KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

DAKAR 2011

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

DAKAR 2011

Messaggioda Tomac » 2 gen 2011, 8:16

Apro il post ufficiale della Dakar 2011, mettiamo quì commenti classifiche e foto :wink:
Pronti.....VIAAAAAAAAAAAAAAAA :penna: :penna: :penna: :penna: :penna:


Ultima modifica di Tomac il 3 gen 2011, 16:07, modificato 1 volta in totale.
Tira........Molla........Geppo (seinovanta)
Avatar utente
Tomac
 
Messaggi: 2399
Iscritto il: 10 feb 2009, 8:28
Località: Bardolino (VR)

Re: DAKAR 2011

Messaggioda alp650 » 2 gen 2011, 9:47

grazie tomac :up:
aprilia scarabeo 50 per le rapine,per fare lo scemo transalp 650
Avatar utente
alp650
ZingaroTrans
 
Messaggi: 4086
Iscritto il: 24 set 2009, 6:14
Località: cogliate

Re: DAKAR 2011

Messaggioda evektor » 2 gen 2011, 18:31

un bel 13° posto per boano ivan...bravo. Su 450 beta RR.

Immagine


Comunque sembra che ktm anche quest' anno................ (le 450 volanoooo )
Avatar utente
evektor
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 15 apr 2010, 9:00

Re: DAKAR 2011

Messaggioda evektor » 2 gen 2011, 18:48

sono partite 170 moto e ne sono arrivate 159; 11 moto si sono fermate; non vi sembra che ci siano stati troppi ritiri? cosiderate che la tappa era di 192 km special.
Avatar utente
evektor
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 15 apr 2010, 9:00

Dakar 2011: come e quando vederla in TV

Messaggioda thecapitan » 2 gen 2011, 19:12

Dakar 2011: come e quando vederla in TV

La Dakar non smette di essere Dakar, anche se da 3 edizioni la storica competizione parte e arriva a Buenos Aires. Per qualcuno ha perso fascino, per altri ha acquistato nuova ispirazione. Quello che non cambia è il blasone della gara e la sua difficoltà, che attira centinaia di equipaggi pronti a compiere un’impresa unica, in alcuni tratti anche più spettacolare di quella che negli anni scorsi collegava l’Europa al Senegal.

430 partecipanti alla partenza provenienti da 51 diverse nazioni, 146 auto, 183 moto, 68 camion e 33 quad. Cile e Argentina saranno gli unici fortunati paesi a vederli dal vivo, ma anche la televisione europea offre una copertura televisiva per poter seguire la competzione. Purtroppo le reti generaliste non offriranno questo spettacolo, disponibile solo sul canale Eurosport di Sky, al numero 211.

Il 1° gennaio, dalle 20:30 alle 21.30, Eurosport trasmetterà in diretta la cerimonia di apertura e la partenza da Buenos Aires; dal 2 al 16 gennaio seguirà in diretta dal campo base e le ultime fasi della tappa del giorno, con un programma quotidiano in onda a partire dalle 20.15, che comprenderà anche interviste in diretta realizzate dai team on-site di Eurosport e le migliori immagini della giornata. Grande novità di quest’anno sarà la presenza di un veicolo Eurosport che seguirà il percorso di ogni tappa, a stretto contatto con i piloti in gara.

fonte motoblog.it
"L'unico limite a quanto in alto possiamo andare e' quanto crediamo di poter salire."
Ktm Adv 950 S MY 2005 "l'ammiraglia" -- Ktm exc 525 my 2007 "l'indomita"
Avatar utente
thecapitan
Fondatore
 
Messaggi: 6660
Iscritto il: 21 gen 2009, 22:21
Località: Mornago Beach & Milano United

Re: DAKAR 2011

Messaggioda Vincenzo » 2 gen 2011, 22:35

Dakar, prima tappa per Ruben Faria davanti a Despres.
Favorito dall’ordine di partenza Faria, “portatore d’acque” di Despres, vince la prima tappa della Dakar 2011. Alle spalle del portoghese Despres e Marc Coma. Primo incidente per il francese Cyril Esquirol


Immagine


Cyril Despres è riuscito inizialmente a distanziare gli avversari diretti, dai primi waypoints: mezzo minuto, poi uno, poi di nuovo poco più di trenta secondi, infine tre quarti di minuto imposto all’avversario “storico”, Marc Coma, all’arrivo di Cordoba. Un dato eloquente dell’efficienza già raggiunta dal complesso “uomo-moto”. Ma la conferma del buon lavoro svolto dal Team di Despres è venuta anche e soprattutto dalla magnifica speciale del suo portatore d’acqua, Ruben Faria. Risalito a metà speciale, e passato per primo al secondo controllo di passaggio (km 167), l’assistenza veloce di Despres si è infine imposta nella prima speciale della Dakar 2011.

Marc Coma, partito per primo ed obbligato quindi a navigare anche per gli avversari, è terzo al traguardo di Cordoba davanti al suo portatore d’acqua Juan Pedrero. Lo spagnolo rimanderà verosimilmente il “test dell’efficienza” a domani, quando le parti si invertiranno e sarano Faria e Despres ad aprire la pista. Il primo giorno della Dakar delle 450, nata come idea per “perturbare” il monopolio KTM, si conclude dunque con quattro moto austriache nei primi quattro posti.
Avvio prudente di Francisco Lopez, settimo alle spalle anche del portoghese Conçalves e dell’americano Street.

Un piccolo thriller, non infrequente alla Dakar. Despres non è stato registrato al 5° waypoint della speciale. I casi teorici sono, in questo caso, due: o il francese non è passato abbastanza vicino al waypoint da essere “registrato”, e in questo caso scatta la penalizzazione, o la strumentazione, in quel frangente, non ha funzionato. Per fortuna si è trattato dell’ininfluente secondo caso.


La partenza della prima prova speciale, come da programma, alle 14:00. Ad aprire la pista è il numero 1 di Marc Coma, ma alle sue spalle il più lesto ad andare in “pressione” è il detentore della Dakar 2010, Cyril Despres. Nella tappa di apertura, pur senza particolari difficoltà come in questo caso, è difficile trovare il ritmo giusto, cioè quell’andatura “tarata” sulla necessità di sospingere in avanti la classifica minimizzando il rischio di errori. Ci sono piloti che “scattano” subito, altri che possono impiegare giorni prima di trovare la loro cadenza. Piccoli errori possono costare una Dakar in sofferenza, un “plus” deplorevole nella prospettiva di 14 giorni di tensione al limite. Basta una piccola caduta, come quella per esempio di Laurent Lazard nel primo trasferimento da Buenos Aires, e partire con escoriazioni a braccia e gambe, pantaloni e giacca strappati e qualche accidente, seppure di poco conto, alla moto, non è certo l’ideale. Così come non è ideale trovarsi fermi in mezzo alla speciale cercando di riparare la propria moto, come sta accadendo ad Alain Duclos.

Nei casi peggiori, l’inizio può essere anche… la fine. È il caso di Cyril Esquirol, 41 anni, che aveva partecipato l’ultima volta alla Dakar nel 1995: una caduta al km 23 della speciale è costata al francese la frattura di una gamba, ed il conseguente ritiro. Momenti drammatici anche per Marcos Patronelli, vincitore della Dakar 2010 dei quad, costretto da un problema elettrico al ritiro ancor prima di raggiungere l’inizio della speciale. L’organizzazione, già lo scorso anno “sensibile” alle problematiche dell’argentino, ha poi deciso di ritardare la chiusura delle partenze, e Marcos si è così potuto lanciare nella sua prima speciale.


Fonte Moto.it
O bianco o nero...ma sempre orange...
vincenzo@myktm.it
Avatar utente
Vincenzo
Fondatore
 
Messaggi: 3371
Iscritto il: 21 gen 2009, 18:31

Re: DAKAR 2011

Messaggioda Vincenzo » 2 gen 2011, 22:38

Chissà perchè quando succedono a Despres certe cose non è mai colpa sua.......infatti in questo caso non ha "funzionato la macchinetta"...... :mrgreen: :twisted:
O bianco o nero...ma sempre orange...
vincenzo@myktm.it
Avatar utente
Vincenzo
Fondatore
 
Messaggi: 3371
Iscritto il: 21 gen 2009, 18:31

Re: DAKAR 2011

Messaggioda evektor » 2 gen 2011, 22:43

errata corrige....le moto arrivate sono 167. e boano ivan sempre 13°
Avatar utente
evektor
 
Messaggi: 303
Iscritto il: 15 apr 2010, 9:00

Re: DAKAR 2011

Messaggioda Vincenzo » 2 gen 2011, 22:44

La Dakar in Italia

Sportitalia: alle 22.30 speciale Dakar su Sportitalia2, sia su satellite (sky 226) sia su digitale terrestre (canale 61).
RAI: servizi in tutti i TG sportivi di RaiSport 1 e 2 (9.00, 14.30. 23.30); Servizi TG Sport Rai2 alle 17.50; Servizi TG2 Notte

TAPPE
Gennaio 1: Buenos Aires - Victoria (377 km)
Gennaio 2: Victoria - Cordoba (758km/192km Prova Speciale)
Gennaio 3: Cordoba - San Miguel de Tucuman (740km/300km Prova Speciale)
Gennaio 4: San Miguel de Tucuman - San Salvador de Jujuy (752km/521km Prova Speciale)
Gennaio 5: San Salvador de Jujuy - Calama (761km/207km Prova Speciale)
Gennaio 6: Calama - Iquique (459km/423km Prova Speciale)
Gennaio 7: Iquique - Arica (721km/456km Prova Speciale)
Gennaio 8: Arica: Giornata di Riposo
Gennaio 9: Arica - Antofagasta (839km/631km Prova Speciale)
Gennaio 10: Antofagasta - Copiapo (776km/508km Prova Speciale)
Gennaio 11: Copiapo - Copiapo (270km/235km Prova Speciale)
Gennaio 12: Copiapo - Chilecito (862km/176km Prova Speciale)
Gennaio 13: Chilecito - San Juan (768km/622km Prova Speciale)
Gennaio 14: San Juan - Cordoba (678km/555km Prova Speciale)
Gennaio 15: Cordoba - Buenos Aires (826km/181km Prova Speciale)
Gennaio 16: Buenos Aires. Cerimonia Podio
O bianco o nero...ma sempre orange...
vincenzo@myktm.it
Avatar utente
Vincenzo
Fondatore
 
Messaggi: 3371
Iscritto il: 21 gen 2009, 18:31

Re: DAKAR 2011

Messaggioda mchanic » 2 gen 2011, 22:53

:roll: Chissà xkè qualcuno ha messo Giò a vegliare su Marc :wink: Cmq oggi tappa poco desertica ma molta pioggia :shock:
mchanic@myktm.it
Non importa quante volte cadi, ma quante volte cadi e ti rialzi.
L'enduro non è uno sport di contatto, è uno sport di collisione... il ballo è un sport di contatto
Avatar utente
mchanic
 
Messaggi: 1544
Iscritto il: 29 mar 2009, 22:22
Località: alle pendici del Monte Misma.

Prossimo

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite