KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

 

rally dei faraoni

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

millino 67
Avatar utente
 
Messaggi: 531
Iscritto il: 05/05/2010, 14:31
Località: Piacenza

rally dei faraoni

Messaggio » 04/10/2010, 15:03

Aprilia mi sà che bastona :penna:

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 04/10/2010, 15:53

Azz è solo la prima tappa.......

Faccio notare nella prima tappa il 13 posto in generale del Nostro Cinghialone Stefano Turchi (con i nostri adesivi) :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

vare
Avatar utente
 
Messaggi: 220
Iscritto il: 21/12/2009, 0:04
Località: Torino

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 04/10/2010, 18:09

trivella ha scritto:Faccio notare nella prima tappa il 13 posto in generale del Nostro Cinghialone Stefano Turchi (con i nostri adesivi) :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

:D :D

francosuper
Avatar utente
 
Messaggi: 4127
Iscritto il: 11/02/2009, 16:53
Località: Sardegna - Sassari

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 04/10/2010, 18:29

Purtroppo non c'è Luca Manca e non potrà migliorare il secondo posto nella classifica assoluta dell'anno scorso... :(
- Da ragazzo guidavo una KTM SM950 poi diventai uomo e comprai una KTM ADV990 e il Peter Pan che è in me fu appagato!
- Su Facebook: Francesco Sanna MyKtm

Tomac
Avatar utente
 
Messaggi: 2398
Iscritto il: 10/02/2009, 8:28
Località: Bardolino (VR)

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 04/10/2010, 18:46

trivella ha scritto:Azz è solo la prima tappa.......

Faccio notare nella prima tappa il 13 posto in generale del Nostro Cinghialone Stefano Turchi (con i nostri adesivi) :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


He he l'anno scorso l'aveva giurato
"ziopork datemi una moto e vi faccio vedere io!" :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Vai Cinghialeeeeee!!! :penna: :penna: :penna: :penna: :penna:
Tira........Molla........Geppo (seinovanta)

Salzig
Avatar utente
 
Messaggi: 7651
Iscritto il: 06/04/2009, 20:00
Località: La città delle 3 T

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 04/10/2010, 20:16

04/10/2010
Lopez e Schlesser aprono le danze

Francisco “Chaleco” Lopez come lo scorso anno vince alla grande la prima tappa del Pharaons tra le moto, precedendo di cinque minuti il portoghese Helder Rodrigues e di tredici il compagno di squadra Alex Zanotti. Tra le auto Jean Louis Schlesser approfitta dell’incidente al rivale Eric Vigoroux che conclude in ritardo di oltre due ore per aver messo la sua Chevrolet su un fianco. Alle spalle di Schlesser conclude così Maurizio Traglio, mentre terzo è il giapponese Jun Mitsuhashi.

EL RAMMAK – Le Piramidi di Giza ancora avvolte dalla foschia della capitale egiziana hanno salutato questa mattina alle 8 la partenza del 13° Pharaons Rally. Una tappa nuova per la gara di JVD che non è terminata come di consueto all’oasi di Baharija ma tra le morbide dune di El Rammak.

Il primo a partire questa mattina è stato Marc Coma (KTM-Red Bull Menichetti), seguito dal rivale nella lotta in campionato della classe Open, Jakub Przygonski. Ma ad ottenere il miglior tempo alla fine della speciale di 366 chilometri non è stato nessuno dei due. Come l’anno scorso Francisco Lopez (Aprilia Giofil) ha iniziato il Pharaons “a fondo” ed ha subito impresso un ritmo forsennato alla gara. Sul traguardo di El Rammak ha fatto segnare il tempo di 3.18.32, precedendo di cinque minuti il portoghese Helder Rodrigues.

La grande giornata di Aprilia è proseguita con il terzo posto assoluto di Alex Zanotti, in gara con la nuovissima versione “light” della Tuareg bicilindrica. Staccato di 13 minuti da Lopez, il sammarinese ha preceduto di un minuto Jakub Przygonsky, che è arrivato al traguardo assieme a Coma dopo averlo raggiunto al rifornimento. Solo quinto dunque il campione catalano, che paga a Lopez il pesante distacco di sedici minuti e mezzo e precede il connazionale Gerard Farres (Aprilia Giofil).

Gli altri due polacchi del team Orlen, Dabrowski e Czachor, sono rispettivamente settimo e ottavo davanti al tedesco, ma residente a Dubai, Tim Trenker. Decimo posto per Matteo Graziani, al suo ritorno “africano” dopo due anni di assenza.

Ottima gara anche per il “cinghiale” Stefano Turchi, tredicesino al traguardo.

L’argentino Marcos Patronelli, il vincitore della scorsa Dakar, è stato il dominatore tra i quad, precedendo di otto minuti il forte pilota degli emirati arabi, Alzarouni Atif Ahmad e il russo Dmitri Pavlov.

Tra le auto il duello annunciato tra Jean Louis Schlesser ed Eric Vigoroux è durato solo fino al secondo CP della giornata. Il francese sulla Chevrolet Trophy Truck ha raggiunto e passato Schlesser, poi si è fatto riprendere, ma al chilometro 150, nella polvere di Schlesser ha preso troppo velocemente una cunetta e la sua macchina si è messa su un lato. Vigoroux e il suo navigatore Alex Winocq sono riusciti a rimettere la vettura sulle quattro ma sono arrivati al traguardo con oltre due ore di distacco.

Il secondo posto è andato così a Marizio Traglio/Fabian Lurquin, al traguardo con un quarto d’ora di distacco da Schlesser. Al terzo posto il giapponese della Toyota Auto Body, Jun Mitsuhashi a quasi 23 minuti dal vincitore. Primo dei Bowler Wildcat è stato Roberto Tonetti, quarto assoluto davanti all’ottimo equipaggio egiziano del Team Rahalla Racing, Omar Hani/Akram Al Sharif. Jerome Pelichet ed Eugenie Decre, i vincitori dello scorso anno, hanno concluso in sesta posizione.

Francisco Lopez: “E’ stata una tappa molto bella e veloce. Nonostante questo ho sfruttato il vantaggio di partire dietro e sono andato molto forte, anche se comunque ho sempre controllato il road book che conteneva molti cambi di direzione. Sono partito per trentasettesimo e sono uscito per quarto dalla speciale, direi che è stato un ottimo inizio.”

Marc Coma: “Partire per primo in una tappa tutta in fuoripista è sempre difficile. Il regolamento in questo caso non mi ha aiutato. Ho avuto un piccolo problema con il trip, niente di grave, ma Przygonski mi ha raggiunto ed abbiamo fatto tutta la seconda parte della tappa assieme. Lopez è andato veramente forte, da domani vedremo di iniziare a recuperare.”

Jean Louis Schlesser: “E’ stata una tappa molto bella, erano molti anni che non venivo in Egitto e mi sono divertito. Bisognava fare molta attenzione, quindi non ho forzato. Vigoroux ci ha raggiunto prima del CP2, poi lo abbiamo ripassato in un tratto di navigazione e dopo non lo abbiamo più visto. Il rally è appena iniziato, ma questa è stata un’ottima giornata di rodaggio.”

fonte jvd.it
Al mondo esistono 10 tipi di persone:
chi sa contare in base 2 e chi no.


Wave75: "molla i freni!"
Salzigii ii i: "NO!"
.

Albert-one
Avatar utente
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 01/07/2009, 11:22

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 6:06

Immagine

Immagine
Alberto "@lbert-one" Scattina
Desertwins Racing Project

Email: alberto@desertwins.it
Mobile: +39 348 8516891

corry
 
Messaggi: 407
Iscritto il: 06/05/2009, 15:30
Località: Abruzzo

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 6:23

Per chi volesse seguire la gara " dal vivo ", quì c'è il servizio di tracking, con la posizione in tempo reale di tutti i concorrenti.

http://vulcain.iritrack.net/tdcom/eviewer/pharaons10/

Corrado ( Moto Club Sahara Project )

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 12:34

Albert-one ha scritto:
Immagine


bellissima foto ma se non c'era il braccio che copriva il nostro adesivo era ancora piu' bella :mrgreen: :mrgreen:
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

Albert-one
Avatar utente
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 01/07/2009, 11:22

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 12:51

Qui lo vedi meglio???? :lol: :D :) :roll:

Immagine
Alberto "@lbert-one" Scattina
Desertwins Racing Project

Email: alberto@desertwins.it
Mobile: +39 348 8516891

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 13:14

Albert-one ha scritto:Qui lo vedi meglio???? :lol: :D :) :roll:


lo avevo visto :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

steve-o
Puzza
Avatar utente
 
Messaggi: 5087
Iscritto il: 10/02/2009, 15:03
Località: Mendrisio (CH - TI)

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 15:16

:clap: :clap: :clap: ma ha pure la maglia myktm? grande cinghialoneeeee!!!!
Addio Kenzo... resterai per sempre nel mio cuore! by Calippo :(
Rolly mi mancherai tantissimo... ciulapegur!

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 15:40

steve-o ha scritto::clap: :clap: :clap: ma ha pure la maglia myktm? grande cinghialoneeeee!!!!



steve quello con la maglia che dici è furio...... :dade: :dade: :dade:
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

thecapitan
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 6660
Iscritto il: 21/01/2009, 22:21
Località: Mornago Beach & Milano United

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 17:07

Confermo che e' Furio con il n 32 che indossa la nostra maglia.
E' invece Roberto, il socio e responsabile d'officina da Only Bike, la persona che
involontrariamente copre nell'immagine il nostro logo appoggiandosi al paramano 8)
"L'unico limite a quanto in alto possiamo andare e' quanto crediamo di poter salire."
Ktm Adv 950 S MY 2005 "l'ammiraglia" -- Ktm exc 525 my 2007 "l'indomita"

Vincenzo
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 3371
Iscritto il: 21/01/2009, 18:31

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 17:34

MITICIIIII!!!!!!
Che spettacolo....addirittura due moto con i nostri adesivi.....fantastico...... :bounce:
O bianco o nero...ma sempre orange...
vincenzo@myktm.it

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 18:08

Vince sono 3 :wink:
Furio ha "esagerato" indossando anche la maglia ....
GRAZIE :)
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Luk
Avatar utente
 
Messaggi: 386
Iscritto il: 20/02/2010, 21:12
Località: Augusta ( SR )

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 18:11

francosuper ha scritto:.... non c'è Luca Manca ... :(



...è una ripetizione ... :mrgreen:
La lana vergine si ottiene dalle pecore brutte ?
KTM 990 ADV Orange M.y. 2010

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 18:19

Pharaons Rally 2010
Chaleco Lopez vola nella prima tappa
Il cileno fa volare la sua Aprilia Tuareg 4.5 e vince con 5 minuti di vantaggio su Rodrigues e ben 16 su Marc Coma. Zanotti è terzo, Graziani decimo


Immagine

441 chilometri in totale, 366 dei quali di Prova Speciale. Per gli 85 partenti (moto e quad) alla 13ma edizione del Pharaons Rally, la prima tappa non è uno scherzo. Lo ha premesso calorosamente ai suoi concorrenti Daniele Cotto, Deus Ex Machina del Pharaons Rally, al briefing, il primo tenuto alla vigilia della partenza della prima tappa
Come lo scorso anno, la tappa di apertura del 13° Pharaons Rally è stata folgorante per il Team Aprilia Giofil. Francisco "Chaleco" Lopez ingrana la marcia giusta e vince la tappa con ben 5 minuti di vantaggio sul portoghese Helder Rodrigues. Ma soprattutto l'asso cileno riesce a precedere il favorito Marc Coma di oltre sedici minuti, tantissimi, considerato il fatto che il catalano corre con una 690.
Chaleco ha guidato a fondo dall'inizio alla fine: partito questa mattina dalle Piramidi di Giza per trentasettesimo, Lopez è uscito dalla speciale di 366 chilometri per quarto, superano dunque ben 33 piloti.
Il successo del Team Aprilia Giofil è stato completato dalla fantastica prova di Alex Zanotti. Il sammarinese sta testando la nuovissima versione "light" della Tuareg 4.5 ed ha subito trovato il giusto feeling, concludendo la tappa al terzo posto assoluto, staccato da Lopez di tredici minuti.
Anche gli altri due alfieri del Team diretto da Filippo Assirelli, il catalano Gerard Farres e Matteo Graziani, si sono comportati molto bene. Il primo ha ottenuto la sesta posizione assoluta, mentre Graziani, assente da due anni dalle gare in Africa, ha preferito guidate con prudenza, ottenendo comunque il decimo posto assoluto.
La seconda tappa porterà i piloti a Bir Karawein con 353 chilometri di prova speciale.

[i]fonte xoffroad.it[/i]
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

Salzig
Avatar utente
 
Messaggi: 7651
Iscritto il: 06/04/2009, 20:00
Località: La città delle 3 T

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 20:08

Immagine


05/10/2010
Il giorno del riscatto

Giornata di riscatto per i due sconfitti di ieri: tra le moto vince Marc Coma, mentre Eric Vigoroux è primo tra le auto. In generale sono sempre al comando Lopez e Schlesser. I quad sono dominio dell’argentino Marcos Patronelli.

BIR KARAWEIN – Il tredicesimo Pharaons Rally entra nel vivo con la seconda tappa, una frazione molto tecnica che ha messo a dura prova la esistenza dei piloti, soprattutto per il gran caldo che è calato sul bivacco di Bir Karawein, una piccola zona verde contornata dalle dune di sabbia.

Tra le moto è stato Marc Coma a far segnare il miglior tempo. Il campione catalano partiva questa mattina per quinto, quindi in posizione favorevole per attaccare dopo la giornata negativa di ieri. Attorno al chilometro 130 della speciale Marc ha raggiunto i battistrada Lopez e Rodrigues e prima del rifornimento si è così formato un trenino di quattro piloti, con Coma, Lopez, Przygonski e Rodrigues. Da lì in poi Coma ha cercato di allungare e solo Lopez è stato in grado di tenere il suo ritmo.

Il catalano è andato così a vincere la speciale, precedendo a sorpresa il connazionale Joan Barreda, autore di una prova maiuscola. 7’15’’ il suo distacco, mentre Jakub Przigonski ha concluso terzo a 7’47’’. Un minuto in meno di Francisco “Chaleco” Lopez, staccato oggi da Coma di 8’45’’. Il cileno dell’Aprilia mantiene comunque la prima posizione in classifica con un vantaggio di 6’48’’ su Rodrigues, mentre Coma risale al terzo posto a 7’42’’.

Helder Rodrigues ha dovuto calare il ritmo nella parte finale della speciale, terminando quinto davanti ad Alex Zanotti e a Jaceck Czachor. Dietro al polacco il suo compagno di team Marek Dabrowsky, che ha chiuso precedendo Tim Trenker e Matteo Graziani.

Tra i quad anche oggi Marcos Patronelli ha stupito. Pur soffrendo molto il caldo il fortissimo argentino ha rifilato una mezz’ora al russo Dmitri Pavlov e ulteriori dieci minuti al Polacco Rafal Sonik, terminando addirittura tredicesimo assoluto.

Tra le auto oggi è stata la giornata della riscossa di Eric Vigoroux, dopo l’incidente di ieri. Partito per quinto questa mattina, il pilota navigato da Alex Winocq ha superato i piloti che lo precedevano fino a raggiungere il battistrada Jean Louis Schlesser. Per un tratto i due contendenti si sono fronteggiati a distanza ma sul finale Vigoroux ha preferito lasciar andare Schlesser, preferendo assicurarsi la vittoria di tappa che ha dedicato ai suoi meccanici, che hanno lavorato tutta la notte per permettergli di ripartire.

Vigoroux ha così vinto con 6’56’’ su Schlesser, mentre al terzo posto ha chiuso l’equipaggio giapponese Terada/Tanaka sulla Toyota del team Auto Body, a dieci minuti dal vincitore. Maurizio Traglio e Fabian Lurquin sono oggi quarti, attardati da una foratura che ha richiesto loro molto tempo per il cric difettoso.

Continua invece l’ottima gara di Roberto e Nicola Tonetti, padre e figlio, che come ieri sono stati i più veloci tra i Bowler Wildcat, precedendo Jerome Pelichet ed Eugenie Decré.

Il miglior equipaggio egiziano di oggi è stato El Erian/Mohamed, noni al traguardo a poco più di un’ora da Vigoroux.

In classifica generale Schlesser comanda con il rassicurante vantaggio di 41 minuti su Traglio e 48 su Mitsusashi.

Domani la terza tappa porterà ad Abu Mingar e sono due le prove speciali previste, rispettivamente di 170 e 203 chilometri.

Per il Phraons Classic, nella tappa di ieri si sono imposti Cristian Belotti/Marco Gaggiani, davanti ai francesi Patrick Feret/Patrice Pigny e Stephane Callens/Francois Callens. Tutti hanno lo stesso punteggio, ma la classifica della gara di abilità è comandata dall’equipaggio italiano grazie alla maggiove vetustà della loro vettura.

Marc Coma: “Oggi c’era sabbia, pietre, veramente un po’ di tutto. E’ stata una bella tappa tutta in attacco, anche se bisognava prestare molta attenzione per il terreno insidioso. Domani dovrò aprire la pista e non sarà certo un vantaggio.”

Jakub Przygonski: “ Una tappa molto veloce e con tanti salti, pietre e buche, che ha richiesto un sforzo fisico molto elevato. Poi c’era molta polvere ed era difficile superare gli avversari. Al chilometro 102 ho rotto il road book così mi sono dovuto fermare a ripararlo.”

Joan Barreda: “E’ stata una tappa veramente dura, non credo di aver mai fatto nella mia vita niente di più difficile. Era anche un po’ pericolosa e richiedeva molta attenzione al road-book. C’erano anche tratti molto veloci dove ho raggiunto i 163 chilometri orari. Ora devo recuperare un po’ di energie per domani.”

Eric Vigoroux: “Oggi siamo partiti come ieri. Dalla quinta posizione al via abbiamo raggiunto Jean Louis a un terzo della speciale. Abbiamo viaggiato assieme, poi nell’ultima parte molto veloce lo ho lasciato andare per essere sicuro di vincere la speciale, che dedico ai miei meccanici che hanno lavorato tutta la notte per permettermi di ripartire.

Maurizio Traglio: “Abbiamo forato al chilometro 130 ed abbiamo perso tempo perché il cric non funzionava. Lì ci ha passato Terada, che abbiamo ripreso verso la fine e molto sportivamente si è spostato per lasciarci passare.”

Jean Louis Schlesser: “Nella speciale di oggi i panorami erano magnifici. E’ stata comunque una tappa molto dura e sia Arnaud che io siamo arrivati alla fine molto stanchi.”

fonte jvd.it
Al mondo esistono 10 tipi di persone:
chi sa contare in base 2 e chi no.


Wave75: "molla i freni!"
Salzigii ii i: "NO!"
.

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 05/10/2010, 22:10

Ecco per vedere le classifiche....

http://www.jvd.it/2010/rally/rally_onli ... &cat=moto#

Stefano Turchi posizione 19
Furio Modena posizione 54
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

Salzig
Avatar utente
 
Messaggi: 7651
Iscritto il: 06/04/2009, 20:00
Località: La città delle 3 T

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 06/10/2010, 20:08

Immagine

06/10/2010
La prima di Farres, Schlesser vola

Prima vittoria di tappa in un rally per lo spagnolo Gerard Farres, primo nella terza giornata del Pharaons davanti al compagno del team Aprilia e leader della generale Francisco Lopez. Tra le auto Jean Louis Schlesser “danza” sulle dune, gli avversari le subiscono. Il suo buggy vince davanti a Pelichet e a Tonetti.

ABU MINGAR – Il Pharaons 2010 giunge al giro di boa con la terza tappa da Bir Karawein ad Abu Mingar, con il bivacco installato in un’infinita distesa di sabbia piatta. La giornata di oggi prevedeva due prove speciali per complessivi 373 chilometri, con la prima che terminava nell’antico villaggio di El Qasr, all’interno dell’oasi di Dahkla. La seconda ha riportato i piloti a nord con una prima parte tecnica e gli ultimo cento chilometri velocissimi. Le dune e la sabbia molle sono state le protagoniste della giornata, causando molti problemi di insabbiamento sia alle moto che alle auto.

Partito tra gli ultimi questa mattina, per la penalità forfettaria rimediata ieri, il catalano Gerard Farres ha approfittato della pista ben segnata per spingere a fondo la sua Aprilia. Nella somma dei tempi delle due speciali è così risultato vincitore di tappa, la prima della sua ancor breve carriera nei Rally Raid. Sul traguardo di Abu Mingar ha preceduto proprio il compagno di squadra Francisco Lopez, oggi all’attacco sulla scia del vincitore di ieri, Marc Coma. Il cileno con il secondo posto ha rafforzato la sua leadership in generale, dove ora guida con un vantaggio di nove minuti su Helder Rodrigues e di 12 su Coma. Il portoghese anche oggi ha tenuto il passo dei migliori ed è risultato terzo di tappa, a 3’26’’ da Farres.

Un solo secondo lo ha diviso dal polacco Jakub Przygonski, oggi il migliore della classe open in un rally che, nonostante le tappe mediamente veloci, sembra essere terreno di conquista per le 450. Marc Coma oggi aveva il compito di aprire la pista, quindi è stato solo sesto, preceduto anche dal sempre più sorprendente connazionale Joan Barreda, vincitore della prima speciale. Settimo posto per Jacek Czachor, che ha preceduto Alex Zanotti, che oggi ha avuto qualche problema di visibilità nell’ultima parte, preferendo non forzare.

Immediatamente alle sue spalle ha concluso Ivan Boano, mentre Matteo Graziani è dodicesimo e Nicola Colombo tredicesimo.

Tra i quad prosegue inarrestabile la marcia di Marcos Patronelli, anche oggi tredicesimo assoluto, che ha preceduto Rafal Sonik di 14 minuti e Dmitri Pavlov di 54.

La gara auto è stata condizionata pesantemente dalla sabbia molle delle dune di entrambe le speciali. Pochi piloti sono passati indenni, la maggior parte ha avuto grossi problemi per gli insabbiamenti. Non però Jean Louis Schlesser, che ha danzato sulle dune con il suo buggy, arrivando al traguardo in solitaria.

Grossi problemi sia per Maurizio Traglio e Fabian Lurquin, insabbiatisi a più riprese, e arrivati al traguardo in settima posizione, staccato di oltre un’ora dal vincitore.

Qualche guaio anche per Eric Vigoroux, insabbiatosi nella prima speciale e attardato nella seconda da un problema al particolare cambio oleodinamico della sua Chevrolet.

Via libera così per i sempre incredibili Bowler Wildcat. Jerome Pelicher/Eugenie Decré hanno ottenuto la seconda posizione assoluta. Pochi problemi per loro nella sabbia e sul traguardo di Abu Mingar hanno ottenuto la seconda posizione accusando un ritardo da Schlesser di 37 minuti. Così come la “famiglia” Tonetti, terzi assoluti con solo un paio di minuti si svantaggio dai compagni di marca. Al quarto posto hanno concluso Gilles Florin/Herve Cotel, a 51 minuti da Schlesser.

In generale Schlesser/Debron guidano con un enorme vantaggio, 1h45’, su Traglio/Lurquin, mentre Mitsuhashi/Guehennec sono terzi a 1h49’.

Gerad Farres: “E’ incredibile, è la mia prima vittoria di tappa in un rally, è una gioia immensa. Ho ancora poca esperienza in queste gare ed oggi sono stato avvantaggiato dal fatto di partire dietro. Sono contento perché domani aprirò la pista, è una cosa che non ho mai fatto e sono curioso di vedere come sarà. Chaleco mi ha detto di non aspettarlo e di far la mia gara… vedremo.”

Francisco Lopez: “Anche oggi tutto bene, la moto è andata in modo impeccabile ed al traguardo ero convinto di aver vinto. Poi è arrivata la bellissima notizia del miglior tempo di Farres, sono veramente contento per lui.”

Joan Barreda: “E’ stata la più bella tappa fino a ora, e soprattutto la prima speciale è stata magnifica. Ho avuto solo un piccolo problema su una duna ma ho visto che anche Coma era nelle mie condizioni. Nella seconda speciale mi sono trovato ad aprire la pista per cento chilometri, è stato incredibile, ma mi sono reso conto di quanto sia difficile.”

Jean Louis Schlesser: “E’ stata una giornata incredibile, alla fine della prima speciale avevo il batticuore per come è stata difficile. Con una macchina a due ruote motrici e tutta quella sabbia molle essere riusciti ad arrivare senza insabbiarsi è stata veramente una grande cosa. A metà della speciale ho visto Vigoroux insabbiato.”

Maurizio Traglio: “Ci siamo insabbiati quattro volte, una delle quali fino alle portiere e ci abbiamo messo più di un’ora per uscire. Ho dovuto sgonfiare le gomme fino a 0,7 atmosfere, altrimenti sarei ancora lì.”

Roberto Tonetti: “Appena partiti abbiamo avuto un calo di potenza, che per fortuna non ci ha causato problemi gravi, abbiamo solo dovuto andare piano. All’assistenza ci hanno cambiato le candele e alla partenza della seconda speciale siamo arrivati con due minuti di ritardo al CO. Comunque è andata bene, siamo arrivati in fondo e non ci siamo insabbiati come tanti altri”

fonte jvd.it
Al mondo esistono 10 tipi di persone:
chi sa contare in base 2 e chi no.


Wave75: "molla i freni!"
Salzigii ii i: "NO!"
.

Salzig
Avatar utente
 
Messaggi: 7651
Iscritto il: 06/04/2009, 20:00
Località: La città delle 3 T

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 07/10/2010, 19:51

Immagine

07/10/2010
Coma all’attacco di Lopez
Traglio/Lurquin vincono alla grande

Nuova vittoria per Marc Coma tra le moto, che recupera nove minuti su Chaleco Lopez e si porta in seconda posizione assoluta. Il vincitore di ieri, Gerard Farres, cade e si frattura una spalla. Tra i quad Marcos Patronelli domina indisturbato. Tra le auto è la giornata di Traglio/Lurquin, vincitori con otto minuti su Schlesser/Debron e sedici su Mitsuhashi/Guehennec. Schlesser resta saldamente al comando.

SITRA – Il paesaggio attorno al lago di Sitra cambia di anno in anno, ed è ormai diventato un appuntamento fisso del Pharaons. Circondati da un paesaggio abbagliante, i piloti oggi hanno percorso la speciale più lunga del Pharaons 2010, 433 chilometri, alla fine un po’ meno impegnativa del previsto.

Partito questa mattina in quinta posizione, Marc Coma ha ben presto raggiunto i quattro piloti davanti e per tutto il resto della speciale il quintetto ha corso “in convoglio” fino al traguardo. Posizioni quindi scandite dall’ordine di partenza, con Coma che è andato a vincere con due e mezzo minuti sul connazionale Joan Barreda e quattro sul suo diretto avversario nella classe Open, il polacco Jakub Przygonski. Helder Rodrigues e Chaleco Lopez hanno concluso rispettivamente quarto e quinto. Il cileno mantiene la leadership della classifica generale, ma il suo vantaggio si assottiglia notevolmente. Poco meno di quattro minuti infatti lo dividono da Coma che ha scavalcato Rodrigues.

Alex Zanotti oggi è stato sesto assoluto: dopo aver corso una prima parte della speciale sui tempi dei primi, il sammarinese è stato costretto a rallentare negli ultimi 100 chilometri per la rottura del collettore di scarico.

Il vincitore della tappa di ieri, Gerard Farres, è caduto malamente al chilometro 288, sbalzato in avanti dalla sua moto. Dopo essere stato soccorso da Tim Trenker e Matteo Graziani, è stato portato al bivacco in elicottero. Nulla di grave, fortunatamente Farres se l’è cavata con un una spalla fratturata ed è in viaggio verso il Cairo. Graziani, decimo al traguardo, sta attendendo la restituzione del tempo perso nel soccorso dello spagnolo.

Tra i quad il vincitore della Dakar, Marcos Patronelli, è talmente superiore agli avversari che può permettersi di godersi i fantastici panorami della sua prima volta in Africa. L’argentino ha ormai un vantaggio di oltre due ore sul più diretto inseguitore, il polacco Rafael Sonik, che invece sta battagliando sul filo di lana con il russo Dmitri Pavlov.

Tra le auto la giornata di oggi ha un nuovo vincitore: si tratta di Maurizio Traglio che ha fatto un vero e proprio capolavoro, perfettamente coadiuvato dal suo navigatore Fabian Lurquin. Il milanese è andato a vincere staccando di ben otto minuti Jean Louis Schlesser/Arnaud Debron, costretti oggi ad aprire la pista nelle difficili dune di Abu Mingar. Continua bene anche la gara dell’ex motociclista giapponese Jun Mitsuhashi, navigato dal francese Alain Guehennec. Oggi ha portato la sua Toyota al terzo posto, staccato da Traglio di 16 minuti, precedendo i due Wildcat di Jerome Pelichet/Eugenie Decré e di Roberto e Nicola Tonetti.

Eric Vigoroux ha bucato due volte, l’ultima a due chilometri dall’assistenza, ma quando è arrivato non ha trovato il suo camion, che aveva sbagliato strada e, non avendo più ruote di scorta, ha dovuto aspettarlo per non rischiare, accusando quindi un pesante ritardo di due ore al traguardo.

Continua l’ottima gara dei cugini sauditi Al Shamary, sesti sia nella tappa odierna che in generale, mentre l’equipaggio egiziano meglio piazzato è quello di Omar Hani/Akram Al Sharif, ottavi in generale.

Classifica guidata sempre da Schlesser, al comando con un vantaggio consistente proprio su Traglio.

L’unico camion in gara, quello di Luisa Trucco e Corrado Pattono, è tredicesimo assoluto.

Domani la quinta e penultima tappa del Pharaons 2010, che porterà all’Oasi berbera di Siwa, uno dei luoghi più incantevoli del deserto egiziano. Un’altra speciale molto lunga di 412 chilometri, che potrebbe essere decisiva per le classifiche.

Marc Coma: “Ho raggiunto i quattro piloti davanti a me, poi ho abbiamo guidato assieme fino al termine. Domani toccherà ancora a me aprire la pista tra le dune e sarà certamente difficile. Mi dispiace molto per il mio amico Gerard, ma fortunatamente non è stato nulla di grave.”

Matteo Graziani: “Sono arrivato con Tim Trenker sul luogo dell’incidente di Farres, poi abbiamo chiamato la direzione gara con l’Iritrack perché il suo era rotto. Da lì in poi ho continuato senza forzare, è sempre brutto quando ti trovi a soccorrere un altro pilota.”

Maurizio Traglio: “E’ stata una tappa bellissima, molto varia, con tante dune da attraversare. Non ci siamo mai insabbiati, non abbiamo commesso alcun errore e il mio navigatore Fabian è stato impeccabile. Sono ormai due anni che corro con lui ed è veramente un ottimo professionista.”

Roberto Tonetti: “Oggi è andato tutto bene, mi aspettavo una tappa più tecnica invece è stata anche questa molto veloce. Ieri sera abbiamo risolto i problemi al motore: si era rotto un bilanciere delle valvole, quindi avevamo un cilindro che non funzionava.”

fonte jvd.it
Al mondo esistono 10 tipi di persone:
chi sa contare in base 2 e chi no.


Wave75: "molla i freni!"
Salzigii ii i: "NO!"
.

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 08/10/2010, 22:21

Pharaons Rally 2010
Bis di Marc Coma
Lo spagnolo vince ancora e balza in testa alla classifica con 27' su Francisco Lopez


Immagine

Il calore dell'oasi berbera di Siwa, situata in una depressione vicino al confine libico, attanaglia il fantastico bivacco situato in riva al lago salato. La giornata è stata dura per tutti, in una speciale di 412 chilometri per gran parte di sabbia e dune.
Marc Coma oggi ha dimostrato tutto il suo valore: pur dovendo aprire la pista, il campione catalano ha deciso di giocarsi il tutto per tutto. Al rifornimento di metà tappa Francisco Lopez gli aveva rosicchiato solo pochi secondi, quindi Marc ha deciso di dare il massimo nella seconda parte della tappa, complessivamente molto veloce e più adatta alla sua KTM 730. Solo il sorprendente Joan Barreda è riuscito a raggiungere il catalano, poco prima del rifornimento e i due hanno viaggiato assieme fin quasi al termine, quando allo sfortunato spagnolo si è fermata la moto per un guasto.
Dal canto suo Lopez ha provato in tutti i modi a raggiungere Marc, ha superato sia Rodrigues che Przygonski ma la velocità della tappa ha vanificato i suoi sforzi. Coma ha vinto la tappa con 4'23', superando Lopez in classifica generale per soli 27 secondi. Domani si annuncia un'ultima tappa da cardiopalma.
Dietro ai due battistrada sono terminati Jakub Przygonsky, Helder Rodrigues e Jaceck Chzachor.
La classifica dei top ten oltre a Barreda ha perso un altro protagonista: Alex Zanotti è caduto dietro una duna tagliata ed ha rotto il radiatore dell'olio. Quando si è ripreso ed è ripartito ha ovviamente rotto il motore. Migliore degli italiani è quindi stato Matteo Graziani, ottavo al traguardo e settimo in generale. Ivan Boano ha concluso undicesimo, proprio davanti a Stefano Turchi.
Domani ultima tappa per il Pharaons 2010. Dopo un trasferimento da Siwa si attraverserà la Depressione di Qattara per arrivare infine all'Hotel Porto Marina di El Alameni, dove sarà allestito il podio.

Marc Coma: "Questa mattina sono partito forte e, arrivato al rifornimento, mi sono accorto di avere quasi mantenuto il vantaggio su Lopez. Quindi ho guidato forte anche nella seconda parte. E' stato difficile ma mi hanno aiutato le tracce degli apripista."

Matteo Graziani: "E' stata una tappa dura ed ho corso senza rischiare. In questo sport si è sempre legati ad un filo e a 42 anni non me la sento di rischiare come giustamente fanno i piloti più giovani. Sto prendendo confidenza con la moto e mi piacerebbe poter dare il mio contributo per svilupparla."

Francisco Lopez: "Quella di oggi era una tappa perfetta per le 690, quindi non ho potuto fare di più. Domani sarà lo stesso, quindi cercheremo di conservare il secondo posto."

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 08/10/2010, 22:31

jenk ha scritto: Ivan Boano ha concluso undicesimo, proprio davanti a Stefano Turchi.

Classifica Generale
13 8 6 62 TURCHI STEFANO ITA TEAM RACE 94 KTM 690 RALLY ok SP OPEN 0 22:56:01 03:32:56 03:32:56 03:32:56
51 22 16 32 MODENA FURIO STEFANO MARIA ITA DESERTWINS RACING PROJECT KTM 690 RALLY FACTORY ok SP OPEN 07:43:59 42:10:35 22:47:30 22:47:30 22:47:30

:clap: :clap: my :ktm:
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 09/10/2010, 19:50

Pharaons Rally 2010
Doppio poker di Coma
Marc Coma vince per la quarta volta il Pharaons e per la quarta volta è campione del Mondo. Lopez è secondo, Graziani sesto e Boano settimo


Immagine

Un'ultima speciale, 240 chilometri attraverso la Depressione di Qattara, e il Pharaons 2010 si è lanciato verso le rive del Mediterraneo per il proprio epilogo. L'Hotel Porto Marina di El Alamein ha accolto i piloti impolverati dopo l'ultima fatica, non troppo difficile sulla carta, ma comunque non indenne da sorprese.
La quarta vittoria di Marc Coma al Pharaons Rally era quasi scontata. Passato in testa ieri, il catalano in una tappa così veloce avrebbe potuto perdere la gara solo per un errore grave o un inconveniente tecnico, ma così non è stato: Marc ha voluto festeggiare l'ultima gara con la KTM 690 con una vittoria ed è andato ad eguagliare il record di quattro successi al Pharaons detenuto da Fabrizio Meoni. Ed ha naturalmente ottenuto il titolo mondiale classe open, il quarto dopo quelli del 2005, 2006 e 2007, praticamente ogni anno in cui ha vinto il Pharaons Rally.
Francisco "Chaleco" Lopez ci ha provato, pur sapendo che l'impresa era impossibile. Il cileno dell'Aprilia anche oggi è stato secondo, a otto minuti da Coma. Non ha avuto nulla da recriminare, ha corso una gara perfetta restando in testa per quattro tappe, ma nelle ultime due, velocissime, si è dovuto piegare alla maggior potenza della 690 di Coma. Sua comunque la vittoria nella 450. Sul terzo gradino del podio assoluto ha chiuso Helder Rodrigues, altra dimostrazione della competitività ormai raggiunta dalle 450.
Problema oggi per Jakub Przygonski , arrivato al traino del compagno di team Dabrowski per un guasto di natura elettrica. Il polacco è stato penalizzato di tre ore ed è precipitato in classifica, lasciando il quarto posto assoluto al connazionale Czachor.
Tra gli italiani il migliore è stato Matteo Graziani, sesto assoluto e terzo della 450, seguito da Ivan Boano. Ottima gara anche per Stefano Turchi, dodicesimo assoluto e per Nicola Colombo, quindicesimo.

Marc Coma: "E' stato il modo migliore di dire addio alla KTM 690, la moto che ha accompagnato tutta la mia carriera agonistica. Sapere poi di avere eguagliato il record di vittorie di Fabrizio Meoni è una cosa speciale, lui è sempre stato il mio riferimento. Non è stata comunque facile questa vittoria, ma tutto è andato per il verso giusto."

Chaleco Lopez: "Sono contento. Le ultime due giornate non erano per nulla adatte alle 450, ma aver comandato la classifica per quattro tappe è di ottimo auspicio per la prossima Dakar. Sono secondo nel Mondiale della 450 ed ho vinto la classe qui. Di più non si poteva pretendere."

Matteo Graziani: "Per tutta la gara sono stato attento a non fare errori. Ho dovuto riadattarmi ai ritmi delle gare africane e alla nuova moto, così non aveva senso rischiare. Alla fine il podio della 450 è comunque un risultato di rilievo."

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 09/10/2010, 19:58

jenk ha scritto:Tra gli italiani il migliore è stato Matteo Graziani, sesto assoluto e terzo della 450, seguito da Ivan Boano. Ottima gara anche per Stefano Turchi, dodicesimo assoluto e per Nicola Colombo, quindicesimo.

Ci voleva proprio la 690 Rally ....
complimenti Stefano (oggi 9° di tappa).

Anche Furio oggi s'è scatenato con un 14° di tappa e 44° nella generale (ieri era 51°).
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 09/10/2010, 20:05

jenk ha scritto:Marc ha voluto festeggiare l'ultima gara con la KTM 690 con una vittoria ed è andato ad eguagliare il record di quattro successi al Pharaons detenuto da Fabrizio Meoni. Ed ha naturalmente ottenuto il titolo mondiale classe open, il quarto dopo quelli del 2005, 2006 e 2007, praticamente ogni anno in cui ha vinto il Pharaons Rally.

Marc Coma: "E' stato il modo migliore di dire addio alla KTM 690, la moto che ha accompagnato tutta la mia carriera agonistica. Sapere poi di avere eguagliato il record di vittorie di Fabrizio Meoni è una cosa speciale, lui è sempre stato il mio riferimento. Non è stata comunque facile questa vittoria, ma tutto è andato per il verso giusto."

La storia agonistica della 690 Rally Ufficiale finisce nel modo migliore ....
ricordando anche quel gran uomo che fu Fabrizio ....

Complimenti Marc ....
non solo per le vittorie (gara e Mondiale).
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

thecapitan
Fondatore
Avatar utente
 
Messaggi: 6660
Iscritto il: 21/01/2009, 22:21
Località: Mornago Beach & Milano United

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 11/10/2010, 21:47

IMN 403 / 06 - "Pharaons International Cross Country Rally"
2 - 10 / 10 / 2010
F.I.M. - A.T.C.E.
JVD International
Official Standing
Classifica Ufficiale

Over Cls Cat N° Competitor Nat. Team Moto Status Cat Cls Penalty Tot.Time Diff.Over Diff.Cls Diff.Cat
Gen. Cls Cat N° Concorrente Naz. Team Moto WCH Cat Cls Penalità Tempo Tot. Dist.Gen. Dist.Cls Dist.Cat
1 1 1 1 COMA CAMPS MARC ESP KTM REDBULL BREMA & MENIGHETTI KTM 690 RALLY ok SP OPEN 0 21:18:50 00:00 0 0
2 1 1 101 LOPEZ CONTARDO FRANCISCO CHI GIOFIL APRILIA RXV450 ok SP 450 0 21:27:14 08:23 0 0
3 2 2 102 RODRIGUES HELDER PT YAMAHA TMN REDBULL TEAM YAMAHA WR450 ok SP 450 0 21:38:40 19:50 11:26 11:26
4 2 1 3 CZACHOR JACEK POL ORLEN TEAM KTM 690 RALLY ok P OPEN 0 23:13:42 01:54:52 01:54:52 0
5 3 2 6 TRENKER TIM GER KTM UAE KTM 690 RALLY ok P OPEN 0 23:56:19 02:37:29 02:37:29 42:37
6 3 3 104 GRAZIANI MATTEO ITA GIOFIL APRILIA RXV450 ok SP 450 0 24:09:18 02:50:28 02:42:04 02:42:04
7 4 4 106 BOANO IVAN ITA BETA BOANO RACING BETA 450 RR ok SP 450 00:17:00 25:02:08 03:43:18 03:34:54 03:34:54
8 4 2 7 PROHENS OSORIO JAIME CHI MECA'SYSTEM KTM 530 ok SP OPEN 0 25:06:52 03:48:01 03:48:01 03:48:01
9 5 3 28 MUNK JES DAN MECA'SYSTEM KTM 530 ok SP OPEN 00:04:30 25:11:19 03:52:29 03:52:29 03:52:29
10 5 5 127 ARREDONDO FRANCISCO GUA GIOFIL APRILIA RXV450 ok SP 450 0 25:12:23 03:53:33 03:45:09 03:45:09
11 6 4 4 DABROWSKI MAREK POL ORLEN TEAM KTM 690 RALLY ok SP OPEN 0 25:15:09 03:56:18 03:56:18 03:56:18
12 7 5 62 TURCHI STEFANO ITA TEAM RACE 94 KTM 690 RALLY ok SP OPEN 0 25:21:13 04:02:23 04:02:23 04:02:23
13 1 1 202 PATRONELLI MARCOS ARG MECA'SYSTEM YAMAHA 700 ok Q Q 0 25:42:47 04:23:57 0
14 8 6 2 PRZYGONSKI JAKUB POL ORLEN TEAM KTM 690 RALLY ok SP OPEN 03:00:00 26:05:55 04:47:05 04:47:05 04:47:05
15 6 1 120 COLOMBO NICOLA ITA ENERGIA E SORRISI ONLUS KTM 450 EXC ok P 450 0 26:24:32 05:05:42 04:57:18 0
16 9 7 15 ALAN EDUARDO ARG PAMPA RACING KTM EXGR 530 ok SP OPEN 0 27:50:10 06:31:20 06:31:20 06:31:20
17 2 2 205 SONIK RAFAL POL ATV POLSKA YAMAHA RAPTOR ok Q Q 0 28:11:13 06:52:23 02:28:26
18 3 3 203 PAVLOV DMITRY RUS MAYOROV HONDA TRX700 ok Q Q 0 29:07:52 07:49:02 03:25:04
19 7 6 123 FESANI ANDREA ITA LEGEND RALLY TEAM RIEJU EXC450 ok SP 450 00:03:30 29:10:50 07:52:00 07:43:36 07:43:36
20 8 7 131 PAVONE FABIO ITA BETA BOANO RACING BETA 450 ok SP 450 00:06:30 29:38:19 08:19:28 08:11:05 08:11:05
21 9 8 136 MURAGLIA PIER FRANCO ITA BETA BOANO RACING BETA 450 ok SP 450 00:07:30 29:39:43 08:20:52 08:12:29 08:12:29
22 10 9 129 BERETTA LUIGI ITA AFRICA DREAM RACING YAMAHA WR 450 F ok SP 450 0 29:44:55 08:26:05 08:17:41 08:17:41
23 10 8 21 MUTELET OLIVIER FRA DMR MOTOS KTM 690 RALLY REPLICA ok SP OPEN 0 29:51:24 08:32:34 08:32:34 08:32:34
24 11 10 109 NAPOLI GIULIO ITA BETA BOANO RACING BETA 450RR ok SP 450 00:13:30 30:00:36 08:41:46 08:33:22 08:33:22
25 11 9 27 MAURI ALBERTO ITA FAST TEAM KTM 525MXC ok SP OPEN 0 30:05:35 08:46:45 08:46:45 08:46:45
26 12 2 110 PATTONO GERMANO ITA M.C. AZEGLIO YAMAHA WR450 ok P 450 00:20:00 30:06:36 08:47:46 08:39:22 03:42:04
27 13 11 139 CARNELOS ALBERTO ITA ASD. FBF YAMAHA 450 ok SP 450 00:51:30 30:08:48 08:49:58 08:41:34 08:41:34
28 12 3 31 RAMPOLLA STEFANO PAOLO ITA DESERTWINS KTM 690 RALLY ok P OPEN 00:15:00 30:31:26 09:12:36 09:12:36 07:17:44
29 13 10 11 BERRINI FABRIZIO ITA MOTOCLUB ABBIATE GUAZZONE ALFER PKL 525 ok SP OPEN 00:11:00 31:17:26 09:58:36 09:58:36 09:58:36
30 14 11 18 NAVECH PHILIPPE FRA MECA'SYSTEM KTM EXC-RBA 530 ok SP OPEN 00:16:00 31:50:14 10:31:24 10:31:24 10:31:24
31 4 4 201 LIPAROTI CAMELIA ITA QUADSONIK KTM 525XC ok Q Q 0 32:22:22 11:03:31 06:39:34
32 14 3 134 STEFANUCCI DAVID ITA TEAM RACE 94 KTM EXC450 ok P 450 00:31:59 32:58:09 11:39:19 11:30:55 06:33:36
33 15 4 124 CASADEI SIMONE ITA LEGEND RALLY TEAM KTM EXC 450 ok P 450 0 33:21:01 12:02:10 11:53:47 06:56:28
34 16 5 125 MASSARI PAOLO ITA LEGEND RALLY KTM EXC450 ok P 450 0 33:43:55 12:25:05 12:16:41 07:19:22
35 15 4 33 CAMPIONE VINCENZO ITA IL TEAM KTM EXC-R 530 ok P OPEN 00:04:00 34:10:32 12:51:41 12:51:41 10:56:49
36 17 6 119 BUGLI ORESTE ITA LEGEND RALLY TEAM BETA 450 ok P 450 00:11:30 34:35:54 13:17:03 13:08:40 08:11:21
37 16 12 14 MICHOT FREDERIC FRA DESERTWINS HONDA XR650 ok SP OPEN 01:37:00 35:11:05 13:52:15 13:52:15 13:52:15
38 18 7 132 FULICI MASSIMO ITA DIRT RACING BETA RR 450 ok P 450 00:08:30 35:37:01 14:18:11 14:09:47 09:12:28
39 19 12 118 BUSI ROBERTO ITA FRANCO PICCO RACING YAMAHA 450WR ok SP 450 00:52:30 36:58:21 15:39:31 15:31:07 15:31:07
40 20 8 112 PICCO FRANCO ITA FRANCO PICCO RACING YAMAHA WR450 ok P 450 00:44:00 36:59:42 15:40:52 15:32:28 10:35:10
41 21 13 116 TRACANZAN VINCENZO ITA FRANCO PICCO RACING YAMAHA WRF 450 ok SP 450 00:56:30 37:02:08 15:43:17 15:34:54 15:34:54
42 17 13 20 MARCANT DOMINIQUE FRA DMR MOTOS KTM 690 RALLY REPLICA ok SP OPEN 10:45:00 40:03:41 18:44:51 18:44:51 18:44:51
43 22 14 114 ZUFFETTI CARLO ITA FRANCO PICCO RACING YAMAHA WR450 ok SP 450 04:15:59 42:31:52 21:13:02 21:04:38 21:04:38
44 18 14 32 MODENA FURIO STEFANO MARIA ITA DESERTWINS RACING PROJECT KTM 690 RALLY FACTORY ok SP OPEN 07:43:59 44:47:26 23:28:36 23:28:36 23:28:36
45 5 5 211 ALZAROUNI ATIF AHMAD UAE AL MASAOOD UAE CAN AM DS 450 Q Q 19:00:00 52:39:35 31:20:44 26:56:47
46 19 5 25 DAL BEN GIAMPIETRO ITA ENERGIA E SORRISI ONLUS BETA 525 ok P OPEN 18:41:29 57:38:43 36:19:53 36:19:53 34:25:01
47 23 15 133 PROCACCINI ALFREDO ITA TEAM RACE 94 KTM 450 EXC SP 450 20:25:30 59:10:06 37:51:16 37:42:52 37:42:52
48 24 16 117 CUSUMANO GUIDO ITA K-RIDING.COM YAMAHA 450 SP 450 24:47:30 61:44:59 40:26:09 40:17:45 40:17:45
49 20 15 17 MOUNIR SAMER EGY MAMMA MIA TEAM HONDA XR650 ok SP OPEN 22:48:00 65:36:25 44:17:34 44:17:34 44:17:34
50 21 6 24 RONZONI GIOVANNI ITA ENERGIA E SORRISI ONLUS KTM 525 ok P OPEN 31:37:59 76:54:52 55:36:02 55:36:02 53:41:10
51 25 17 115 ROMAGNA ROBERTO ITA FRANCO PICCO RACING YAMAHA WRF450 SP 450 34:44:00 77:05:06 55:46:16 55:37:52 55:37:52
52 26 9 126 CELI MARCO ITA LEGEND RALLY TEAM KTM EXC 450 ok P 450 35:47:00 77:55:43 56:36:52 56:28:29 51:31:10
53 22 16 41 REFAAT EHAB EGY MAMMA MIA TEAM HONDA XR650 SP OPEN 37:55:29 83:49:34 62:30:43 62:30:43 62:30:43

fonte jvd.it
"L'unico limite a quanto in alto possiamo andare e' quanto crediamo di poter salire."
Ktm Adv 950 S MY 2005 "l'ammiraglia" -- Ktm exc 525 my 2007 "l'indomita"

jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19220
Iscritto il: 21/01/2009, 1:26
Località: Monza (MB)

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 11/10/2010, 21:48

Marc Coma vince il Pharaons Rally 2010 con la KTM 690 Rally
Marc Coma si aggiudica la 13ma edizione del Rally egiziano, al secondo posto il cileno Francisco Lopez, che ha portato a termine una grande gara, e al terzo il portoghese Helder Rodrigues


Immagine

Pharaons Rally 2010
Quattro tappe vinte, quattro edizioni del Pharaons Rally nel suo palmares e… finalmente, il quarto Titolo di Campione del Mondo!
Marc Coma si aggiudica la 13ma edizione del Rally egiziano aggiungendo alle vicende della corsa le dinamiche agonistiche di un Campione stratosferico. Sulla linea di arrivo di El Alamein, l’ultima del Rally, il più evidente dei risultati. Coma si è presentato ancora una volta solo, seguito soltanto dalla polvere sollevata dalla sua KTM. Per vedere comparire l’Aprilia di Fancisco Lopez, separato dallo spagnolo alla partenza di Siwa di 27 secondi soltanto, si è dovuto aspettare quasi otto minuti.
Una ultima tappa favorevole allo spagnolo, si dirà certo, ma anche la dimostrazione “pesante” del potere assoluto del “binomio”, che si è aggiudicato quattro tappe ed ha polverizzato le aspettative createsi al termine della prima tappa, quando Lopez era potuto andare in fuga favorito dall’ordine di partenza.
Coma ha costruito il trionfo egiziano con un inarrestabile finale in crescendo, che ha consentito al catalano non solo di aggiudicarsi il Rally, ma anche di vincerlo per distacco, un epilogo insolito per una disciplina i cui risultati sono spesso appesi al filo di pochi secondi. Al secondo posto, dunque, il cileno Francisco Lopez, che ha portato a termine una grande gara, ed al terzo il portoghese Helder Rodrigues, non meno determinato ed efficace.
Matteo Graziani, 6°, è i migliore degli italiani, seguito “a ruota” dall’esordiente Ivan Boano.
2.500 chilometri, sei tappe, scenari incomparabili, un thriller agonistico incredibile e la vittoria di un Campione eccezionale: sono questi i dati da archiviare del 13° Pharaons, ultima prova del Mondiale 2010. Il più bello dei Rally “africani”, in gran parte “Made in Italy”.

Marc Coma:

Immagine

«Questo lo devo considerare un giorno un po’ speciale. Vincendo il Rally sono arrivate tutte insieme molte altre, grandi soddisfazioni! È la quarta volta che vinco il Rally, e con questo arriva automaticamente anche il quarto Titolo Mondiale, che poi era il “movente” della mia trasferta egiziana. Ma non basta: questa è stata l’ultima occasione di vedere correre la 690 Rally ufficiale, e sono contento di aver portato alla sua ultima vittoria una moto che ha segnato un’epoca. Con la quarta vittoria al Pharaons uguaglio il primato di Fabrizio Meoni, e mi emoziona intensamente ricordarlo anche in questo modo. Ero venuto qui con il solo obiettivo di vincere il Mondiale. Ma mi dicevo che, se si fosse presentata l’occasione, ci avrei provato. Ieri, nella penultima tappa, quell’occasione è arrivata: una pista perfetta, ed una speciale bellissima sin dalle prime dune. È stato allora che il mio Pharaons è cambiato e di colpo si è allargato l’orizzonte dei miei obiettivi. Ho tenuto lo scopo prioritario in un angolo di sicurezza, e sono partito all’attacco riuscendo nell’impresa di ribaltare una situazione tutt’altro che favorevole. Oggi, giornata conclusiva del Rally, non avevo scelta. Per essere sicuro di non essere raggiunto da Lopez dovevo ripetere la tappa di ieri. E sono partito di nuovo a fondo, sostenendo lo stesso ritmo dall’inizio alla fine. Sul traguardo sensazioni forti. Tutte le soddisfazioni immaginate, ed i pensieri, si sono materializzati in una vittoria che ha un grande valore per me, e che condivido di cuore con tutti quelli che hanno contribuito a costruirla!».

Chaleco Lopez:
«Sono contento. Le ultime due giornate non erano per nulla adatte alle 450, ma aver comandato la classifica per quattro tappe è di ottimo auspicio per la prossima Dakar. Sono secondo nel Mondiale della 450 ed ho vinto la classe qui. Di più non si poteva pretendere».
Matteo Graziani:
«Per tutta la gara sono stato attento a non fare errori. Ho dovuto riadattarmi ai ritmi delle gare africane e alla nuova moto, così non aveva senso rischiare. Alla fine il podio della 450 è comunque un risultato di rilievo».

Pharaons International Cross Country Rally 2010. Classifica Generale Finale
1° #1 Marc Coma (ESP) KTM Brema&Menichetti Red Bull AMV;
2° #101 Francisco Lopez (CHI) Aprilia;
3° #102 Helder Rodrigues (PT) Yamaha;
4° #3 Jacek Czachor (POL) KTM;
5° #6 Tim Trenker (GER) KTM;
6° #104 Matteo Graziani (ITA) Aprilia;
7° #106 Ivan Boano (ITA) Beta;
8° #28 Jes Munk (DAN) KTM;
9° #7 Jaime Prohens (CHI) KTM;
10° #127 Francisco Arredondo (GUA) Aprilia

Pharaons Classic: vittoria per Feret/Pigny
Assieme al Pharaons Rally è terminato ieri anche il Pharaons Classic, la bellissima formula di abilità per chi vuole godersi la poesia dei deserti egiziani senza l’assillo del cronometro. Dopo il ritiro di Belotti/Gaggiani per un incidente nella quinta tappa, la vittoria va a Feret/Pigny.
EL ALAMEIN – Sei giorni intensi, sei bellissime tappe nel deserto egiziano. Il segreto sta nel percorrere la maggior parte del percorso di gara. Il Pharaons Classic è dunque una gara di abilità, una sfida prima di tutto con se stessi. Più chilometri del percorso si coprono, più punti si guadagnano, e a parità di punteggio ha la meglio chi ha l’auto più vecchia.
Una formula che consente quindi di partecipare al Pharaons e ai suoi percorsi da sogno, ma senza dover rincorrere il tempo migliore. Ma anche qui la competizione non manca e i dieci equipaggi che hanno partecipato all’edizione 2010 hanno ingaggiato una battaglia appassionante. Otto auto francesi e due quelle italiane, con l’auto più vecchia del lotto che era la Toyota Land Cruiser dei francesi Nappee/Oliveira.
La sfida del deserto è stata subito appassionante e incerta e dopo le prime tre tappe cinque equipaggi erano appaiati in vetta alla classifica. La quinta giornata del Pharaons ha però rimescolato le carte in tavola: i leader della classifica, Belotti/Gaggiani, hanno avuto un incidente volando giù da una duna. Nulla di grave per fortuna, solo il rammarico di dover abbandonare il Pharaons Classic quanto il traguardo di El Alamein era all’orizzonte.
La vittoria finale è andata così ai francesi Feret/Pigny, con altri tre equipaggi che sono terminati a pari punti: Callens/Callens, Dalbon/Menesson e Labarbe/Normand. La vittoria è andata a Feret/Pigny per la maggiore “anzianità” della loro vettura. Quinto posto per il primo equipaggio italiano, quello di Guido e Roberto Navazio Cassa, che hanno preceduto Abitabile/Rucquoy, Belotti/Gaggiani, Cantoni/Bartyan, Nappee/Oliveira e Chatauret/Rossi.

fonte moto.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition

trivella
Avatar utente
 
Messaggi: 10588
Iscritto il: 29/03/2009, 18:43
Località: Dodge City, KS, U.S.A.

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 11/10/2010, 22:04

Grande il nostro cinghialone 12° nell'assoluta e complimenti anche a Furio col suo 44° posto

Gli adesivi myktm sono arrivati al traguardo :up: :up: :up: :up: :up: :up: :penna: :penna: :penna: :penna:
KTM 950 SMR. . YAMAHA TTR 620..."Più salamella che Moto GP (cit. Creg)"
Improvvisare, Adeguarsi, Raggiungere lo scopo (Gunny)

trivella@myktm.it

vare
Avatar utente
 
Messaggi: 220
Iscritto il: 21/12/2009, 0:04
Località: Torino

Re: rally dei faraoni

Messaggio » 12/10/2010, 20:20

trivella ha scritto:Grande il nostro cinghialone 12° nell'assoluta e complimenti anche a Furio col suo 44° posto

:fonz: :fonz: :fonz:


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Iscritti connessi: Bing [Bot], Google [Bot], iRob, Majestic-12 [Bot], MSNbot Media, Yahoo [Bot]

SEO Search Tags

990 marc coma      Rally dei Faraoni 2012 Corrado Pattono      YAMAHA TTR rally      adesivi Dakar ktm      adesivi per ktm 990 adventure rally      adesivi tuareg ktm      adesivi x moto rally dei faroni      adesivo tuareg ktm      adesivo tuareg      alberto mauri rally dei faraoni      dakar rally red bull bianca      fesani andrea incidente 21 11 2010      fotografie ktm 950 rally meoni      gomme per quad 25-11-9      immagini tracanzan vincenzo rally dei faraoni 2012      ktm 450 exc rally faraoni      ktm 620 lc4 rally      ktm 690 rally      ktm 950 se tuning      ktm boano      ktm exc 525 racing rally faraoni      ktm exc per rally faraoni 2007      la balza forata      matteo cotto rally      meca@agrosaude.pt loc:IT      meca@agrosaude.pt      meca@agrosaude.pt      meca@agrosaude.pt      menichetti sponsor meoni      nicola colombo ktm      nicola colombo pharaon rallyes      nicola colombo vincitore rally faraoni      paolo massari rally dei faraon      rally dei faraoni 2012 vincenzo tracanzan      rally dei faraoni classifica michot frederic      rally dei faraoni      rally faraoni 2012 classifica 690      rally faraoni belotti      rally faraoni ktm 990      rally raid yamaha tt600r      rampolla stefano paolo vendita moto      ricambi yamaha tt600r      road book yamaha tt600r      roberto contardo dubai      vincenzo tracanzan rely dei faraoni      vincenzo tracanzan      tt600r RAID      red bull motorally 990 adventur ktm meoni      adesivi tuareg