KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

Campionato Europeo Bajas

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Campionato Europeo Bajas

Messaggio » 15/10/2010, 20:18

Ceci vince anche in Portogallo ed è Campione 2010
Il pilota della Beta chiude in bellezza con la vittoria del Rali TT Terras da Raia


Immagine

"Polvere e cronometro" si conferma essere espressione pertinente e riepilogativa di questo entusiasmante Campionato Europeo Bajas, conclusosi il 26 settembre, in occasione del Rali TT Terras da Raia. Gli iscritti all'Europeo sono attesi da un folto gruppo di locali, presenti con 36 centauri, tra i quali il campione europeo uscente David Megre, vincitore della stagione 2009. Poi LuÍs Ferreira, Ruben Faria, António Maio, Paulo Gonçalves e Mário Patrão, grandi specialisti degli sterrati lusitani e pronti a sfidare la polvere e i frequenti saliscendi del percorso, sviluppato sulle bellissime alture della Beira Baixa, regione del Portogallo confinante con la Spagna, e caratterizzata da un paesaggio degno di un film western. La sfida per l'Europeo si gioca tra Paolo Ceci, fino a questo momento in testa alla classifica con punteggio quasi pieno, e Ugo Filosa, deciso a dare filo da torcere al rivale, alla fine di una stagione altalenante, segnata da troppi guai meccanici. Puntuale e impeccabile l'organizzazione della gara, coordinata dalla Escuderia Castelo Branco, impegnata dal 1964 nella promozione degli sport motoristici della regione.
Tre i percorsi selettivi, preceduti da una fulminea Super Speciale di 4,11 km, da percorrere venerdì alle 14:30, in apnea tra nuvole di polvere, per determinare la starting list del sabato. Il 25 si corrono due speciali: la prima, impegnativa e veloce, si articola su un percorso di 156,83 km, lungo gli sterrati che attraversano le alture a est della località termale di Monfortinho, delimitate a nord dall'antichissima cittadina di Salvador, a ovest da Idanha-a-Nova, e dal Barragem de Toulica a sud. Nella stessa mattinata di sabato si corre la seconda speciale, 76,97 km, che ripercorre la prima metà della SS1, con partenza ancora da Monfortinho e arrivo a Idanha-a-Nova, dove sono organizzati assistenza e parco chiuso. Terza speciale la domenica mattina, con partenza e arrivo a Idanha-a-Nova, in un tracciato ad anello di 81,22 km, con un velocissimo tratto centrale che porta le andature dei primi concorrenti a velocità medie superiori agli 80 km/h.

Prologo – 24.09.2010
Il prologo di venerdì annuncia subito lo stile dei locali: dare gas e non mollare. Piazzano quindi nove piloti nei primi dieci destinati al vertice della starting list di sabato: Maio (Yamaha YZ 450), Patrão (Suzuki RMX-Z), Faria (KTM EXC 530), Sampaio (Suzuki RMZ), Gonçalves (BMW G 450 X), Nobre (Kawasaki KX 450 F), Ferreira (Kawasaki 250 Pro), Fino (Yamaha YZ 450) e Mota (Yamaha WR 250 F). Il nostro Paolo Ceci, su Beta RR 450, interrompe l'elenco, occupando la decima piazza con un ottimo 3':34", seguito a ruota dal nuovo compagno del Team Beta Glauco Ciarpaglini e tenendosi davanti a Megre, campione uscente. Gli altri italiani, Raffaele Golia (Kawasaki KX 250), e Ugo Filosa (Husqvarna TE 510), che accusa problemi al pneumatico anteriore, si accontentano del 28° e del 29° posto, già preoccupati per tutta la polvere che dovranno mangiare nella prima speciale del giorno successivo.

Tappa 1 - 25.09.2010
Il bel tempo dovrebbe favorire la visibilità, ma il terreno asciutto e polveroso complica da subito la vita ai piloti, che affrontano la prima speciale del sabato con partenza alle 7:15 da Monfortinho, a pochi passi dalle rinomate terme. I sorpassi vengono affidati alla temerarietà del conduttore, che si trova spesso ad inseguire alla cieca, dentro il nuvolone di polvere sollevata dal concorrente che precede. Non a caso la classifica di speciale vede pochi cambiamenti al vertice: Patrão sostituisce Maio al vertice, Faria conserva la terza piazza, Gonçalves risale una posizione, seguito da Ferreira. Ceci non riesce a stare sotto le due ore di percorrenza, e scende al 14° posto, a causa anche della scelta sbagliata dei pneumatici, e scende al 14° posto, mentre il neo compagno di squadra Ciarpaglini risale in nona posizione assoluta. Filosa viene ancora una volta tradito dal mezzo: la batteria si rompe dopo 20 km di SS1. Il pilota partenopeo rientra in parco chiuso, viene sottoposto a verifica e quindi può rimettersi in lista per la seconda tappa. La SS2, partenza alle 11:45, si chiude senza cambiamenti al vertice, confermando la bravura e la temerarietà di Patrão, che viaggia a una media di 80,1 km/h, e un tempo di 57':39". Anche Ceci mantiene posizione, mentre Golia risale al 28° posto.
La prima giornata di gara vede Patrão al comando, seguito da Maio, Lopes, Faria e Gonçalves. Ceci, 13°, è il primo degli iscritti all'Europeo.

Tappa 2 - 26.09.2010
In seconda giornata il percorso si accorcia, ma le velocità aumentano, grazie a un filante tratto intermedio, tra Alcafozes e Idanha-a-Velha. I mezzi escono dal parco chiuso alle otto del mattino, e lasciano Idanha-a- Nova, quartier generale della manifestazione, per raggiungere il Santuario della Senhora do Almurtão, dove i piloti sono attesi dalle fotocellule dello start, previsto per le 8:30. Le alte velocità selezionano mezzi e piloti: Patrão non chiude la speciale a causa della rottura del motore, e cede il posto a Maio, seguito da Gonçalves, Ferreira, Faria, Sampaio e Nobre, tutti sotto l'ora di percorrenza. Ceci sfodera un'ottima manche, e si assicura la decima piazza, che gli garantisce il primo posto sul podio europeo. Golia si attarda in 31a posizione. Filosa rompe il collettore, che fonde i cavi elettrici a un chilometro e mezzo dal traguardo. Riesce comunque a passare la fotocellula, accumulando un forte ritardo, e intasca 20 preziosi punti. Purtroppo l'ottimo Ciarpaglini distrugge il pneumatico anteriore costringendolo al ritiro forzato.

La somma dei tempi di giornata 1 e 2 assegna la vittoria di gara, per quanto riguarda la classifica europea, a Paolo Ceci (4h:23':52"). Secondo Golia (5h:26':33"), terzo Filosa. La classifica assoluta vede in testa António Maio (3h:45':50"), seguito da Ruben Faria (3h:58':40") e Paulo Gonçalves (3h:59':59"). L'ex campione europeo Megre si piazza all'ottavo posto.
Ceci si aggiudica quindi l'alloro dell'Europeo Baja UEM 2010, seguito da Filosa, Zahn, Tosenovsky Jr. e Lucchese.

Classifiche Campionato Europeo Baja UEM 2010:
Assoluta: Paolo Ceci 195, Ugo Filosa 135, Ingo Zahn 120, Vlastimil Tosenovsky Jr. 103, Manuel Lucchese 80.
Classe B1: Ceci 195, Lucchese 86, Chaleco 45, Golia 44.
Classe B2: Filosa 165, Zahn138, Tosenovsky Jr. 114.
Classifica femminile: Erika Burioli 25.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], dogma82, Etefeno, Fra28, Google [Bot], ivanuccio, Majestic-12 [Bot], MSNbot Media, napalmz, neeko72, ste2000, THE ONE, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

forum ktm