna Ricci Racing), Beggi (TM FG Udine), Compagnone (Honda Pardi Racing), Maddii (KTM BGR), Del Segato e D'Angelo (KTM Silver Action).
Ed infine non potevamo non giocare il Jolly, che in questo caso assume le sembianze di un motivatissimo Chicco Chiodi (Suzuki Valenti Motocross), un 38ttenne da cui tutto ti puoi aspettare: è un grande campione, è decisamente in forma, corre in "casa" (la segreteria di gara del MotoClub è gestita da sua madre) su un circuito che conosce come le sue tasche!
Sarà il duello finale anche nel campionato italiano motocross Under 17, con i protagonisti della lotta per il titolo, cioè Zecchina (Suzuki Castellari) e Bernardini (KTM Maglia Azzurra), che comunque dovranno guardarsi le spalle dallo svizzero Seewer (KTM), che ha dimostrato di essere cresciuto e di poter lottare alla pari con loro. A provare ad inserirsi in questa lotta per conquistare il primo podio agli Internazionali ci saranno Frosali (Florence MX Husqvarna), Vitaliani (KTM), Moroni (KTM Steels Dr. Jack) e Bonini (Husqvarna).
Per questo ultimo appuntamento è prevista una affluenza di pubblico da mondiale e, per quanto visto nei Round precedenti, gli appassionati potranno rabbrividire solo per l'emozione delle gare e i campioni i pista, ma non per le condizioni atmosferiche che sembrerebbero volgere al meglio.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19221
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Internazionali d'Italia Motocross 2011 - Gazzane

Messaggio » 27/03/2011, 21:37

Frossard e Paulin campioni degli internazionali d'Italia Il primo vince la gara e si aggiudica classe Elite e MX1, all'altro va la MX2, Philippaerts e e Cairoli si devono accontentare rispettivamente del 2° e 3° posto Zecchina campione Under 17| M. Zanzani, Galaello

Immagine

La discriminante dei due scarti previsti dal regolamento hanno pesato in modo sostanziale nell'assegnazione dei titoli 2011 che hanno portato alla ribalta i piloti francesi.

Frossard ha fatto il colpo grosso grazie al secondo posto nella prima manche e alla vittoria di quella successiva che oltre ad averlo portato sul gradino più alto del podio gli hanno permesso di scavalcare in classifica sia Antonio Cairoli che David Philippaerts. Un bel inizio di stagione per il transalpino, che ha aperto nel migliore dei modi una stagione che lo vede all'esordio sia della categoria che con la Yamaha.

A Philippaerts e Cairoli è rimasto l'amaro in bocca per essere stati pesantemente penalizzati dalla regola che impone ai piloti di scartare due degli otto risultati conseguiti. Nell'ultima prova sono stati di nuovo protagonisti, ma non è bastato per aggiudicarsi i due titoli in palio. L'ufficiale Yamaha ha di nuovo convinto in questo suo grintoso inizio stagionale chiudendo la prova d'apertura prima 3° e poi 2°, mentre il fuoriclasse della KTM è uscito a testa alta per ave disputato una prima manche da urlo, culminata da un sorpasso all'ultimo giro che ha spiazzato Frossard e che va annoverato negli annali, un po' come quello di Faenza su Philippaerts. In quella di chiusura ha invece avuto un contatto alla seconda curva col toscano e ha danneggiato l'avantreno tanto da costringerlo a rallentare e a fermarsi per verificare le condizione della ruota chiudendo così la manche 10° e la giornata 3° assoluto.

La quarta piazza è andato a Kevin Strijbos, che grazie alla sua costanza di risultati ha terminato i due campionati 4°, seguito dal russo della Honda World Motocross Evgeny Bobryshev e Davide Guarneri il ha portato la sua Kawasaki-LoveMyTime due volte in quinta posizione.

Il titolo MX2 è andato a Gautier Paulin, al quale pur mancando dall'ultimo appuntamento per aver preferito correre in una gara francese, sono bastate le vittorie di Cingoli e Faenza e quella parziale di Ponte a Egola per spuntarla su Christophe Charlier e su di uno sconsolato Chicco Chiodi che è stato tra quelli più sfavoriti dal regolamento degli scarti.

La vittoria di giornata è andata all'ufficiale KTM Jeremy Van Horebeek, impostosi in entrambe le manche, che ha preceduto i due piloti Yamaha-Gariboldi Christophe Charlier e Harry Kullas, Chiodi e lo sloveno della Suzuki-Cross 2R Jernej Irt.

Lo scontro finale della Under 17 ha invece dato ragione a Simone Zecchina, pupillo di "Bertino" Castellari ex team manager di Alex Puzar quando corse con la TM, al quale è stato sufficiente il 3° posto dietro al rivale Samuele Bernardini e allo svizzero Jeremy Seewer per regalare alla Suzuki-Valernti il titolo.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19221
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Internazionali d'Italia Motocross 2011 - Gazzane

Messaggio » 28/03/2011, 21:32

Internazionali d'Italia Motocross 2011 - Gazzane di P.
Steven Frossard vince gara e titolo
Simone Zecchina è il campione Under 17


Immagine

E' stato un gran finale da campionato del mondo, quello che si è visto oggi a Gazzane per il round conclusivo degli Internazionali d'Italia. Tutti lo attendevano e tutti sono arrivati fino al Galaello per assistere ad una giornata di gara fatta di adrenalina pura, emozioni e spettacolo a non finire, con colpi di scena che fino all'ultimo giro hanno tenuto col fiato sospeso i circa 6.000 spettatori che si sono accampati fin da Sabato nei dintorni del crossdromo. Grandi gare in tutte le categorie, con i protagonisti del campionato in lotta fino al fotofinish a caccia di un risultato prestigioso ed importante, oltretutto motivati dal team per accaparrarsi il montepremi finale. I piloti non si sono risparmiati, mettendo in secondo piano la preparazione per il resto della stagione, in un crescendo di tensione agonistica che già si era avvertito domenica scorsa. Duelli al limite, alternarsi di sorpassi, grandi rischi hanno dimostrato che oggi nessuno ci stava a perdere e che quello che avrebbe contato era soltanto il risultato finale.
L'attenzione era tutta sui primi tre in campionato: Cairoli (RedBull Teka KTM Factory), Frossard e Philippaerts (Yamaha Factory Monster) hanno lottato fino alla bandiera a scacchi, scatenando l'euforia di tutti i presenti che si chiedevano se già era cominciato il mondiale. In Finale#1 è una lotta a due fra Cairoli e Frossard, con il siciliano che tenta la fuga, dimostrando un gran stato di forma per velocità e reattività, mentre il francese, mostra di essere un vero "mastino" (come lo battezza lo speaker Nadile), rimontandolo per poi passarlo. Alla fine è Cairoli ad avere la meglio al fotofinish, così come Philippaerts che a sua volta sorpassa Bobryshev (Honda World Motocross) all'ultimo giro per il terzo posto parziale. In Finale#2 la partenza è convulsa con i due italiani che si toccano e Frossard che fugge. Alla fine della gara la vittoria di giornata è sua così come il titolo di campione degli Internazionali d'Italia di Motocross Goldetyre Series. Dietro di lui Philippaerts mantiene la seconda posizione davanti a Strijbos (Suzuki Delta-Hens): per lui un secondo posto finale. Sfortunato Cairoli, che recupera fino al terzo posto dopo lo start, ma poi si ferma in pit lane per un problema alla ruota davanti che lo costringe ad abdicare per la lotta la titolo, dovendosi accontentare del terzo gradino del podio, sia di giornata che di campionato.
Nell'Under 17 la lotta si decide solo negli ultimi giri, con Zecchina (Suzuki Castellari) che grazie a due secondi posti parziali, vince il titolo davanti a Bernardini (KTM Maglia Azzurra) e Seweer (Suzuki). Sono loro i tre protagonisti di questa edizione del campionato italiano Under17, dopo che anche in questo round hanno monopolizzato il podio. In Finale#1, i primi giri sono da cardiopalma, con sorpassi continui tra loro, anche se fin da subito si vede che oggi è lo svizzero il più veloce in pista: dopo un'emozionate testa a testa con Zecchina nella parte alta, passa e se ne va verso il traguardo, con il mantovano, secondo, e il toscano, terzo. In Finale#2 è tutto ancora da decidere: Bernardini parte forte e va in fuga, mentre la lotta è tutta per il secondo posto fra Zecchina e Seewer: per il primo avrebbe significato il campionato, per il secondo la prima vittoria. I due si toccano un paio di volte, ma alla fine è Zecchina a spuntarla per grinta, coraggio e voglia di vincere questo ambito titolo.
Si conclude quindi questa edizione 2011 degli Internazionali d'Italia, caratterizzata dalla partecipazione di grandi campioni a livello mondiale che hanno riportato il grande pubblico nei crossdromi italiani. Alla fine un riscontro positivo per questa nuova formula che ha visto l'introduzione della classe Elite: l'obiettivo era puntare sulla qualità dei partecipanti, per avere grandi giornate di gara e dare una vera dimensione internazionale a questo campionato. Si può dire che quanto sperato è accaduto, con risultati migliori del previsto, per la soddisfazione di tutti, dagli addetti ai lavori fino agli appassionati.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Ciz66, corra, Cutta, fabio55, Farkas, Gio76, Google [Bot], ivanol, Paolo lc8 silver, Phrankie, sorre87, wakko

SEO Search Tags

DAVIDE GARIBOLDI MOTOCROSS      forum ktm      galaello      internazionali d'italia cingoli      internazionali d'italia motocross 2015      pista motocross gazzane di preseglie      valernti orario      tm fg racing udine      cairoli galaello      assoluti d'italia motocross gazzane Brescia 2013