KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Uniti X la Vita

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Uniti X la Vita

Messaggio » 09/11/2010, 23:08

Tony Cairoli padrino della manifestazione
Appuntamento il 14 novembre al "Monte Coralli" di Faenza


Immagine

Stanno per concludersi i preparativi della manifestazione Uniti X la Vita organizzata da Riders4Riders, associazione creata per supportare gli atleti vittime di infortuni in competizioni motociclistiche, che il 14 novembre ospiterà i piloti di tutte le specialità motociclistiche e il cui ricavato andrà in favore della onlus Wings For Life e del crossista Luca Biondi recentemente vittima di un brutto incidente.
Sul crossodromo Monte Coralli di Faenza, protagonista di diverse prove iridate, sono attesi numerosi personaggi dell'ambiente motoristico ad iniziare dal mattatore della stagione MX1 Antonio Cairoli che pur correndo la sera prima al Supercross di Genova ha deciso di non mancare all'evento per stare vicino ai suoi tifosi e per fare il tifo agli amici che corrono nella Moto GP.
Ad iniziare da Marco Melandri e Andrea Dovizioso che si scontreranno in pista con l'azzurro della Moto2 Claudio Corti e coi velocisti Lorenzo Lanzi, Gianluca Nannelli e Alex Gramigni. Nutrita è anche la pattuglia dei piloti fuoristrada, come gli enduristi Mario Rinaldi, Alex Belometti e Matteo Graziani, quest'ultimo in sella all'Aprilia ufficiale utilizzata da Joshua Coppins al Motocross delle Nazioni di Denver, i campioni della supermoto Ivan Lazzarini, Davide Gozzini, Massimo Beltrami, Fabio Balducci e Christian Ravaglia, i crossisti Davide Guarneri, Manuel Monni, Alex Lupino e Chicco Chiodi, oltre ad altri conduttori che stanno aggiungendosi alla lista di coloro che hanno dato la loro disponibilità per questo evento che vuole avere una scadenza annuale.
La manifestazione è articolata in diversi momenti, ad iniziare dalla sfida di motocross che sarà affiancata da quella che si preannuncia non meno divertente con gli stessi piloti in sella alle Pit Bike in una sfida ad inseguimento. Sono inoltre in programma una gara di di Quad con i protagonisti dell'Europeo delle Nazioni Emanuele Giovannelli e Luca Montalbini, le avvincenti figure dei funamboli del freestyle Michele Monti e Massimo Bianconcini, quest'ultimo reduce dagli X-Fighter di Roma, il 1° Trofeo Riders 4 Riders di motocross classe Open riservata ai primi 40 piloti iscritti, oltre alle esilaranti battute del comico di Colorado Cafè Paolo Casiraghi, alias Suor Nausicaa, oltre alla sessione autografi e alla lotteria con in palio gadget e capi di abbigliamento dei piloti compresi quelli di alcuni di essi impossibilitati a venire come Max Biaggi che ha messo a disposizione capi del suo abbigliamento. Uno spazio apposito è inoltre previsto per l'autovettura di Formula 1 della scuderia Toro Rosso, e per la Clinica Mobile del Dott. Costa.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Uniti X la Vita

Messaggio » 13/11/2010, 17:02

Suor Nausicaa a Uniti X La Vita In occasione di Uniti X la Vita, il cui ricavato andrà in favore della onlus Wings For Life e del crossista Luca Biondi, ci sarà anche Paolo Casiraghi interprete di Suor Nausicaa

Immagine

Il bergamasco è innamorato delle moto sin da dall'età di 8 anni, quando mosse i suoi primi passi in fuoristrada con una LEM minicross. Ha quindi spaziato nel trial, nell'enduro, per poi fare una pausa dovuta agli studi universitari di odontoiatria.

«Ma la passione ha avuto il sopravvento - spiega Casiraghi - e dopo aver iniziato la mia attività di comico sono stato contattato dalla KTM Italia proponendomi una collaborazione che mi ha fatto scattare di nuovo la scintilla dentro anche perché abbiamo instaurato un rapporto molto stretto e cordiale».

La cosa buffa è che dopo vent'anni di inattività sei tornato sulla moto fatto il freestyle che oltre a non averla mai fatto non è una specialità alla portata di tutti.
«E' vero, ma è nato tutto per caso. Dovevo fare il calendario di Suor Nausicaa e serviva uno scatto con un salto, mi hanno portato a Ottobiano dove c'era una rampa di 12 metri e mi sono buttato subito. Da li è nata l'idea del freestyle che ho continuato e che a dire il vero mi fa meno paura del motocross».

Le discipline motoristiche però ti piacciono tutte.
«Certo, quest'estate Nono Anselmo che è un comico che lavora con me a Colorado Cafè mi ha trascinato al Mugello a fare una prova della Dunlop Cup, era la prima volta che giravo in pista su asfalto e devo dire che mi è piaciuto molto anche se ci ho messo molto ad abituarmi perché all'inizio mi sembravo un alieno in quanto è un modo di guidare diverso».

Hai un beniamino nel settore moto?
«Direi Tadeusz Blasuziak nell'enduro perché ci ho corso insieme all'Ezberg in quanto oltre ad essere un grande pilota è un ragazzo molto simpatico e spiritoso, Tony Cairoli per il cross che mi piace come stile di guida e come persona, e anche se non seguivo molto la MotoGP sono diventato un fan di Rossi quando è passato dalla Honda alla Yamaha perché mi è piaciuta la sua scelta di lasciare la sicurezza per l'incerto, un pò come un cavaliere che aveva deciso di lottare contro i mulini a vento».

Mettiamo un attimo da parte le moto, come è nata l'idea di Suor Nausicaa?
«Dopo un pò di anni di impegno a teatro, cinema e fiction varie, una sera a Milano ho visto un cabaret dove le persone salivano sul palco improvvisando, e mi sono reso conto che erano bravissimi e che io non avrei saputo farlo così davanti al pubblico senza avere niente di preparato ed un regista che tirasse le fila. Ci voleva un gran coraggio, e quindi mi sono detto che avrei dovuto provare anch'io. Mi sono iscritto ad un laboratorio di cabaret di Zelig a Pavia dove ho dovuto portare un personaggio ed ho pensato alla suora bergamasca dalla voce gutturale. Durante il corso l'ho personalizzata mettendo un pò tutto me stesso e aggiungendo quindi la mia anima motociclistica e il carattere burbero di certe suore come avevo io a scuola».

Il nome invece da dove deriva?
«Volevo un nome strano, caratteristico e che facesse un po' ridere di suo, scorrendo su internet nei nomi femminili mi sono imbattuto in Nausicaa, ho visto che era la principessa che aveva aiutato Ulisse andando contro la volontà del padre per cui una femminista ad litteram e mi è sembrata adatta al personaggio che interpretavo io».

Un personaggio che ha riscontrato un bel successo.
«Devo dire che sono stato fortunatissimo perché ho azzeccato il personaggio giusto al primo tentativo in un settore abbastanza oberato da comici».

Quando ti hanno chiesto di aderire a Uniti X La Vita hai dato subito la tua disponibilità.
«Durante l'anno io faccio abbastanza beneficenza, è una cosa a cui tengo molto anche perché dopo aver fatto la fame quando facevo l'attore di teatro da quattro anni facendo la suora guadagno abbastanza per vivere da signore anche perché non ho uno stile di vita da miliardario per cui mi sembra giusto fare le mie 15 o 20 serate all'anno in favore di varie associazioni benefiche. In questo caso poi è una manifestazione in ambito motociclistico che sento particolarmente, perché ho molti amici che hanno avuto infortuni e perché so che i piloti in pochi anni devono dare il tutto per tutto per poi magari venire dimenticati a fine carriera per cui ci ho tenuto ad essere presente per dare il mio contributo».



Immagine

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: Uniti X la Vita

Messaggio » 15/11/2010, 23:31

"Uniti X La Vita"
Vittorie di Melandri e Monni
Il ricavato della manifestazione in favore di Wings For Life e del crossista Luca Biondi


Immagine

Marco Melandri e Manuel Monni sono stati i protagonisti assoluti della prima edizione di "Uniti X La Vita", manifestazione motoristica disputata a Faenza (Ravenna) il cui ricavato è andato in favore della onlus Wings For Life e del crossista Luca Biondi vittima di una recente paresi agli arti inferiori.
Tra un'esibizione di freestyle, una gara di Quad (che ha registrato l'affermazione di Nicola Montalbini) e le divertenti battute del comico di Colorado Cafè Paolo Casiraghi, alias Suor Nausicaa, si sono disputate due gare di motocross delle quali una riservata ai specialisti del fuoristrada ed una ai piloti del Motomondiale.
Quest'ultima ha visto Melandri debuttare in sella alla Yamaha, con la quale si è aggiudicato la vittoria assoluta grazie al secondo posto ottenuto nella prima manche e all'affermazione in quella successiva. A pari punti è terminato il pilota della Supermoto Cristian Ravaglia, il quale si è garantito il secondo gradino del podio davanti all'ufficiale Honda Gresini Andrea Dovizioso terminato secondo entrambe le manche.
Debutto anche per il perugino Manuel Monni, schieratosi al via con una Honda CRF con la quale ha dominato le due manche riservate ai piloti fuoristrada. In Gara 2 ha avuto in scia per buona parte della gara il lombardo Davide Guarneri, per la prima volta in gara col la Kawasaki del team Bud Racing, costretto però al ritiro per la rottura della catena. Alle spalle di Monni hanno quindi chiuso il neo acquisto Husqvarna Alex Lupino e Cristian Beggi.
La sfida più applaudita è stata però quella ad eliminazione diretta tra tutti i piloti in sella alle Pit Bike, moto a ruote piccole con gomme tassellate. Lo scontro finale ha messo di fronte Ravaglia, Lupino, Dovizioso e Melandri che hanno concluso nell'ordine dopo una serie di coinvolgenti scambi di posizione.
La giornata è terminata con la lotteria e l'asta benefica presieduta dal quattro volte iridato di motocross Antonio Cairoli, che ha messo in palio gadget e capi di abbigliamento dei piloti.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Google [Bot], miscelatore, starless, Tbot, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

forum ktm      michele monti motocross eta      luca biondi motocross