KTM Forum Italia - Unofficial Italian Community

Campionato Europeo Enduro

Commenti e curiosità dalle competizioni.

Moderatori: Moderatori, ModeratoriP

Campionato Europeo Enduro

Messaggioda jenk » 12 set 2010, 22:58

Titoli per Massimo Mangini (Junior E1) e Alex Zanni (Senior E1)
Gli azzurri centrano anche la vittoria a squadre nella Veteran, Junior, Club e Team


Immagine

VENERDI'
Maurizio Gerini (Husqvarna RS Moto 250 4T) nella classe Senior E1 e Alessio Paoli (HM-Honda 500 4T) e nella Senior E3 finendo entrambi in seconda posizione nelle rispettive classi sono risultati i migliori tra i piloti italiani in gara in Portogallo nella quarta ed ultima prova del Campionato Europeo Enduro. Gerini e Paoli hanno illuminato con i loro piazzamenti una prima giornata emozionante per i numerosi colpi di scena. Se Gerini ha centrato una seconda posizione ricca di contenuti tecnico-agonistici, Paoli, è stato anche il migliore dei piloti italiani in "Maglia Azzurra" al termine di una tappa caratterizzata da un caldo a dir poco torrido che ha messo a dura prova i centoventi piloti al via.
"Oggi è stata veramente dura perché ho corso con una costola incrinata per la caduta di cui sono rimasto vittima due settimane nella prova dell' Italiano Under 23 al quale ho partecipato per allenarmi meglio in vista di questa gara in Portogallo. Devo ringraziare la dottoressa Lorena Sangiorgi dello staff medico FMI che mi ha dato degli antidolorifici anche per uno stiramento muscolare a una spalla. Ho recuperato punti in classifica e domani partirò ancora all'attacco" ha raccontato Alessio Paoli all'arrivo.
"Sono veramente soddisfatto del mio risultato. Da quando sono passato a guidare la 250 4T è diventato tutto più facile. L'RS Team mi sta supportando in tutti i modi e sono proprio felice di ricambiare con questi miei risultati" - Le parole di Maurizio Gerini all'arrivo -.
Niente da fare nella Junior E1 invece per Massimo Mangini (Team Italia KTM GP Motorsport 125 2T) che dovrebbe essere finito sesto complice una caduta nella prima prova estrema e nella prima cross, anche se il suo più diretto avversario, il tedesco Hubner (KTM) è stato anch'esso rallentato da una caduta in speciale e non figura nelle prime posizioni delle classifiche ufficiose. Sfortunato anche l'altro azzurro del Team Italia Jonathan Manzi (KTM GP Motorsport 125 2T) che ha perso quasi un minuto nella prova in linea e nella cross per il salto della catena dovuto a delle pietre. Tutti all'arrivo ma leggermente in ritardo gli altri azzurri in gara; Jacopo Cerutti (KTM 125 2T), Guido conforti (Team Italia KTM GP Motorsport 125 2T), Matteo Bresolin (Yamaha 125 2T), Simone Poloni (Yamaha 125 2T), Tommaso Montanari (Team Italia KTM GP Motorsport 125 2T).
Nella Junior E2/3 giornata tutta da dimenticare per il portacolori del Team Italia Michael Pogna (KTM GP Motorsport 250 2T) che ha perso la leadership in campionato finendo quinto per una caduta nella prova estrema. Vittoria di giornata per il finlandese Roni Nikander (Husqvarna 250 2T) che ora è passato al comando della classifica. Bene all'arrivo Nicolò Mori (KTM 2MR 250 2T) e Luca Marcotulli (Yamaha Daihatsu Terios Team 250 2T).
Sfortunato anche Alex Zanni (Yamaha Daihatsu Terios Team 250 4T) nella Senior E1; era terzo ma è caduto nella linea e nell'estrema finendo quinto. Quarta posizione per il compagno di squadra Giuliano Falgari (Yamaha Daihatsu Terios Team 125 2T). Bene Simone Agazzi (Husqvarna RS Moto 125 2T) tra i primi dieci della classifica.
Nella Senior E3 Daniele Tellini (KTM 300 2T) è invece stato costretto al ritiro causa del caldo. Tutti all'arrivo i nostri tre della classe Veteran; Gianni Belloni Pasquinelli (Husqvarna 250 4), Andrea Di Martino (KTM 2450 4T) e Fabio Mauri (Yamaha 250 4T).

SABATO
Ancora una giornata di passione, fatica, sudore e gran caldo oggi in Portogallo per la seconda frazione della prova conclusiva del Campionato Europeo Enduro che assegnerà domani il titolo continentale per squadre nazionali ed i vari titoli di classe. Una seconda giornata che ha visto nuovamente brillare Maurizio Gerini (Husqvarna RS Moto 250 4T) nella classe Senior E1 e Alessio Paoli (HM-Honda 500 4T) nella Senior E3.
Gerini è partito un po' lento terminando il primo giro in quarta posizione. Speciale dopo speciale ha trovato sempre più il ritmo giusto riuscendo a chiudere con un più che ottimo secondo posto alle spalle dello scatenato portoghese Goncalo Reis (KTM), decisamente a proprio agio sulle pietraie e la polvere delle varie prove speciali. Restando alla Senior E1 buona terza posizione per Alex Zanni (Yamaha Daihatsu Terios Team 250 4T) che ha però ridotto a soli sei punti il proprio distacco in classifica dal francese Metge (Honda 250 4T), oggi solo quinto all'arrivo. La prova finale di cross di domani diventa dunque importantissima per l'assegnazione del titolo europeo dove Zanni ha tutte le carte in regola per regalare alla Maglia Azzurra un grande risultato. Sfortunato Giuliano Falgari (Yamaha Daihatsu Terios Team 125 2T), sesto all'arrivo malgrado il tempo perso per il salto della catena in una speciale. Quello del salto della catena è stato un problema che ha condizionato la gara di molti piloti italiani e non, in quanto causato dal caldo torrido che ha reso molto flessibile il materiale plastico della cruna catena. Ottava posizione per Simone Agazzi (Husqvarna RS Moto 125 2T).
Nella Senior E3 gara tutta da incorniciare anche per Alessio Paoli (HM-Honda 500 ) che con i punti conquistati è ora secondo in campionato con dieci punti di distacco dalla prima posizione. Paoli ha portato a termine anche oggi una prova storica in quanto in gara con una costola incrinata e uno strappo muscolare per una caduta riportata due settimane fa.
Nella Junior E1 una giornata sfortunata per Massimo Mangini (Team Italia KTM GP Motorsport 125 2T) che ha perso secondi preziosi nella prima speciale estrema per il salto della catena mentre era primo. Scivolato al sesto posto, nel finale è riuscito a chiudere in quinta posizione grazie a un grande recupero. Stessa sorte per Jonathan Manzi (Team Italia KTM GP Motorsport 125 2T) undicesimo all'arrivo, mentre Jacopo Cerutti (KTM 125 2T) ha chiuso ottavo e Guido Conforti (KTM 125 2T) dodicesimo. A brillare in questa classe, tra i giovani piloti del Team Italia, è stato Tommaso Montanari (Team Italia KTM GP Motorsport 125 2T) ottavo all'arrivo davanti al tedesco Hubner (KTM), diretto avversario nella lotta per il titolo con il nostro Mangini.
Nella Junior E2/3 si è imposto il finlandese Roni Nikander (Husqvarna 250 4T). Ancora sfortunato il nostro Michael Pogna (Team Italia KTM GP Motorsport 250 2T).
Tra i Veteran giornata dura ma positiva per i nostri "vecchietti" con Gianni Belloni Pasquinelli (Husqvarna 250 4T) e Fabio Mauri (Yamaha 250 4T) all'arrivo, mente si è ritirato il siciliano Andrea Di Martino (KTM) per la fatica e il caldo.
Conquista il titolo continentale 2010 tra i Team, con una giornata d'anticipo, la formazione del Team Italia GP Motorsport grazie agli azzurri Mangini, Manzi e Pogna.

DOMENICA
Finale ricco di colpi di cena, emozioni, tensioni e suspance oggi in Portogallo nella prova finale di cross nella giornata conclusiva del Campionato Europeo Enduro.
Dopo la disputa delle due manches delle classi riservate alle donne e ai veteran, la prova finale di cross è stata sospesa per oltre un'ora a causa della polvere per dare la possibilità all'organizzazione di bagnare la pista. Purtroppo l'elevata consistenza del terreno con un'enorme quantità di polvere su tutto il tracciato, ha visto alla fine la Giuria prendere la decisione di non far disputare nessuna manche di cross ma di cronometrare la prova come una speciale assegnando ai singoli piloti il punteggio di giornata.
In questo contesto i piloti italiani hanno portato a termine una giornata tutta da incorniciare per la Maglia Azzurra.
Il terzetto italiano in gara nella classifica del Trofeo Junior per Nazioni ha infatti centrato una grande vittoria con la formazione composta dai tre portacolori del Team Italia: Massimo Mangini (KTM GP Motorsport 125 2T), Jonathan Manzi (KTM GP Motorsport 125 2T) e Michael Pogna (KTM GP Motorsport 250 2T).
Vittoria azzurra anche nella classifica del Trofeo per Nazioni riservato ai Veteran grazie a Gianni Belloni Pasquinelli (Husvarna 250 4T), Fabio Mauri (Yamaha MTG 250 4T) e Andrea Di Martino (KTM 450 4T).
Vittoria italiana anche nella classifica per Club con la squadra composta da Guido Conforti (Team Italia KTM GP Motorsport 125 2T), Tommaso Montanari (Team Italia KTM GP Motorsport 125 2T) e Nicolò Mori (KTM 2MR 250 2T).
Nella classifica del Trofeo delle Nazioni Senior, l'Italia in Maglia Azzurra con Alex Zanni (Yamaha Daihatsu Terios Team 250 4T), Giuliano Falgari (Yamaha Daihatsu Terios Team 125 2T) e Alessio Paoli (HM-Honda 500 4T) ha invece centrato un meritatissimo secondo gradino del podio preceduta solo dai padroni di casa del Portogallo.
Passando alle singole classi i piloti in Maglia Azzurra hanno vinto due campionati europei.
Massimo Mangini (Team Italia KTM GP Motorsport 125 2T) è riuscito nell' impresa di fare suo il titolo Junior E1 resistendo a tutti gli attacchi degli avversari ed, in particolar modo, del tedesco Hubner (KTM). Particolarmente avvincente la prova cronometrata che ha visto Alex Zanni (Yamaha Daihatsu Terios Team 250 4T) vincere il titolo della Senior E1. Zanni, infatti, è riuscito a chiudere col secondo tempo alle spalle del portoghese Goncalo Reis (KTM 250 4T) staccato di soli 98 centesimi di secondo. Zanni ha però preceduto il francese Metge (Honda 250 4T), suo diretto rivale nella corsa al titolo, terminando a pari punti in classifica ma riuscendo a precederlo alla fine in classifica grazie al maggior numero di vittorie ottenute nel corso del campionato.
Nella Junior E2 Michael Pogna (Team Italia KTM GP Motorsport) ha chiuso con una più che ottima seconda posizione. Seconda piazza anche per Alessio Paoli (HM-Honda 500 4T) nella Senior E3 all'arrivo malgrado il dolore per una costola incrinata e uno strappo ai muscoli addominali per una caduta di cui è rimasto vittima di due settimana fa disputando una gara del Campionato Italiano Under 23. Quarta posizione finale nella classe Senior E1 per Maurizio Gerini (Husqvarna RS Moto 250 4T), mentre Simone Agazzi (Husqvarna RS Moto125 2T) ha tagliato il traguardo attardato per un problema al freno posteriore.

fonte xoffroad.it
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 01:26
Località: Monza (MB)

Re: Campionato Europeo Enduro

Messaggioda jenk » 15 set 2010, 09:42

DAIHATSU TERIOS E ZANNI CAMPIONI EUROPEI

15/09/10 - Si chiude in maniera trionfale l’avventura di Yamaha Motor Italia nel Campionato Europeo Enduro 2010. Alex Zanni, pilota di punta del Daihatsu Terios Team ufficialmente supportato da Yamaha Motor Italia, ha infatti conquistato il titolo continentale Senior E1. Vittoria al debutto quindi per Yamaha, da anni regina delle competizioni sportive, alla prima stagione di collaborazione con la più antica casa costruttrice giapponese di automobili, Daihatsu, da diversi anni ai vertici nelle classifiche del Campionato Europeo di Enduro grazie all’impegno di Daihatsu Italia.
Il pilota italiano, in sella a Yamaha YZ 250 adattata all’utilizzo enduro, ha infatti conquistato la prima posizione della classifica finale nella classe Senior E1 della più importante manifestazione europea di enduro, dopo aver dominato la prova conclusiva della stagione 2010 svoltasi dal 10 al 12 settembre all’interno dell’arena portoghese Oliveira Do Hospital. Il weekend si è inoltre chiuso con la vittoria di giornata per il Team Daihatsu Yamaha che ha così centrato la seconda posizione nella classifica finale per squadre. Per il Daihatsu Terios Team ed Alex Zanni ciò rappresenta un ulteriore successo dopo il titolo a squadre ed il terzo posto individuale ottenuti solo un mese e mezzo fa in occasione degli Assoluti d’Italia 2010, il degno coronamento di una stagione vissuta interamente da protagonisti.

Weekend ricco di colpi di cena, emozioni e suspense. Il venerdì Zanni, purtroppo protagonista di una stagione tutta in salita a causa di una brutta frattura alla mano destra, ha chiuso in quinta posizione per una caduta avvenuta a pochi metri dal traguardo nella speciale in linea, proprio mentre era in lotta per la vittoria, scivolata che gli ha fatto perdere quattro punti nei confronti del francese Metge (Honda 250 4T), sino a quel momento primo in classifica e diretto rivale nella corsa al titolo. Il sabato Zanni è poi salito sul podio riuscendo ad ottenere una bellissima terza posizione che gli ha permesso di portarsi a sole due lunghezze dal rivale. Domenica è stato il giorno decisivo che ha visto il centauro italiano sferrare il proprio attacco al pilota transalpino: dopo aver battuto Metge nell’ultima speciale di cross, Zanni è infatti finito a pari punti con il suo avversario, ma si è aggiudicato il titolo 2010 grazie al maggior numero di vittorie ottenute durante il campionato, indice quest’ultimo della strepitosa costanza avuta dal pilota italiano sul lungo periodo.

Il commento dai box - “Sono felicissimo per tutto il team - ha raccontato a fine gara Alex Zanni -. Non è stato facile arrivare a questa vittoria, ma alla fine ce l’ho fatta. Ringrazio Enrico Bertolini, i fratelli Comotti che mi hanno seguito e supportato da vicino, e tutto lo staff del Daihatsu Terios Team”.

fonte motocross
A dar risposte sono capaci tutti, ma a porre le vere domande ci vuole un genio..
by Oscar Wilde
KTM Race LC Carbon Limited Edition
jenk
Fondatore
 
Messaggi: 19222
Iscritto il: 21 gen 2009, 01:26
Località: Monza (MB)


Torna a "Radio corsa"

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite